Le Nazioni Unite sono state fondate il 24 ottobre 1945 da 51 nazioni impegnate a preservare la pace e la sicurezza collettiva grazie alla cooperazione internazionale e determinate a prevenire l’eventuale verificarsi di conflitti. Oggi ne fanno parte 193 Stati.

Il Consiglio di Sicurezza dell’Onu ha, secondo lo statuto, la responsabilità del mantenimento della pace e della sicurezza internazionali e può essere convocato in qualunque momento, ogni qual volta la pace venga minacciata. È composto da 15 membri. Cinque di essi sono membri permanenti, ossia Cina, Francia, Federazione Russa, Regno Unito e Stati Uniti, mentre gli altri 10 vengono eletti dall'Assemblea con un mandato biennale. Tutti gli Stati Membri sono tenuti a rispettare le decisioni del Consiglio secondo lo Statuto dell’ONU che per essere approvate richiedono una maggioranza di almeno nove voti. Nessuna decisione può essere presa nel caso in cui un voto negativo, o veto, venga espresso da un membro permanente. Oltre ai membri permanenti, il Consiglio prevede la partecipazione di dieci membri non permanenti eletti in rappresentanza dei paesi membri ONU. I dieci membri non permanenti sono eletti con un mandato di due anni. La presidenza del Consiglio di Sicurezza è detenuta da ciascuno dei membri a loro volta per un mese seguendo l’ordine alfabetico inglese dei nomi degli Stati membri.

Il mese di novembre 2017, l’Italia ha assunto la Presidenza dopo 9 anni.

L’Italia ha aderito all’ONU il 14 dicembre del 1955. Nel corso degli anni ha contribuito con determinazione all’elaborazione delle Risoluzioni dell’Assemblea Generale e del Consiglio di Sicurezza che hanno dato vita a grandi innovazioni sul piano delle norme internazionali. Le campagne in favore della moratoria della pena capitale, quelle per promuovere l’uguaglianza di genere e i diritti delle donne e delle bambine, le battaglie contro ogni forma di discriminazione religiosa e in favore della libertà di opinione, sono alcuni dei temi che hanno visto impegnato il nostro Paese. Ha inoltre condiviso le responsabilità che derivano dalla sicurezza collettiva, ricoprendo già in precedenza per sei volte il ruolo di membro non permanente del Consiglio di Sicurezza e partecipando alle operazioni di pace e il primo novembre ha avuto inizio il mese di Presidenza dell’Italia del Consiglio di Sicurezza delle Nazioni Unite.

L’agenda della Presidenza italiana è particolarmente ricca. Tra gli appuntamenti principali, il briefing sulla Libia (16 novembre) e quello sulle sfide di sicurezza nel Mediterraneo (17 novembre), presieduti dal ministro degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale, Angelino Alfano e vedranno la partecipazione, rispettivamente, del Segretario Generale Guterres e del Rappresentante Speciale ONU per la Libia, Salamè.

L’Italia ha fondato la propria candidatura sul contributo che ha dato ed è in grado di continuare ad offrire alla comunità internazionale: sulla sua capacità di mediazione, di attività di prevenzione dei conflitti e promozione del dialogo come strumento principale per la loro risoluzione; impegno nelle operazioni di pace ONU; conoscenza del Mediterraneo e delle sue dinamiche, un’area destinata a restare anche ancora per molto al centro della politica internazionale; promozione dei diritti umani, delle libertà fondamentali e dello Stato di diritto.

Il 30 novembre avrà luogo un briefing sul tema della “Distruzione e traffico di beni culturali da parte di gruppi terroristici in situazioni di conflitto armato”, ma numerosi sono gli appuntamenti la cui trattazione, sulla base della periodicità sancita dal Consiglio, cade a novembre. Si tratta, principalmente, di un aggiornamento su diverse situazioni – Paese: Repubblica Centrafricana, Bosnia Erzegovina, Kosovo, Sudan/Darfur, Libia, Burundi, Iraq, Sahara Occidentale, Sud Sudan, Libano, Siria (nei tre filoni: armi chimiche, umanitario, e politico), Medio Oriente, cui si aggiunge la discussione sulle sanzioni nei confronti della Corea del Nord.

L’Italia resterà membro non permanente per tutto il 2017, mentre nel 2018 lo diventerà l’Olanda: i due Paesi, infatti, dividono in questo modo il mandato per il biennio 2017 – 2018, avendo raggiunto una posizione di parità nell’elezione del giugno 2016.

 

Daniela Esposito e Martino Ruino

La piattaforma online Federica.eu lancia nuovi e interessantissimi MOOC corsi blended, e si rinnova con FedericaX. Unisciti!

