Il Festival delle Carriere Internazionali è un’occasione di incontro e networking tra brillanti giovani, istituzioni, società, ONG e organizzazioni internazionali, che per la sua seconda edizione si terrà dal 24 al 27 marzo 2018 nella splendida cornice della città di Roma. Orientamento alle Carriere Internazionali - Simulazioni Pratiche - Incontri con Esperti del Settore - Competizioni con Migliaia di Studenti Internazionali - Opportunità per una carriera di successo- Valorizzazione del talento. Sono gli elementi chiave dell‘unico evento in Italia dedicato a GIOVANI, LAVORO E INTERNAZIONALITA’.

 

Ente: Giovani nel Mondo non persegue scopi di lucro, è indipendente, apolitica ed aconfessionale. L’Associazione persegue finalità formative e culturali di carattere nazionale e internazionale; si rivolge principalmente ai giovani di età compresa fra i diciotto e i trenta anni con lo scopo di affiancarli ed accompagnarli nel loro percorso di formazione e di crescita sia professionale, accademica che socio-culturale. In particolare Giovani nel Mondo promuove: manifestazioni internazionali come il famoso Festival delle Carriere Internazionali già RomeMUN, soggiorni studio all’estero, scambi culturali, gemellaggi con giovani studenti italiani e stranieri; incontri, manifestazioni, eventi atti a facilitare la partecipazione e il coinvolgimento dei giovani alle attività di enti internazionali e nazionali, pubblici e privati che operano in settori affini. In particolare  il Festival delle Carriere Internazionali è un appuntamento ormai di riferimento nel panorama dell'orientamento al lavoro e alla formazione dei giovani che aspirano ad un percorso internazionale.

 

Dove: Roma, Italia

 

Destinatari: studenti o laureati

 

Quando: dal 24 al 27 marzo 2018

 

Scadenza: Le seguenti scadenze e requisiti sono validi per tutti i progetti del Festival ovvero RomeMUN-Rome Business Game-Rome Press Game-Corso di Orientamento alle Carriere Internazionali

22 dicembre 2017 - Prima deadline per le application e i test di ammissione

15 dicembre 2017 - Deadline per domanda di borsa di studio

Laddove rimanessero dei posti liberi verrà aperta una seconda deadline al 26 gennaio 2018

 

Descrizione: I partecipanti possono scegliere all’interno del Festival il percorso più adatto a loro sulla base del proprio background accademico e delle proprie aspirazioni lavorative.

4 i percorsi che i partecipanti possono scegliere:

ROME MODEL UNITED NATIONS - Simulazione delle Nazioni Unite, indicata per studenti di relazioni internazionali, scienze politiche e giurisprudenza;

ROME BUSINESS GAME - Simulazione di case studies aziendali, indicata per studenti di economia, ingegneria, marketing, informatica;

ROME PRESS GAME - Simulazione di attività giornalistiche, web, radio e televisione, indicata per studenti di comunicazione, interpretariato e traduzione, lettere e filosofia;

INTERNATIONAL CAREERS COURSE - Corso pratico di orientamento  al carriere internazionali, indicato per studenti di tutte le discipline.

L'accesso a questi 4 progetti è a numero chiuso.

Il Festival ha però anche una sezione aperta al pubblico che è la Fiera delle Carriere Internazionali, una grandissima area espositiva che è aperta sia ai partecipanti dei 4 progetti che al pubblico. La Fiera è suddivisa in un'area formazione e in un'area lavoro e consente a migliaia di giovani un incontro diretto con esperti del settore sia se alla ricerca di una formazione adeguata che se invece orientati ad uno stage e tirocinio in azienda, istituzioni internazionali e ONG.

 

Requisiti: Possono candidarsi:

-Liceali del 4 o 5 anno;

-Studenti di Corsi di laurea triennale;

-Studenti di Corsi di laurea magistrale;

-Studenti di Master di I o II livello;

-Studenti laureati (non oltre un anno dal conseguimento del titolo);

-Dottorandi;

E' richiesto un livello B1 di inglese (in linea con gli standard europei) per partecipare al Festival. Sarà necessario caricare un certificato di lingua o fare il test d'inglese online fornito dai nostri partner.

-Certificato di lingua: Sarà richiesto di uploadare il certificato nell'area riservata che proverà il proprio livello di inglese. E' possibile caricarne sia uno fornito da un'istituzione di lingua inglese che dalla propria università,

-Test di inglese online: Se non avete un certificato, dovrete fare un test di inglese online (sarà possibile accedere al test tramite l'application form) che durerà circa 30 minuti. Una volta completato, il risultato sarà mandato al vostro indirizzo e-mail, la mail in questione andrà caricata nella propria area riservata come screenshot o pdf.

È altamente suggerita agli studenti di selezionare il progetto più in linea con il proprio percorso di studio.

 

Guida all’application: La procedura da seguire è completamente automatica ed è la seguente:

APPLICATION -> TEST DI INGLESE -> REGISTRAZIONE O BORSA DI STUDIO

-L’APPLICATION degli aspiranti partecipanti dovrà pervenire entro il 22 dicembre 2017. (Per gli studenti che devono sostenere il test di lingua inglese dovrà arrivare contestualmente, ovvero entro il 22 dicembre, anche la copia del pagamento dei €15,00 di quota associativa).

-Se selezionati, i candidati devono compilare la Registration Form e versare almeno un primo acconto di €150 entro e non oltre 7 giorni dalla ricezione della mail di accettazione al progetto (comunque non oltre il 26 gennaio 2018);

-Il saldo della quota di adesione per coloro che si saranno regolarmente registrati entro il 22 dicembre 2017 dovrà pervenire entro il 26 gennaio 2018;

-È possibile fare richiesta per la borsa di studio entro e non oltre il 15 dicembre 2017; (Si ricorda che quindi anche la compilazione dell’Application iniziale dovrà pervenire in tempo. Si consiglia vivamente di procedere con l’Application con largo anticipo, in modo da evitare l’impossibilità di poter prendere parte alle selezioni)

 

Link utili: Festival delle carriere internazionali

RomeMun

Rome press game

Rome business game

Corso del orientamento

Fiera

Link per la registrazione

 

 

Dopo essere stata a Bruxelles per la prima fase del Progetto Torno Subito, sono tornata a Roma per la seconda fase che sarebbe durata fino a marzo, mese in cui si tiene il Festival delle Carriere Internazionali.

