Perché hai scelto il GESAM Master?

Essendo una studentessa degli Stati Uniti mi viene chiesto continuamente perché ho scelto di trasferirmi in Italia e partecipare al Master. Ho scelto il programma GESAM per molte ragioni! Il motivo principale consiste nella sua diversa l’organizzazione rispetto ai tradizionali programmi di master, inoltre mi ha interessato la combinazione tra lezioni intensive e classwork e lo svolgimento di un periodo di studio presso ILO - International Labour Organization, includendo quindi un’esperienza lavorativa preziosa.

Ho scelto questo programma anche perché è adatto ai miei obiettivi professionali e combacia con le mie precedenti esperienze. Mi sono laureata in Business Administration focalizzandomi sul marketing e sulle risorse umane, inoltre ho sempre voluto dedicarmi a una carriera internazionale poiché sono interessata alle politiche pubbliche e al settore delle ONG.

Perciò penso che le competenze acquisite attraverso questo programma, unite alle conoscenze ed esperienze precedenti, mi abbiano fornito una base solida per arricchire la mia carriera. Non posso dimenticare di citare l'incredibile opportunità di vivere a Venezia - una delle città più belle del mondo!

 

La facoltà del GESAM Master è composta da professori universitari, esperti di ONG e istituzioni nazionali e internazionali, insieme a esperti in campo sociale, economico e giuridico.
Potresti condividere con noi il tuo ricordo migliore dell’insegnamento in classe?

Credo che la classe intensiva del GESAM sia strutturata molto bene e fornisca agli studenti una conoscenza approfondita dei vari campi e specializzazioni. Ogni giorno ho imparato qualcosa di nuovo dai professori e dagli esperti, trovando sempre un nuovo argomento di mio interesse. Inoltre, ero entusiasta di imparare tutto sia a livello teorico che pratico, soprattutto poiché verteva su come potesse essere una carriera in quest’area. È difficile capire quale sia stata la mia sezione preferita perché ogni corso ha insegnato agli studenti qualcosa di nuovo, fornendo un'istruzione adatta a ciascuno dei nostri interessi.

 

Com’è stata l’esperienza della summer school a Ginevra?

È stato incredibile frequentare conferenze tenute da funzionari dell'Organizzazione Internazionale del Lavoro, una grande occasione per conoscere, non solo l’attività sorprendente di un'organizzazione così importante in tutto il mondo, ma anche apprendere nuovi strumenti da mettere in pratica nella mia futura carriera.

Il tempo a Ginevra è anche dedicato a conoscere e visitare le Nazioni Unite e l'Organizzazione mondiale del commercio, migliorando ulteriormente le conoscenze acquisite durante il periodo in aula. Inoltre, la summer school offre la possibilità di vivere in una delle città più internazionali del mondo e di riunirsi con i tuoi compagni di classe! Questa è ovviamente una caratteristica vincente del GESAM master!

 

GESAM offre allo studente la possibilità di fare un tirocinio in diverse realtà, in Italia o all'estero, in ONG, centri di ricerca, imprese, banche e istituti, offrendo la possibilità a ogni studente di personalizzare la propria esperienza. Come è/è stato il tuo tirocinio?

Attualmente svolgo un tirocinio per un'organizzazione italiana a Bergamo,  ADAPT - Associazione per gli Studi Internazionali e Comparati del Lavoro e delle Relazioni Industriali. Inizialmente ero interessata all'associazione perché volevo intraprendere una carriera nelle politiche pubbliche e nella ricerca sociale presso un'organizzazione senza scopo di lucro o ONG e proprio su questo si concentra l’ADAPT. La mia permanenza nell’associazione prevede lo svolgimento di compiti tra cui la scrittura di recensioni di libri, la ricerca per i contributi degli articoli al bollettino bi-settimanale, la revisione di articoli di giornale e l’assistenza alla conferenza internazionale annuale.

Ho avuto anche l'opportunità di pubblicare il mio lavoro proprio nel bollettino internazionale biennale! Lo stage ha aumentato i miei interessi in materie che prima non conoscevo e mi ha permesso di fare un'esperienza di lavoro internazionale - due fattori cruciali per iniziare una carriera internazionale.

 

A chi consiglieresti il master GESAM?