 

Per altre opportunità simili visita la sezione Formazione

 

Ente: Federica è una piattaforma d’avanguardia nel panorama internazionale. Oggi è un Centro d’Ateneo dell’Università di Napoli Federico II per l’innovazione, la sperimentazione e la diffusione della didattica multimediale. I suoi studenti hanno la possibilità di entrare in contatto con una straordinaria comunità di oltre 13 milioni di learners globali e più di 1.500 corsi offerti gratuitamente dalle più prestigiose università del mondo. Da poco ha avviato una partnership con edX, la piattaforma di Harvard e MIT leader nel panorama internazionale dell’apprendimento online

 

Dove: Online

 

Destinatari: Tutti coloro che sono interessati all’ e-learning

 

Quando: Sempre accessibili

 

Scadenza: Open

 

Descrizione dell’offerta: Tutti i corsi possono essere seguiti gratuitamente per favorire il lifelong learning e in più, con una piccola si può acquisire un certificato verificato per attestare le proprie competenze professionali e arricchire il curriculum. Diversi corsi di Federica saranno disponibili su edX, con FedericaX. I MOOC - Massive Open Online Courses - costituiscono uno strumento per la diffusione democratica della cultura e dei metodi di apprendimento 

 

Requisiti: Non specificato

 

Costi: Gratuito

 

Guida all’application: Info disponibili sul sito

 

Link utili: Sito dell’ente

FedericaX

 

Contatti Utili: Ilaria Merciai - Responsabile della comunicazione online di Federica Weblearning

Tel: 081 25 25 087

Email: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 

a cura di Daniela Esposito

 

La redazione carriereinternazionali.com declina ogni responsabilità sull’attendibilità delle informazioni contenute nella scheda. Per informazioni in merito all’opportunità, contattare l’ente proponente.

LA REDAZIONE

Vorresti vivere un’esperienza formativa con una istituzione europea? Vorresti impegnarti per migliorare le condizioni del settore imprenditoriale europeo? Questa è la tua occasione, candidati subito!  

 

Per altre opportunità simili visita la sezione Europa

 

Organizzazione: EuCham è una nuova organizzazione internazionale di sala dedicata alla costruzione di futuri imprenditori. L'istituzione privata, indipendente e non governativa, che rappresenta l'interesse delle imprese nazionali ed internazionali attive in Europa migliorando l'ambiente imprenditoriale in cui sono attivi. Gli obiettivi principali dell'istituzione sono:
- Aumentare la visibilità e la reputazione delle imprese e del settore privato in generale
- Informazione, networking (interazione e creazione di nuovi contatti)
- Creazione di nuove opportunità di business
- Creazione di sedi per discussioni tematiche e interdisciplinari
- elaborare proposte innovative e di alto livello per il miglioramento delle relazioni aziendali / territoriali / sociali
- Contribuire allo sviluppo etico degli attori economici con istruzione e orientamento
- promuovere ai media la reputazione e il prestigio del mondo imprenditoriale
- promuovere la creazione di reti tra le imprese

 

Dove: Non Specificato

 

Scadenza: Aperta

 

Destinatari: Studenti

 

Descrizione dell’offerta: I candidati selezionati saranno chiamati a svolgere i seguenti compiti:

- coordinamento dei progetti (quadro arbitrale internazionale, incubazione delle imprese, finanziamento internazionale, sostenibilità, ecc.)

- incontri e seminari

- presentazioni e relazioni

- ricerche legali

- gestione dei media sociali

- assistenza personale alla gestione dell'istituzione

- gestione generale dei casi

 

Requisiti: i candidati ideali dovranno possedere i seguenti requisiti:

- Studi commerciali/sociali/legali/sostenibili/ambientali (studenti e laureati)

- buona conoscenza dell'inglese scritto e parlato

- eccellenti capacità di comunicazione, organizzazione e presentazione

- giocatore di squadra, allievo veloce

- auto-motivazione, atteggiamento molto proattivo

- la volontà di assumersi la responsabilità

- alfabetizzazione informatica, precisione, attenzione ai dettagli

 

Retribuzione:  Non retribuito

 

Guida all’application: Le candidature devono essere inviate all’indirizzo email Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo., allegando alla stessa un CV in inglese (con foto), una lettera di copertura e specificando i dettagli del tirocinio desiderato (periodo, borsa di studio ecc.)

 

Link Utili:

Pagina Offerta

EUcham Sito Ufficiale

 

Contatti Utili:

EuCham CEE

Via Terza Armata 117/4

34170 Gorizia - Italy

Tel. +39 0481 199 5533

Fax +39 0481 199 0242

Email Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 

A cura di Gregory Marinucci

La redazione carriereinternazionali.com declina ogni responsabilità sull’attendibilità delle informazioni contenute nella scheda. Per informazioni in merito all’opportunità, contattare l’ente proponente



Vorresti impegnarti per un progetto di solidarietà? Vorresti impegnarti per promuovere progetti a livello europeo? Il Corpo europeo di solidarietà è la nuova iniziativa dell'Unione europea che offre ai giovani opportunità di lavoro o di volontariato, nel proprio paese o all'estero, nell'ambito di progetti destinati ad aiutare comunità o popolazioni in Europa. Dopo aver completato una semplice procedura di registrazione, i partecipanti al Corpo europeo di solidarietà potranno essere selezionati e invitati a unirsi a un'ampia gamma di progetti, connessi ad esempio alla prevenzione delle catastrofi naturali o alla ricostruzione a seguito di una calamità, all'assistenza nei centri per richiedenti asilo o a problematiche sociali di vario tipo nelle comunità. Non perdere questa opportunità e candidati adesso!