Collaborare con Giovani nel Mondo significa entrare all’interno di una grande famiglia. Significa imparare a stare insieme, aiutarsi l’un l’altro, vedere i propri colleghi come compagni. In Associazione ho trovato innanzitutto degli amici, con cui ho avuto e avrò sempre il piacere di condividere la mia vita al di fuori dell’orario di ufficio.

Sul piano lavorativo, oltre alla crescita professionale, questa esperienza mi ha consentito di guardare “dietro le quinte” del Festival. Perchè dietro a quattro giorni di Festival c’è un team affiatato di persone che lavora un anno per poterlo realizzare al meglio. Ci sono sforzi, dedizione, stanchezza ma tanta soddisfazione finale.

Chiunque entrerà nella famiglia di Giovani nel Mondo avrà la grande opportunità di crescere, sul piano professionale e umano, interfacciarsi con realtà diverse, entrare in contatto con persone da tutto il mondo: da New York a Nuova Delhi, da Rio de Janeiro a Pechino!

Un ringraziamento speciale va a Daniela, Presidente dell’Associazione, che mi ha permesso di intraprendere questa esperienza. Un grazie di cuore va inoltre a tutto lo staff dell’Associazione che ha condiviso con me questa grande avventura fino al Festival.

 

Ad maiora!

 

Antonella

 

 

 

Il Festival delle Carriere Internazionali è un’occasione di incontro e networking tra brillanti giovani, istituzioni, società, ONG e organizzazioni internazionali. I partecipanti possono scegliere all’interno del Festival il percorso più adatto a loro sulla base del proprio background accademico e delle proprie aspirazioni lavorative. 4 i percorsi che i partecipanti possono scegliere: RomeMUN, Rome Press Game, Rome Business Game, International Careers Course.

 

Per altre opportunità simili visita nostra sezione Organizzazioni Internazionali

Ente: L’Associazione Giovani nel Mondo non persegue scopi di lucro, è indipendente, apolitica ed aconfessionale. L’Associazione persegue finalità formative e culturali di carattere nazionale e internazionale; si rivolge principalmente ai giovani di età compresa fra i diciotto e i trenta anni con lo scopo di affiancarli ed accompagnarli nel loro percorso di formazione e di crescita sia professionale, accademica che socio-culturale.

 

Posizione aperta: Ambasciatore/Promoter

 

Requisiti:

-essere studente universitario in corso di qualsiasi Università o liceo al mondo

-buona conoscenza della lingua inglese

 

Scadenza: Chi è interessato deve compilare questo form entro il 2 luglio 2017

 

Descrizione:

l’Ambasciatore/promoter si occuperà di:

-diffondere le news sul Festival di Carriere Internazionali sui social

-fare banchetti informativi nella propria Università

-fare presentazioni in aula nella propria Università

-fare accordi con Università e Associazioni per favorire la promozione del progetto

 

Dove: nella propria Università o liceo

 

Quando: da luglio a settembre promozione online e da settembre a dicembre promozione offline

 

Retribuzione: L’attività è di volontariato però in cambio ci sono una serie di benefit come la partecipazione gratuita al Festival con alloggio pagato e rimborsi spese, ulteriori info durante il colloquio.

 

Processo di selezione: una volta compilato il form i selezionati saranno contattati per un colloquio via skype con i responsabili, le persone confermate potranno partecipare ad un weekend di formazione nel mese di settembre 2017.

 

Link utili: Giovani nel mondo

Festival delle Carriere Internazionali

 

La redazione carriereinternazionali.com declina ogni responsabilità sull’attendibilità delle informazioni contenute nella scheda. Per informazioni in merito all’opportunità, contattare l’ente proponente.

A cura di Anja Herbez

 

Ciao a tutti!

 

Mi chiamo Nikola e vengo dalla Croazia. Da ottobre 2016 a fine Marzo 2017 ho fatto un tirocinio nell' Associazione Giovani nel Mondo, nella sede centrale di Roma. Prima di andare via e tornare nel mio paese vi racconto la mia esperienza sperando che troviate questo articolo interessante e che vi dia motivazione nel cercare una esperienza simile anche voi.

 

La mia esperienza Erasmus+ è cominciata quando ho deciso di cercare un tirocinio all’estero ero a pochi mesi dalla mia laurea. Stavo cercando qualcosa da fare dopo l’università. Volevo un’esperienza pratica e qualcosa che mi avrebbe aiutato nella transizione al mondo lavorativo. Dopo tante e-mail che ho mandato e quando avevo quasi perso la speranza di trovare qualcosa in tempo ho ricevuto finalmente una risposta positiva!

Roberta, che poi sarebbe stata mia collega in ufficio a Roma, mi ha inviato a tenere un colloquio tramite Skype. Mi ricordo che si è svolto di giovedì. Il colloquio è andato molto bene e dopo che ho compilato i documenti necessari, tutto era finalmente pronto per la mia partenza in Roma.

 

Ho lavorato nell' ufficio di Relazioni Internazionali e il mio lavoro è stato principalmente legato al Festival delle Carriere Internazionali. Ho chiamato università e altre organizzazioni rilevanti in tutto il mondo per creare partnership utili,  ho fatto tantissime chiamate. “Hi, do you speak English?” è diventata la frase più famosa dell’ufficio che ripetevo dozzine di volte ogni giorno.