Penso che il programma GESAM sia adatto a un gran numero di studenti. Posso dire che qualsiasi conoscenza preliminare dell’ambito giuridico sarebbe un vantaggio in quanto è un elemento importante del programma; tuttavia, anche se gli studenti non possiedono un’ottima conoscenza delle materie giuridiche, i professori sono in grado di spiegare i temi in modo molto comprensibile.

Questo master è rivolto a coloro che hanno avuto esperienze lavorative precedenti, ma ovviamente, chiunque abbia il desiderio di intraprendere una carriera internazionale incentrata sui diritti umani, sulla legge, sulle istituzioni globali e sulle società o sulle relazioni internazionali, potrebbe beneficiare di questo programma.

Link utili:

www.unive.it/master-gesam 

Facebook

Contatti:

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 

 

Traduzione a cura di Valeria Ruggiero e Chiara Valenti

Il valore di iniziare una carriera internazionale dalla Svizzera

BHMS mi ha aiutato a trovare me stesso sia professionalmente che personalmente. La parte teorica mi ha aiutato a comprendere quanto sia interessante la sfera dell'ospitalità, anche se grazie alla pratica, mi rendo conto di quanto questo settore sia adatto a me. Dopo tre anni ho ottenuto una laurea in Arts in Hotel and Hospitality Management e soprattutto ho potuto svolgere un’indimenticabile esperienza di lavoro di 18 mesi in un ristorante, in un boutique hotel e in una struttura alberghiera di una grande catena. Dopo aver avuto una formazione approfondita e adeguata, posso certamente dire che ho un solido punto di partenza per la mia carriera ". -  Di solito queste sono le parole di gratitudine che i nostri studenti ci trasmettono dopo aver completato i loro studi a BHMS. Siamo così orgogliosi di loro.

 

La crescita costante di domanda nel settore dell’ospitalità rende fiorente il settore producendo una florida economia diretta e indiretta. Le aree quali la gestione alberghiera, la gestione dei resort, la gestione delle navi da crociera, l'industria aerea, club e resort privati e molti altri settori di ospitalità hanno una crescente richiesta di personale altamente qualificato offrendo l’opportunità di una crescita professionale costante, fino ad arrivare ai livelli più elevati della carriera manageriale.

Dunque, il settore turistico offre la possibilità di dimostrare le tue capacità organizzative e le competenze personali e professionali.

Sono richiesti uomini e donne con doti di comunicazione e con un talento naturale per la cura del cliente e per le vendite e che posseggano ottime conoscenze delle lingue straniere e dei contesti sociali e culturali differenti per poter curare clienti provenienti da settori diversi.

I giovani oggi vogliono impegnarsi per raggiungere i loro obiettivi privati e professionali e sapere che un’ottima istruzione e la formazione continua apriranno le porte ad una carriera di successo.

Con BHMS ei nostri partner, avrai le tutte le possibilità ottimali per acquisire le competenze professionali e l'esperienza pratica necessarie a sviluppare al massimo le tue capacità e il tuo talento.

Grazie al nostro know-how e alle tue competenze, sarai ben preparato per soddisfare la domanda di lavoro ai livelli più alti e prestigiosi nel settore della ricezione turistica.

Gli studenti possono beneficiare dai contatti di BHMS con le principali aziende del settore.

La retribuzione dei periodi di tirocinio in Svizzera è negoziata tra il datore di lavoro e la Federazione dell’Unione dei lavoratori dipendenti è attualmente fissata a 2.179 CHF al mese lordo o a 2'364 CHF  al mese calcolato in media  considerando la tredicesima, a condizione che lo studente completi il contratto di lavoro in modo soddisfacente.

Con questo stipendio, gli studenti possono pagare la loro stanza, il loro soggiorno e le tasse. Il reddito netto medio al mese è compreso tra CHF 1'200 e CHF 1'400.

Masterwork, una società di proprietà di BHMS, fornisce servizi di Global careers e placement per i laureati BHMS che abbiano completato BA, PGD, programmi culinari o MBA.

BHMS lavora anche con numerose agenzie di collocamento internazionali specializzate nel posizionamento di studenti universitari in Europa, Asia e in Nord America. Questo servizio include la preparazione per interviste telefoniche e Skype,  riprese video, presentazione del lavoro,  e assistenza per la documentazione richiesta per l’assunzione dell’impiego e le richieste di visto. BHMS partecipa anche a numerose Careers Fairs  fiere per presentare i suoi laureati a livello mondiale.