 

Per altre opportunità simili visita la sezione Europa

 

Organizzazione: Il Corpo europeo di solidarietà è la nuova iniziativa dell'Unione europea che offre ai giovani opportunità di lavoro o di volontariato, nel proprio paese o all'estero, nell'ambito di progetti destinati ad aiutare comunità o popolazioni in Europa. Il Corpo europeo di solidarietà gestisce un'ampia gamma di progetti, connessi ad esempio alla prevenzione delle catastrofi naturali o alla ricostruzione a seguito di una calamità, all'assistenza nei centri per richiedenti asilo o a problematiche sociali di vario tipo nelle comunità. I progetti sostenuti dal Corpo europeo di solidarietà possono durare fino a dodici mesi e si svolgono di norma sul territorio degli Stati membri dell'Unione europea.

 

Dove: la destinazione sarà delineata in base al progetto

 

Destinatari: ragazzi tra i 18 e i 30 anni

 

Descrizione dell’offerta: Il Corpo europeo di solidarietà è un pool di giovani che hanno indicato la loro intenzione di partecipare a progetti solidali e che hanno dichiarato di accettare e rispettare la missione e i principi del Corpo europeo di solidarietà. Dopo la registrazione, i dati del candidato saranno conservati nel sistema del Corpo europeo di solidarietà. Le organizzazioni avranno accesso alla banca dati per trovare persone adatte ai loro progetti e le contatteranno per chiedere loro di partecipare ai progetti in questione. La Commissione europea inviterà le organizzazioni a presentare proposte per ricevere finanziamenti o altri tipi di sostegno per progetti compatibili con la missione e i principi del Corpo europeo di solidarietà. Una volta che i loro progetti saranno stati approvati, le organizzazioni potranno accedere al pool di candidati per selezionare i giovani più adeguati a prendervi parte. Le organizzazioni contatteranno dunque le persone preselezionate e procederanno alla scelta definitiva. In funzione del tipo di progetto e delle capacità ed esperienza del candidato, il Corpo europeo di solidarietà potrebbe proporre attività di formazione prima di iniziare il progetto. Alcuni esempi di mansioni che potrebbero essere affidate sono:

- aiutare a ricostruire una scuola o un centro comunitario distrutti da un terremoto;

- fornire assistenza a richiedenti asilo appena arrivati;

- diradare la vegetazione boschiva per prevenire incendi;

- lavorare con disabili in un centro comunitario

 

Requisiti: i candidati devono possedere i seguenti requisiti:

- avere un’età compresa tra i 18 e i 30 anni;

- risiedere legalmente o essere cittadino di uno degli Stati membri dell'Unione europea o dei seguenti paesi: Islanda, Liechtenstein, Norvegia, Turchia, ex Repubblica jugoslava di Macedonia

 

Guida all’application: Per potersi candidare è necessario seguire la procedura on-line indicata sulla Pagina Corpo europeo di solidarietà (vedi “Link Utili”).

Il Corpo europeo di solidarietà è un pool di giovani che hanno indicato la loro intenzione di partecipare a progetti solidali e che hanno dichiarato di accettare e rispettare la missione e i principi del Corpo europeo di solidarietà. Dopo la registrazione, i dati del candidato saranno conservati nel sistema del Corpo europeo di solidarietà. Le organizzazioni avranno accesso alla banca dati per trovare persone adatte ai loro progetti e le contatteranno per chiedere loro di partecipare ai progetti in questione. La Commissione europea inviterà le organizzazioni a presentare proposte per ricevere finanziamenti o altri tipi di sostegno per progetti compatibili con la missione e i principi del Corpo europeo di solidarietà.

Una volta che i loro progetti saranno stati approvati, le organizzazioni potranno accedere al pool di candidati per selezionare i giovani più adeguati a prendervi parte. Le organizzazioni contatteranno dunque le persone preselezionate e procederanno alla scelta definitiva. 

 

Link Utili:

Pagina Corpo Europeo di Solidarietà

Sito Ufficiale UE

Informazioni utili  sono disponibili anche sul sito dell'Agenzia Nazionale Giovani

 

Contatti Utili:

Per richiedere ulteriori informazioni puoi contattare Europe Direct per telefono al numero 00 800 6 7 8 9 10 11 da qualsiasi località dell'UE* o al numero +32 (0)2 299 96 96 (si applicano le normali tariffe telefoniche).

Corso Vittorio Emanuele II, 64

33170

Pordenone PN

Italy

 

A cura di Gloria Rwakihembo

La redazione carriereinternazionali.com declina ogni responsabilità sull’attendibilità delle informazioni contenute nella scheda. Per informazioni in merito all’opportunità, contattare l’ente proponente.

