Burson Cohn & Wolfe (precedentemente Burson-Marsteller), una pluripremiata società di consulenza in materia di affari pubblici e comunicazioni, offre un tirocinio retribuito di 6 mesi nell'ambito della pratica di relazioni governative. Candidati ora e inizia la tua carriera internazionale!

 

Per opportunità simili visita la sezione: Europa

 

Ente: BCW (Burson Cohn & Wolfe) è una delle più grandi agenzie di comunicazione globali a servizio completo del mondo. Fondata dalla fusione del 2018 di Burson-Marsteller e Cohn & Wolfe, BCW offre contenuti creativi digitali e fondati sui dati e programmi di comunicazione integrati. Essi sono basati a loro volta su media guadagnati e scalati su tutti i canali per clienti nel B2B, consumer, corporate, gestione delle crisi, CSR, sanità, affari pubblici e settori tecnologici. BCW fa parte di WPP (NYSE: WPP), una società di trasformazione creativa.

 

Dove: Bruxelles, Belgio.

 

Quando: La data di inizio di questo tirocinio è prevista per Gennaio 2020. La durata prevista è di 6 mesi.

 

Destinatari: Candidati con background in studi europei, relazioni internazionali o altri settori di studio pertinenti.

 

Scadenza: 30/10/2019.

 

Descrizione dell’offerta

  • Monitoraggio e ricerca sugli sviluppi delle politiche dell'UE per conto dei clienti e per nuovi scopi commerciali;
  • Stesura di relazioni e preparazione di briefing;
  • Mappatura delle parti interessate;
  • Bozza di contenuti per campagne digitali e sociali;
  • Assistere nell'organizzazione di eventi e conferenze e frequentarli a titolo professionale;
  • Partecipare alle riunioni del team e alle sessioni di brainstorming;
  • Coinvolgimento nel lavoro del cliente e partecipazione all'interfaccia del cliente.

 

Requisiti

  • Avere interesse e una solida comprensione della politica e dei processi decisionali dell'UE - Una precedente esperienza nelle politiche pertinenti e alle istituzioni dell'UE costituirebbe un vantaggio (ad esempio in un'altra consulenza, un'associazione di categoria, una ONG o un patrocinio interno);
  • Forti capacità di ricerca e capacità analitiche;
  • Eccellenti capacità comunicative in inglese - sia parlato che scritto;
  • Esperienza con campagne e strumenti digitali e sociali;
  • Pensiero critico con il desiderio e la capacità di apprendere in un ambiente di squadra dinamico;
  • L'entusiasmo di lavorare in una squadra super internazionale (e divertente);
  • Proattività e intraprendenza sono altamente desiderabili.

 

Retribuzione: Tirocinio retribuito.

 

Guida all’application: Si prega di inviare la candidatura per questa posizione attraverso la pagina web dell’offerta.

 

Link utili

BCW

Offerta

 

Contatti Utili:  

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.




a cura di Riccardo Testa

La redazione carriereinternazionali.com declina ogni responsabilità sull’attendibilità delle informazioni contenute nella scheda. Per informazioni in merito all’opportunità, contattare l’ente proponente.

LA REDAZIONE

 

Vuoi iniziare una carriera internazionale? Dai uno sguardo alle attività della nostra associazione su www.festivaldellecarriereinternazionali.org

Pubblicato in Europa.

La posizione si trova nel team Human Capital Management (HCM), Payroll (PY), Organizational Management (OM), Solutions Architecture 1, progetto ERP / Umoja nel Dipartimento di Management, Strategia, Politica e Conformità a New York. L'addetto ai sistemi informativi associati (SAP HCM-PY-OM) riferirà a un addetto ai sistemi informativi o a un dirigente senior dei sistemi informatici.

 

Per opportunità simili visita la sezione: Organizzazioni Internazionali

 

Ente: Umoja ha la volontà di poter avere una trasformazione organizzativa continua, che consente un'erogazione di servizi di alta qualità e conveniente per l'evoluzione dei mandati delle Nazioni Unite, in qualsiasi parte del mondo. Aggiornando le competenze, armonizzando le pratiche e applicando la tecnologia globale, Umoja massimizza la produttività delle risorse umane, finanziarie e materiali delle Nazioni Unite.

 

Dove: New York, USA

 

Quando: non specificato

 

Destinatari: non specificato

 

Scadenza:  13 Ottobre

 

Descrizione dell’offerta

All'interno dell'autorità delegata, il responsabile dei sistemi informativi associati è responsabile dei seguenti compiti:

- Fornisce assistenza nella progettazione e nello sviluppo di nuove funzionalità di sistema nell'ambito dei moduli SAP HCM, PY e OM.

- Effettua analisi dei requisiti degli utenti e sviluppa miglioramenti e nuove funzionalità per gli stessi.

- Supporta il miglioramento e / o la modifica delle interfacce del sistema Umoja SAP con altri sistemi, sia esterni che interni (ICSC, Cassa pensioni, Inspira, ecc.).

- Supporta l'adeguamento continuo alla configurazione dei moduli HCM, PY e OM della soluzione Umoja.

- Aiuta a progettare, sviluppare e testare modelli di dati in SAP HANA necessari per creare report nell'ambito dei moduli SAP HCM, PY e OM.

- Aiuta a progettare, sviluppare e testare applicazioni SAP FIORI per quanto riguarda l'ambito di funzionalità e i requisiti dell'utente finale per i moduli SAP HCM, PY e OM.

- Effettua test rigorosi delle nuove funzionalità nei moduli SAP HCM, PY e OM.

- Sviluppa casi di test automatizzati utilizzando strumenti SAP standard.

- Effettua i test di integrazione con altri moduli SAP (come FI, FM, Treasury, ecc.)



Requisiti

Titolo universitario avanzato (laurea specialistica o equivalente) in informatica, sistemi di informazione o settore correlato. Un diploma universitario di primo livello in settori simili in combinazione con altri due anni di esperienza qualificante può essere accettato al posto del titolo universitario avanzato. È auspicabile la certificazione nei moduli SAP HCM (in particolare Payroll e OM). Un diploma universitario di primo livello e nessuna esperienza sarà accettata per i candidati che hanno superato il Young Professionals Program Examination (YPP) / National Competitive Recruitment Examination (NCRE) o il Servizio generale per l'esame professionale (G a P).



