21-11-2018

Conosci i volti e le storie dei protagonisti del Festival delle Carriere Internazionali 2019!

Abbiamo chiesto alle ragazze e ai ragazzi che vi accompagneranno durante la 10^ edizione del Festival delle Carriere Internazionali di raccontarci la loro esperienza, scopri chi sono!

 

Quest’anno il Festival delle Carriere Internazionali festeggia la sua decima edizione, confermando il successo di un evento che da anni permette a giovani studenti provenienti da tutto il mondo di mettersi in gioco e di vivere un’esperienza unica nella meravigliosa cornice della capitale d’Italia. Un successo che non sarebbe possibile senza l’entusiasmo e la dedizione di giovani intraprendenti che hanno scelto di dedicare il loro impegno alla realizzazione del Festival. Ognuno di loro ricopre un ruolo chiave all’interno dei progetti che compongono il Festival: il RomeMUN, il Press Game, il Business Game e il Corso di Orientamento alle Carriere Internazionali. Hai voglia di conoscerli? Li abbiamo intervistati per voi ed ecco le loro storie e le loro esperienze!

 

Luca Marco Giraldin von Lahnstein – Direttore Business Game, Comitato Direttivo

Imprenditore di successo nel settore Food e Luxury e con esperienza professionale nel campo del marketing, consulenza manageriale e strategica, Luca Marco è l’ideatore e il direttore del Business Game, nonché membro del Comitato Direttivo del Festival delle Carriere Internazionali. La sua collaborazione con GnM è iniziata nel 2011 e da allora il suo contributo si è fatto sempre più concreto, arrivando alla progettazione del Business Game che quest’anno vedrà la sua terza edizione. Luca infatti ha voluto portare la sua esperienza all’interno del festival per aiutare i giovani interessati a seguire un percorso professionale in area business a capire come “avere la libertà di poter scegliere il proprio futuro, realizzarlo secondo le proprie ambizioni, con coraggio, dedizione e ricevendo delle adeguate gratificazioni. Questo è il successo”. Perché inserire il Business Game all’interno del Festival? Perché in una realtà sempre più internazionale e competitiva, i giovani non possono limitarsi alle conoscenze accademiche ma hanno bisogno di sviluppare abilità trasversali, meglio se in una realtà associativa come quella di GnM. Oggi Luca porta avanti la sua avventura imprenditoriale grazie a una nuova sfida negli Stati Uniti con il lancio del marchio “Patavini”, una food boutique alimentare e laboratorio di produzione di pasta fresca nel cuore di New York. Il segreto che ha reso la sua iniziativa competitiva? Un’analisi approfondita del mercato americano nel campo della produzione e distribuzione alimentare, insieme a un corretto posizionamento nei canali distributivi e a una costante tensione verso l’eccellenza. Sono queste e molte altre le tematiche che affronteranno i partecipanti al Business Game 2019, cos’altro aspetti? iscriviti qui

 

Jorge Alejandro González Galicia – Deputy Director

Jorge è un ragazzo di origini messicano-guatemalteche che collabora da molti anni al Festival delle Carriere Internazionali e che quest’anno ricoprirà il ruolo di Deputy Director. Eccellente comunicatore, il suo più grande sogno è di dar voce alle proprie idee per creare un impatto positivo nella società.  Il motivo che ha spinto Jorge a unirsi al team di Giovani nel Mondo è “l’opportunità che rappresenta un’organizzazione come GnM: connettere i giovani attraverso il potere del dialogo e della diplomazia”. Negli anni, GnM gli ha permesso di entrare in contatto con migliaia di persone provenienti da tutto il mondo che come lui sono determinate a vincere le sfide contemporanee. Jorge ci ha confessato di aver viaggiato molto di più con i suoi nuovi amici internazionali di quanto non abbia mai fatto con i suoi compagni di studio o i suoi colleghi di lavoro, “è buffo perché non immagineresti mai che qualcuno che vive a più di 100 chilometri di distanza possa condividere così tanto con te e in così tanti modi diversi”. Condividi anche tu i suoi sogni? allora partecipa alla 10^ edizione del Festival, iscriviti qui

 