LA REDAZIONE

Vuoi iniziare una carriera internazionale? Dai uno sguardo alle attività della nostra associazione su www.festivaldellecarriereinternazionali.org

 

Vorresti vivere un’esperienza di tirocinio alternativa e allo stesso tempo retribuita? Ti piacerebbe lavorare in un paese estero nel campo della cooperazione? Questo è l’occasione che fa per te! Candidati adesso!

 

Per altre simili opportunità consulta la sezione  Organizzazioni Internazionali

 

Organizzazione: Welthungerhilfe è una delle più grandi organizzazioni di aiuto privato in Germania, indipendente dalla politica e dalla religione. È stata fondata nel 1962, come la sezione tedesca della Campagna della libertà di fame, una delle prime iniziative del mondo volte a sradicare la fame. Welthungerhilfe lotta per l'eradicazione della fame e della povertà. Welthungerhilfe mira a rendere fornire aiuti da un'unica fonte: dal rapido aiuto alle catastrofi a progetti di cooperazione allo sviluppo a lungo termine. Nel 2015 è riuscita a sostenere 7,3 milioni di persone con 387 progetti d'oltremare in 40 paesi. Fin dalla sua istituzione, Welthungerhilfe ha sostenuto più di 8.120 progetti d'oltremare con circa 3,03 miliardi di euro, di cui 5,746 sono stati progetti di auto-aiuto

 

Dove: diverse stazioni disponibili per il tirocinio:

- Dushanbe, Tajikistan

- Kampala, Uganda (for projects in Congo, Uganda)

- Monrovia, Liberia

- Phnom Penh, Cambodia

 

Destinatari: Studenti

 

Quando: il tirocinio è previsto per un massimo di sei (6) mesi

 

Scadenza: Aperta

 

Descrizione dell’offerta: I tirocinanti possono scegliere tra i diversi paesi, a seconda dei quali sono associati determinati progetti di cooperazione. I tirocinanti dovranno scegliere il paese di destinazione in base ai progetti elaborati dal gruppo Welthungerhilfe consultabili sul sito (vedi Link Utili). I tirocini all'estero hanno lo scopo di fornire una panoramica generale del lavoro nella cooperazione allo sviluppo. Anche se in un determinato paese è stato implementato un progetto che è di particolare interesse per il tirocinio, non è garantito che il lavoro si sviluppi principalmente su quel progetto nel corso del tirocinio.

 

Requisiti: Non vengono richiesti requisiti specifici, i candidati saranno selezionati a seconda dei Paesi selezionati e della disponibilità per un tirocinate in quel determinato paese.

 

Retribuzione: 200€ mensili più rimborso spese

 

Guida all’application: per potersi candidare è necessario inviare una mail a Mr. Nawid Ketabi all’indirizzo: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.. Nella Mail dovranno essere allegati i seguenti documenti:

- una copia completa del modulo di raccolta dati (modulo disponibile su Pagina offerta, vedere “Link Utili”)
- Una lettera di applicazione dettagliata (modulo disponibile su Pagina offerta, vedere “Link Utili”)
- il Curriculum Vitae

 

Link Utili:

Pagina Offerta

Welt Hunger Hilfe Sito Ufficiale

 

Contatti Utili:

Friedrich-Ebert-Str. 1

D-53173 Bonn

Tel.: +49 (0) 228-2288 0

Fax: +49 (0) 228-2288 333

Mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.  

 

A cura di Gregory Marinucci

La redazione carriereinternazionali.com declina ogni responsabilità sull’attendibilità delle informazioni contenute nella scheda. Per informazioni in merito all’opportunità, contattare l’ente proponente

In occasione della Festa dell’Europa che ricorre il 9 maggio, carriereinternazionali.com fa il punto della situazione analizzando lo strumento europeo che ha inciso maggiormente sui giovani e che, a nostro parere, ha influito in maniera determinante sulla costruzione dell’identità dell’Unione.

 

A sessantasette anni dalla storica dichiarazione Schuman, a sessanta dalla firma dei Trattati di Roma che segnarono un cambiamento importantissimo nella storia europea ponendo le basi per quella che sarebbe poi diventata l’Unione Europea, molto rimane ancora da fare sulla strada di una vera Unione di Nazioni e di Popoli.

Tanto tempo è passato da quelle parole e molte delle speranze nate e coltivate in quegli anni non sono, purtroppo, ancora realtà. La profonda crisi che in questi anni sta colpendo l’integrità dell’Unione ha ulteriormente allontanato i traguardi posti settant’anni fa.

Non tutto però è rimasto immobile e alcune grandi conquiste sono state raggiunte.

Nei primi anni dell’Unione una delle più importanti intuizioni che iniziarono a prendere piede fu la libera circolazione di mezzi, beni, capitali e persone. Una proposta, questa, estremamente innovativa per l’epoca e che fu effettivamente resa operativa nel 1957 con i Trattati di Roma, una delle tappe fondamentali del lungo processo di integrazione europea.

