26-06-2018

Fondazione ENI Enrico MAttei offre una borsa di ricerca

La Fondazione Eni Enrico  Mattei (FEEM), importante think tank italiano, dà la possibilità a giovani studenti universitari in economia, ingegneria e scienze politiche di far parte del suo gruppo di ricerca per un programma di ricerca sui sistemi energetici

 

Per altre opportunità simili visita la sezione Organizzazioni Internazionali

 

Ente: Fondata nel 1989, la Fondazione Eni Enrico Mattei (FEEM) è un centro di ricerca internazionale, no profit, orientato alla policy e un think tank che produce ricerca di alta qualità, innovativa, interdisciplinare e scientificamente rigorosa nell’ambito dello sviluppo sostenibile. La Fondazione contribuisce alla qualità del processo decisionale nelle sfere del pubblico e del privato attraverso studi analitici, consulenza alla policy, divulgazione scientifica e formazione di alto livello. Grazie al suo network internazionale, FEEM integra le sue attività di ricerca e di disseminazione con quelle delle migliori istituzioni accademiche e think tank del mondo. FEEM è il centro di ricerca dell'ENI - Ente Nazionale Idrocarburi che per decenni è stata la società pubblica per la gestione energetica, poi passata sul mercato privato

 

Dove: Italia

 

Destinatari: studenti universitari

 

Quando: da subito

 

Scadenza: il prima possibile

 

Descrizione dell’offerta: il candidato sarà coinvolto nell'analisi della digitalizzazione dell'energia che comprende le seguenti attività chiave:

- esplorare come la digitalizzazione potrebbe spianare la strada affinché il sistema energetico diventi più decarbonizzato e sostenibile

- esplorare come la digitalizzazione potrebbe spianare la strada affinché il sistema energetico diventi decentralizzato, con una crescente interazione di servizi (elettricità, calore, trasporti, dati) che prima erano ampiamente separati

- esplorare come la digitalizzazione dell'energia potrebbe avere un impatto sulle città, ad esempio attraverso la mobilità urbana

- esplorare in che modo la digitalizzazione potrebbe interrompere modelli di business duraturi nel settore energetico

-spiegare come la digitalizzazione potrebbe favorire l'accesso all'energia nei paesi in via di sviluppo, consentendo un superamento dei sistemi energetici tradizionali

- collaborare alla formulazione di raccomandazioni politiche pertinenti sia per le istituzioni pubbliche che per le società energetiche

 

Requisiti: il candidato ideale dovrebbe avere:

- una laurea in economia, ingegneria, scienze politiche

- motivato per studi energetici interdisciplinari e in particolare economia e politica energetica

- le precedenti esperienze lavorative sugli studi sull'energia rappresentano un vantaggio importante

- la conoscenza della lingua inglese è obbligatoria

 

Retribuzioni:  non specificato

 

Guida all’application: i candidati possono presentare la loro domanda anche in un unico file pdf con la lettera di motivazione e il curriculum vitae dettagliato QUI. Si prega di citare il seguente numero di riferimento della posizione di lavoro: ESP-ENERGY2.0

 

Informazioni utili:  È possibile combinare questo lavoro di ricerca con un dottorato di ricerca. In questo caso, il candidato dovrà trovare un'università ospitante per il dottorato

 

Link utili: FEEM

link  all'offerta

             

 Contatti Utili:

Tel: +39.02.520.36934
Fax: +39.02.520.36946
E-mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 

a cura di Maria Longombardo

 

La redazione carriereinternazionali.com declina ogni responsabilità sull’attendibilità delle informazioni contenute nella scheda. Per informazioni in merito all’opportunità, contattare l’ente proponente.

LA REDAZIONE

Letto 392 volte

Rubrica

Follow Us on

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, solo per alcune funzionalità tecniche dei servizi offerti.
Puoi prendere visione dell’informativa estesa sull’uso dei cookie cliccando QUI.

Cliccando su "ok" acconsenti all’uso dei cookie.