Il 4 e il 5 Giugno si è svolto a Torino lo Youth Speak Forum promosso da AIESEC Italia e Pubblicità Progresso: i risultati del più grande forum nazionale sugli Obiettivi di Sviluppo Sostenibile dedicato ai giovani.

Si è svolto a Torino, il 4 e 5 giugno 2019, la quarta edizione italiana dello Youth Speak Forum di AIESEC Italia che ha visto quest’anno la collaborazione di Fondazione Pubblicità Progresso.
Il Forum è riuscito a inserirsi con successo all’interno dell’offerta del Festival dello Sviluppo Sostenibile di ASviS, confermando la volontà di organizzatori e partner di renderlo un appuntamento dall’ampio respiro, capace di coinvolgere quasi 400 studenti universitari e non solo. Fondamentale, a tal proposito, il sostegno fornito da Fondazione Lavazza, che ha ospitato la prima giornata di lavori all’interno di Nuvola Lavazza, e dell’Università di Torino.

“Sono i giovani la chiave per un futuro migliore” Michela Contarin, presidente AIESEC Italia

“Non rinunciate a essere dei soggetti politici attivi” Emanuele Russo, presidente Amnesty Italia

Fil rouge delle due giornate il ruolo che le nuove generazioni possono e devono avere rispetto agli obiettivi dell’Agenda 2030. Un invito all’impegno e alla mobilitazione che ha trovato riscontro non solo nelle parole degli speaker, che hanno portato il racconto di best practice e comportamenti virtuosi, ma anche nei workshop di mercoledì 5 maggio.

Al centro delle discussioni e dei lavori soprattutto gli SDG 4, 5 e 10, dedicati rispettivamente alla Quality Education, alla Gender Equality e alla Riduzione delle Ineguaglianze. Costante la ricerca di un approccio multi settoriale, grazie alla variegata tipologia di ospiti e realtà presenti. Nel pomeriggio del 4 giugno si è parlato di Quality Education rispetto a diversi aspetti del vivere civile. Dalla responsabilizzazione in fatto di ambiente e sostenibilità, grazie alla presenza di Corepla, RICREA e CIAL, consorzi del riciclo, all’importanza di costruire coscienze singole e di gruppo consapevoli del proprio potenziale sociale. Proprio su questo si sono concentrati gli interventi di Amnesty e di Unesco Giovani.
“Dobbiamo abbattere i nostri stereotipi culturali interni e portare questo cambiamento all’esterno” Patrizia Soraglia, Fondazione Brodolini

Di bias, stereotipi e pregiudizi si è discusso invece nella seconda giornata di Youth Speak Forum, ospitata dall’Università di Torino e con la partecipazione di Circonomia, festival di economia circolare realizzato in collaborazione con Università degli Studi di Torino e ufficio di Unito Go, che ha come obiettivo quello di “mettere in mostra” le idee, le discussioni, le economie, le buone pratiche imprenditoriali e amministrative, i cambiamenti sociali e culturali che hanno in comune l’attenzione al paradigma ecologico, al tema del rapporto tra l’agire umano e la salute degli ecosistemi.
Riflessioni portate avanti non solo in termini di stereotipi di genere, ma anche di tutto quello che viene considerato ‘diverso’ e per questo guardato con sospetto. Significativa la testimonianza di Croce Rossa, che ha raccontato il successo del proprio progetto Youth On The Run, gioco di ruolo che simula l'esperienza dei migranti in cerca di asilo.
Di altissimo rilievo l’intervento del sociologo Domenico De Masi. 
Importante e centrale quest’anno il ruolo dei social, pensato per promuovere l’idea di una Rete capace di generare positività sostenendo e arricchendo simili momenti di incontro e riflessione. Durante la giornata di mercoledì 5, in particolare, il Forum ha visto la sentita partecipazione dell’influencer Martina Luchena (@martinaluchena), impegnata lungo il corso dei lavori come ambassador e reporter. Attraverso il suo canale Instagram (600 k follower) e quello di AIESEC (@aiesecitalia) sono state realizzate interviste a tutti i relatori presenti, raccogliendo gli spunti degli utenti provenienti da Instagram e Twitter. La voglia di intendere i social come strumenti consapevoli di informazioni e divulgazione è stata confermata dalla presenza dell’economic influencer Imen Jane (@imenjane), che ha preso parte al panel dedicato alla Gender Equality (SDG 5), al fianco di PWC Italia, Fondazione Brodolini e Arcigay.