Retribuzione: non specificato

 

Guida all’application: Il candidato deve compilare il form online

 

Link utili

Offerta originale

 

Contatti Utili:  

Mail form

 

a cura di 

Federico Sconocchia Pisoni

 

La redazione carriereinternazionali.com declina ogni responsabilità sull’attendibilità delle informazioni contenute nella scheda. Per informazioni in merito all’opportunità, contattare l’ente proponente.

LA REDAZIONE

 

Vuoi iniziare una carriera internazionale? Dai uno sguardo alle attività della nostra associazione su www.festivaldellecarriereinternazionali.org

 

Questo è ciò che dicono gli studenti dell’Alta Scuola di Economia e Relazioni Internazionali dell'Università Cattolica del Sacro Cuore raccontano della loro esperienza in ASERI. Che cosa stai aspettando? Leggi le loro storie e scopri i punti di forza di ASERI!

 

Per altre opportunità simili visita la sezione Formazione

 

Ente: Sin dalla sua nascita nel 1995, ASERI (Alta Scuola di Economia e Relazioni Internazionali dell’Università Cattolica del Sacro Cuore) si è focalizzata sugli importanti cambiamenti economici e politici, dall’inizio dell’era della globalizzazione sino alle dinamiche più recenti.

 

Gli studenti di ASERI provengono da tutto il mondo, portando con sé i loro differenti background culturali. L’elevata qualità dell’insegnamento in ASERI garantisce agli studenti una forte e approfondita analisi sugli aspetti e i processi internazionali, così come uno studio scientifico accurato sulle metodologie, le discipline e la formazione professionale. Gli studenti si abituano a un apprendimento cooperativo, che mette a confronto le loro conoscenze e opinioni, creando proficui dialoghi.

 

Il corpo docente internazionale di ASERI offre corsi e seminari post laurea altamente qualificati, che uniscono teoria e pratica, letture e lavori di gruppo, apprendimento scientifico e crescita professionale.

 

Gli studenti ASERI sono oggi professionisti che lavorano in tutti i continenti per organizzazioni internazionali, compagnie multinazionali, centri di ricerca, accademie, istituzioni finanziarie, organizzazioni nazionali e sovranazionali, pubbliche amministrazioni, ONG.

 

"Sono passati più di 9 anni dalla mia laurea: ho vissuto in tre continenti, ho superato molte avventure, raccolto molta soddisfazione professionale e incredibile esperienza umana. Attualmente sto gestendo un progetto sul reinserimento di ex combattenti di Al Shabhab in Somalia attraverso un processo di riconciliazione della comunità. Sono arrivato in Kenya 8 mesi fa, dopo uno stage presso il Tribunale penale internazionale per il Ruanda durante il Master, alcune esperienze con poche ONG italiane, una lunga missione in Afghanistan con il Ministero degli Affari Esteri italiano, un’esperienza come funzionario per i diritti umani nelle Nazioni Unite e infine lavorando presso l’International Development Law Organization per lo Sviluppo. È stato un intenso viaggio professionale: grazie ASERI per aver reso possibile tutto questo"

Francesco Ponzoni, Program Manager e Legal Adviser presso l’International Development Law Organization – Kenya – Master in International Cooperation and Development (MICaD)

 

"Durante la mia esperienza ASERI, ho imparato quasi tanto dai miei colleghi quanto dai miei professori. Le nostre varie esperienze personali e professionali hanno intensificato le nostre discussioni in classe e creato opportunità di apprendimento al di fuori del nostro materiale di lettura. Ho anche apprezzato molto lo studio con professori affermati, che mi hanno incoraggiato a cercare di capire il nostro mondo in modi nuovi. Tutto ciò con lo sfondo della bellissima città di Milano - che occasione speciale è stata studiare in ASERI!".

Laurel Zigerelli, Deputy Project Manager e Latin America Research Analyst, Ascendant Program Services, LLC, USA - Master in International Relations (MIR)



"Ogni lezione è stata un'occasione per imparare, per pensare, per chiedere, per stupirsi, per discutere, per mettere in discussione. Tutti gli argomenti che abbiamo studiato erano come pezzi di un puzzle armonioso: ci è stato chiesto di metterli tutti insieme, in un modo che alla fine della giornata avrebbe potuto alla fine avere un senso. Quello che ho apprezzato di più è stato l'approccio di questo Master: ci è stata insegnata l'importanza di avere uno sguardo critico e di essere sempre curiosi, sfidare gli stereotipi, rifiutare le visioni semplicistiche, guardando oltre il nostro naso per capire una realtà così complessa e diversificata come il Medio Oriente. Questo è esattamente quello che stavamo cercando: con background e nazionalità diverse e con una ragione specifica per essere qui, ognuno di noi ha dato qualcosa agli altri, aggiungendo valore a questa esperienza. Questo Master e il mio stage mi hanno arricchito, reso una persona più forte, migliorato il mio pensiero critico, aprendo ulteriormente la mia mente."

Libera Chiara D'Acunto, Italy, Master in Middle Eastern Studies (MIMES)



Il Master ha rappresentato per me un'eccellente opportunità per apprendere nonché approfondire e sviluppare conoscenze su temi legati all'economia e alla politica internazionale, fornendomi le chiavi di lettura per comprendere al meglio e interpretare i processi e le tematiche politico-economiche che stanno definendo una realtà internazionale sempre più complessa e imprevedibile. Inoltre, attraverso seminari tenuti da accademici internazionali e professionisti, ho avuto modo di sperimentare un approccio più pratico ai corsi universitari, con lavori di gruppo su case studies che si sono rivelati un'ottima occasione anche per conoscere meglio i compagni di corso e stringere amicizie che durano ancora oggi. Grazie a una formazione interdisciplinare e un network internazionale di due prestigiose università, terminati gli studi mi è stato possibile valutare più opportunità in diverse realtà professionali. Attualmente lavoro nel settore finanziario-assicurativo e mi occupo di relazioni con banche, associazioni di categoria e più in generale di business development per supportare l'export delle PMI italiane.