La scelta di aprire le frontiere fu un passo decisivo sulla via della creazione di una vera unione di popoli. La possibilità, fino ad allora mai considerata, di poter circolare all’interno degli stati della Comunità senza l’impedimento delle frontiere di fatto, apriva le porte alla formazione di una nuova generazione veramente “europea”. Oltre che a livello economico e di scambio commerciale, la vera importanza di questa decisione era nel campo sociale e culturale, soprattutto attraverso le università.

Già nel 1969, infatti, grazie all’intuizione della pedagogista italiana Sofia Corradi, si pensò alla possibilità di costruire una grande rete di interconnessione e di scambio tra le Università europee per permettere agli studenti di spostarsi, conoscersi e confrontarsi. Erano i primi passi del Progetto Erasmus.

L’ European Region Action Scheme for the Mobility of University Students, meglio nota come ERASMUS, ha preso effettivamente il via nel 1987 attraverso l’impegno dell’Associazione Giovanile Francese AEGEE e al sostegno del Presidente Mitterrand. L’importanza che il progetto Erasmus ha avuto negli anni passati e continua ad avere oggi a livello europeo viene testimoniata dai numeri. Da quel lontano 1987, anno in cui partirono poco più di tremila studenti, i giovani che hanno fatto le valigie sono aumentati esponenzialmente di anno in anno. Nel 2016 circa ventimila universitari hanno scelto l’Italia come meta e quasi trentamila italiani sono partiti per un’esperienza all’estero. In trent’anni di attività il Progetto Erasmus ha permesso ad oltre quattro milioni di studenti di viaggiare in Europa.

Il risvolto sulla coesione europea, inoltre, è notevole. Non si tratta solo della possibilità di plasmare un pensiero europeista in un ragazzo che vive, studia ed entra in contatto con la cultura, i costumi e le tradizioni di un altro Stato europeo, ma di un progetto che alimenta le future generazioni europee. In occasione del trentesimo anniversario, numerose sono le iniziative in tutta Europa volte a informare e sensibilizzare sulla portata del Progetto Erasmus. In Italia, ad esempio, le tre agenzie nazionali responsabili del progetto, INDIRE, INAPP e AGN, hanno organizzato per la Festa dell’Europa del 9 maggio l’iniziativa “M’illumino d’Erasmus”, un invito a tutti comuni italiani ad illuminare il monumento principale della città con il simbolo Erasmus+, con lo scopo di coinvolgere le amministrazioni locali ad ogni livello nel lavoro di diffusione delle opportunità che l’Europa offre ai propri cittadini.

Altro aspetto da non trascurare è il minimo dispendio economico che tale politica ha comportato. Infatti, impiegando solo 1,3% del bilancio totale annuale dell’UE, il progetto Erasmus risulta essere la politica dell’Unione meno dispendiosa, utilizzando poco più di due miliardi di euro. Sembra un paradosso che la politica meno costosa dell’Europa sia anche quella che maggiormente ha favorito la formazione di uno spirito europeo.

Ormai il Programma Erasmus è uscito dal mero ambito degli scambi universitari per articolarsi in una serie di azioni che permettono ai giovani di vivere esperienze diverse per complessità, impegno e risultati di apprendimento.

Le azioni di Scambi giovanili e del Servizio Volontario Europeo rappresentano un caposaldo nelle prospettive di formazione dei giovani interessati ad intraprendere un percorso non solo di istruzione ma di apprendimento attraverso impegno ed esperienze dirette. La programmazione Erasmus Plus 2014-2020 prevede azioni per le scuole di ogni ordine e grado, la possibilità di frequentare master e corsi di formazione, opportunità di specializzazione per insegnanti, ricercatori, docenti universitari e quanti sono impegnati nel settore giovanili come operatori. Erasmus Plus presenta anche azioni destinate a finanziare progetti per la costruzione di partenariati e conoscenze strategiche tra settori differenti, soprattutto istruzione superiore, istituzioni e organizzazioni profit. Anche Giovani nel Mondo ospita ragazzi con il programma Erasmus, un modo per crescere insieme

Insomma, si tratta di un Programma che è ormai un pilastro dell’intera politica di formazione ed educazione dell’Unione Europea, dei singoli stati membri e non solo. La partecipazione all’Erasmus non è infatti limitata ai 28 (27 tra poco) paesi che compongono l’Unione, ma prevede la partecipazione anche di paesi partner europei e non. I paesi del Medio-Oriente, della sponda sud del Mediterraneo, dei Balcani e dell’Est Europa e Caucaso sono parte integrante della strategia di costruzione della coscienza europea, della diffusione dei principi e dei diritti alla base dell’Unione. Non dimentichiamo che alcuni paesi, pur non essendo membri dell’Unione, sono parte integrante di Erasmus Plus, la Turchia, ad esempio, elemento fondamentale per la gestione pacifica delle emergenze e della pace nel continente.

Guardando oltre i confini del continente, una parte dei finanziamenti è volta alla creazione di reti e partenariati con i paesi di altri continenti attraverso sia progetti che scambi.

