Se la tua passione è lo sport, Giovani nel Mondo ti offre un’occasione imperdibile.

Vola a New York e vivi un’esperienza unica, confrontandoti con le migliori realtà in ambito sportivo.

In una sola settimana potrai intraprendere un viaggio alla scoperta della storia passata, presente e futura dello sport Americano.

Candidati e non perdere questa fantastica esperienza negli States.

Ente: Giovani nel Mondo

Dove: New York

Quando: 27 Ottobre-2 Novembre 2017

Scadenza: 15 Settembre 2017

Descrizione dell’evento: Il New York Sport Events (NYSE) è il primo evento internazionale per giovani e studenti completamente dedicato allo sport, un’opportunità unica per approfondire lo sport a tutto tondo. L’evento infatti costituisce un’occasione importante di approfondimento di tutti gli aspetti dello sport da quello atletico, alla comunicazione sportiva e giornalismo di settore fino al management e marketing sportivo.

I partecipanti infatti avranno la possibilità di incontrare dirigenti ed atleti delle migliori società sportive professionistiche di New York, i team sportivi delle principali università e college americani nonché numerosi giornalisti e operatori del settore.

 

Requisiti: Studente regolarmente iscritto alle Università Italiane

Costi: €1400 + Tasse Aeroportuali (le tasse aereoportuali ammontano di solito a circa 300 euro, l’esatto importo sarà comunicato entro 30 giorni dalla partenza). Il pagamento può essere effettuato in un’unica soluzione o in 2 tranche.

Guida all’application: Per candidarsi, gli interessati, dovranno compilare il form sulla home page del sito, questa prima application è soltanto una manifestazione di interesse, una volta compilata ogni candidato riceverà il link al form di registrazione finale e di conferma per procedere al pagamento parziale o totale della quota di adesione.

 

PROGRAMMA PROVVISORIO

GIORNO 1

PARTENZA DA ROMA FIUMICINO

ARRIVO A NEW YORK

TRANSFER IN HOTEL

CENA: LIBERA

GIORNO 2

MATTINA: VISITA AL MADISON SQUARE GARDEN & EDUCATIONAL TOUR

GO BEHIND THE SCENES AT THE WORLD'S MOST FAMOUS ARENA!

Include:

All Access Tour (accesso alla VIP area, Chase Bridges, accesso agli spogliatoi di Knicks e Rangers)

Incontro con un membro del corporate e production team del MSG, conferenza e Q&A session

POMERIGGIO: FREE TIME

GIORNO 3

Mattina: Il fantastico Yankee Stadium nel Bronx

Visita allo stadio

Pranzo presso l’Hard Rock Cafè del Yankees Stadium

Pomeriggio: CENTRAL PARK SPORT TOUR

Visita di Central Park, il parco più grande e famoso di NY. I partecipanti potranno scegliere tra due attività:

  1. Bike tour di un’ora con guida- fornito di bicicletta-casco-mappa del parco
  2. Nel famoso Lasker Rink di Central Park lezione di un’ora sul pattinaggio sul ghiaccio

GIORNO 4

Mattina: ESPN – The WorldWide Leader in Sport – Entertainment and Sports Programming Network è una emittente televisiva statunitense che trasmette programmi dedicati unicamente allo sport 24 ore su 24.

Visita agli studi del network ma New York, incontro con un responsabile della programmazione e della comunicazione. Incontro con professionisti dello sport Q&A Session

Pomeriggio: Libero

GIORNO 5

Giornata libera dedicata alla visita di New York e dintorni

Per gli interessati sarà possibile aderire al tour al Woodbury Common Premium Outlets con un costo aggiuntivo di 40 dollari (per coprire il costo di spostamento da NY a Woodbury – circa 1 ora di viaggio).

Il Woodbury Common Premium Outlets è composto da ben 220 negozi di importanti marchi americani e internazionali come Nike, Asics, Foot Loker, Puma, Reebok, Adidas,  Bottega Veneta, Polo Ralph Lauren, The North Face dove poter risparmiare ogni giorno tra il 25% e il 65%. Un’occasione unica per fare shopping sul tema sport e non solo.

GIORNO 6

MATTINA: Columbia University & Columbia Athletics Tour

Visita di un tipico campus americano, e di una delle più importanti università al mondo, arricchito da una visita particolare alla sezione athletics dove poter vedere sia le strutture sportive dell’università,  l’incredibile varietà di sport condotti all’interno in via professionale e assistere a delle attività sportive live.