Ho anche lavorato molto nel costumar care, infatti ho aiutato i nostri futuri partecipanti internazionali al Festival con qualsiasi problema che avevano durante la registrazione per l’evento e anche con le loro application per il visto. E’ stato un grande piacere aiutare gli altri e sapere di aver dato un contributo importante soprattutto quando i partecipanti sono venuti personalmente da me a ringraziarmi di cuore.

 

Ho lavorato con un team stupendo! Ogni giorno persone con background differenti si incontravano in un posto per creare una cosa grande. E’ stato molto inspirante essere parte di questo progetto mi ha dato modo di imparare e crescere sia personalmente che professionalmente.

 

Alla fine di questa esperienza posso dire che ho imparato tanto e che ho acquisito un' esperienza lavorativa che non avevo prima. Ho migliorato la lingua inglese e italiana. Sono quasi italiano ormai! Ho sviluppato le mie skills dcommunicazione e teamworking. Posso anche dire di aver incontrato tante persone interessanti e buone che non dimenticherò mai.

 

Insomma questo tirocinio è stato un’esperienza molto piacevole con la quale ho imparato molto e se lo potessi fare da nuovo, lo farei senza ombra di dubbio!

 

Nikola Jurak

 

 

Mi chiamo Ilham Mounssif, 22 anni originaria del Marocco, ma da 20 anni residenti in Italia, nella splendida isola sarda.
Ho partecipato all'edizione 2017 del RomeMun, nel comitato dell'Assemblea Generale delle NU, rappresentando l'Italia: per quanto io possa considerare la nostra Repubblica il mio paese, in quanto ci sono cresciuta e vissuto tutta la mia esistenza, non ho ancora la cittadinanza, pertanto ho potuto rappresentarla, suscitando anche molte perplessità nei colleghi delegati italiani. Perplessità che ho cercato di chiarire spiegando l'attuale anacronistica ed ingiusta disciplina in materia di cittadinanza.
Il Mun é stato una esperienza assolutamente formativa, che ha chiarito gli aspetti più pratici di quell'affascinante mondo delle Nazioni Unite, e che sicuramente mi ha dato modo di approfondire problematiche e peculiarità di molti membri della comunità internazionale. Nel contempo per me é stato un enorme piacere rappresentare quello che considero il mio Paese, rispettando le sue linee e seguendo le sue policies connesse al tema degli Obiettivi della Agenda 2030.
Ancora Il Mun mi ha permesso di stringere amicizie che so saranno di lunga durata, e che costituiranno punto di riferimento per prossimi viaggi in cui senz'altro avrò modo di rincontrare queste deliziose persone.
Il mio soggiorno a Roma é stato inoltre occasione per partecipare alla cerimonia di premiazione degli studenti neolaureati meritevoli d'Italia da parte della Fondazione Italia-Usa nelle discipline di suo interesse. Tale evento ebbe luogo alla Camera dei Deputati, il 16Marzo.
Dopo la cerimonia ho deciso di proseguire la giornate con la visita di Montecitorio. Ma ahimè, come ben promulgato dai giornali e notiziari nazionali, mi è stato impedito l'ingresso per via della mia cittadinanza extracomunitaria: per ragioni di miglior identificazione dei visitatori i cittadini extraue devon presentare un permesso speciale richiesto dalle rappresentanze consolari.
Peccato che io in questo Paese ci vivi da 20 anni e non sia una turista piombata per caso a Montecitorio.
La vicenda ha avuto risvolto mediatico, e la presidente della Camera Boldrini mi ha invitato la domenica successiva per la visita di Montecitorio.
É stata una gran bella soddisfazione e rivincita ma resta l'amaro in bocca per la insostenibile situazione che molti noi italiani senza cittadinanza viviamo. Attualmente la riforma sulla Cittadinanza é bloccata al Senato da oltre un anno e mezzo, e nonostante il polverone alzato dalla mia triste vicenda, il disegno di legge è sparito dal calendario della Commissione Affari Costituzionali.
Ancora una volta si procrastina una legge che non può più aspettare che riguarda migliaia di nuovi italiani che attendono di esser riconosciuti. Una legge che finalmente in questa legislatura ha visto prender consistenza dopo vaghi tentativi. Ma che oggi si trova bloccata da oltre un anno e mezzo inspiegabilmente, con ostruzionismo inopportuno di quelle forze politiche preoccupate dall'alterazione della rappresentanza nelle istituzioni.
E si continua così ad ignorare una quota sostanziale di giovani e bimbi nati e cresciuti in questo paese che si vedono negare un diritto imprescindibile da un sistema che é fatto di rigida burocrazia aggravata da una classe politica intenta ad operare giochi e valutazioni di interesse puramente politico sulla nostra pelle.
Grazie per l'attenzione,
Ilham

 

Da pochi giorni il World Food Programme (WFP) ha una nuova portavoce per l’Italia, la dott.ssa Marina Catena, che ha accettato di rilasciare alla redazione di carriereinternazionali.com un’intervista per raccontarci la sua vita e la sua esperienza e anche per dare ai nostri utenti spunti e consigli utili ad una carriera internazionale.

 

La carriera della dott.ssa Catena potrebbe essere addotta come esempio di “Carriera Internazionale” ai più alti livelli.

Il taglio dei suoi studi è chiaro fin dall’inizio. Dopo il Diploma presso lo United World College - Collegio del Mondo Unito dell’Adriatico (Duino), prestigioso college internazionale presieduto da Nelson Mandela e dalla Regina Noor di Giordania, ha conseguito una laurea in Scienze Politiche e Relazioni Internazionali alla LUISS. Tra i primi studenti ad aderire al programma ERASMUS, ha frequentato l’Institut d’Etudes Politiques di Strasburgo ed e’ stata hostess di volo AIR FRANCE.

Da allora la sua carriera è stata un crescendo.