Proprio per questo grande successo, le istituzioni europee puntano a rafforzare il progetto Erasmus, infatti l’obiettivo è quello di aumentare i fondi dagli attuali due miliardi a venti per la previsione di bilancio 2020-2026. All’interno delle spinte anti-europeiste che stanno caratterizzando questi ultimi anni, il Progetto assume più che mai, con la sua idea di cultura interconnessa e di universalità di conoscenze, un’importanza fondamentale. La creazione di un’identità europea radicata nelle giovani generazioni è infatti alla base dell’idea stessa di questo progetto. Il vento nazionalista che contraddistingue l’Europa in questi ultimi anni sta portando ad una chiusura culturale e sociale dei singoli paesi mentre lo spirito di apertura che porta in sé l’idea di Erasmus è una delle vie percorribili per contrastarlo. Certamente attraverso lo scambio tra culture, i viaggi e il continuo allargamento dell’Europa con l’inclusione di nuovi Stati che portano con loro tradizioni e realtà sempre diverse, si fa sempre più attuale e necessaria l’idea di uno spazio libero in cui non esistano limiti, confini e barriere.



Jasmina Poddi e Gregory Marinucci

 

Link Utili per saperne di più:

INDIRE

ISFOL

Agenzia Nazionale per i Giovani

Erasmus Plus

L'Università di Newcastle offre borse di studio internazionali e studenti UE laureandi e post-laurea! Iscriviti adesso e inizia il tuo anno accademico presso la Newcastle University!

 

Per opportunità simili consultare la sezione Formazione

 

Ente: I Newcastle Colleges vennero fusi per formare il King's College nel 1937. Nel 1963, quando l'Università federale fu stato sciolta, il King's College divenne l'Università di Newcastle upon Tyne. L'università ha cambiato il suo nome in Newcastle University nel 2006. L'Università di Newcastle ha una reputazione di livello mondiale per l'eccellenza della ricerca e stanno portando avanti importanti sfide nel campo sociale, che hanno un impatto significativo nella società globale; in particolare sostenibilità e rinnovamento sociale. L'eccellenza della ricerca dell'Università è stata premiata nel 2014 Research Excellence Framework, dove la Newcastle University si è posizionata: 16 ° nel paese per qualità di ricerca, 3 ° nel Regno Unito sempre per la qualità della ricerca, 8 ° nel Regno Unito per la qualità della ricerca medica e nella top 12 di Geografia, Scienze Sociali, Architettura e Pianificazione.

 

Dove: Newcastle, Inghilterra

 

Destinatari: studenti interessati e in possesso dei requisiti

 

Durata: Non Specificata, la chiamata è prevista per il mese di settembre 2017

 

Scadenza: non c’è una scadenza specificata. Tuttavia, i ragazzi sono invitati a presentare la domanda il prima possibile

 

Descrizione dell’offerta: La Newcastle Law School ha borse di studio disponibili per gli studenti UE che intendono perseguire gli studi presso la Newcastle University in uno dei seguenti programmi internazionali:

- International Business Law

- Environmental Regulation and Sustainable Development

- International Law

 

Sono disponibili le seguenti borse di studio:

 - 5 borse parziali di £ 3.000 per i candidati internazionali

- 2 borse parziali di £ 2.500 per candidati dell'UE

- 1 borsa di studio piena ad uno studente internazionale

 

Requisiti: Le borse di studio sono concesse esclusivamente in base al merito accademico, come riconoscimento di eccellenza accademica. I candidati ideali devono possedere le seguenti qualifiche:

- neolaureati in Giurisprudenza

- studenti che hanno completato il loro corso prima del settembre 2016

- quelli che attualmente stanno conseguendo qualifiche giuridiche professionali

- laureati non in legge, ma in una disciplina relativa al programma

- Studenti internazionali e studenti UE

 

Costi/retribuzioni: da £2,500 a £3,000

 

Guida all’application: I candidati devono creare un account personale sul sito dell'ateneo (vedi link utili) e candidarsi on-line selezionando lo specifico corso di laurea o post-laurea.

 

Informazioni utili: I richiedenti la cui prima lingua non è l'inglese e che non hanno intrapreso un programma di studio in cui l'inglese è materia di insegnamento sarà richiesto di dimostrare un'adeguata conoscenza della lingua per lo studio post-laurea in Giurisprudenza. La base di competenza linguistica è 6.5 del titolo IELTS con almeno 6,5 nello scritto.

 

Link utili:

Pagina Offerta

Sito ufficiale Newcastle University

Pagina Account Personale

 

Contatti utili:

Newcastle University

Newcastle upon Tyne

Tyne and Wear

NE1 7RU

UK

 

tel. number: +44 (0) 191 208 6000



A cura di Gregory Marinucci



La redazione carriereinternazionali.com declina ogni responsabilità sull’attendibilità delle informazioni contenute nella scheda. Per informazioni in merito all’opportunità, contattare l’ente proponente.

Sei appassionato di relazioni internazionali? Vorresti lavorare per proteggere il mondo dalla proliferazione di arsenale e test nucleari? Questa è la tua opportunità! Non perderla e candidati subito!