PRANZO: Mensa dell’università

POMERIGGIO: Tempo libero

CENA: cena di gruppo (opzionale costo aggiuntivo di 60-80 dollari a persona)

GIORNO 7

Partenza per Roma

 

Link Utili:

Sito offerta

Contatti:

New York Sport Event

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.    

Giovani nel Mondo

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Pubblicato in Altre opportunità.
L’associazione francese Sport et Citoyenneté, prima Think Tank europea creata nel settore dello sport cerca un responsabile dei progetti di ricerca
 
Per altre opportunità simili visitare la sezione Europa
 
Ente: Creata nel settembre 2007, l’associazione Sport et Citoyenneté è l'unica think tank europea dedicato allo studio dell'impatto sociale dello sport. Essa fornisce uno spazio di riflessione e di proposta per rendere efficaci le politiche sportive. L'associazione si propone di promuovere i valori fondamentali dello sport nella società collaborando con il governo, il settore delle imprese, della società civile e dei media
 
Dove: Angers, Francia
 
Destinatari: Giovani interessati ad approfondire le tematiche riguardo l’impatto sociale dello sport
 
Durata: Un anno 
 
Scadenza: Non specificato
 
Descrizione dell’offerta: L'Associazione Sport et Citoyenneté è alla ricerca di un responsabile di progetto di ricerca. Questa persona supporterà l’associazione sulla consulenza e sul lobbying in materia di diritto dello sport, inoltre provvederà alla predisposizione e al monitoraggio di progetti a livello europeo nonché alla gestione quotidiana delle attività dell'associazione
 
Requisiti: Il candidato ideale deve
-essere studente in materia di diritto
-avere un francese e un inglese ottimi
 
Documenti richiesti: Curriculum Vitae e lettere di motivazione
 
Retribuzioni: Non specificato
 
Guida all’application: Per candidarsi inviare i documenti di cui sopra al seguente indirizzo mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
 
Informazioni utili: L’Associazione pubblica una rivista trimestrale che apre un dibattito sul tema del ruolo che lo sport svolge all’interno della società parlando in particolare di salute, diritto sportivo, inclusione sociale, l'etica e l'economia nello sport, il volontariato e la cittadinanza attiva, la governance, l'identità europea, i valori, e il dialogo sociale
 
Link utili:
 
Contatti utili:
Barbara Conin
Tel : 02 41 36 2196
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
 
 
A cura di Vittorio Borsa,
La redazione carriereinternazionali.com declina ogni responsabilità sull’attendibilità delle informazioni contenute nella scheda. Per informazioni in merito all’opportunità, contattare l’ente proponente.
LA REDAZIONE
Pubblicato in Europa.
Se sei un appassionato di calcio, non perdere l’opportunità di entrare in una delle società più importanti d’italia, l’AS Roma ti aspetta! Il club offre la possibilità di inviare la propria candidatura spontanea, non perdere questa occasione e realizza il tuo sogno
 
Per simili opportunità visita la nostra pagina Altre Opportunità
 
Ente: L'Associazione Sportiva Roma SpA, nota anche come AS Roma o, più semplicemente, Roma, è una società calcistica italiana con sede a Roma, fondata nel 1927, che per la stagione 2015-16 milita nella massima divisione del campionato italiano di calcio. È una delle tre società di calcio italiane (assieme a Lazio e Juventus) a essere quotate in borsa. Includendo la stagione in corso, la Roma ha partecipato a 87 campionati nazionali (seconda squadra per numero di partecipazioni alla Serie A dal 1929-30, dopo l'Inter, al pari della Juventus), di cui uno soltanto in Serie B (1951-52). I giallorossi hanno vinto 3 scudetti, 9 Coppe Italia e 2 Supercoppe italiane.
 
Dove: Roma
 
Destinatari: utenti interessati
 
Quando: non specificato
 
Scadenza: non specificato
 
Descrizione dell’offerta: Se sei creativo, ami le sfide, il lavoro di squadra, condividi i valori del club e se hai l’ambizione, la voglia e l’entusiasmo di aiutare il Club a eccellere dentro e fuori dal campo, l’AS Roma vorrebbe conoscerti. La Società da la possibilità di inviare il proprio curriculum spiegando quali vostre specialità possano contribuire alla crescita del club
 
Requisiti: non sono richiesti dei requisiti particolari, ognuno mette in risalto le proprie capacità e verrà ricontattato a seconda delle necessità della società
 
Costi/Retribuzione: non specificato
 
Guida all’application: Invia il tuo CV e una lettera di presentazione, specificando nel dettaglio il tuo campo di specializzazione e spiegando il motivo per cui credi di poter contribuire alla crescita della Società, all'indirizzo Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo..
 