 

I laureati BHMS lavorano nei migliori Hotel e resort in tutto il mondo

I nostri studenti amano stare e studiare in BHMS. La sicurezza e la qualità della vita in Svizzera, la sua diversità culturale e linguistica, nonché la sua posizione centrale in Europa, fanno del Paese una meta attraente per quanti sono interessati a iniziare una carriera nell’industria della ricezione turistica.

Di seguito riportiamo le testimonianze di alcuni dei nostri laureati che ci raccontano le loro esperienze di vita e di di studio in BHMS:

Carlotta Ceruti, Italia, ha conseguito la laurea BHMS / CityU MScDegree:

"Prima di iscrivermi ho passato quasi un anno a controllare le opzioni migliori tra le diverse scuole in Svizzera e finalmente ho scelto BHMS a Lucerna ", dice Carlotta. "Oggi, quasi un anno dopo la mia laurea, posso affermare di essere sinceramente soddisfatta della mia scelta. BHMS è, prima di tutto una scuola multiculturale. Gli studenti vengono da vari Paesi e questo ti dà l’opportunità di imparare diversi modi di pensare, lingue, culture, religioni ecc. BHMS insegna ai suoi studenti, non solo le materie presenti nel piano di studio, ma anche come muoversi in un ambiente professionale. Inoltre, i docenti esperti hanno la capacità di ispirare gli studenti e condividere le loro elevate e diffuse conoscenze .

Infine, i progetti e gli esami previsti dal piano di studio, portano gli studenti a fare del loro meglio superando anche le proprie aspettative. Per tutte queste ragioni e molto altro, sono orgogliosa di essere stata una studentessa di BHMS. Dopo la mia laurea grazie  al programma Msc, ho trovato facilmente un lavoro come receptionist in Svizzera. Nonostante il mio interesse per questo paese, ho deciso di spostarmi temporaneamente in Gran Canaria dove attualmente sto lavorando nel settore come assistente nelle vendite. Devo dire che BHMS mi ha dato l'opportunità di ottenere le conoscenze che oggi sono richieste del settore turistico".

Bernice Voo ha conseguito la laurea in BHMS / CityU MBA nel 2013 e attualmente lavora come a Project Manager presso SWISSCARE, Berna, Svizzera. SWISSCARE è società che si occupa di fornire assistenza e soluzioni a espatriati, viaggiatori e studenti. «I miei anni di studio a BHMS sono stati unici », dice Bernice. «Essendo parte del corpo studentesco multiculturale, ho imparato ad adattarmi a culture e modelli di vita diversi. E questo credo sia stato il segreto per sopravvivere ad una società eterogenea come SWISSCARE. »

Apekshit Shah ha conseguito la laurea BHMS / CityU MBA nel 2014 e attualmente lavora come responsabile del ristorante presso l'Emirates Palace, Abu Dhabi. «Le mie precedenti esperienze in Europa, Asia e Nord America contribuiscono ad accelerare la mia carriera nel Medio Oriente », afferma Apekshit. « Tutto questo si integra con l'ottimo percorso formativo datomi da BHMS, la mia forte motivazione, la mia passione e il duro lavoro ».

Zhupar Teleubayeva ha completato i suoi studi in BHMS / RGU nel 2012 e attualmente lavora come Responsabile Relazioni Industriali presso Tengizchevroil (TCO) Oil & Energia. TCO è Il più grande produttore e provider di petrolio e gas del Kazakistan. «I miei studi a BHMS non sono stati legati solo alle tematiche dell'ospitalità, ma si è trattato di una formazione multidisciplinare, basata sulle competenze legate a molti e differenziati settori produttivi. Ho imparato tanti dai libri, quanto dai docenti della facoltà, dai miei colleghi di studio e dallo stile di vita svizzero, Sono fortunata a poter utilizzare la conoscenza e l’esperienza acquisite in questa grande compagnia del settore energetico »

Leggi altre testimonianze degli studenti e le loro esperienze qui

Affinché BHMS possa valutare il tuo programma di studi e la validità dei crediti formativi, invia un CV aggiornato con i tuoi certificati scolastici, diplomi, tutte le trascrizioni e qualsiasi lettera di referenza riguardanti occupazioni svolte ed una copia della prima pagina del passaporto con la tua foto a BHMS: via e-mail a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. 