Martin Biffi, Advisory SME Specialist, SACE – Master in Economia e Politiche Internazionali (MEPIN)



Guida all’application:

Master in Economia e politiche internazionali – scadenza domanda 30 giugno 2019

Master in Middle Eastern Studies – scadenza domanda 30 ottobre 2019

Master in International Relations – scadenza domanda 30 ottobre 2019

Master in International Cooperation and Development – scadenza domanda 30 ottobre 2019



Link utili:

Università Cattolica del Sacro Cuore  

ASERI



Contatti Utili:  

Università Cattolica del Sacro Cuore

ASERI - Alta Scuola di Economia e Relazioni Internazionali

Via San Vittore 18

20123 Milano

Telefono: +39 02 7234 8310

E-mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. 



a cura di Valentina Foscoli

La redazione carriereinternazionali.com declina ogni responsabilità sull’attendibilità delle informazioni contenute nella scheda. Per informazioni in merito all’opportunità, contattare l’ente proponente.

LA REDAZIONE

Vuoi iniziare una carriera internazionale? Dai uno sguardo alle attività della nostra associazione su www.festivaldellecarriereinternazionali.org





Ti interessano l'economia e le relazioni internazionali? Scopri cosa può offrirti l'Università Cattolica del Sacro Cuore. Da un ambiente multiculturale come fonte di apprendimento e arricchimento, ad un'alta qualità dell'insegnamento, dalla teoria alla pratica. Non perdere l'opportunità di diventare uno dei 1.250 studenti che la Scuola accoglie ogni anno!

 

Per altre opportunità simili visita la sezione: Formazione

 

Sin dalla sua nascita nel 1995, ASERI (Alta Scuola di Economia e Relazioni Internazionali dell’Università Cattolica del Sacro Cuore) si è focalizzata sugli importanti cambiamenti economici e politici, dall’inizio dell’era della globalizzazione sino alle dinamiche più recenti.

Gli studenti di ASERI provengono da tutto il mondo, portando con sé i loro differenti background culturali. L’elevata qualità dell’insegnamento in ASERI garantisce agli studenti una forte e approfondita analisi sugli aspetti e i processi internazionali, così come uno studio scientifico accurato sulle metodologie, le discipline e la formazione professionale. Gli studenti si abituano a un apprendimento cooperativo, che mette a confronto le loro conoscenze e opinioni, creando proficui dialoghi.

Il corpo docente internazionale di ASERI offre corsi e seminari post laurea altamente qualificati, che uniscono teoria e pratica, letture e lavori di gruppo, apprendimento scientifico e crescita professionale.

Gli studenti ASERI sono oggi professionisti che lavorano in tutti i continenti per organizzazioni internazionali, compagnie multinazionali, centri di ricerca, accademie, istituzioni finanziarie, organizzazioni nazionali e sovranazionali, pubbliche amministrazioni, ONG.

La mission: ASERI è un ente di formazione globale, che mira a creare un ambiente aperto capace di unire studenti di differenti paesi e culture provenienti da tutto il mondo. L’obiettivo è quello di creare uno standard post laurea nel campo dell’economia, della politica e delle istituzioni internazionali. Attraverso l’insegnamento, gli studenti si allenano ad interpretare le importanti trasformazioni che coinvolgono le dinamiche economico-politiche mondiali e i complessi scenari internazionali. Attraverso il dialogo, viene incoraggiata costantemente la comprensione dei differenti aspetti internazionali attraverso i quali gli studenti si immedesimano alla partecipazione di un mondo in continua evoluzione.

 

Scopri i 4 programmi di Master di ASERI:

 

Master in International Cooperation and Development (MICaD)

Un Master interdisciplinare orientato alle problematiche internazionali e dedicato a laureati che desiderano lavorare nell'ambito della cooperazione e dello sviluppo internazionale.

 

  - titolo: Master Universitario di primo livello

  - 60 ECTS

  - 1 anno

  - lingua inglese

Per scoprire come iscriversi, cliccare qui

 

Master in International Relations (MIR)

Un Master intenso e multidisciplinare della durata di un anno costruito grazie alle competenze di Aseri nell'ambito delle relazioni internazionali.

 

  - titolo: Master Universitario di primo livello

  - 60 ECTS

  - 1 anno

  - lingua inglese

Per scoprire come iscriversi, cliccare qui

 

Master in Middle Eastern Studies (MIMES)

Un Master dal programma innovativo, che mira a preparare gli studenti ad una profonda e migliore conoscenza della regione del Medio Oriente, attraverso un approccio multidisciplinari che abbraccia le relazioni internazionali, la storia, la geopolitica, i conflitti, la sicurezza, l'economia e le questioni relative all'energia.

 

  - titolo: Master Universitario di primo livello

  - 60 ECTS

  - 1 anno

  - lingua inglese

Per scoprire come iscriversi, cliccare qui

 

Master in Economia e Politiche Internazionali (MEPIN)

Un Master nato dalla collaborazione tra ASERI e l'Università della Svizzera Italiana di Lugano che mira a preparare gli studenti che desiderano lavorare in organizzazioni internazionali o aziende grazie a competenze multidisciplinari insieme a specifiche tematiche.

 

  - titolo: double degree – Master of Science e Master Universitario di primo livello

  - 120 ECTS

  - 2 anni

  - lingua italiana e alcuni corsi in lingua inglese

Per scoprire come iscriversi, cliccare qui

 

I valori di ASERI:

“Crediamo nei nostri studenti perché essi sono il futuro dell’economia e delle relazioni internazionali. Crediamo in un insegnamento dinamico e contemporaneo che prepari giovani professionisti a operare effettivamente nelle organizzazioni e nelle istituzioni internazionali, nelle multinazionali e nelle ONG.” Prof. V.E. Parsi



Link utili:

Università Cattolica del Sacro Cuore  

ASERI

          

Contatti Utili:  

Università Cattolica del Sacro Cuore

ASERI - Alta Scuola di Economia e Relazioni Internazionali

Via San Vittore 18

20123 Milano

Telefono: +39 02 7234 8310

E-mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.




a cura di Valentina Foscoli

La redazione carriereinternazionali.com declina ogni responsabilità sull’attendibilità delle informazioni contenute nella scheda. Per informazioni in merito all’opportunità, contattare l’ente proponente.