Informazioni utili: Nell’estate del 1927, con grande soddisfazione degli sportivi romani dell’epoca, attraverso la fusione fra le tre società sportive Alba-Audace, Fortitudo-ProRoma e Foot Ball Club di Roma (meglio noto come Roman) nacque l'Associazione Sportiva Roma. Come annunciato dai maggiori quotidiani dell’epoca (tra gli altri Il Messaggero e La Gazzetta dello Sport nella sua edizione romana), l’accordo fu raggiunto nel tardo pomeriggio del 7 giugno 1927. La missione ebbe subito successo: la Roma nella sua stagione d’esordio 1927-28 si aggiudicò subito il suo primo titolo: la Coppa Coni, conquistata battendo in finale il Modena.
 
Link utili:
 
A cura di Alessandra Marsico
 
La redazione carriereinternazionali.com declina ogni responsabilità sull’attendibilità delle informazioni contenute nella scheda. Per informazioni in merito all’opportunità, contattare l’ente proponente.
 
LA REDAZIONE
Pubblicato in Altre opportunità.
Sport et Citoyenneté è la prima think thank europea dedicata interamente allo sport ed è alla ricerca di stagisti. Qualsiasi sia il tuo campo di specializzazione, dalle scienze politiche a quelle motorie, dal diritto all’economia, se lo sport è la tua passione, non perderti questa opportunità!
 
Per simili opportunità visita la nostra pagina Europa
 
Ente: Lanciata nel Settembre del 2007 in Francia, la Sport et Citoyenneté è la prima think thank europea dedicata allo studio delle politiche pubbliche Europea nel campo dello sport, e all’impatto dello sport sulla società Europea
 
Dove: Angers, Maine e Loira, Francia
 
Destinatari: Studenti di giurisprudenza, science politica, economia, scienze motorie e sportive
 
Quando: Durante tutto l’anno
 
Scadenza: non è prevista
 
Descrizione dell’offerta: L’associazione ricerca un responsabile per un progetto di ricerca. Questa persona aiuterà nel campo giuridico-sportivo, in seno alla struttura sulle missioni di consulenza e di lobbying. Assisterà in oltre all’installazione a al monitoraggio di progetti a livello comunitario e aiuterà nella gestione quotidiana dell’associazione
 
Requisiti:
- studenti di giurisprudenza, science politica, economia, scienze motorie e sportive (a partire dal terzo anno della laurea triennale all’ultimo della laurea magistrale/master)
- capacità di scrittura in francese e inglese
 
Costi/Retribuzione: non specificato
 
Guida all’application: Invia il tuo CV e la tua lettera di motivazione a
Mme Barbara Conin,
Association Sport et Citoyenneté,
11 rue Alexandre Fleming 49066 ANGERS
Tel : 02 41 36 21 96| Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
 
Informazioni utili: Angers è un comune francese di 151.689 abitanti capoluogo del dipartimento del Maine e Loira nella regione dei Paesi della Loira. Capoluogo dell'omonimo arrondissement, è la capitale storica dell'Angiò. Colonia romana e cuore di un prospero ducato in età medievale, la città fu culla della celebre famiglia degli Angioini.
 
Link utili:
 
A cura di Alessandra Marsico
 
La redazione carriereinternazionali.com declina ogni responsabilità sull’attendibilità delle informazioni contenute nella scheda. Per informazioni in merito all’opportunità, contattare l’ente proponente.
 
LA REDAZIONE
Pubblicato in Europa.
L’International Council of Sport Science and Physical Education offre l’opportunità unica a giovani motivati di 4 internship retribuiti nella sua sede principale a Berlino. Cosa aspetti? Candidati subito!
 