 

Marina Catena ha iniziato la sua carriera internazionale a Bruxelles presso la Commissione Europea dove ha lavorato 7 anni (1992-1999) ricoprendo numerosi incarichi presso la DG Politiche Regionali, DG Relazioni Esterne, DG Sviluppo e Cooperazione e ad ECHO.

È stata consigliere politico del Ministro degli esteri francese Bernard Kouchner - Rappresentante Speciale ONU in Kosovo (UNMIK) come responsabile delle relazioni con la società civile kosovara e con i leader politici, impegnandosi strenuamente per la partecipazione delle donne alla ricostruzione del Paese. Nel 2003 è stata inviata a Baghdad (Iraq) presso la Coalition Provisional Authority come consigliere dell’Inviato della Presidenza del Consiglio S.E. Amb. Antonio Armellini per la Missione “Antica Babilonia”. A maggio 2005 e’ diventata Tenente dell’Esercito Italiano (Riserva Selezionata) ed e’ partita per la missione di pace UNIFIL in Libano come casco Blu ONU. 

 

Dal 2008 e’ stata fino a qualche settimana fa la Direttrice del World Food Programme per la Francia e il Principato di Monaco ed ha ideato e lanciato la campagna  “805 million names” realizzata con il calciatore Zlatan Ibrahimovic che ha riscosso un successo globale (oltre 26 milioni di visti, 6000 articoli e oltre 30 premi internazionali). 

La dott.ssa Catena ha pubblicato diversi libri (Il treno di Kosovo Polje – SELLERIO; Una donna per soldato – RIZZOLI) e numerosi saggi sulla sua esperienza internazionale in prima linea. Oltre che su tematiche legate allo sviluppo, la pace, i diritti umani , il suo impegno è stato sempre orientato alla promozione del ruolo della donna in ogni contesto, anche in quelli che fino a dieci o venti anni fa potevano essere considerati off limits per il “gentilsesso” quali l’esercito o in paesi che vivono un deficit di pari opportunità. La sua storia di donna in prima linea e’ raccontata nel suo TED Talk “ the magic of names”. A questo proposito ha ricevuto numerosi premi con la settimana scorsa il Premio Minerva a Campidoglio.

Libano (UNIFIL)

 

Alcune settimane fa, Marina Catena è stata nominata Portavoce Italia per il World Food Programme delle Nazioni Unite. Nonostante i numerosi impegni, la dott.ssa Catena ci ha dimostrato subito una grande disponibilità, tale da restituire la dimensione della consapevolezza di questa professionista.

Nel corso dell’intervista le abbiamo rivolto domande perché possiate trovare ispirazione e spunto per il vostro futuro.

 

Dott.ssa Catena Quali sono le sfide e i principali obiettivi per il suo nuovo percorso professionale al World Food Programme?

 

Assumere il ruolo del portavoce del World Food Programme significa far conoscere l’organizzazione in Italia sia per le attività svolte sia per i valori di cui è portatrice. In questo frangente storico, le crisi umanitarie sono tante e di ingente portata e l’attenzione del WFP va proprio ai contesti più complessi quali Iraq, Siria, Sud Sudan, Yemen.

Inoltre il WFP è impegnato attivamente nel raggiungimento dei Sustainable Development Goals, in particolare l’eradicazione della fame, la lotta alla malnutrizione e la promozione dell’uguaglianza di genere.

Il problema principale in questo momento è riuscire a catturare l’attenzione dell’opinione pubblica su temi delicati come le crisi umanitarie, i contesti di guerra o la malnutrizione. Si tratta di sviluppare l'abilità di saper comunicare e di trasmettere i concetti perché le persone partecipano attivamente alle campagne supportando il nostro lavoro.

 

Può raccontarci in cosa consiste il ruolo di Portavoce in Italia del WFP? Quali sono oggi i canali principali attraverso i quali il WFP comunica i suoi importanti messaggi?
Il mio lavoro consiste principalmente nel raccontare quello che i nostri operatori vedono, ascoltano, sperimentano in giro per il mondo e ovviamente nei contesti più difficili e nelle aree di crisi.  Una volta raccolti testimonianze e report, è necessario veicolare le informazioni al grande pubblico come alle istituzioni per far passare messaggi tanto importanti quanto efficaci sugli interventi in questi contesti critici.

È innegabile come oggi molta dell’informazione passi dai nuovi canali di comunicazione come i social media che rendono ancora più delicato il lavoro di Portavoce perché oltre alla diffusione delle informazioni e dare un volto all’organizzazione diventa indispensabile monitorare con responsabilità i contenuti pubblicati dai media per evitare fraintendimenti e restituire un’informazione che sia la più precisa possibile.

Altro punto importante del lavoro del Portavoce è la creazione della consapevolezza, quella Awareness che permette di trasferire anche i valori oltre alle informazioni. La campagna “805 million names” realizzata con il supporto del calciatore Zlatan Ibrahimovic ne è stata la dimostrazione: attraverso la partecipazione di un personaggio di rilievo internazionale è stato possibile dare un impatto di portata planetaria, come hanno dimostrato i numeri.

Foto durante il making of del film con Zlatan Ibrahimovic.

 

L’idea di una carriera internazionale per i giovani è spesso affascinante ma al tempo stesso nebulosa e poco chiara vista la molteplicità di possibilità tra le quali è difficile orientarsi. Alla luce della sua esperienza quale consiglio darebbe ad un giovane che vuole intraprendere questo percorso lavorativo?

Intraprendere una carriera non solo internazionale ma che porti prestigio alle istituzioni per le quali si lavora richiede un numero elevato di qualità e competenze.

Innanzitutto le lingue. Sembrerà scontato, ma la conoscenza perfetta di più lingue straniere è un requisito fondamentale, per le lingue cui vanno coltivate, studiate e curate al meglio.

A mio avviso la chiave per riuscire davvero è il sacrificio accompagnato da una grande motivazione. È necessario spesso sacrificare molte cose dagli affetti, alla famiglia. Solo una forte motivazione e una altrettanto forte determinazione possono aiutare.