 

Per altre opportunità simili visita la sezione Organizzazioni Internazionali

 

Ente: CTBCO - preparatory commission for the comprehensive nuclear test ban treaty organisation- è la commissione preparatoria per la ratificazione del Trattato per il bando dei test nucleari da parte di tutti i paesi del mondo. L’organizzazione si propone di ridurre lo sviluppo da parte degli stati di armi nucleari e di ostacolare la creazione di bombe di maggiore potenza da parte dei paesi già in possesso di arsenali nucleari. L’obiettivo dell’organizzazione è quello di prevenire i danni da radioattività causati dalle esplosioni nucleari a uomini, animali e ambiente

 

Dove: Vienna, Austria

 

Destinatari: studenti e laureati in possesso dei requisiti

 

Quando: da un minimo di tre (3) mesi ad un massimo di dodici (12) mesi

 

Scadenza: aperta

 

Descrizione dell’offerta: i candidati lavoreranno per la sezione di informazione pubblica come membri stampa e della squadra per l’informazione pubblica. In particolare il candidato dovrà:

- fare rassegna stampa e stilare relazioni e riassunti per il Senior Manager

- progettare l’attività dei social network Facebook e Twitter, monitorare i commenti e condurre analisi di ricerca

- ricercare e progettare articoli per il sito ufficiale

- assistere alla costruzione dei profili pubblici per i diversi paesi e le regioni del mondo

- assistere alla produzione di materiale audiovisivo, organizzare e aggiornare i file audiovisivi

I candidati, inoltre, dovranno dimostrare professionalità ed efficienza nella realizzazione degli impegni, portando massima attenzione per le scadenze e il raggiungimento degli obiettivi

 

Requisiti: i candidati devono aver conseguito almeno due anni di studi in un dei seguenti titoli di studio: Scienze Politiche, Relazioni Internazionali, Economia, Storia, Comunicazione, Giornalismo e Produzione Cinematografica. Esperienza in una delle seguenti aree sono un elemento aggiuntivo ai fini della selezione:

- esperienza nella gestione di file audiovisivi o nel web design

- esperienza con la fotografia e in editing fotografico

- abilità di ricerca e scrittura testi

I Candidati devono possedere una eccellente capacità nel parlare e scrivere in inglese. La conoscenza di una lingua dei Paesi che fanno parte della commissione preparatoria è una abilità favorevole ai fini della selezione

 

Costi/retribuzioni: non retribuito

 

Guida all’application: per potersi candidare gli interessati devono creare un proprio profilo all’interno del sito ufficiale del CTBTO (guarda Link utili). Una volta registrati, bisogna seguire le indicazioni del sito per inviare la candidatura.

 

Informazioni utili: l’organizzazione tende ad instaurare e mantenere rapporto solo con i candidati presi in esame.

 

Link utili:

Pagina Internship

Guida alla candidatura

Sito ufficiale CTBTO

 

Contatti Utili:

Elisabeth Wachter, Chief of Public Information

Tel: +43 1 26030 ext. 6375

Kirstie Gregorich Hansen, Public Information Officer

tel: +43 1 26030 ext. 6540

Email: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

General telephone: +43 1 26030 ext 6200



A cura di Gregory Marinucci


La redazione carriere internazionali.com declina ogni responsabilità sull’attendibilità delle informazioni contenute nella scheda. Per informazioni in merito all’opportunità, contattare l’ente proponente.

Price Waterhouse Coopers, network internazionale, leader nei servizi professionali alle imprese,  offre stage retribuiti a brillanti laureandi in economia. Candidati ora! Opportunità aperte tutto l’anno nei gruppi Audit!

 

Per opportunità simili visita la sezione Altre Opportunità!

 

Ente: PwC - Price Waterhouse Coopers -  è un network internazionale leader nei servizi professionali alle imprese con l’obiettivo di costruire solide relazioni basate su collaborazione, qualità del servizio, integrità e rispetto reciproco fra le imprese. L’organizzazione è presente in 157 paesi, con oltre 208.000 professionisti impegnati a dare risposte innovative e di qualità alle problematiche complesse delle aziende con cui collabora. In Italia PWC comprende circa 4.000 persone presenti in 22 città. La grande forza del network è quella di saper abbinare la conoscenza dei mercati locali ad un’organizzazione di respiro globale attraverso quattro linee di servizio: Assurance, Consulting, Deals, Tax and Legal. I gruppi di Audit di PWC hanno come obiettivo quello di esprimere un giudizio professionale indipendente circa la veridicità e correttezza di un bilancio, si tratta di una parte rilevante dell’attività del revisore che è dedicata alla formazione e all’aggiornamento: è importante conoscere a fondo le società clienti, il mercato nel quale esse operano ed i relativi rischi di business per poter operare al meglio!

 

Dove: In tutta Italia

 

Destinatari: Laureandi in economia

 

Quando: Candidature aperte tutto l’anno!