Per altre opportunità simili visita la sezione Cooperazione, Sviluppo e Volontariato
 
Ente: L’International Council of Sport Science and Physical Education, noto anche con l’acronimo ICSSPE, è il più grande network a livello mondiale di organizzazioni e istituzioni che si occupano di sport, scienze motorie ed educazione fisica, contando l’appoggio di milioni di persone. L’ICSSPE è stato fondato nel 1958 con l’intenzione di mantenere una prospettiva inclusiva delle differenti discipline sportive. Cercando di rimarcare l’importanza delle stesse a livello di scienze sociali e di salute fisica, l’ICSSPE garantisce una continua collaborazione tra le varie materie di interesse e un dialogo attuale tra le diverse organizzazioni scientifiche e professionali
 
Dove: Berlino, Germania
 
Destinatari: Giovani neolaureati
 
Durata: 3 mesi
 
Scadenza: il termine ultimo per concludere l’internship è il 31 dicembre 2016, per cui si presume che la call resterà aperta fino a tre mesi prima circa
 
Descrizione offerta: L’ICSSPE offre 4 posizioni per il programma “Internship Opportunity for Future Policy Makers” indetto dall’ICSSPE Executive Office di Berlino. I candidati meritevoli dovranno dimostrare uno spiccato interesse per il lavoro di sostegno e le politiche di sviluppo, avendo una conoscenza adeguata del mondo dello sport atta ad affrontare e realizzare i vari progetti attivi all’arrivo nell’ufficio ad essi assegnato
 
Requisiti: Sono gradite le candidature da parte di tutti i giovani motivati e con un’ottima conoscenza della lingua inglese, preferibile un percorso di studi affine alle materie trattate dall’ICSSPE
 
Retribuzione: Gli stagisti percepiranno un supporto economico di 450 €, insieme ad un rimborso spese di viaggio pari approssimativamente a 1500 €. Saranno inoltre offerti ai candidati da parte dell’organizzazione dei corsi di lingua serali 2 volte a settimana
 
Documenti richiesti:
 
-curriuclum vitae
-lettera di motivazione
-lettera di supporto indirizzata a Andrea Blume
 
Guida all’application: tutti i documenti richiesti dovranno essere inviati al seguente indirizzo email: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
 
Info utili: L'invio delle application è gradito da parte dei giovani di tutto il mondo, ma sono specialmente i benvenuti ragazzi provenienti dal Brasile, USA, Sud Africa, Australia e Giappone
 
Link:                      
 
 
Contatti utili:
 
ICSSPE/CIEPSS
Hanns-Braun-Straße, Friesenhaus II
14053 Berlin
Germany
 
Tel: +49 30 311 0232-10
Fax: +49 30 311 0232-29
Email:Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
 
A cura di Eleonora Mantovani
 
La redazione carriereinternazionali.com declina ogni responsabilità sull’attendibilità delle informazioni contenute nella scheda. Per informazioni in merito all’opportunità, contattare l’ente proponente
 
LA REDAZIONE
 
Il 26 settembre, a Roma, Assist ha organizzato il primo Meeting Nazionale sullo Sport Femminile per discutere dei temi legati alle pari opportunità nello sport e al riconoscimento delle atlete come professioniste. Carriereinternazionali.com ha colto l’opportunità per discutere di un problema tanto importante quanto sconosciuto ai giovani.
 
La nuova programmazione dell’Unione Europea per il periodo 2014-2020, ha sottolineato ancora una volta l’importanza delle pari opportunità di genere, identificandola come main-stream per il Fondo Sociale Europeo.  In Italia, le pari opportunità restano ancora un nodo irrisolto, nonostante gli sforzi legislativi intrapresi. Nella realtà infatti c’è ancora molto da fare e problematiche particolarmente complesse riguardanti le pari opportunità di genere esistono anche in un contesto come lo Sport: si tratta del riconoscimento del professionismo nello sport. In Italia, infatti le donne non sono riconosciute come atlete professioniste.
 
Il primo Meeting Nazionale sullo Sport Femminile è stato fortemente voluto da Assit, Associazione Nazionale Atlete, fondata ormai 15 anni fa da due ex-giocatrici di pallavolo e che trova ora seguito nelle atlete di tutte le discipline. Alla conferenza sono intervenute numerose sportive, dall’attuale capitana del Setterosa Tania Di Mario a una grandissima cestista come Stefania Passaro o pallavolista come Manuela Benelli. Tutte hanno raccontato la loro storia, di come fare sport sia difficile ed è solo la passione che ti spinge ad allenarti e ad inseguire risultati ogni giorno perché l’unica certezza che le atlete hanno è quello che non hanno. Riconoscere uno sport professionistico implica che il rapporto tra società sportiva – datore di lavoro e atleta – professionista venga trattato come un qualsiasi rapporto di lavoro subordinato con tutte le garanzie che ne conseguono e cioè previdenza sociale, fondo pensionistico, assistenza sanitaria e diritto alla maternità. Il problema è stato messo leggermente più in risalto dalla recente finale tutta italiana degli US Open di tennis: chi non si occupa tradizionalmente di sport ha scoperto, con ovviamente non poca sorpresa, che un’atleta come Flavia Pennetta è per lo Stato italiano dilettante.
 