Non secondaria risulta la propensione a viaggiare, a spostarsi, cambiare ambienti e stili di vita. Anche in questo caso è richiesto spirito di sacrificio.

Ci tengo a dire che oggi i nuovi mezzi di comunicazione hanno accelerato i tempi di trasmissione delle informazione ma non hanno abbreviato i tempi di riuscita. La Carriera richiede tempo.

 

Quali sono a suo parere le competenze importanti per lavorare in ambito internazionale, quale il vero il valore aggiunto in un lavoro come il suo?

Ritengo fondamentale la capacità di comunicare in maniera chiara. Andare al nocciolo della questione, adottare una strategia comunicativa chiara e lineare e seguirla sempre.

È facile in questo lavoro perdersi in discussioni, ma la ricerca di una soluzione o di un accordo internazionale richiedono una grande determinazione, chiarezza di intenti e la capacità di saperli comunicare all’esterno.  

Aiuta molto sviluppare lo spirito critico per andare oltre le parole e comprendere quale sia la posta in gioco.

 

Il World Food Programme è sempre molto attento ai giovani, come dimostra anche la lunga collaborazione con la nostra Associazione e l’aver patrocinato in questi anni il RomeMUN e il Festival delle Carriere Internazionali. Quali sono le modalità con le quali i giovani possono avvicinarsi al WFP, sia in un’ottica di volontariato che di esperienze professionali?  

Al World Food Programme, tutti i Dipartimenti offrono opportunità di tirocini e stage. Questo è un ottimo modo per iniziare una carriera di buon livello. Bisogna tenere presente che è necessario iniziare presto, dato che l’età media di un consulente è 27-28 anni.  È necessario anche considerare che ottenere un contratto duraturo non è molto facile. Bisogna essere pronti a muoversi, cambiare, insomma essere aperti al cambiamento.

 

Va anche detto per chiarezza che sebbene si acceda da giovani è necessario avere delle competenze precise. La specializzazione è la chiave per accedere a questo tipo di carriera: saper fare qualcosa di preciso è fondamentale.

 

Cosa cerca il World Food Programme in un giovane?

Certamente da un giovane non ci si aspetta un curriculum strutturato, ma aver già maturato diversi tipi di esperienze è sicuramente un punto importante.

Io invito a non trascurare il curriculum accademico. Avere buona media, un voto di laurea elevato, laurearsi in tempi brevi per i giovani restano presupposti indispensabili.

Il segretario generale delle Nazioni Unite Kofi Annan

 

A cura di Carriere Internazionali.

Una Carriera Internazionale tra Istituzioni e ONG

Il Carriere Internazionali in Tour volge al termine e dopo aver toccato alcune delle più importanti città italiane torna a casa. La decima tappa del Tour verrà ospitata da una delle più famose università  d’Italia, l’Università La Sapienza di Roma. L’Associazione Giovani nel Mondo vi aspetta numerosi, pronta ad assistervi e a rispondere a tutte le vostre domande e curiosità. L’evento è gratuito! Compila il nostro form online.

Agenda alla mano e non perdere questo importante appuntamento con il Carriere Internazionali in Tour! L’appuntamento è fissato per il 5 dicembre 2016 dalle ore 14.00 alle ore 18.00, nell’Aula Magna dell’Università La Sapienza di Roma  presso il Palazzo del Rettorato - Piazzale Aldo Moro, 5. Prenderanno parte all’evento: UN-DESA, la Presidenza del Consiglio dei Ministri, Amnesty International, Croce Rossa e tanti altri ospiti. Un’occasione unica per tutti coloro ancora alla ricerca del proprio percorso professionale, desiderosi di confrontarsi con professionisti del settore e pronti a mettersi in gioco nell’intricato e avvincente mondo delle carriere internazionali.

Ecco il programma della penultima tappa del Tour:

Una Carriera Internazionale tra Istituzioni e ONG
5 dicembre 2016
La Sapienza – Università di Roma
Aula Magna
Palazzo del Rettorato – Piazzale Aldo Moro, 5
ore 14.00 – 18.00

Ore 14.00 Registrazione dei partecipanti

Ore 14.30 - Welcome remarks – Università di Roma La Sapienza

Ore 14.45Carriereinternazionali.com – Founder – Dott.ssa Daniela Conte, Come avviare una carriera internazionale di successo

Ore 15.30 – Presidenza del Consiglio dei Ministri – Roberto Andreani, Il Servizio Civile Nazionale all’estero

Ore 16.00 – Amnesty International – Roberta Zaccagnini, Responsabile Ufficio Attivismo, Una carriera per i Diritti Umani

Ore 16.30 – Croce Rossa – Simone Sgueo, Head of Human Resources, Opportunità e profili junior a CRI

Ore 17.00 – Medici Senza Frontiere – Maria Luisa Garofalo, Opportunità professionali nel mondo dell’umanitario

Ore 17.30 – The ONE Campaign – Mauro LavagnaProgetto Youth Ambassador, Italia

 

La data di scadenza per l’iscrizione al Festival delle Carriere Internazionalisi avvicina, hai tempo fino al 16 DICEMBRE! Non perdere altro tempo e diventa protagonista di uno dei quattro progetti del Festival: ROMEMUN, ROME BUSINESS GAME, ROME PRESS GAME, INTERNATIONAL CAREERS FESTIVAL!  Per saperne di più visita il nostro sito, scopri il percorso che fa per te e inizia il processo di registrazione.

Per maggiori informazioni:
www.internationalcareersfestival.org
www.carriereinternazionali.com

INFO
Giovani nel Mondo Association
Via Policarpo Petrocchi 10
00137 Roma – Italia
0689019538
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Immergiti nella meravigliosa natura dell'Islanda partendo come volontario per Cadip per un periodo di 1-2 settimane! 