Sono disponibili anche borse di studio dedicate all'anniversario di BHMS e Benedict Education Group, da confermare dopo aver ricevuto un CV.



Co-fondata da Bono, ONE è un’organizzazione internazionale sostenuta da oltre 8 milioni di persone, delle quali 60,000 in Italia, che opera con campagne e attività di sensibilizzazione per combattere la povertà estrema e le malattie prevenibili. Apolitica, ONE mira a sensibilizzare l’opinione pubblica e a lavorare di concerto con i leader politici per combattere l’AIDS e le malattie prevenibili, aumentare gli investimenti per l’agricoltura e l’alimentazione e chiedere ai governi maggiore trasparenza nei programmi di lotta alla povertà.

Diventa membro di ONE e scopri di più sulle sue campagne qui!

 

I Giovani Ambasciatori di ONE prepareranno presto le valigie direzione Bruxelles, per chiedere ai leader europei di scegliere la strada che conduce all’eradicazione della povertà in vista del voto del Parlamento Europeo sul bilancio UE per il 2018 il prossimo 25 ottobre.


Il 17 ottobre – Giornata Internazionale per l’Eradicazione della Povertà – i 220 giovani attivisti anti-povertà, provenienti da tutta Europa e rappresentanti 30 nazionalità diverse, incontreranno europarlamentari di diversi schieramenti per chiedere loro di aumentare gli aiuti allo sviluppo nel bilancio dell'Unione europea per il 2018, attualmente in corso di negoziazione a Bruxelles. Gli Youth Ambassador di ONE hanno ricevuto l’appoggio di oltre 50.000 cittadini europei che sostengono la loro richiesta di un bilancio 2018 che garantisca un futuro più equo e giusto per tutti. In vista degli incontri con i deputati europei, i giovani attivisti riceveranno una formazione intensiva su come condurre azioni di campagna e lobby per conto dei più poveri del mondo.

 

Il bilancio UE 2018 avrà un forte impatto oltre le coste europee. Si stima che la popolazione africana raddoppierà entro il 2050 e che il 50% di essa sarà costituita da giovani sotto i 25 anni di età. Con una forza lavoro qualificata ed istruita, l'Africa può diventare il motore della crescita globale, sostiene ONE. Per sfruttare questo potenziale, le istituzioni europee dovranno adottare un bilancio ambizioso e che possa contribuire a porre fine alla povertà estrema entro il 2030.

 

Emily Wigens, Direttrice di Bruxelles (ad interim) per ONE, ha dichiarato: "L'Unione europea trova davanti a sé un bivio. L'UE e gli stati membri insieme rappresentano il primo donatore mondiale e qualunque percorso che l’Unione sceglierà avrà un impatto globale. Una risposta efficace alle sfide globali che affrontiamo  la fame, l'insicurezza, le pandemie richiede un forte bilancio allo sviluppo per il 2018 per assicurare che l'UE continui a svolgere un ruolo di leadership nell'affrontare la povertà estrema e l'instabilità. Ora più che mai, abbiamo bisogno che l'Unione europea rafforzi questa leadership e non si tiri indietro. E il primo passo in questa direzione è un aumento degli aiuti allo sviluppo.”

 

Firma anche tu la petizione rivolta ai leader europei e chiedi loro di appoggiare un ambizioso bilancio allo sviluppo!



Top scuole di business accreditate arrivano a Roma per incontrare i candidati MBA qualificati. Un'occasione unica per incontrare i responsabili delle ammissioni di prestigiosi programmi MBA provenienti da tutto il mondo.

