Il progetto Borgen offre diversi stage aperti nei settori politico e dei social media.



Per altre opportunità simili visita la sezione Cooperazione

Ente: Il progetto Borgen è un'incredibile organizzazione senza scopo di lucro che sta lotta a livello glòobale contro la povertà e la fame. Fondato nel 2003 a Seattle, il progetto Borgen ritiene che i leader della nazione più potente sulla terra dovrebbero fare di più per affrontare la povertà globale.  Si tratta di un'innovativa campagna nazionale che sta lavorando per rendere la povertà al centro della politica estera degli Stati Uniti. Nel 1999, mentre lavorava come giovane volontario nei campi profughi durante la Guerra del Kosovo e il genocidio, Clint Borgen riconobbe la necessità di un'organizzazione che potesse concentrare l'attenzione politica degli Stati Uniti sull'estrema povertà. Nel 2003, dopo essersi laureato alla Washington State University e aver fatto un internato alle Nazioni Unite, Borgen iniziò a sviluppare l'organizzazione. Avendo bisogno di finanziamenti per le startup, Borgen ha trovato un lavoro vivendo su una nave da pesca ormeggiata a Dutch Harbor, in Alaska (nella stessa posizione di "The Deadliest Catch"). Da umili origini in una delle regioni più remote del mondo, è nato The Borgen Project. Un uomo con un laptop e un budget proveniente dai suoi stipendi in Alaska si è evoluto in una campagna nazionale con volontari che operano in 405 città degli Stati Uniti.

 

Dove: lavoro in remoto

 

Destinatari: Tutti coloro in possesso dei requisiti

 

Quando: 4 mesi, part-time 14 ore settimanali

 

Scadenza: non specificato

Descrizione dell’offerta: Lo stage ha la durata di 4 mesi e il tirocinante è responsabile della direzione di iniziative pubbliche e politiche nello stato e nel distretto a cui è stato assegnato. Le principali responsabilità sono:
- Incontrare membri del Congresso e / o membri del personale del Congresso nel tuo stato e distretto
- Rappresentare il progetto Borgen in vari eventi aziendali, politici e comunitari
Creare una campagna di raccolta fondi personale e raggiungere gli obiettivi.
- Mobilitare le persone a contattare i loro membri del Congresso a sostegno della fondamentale legislazione sulla riduzione della povertà
- Se necessario, parlare con gruppi, classi e organizzazioni
- Scrivere lettere di supporto per programmi chiave a leader politici, media e altri gruppi
Solo il 12% dei candidati stagisti che si candidano al Borgen Project sono selezionati. Il processo di selezione si concentra più sulla ricerca di grandi persone, con una forte etica del lavoro e passione ed è altamente competitiva. Le posizioni dei lavoratori in remoto, devono rispettare scadenze settimanali, partecipare a riunioni tramite conference call e inviare rapporti regolari. Tutte le posizioni non sono retribuite, ma è disponibile un credito collegiale.

Potresti essere interessato anche ad altre posizioni aperte come:
Social Media Internship o

Donor Relations Internship

 

Requisiti: Il candidato ideale dovrebbe soddisfare i seguenti requisiti:
- Abilità di scrittura eccezionali
- Self-starter che può produrre ottimi risultati con una supervisione limitata
- Forti capacità di comunicazione orale e capacità di condurre riunioni e discorsi

 

Costi/Retribuzioni: non retribuito

 

Guida all’application: È possibile candidarsi al seguente link

 

Link utili:

Link all'offerta

Altre posizioni aperte

Borgen Project Homepage

 

Contatti Utili:

Borgen project contatti

 

a cura di Chiara Dello Russo

La redazione carriereinternazionali.com declina ogni responsabilità sull’attendibilità delle informazioni contenute nella scheda. Per informazioni in merito all’opportunità, contattare l’ente proponente.

LA REDAZIONE

Sei interessato alle tematiche internazionali e cerchi un modo per aumentare o approfondire le tue conoscenze? L’ISPI School propone tutto l’anno corsi brevi di 2 giorni incentrati sui temi più attuali e legati a geopolitica, affari europei, sviluppo e cooperazione, emergenze umanitarie, europrogettazione, Fundraising, Human Security

 

Per altre opportunità simili visita la sezione Formazione

 

Ente: l’Istituto per gli Studi di Politica Internazionale (ISPI) fu fondato nel 1934 come associazione da un gruppo di giovani intellettuali e il suo scopo originario era quello di promuovere in Italia lo studio dei problemi internazionali. L’ISPI è oggi riconosciuto tra i più prestigiosi think tank dedicati allo studio delle dinamiche internazionali. È l’unico istituto italiano ad affiancare all’attività di ricerca un significativo impegno nella formazione, nella convegnistica e nelle attività di analisi e orientamento sui rischi e sulle opportunità a livello mondiale per le imprese e le Istituzioni. Tutta l’attività è caratterizzata da un approccio che coniuga l’analisi socio-politica con quella economica e da una estesa collaborazione con i principali think tank di tutto il mondo. L’attività di ricerca dell’ISPI è volta all’analisi rigorosa e imparziale delle dinamiche geopolitiche, strategiche ed economiche del sistema internazionale, anche con l’obiettivo di avanzare proposte di policy. I principali risultati della ricerca vengono raccolti in Rapporti e Policy Papers destinati al grande pubblico (con particolare attenzione ai giovani), ma anche al mondo delle imprese, a quello delle Istituzioni e a quello scientifico.