 

Scadenza: Open

 

Descrizione dell’offerta: Lo stagista verrà inserito nel team di audit per la verifica della correttezza dei dati di bilancio e delle procedure dell'aziende clienti. Fra le principali mansioni lo stagista si occuperà di:

- partecipare a visita di consulenza presso i clienti PWC

- attività di analisi del sistema di controllo interno

-  effettuare verifiche finalizzate alla revisione del bilancio

 

Requisiti: Il candidato ideale deve possedere i seguenti requisiti:

- essere un laureando in Economia

- avere una buona conoscenza della lingua inglese

- forte motivazione per l’attività professionale

- avere ottime capacità relazionali, comunicative e di problem solving

- possedere ottime capacità organizzativa e predisposizone a lavoro in team

- disponibilità ad effettuare trasferte su tutto il territorio nazionale

 

Documenti richiesti: Non specificato, eventuale documentazione sarà chiesta al momento della candidatura

 

Retribuzione: Lo stage è retribuito

 

Guida all’Application: E’ possibile candidarsi a questa offerta a questo link dopo aver completato la procedura di iscrizione

 

Informazioni utili: La prima impressione è quella che conta e l’application form è la miglior opportunità per farti conoscere. Ti suggeriamo quindi di:

- inserire più informazioni possibili per facilitare la ricerca del tuo profilo

- compilare con precisione i campi riguardanti gli studi universitari

- aggiungere le informazioni sulle tue precedenti esperienze di lavoro

- indicare l’area aziendale e la sede di lavoro di tuo maggior interesse

- controllare di aver inserito correttamente tutti i tuoi recapiti telefonici e il tuo indirizzo e-mail

- allegare la copia più aggiornata e dettagliata del tuo curriculum

 

Link utili:

Link alla call

 

Contatti:

Pagina contatti

 

 

A cura di Marta Della Monaca

La redazione carriereinternazionali.com declina ogni responsabilità sull’attendibilità delle informazioni contenute nella scheda. Per informazioni in merito all’opportunità, contattare l’ente proponente.

LA REDAZIONE

 

CROP ti dà l’opportunità di lavorare in un ambiente internazionale per la ricerca e la prevenzione della povertà nel mondo!

 

Per ulteriori opportunità visita la sezione Cooperazione, Sviluppo e Volontariato !

 

Ente: CROP (Programma di ricerca comparativa sulla povertà) è stato istituito a Bergen nel 1993 al fine di promuovere la ricerca nelle scienze sociali che teorizza e fornisce la comprensione della povertà in un contesto globale. CROP ha due sponsor istituzionali, l'Università di Bergen (UIB) e Social Science Council International (ISSC). Le principali attività di CROP riguardano le attività di ricerca che comprendono le scienze politiche, il diritto, la salute e la geografia, l’elaborazione di progetti e le pubblicazioni scientifiche

 

Dove: Bergen, Norvegia

 

Destinatari: Studenti universitari

 

Quando: Gli stage sono disponibili ogni periodo dell’anno (tranne luglio e agosto), dai 2 ai 6 mesi

 

Scadenza: 1 ° marzo 1 Giugno, 1 settembre e il 1 dicembre

 

Descrizione dell’offerta: I tirocinanti svolgeranno le seguenti mansioni:

- svolgere compiti amministrativi generali

- occuparsi della creazione di contenuti per account di social media (Twitter, YouTube)

- procedere all'organizzazione e la partecipazione a riunioni, seminari o conferenze

- stesura di relazioni e modifica dei documenti

- ricerca di informazioni per i report, documenti politici e database

- video e web editing

 

Requisiti: I candidati devono possedere i seguenti requisiti:

- essere studenti universitari o partecipanti a programmi che prevedono una remunerazione (Erasmus Plus)

- avere un background accademico affine alle tematiche affrontate da CROP (ad esempio studi sociali, studi sullo sviluppo, Scienze politiche, relazioni internazionali)

- avere un’ottima conoscenza della lingua inglese e la conoscenza di altre lingue rappresenta un plus

 

Documenti richiesti: E’ necessario inviare una lettera di motivazione e il proprio CV (entrambi in inglese)  al momento della candidatura

 

Retribuzione: Non prevista

 

Guida all’Application: I candidati devono inviare la documentazione in inglese a crop@uib.no

 

Informazioni Utili: I tirocini sono remunerati, tuttavia, gli stagisti sono rimborsati per il trasporto. I tirocinanti sono tenuti ad avere l'assicurazione sanitaria e sono responsabili per l'organizzazione proprio visto.

 

Link utili:

Link all’offerta

 

Contatti:

CROP Secretariat,

P.O. Box 7800, 5020

Bergen, NORWAY.

Phone +47 55 58 97 44

Email Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.uib.no

 

 

A cura di Marta Della Monaca

La redazione carriereinternazionali.com declina ogni responsabilità sull’attendibilità delle informazioni contenute nella scheda. Per informazioni in merito all’opportunità, contattare l’ente proponente.

LA REDAZIONE

 

Rubrica

Follow Us on

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, solo per alcune funzionalità tecniche dei servizi offerti.
Puoi prendere visione dell’informativa estesa sull’uso dei cookie cliccando QUI.

Cliccando su "ok" acconsenti all’uso dei cookie.