Roma Eventi – Piazza di Spagna, sabato, 8 ottobre 2016    

Esclusivamente in questo evento:

- Top business school internazionali in un unico posto

- Programmi di Master specializzati in lingua inglese: Marketing, Management, Finanza, Relazioni internazionali, Ingegneria e altri

- Meeting individuali e workshop con i direttori delle ammissioni

- Sessioni di consulenza con i consulenti dei Master per discutere dei tuoi progetti

- Sessioni aperte e conferenze sui Master interattive

- Molte opportunità di borse di studio

 

REGISTRATI GRATIS QUI

 

Il seguente articolo rivela le statistiche riguardanti il valore dei Master di II Livello

 

I datori di lavoro danno sempre più peso ai Master

 

I datori di lavoro danno maggiore peso ai titoli Master quando selezionano giovani professionisti, soprattutto dopo la crisi del settore finanziario del 2008. Un corso Master offre l’opportunità di ricevere un compenso e una posizione iniziale più vantaggiosi, oltre alla possibilità di una carriera più rapida.

Sono ormai trascorsi più di 8 anni dall’inizio della Crisi finanziaria globale e per alcuni il peggio è ormai passato. Tuttavia, anche se ciò fosse vero, gli effetti della più grande crisi economica che abbia mai colpito il globo dopo la Grande depressione degli anni 30 hanno lasciato un marchio indelebile nel panorama socio-economico mondiale. Anni di volatilità finanziaria e ristagno nel mercato del lavoro hanno avuto gravi ripercussioni sui giovani lavoratori; uno degli effetti più evidenti è che una laurea ora non basta più per avere un vantaggio competitivo nella difficoltosa ricerca di lavoro.

Una nuova realtà per i giovani in cerca di lavoro

L’effetto più duraturo della Crisi sul mercato del lavoro non è stata l’immediata contrazione che ha portato al congelamento degli stipendi da parte dei datori di lavoro e al taglio dei posti di lavoro, ma piuttosto la conseguenza cumulativa di una sovrasaturazione della forza lavoro.

Dato che il mercato del lavoro, già di per sé in fase di contrazione, si riempiva di professionisti che avevano perso il proprio lavoro, milioni di giovani laureati di tutto il mondo non riuscivano a trovare un’occupazione a causa della mancanza di esperienza. I giovani con una laurea in mano non potevano competere con i professionisti esperti espulsi dal mercato del lavoro nel periodo immediatamente successivo alla Crisi.

In un effetto domino di proporzioni storiche, molti si sono affidati all’istruzione post-laurea per colmare il vuoto. La speranza era trascorrere uno o due anni senza dedicarsi alla caccia di un lavoro per poi riuscire a entrare nel mondo del lavoro o, quanto meno, concedere all’economia il tempo necessario per assestarsi.

“Se pensiamo esclusivamente al settore della formazione, si ha l’impressione che la richiesta di formazione aumenti solo perché le persone vogliono evitare il difficile mercato del lavoro” si legge in una relazione del Vienna Institute of Demography (2010) di quel periodo.

Un altro articolo dello stesso anno redatto dalla Organisation for Economic Co-operation and Development (OECD) evidenzia come il numero di studenti con un titolo post-laurea “e con requisiti ben superiori a quelli richiesti per l’assunzione” sia aumentato sensibilmente. “Questo vale in particolare per i corsi che consentono di conseguire un Master. Alcune facoltà, come quelle di economia, hanno registrato un aumento del 75% degli studenti stranieri rispetto alle iscrizioni del 2008“, continua la relazione.

Ma mentre gli studenti si riversano sulle università, è chiaro come per coloro restano indietro la ricerca di un lavoro diventa sempre più complessa, mentre chi sceglie di specializzarsi con altri studi affronterà poi una realtà con condizioni più eque. Ciononostante, “eque” non deve essere inteso come “facili”, poiché il Master è diventato di conseguenza, e involontariamente, la nuova laurea.

 

Tutto è bene ciò che finisce bene

Nonostante i toni cupi di alcune parti di questa storia, conseguire un Master è un’idea di investimento abbastanza positiva, come dimostrano numerosi studi e relazioni.

Stando all’ultimo ranking del Financial Times (FT) relativo ai livelli di occupazione degli studenti con un Master in Finanza (MiF) registrati a tre mesi dal conseguimento del titolo, il 70% degli studenti senza esperienza lavorativa pregressa ha trovato un lavoro in questo lasso di tempo. La percentuale riferita a studenti con esperienza lavorativa pregressa è ancora più alta, dove quattro su cinque hanno trovato un’occupazione a tre mesi di distanza dal titolo. È importante sottolineare che queste statistiche provengono dalle università e riguardano gli ex alunni di cui le scuole potevano tenere traccia. Questo significa che i dati fanno riferimento solo a persone vere e non sono dati aggregati.

