Vola a Buenos Aires per  lo sviluppo alimentare, e per la lotta alla fame nel mondo!
 
Ente: la Fundación Banco de Alimentos (Food Bank Foundation) agisce in aiuto di coloro che soffrono la fame, donando, conservando e distribuendo prodotti di genere alimentare. Inoltre, mira a fornire informazioni riguardo la natura e le cause della fame e della malnutrizione.
Questa organizzazione no profit si offre come ponte tra i bisognosi che ancora oggi soffrono la fame e tra coloro che sono disposti a dare un contributo concreto. In uesto modo, la fondazione Banco de Alimentos fornisce cibo ad oltre 92 mila persone ogni giorno, l'80% di quali sono giovani ed adolescenti, attraverso l'aiuto di 679 organizzazioni comunitarie.
 la Scopri altre opportunità nella cooperazione qui!
 
Dove: Buenos Aires (Argentina)
 
Destinatari: Coloro che rispondono ai requisiti
 
Quando: Non specificato
 
Scadenza: Non specificata
 
Descrizione: Il lavoro consiste nella classificazione e ripartizione di alimenti che pur essendo commestibili non sono stati messi sul mercato dalle varie aziende donatrici. L'obiettivo è quello di suddvidere e catalogare i prodotti da fornire alle mense che collaborano con Bance de Alimentacion. L'orario di lavoro è estremamente flessibile, ed il volontariato si  divide nei seguenti compiti:
 
-Controllo date di scadenza dei prodotti alimentari
-Classificazione e divisione degli alimenti
-Preparazione e catalogazione di scatole
 
Scopri altre occasioni di volontariato qui!
 
Requisiti utili ma non indispensabili:
 
- Nessun requisito specifico, chiunque può dare una mano!
- Conoscenza base della lingua inglese
 
Retribuzione: Non prevista
 
Guida all’application: Candidati qui!
 
Informazioni utili: Attraverso il bando è possibile sapere come arrivare al deposito in questione.
 
Link Utili:  Per Info su Banco de Alimentos clicca qui  !
 
Contatti:
 
E-mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Web Address: www.bancodealimentos.org.ar
 
A cura di Vincenzo Streppone
 
La redazione carriereinternazionali.com declina ogni responsabilità sull’attendibilità delle informazioni contenute nella scheda. Per informazioni in merito all’opportunità, contattare l’ente proponente. LA REDAZIONE
 
 

Se la difesa dei valori democratici e la promozione dei diritti umani in Sudamerica sono la tua passione conosci la società civile del continente mediante uno stage presso CADAL

 

Ente: il Centro para la Apertura y el Desarrollo de América Latina (CADAL) è una fondazione privata, apartitica e senza scopo di lucro la cui costituzione risale al 2003. la missione dell'ente è quella di promuovere i valori democratici formulando, nel contempo, proposte di politiche pubbliche che contribuiscano al buon governo e al benessere dei cittadini. Per via dei suoi obiettivi di promozione della solidarietà democratica internazionale, l'organizzazione esprime una forte vocazione sia regionale che globale. Infatti CADAL è un think tank pioniere nel continente americano per quel che riguarda l'adozione di una agenda democratica comune nella politica estera in materia di diritti umani.

 

Dove: Buenos Aires, Argentina

 

Destinatari: laureandi e neo – laureati

 

Durata: minimo 2 mesi con date da concordare con almeno 45 giorni di anticipo

 

Scadenza: non specificata

 

Descrizione dell’offerta:

Il programma per tirocinanti del Centro per lo Sviluppo dell'America Latina è rivolto a giovani studenti e laureati stranieri che vogliano realizzare un periodo di praticantato nel campo della società civile Argentina. L'obiettivo è quello di dare l'opportunità a giovani di tutto il mondo, interessati nell'America Latina e nell'Argentina, di conoscere come lavora una organizzazione impegnata nella difesa e promozione di valori democratici. A beneficio dei tirocinanti il poter maturare una esperienza in altri spazi di azione di CADAL come il monitoraggio e analisi delle attività politiche, economiche e istituzionali.

Principali responsibilità dei tirocinanti:

- Assistenza nelle relazioni istituzionali e di comunicazione sia con personaggi politici che con esponenti del mondo imprenditoriale, diplomatici, accademici e altri attori

- Assistenza nell'organizzazione di eventi e delle attività di formazione

- Assistenza nella produzione di contenuti per il portale informativo e per i programmi dell'ente

- Assistenza nella traduzione di contenuti per la sezione in inglese del sito web della istituzione

 

Requisiti:

- Completare con massima cura l'application

- Fluidità nell'uso della lingua spagnola

- Dimostrare una approfondita conoscenza delle attività di CADAL (vedi sito web)

- Sostenere una intervista via Skype con un funzionario CADAL

 

Documenti richiesti:

- Lettera con cui si specifica l'interesse per il tirocinio con le possibili date di svolgimento (in spagnolo)

- CV completo, attuale e con foto (in inglese o spagnolo)

- Lettera di motivazione specificando perché hai scelto CADAL; quale pensi sarà l'impatto del tirocinio sul tuo futuro professionale e cosa pensi dell'operato dell'ente (in spagnolo)

- Lettera di raccomandazione firmata da un professore o da un funzionario governativo (in inglese o spagnolo)

 

Retribuzione: non prevista

 

Guida all’application:

Inviare tutta la documentazione:

- Lettera con dichiarazione di interesse

- CV completo, attuale e con foto

- Lettera di motivazione specificando perché hai scelto CADAL

- Lettera di raccomandazione

al seguente indirizzo Email:  Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

- Riepilogo informazioni QUI

 

Informazioni Utili:

Buenos Aires è la capitale e la maggiore città dell'Argentina con 2.891.082 abitanti (13 milioni nell'area metropolitana). È una delle più grandi metropoli sudamericane e sede di uno dei maggiori porti del continente. È la seconda città in Sudamerica per importanza economica dopo San Paolo del Brasile. È chiamata anche per brevità Baires. Buenos Aires, con la crescita demografica degli ultimi decenni, si è estesa tanto da unirsi ad altri 54 municipi vicini (appartenenti dal punto di vista amministrativo alla Provincia di Buenos Aires), creando una conurbazione in cui vivono 12.843.000 abitanti. Per fare riferimento a questa conurbazione colloquialmente viene definita Grande Buenos Aires. Gli abitanti della città di Buenos Aires vengono chiamati porteños, mentre gli abitanti della provincia di Buenos Aires vengono chiamati bonaerenses.

 

Link Utili:

CADAL

Sito istituzionale di Buenos Aires QUI

Viaggiare Sicuri ARGENTINA

 

Contatti Utili:

Centro para la Apertura y el Desarrollo de América Latina (CADAL)

Reconquista 1056 piso 11 – 1003

Buenos Aires – República Argentina

Tel.: +5411 4313 6599

Fax: +5411 4312 474

Email: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 

A cura di Daniel Angelucci

 

Per il nuovo anno accademico 2014-2015 Carriere Internazionali ha selezionato per i suoi iscritti SILVER e GOLD centinaia di opportunità, frutto di accordi siglati con prestigiosi Enti attivi in campo internazionale. Per maggiori informazioni su Silver e Gold CLICCA QUI!

 

Se sei interessato a conoscere meglio il mondo delle relazioni internazionali, se hai voglia di mettere alla prova le tue doti diplomatiche e capire se questa è la strada che fa per te, partecipa al Rome Model United Nations la più grande simulazione Onu in Europa! Non perdere questa opportunità!

 

La redazione carriereinternazionali.com declina ogni responsabilità sull’attendibilità delle informazioni contenute nella scheda. Per informazioni in merito all’opportunità, contattare l’ente proponente.

 

LA REDAZIONE

 

Sara Daniela de Barros e Castro, classe 1984, si laurea in Relazioni Internazionali presso la Universidade do Minho nel 2006, dopo un Erasmus in Italia, presso l’Alma Mater Studiorum. Torna in Italia per seguire il Master di II livello in Relazioni Internazionali, sempre presso l’Università degli Studi di Bologna nel 2007-2008. Grazie al quale, parte alla volta dell’Argentina, nel settembre 2008, come Project  Manager della Organizaciòn Argentina de Jovenes para las Naciones Unidas (OAJNU) per quattro mesi. Rientrata in Portogallo segue un corso di specializzazione di un anno in Fundraising, Development and Cooperation Strategies e nel 2010 un Executive Education Program di 6 mesi in Strategic Frameworks for Non-profit Organizations della Harvard Kennedy School e della John F. Kennedy School of Government. Dal novembre 2012 segue un altro Executive Education Program dell’ University of Virginia dal titolo “Smart Growth for Private Businesses”.
Ha inoltre collaborato con: l’Associação Juvemedia (ONG) come Office Director/ Programme and Project Director (giungo 2009-settembre 2011); con la High Commission for the Immigration and Intercultural Dialogue (ACIDI) come Logistic Coordinator (da gennaio a giungo 2010); con il National Democratic Institute (NDI) come Head of Logistics (gennaio 2011-giugno 2011);con l’ONG TESE come Junior Consultant (dal settembre 2011 al marzo 2012); e con il Consiglio Nazionale della Gioventù del Portogallo come Responsabile degli Affari Esteri e Partecipazione Giovanile per due anni (2010-2012). E’ stata, inoltre, in Angola come Consulente Internazionale della Emotions Inside nell’ ottobre 2012e  coordinatrice nazionale dell’ONG ASHOKA Portugal – Innovators for the Public dal gennaio 2012 fino ad ottobre 2012.
Recentemente è entrata a far parte del team di Tlantic SI, gruppo Sonae (primo distributore in Portogallo di IT software-http://www.tlantic.com/) nel dipartimento di Marketing & Comunicazione come responsabile della comunicazione esterna della società. E segue anche un Corso Post-lauream in Project Management della EGP  della Porto Business School. 
 