LA REDAZIONE

Vuoi iniziare una carriera internazionale? Dai uno sguardo alle attività della nostra associazione su www.festivaldellecarriereinternazionali.org





Ti interessano le relazioni internazionali e sogni una carriera in quest’ambito? Cerchi un master che approfondisca le attuali dinamiche economico-politiche? Vuoi trasformare le tue passioni in un lavoro di respiro globale? L’Alta scuola di Economia e Relazioni Internazionali (ASERI) - Università Cattolica del Sacro Cuore è quello che fa per te!



L’Università Cattolica del Sacro Cuore parteciperà l’11 e il 12 marzo alla Fiera delle Carriere Internazionali, se sei interessato a conoscere l’organizzazione non perderti l’evento e iscriviti subito per scoprire l’Alta Scuola di Economia e Relazioni Internazionali!

 

Per altre opportunità simili visita la sezione: Formazione



Il mercato del lavoro diventa sempre più esigente e dinamico. Aumenta la concorrenza e si alzano i parametri dei profili richiesti. Occorre una formazione ampia, variegata, orientata alla professionalizzazione, che offra spunti di riflessione, che apra la mente. ASERI nasce con questo obiettivo: aprire la mente!

 

L’Università Cattolica del Sacro Cuore sarà uno dei protagonisti alla Fiera delle Carriere Internazionali che si terrà l'11 e il 12 Marzo al palazzo Sheraton Parco de' Medici a Roma. La Fiera delle Carriere Internazionali è l'evento che dà l'opportunità agli studenti di incontrare istituzioni che offrono lavoro, stage, formazione e che permetterà ai partecipanti di prendere parte a sessioni di recruiting e workshop pratici su come affrontare il mondo del lavoro per le carriere internazionali. Le iscrizioni per la fiera sono ancora aperte a tutti gratuitamente, per iscriverti compila il modulo online!

 

Dal 1995, ASERI ha lavorato per comprendere i profondi cambiamenti che si verificano nel contesto economico e politico con l'inizio della globalizzazione. Gli alunni di ASERI sono ora dirigenti in cinque continenti e lavorano per organizzazioni internazionali, società multinazionali, istituzioni finanziarie, amministrazioni pubbliche sovranazionali e ONG.

Quest'anno più di 100 accademici e professionisti si sono uniti alla Facoltà ASERI; 51 professori provenienti da eminenti università italiane, 24 professori internazionali in visita da tutto il mondo e 35 esperti di imprese, organizzazioni e istituzioni che operano a livello globale.

Grazie alla sua competenza e all'essenza multidisciplinare dei suoi programmi, ASERI ha accolto più di 1.250 studenti finora, provenienti da oltre 80 paesi.

 

Lavorare in ambito internazionale presuppone uno sguardo aperto a 360 gradi sul mondo, attraverso lo sviluppo di competenze multisettoriali e la capacità di percepire la pluri-dimensionalità di ciascun evento, nazionale o internazionale. Provare ad analizzare fenomeni quali la crisi economica mondiale, l’emergenza migratoria, lo scenario mediorientale, così come il tema della sicurezza idrica e alimentare, richiede un approccio multidisciplinare, che spazi dall’economia alla politica, agli aspetti sociali proprio per riuscire a valutarli nella loro complessità.

Aprire la mente significa anche dare un orizzonte globale alla propria formazione e alla propria esperienza personale. Il “valore aggiunto” di un candidato sta nel respiro internazionale che ha saputo dare al proprio curriculum.

ASERI con i suoi master offre la possibilità di confrontarsi con esperti, discutere con docenti e scambiare opinioni e punti di vista con studenti provenienti da tutto il mondo, per arricchire e valorizzare le proprie conoscenze personali. La multidisciplinarietà, caratteristica dei Master ASERI, si accompagna allo svolgimento di un periodo di stage, un’opportunità unica che permette di entrare nel mondo del lavoro mettendo realmente in pratica quanto appreso a livello teorico.



Come candidarsi:

Master in Economia e politiche internazionali – scadenza domanda 30 giugno 2019

Master in Middle Eastern Studies – scadenza domanda 30 ottobre 2019

Master in International Relations – scadenza domanda 30 ottobre 2019

Master in International Cooperation and Development – scadenza domanda 30 ottobre 2019


Link utili:

ASERI

Università Cattolica del Sacro Cuore  



Contatti:

Università Cattolica del Sacro Cuore

ASERI - Alta Scuola di Economia e Relazioni Internazionali

Via San Vittore 18

20123 Milano

Telefono: +39 02 7234 8310

E-mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.



a cura di Valentina Foscoli

La redazione carriereinternazionali.com declina ogni responsabilità sull’attendibilità delle informazioni contenute nella scheda. Per informazioni in merito all’opportunità, contattare l’ente proponente.

LA REDAZIONE

Vuoi iniziare una carriera internazionale? Dai uno sguardo alle attività della nostra associazione su www.festivaldellecarriereinternazionali.org



Giunto ormai alla sua decima edizione, il Festival delle Carriere Internazionali si preannuncia come uno degli eventi internazionali più importanti in questo settore, coinvolgendo studenti brillanti pronti a sfidarsi a colpi di simulazioni e diplomazia. Sei curioso di scoprire di che si tratta? Leggi le storie e le testimonianze di chi ha già partecipato nelle scorse edizioni e non vede l’ora di rimettersi in gioco per questo straordinario decimo anniversario!

Per molti il Festival delle Carriere Internazionali è un’occasione unica per mettersi in gioco e per mettere in pratica le proprie conoscenze acquisite durante il percorso di studi. È il caso di Luca De Cristofaro, 22enne italo-brasiliano iscritto al corso di Relazioni Internazionali presso l’Orientale di Napoli. Luca ha partecipato già al RomeMUN 2018 e quest’anno si occupa anche di promuovere l’evento tra i suoi colleghi. “Il RomeMUN? È un po’ come essere alle Olimpiadi delle simulazioni, si è in competizione con partecipanti provenienti da tutto il mondo, con background e culture diverse”. Non solo, è anche un’opportunità per affinare le proprie doti personali oltre che le proprie capacità diplomatiche, “con la delegata con la quale ho avuto i dibattiti più accesi ho un fantastico rapporto ancora oggi e non vedo l'ora di rivederla al RomeMUN 2019!” ha raccontato Luca.