Inoltre, stando al ranking FT, il salario medio degli studenti con un Master in Gestione (MiM) conseguito nelle 100 scuole migliori è di circa 58.000 USD all’anno. Per gli studenti con Master in Finanza senza esperienza pregressa, questo numero è ancora più alto, circa 65.000 USD, e arriva a toccare i 94.000 USD per gli studenti che sono entrati nel programma dopo avere acquisito una qualche esperienza lavorativa in precedenza.

Questi dati dipingono un quadro piuttosto chiaro. Sono infatti la prova evidente che il Master non delude le aspettative in quanto risposta concreta alla disoccupazione e al ristagno dovuto alla sovrasaturazione della forza lavoro descritta in precedenza.

 

Il percorso del Master

Che cosa insegna oggi un Master? Oltre alle statistiche positive, che cosa offre oggi un Master agli studenti per giustificare questi numeri? Se il Master è davvero la nuova laurea, quali competenze si aspetta di trovare un datore di lavoro nei giovani alla ricerca di un impiego?

Il Master nasce per infondere competenze specifiche. L’attenzione è focalizzata su competenze estremamente tecniche, che consentono al laureato di svolgere con padronanza il lavoro per cui si è preparato. Una combinazione di teoria e pratica che porta all’acquisizione di competenze che sono sia universali che altamente applicabili. In tutti gli esempi, le università collaborano con società locali al fine di offrire un ambiente di lavoro realistico per mettere alla prova tali competenze già durante il periodo di studi.

“Conoscere le teorie non basta; dobbiamo saperle applicare in modo creativo. Abbiamo lavorato con aziende vere su progetti che vanno dalla campagna di marketing per un’azienda vinicola al nostro progetto di consulenza e alla competizione Google Online Marketing Challenge da noi ideata”, afferma Marie Berriet, una studentessa che si è laureata alla Hult International Business School con un Master in Marketing Internazionale. Nel caso di Marie, come in tutti gli altri, gli studenti hanno appreso una professione vera.

In parole semplici, un Master trasforma gli studenti in “maestri” del mestiere. Non c’è quindi da sorprendersi se, il Master è la scelta preferita dai datori di lavoro che desiderano mettere la propria azienda nelle mani di giovani professionisti. Questo vale in particolare quando i datori di lavoro hanno di fronte l’alternativa, ossia un candidato con la laurea che ha acquisito un’ampia conoscenza teorica del settore e poche delle competenze specifiche richieste per svolgere bene un determinato lavoro.

Infine, la diversità che gli studenti affrontano, in particolare nei programmi dei Master internazionali seguiti all’estero, spesso si rivela l’esperienza più apprezzata quando entrano nel mercato del lavoro, perché offre loro una visione arricchita del mondo.

Pertanto, per usare termini da economista, un Master è il gold standard della formazione per i giovani aspiranti professionisti di tutto il mondo.

 

Questo articolo è stato scritto dai nostri partner presso AccessMasters e il contenuto originale è disponibile qui

 

BAREL, sessant’anni di Made in Italy tra artigianalità e innovazione, espone per la prima volta nel Regno Unito

Il 2016 segna un importante anniversario per Barel, azienda specializzata in arredamento d’interni, nata a Mondovì (CN, Italia) nel settembre del 1966: 60 anni all’insegna di un design in grado di unire tradizione artigiana e sperimentazione, 60 anni d’amore per il ferro forgiato, 60 anni di cura estrema per ogni dettaglio.

Barel festeggerà questo speciale anniversario a Londra, dove, per la prima volta nella sua storia, i pezzi d’artigianato firmati Barel verranno esposti in un evento di grande richiamo.

Teatro di questo grande momento per l’azienda piemontese sarà infatti la prestigiosa manifestazione 100% DESIGN, che si terrà dal 21 al 24 settembre presso il centro espositivo Olympia, nel cuore della capitale inglese.

In quei giorni 100% DESIGN aprirà le proprie porte ai migliori professionisti dell’arredo d’Inghilterra ma anche di tutto il mondo, e Barel è pronta a stupire con i suoi prodotti di altissimo artigianato e di innovativo design.