 

Per altre opportunità simili visita la sezione Cooperazione, Sviluppo e Volontariato

 

Ente: Cadip è un’organizzazione no-profit canadese che non ha nessun orientamento politico o religioso particolare. Attraverso carità e iniziative volontari, Cadip promuove la pace, la cooperazione e la tolleranza in un contesto internazionale multietnico e multiculturale.
L'organizzazione promuove inoltre esempi di attività civili basate nel servire gli altri, costruendo comunità più unite e supportando lo sviluppo della società civile. Gli obiettivi principali dell'organizzazione sono quelli di promuovere il volontariato come espressione di contributo civico, eliminare le barriere di incomprensioni in contesti multiculturali e multietnici, facilitare la crescita individuale del volontario attraverso il suo impegno lavorativo ed acquisizione di nuove competenze

 

Dove: Hveragerði, Islanda

 

Destinatari: volontari provenienti da tutte le parti del mondo, dai 18 anni in su

 

Quando: Vari periodi stagionali:

-dal 28 novembre al 12 dicembre 2016

-dal 12 dicembre al 26 dicembre 2016

-dal 26 dicembre 2016 al 9 gennaio 2017

 

Scadenza: candidarsi il prima possibile per le date di partenza desiderate

 

Descrizione dell'offerta: La Natural Health Association ha un dipartimento orticolo ed ambientale, che include silvicultura, giardinaggio e serre, dove i volontari internazionali lavorano per la maggior parte del tempo. I volontari dovranno inoltre mantenere le aree verdi intorno alla clinica, raccogliere erbe per preparare the e partecipare ad altre mansioni ambientali richieste. La natura del lavoro dipende comunque dalle condizioni metereologiche, dato che cambiano velocemente. Le ore lavorative vanno dalle 9 della mattina alle 3 del pomeriggio(un’ora di pausa pranzo prevista), 5 giorni a settimana

 

Requisiti:

-spirito di collaborazione e passione per la natura

-ottima conoscenza della lingua inglese

 

Costi: Il volontario dovrà dare 220 euro al suo arrivo alla persona che lo ospiterà

 

Guida all'application: Ci si può candidare solo online compilando il seguente form, clicca qui

 

Informazioni utili: Il volontario sarà ospitato in un bungalow, la connessione Wi-Fi è prevista ma dovrà portarsi il suo laptop. Tutti i pasti sono offerti dal padrone di casa e dalla “Rehabilitation and Health Clinic”

 

Link utili:

Sito dell'offerta

Sito Cadip

 

Contatti utili:

Link dei contatti

 

 

A cura di Martina Pignatelli

 

 

La redazione carriereinternazionali.com declina ogni responsabilità sull’attendibilità delle informazioni contenute nella scheda. Per informazioni in merito all’opportunità, contattare l’ente proponente

 

LA REDAZIONE

Sei uno studente di scienze politiche o lingue e vorresti dare il via ad una concreta carriera internazionale? Noi ti consigliamo la magistrale UNINT ed ecco perché!
In un mondo globalizzato le competenze necessarie sono sempre più integrate e sempre più complesse. Così, per quanto riguarda il settore economico, gli aspetti di marketing e relazioni internazionali integrano le tradizionali competenze di settore per facilitare l'accesso al mondo del lavoro sia nelle organizzazioni governative che non-governative come nel settore privato. Anche l'Università si adegua, proponendo percorsi formativi al passo con i tempi ed in grado di fornire quelle reali skills spendibili in questo ambito lavorativo. L’Università degli Studi Internazionali di Roma ha a tal proposito ampliato la propria offerta formativa nell'ambito delle lauree magistrali al fine di formare dei professionisti delle relazioni internazionali ma con competenze manageriali e organizzative proprie del mondo aziendale.
 
Vieni a conoscere UNINT il 6 giugno per l'evento di orientamento alle Carriere Internazionali, iscriviti gratuitamente qui e porta il CV
 
Per altre opportunità simili visitare la sezione Formazione per le Carriere Internazionali
 
 
Questa nuova proposta dell’Università degli Studi Internazionali di Roma (UNINT) nasce come naturale evoluzione dei tre pilastri dell'università
- l’internazionalità intesa come capacità di comprendere e affrontare le sfide di un mondo in continuo cambiamento
- il connubio tra mondo del lavoro, didattica e ricerca che si sostanzia nella definizione di percorsi formativi e scientifici pienamente rispondenti alle rinnovate esigenze della società 
- la qualità della vita universitaria, mediante un’attenzione personalizzata alle esigenze degli studenti e uno stretto rapporto con lo staff accademico.
 
Leggi l'intervista al Delegato per le Relazioni Internazionali di UNINT Fabio Bisogni qui
 
In particolare il corso di laurea Magistrale in Economia e Management Internazionale crea il connubio perfetto tra la gestione manageriale e lo sviluppo di una carriera internazionale. Si ha la possibilità di specializzarsi in settori differenti del corso Magistrale quali:
 
 
 
Nello specifico il curriculum Relazioni Internazionali prospetta:
- un ambiente universitario familiare e a misura di studente: secondo i dati Alma laurea, la Facoltà di Economia è la prima a Roma per il livello di soddisfazione degli studenti e la qualità del rapporto con i docenti. 
- la possibilità di perfezionare le lingue straniere, con 3 insegnamenti obbligatori in lingua inglese e di seguire i corsi di lingua attivi presso la Facoltà di Interpretariato e Traduzione (a scelta tra arabo, cinese, francese, portoghese e brasiliano, russo, spagnolo e tedesco)
- l'accesso gratuito alla Scuola di Scienze della Politica, con il riconoscimento di 14 CFU
- l’opportunità di frequentare gratuitamente il corso di Mediazione, Conciliazione e Gestione Alternativa dei Conflitti, il cui superamento dà diritto all’iscrizione nell’albo dei Mediatori Civili e Commerciali istituito dal Ministero della Giustizia
- per chi volesse intraprendere la carriera diplomatica la possibilità di iscriversi durante il secondo anno di magistrale al Corso di preparazione al Concorso per la carriera diplomatica a condizioni agevolate
 