Un’esperienza stimolante e rivelatrice anche per Francesco Merendino, studente siciliano di 21 anni iscritto alla Facoltà di Giurisprudenza dell’Università di Messina che vede il suo futuro nel mercato internazionale. Per Francesco il Festival è una delle migliori palestre possibili per prepararsi alle sfide lavorative di domani, dove la sfida maggiore è con se stessi: “in un mondo globalizzato se si vuole emergere dalla massa bisogna sempre testare il proprio livello”. Ma il Festival è anche un’esperienza che lascia un segno nel profondo, “quando sono tornato a casa mi sentivo ridimensionato: stare a contatto con coetanei provenienti da tutto il mondo mi ha aperto la mente, mi ha fatto capire che molte delle mie certezze non avevano basi solide ed è stato per me un grande stimolo

C’è poi chi quest’anno parteciperà al Festival per la prima volta e non vede l’ora di confrontarsi con altri giovani che come ogni anno arrivano da ogni parte del mondo per prendere parte a intense giornate di simulazioni, workshop, seminari ed eventi di recruitment. È il caso ad esempio di Úrsula e Yasmin, due ragazze brasiliane di 19 e 20 anni che studiano Legge all’Università di Lisbona, in Portogallo, e che insieme a molti altri compagni di studio rappresenteranno la loro università al Festival (foto in alto). Per loro il Festival è un punto di partenza per scoprire le diverse possibilità offerte dal mondo delle carriere internazionali e per conoscere i punti di vista dei loro coetanei internazionali riguardo alle possibili soluzioni per affrontare i confitti e le sfide del nostro secolo. Entrambe determinate a perseguire una carriera nel campo del diritto internazionale, si sono dette entusiaste di far parte di un evento così grande “credo che il mondo vada ogni giorno di più nella direzione dell’unificazione e dell’integrazione tra le diverse nazioni, sono felice di contribuire affinché ciò si realizzi” ha dichiarato Úrsula.

E tu cosa aspetti? Iscriviti subito al Festival delle Carriere Internazionali e vivi anche tu un’esperienza indimenticabile!

 

 

 

 

Il Master in Global Economics and Social Affairs (GESAM) è un programma internazionale organizzato dalla prestigiosa Università Ca' Foscari di Venezia, in collaborazione con l'Organizzazione Internazionale del Lavoro. Il programma del Master offre una vasta gamma di discipline interessanti, dall'economia, dalle relazioni internazionali alle discipline giuridiche,tenute interamente in lingua  inglese. GESAM prepara leader del futuro ad affrontare sfide globali, e fornisce agli studenti le competenze essenziali per identificare e interpretare le problematiche a livello internazionale e le loro tendenze. Il Master è progettato per persone che desiderano intraprendere una carriera internazionale e acquisire competenze manageriali al fine di coniugare tendenze di mercato e competitività con la sempre crescente necessità di promuovere lo sviluppo sostenibile con particolare attenzione agli aspetti sociali e ambientali. L'ultima parte del corso è una Summer School a Ginevra, inoltre mentre si redige la tesi finale lo studente avrà la possibilità di frequentare un periodo di studio e ricerca presso una delle istituzioni partner dell’università. Quest'anno è la sua quinta edizione e sono aperte le iscrizione a questo straordinario Master internazionale

Qui di seguito è riportata un’interessante intervista fatta ad Alessia, una studentessa che ha già frequentato il corso GESAM. Leggendo il suo percorso capirai perchè il Master-GESAM è unico nel suo genere.

 

Perchè hai scelto il Master GESAM?  

A: Ho scelto il Master GESAM perché era il compromesso perfetto per avvicinarmi a discipline nuove per me, quali l'economia ed il diritto, pur collegandosi ai miei studi precedenti e all'approfondimento della lingua Inglese. Inoltre, fungeva da importante 'ponte' tra il mondo accademico e quello lavorativo, con la possibilità di trascorrere un periodo di ricerca e studio all'estero.  

 

Pensi che sia stato utile svolgere il Master interamente in lingua inglese?

A: Il fatto che sia interamente svolto in lingua Inglese è sicuramente un valore aggiunto. In un mondo globalizzato come quello in cui viviamo, la Lingua inglese ha un'importanza chiave per la comunicazione e la diplomazia internazionale. Inoltre, la possibilità di interfacciarsi con Docenti ed esperti provenienti da tutto il mondo permette l'acquisizione di un quadro generale più ampio e approfondito.

 

Il corpo docenti del Master GESAM si compone di Professori universitari, di Funzionari delle Organizzazioni non governative e delle Istituzioni e di Tecnici, sia nazionali che internazionali, esperti in ambito economico, giuridico e sociale. Condivideresti con noi un ricordo positivo della formazione in aula che più ti è rimasto impresso?

A: Nel corso delle settimane di lezione è possibile approfondire diversi aspetti, a seconda dei temi trattati. Ho apprezzato moltissimo le analisi e i confronti studenti-docente, volti ad uno scambio di pareri, talvolta contrastanti, ma sempre costruttivi.

 

Com’è stata l’esperienza della Summer School a Ginevra?

A: La Summer School è stata la ciliegina sulla torta, abbiamo visto la teoria delle lezioni diventare pratica. Abbiamo avuto modo di visitare gli Headquarters dell'ILO, delle United Nations e del WTO, e anche di visitare la splendida città di Ginevra.

 

Il Master GESAM offre agli studenti la possibilità di svolgere lo stage in diverse realtà, in Italia o all’estero, presso Ong, Centri di Ricerca, Imprese, Banche, Istituzioni, costruendo una proposta personalizzata e adeguata alle esigenze di ogni studente. Com’è stata la tua esperienza di internship?

A: Ho svolto il mio stage presso un'azienda che intrattiene rapporti commerciali con l'estero e che mi ha dato la possibilità di sfruttare molto la mia conoscenza di diverse lingue straniere. Ma le opportunità proposte erano davvero tantissime: Ong, Organizzazioni Internazionali, Centri di ricerca.

 

A chi consiglieresti di iscriversi al Master GESAM?

A: Sicuramente a chi vuole intraprendere la carriera diplomatica e politica, ma anche a chi è interessato alla gestione aziendale volta all'internalizzazione delle imprese.

 

Oggi, di cosa ti stai occupando?