Barel sarà protagonista nell’area “Interiors” della grande manifestazione con alcuni dei pezzi delle collezioni “Santiago”, a firma dell’art-designer Elio Garis, e “Filodiferro” realizzata dal rinomato Simone Micheli.

Nel corso dei decenni Barel ha attraversato mode e tendenze senza mai tradire la propria identità e, al contempo, portando avanti un percorso di ricerca e innovazione teso a sviluppare nuovi linguaggi espressivi legati al materiale simbolo dell’azienda, il ferro forgiato: funzionale e versatile, il ferro forgiato rinnova di volta in volta la propria identità.

Barel, orgogliosamente fatti in Italia.

ELENCO DEI PEZZI ESPOSTI:

Tavolo Pamplona

Design Elio Garis

Tavolo in piastre e tondini di ferro pieno, trave di supporto in massello di rovere naturale, ripiano in cristallo extrachiaro


Lampada Bottiglia, versione “grande”

Lampada Bottiglia, versione “media”

Lampada Bottiglia, versione “piccola”

Design Simone Micheli

Lampada in tondino pieno forgiato a mano.


Seduta Scrigno

Pouf in tondino pieno forgiato a mano e seduta in ecopelle.

Misure: L70 x P50 x H50 cm


Tavolino Prisma

Tavolino in tondino pieno forgiato a mano e ripiano in cristallo temperato extra chiaro.


Tavolo Doppiavì

Design Elio Garis

Tavolo in lama di ferro pieno forgiato a mano, ripiano in massello di rovere spazzolato.

 

Sito web BAREL per visualizzare i pezzi esposti

In occasione della Giornata mondiale del Rifugiato, Il 22 e il 24 Giugno si terranno nel quartiere Monteverde di Roma due eventi organizzati da Caritas Roma.
 
Il primo evento “Fight with difficulties and find the solutions” presso la sala Teatro N.Signora de La Salette, prevede una tavola rotonda in cui si discuterà delle principali difficoltà affrontate da operatori e rifugiati cosi come l'elaborazione di possibili soluzioni.
Sono previste testimonianze delle rifugiate del Centro d’accoglienza Monteverde.
 
Per partecipare è necessario inviare una mail di conferma all’inidirizzo: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. .
 
 

Il secondo evento “Celebriamo le diversità e apriamo i nostri cuori” in via della Trasfigurazione 3, è nato da una collaborazione Caritas - Centro Astalli.

 

E’ pensato come un momento conviviale in cui italiani e stranieri possono scambiarsi esperienze e sensazioni, condividendo così storie di vita e speranze future.

Non mancheranno musica dal vivo e cibo multietnico. 

 

Info:

 

Mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Facebook: Link

ONE, l’organizzazione internazionale co-fondata da Bono, e i suoi 40 Youth Ambassadors italiani stanno continuando le loro campagne e azioni di sensibilizzazione per porre fine alla povertà estrema, alle malattie prevenibili e all’ingiustizia
 
Per diventare membro di ONE clicca qui
 
Da anni ONE lotta contro la corruzione, che deruba i paesi in via di sviluppo di preziose risorse.
Nel 2013 questa ONG ha portato avanti una campagna contro le aziende cosiddette “fantasma”, società di comodo anonime che esistono solo sulla carta,  utilizzate da criminali ed imprese corrotti per nascondere denaro, ingannare i governi ed evadere tasse. Per scoprire di più guarda questo video.
 
ONE chiedeva un giro di vite globale sulle imprese fantasma, con la pubblicazione di informazioni su chi possiede aziende e trust. Grazie a questi dati, i cittadini avrebbero potuto sradicare la corruzione e contribuire a garantire che le risorse fossero utilizzate per combattere la povertà estrema, piuttosto che perse in affari loschi.
 
Oggi, anche alla luce dei Panama Papers pubblicati il 3 aprile 2016, la campagna e relativa petizione lanciata da ONE la scorsa settimana risultano particolarmente importanti.
 