Esiste una legge, la 91/1981, che regola e definisce lo sportivo professionista, includendo oltre agli atleti, gli allenatori, lo staff tecnico e i preparatori, e i diritti/doveri che derivano dal suo rapporto di lavoro equiparato a quello del lavoratore subordinato. Il paradosso, purtroppo tipicamente italiano, è che non vengono menzionate le donne, che sono quindi escluse, e che la legge, per quanto concerne materialmente la distinzione tra agonisti e dilettanti, rinvia ai regolamenti del CONI e delle Federazioni sportive. Nella fattispecie queste ultime non si sono dotate di specifici regolamenti con cui discernere l’attività che si può considerare professionistica, secondo la 91/1981 semplicemente quella che per l’atleta rappresenta la principale fonte di reddito, e quale dilettantistica di conseguenza la legge risulta inapplicabile. Soltanto alcune discipline praticate da uomini sono riconosciute come professioni, il calcio ovviamente, la pallacanestro (solo serie A1), il golf, il ciclismo, il motociclismo e la boxe.
 
Questo fatto costituisce una vera e propria fonte di discriminazione per gli atleti in generale, che, per gli sport individuali, trovano soluzione con l’arruolamento nei corpi sportivi militari. Lo sport italiano è tristemente quello più militarizzato d’Europa. Per gli sport di squadra invece attualmente non c’è soluzione e la differenza tra uomini e donne viene ulteriormente accresciuta dalla disparità dei trattamenti economici. In media, a parità di disciplina, il compenso per un atleta uomo è del 50% superiore rispetto a quello di un’atleta donna. Solo nella pallanuoto si è raggiunta la parità grazie alla battaglia portata avanti con determinazione da Assist.
Uno dei fatti più sconcertante in merito al rapporto di lavoro delle atlete donne è la previsione di una clausola anti-maternità che permette la risoluzione di diritto del contratto. Tutto questo è anti costituzionale. L’articolo 3 della nostra Costituzione recita infatti che “Tutti i cittadini hanno pari dignità sociale e sono eguali di fronte alle legge, senza distinzione di sesso […]. È compito della Repubblica rimuovere gli ostacoli di ordine economico e sociale, che, limitando di fatto la libertà e l’eguaglianza dei cittadini, impediscono il pieno sviluppo della persona umana […]”.
 
In Senato, la senatrice Josefa Idem, più volte campionessa del mondo, oro alle Olimpiadi e ovviamente dilettante, e la vicepresidente del Senato Valeria Fedeli, stanno promuovendo un DdL che mira a modificare l’esistente legge 91/1981 per rimuovere qualsiasi discriminazione tra uomini e donne nel trattamento dell’atleta professionista, il riconoscimento dello status di lavoratore e il reinserimento nel mondo del lavoro al termine dell’attività agonistica. Questo DdL, che va sotto il nome di AS 1996, presentato il 30 settembre in Senato con una conferenza stampa, punta a modificare la vigente legge con lo scopo fondamentale di rimuovere le discriminazioni tra uomini atleti e donne atlete proprio sostituendo negli articoli 2, 3, 10 i rimandi ai regolamenti federali con un rinvio ai principi costituzionali. A ben vedere potrebbe sembrare poco, ma così non è poiché rinviare alla Costituzione istituisce la massima tutela dei diritti.
 
Nel corso della conferenza stampa del 30 settembre è ovviamente intervenuta Josefa Idem, che da campionessa dilettante, ben sa cosa significa non avere diritti. Il suo intervento è energico e appassionato, non si vergogna a raccontare di aver partecipato da puerpera per ben tre volte ai mondiali. Questo sacrificio per non privarsi della sua vita: quella di donna e quella di atleta. Come sostiene la senatrice Idem, il DdL è solo un piccolo tassello di un enorme mosaico, è “introdurre il piede in una porta che si apre su una stanza da mettere in ordine”. Anche la vicepresidente del Senato, nella sua presentazione della legge, è apparsa alquanto determinata: oltre all’assurdità della situazione che chiede di essere risolta praticamente da 34 anni, è impensabile che nel 2015 ci siano ancora casi per cui debba essere usata la parola discriminazione.
 
