30-07-2018

Babbel: La app per imparare le lingue

Nel 2008 nasce Babbel: siamo nell’anno del suo decimo compleanno.

La storia di Babbel, una torre di Babele in miniatura (il nome viene dal riferimento biblico e dal verbo "babbeln", dal dialetto tedesco che significa "chiacchierare") comincia quando i fondatori Markus Witte e Thomas Holl scoprono, quasi per caso, che ancora non esiste alcun metodo di apprendimento delle lingue online e decidono quindi di risolvere questo problema loro stessi.

Ora nelle sedi di Berlino e New York, l'azienda impiega un team di oltre 600 collaboratori provenienti da 50 nazioni diverse e 150 esperti di Didattica. Babbel offre un modello di abbonamento trasparente e libero da pubblicità, il cui obiettivo consiste nel far esprimere i propri utenti il prima possibile in una nuova lingua.

Una app che unisce metodi fondati a nuove tecnologie. Attualmente utilizzata da più di un milione di abbonati alla versione premium, Babbel permette di imparare 14 lingue a partire da 7 diverse lingue di visualizzazione ed è disponibile sia sul web che su dispositivi mobili iOS e Android. Le lezioni, brevi e compatte, si integrano perfettamente agli impegni della vita quotidiana, grazie anche alla loro suddivisione in temi utili, come ad esempio presentarsi, ordinare al ristorante o preparare un viaggio. Grazie a un metodo eternamente pratico, già dopo tre sessioni si acquisiscono le basi per imbastire una conversazione. Si scrivono le frasi, si ascolta, si ripete a un insegnante di bit, si fa leva su trucchi mnemonici: si visualizzano oggetti e occorre spostarli con le dita per associare una parola a un’immagine.

Il metodo Babbel aiuta a restare motivati per raggiungere i propri obiettivi: gli utenti utilizzano la app in media per più di un anno. I contenuti sono creati da un team di professionisti del settore quali esperti in didattica, linguisti ed insegnanti, e sono sviluppati in maniera specifica per ciascuna combinazione di lingue e per ogni livello di difficoltà. E i risultati sono garantiti: uno studio indipendente condotto dalla New York University ha confermato che 15 ore spese su Babbel regalano a un principiante le stesse competenze di un classico corso di sei mesi.
 

Nel 2016 Babbel Fast Company ha scelto Babbel tra le 50 aziende più innovative al mondo e la più innovativa nel campo dell’istruzione.

E sempre nel 2016 Babbel è stata inserita anche nella classifica delle 50 aziende tecnologiche europee con il più alto tasso di crescita da parte di Tech Tour, la piattaforma che aggrega investitori, partner strategici per le imprese e imprenditori high-tech.

Nell'agosto del 2017 Babbel e Cambridge English, punto di riferimento a livello globale per la valutazione della conoscenza della lingua inglese, hanno lanciato il Babbel English Test in collaborazione con Cambridge English. Questo sistema di valutazione linguistica online permette agli adulti che imparano l’inglese di attestare le proprie capacità di ascolto e di lettura, dal livello A1 (principiante) fino al livello B1 (intermedio) incluso. Chi sostiene il test otterrà una certificazione del risultato raggiunto, che potrà essere scaricata e utilizzata per dimostrare le proprie competenze linguistiche a potenziali datori di lavoro, per prepararsi in vista di un esame, per arricchire il proprio profilo professionale online o per l’autovalutazione. Ulteriori informazioni sono disponibili sul sito Babbel.com

 

 
 
Letto 898 volte

Rubrica

Follow Us on

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, solo per alcune funzionalità tecniche dei servizi offerti.
Puoi prendere visione dell’informativa estesa sull’uso dei cookie cliccando QUI.

Cliccando su "ok" acconsenti all’uso dei cookie.