Le analisi svolte dall’organizzazione mostrano che ogni anno non meno di mille miliardi di dollari vengono dirottati dai paesi in via di sviluppo mediante varie forme di corruzione, fra cui la sottoscrizione di contratti ambigui per lo sfruttamento delle risorse naturali, il ricorso a società fantasma, il riciclaggio di denaro e l'evasione fiscale.
Per limitare in modo considerevole le ingenti perdite finanziarie che gravano sui paesi in via di sviluppo sarebbe opportuno attuare specifiche politiche volte a migliorare la trasparenza e a combattere la corruzione
 
A tal proposito, il 12 maggio il Primo Ministro britannico ospiterà il vertice anti-corruzione e questa è l’occasione perfetta per cominciare ad attuare tali politiche.
In particolare, è auspicabile che l’Italia si impegni con varie azioni, tra le quali:
- Far luce sulle società fantasma, cioè rendendo di pubblico dominio le informazioni su chi detiene società e trust per impedire che società fantasma e analoghe strutture legali siano utilizzate per riciclare denaro e celare l’identità di individui corrotti e attività criminali.
- Rendere pubblico quanto le società pagano e dove, introducendo quindi una rigorosa legislazione sulla pubblicazione dei pagamenti che le aziende fanno in ogni paese in cui operano – inclusi i paesi in via di sviluppo – per assicurare una maggiore trasparenza ed evitare che le popolazioni dei paesi poveri siano derubate di risorse altrimenti utilizzabili per importanti azioni di lotta contro la povertà.
 
Se vuoi contribuire anche tu, chiedendo ai leader di aderire ad un insieme di misure concrete per assicurare una maggiore trasparenza e aiutare a fermare affari loschi che intrappolano le persone nella povertà, ponendo così fine allo scandalo da mille miliardi di dollari, firma qui la petizione di ONE.
 
A cura di Mauro Lavagna
ONE è l’organizzazione internazionale co-fondata da Bono che promuove campagne e azioni di sensibilizzazione per porre fine alla povertà estrema, alle malattie prevenibili e all’ingiustizia, soprattutto in Africa
 
Per diventare membro vai sul sito ufficiale one.org e segui le semplici indicazioni “Join the fight against extreme poverty”
 
Associazione apolitica, è sostenuta da 7 milioni di membri e, senza chiedere aiuti finanziari alle persone, mira a sensibilizzare l'opinione pubblica e a sollecitare l'intervento di leader politici per combattere l’AIDS e le malattie prevenibili, aumentare gli investimenti per l’agricoltura e l’alimentazione e chiedere ai governi maggiore trasparenza nei programmi di lotta alla povertà
 
Quaranta giovani provenienti da tutta Italia sono stati selezionati per partecipare al prestigioso programma “Giovani ambasciatori”, che comprende un'ampia squadra di 300 giovani provenienti da tutta Europa. La terza edizione del programma è stata inaugurata questo weekend a Roma, dove i ragazzi sono stati impegnati in giornate di formazione sull’organizzazione di attività di lobby, l'utilizzo dei social media e i rapporti con i mezzi di comunicazione
 
Nel corso di tutto il 2016 gli Ambasciatori organizzeranno eventi, condurranno azioni di sensibilizzazione presso i parlamentari e faranno sentire la loro voce tramite i più svariati mezzi di comunicazione
 
In particolare, quest'anno sono previsti diversi vertici mondiali che influiranno sulle condizioni di vita dei più poveri del mondo. I giovani ambasciatori ONE faranno dunque pressione sui leader mondiali in occasione del Vertice anticorruzione previsto a Londra nel mese di maggio, del secondo Summit “Nutrizione per la crescita” che si svolgerà a Rio nel mese di agosto e della conferenza di rifinanziamento del Fondo globale per la lotta all’AIDS, la tubercolosi e la malaria prevista in autunno
 
Il loro motto e quello dell'intera organizzazione è "We are not asking for your money, we are asking for your voice!"
 
E allora che aspetti, unisciti a ONE nella sua lotta!
 
Per diventare membro vai sul sito ufficiale one.org e segui le semplici indicazioni “Join the fight against extreme poverty”
 
LA REDAZIONE

Rubrica

Follow Us on

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, solo per alcune funzionalità tecniche dei servizi offerti.
Puoi prendere visione dell’informativa estesa sull’uso dei cookie cliccando QUI.

Cliccando su "ok" acconsenti all’uso dei cookie.