Ma a breve anche l’Italia dovrebbe adeguarsi al resto dell’Europa, dove il trattamento del rapporto atleta – società non necessita nemmeno di una specifica disciplina perché non si sono posti il problema della distinzione tra dilettante e professionista. Chi fa dello sport il proprio mestiere è considerato come tutti i lavoratori dipendenti. La senatrice Fedeli ha preso l’impegno seriamente, al punto da affermare che il DdL sarà legge per l’8 marzo per festeggiare adeguatamente la festa della donna. La battaglia per ottenere questo diritto per le donne è un po’ come tentare di prendere un raggio di sole, più semplice sapendo come esporsi, ma soprattutto chi si abbronza non toglie niente a nessuno.
 
A cura di Federica Vassalli
 
Pubblicato in Europa.
Il brocardo latino mens sana in corpore sano ci ricorda come ad un sano sviluppo della vita interiore corrisponda una salute fisica e viceversa. Come sviluppare armonicamente le due parti? Forse lo sport può essere una risposta! Iniziare una carriera manageriale nel mondo dello sport può essere non solo arricchente ma anche un’ottima opportunità lavorativa. Molte società sportive, italiane e non, richiedono figure che abbiano competenze specifiche nella gestione del marketing, del fund raising, della comunicazione e della gestione degli eventi sportivi. Lo Sport Business Manager si occupa inoltre di sviluppare le modalità di organizzazione e gestione degli impianti sportivi e del capitale umano. Inizia un percorso formativo che può portarti a sviluppare questo settore e aiutare tanti giovani a coltivare la loro passione per lo sport! Scopri il master in Sport Business Management  della Business School del Sole 24 Ore e del Corriere dello Sport!
 
Ente: La 24 ORE Business School è uno dei principali punti di riferimento nel panorama dell’aggiornamento professionale e della formazione che opera dal 1991. La sua offerta formativa è specialistica, innovativa e multimediale in tutte le aree tematiche in linea con le strategie editoriali del GRUPPO24ORE.
 
Descrizione offerta: Il percorso formativo si articola in 3 momenti principali: la formazione in aula, le verifiche alla fine di ogni singolo modulo e lo stage aziendale. Il Master permette inoltre agli studenti di confrontarsi costantemente con il mondo delle imprese, delle organizzazioni sportive (Federazioni, associazioni, enti di promozione, società e centri sportivi) lavorando su casi aziendali e progetti reali. Completeranno il percorso formativo il corso di business english, il laboratorio manageriale, volto a rafforzare quelle capacità relazionali e caratteristiche personali e numerose testimonianze di sportivi di successo. La docenza è affidata a consulenti, manager e professionisti del settore sportivo che con una collaudata metodologia didattica e un taglio prettamente operativo assicurano un approccio tecnico-operativo e un apprendimento completo della materia.
 
Destinatari: Il Master si rivolge a neo laureati in discipline socio-economiche, giuridiche, umanistiche, scienze motorie e a giovani professionisti interessati a migliorare la propri preparazione professionale.
 
Link Utili: Per informazioni dettagliate sul master clicca qui
Per informazioni sugli altri master della Business School del sole 24 ore clicca qui!
 
Contatti Utili:
Per ulteriori informazioni relative al Master rivolgersi a:
VALENTINA MILANO
 06.3022.6217
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. Sole 24 ORE Business School ed Eventi
Milano - Via Monte Rosa, 91
Roma - Piazza dell’Indipendenza, 23 b/c
Servizio Clienti:
tel. 02 (06) 3022.3147/3811/6372/6379
fax 02 (06) 3022.4462/2059/6280
e-mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
 
A cura di Valerio Pellegrini
 
La redazione carriereinternazionali.com declina ogni responsabilità sull’attendibilità delle informazioni contenute nella scheda. Per informazioni in merito all’opportunità, contattare l’ente proponente. LA REDAZIONE

Rubrica

Follow Us on

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, solo per alcune funzionalità tecniche dei servizi offerti.
Puoi prendere visione dell’informativa estesa sull’uso dei cookie cliccando QUI.

Cliccando su "ok" acconsenti all’uso dei cookie.