A: Una volta terminato il master, ho deciso di iscrivermi alla Magistrale in Relazioni Internazionali considerati sia la possibilità di accedere direttamente al secondo anno e sia i programmi d'esame molto inerenti a i temi del Master. Dopo la laurea vorrei rimanere nell'ambito internazionale, ma non so ancora in quale parte nel mondo! 

Vuoi saperne di più su questo programma unico? Scoprirai più dettagli sul Master-GESAM in questo articolo

 

a cura di Maria Longombardo

La redazione carriereinternazionali.com declina ogni responsabilità sull’attendibilità delle informazioni contenute nella scheda. Per informazioni in merito all’opportunità, contattare l’ente proponente.

LA REDAZIONE

Pubblicato in Rubrica

Il Master in Global Economics and Social Affairs (GESAM) è un programma internazionale organizzato dalla prestigiosa Università Ca' Foscari di Venezia, in collaborazione con l'Organizzazione Internazionale del Lavoro. Il programma del Master offre una vasta gamma di discipline interessanti, dall'economia, dalle relazioni internazionali alle discipline giuridiche,tenute interamente in lingua  inglese. GESAM prepara leader del futuro ad affrontare sfide globali, e fornisce agli studenti le competenze essenziali per identificare e interpretare le problematiche a livello internazionale e le loro tendenze. Il Master è progettato per persone che desiderano intraprendere una carriera internazionale e acquisire competenze manageriali al fine di coniugare tendenze di mercato e competitività con la sempre crescente necessità di promuovere lo sviluppo sostenibile con particolare attenzione agli aspetti sociali e ambientali. L'ultima parte del corso è una Summer School a Ginevra, inoltre mentre si redige la tesi finale lo studente avrà la possibilità di frequentare un periodo di studio e ricerca presso una delle istituzioni partner dell’università. Quest'anno è la sua quinta edizione e sono aperte le iscrizione a questo straordinario Master internazionale

 

Carriere internazionali ha intervistato Joanne Houston, una studentessa che ha già frequentato il corso GESAM. Dai un’occhiata alla sua interessante esperienza e capirai perchè il Master-GESAM è stato decisivo per la sua carriera lavorativa ed anche per la sua vita



Perché hai scelto il Master GESAM?

J: Nel corso degli ultimi anni ho sviluppato un interesse sempre più crescente per le scienze economiche ed il loro collegamento a tematiche sociali. Prima di iniziare il Master, attraverso altri corsi come Commercio Internazionale, Economia del Lavoro, Investimento Diretto Estero e Crisi FinanziarIe, ho avuto modo di approfondire la comprensione del nesso tra economia, politica e fenomeni sociali. Questo mi ha permesso di capire che il contesto politico ed istituzionale di un sistema sono strettamente legati al suo progresso economico, il quale, a sua volta, influisce fortemente su fenomeni sociali. La possibilità di comprendere in maniera più approfondita questa complessa connessione, così come capire quali aspetti sono da considerarsi fondamentali per un approccio economico sostenibile, sono gli elementi che maggiormente mi hanno spinto a scegliere il Master GESAM. Ha inoltre contribuito alla mia candidatura la struttura del Master, che grazie a lezioni, workshop, stage e tesi offre un’esperienza varia, e quindi la possibilità di osservare problematiche da punti di vista differenti.

 

Pensi che sia stato utile svolgere il Master interamente in lingua inglese?

J: Molto. Un Master in inglese permette di attrarre non solo studenti, ma anche professori di origini diverse. Durante il Master, ho infatti avuto modo di seguire lezioni di docenti provenienti da Paesi differenti: Italia, Cina, Francia, Germania e Svizzera sono alcuni di questi esempi. Questo è  stato estremamente interessante, in quanto mi ha permesso di fare esperienza di stili di insegnamento diversi tra di loro, e di confrontarmi con punti di vista nuovi. Svolgere un Master in inglese e` utile anche da un punto di vista più` pratico, poiché` permette di scrivere la tesi e affrontare argomenti in una lingua molto importante dal punto di vista lavorativo.

 

Il corpo docenti del Master GESAM si compone di Professori universitari, di Funzionari delle Organizzazioni non governative e delle Istituzioni e di Tecnici, sia nazionali che internazionali, esperti in ambito economico, giuridico e sociale. Condivideresti con noi un ricordo positivo della formazione in aula che più ti è rimasto impresso?

J: Ho apprezzato moltissimo avere professori diversi tra di loro: avere ogni giorno docenti con uno stile diverso ha infatti reso tutto molto interessante. Raymond Saner e Lichia Yiu sono stati tra i primi professori che abbiamo avuto. Fantastici, come tanti altri! Ci hanno messo alla prova sin dal primo istante, portandoci a ragionare su temi interessantissimi, ma altrettanto complessi. Con loro abbiamo approfondito i Sustainable Development Goals, sia attraverso un momento di spiegazione per così` dire piu` tradizionale, sia attraverso momenti più` interattivi. Divisi in gruppi, abbiamo ad esempio svolto un gioco di simulazione in cui siamo stati sfidati a trovare una soluzione a problemi legati ai Sustainable Development Goals. In poche ore, questa attività` mi ha permesso di capire quanto sia complesso affrontare argomenti legati alla sostenibilità`: le variabili da considerare sono numerosissime per un analista.

 

Com’è stata l’esperienza della Summer School a Ginevra?

J: Molto interessante! Innanzitutto, ho avuto modo di visitare una città nuova e di incontrare tutti i miei compagni di corso a distanza di un mese dalla fine delle lezioni. Insieme, abbiamo seguito presentazioni e lezioni molto interessanti presso l’Organizzazione Internazionale del Lavoro (ILO), istituzione di cui avevamo imparato gia` molto durante le settimane a Venezia. Questo ci ha permesso di osservare più` da vicino come funziona l’ILO, e comprenderne più` a fondo la struttura. Abbiamo conosciuto funzionari di questa istituzione che ci hanno parlato di alcuni loro progetti, e abbiamo avuto modo di rivedere professori conosciuti a Venezia in occasione di lezioni precedenti all’esperienza della Summer School. L’ultimo giorno a Ginevra e` stato invece dedicato a delle visite guidate al World Trade Organisation e alle Nazioni Unite, altra esperienza interessante.

