23-04-2015

Giornata mondiale del libro e del diritto d'autore: noi leggiamo perché

Il 23 aprile  si celebra la Giornata Mondiale del Llibro e del diritto d'Autore promossa dall'UNESCO. Oggi più che mai l'importanza del libro e della lettura è centrale date le innovazioni tecniche in corso, che sanno di rivoluzione. E' cambiato il modo di leggere come è cambiato il libro. Se una volta la lettura era dono raro e prezioso, legato alla riflessione, oggi le cose sono cambiate e la lettura lo è di conseguenza. Ci giungono informazioni da ogni parte e la lettura è diventata rapida, asciutta, con la difficoltà derivante dal digerire troppe informazioni. Lo stesso strumento è cambiato. Se il libro era un oggetto concreto, oggi è diventato un oggetto virtuale, una cosa che raccoglie pensieri attraverso parole ma racchiuso in dispositivi tecnologici. Non leggiamo più il libro ma un libro su smartphone, ereader, tablet o computer. E' comunque vero che di libri, di quelli di carta intendo, se ne comprano sempre meno. Il mercato è in grave crisi e sempre più librerie chiudono mentre aumenta la vendita di libri digitali, in un formato che non aiuta la protezione del diritto d'autore. In un mondo in cui tutti accedono a tutto e riescono a superare qualunque protezione virtuale, passarsi un ebook è facile più che acquistarlo con un click.  
Cambiamenti ce ne sono, rivoluzioni anche ma leggere resta il modo unico di acquisire conoscenze, di capire, comprendere, riflettere, imparare. Per questo, per celebrare la centralità dello strumento primo del sapere, lo staff di carriereinternazionali.com ha raccolto le proprie idee per condividerle con voi e per invitarvi a leggere sempre, comunque, nonostante tutto e qualunque strumento utilizziate. (Anna) 
 
Leggere e viaggiare. Due cose alle quali non posso e non voglio rinunciare. Leggere per me significa, seppur in modo diverso, intraprendere un viaggio, nel tempo e nello spazio. Scoprire mondi nuovi, confrontarmi con il diverso, incuriosirmi, sorprendermi e provare ogni volta nuove emozioni. Un libro è “un’ascia per il mare ghiacciato che è dentro di noi”, per dirla con una frase di Kafka che amo molto: un libro che ti colpisce, che lascia il segno, che non ti lascia indifferente (nel bene e nel male), che ti “smuove” qualcosa dentro è una piccola conquista personale, un arricchimento e cibo per la mente, il cuore e lo spirito. Una sensazione tutta da vivere e per cui vale decisamente la pena trascorrere ore e giornate intere immersi nella lettura. Viaggiare con la mente e andare alla ricerca di libri che “lascino il segno” nella mia vita sono dunque i motivi principali per cui non smetterò mai di leggere, finché potrò.  Ed è l'augurio che faccio a tutti voi! (Tatiana) 
 
….leggere per allargare gli orizzonti, per rompere gli schemi, per vivere altre vite mediante una biografia. Non sono un lettore accanito ma ho salutato con piacere l'arrivo del Kindle che mi permette di risparmiare spazio, perché una manciata di libri li ho letti anche io! apprezzo molto la saggistica e non disdegno i romanzi tra cui figura come mio preferito "La casa degli spiriti" di Isabel Allende che consiglio a chiunque si voglia regalare un sogno...infine leggere per imparare a scrivere, per esercitare la mente e il cuore.....buona lettura a tutti! 
(Daniel) 
 
Leggo  per cercare e trovare risposte, generalmente mi piacciono i libri di saggistica o romanzi a sfondo storico perché ho sete di imparare, capire,  paragonare e, alla fine, ragionare con la mia testa. Uno dei miei libri preferiti è 1984 di George Orwell. Buona lettura! (Valentina) 
 
L’ebook non potrà mai sostituire il libro. Niente è più piacevole di sfogliare le pagine di un vecchio tomo, del poter farsi autografare una copia dal nostro scrittore preferito, del poter guardare tutti i libri di una saga che ci ha appassionato e che ci ha fatto sognare completamente catalogata sulla nostra libreria. Soprattutto niente potrà mai essere più azzeccato come regalo che un buon libro, magari anche con una dedica speciale, che sicuramente, rivista dopo qualche anno, farà uscire una lacrima od un sorriso quando la si legge. Per questi motivi, e per molti altri, l’ebook non potrà mai sostituire il libro.  (Daniel) 
 
Da quando l’umanità ha inventato la scrittura, le idee hanno potuto circolare liberamente, superando la necessità di avere un messaggero in carne ed ossa. Insieme all’ideazione della stampa poi, la velocità di circolazione di pensieri e informazioni ha raggiunto vette superate soltanto nella nostra era digitale.  
Sono tutti tasselli di un mosaico che fa dell’uomo, del pensiero e dell’emozione i propri assi portanti. Che sia in formato digitale o cartaceo, non smetterò mai di rimanere stupefatta dal potere che le parole possono avere nella nostra vita: ci stimolano, ci commuovono, ci colpiscono, ci sfidano. Per questo non posso non essere grata del fatto che lettori e scrittori, giorno dopo giorno, alimentano costantemente dibattito e discussione. 
(Martina)
 
Libro.. Un così semplice oggetto, materiale o immateriale, in grado di suscitare tanti sentimenti tra loro contrastanti. Un libro che emoziona, un libro per sognare, un libro che si odia perché lo si deve studiare. Quanti pensieri intorno a un libro. La bellezza sta proprio in questo.. In qualunque modo lo si viva, un libro dà sempre qualcosa, di bello o di brutto. Un libro trasmette sempre una sensazione, ed è forse questo il motivo per il quale amo leggere. Il trasporto, l'idealizzazione delle parole, la fantasia, la crescita, la tristezza, tutto questo é un libro. Qualcosa di impagabile e di incomparabile alla quale non rinuncerò mai. (Sarah) 
 
Leggere è stata da sempre una delle mie passioni, un mondo in cui evadere, in cui avere la possibilità di vivere più vite. Sono stata ai ricevimenti della famiglia Rostov, mi sono innamorata di Mr Darcy, ho costruito un aquilone e partecipato alla loro caccia nel quartiere, ho vissuto su un albero con il barone Piovasco di Rondò e sono stata per giorni in balia della corrente del Golfo con Santiago. Grazie ad ogni singolo libro ho viaggiato e conosciuto realtà e persone diverse. Leggere per me è questo....provate anche voi a partire e non ve ne pentirete! (Giulia) 
 
Non appena ho imparato a leggere è subito nato un sentimento di vera passione per la continua scoperta fatta con ogni nuovo libro, ad ogni capitolo, in ogni singola pagina. Il primo che ho letto è stato il Piccolo Principe, un libro meraviglioso, da sognatore romantico.. Poi crescendo ho scoperto cosa possono darti le parole scritte in un romanzo, in un testo scolastico o anche in un breve articolo. Curiosità, conoscenza, fantasia, immaginazione sono solo semplici parole che non possono descrivere pienamente quanto sia bello leggere. Sensazioni ed emozioni che solo chi condivide questa passione può capire. (Francesco) 
Letto 2235 volte
Devi effettuare il login per inviare commenti

Rubrica

Follow Us on

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, solo per alcune funzionalità tecniche dei servizi offerti.
Puoi prendere visione dell’informativa estesa sull’uso dei cookie cliccando QUI.

Cliccando su "ok" acconsenti all’uso dei cookie.