1.       Sara come mai hai deciso di fare prima un Erasmus e poi un Master in Italia, ed esattamente a Bologna?
Ho deciso di fare un’esperienza Erasmus in Italia principalmente perché volevo studiare all'estero e, in particolare, a Bologna perché è considerata una delle migliori università di Scienze Politiche in Europa. Ovviamente ero anche interessata ad entrare in contatto con nuove realtà e ampliare quindi le prospettive. Il Master, invece, ho deciso di farlo perché mi ero innamorata della città e dell'Alma Mater: insegnanti ottimi e metodologia di insegnamento improntata sulla partecipazione di noi studenti! E, naturalmente, le persone che avevo incontrato durante l’Erasmus mi hanno motivato ulteriormente a ritornare! Inoltre ritenevo che continuare il mio percorso di studi in Italia fosse fondamentale per la mia futura carriera lavorativa.
 
2.       Descrivi la tua esperienza al Master di II livello in Relazioni Internazionali dell’Università di Bologna: differenze rispetto al tuo Erasmus, se si perché? Differenze nelle metodologie didattiche rispetto al Portogallo?
Ho certamente riscontrato delle diversità rispetto al mio Erasmus: in primis un altro livello di maturità e di competenza degli Insegnanti, ma anche degli studenti; inoltre, ho rilevato una maggiore esigenza in termini di prestazioni e risultati, rispetto all’Università di Braga che, per inciso, è anch’essa considerata una delle migliori Facoltà di Scienze Politiche in Europa. Vorrei sottolineare che non considero la metodologia di insegnamento italiana migliore o peggiore di quella portoghese, è semplicemente diversa. In particolare ho apprezzato gli esami orali e le presentazioni in classe, che ritengo fondamentali per la formazione professionale di qualsiasi studente e che in Portogallo, purtroppo, non sono molto comuni.
 
3.       Alla fine del Master dovevi svolgere uno stage di minimo 300 ore in una Organizzazione Internazionale: come mai hai scelto l’Argentina e l’Organizzazione dei Giovani Argentini per le Nazioni Unite?
Ho scelto di fare lo stage presso la OAJNU, ovvero l’Organizzazione dei Giovani Argentini per le Nazioni Unite, innanzitutto per soddisfare la mia passione rispetto all’America Latina, una regione ricca di affascinanti diversità culturali, oltreché per la mia personale curiosità per l’Associazione delle Madri di Plaza de Mayo (una associazione formata dalle madri dei desaparecidos, ossia i dissidenti scomparsi durante la dittatura militare in Argentina tra il 1976 e il 1983. N.d.r.). Ho conosciuto diverse persone facenti parte di questa associazione e, rientrata in Portogallo, ho suggerito e implementato alcune delle modalità organizzative delle Madri di Plaza de Mayo, partecipando alla creazione dell’associazione senza scopo di lucro  Academia Cidadã ( http://academiacidada.org/)
 
4.       Quali erano le tue mansioni presso la OAJNU? Quale expertise hai riportato al di qua dell’Atlantico?
Ero incaricata della gestione dei progetti dell’OAJNU ed in particolare dello scambio di  good practises tra Europa e America Latina. Ho imparato moltissimo e ho potuto realizzare nuovi progetti: pensati ed organizzati dal principio e che sussistono ancora  oggi.  In particolare ci tengo a menzionare il progetto: Ciclo di Cinema per i Diritti Umani che si è, successivamente, espanso, attraverso collaborazioni con ONG locali, anche in Uruguay e in Cile. Infine sono stata molto contenta di aver  messo le basi per far rientrare l’OAJNU tra le associazioni accreditate allo SVE, il Servizio di Volontario Europeo.
 
5.       Esiste un’analoga organizzazione in Portogallo?
Non che io sappia, però esistono diverse ONG di respiro internazionale che, come l’OAJNU, hanno come focus i giovani nella arena politica internazionale.  Una di queste è il Consiglio Nazionale della Gioventù per il quale ho lavorato e che persegue l’obiettivo di creare e implementare politiche giovanili comuni sia nell’ambito della Unione Europea che a livello mondiale.
Pubblicato in Rubrica

Rubrica

Follow Us on

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, solo per alcune funzionalità tecniche dei servizi offerti.
Puoi prendere visione dell’informativa estesa sull’uso dei cookie cliccando QUI.

Cliccando su "ok" acconsenti all’uso dei cookie.