 

Il Master GESAM offre agli studenti la possibilità di svolgere lo stage in diverse realtà, in Italia o all’estero, presso ONG, Centri di Ricerca, Imprese, Banche, Istituzioni, costruendo una proposta personalizzata e adeguata alle esigenze di ogni studente. Com’è stata la tua esperienza di internship?

J: Attualmente, sto svolgendo un tirocinio a Bruxelles presso CSR Europe. Sono arrivata in Belgio da tre mesi, e mi trovo a metà` della mia esperienza di stage. Ho la fortuna di lavorare con persone esperte nell’ambito della sostenibilità` e della responsabilità` sociale d’impresa, il che mi sta permettendo di approfondire argomenti trattati nel Master, e in aggiunta di imparare altre cose nuove. Lavoro con gente appassionata del proprio lavoro, preparata, e molto disponibile, in una città` viva e molto interessante. Tutto questo ha contribuito a confermare il mio interesse a lavorare anche in futuro nell’ambito della sostenibilità, in un ambiente internazionale. Posso quindi dire che la mie esperienza di internship è stata, ed è tuttora molto interessante. Un consiglio è quello di organizzarsi bene e per tempo: molte organizzazioni ed istituzioni hanno scadenze ben precise per le candidature ai tirocini.

 

A chi consiglieresti di iscriversi al Master GESAM?

Consiglierei il Master GESAM a tutte le persone interessate ad approfondire argomenti legati alla sostenibilità`, al lavoro, al diritto internazionale, a chi e` interessato ad approfondire il collegamento tra l’economia e tematiche sociali, e a chi in generale e` interessato a comprendere in maniera più approfondita la connessione tra i contesti economico, sociale e politico. Consiglierei inoltre il Master a chi ha intenzione di mettersi alla prova: ho infatti avuto modo di studiare e affrontare lavori di gruppo con persone provenienti da studi universitari diversi, il che mi ha permesso di considerare argomenti da punti di vista nuovi.

 

Oggi, di cosa ti stai occupando?

J: Al momento mi trovo a Bruxelles, dove sto svolgendo un tirocinio presso CSR Europe, un’organizzazione che si occupa di progetti legati alla responsabilità` sociale d’impresa. In particolare, mi occupo di progetti legati ai Sustainable Development Goals (SDGs) e all’economia circolare, argomenti che mi appassionano moltissimo. Grazie a molte delle lezioni frequentate durante il Master, ho avuto modo di approfondire gli SDGs da diversi punti di vista, cosa che mi sta aiutando moltissimo in questa esperienza. Il Master GESAM e la mia attuale esperienza di tirocinio mi hanno permesso di conoscere il mondo della responsabilità sociale d’impresa più` a fondo, e hanno confermato il mio desiderio di cercare opportunità` future nell’ambito della sostenibilità`.

 

Joanne Houston

 

Vuoi saperne di più su questo programma unico? Scoprirai più dettagli sul Master-GESAM in questo articolo

 

a cura di Maria Longombardo

La redazione carriereinternazionali.com declina ogni responsabilità sull’attendibilità delle informazioni contenute nella scheda. Per informazioni in merito all’opportunità, contattare l’ente proponente.

LA REDAZIONE

Pubblicato in Rubrica

Hai da poco ottenuto la laurea e i valori della Dichiarazione di Varsavia ti appassionano? Community of Democracies, un’importante organizzazione internazionale, offre tirocini a neo-laureati per inserirli nel mondo del lavoro. Candidati subito!

 

Per altre opportunità simili visita la sezione Organizzazioni Internazionali

 

Ente: Basandosi sulla Dichiarazione di Varsavia, la Community of Democracies - CoD, “Comunità delle Democrazie” - supporta la transizione ed il consolidamento delle democrazie in tutto il mondo e aiuta a colmare il divario tra i principi della democrazia e i diritti umani universali con:

- Assistenza alle società nello sviluppo e nel rafforzamento delle istituzioni e dei valori democratici

- Identificazione, avvisi e risposte coerenti con la UN Charter e la Dichiarazione di Varsavia a minacce alla democrazia

- Supporto e difesa della società civile in tutti gli stati

- Partecipazione non invasiva nei governi democratici

La CoD mira a raggiungere tali obiettivi con i seguenti mezzi:

- Creando un network globale di rappresentanti governativi, membri di corpi legislativi, società civili e altri stakeholders decisi a raggiungere gli obiettivi

- Condivisione di idee, consigli e pratiche

- Garantendo opportunità per coordinare le attività di supporto alla democrazia

- Lavorare verso un obiettivo comune, ovvero un’unica voce democratica comune a tutte le organizzazioni internazionali.

 

Dove: Varsavia, Polonia

 

Destinatari: Laureati con ottima conoscenza dell’inglese che soddisfano i requisiti

 

Quando:

- Periodo primaverile: marzo-giugno 2018

- Periodo estivo: giugno-settembre 2018

- Periodo autunnale: settembre-dicembre 2018

 

Scadenza:

Periodo primaverile: 15 febbraio 2018

- Periodo estivo: 1 maggio 2018

- Periodo autunnale: 1 agosto 2018

 

Descrizione dell’offerta: La Community of Democracies offre a studenti universitari e giovani neo-laureati l’opportunità di fare tirocinio, per minimo 3 mesi e massimo 6, laqvorando su progetti reali per l’innovazione della democrazia, dei diritti umani e della diplomazia del Segretariato Permanente della Community of Democracies a Varsavia, in Polonia.

Come tirocinante, sarai parte di un team diversificato e multiculturale che pianifica ed implementa attività collegate alle democrazie in transizione e agli attori che ne difendono i diritti. Durante il tirocinio, gli stagisti saranno alle prese con il lavoro della Community, supportando gli esperti e aiutando nella gestione di progetti internazionali.