Il curriculum Beni di Lusso, Made in Italy e Mercati Emergenti prospetta:
- garantire una formazione coerente e moderna con le competenze richieste dal mercato del lavoro
- formare giovani manager in grado di operare nei settori di punta del Made in Italy
- migliorare la lingua inglese attraverso la presenza di 6 insegnamenti in lingua
- trasmettere le competenze necessarie ad operare nelle funzioni connesse all'export, alle strategie di prodotto/branding, al retail e al merchandising
- offrire la possibilità di svolgere stage e tirocini in realtà del Made in Italy, nelle sedi estere dell' agenzia ICE e nelle imprese del circuito CONFAPI
 
Il curriculum Consulenza aziendale e innovazione digitale ha i seguenti obiettivi: 
 - il curriculum prepara alle professioni classiche dell'economia fornendo una conoscenza approfondita delle principali funzioni di un'azienda ed una visione specifica dell'ambiente nelle quali le aziende operano (conoscenze giuridiche, macroeconomiche, quantitative e politico-internazionali).
- lo studente avrà l'opportunità di svolgere stage e godrà della presenza di insegnamenti opzionali di lingua inglese.
- il corso garantisce una formazione moderna, solida e in risposta alle nuove esigenze del mercato del lavoro.
- il corso consente inoltre di usufruire delle agevolazioni previste dalla Convenzione stipulata con l'Ordine dei Dottori Commercialisti di Roma per lo svolgimento dell'Esame di Stato finalizzato all'accesso della professione.
 
Le finalità del curriculum Marketing Digitale e Mercati Globali possono essere così sintetizzate:
-il curriculum punta a formare figure professionali specializzate  nell’ elaborazione ed implementazione di strategie marketing basate sull’ utilizzo del canale digitale e rivolte ai mercati internazionali. Il percorso di studio coniuga la conoscenza dei meccanismi di funzionamento dei mercati internazionali con competenze teorico-pratiche riguardanti l’e-business, il marketing digitale e le tecniche comunicazione e il web design
- il piano di studi punta a fornire le competenze inerenti agli strumenti e le fasi del processo di digital marketing management
- lo studente avrà inoltre la possibilità di partecipare ad un laboratorio per la progettazione web e la comunicazione multimediale, attraverso il quale si potrà apprendere le tecniche di progettazione di siti web e di produzione di contenuti multimediali
- il curriculum consente inoltre di studiare una seconda lingua straniera opzionale oltre all’ inglese a scelta tra spagnolo, francese, tedesco, arabo, russo, cinese e portoghese e di approfondire lo studio delle dinamiche culturali dei relativi Paesi. La scelta di studiare una seconda lingua straniera consentirà allo studenti di ottenere il riconoscimento di attestazione del livello raggiunto
- il curriculum si rivolge a studenti che hanno conseguito una laurea triennale negli ambiti dell’economia, delle lingue, della mediazione culturale, delle pubbliche relazioni e della comunicazione
Per visualizzare il piano di studi del seguente corso il candidato può visitare il seguente link 
 
 
 
Oltre al tradizionale percorso di formazione, UNINT presenta un'offerta formativa completa anche nella costruzione di competenze trasversali, note ormai come "Soft skills". Le Soft Skills sono strumenti che consentiranno allo studente di affrontare al meglio l’inserimento nel mondo del lavoro, avendo stimolato una consapevole crescita personale. Percorsi dal contenuto prevalentemente pratico, a completamento delle competenze acquisite nei percorsi di studio. Si tratta di acquisire quelle capacità trasversali che sono sempre più richieste e valutate al momento dell’inserimento nel mondo lavorativo soprattutto a livello internazionale.
Quattro i percorsi previsti:

Track 1: Critical thinking, percorso di Logica orientato a fornire un metodo di studio per affrontare adeguatamente ed efficacemente lo studio universitario

Track 2: Speaking tools, percorso di Public Speaking orientato a fornire le capacità espressive per un inserimento adeguato ed efficace nel contesto lavorativo

Track 3: Noi e gli altri, training fisico teatrale orientato alla costruzione di gruppi consapevoli: coordinamento e armonizzazione delle proprie capacità nel lavoro di gruppo; costruzione del nostro essere relazioni

Track 4: People empowerment, articolato su diversi livelli: sviluppo di intelligenza emotiva e people empowerment; leadership; team building; crosso cultural communication

 

UNINT offre dei contributi di merito per i futuri studenti. La loro politica di merito si suddivide in:
 
- Quoziente di Merito: in base al voto di laurea triennale, esami sostenuti e relative votazioni
 
- Ranking di Merito: riduzione della retta di immatricolazione per i migliori 15 studenti
 
- Prestito d'Onore: grazie alla convenzione stipulata con Banca Intesa – Sanpaolo, gli studenti UNINT possono accedere ad un finanziamento agevolato per sostenere i propri studi per una durata massima di 5 anni
 
A queste agevolazioni si aggiunge il Decreto n. 288 del 29 aprile 2016 con il quale il MIUR ha stabilito le soglie di detraibilità fiscale per le rette delle università non statali. Grazie a questo decreto, per tutti i corsi di laurea UNINT è prevista una detrazione massima annuale pari a € 2.300. 
 
Inoltre per l'a.a. 2017/2018 UNINT mette a disposizione ben 100 borse di studio per i suoi studenti per partecipare gratuitamente al Festival delle Carriere Internazionali edizione 2018 il più grande evento italiano dedicato a giovani, lavoro e internazionalità.
 
Grazie alla partnership tra Giovani nel Mondo e UNINT GnM selezionerà 8 studenti che avranno la possibilità di essere per 6 mesi (settembre 2017/Marzo 2018) redattori del sito www.carriereinternazionali.com e ricevere CFU dall'università per questa attività dal grande valore formativo.
 