Nel 1950, l'ISPI ha costituito una propria scuola di formazione, la ISPI School. L'ISPI è stato elevato a ente morale il 13 marzo 1972 con un decreto del presidente della Repubblica

 

Dove: Milano, sede ISPI  (via Clerici 5, vicino al Duomo)

Destinatari: studenti, neolaureati e giovani professionisti

 

Quando: i CORSI DELLA WINTER SCHOOL si svolgono da novembre a maggio, prevedono 15 ore ciascuno e si svolgono in due giorni nel week-end (venerdì e sabato, dalle 9.30 alle 18.30)

 

Descrizione dell’offerta: i corsi brevi ISPI rappresentano un'opportunità per studenti, neolaureati e giovani professionisti di avvicinarsi ai principali temi internazionali attraverso lezioni intensive di due giorni per approfondire un argomento di interesse o acquisire conoscenze tecniche necessarie alla propria professione. A fare lezione sono sempre ricercatori, professori universitari, professionisti e rappresentanti di istituzioni nazionali e internazionali che, a una didattica di tipo "tradizionale", affiancano testimonianze, esercitazioni, simulazioni, case study e lavori di gruppo, per coinvolgere direttamente i presenti. Ecco l’elenco dei prossimi corsi a cui puoi già iscriverti:

 

Cina: nuova potenza economica e politica, 19-20 gennaio

Le politiche energetiche dell'UE, 19-20 gennaio

Human Rights Defenders, 26-27 gennaio

I diritti umani in Europa, 26-27 gennaio

Media e ICT per lo sviluppo, 2-3 febbraio

L'UE e la politica estera degli Stati Uniti dopo il primo anno di Presidenza Trump, 2-3 febbraio

La logistica nelle emergenze umanitarie, 9-10 febbraio

Europrogettazione: tecniche e strumenti, 9-10 febbraio

Geopolitica del Medio Oriente, 9-10 febbraio

L'Europa nel mondo: politica estera, di sicurezza e difesa dell’UE, 16-17 febbraio

Green Economy and Development, 16-17 febbraio

Project Cycle Management, 16-17 febbraio

Paesi ad alto rischio e sicurezza personale, 2-3 marzo

Energia e cambiamenti climatici: ruolo e politiche dell'UE tra processo negoziale e citizens engagement, 9-10 marzo

Migrazioni e sviluppo, 9-10 marzo

Cybersecurity e Relazioni Internazionali, 9-10 marzo

Humanitarian Protection, 16-17 marzo

L'ISIS e le nuove forme del jihadismo, 16-17 marzo

Fundraising e cooperazione, 16-17 marzo

La politica estera russa e la crisi dell'ordine occidentale, 23-24 marzo

Europa e Mediterraneo, 23-24 marzo

Acqua: una risorsa contesa, 23-24 marzo

Monitoraggio e valutazione nell'aiuto umanitario, 6-7 aprile

Parità di genere e women’s empowerment, 6-7 aprile

Turismo responsabile e sviluppo sostenibile, 6-7 aprile

L'Europa sociale: le politiche dell'UE, 13-14 aprile

Disaster Risk reduction, 4-5 maggio

Gli slums e i progetti di sviluppo urbano partecipativo e integrato, 11-12 maggio

Il negoziato nelle crisi umanitarie, 11-12 maggio

 

Chi frequenta almeno l'80% delle lezioni riceve un attestato di partecipazione, mentre chi cerca un percorso più completo può anche conseguire un diploma scegliendo di frequentare 5 corsi (e superare un esame finale) in Affari Europei, Emergenze e Interventi Umanitari, Geopolitica e Sicurezza Globale, Human Security and Sustainable Development, Sviluppo e Cooperazione Internazionale

 

Costi: La quota di partecipazione a un singolo corso, comprensiva di materiali didattici, è pari a 200 euro, da versare entro due settimane dall'inizio del corso

Guida all’application: per partecipare è necessario iscriversi tramite la pagina del corso di proprio interesse (in caso di problemi o domande, inviare una e-mail a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. o chiamare il numero 02.863313275) e versare l'intera quota di partecipazione, entro due settimane prima dall'inizio del corso. Qui trovi tutti i metodi di pagamento disponibili

 

Informazioni utili: i corsi sono destinati a un numero limitato di partecipanti e saranno attivati al raggiungimento del numero minimo. Se un corso ha raggiunto il numero massimo di iscritti, è possibile richiedere l'iscrizione alla relativa lista di attesa. La Segreteria corsi provvederà a comunicare via e-mail “attivazione" o "non-attivazione" a tutti gli iscritti una settimana prima dall'inizio del corso. In caso di "non-attivazione", si avrà diritto a richiedere il rimborso della quota di iscrizione versata, o utilizzare il credito per un altro corso entro 12 mesi, al quale ci si potrà iscrivere on-line sempre due settimane prima dell'inizio del corso stesso

Link utili:

Corsi brevi ISPI

ISPI

 

Contatti Utili:

Via Clerici, 5 - 20121

Milano - Italia

Telefono: +39.02.86.33.131

Fax: 02.86.92.055 - 02.86.33.13.284

Per info sui corsi brevi IPSI:

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Tel. 02.863313275



a cura di Elisa Onorati

La redazione carriereinternazionali.com declina ogni responsabilità sull’attendibilità delle informazioni contenute nella scheda. Per informazioni in merito all’opportunità, contattare l’ente proponente.

LA REDAZIONE

 



Rubrica

Follow Us on

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, solo per alcune funzionalità tecniche dei servizi offerti.
Puoi prendere visione dell’informativa estesa sull’uso dei cookie cliccando QUI.

Cliccando su "ok" acconsenti all’uso dei cookie.