I tuoi compiti come tirocinante saranno:

- Condurre ricerche ed analizzare le questioni correlate alla democrazia e ai diritti umani

- Revisione e correzione di documenti e di appunti diplomatici

- Contribuzione allo sviluppo di piani strategici, appunti di concetti o proposte di progetti

- Organizzazione di conferenze

- Monitoraggio dei social media ed elaborazione di contenuti per Twitter e Facebook

-Partecipazione ad eventi per conto del Segretariato Permanente

 

Requisiti:

- Passione per i valori contenuti nella Dichiarazione di Varsavia e dedicazione nel supportare la democrazia e proteggere i diritti umani nel mondo

- Essere uno studente prossimo alla laurea o già laureato con ottimi voti

- Essere particolarmente interessato a democrazia, diplomazia, relazioni internazionali, diritti umani, uguaglianza di genere, diversità, diritti delle donne e politica

- Ottima conoscenza professionale dell’inglese; la conoscenza di altre lingue è un vantaggio

 

Retribuzioni:  Non previste

 

Guida all’application: Per candidarti al tirocinio, devi mandare una mail all’indirizzo Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo., indicare nell’oggetto della mail “periodo + INTERNSHIP”, esclusivamente in inglese. Dovrai inoltre allegare il tuo CV aggiornato senza foto e una lettera di presentazione di una pagina.

 

Informazioni utili: I CV completi di foto non saranno presi in considerazione

 

Link utili:

Link all’offerta

Sito web Community of Democracies

Pagina dei contatti CoD

Dichiarazione di Varsavia

 

Contatti Utili:

Aleje Ujazdowskie 41

00-540 Varsavia, Polonia

Tel: +48-22-375-90-00

Fax: +48-22-3195628

Informazioni generali: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Informazioni per i media: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 

 

a cura di Ruino Martina Pia

 

La redazione carriereinternazionali.com declina ogni responsabilità sull’attendibilità delle informazioni contenute nella scheda. Per informazioni in merito all’opportunità, contattare l’ente proponente.

LA REDAZIONE




Le Nazioni Unite sono state fondate il 24 ottobre 1945 da 51 nazioni impegnate a preservare la pace e la sicurezza collettiva grazie alla cooperazione internazionale e determinate a prevenire l’eventuale verificarsi di conflitti. Oggi ne fanno parte 193 Stati.

Il Consiglio di Sicurezza dell’Onu ha, secondo lo statuto, la responsabilità del mantenimento della pace e della sicurezza internazionali e può essere convocato in qualunque momento, ogni qual volta la pace venga minacciata. È composto da 15 membri. Cinque di essi sono membri permanenti, ossia Cina, Francia, Federazione Russa, Regno Unito e Stati Uniti, mentre gli altri 10 vengono eletti dall'Assemblea con un mandato biennale. Tutti gli Stati Membri sono tenuti a rispettare le decisioni del Consiglio secondo lo Statuto dell’ONU che per essere approvate richiedono una maggioranza di almeno nove voti. Nessuna decisione può essere presa nel caso in cui un voto negativo, o veto, venga espresso da un membro permanente. Oltre ai membri permanenti, il Consiglio prevede la partecipazione di dieci membri non permanenti eletti in rappresentanza dei paesi membri ONU. I dieci membri non permanenti sono eletti con un mandato di due anni. La presidenza del Consiglio di Sicurezza è detenuta da ciascuno dei membri a loro volta per un mese seguendo l’ordine alfabetico inglese dei nomi degli Stati membri.

Il mese di novembre 2017, l’Italia ha assunto la Presidenza dopo 9 anni.

L’Italia ha aderito all’ONU il 14 dicembre del 1955. Nel corso degli anni ha contribuito con determinazione all’elaborazione delle Risoluzioni dell’Assemblea Generale e del Consiglio di Sicurezza che hanno dato vita a grandi innovazioni sul piano delle norme internazionali. Le campagne in favore della moratoria della pena capitale, quelle per promuovere l’uguaglianza di genere e i diritti delle donne e delle bambine, le battaglie contro ogni forma di discriminazione religiosa e in favore della libertà di opinione, sono alcuni dei temi che hanno visto impegnato il nostro Paese. Ha inoltre condiviso le responsabilità che derivano dalla sicurezza collettiva, ricoprendo già in precedenza per sei volte il ruolo di membro non permanente del Consiglio di Sicurezza e partecipando alle operazioni di pace e il primo novembre ha avuto inizio il mese di Presidenza dell’Italia del Consiglio di Sicurezza delle Nazioni Unite.

L’agenda della Presidenza italiana è particolarmente ricca. Tra gli appuntamenti principali, il briefing sulla Libia (16 novembre) e quello sulle sfide di sicurezza nel Mediterraneo (17 novembre), presieduti dal ministro degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale, Angelino Alfano e vedranno la partecipazione, rispettivamente, del Segretario Generale Guterres e del Rappresentante Speciale ONU per la Libia, Salamè.

L’Italia ha fondato la propria candidatura sul contributo che ha dato ed è in grado di continuare ad offrire alla comunità internazionale: sulla sua capacità di mediazione, di attività di prevenzione dei conflitti e promozione del dialogo come strumento principale per la loro risoluzione; impegno nelle operazioni di pace ONU; conoscenza del Mediterraneo e delle sue dinamiche, un’area destinata a restare anche ancora per molto al centro della politica internazionale; promozione dei diritti umani, delle libertà fondamentali e dello Stato di diritto.

Il 30 novembre avrà luogo un briefing sul tema della “Distruzione e traffico di beni culturali da parte di gruppi terroristici in situazioni di conflitto armato”, ma numerosi sono gli appuntamenti la cui trattazione, sulla base della periodicità sancita dal Consiglio, cade a novembre. Si tratta, principalmente, di un aggiornamento su diverse situazioni – Paese: Repubblica Centrafricana, Bosnia Erzegovina, Kosovo, Sudan/Darfur, Libia, Burundi, Iraq, Sahara Occidentale, Sud Sudan, Libano, Siria (nei tre filoni: armi chimiche, umanitario, e politico), Medio Oriente, cui si aggiunge la discussione sulle sanzioni nei confronti della Corea del Nord.

L’Italia resterà membro non permanente per tutto il 2017, mentre nel 2018 lo diventerà l’Olanda: i due Paesi, infatti, dividono in questo modo il mandato per il biennio 2017 – 2018, avendo raggiunto una posizione di parità nell’elezione del giugno 2016.

 

Daniela Esposito e Martino Ruino

Follow Us on

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, solo per alcune funzionalità tecniche dei servizi offerti.
Puoi prendere visione dell’informativa estesa sull’uso dei cookie cliccando QUI.

Cliccando su "ok" acconsenti all’uso dei cookie.