Alina Barsamyan – Under Secretary General RomeMUN

Alina Barsamyan è una ragazza di origine armene che ha fatto del mondo casa sua fin dall’età di 7 anni e quest’anno sarà Under Secretary General del RomeMUN. Studentessa di Relazioni Internazionali al King’s College di Londra, come Jorge anche Alina ha partecipato a molte edizioni del Festival e non vede l’ora di assistere alla decima edizione che già prospetta come “la più grande e la migliore di sempre”. Alina ci ha raccontato che quest’anno il Segretariato del MUN ha lavorato duramente per inserire nuovi Comitati e argomenti di dibattito, “spero che i delegati portino con sé i migliori ricordi possibili di questo decimo anniversario e che ritornino in futuro proprio come abbiamo fatto noi”, ha aggiunto. Il punto di forza del Segretariato del RomeMUN è la multiculturalità che contribuisce a rendere il Festival davvero internazionale. “Viviamo in un’era di rapida globalizzazione ed è importante capire come siamo estremamente interconnessi. Per questo un MUN di successo deve celebrare la diversità in ogni sua forma e avvalersi delle differenze per educare a nuove culture, tradizioni e stili di vita.” Se vuoi unirti a questo team multiculturale, iscriviti qui

 

Shanthi Kodituwakku – Program Director del Press Game

Multiculturalità è anche la parola che meglio descrive Shanthi, la Program Director del Press Game. Di origini Italo-srilankesi, Shanti si sente da sempre appartenente al mondo intero. Prima di arrivare a Messina, dove lavora per un online periodical, Shanthi ha viaggiato in Inghilterra, Italia, India, Sri Lanka e Messico, vivendo a contatto con culture diverse. Da questa esperienza Shanthi ha capito che voleva dar voce a quello che aveva visto. Per questo ha deciso di studiare giornalismo e di unirsi al team di GnM scegliendo il percorso offerto dal Press Game. “Seguendo un corso di studi basato sul giornalismo e la comunicazione, il Press Game è stato immediatamente il progetto che ho sentito più adatto a me” ci ha raccontato Shanthi. Il valore fondamentale del Festival, secondo Shanthi, sta nel colmare la lacuna esistente in Italia tra università e mondo del lavoro: “Le università dovrebbero agire da ponte avvicinando i giovani al mondo del lavoro, ma se questo è vero per pochi atenei, resta un’utopia per altri”. In un mondo globalizzato, sarebbe impossibile immaginare la vita senza l’informazione… o il Festival senza il Press Game! Anche tu la pensi così? iscriviti subito

 

Ebenezer Essilfie-Nyame – Comitato Scientifico

Ebenezer è un giovane professionista che collabora con l’Ufficio Regionale per l’Africa della FAO ed è membro del comitato scientifico del Festival. Secondo la sua esperienza, per capire la propria strada all’interno del vasto mondo delle carriere internazionali bisogna seguire le proprie passioni, specializzarsi in un campo e dedicarsi con impegno ad affidare le proprie competenze. Il Festival delle Carriere Internazionali è la piattaforma migliore per esplorare diversi percorsi di carriera in un ambiente multiculturale. “Attraverso il sostegno di professionisti e diplomatici, i partecipanti non solo possono entrare a contatto con più di 100 nazionalità diverse, ma hanno anche l’opportunità di imparare da esperti di alto livello nel campo delle relazioni internazionali, dell’economia e della comunicazione”. Ebenezer ci ha anche raccontato di quanto sia importante il Festival per i giovani provenienti da paesi Africani, un evento di successo riconosciuto a livello internazionale che offre ai giovani talenti del suo continente l’opportunità di farsi conoscere e di coltivare i valori fondamentali del Festival per quelli che saranno i leader di domani.

 

Vorresti essere tra i protagonisti delle prossime edizioni del Festival delle Carriere Internazionali?

Non perdere altro tempo prezioso e dai il via alla tua carriera internazionale con un’esperienza imperdibile partecipando all' International Career Festival! Per iscriverti clicca qui

 

A cura di Sheila Fidelio

Letto 667 volte

Rubrica

Follow Us on

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, solo per alcune funzionalità tecniche dei servizi offerti.
Puoi prendere visione dell’informativa estesa sull’uso dei cookie cliccando QUI.

Cliccando su "ok" acconsenti all’uso dei cookie.