Per maggiori informazioni consulta: Politica di Merito Unint
 
 
Insomma se sei uno studente di scienze politiche e intendi proseguire il tuo percorso magistrale inserendo nel tuo curriculum delle competenze più pratiche e spendibili per il mondo del lavoro pur rimanendo nell'ambito delle relazioni internazionali sicuramente la Laurea Magistrale in Economia e Management Internazionale curriculum in Relazioni Internazionali è quello che fa per te.
 
 
Per maggiori informazioni compila questo form 
 
Guida all'application: le iscrizioni sono aperte da luglio a novembre 2017, per ulteriori informazioni su moduli, immatricolazione e regolamento consulta la seguente pagina: Come iscriversi 
 
 
Link utili:
 
Contatti utili:

 

Via Cristoforo Colombo 200

Via Delle Sette Chiese 139 – 00147 Roma.

T. +39 06.510.777.1 - F. +39 06.51.22.416

Email: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 

Segreteria di Presidenza:

Telefono: 06.510.777.254

Fax: 06.510.777.270

Email: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 

Segreteria Studenti:

Tel 06.510.777.401

Fax 06.510.777.270

Email: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Orario di ricevimento:

Lunedì-venerdì ore 8.45-18 / sabato ore 9-13

 

La redazione carriereinternazionali.com declina ogni responsabilità sull’attendibilità delle informazioni contenute nella scheda. Per informazioni in merito all’opportunità, contattare l’ente proponente.

LA REDAZIONE

Nell'era della globalizzazione, dove le distanze sono ridotte, i funzionari diplomatici sono strumento di gestione delle relazioni internazionali e fanno da ponte nel dialogo con diverse culture.
Gli aspiranti diplomatici, per poter intraprendere questa carriera, possono accedervi esclusivamente tramite concorso pubblico indetto dal Ministero degli Affari Esteri e Cooperazione Internazionale. Essa si articola secondo i seguenti gradi: Segretario di Legazione; Consigliere di Legazione; Consigliere d'Ambasciata, Ministro Plenipotenziario; Ambasciatore. 
In merito al concorso, il Ministero degli Affari Esteri e Cooperazione Internazionale ha realizzato un video-documentario sull’esperienze dei neodiplomatici.
Il Concorso richiede conoscenze approfondite in materie economiche, giuridiche, storiche e linguistiche.
Noto per la sua difficoltà e il suo rigore, il concorso consente, attraverso procedure ispirate alla massima trasparenza e accessibilità, di rinnovare costantemente la classe dirigente del Ministero, selezionando le nuove leve esclusivamente sulla base del merito.
Il concorso di accesso alla carriera diplomatica rappresenta tutt’oggi una tappa fondamentale, da affrontare con coraggio e fiducia, per tutti coloro che ambiscono ad assumere crescenti responsabilità in Italia e nel mondo quali operatori di politica estera al servizio del Paese.
 
I requisiti per poter essere ammessi a partecipare al concorso per la carriera diplomatica sono:
- cittadinanza italiana
- età non superiore ai trentacinque anni compiuti. Il limite di età può essere innalzato per un massimo complessivo di tre anni in alcune ipotesi specificamente previste dal regolamento
- uno dei titoli accademici disposti dal regolamento (lauree specialistiche/lauree magistrali o diplomi di laurea del previgente ordinamento universitario nei tre grandi filoni delle scienze politiche/relazioni internazionali, giurisprudenza, economia) e ogni altro equiparato a norma di legge, conseguito in Italia presso università o istituti di istruzione universitaria. I candidati in possesso di titolo accademico rilasciato da un Paese dell'Unione Europea sono ammessi alle prove concorsuali, purché sia stato equiparato ad uno di quelli indicati dal regolamento
- idoneità psico-fisica tale da permettere di svolgere l'attività diplomatica sia presso l'Amministrazione centrale che in sedi estere, ed in particolare in quelle con caratteristiche di disagio
- godimento dei diritti politici.
 
I requisiti prescritti devono essere posseduti alla data di scadenza del termine stabilito per la presentazione delle domande di ammissione alle prove concorsiuali. 
La maggior parte dei ragazzi che ha superato il concorso per la carriera diplomatica ha  seguito un corso di preparazione alle prove. Diversi sono gli enti e le università che organizzano corsi di preparazione, tali da permettere l’accesso alla carriera diplomatica tanto ambita.
L’Università Internazionale di Roma è uno di questi ed offre l’opportunità di partecipare al Corso di preparazione al concorso che consente una formazione adeguata per essere competitivi e raggiungere risultati eccellenti.
Il Corso dell’Unint mira a fornire competenze  specifiche con finalità professionalizzanti nelle discipline che caratterizzano i concorsi per la carriera diplomatica e per le organizzazioni internazionali, ad un costo minimo con una preparazione eccellente.
Al Corso saranno ammessi i candidati che avranno superato un colloquio volto a verificare la preparazione di base nelle discipline oggetto dei concorsi, la conoscenza della lingua inglese e della seconda lingua scelta ad un livello B2, nonché la solidità delle motivazioni. Le prossime selezionisi svolgeranno il 15 giugno 2016, anche in collegamento Skype per coloro che ne faranno richiesta. La partecipazione alle prove di selezione è gratuitaPerprenotarsi, è necessario compilare l’apposito form online entro il 10 giugno 2016. 
Dopo la ormai consolidata collaborazione con l’Unint, Carriere Internazionali promuove il Corso di preparazione alla carriera diplomatica, visto l’enorme successo e soddisfazione dei ragazzi della precedente edizione.

Rubrica

Servizio Volontariato Europeo

Follow Us on

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, solo per alcune funzionalità tecniche dei servizi offerti.
Puoi prendere visione dell’informativa estesa sull’uso dei cookie cliccando QUI.

Cliccando su "ok" acconsenti all’uso dei cookie.