27-04-2016

Dal RomeMUN al Kazakhstan per il NSWMUN grazie a Giovani nel Mondo

L’Associazione Giovani nel Mondo è veramente orgogliosa di essere riuscita a consolidare diverse partnership a livello globale tra la sua simulazione RomeMUN e simulazioni dei Model United Nations. L’obiettivo è quello di creare una solida rete dove poter indirizzare i migliori delegati, dando l’opportunità agli studenti più meritevoli di viaggiare in tutto il mondo seguendo quella che è la loro passione.
 
The New Silk Way International Model United Nations è una delle più grandi simulazioni diplomatiche organizzate in Kazakhistan e in tutta l’Asia Centrale, e vanta come sede la bellissima città di Almaty, che con una popolazione pari a circa 1.4 milioni si posiziona come la più grande metropoli kazaka. I giochi diplomatici della simulazione avranno luogo precisamente presso la prestigiosa Al-Farabi Kazakh National University, anche nota come KazNU, la più importante università per numeri e fama della nazione.
 
L’Associazione Giovani nel Mondo annuncia quindi con somma gioia che, grazie all’aiuto dell’ente organizzativo del NSWMUN, invierà una delegazione di 15 studenti per partecipare a questa fantastica esperienza di conferenza MUN. Tutti i delegati sono dei giovani studenti appassionati di relazioni internazionali e diplomazia, e molti di loro hanno già avuto l’opportunità di partecipare a diversi MUN in passato. Ma in questo gruppo eterogeneo ci sono anche giovani ragazzi e ragazze alla loro prima esperienza nel mondo dei Model, pieni di energia ed entusiasti di mettersi alla prova discutendo questioni di rilevanza internazionale di fronte ad altre giovani menti provenienti da ogni parte del mondo.
 
Il gruppo di delegati dell’Associazione Giovani nel Mondo è composto dalla maggior parte da studenti italiani, ma non mancano una ragazza proveniente dall’Azerbajan ed un’altra proveniente dal Belgio. A tutti gli studenti è stata offerta una borsa di studio che andrà a coprire tutti i costi di partecipazione così come l’alloggio e il trasporto da e per l’aeroporto. Tutti i delegati metteranno piede in Kazakhistan per la prima volta nella loro vita grazie a questa opportunità a loro concessa, essendo praticamente allo stesso tempo la prima volta in questa parte del mondo. Per questo motivo si può senza dubbio affermare che sarà un’esperienza unica nel suo genere, e tutti gli studenti sono davvero entusiasti di poter così arricchire il proprio bagaglio culturale e al contempo professionale. “Questa è l’occasione giusta per mettermi in gioco in un ambiente avvincente e dinamico” dice Serena Salerno della Venice Diplomats Society, un’associazione italiana che ha scelto 4 dei suoi studenti migliori per far parte della delegazione di Giovani nel Mondo, “questo MUN rappresenta sicuramente un’esperienza di grande crescita culturale, ed un’opportunità unica per mettere in pratica la mia conoscenza accademica.” Anche la sua collega Lesya Bershadska, un’altra giovane scelta dalla Venice Diplomats Society, afferma come l’opportunità di partecipare a questa esperienza le permetterà, come studentessa di Relazioni Internazionali, di “diventare più familiare con i processi delle Nazioni Unite” permettendole di “sviluppare nuove abilità, divenendo sicuramente più produttiva
 
Per molti questa esperienza rappresenta la possibilità di espandere la loro rete a livello internazionale: così è come ci spiega Ivana Malaric, che crede che il mondo dei MUN sia un modo attraverso cui “allargare le proprie reti sociali, scambiando nuove idee con persone provenienti da tutt’altri contesti, sia culturali che universitari.” Eleonora Mantovani, un’altra giovane studentessa di Roma, guarda a tutto ciò dal punto di vista accademico e professionale senza dimenticare l’innata passione del viaggiare. “Sarà sicuramente un’esperienza fantastica!” esclama. “Tutto ciò mi permetterà di crescere e rendere ancora più vicino il mio sogno di intraprendere una carriera internazionale, ma non capita tutti i giorni di poter entrare nel vivo delle dinamiche diplomatiche nel contesto di una terra così affascinante come poco conosciuta come quella del Kazakhistan.”
 
C’è veramente tanto da dire a proposito dei MUN: questa realtà ha infatti reso possibile passare dalla teoria alla pratica per tutti coloro che aspirano ad una carriera diplomatica. Così come si possono testare le proprie capacità di negoziazione e dibattito, così si può imparare a lavorare in gruppo ed adattarsi ad un ambiente multiculturale. Sicuramente, quella che è la parte più importante è l’aspetto umano. Mentre infatti impari e ti metti in gioco simulando il paese che il contesto e i giochi stessi richiedono, stai allo stesso tempo creando dei legami di amicizia che non conosceranno limiti né di spazio ne tanto meno di tempo, con persone che nella tua vita non avresti mai potuto immaginare di incontrare. Stiamo parlando a tutte quelle persone che, tutti gli anni dopo aver partecipato ai MUN, continuano a voler parlare. Un ragazzo ci ha raccontato di come, dopo aver stretto una solida amicizia durante i giochi di simulazione con un collega cinese, sia stato ospitato da quest’ultimo per più di una settimana durante un suo viaggio personale nella stessa Cina.
 
Questo è quello per cui l’Associazione Giovani nel Mondo si batte. Questo è il nostro più grande obiettivo: creare un network per tutte le conferenze MUN presenti nel mondo dove tutti i MUNers e le MUNettes possono crescere in ogni aspetto della loro vita. Non bisogna solo unire il mondo degli studenti con quello delle organizzazioni internazionali ed insegnare ai giovani come raggiungere i propri sogni nell’ambito delle carriere internazionali, ma anche e soprattutto rinforzare questi ultimi attraverso il dialogo ed uno scambio continuo di idee tra le giovani menti brillanti provenienti dalle più svariate situazioni e background culturali.
 
Le sole line che ci dividono sono i confini che noi stessi ci creiamo attraverso concetti quali l’avversità e fraintendimenti. L’Associazione Giovani nel Mondo vuole abbattere queste barriere e costruire un unico mondo: un mondo dove i dibattitti sono costruttivi e le idee vengono celebrate.
 
Ultimi, ma non per importanza, di seguito i nomi delle giovani donne e uomini che andranno a rappresentare l’Associazione Giovani nel Mondo nel contesto del the New Silk Way International MUN:
 
·         Christopher Allevi – Roma, Italia
·         Roberto De Girolamo – Roma, Italia
·         Eleonora Mantovani – Roma, Italia
·         Laura Grandinetti – Roma, Italia
·         Marco Durante – Roma, Italia
·         Ninni Lattanzi – Roma, Italia
·         Lucia Tafuni – Roma, Italia
·         Giada Dagostino – Roma, Italia
·         Yasmeen Abdul Hak – Azerbaigian
·         Ivana Malaric – Belgio
·         Lesya Bershadska – Venezia, Italia
·         Chiara Bressan – Venezia, Italia
·         Lucia Bortolotti – Venezia, Italia
·         Serena Salerno – Venezia, Italia
 
A cura di Christopher Allevi
 
Letto 2453 volte
Devi effettuare il login per inviare commenti

Rubrica

Servizio Volontariato Europeo

Follow Us on

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, solo per alcune funzionalità tecniche dei servizi offerti.
Puoi prendere visione dell’informativa estesa sull’uso dei cookie cliccando QUI.

Cliccando su "ok" acconsenti all’uso dei cookie.