Notevole il seguito ottenuto sui social media: le dirette, trasmesse sul profilo Facebook di AIESEC Italia, hanno raggiunto in ciascuno giorno di lavori le 3000 visualizzazioni, mentre su Twitter i principali hashtag di discussione (#YSF19, #faisentirelatuavoce, #YouthSpeakForum2019) hanno ottenuto complessivamente quasi le 500 mila impression.

In collaborazione con: Università degli Studi di Torino e Circonomia
Partner : ASviS, Lavazza e Rete delle Università per lo Sviluppo Sostenibile
Sponsor tecnici : RedBull, Pentel, Favorit, Crich, Leni’s, Galup e Stickermule.
Con il patrocinio del Parlamento Europeo, Regione Piemonte e Città di Torino.
#FaiSentireLaTuaVoce #ActTogetherForGlobalGoals #YSF #YouthSpeakForum #SDGs #GlobalGoals


Per maggiori informazioni:
AIESEC Italia, This email address is being protected from spambots. You need JavaScript enabled to view it. , 0267481070 
Pubblicità Progresso, This email address is being protected from spambots. You need JavaScript enabled to view it. , 02-58304448

Professionalità, pianificazione e organizzazione, consapevolezza tecnologica: le parole chiave per completare il profilo professionale perfetto che il personale delle carriere dell'ONU sta cercando. Metti la tua esperienza a disposizione del dipartimento di Business Intelligence a New York, invia la tua candidatura!

 

Per opportunità simili visita la sezione: Organizzazioni Internazionali

 

Ente: Le Nazioni Unite sono un'organizzazione internazionale fondata nel 1945. Attualmente è composta da 193 Stati membri. La missione e il lavoro delle Nazioni Unite sono guidati dagli scopi e dai principi contenuti nella sua Carta Fondamentale. Ai poteri conferiti dalla Carta e al suo carattere internazionale unico, le Nazioni Unite possono intervenire sulle questioni che riguardano l'umanità nel XXI secolo come la pace e la sicurezza, i cambiamenti climatici, lo sviluppo sostenibile, i diritti umani, il disarmo, il terrorismo, le emergenze umanitarie e sanitarie, l'uguaglianza di genere, la governance, la produzione alimentare e altro ancora.



Dove: New York

 

Quando: Il posto di lavoro è finanziato dai fondi Umoja. La durata dell'incarico(non specificata) sarà subordinata all'approvazione del bilancio.

 

Destinatari:

-Corso di laurea avanzato (laurea magistrale o equivalente) in informatica, sistemi informatici, matematica, statistica o settore correlato.

- Un diploma universitario di primo livello in campi analoghi in combinazione con due anni supplementari di esperienza qualificante può essere accettato al posto del diploma universitario avanzato.

 

Scadenza:  27 Giugno

 

Descrizione dell’offerta: Il neoassunto farà parte del  Business Intelligence, Delivery Team del progetto ERP / Umoja nel Dipartimento di Strategia di gestione, Politica e conformità a New York. L'addetto ai sistemi informatici associati (Business Intelligence Software) farà capo al responsabile del team di Business Intelligence.

L'ambito della posizione include il lavoro tecnico necessario per l'implementazione del software SAP per mantenere e sviluppare la soluzione Umoja in relazione alle funzionalità, al flusso di lavoro e ai processi esistenti nonché alle nuove funzionalità che nascono con la progettazione, la costruzione e l'implementazione, così come la successiva stabilizzazione della nuova fase del progetto durante il 2019-2020.



Requisiti:

-Sono richiesti almeno due anni di esperienza come responsabile nella pianificazione, progettazione, sviluppo, implementazione e manutenzione di sistemi informatici o aree correlate.

-Esperienza di analisi dei dati, reporting e strumenti analitici, insieme all'esperienza di lavoro su grandi volumi di dati è richiesto.

-Inglese e francese sono le lingue di lavoro del Segretariato delle Nazioni Unite. Per questo lavoro è richiesta una conoscenza fluente dell'inglese. La conoscenza di un'altra lingua ufficiale delle Nazioni Unite è auspicabile.

 

Retribuzione: I dettagli non sono specificati

 

Guida all’application: Fare clic su questo pulsante e quindi seguire le istruzioni.

I candidati sono invitati a seguire attentamente tutte le istruzioni disponibili nella piattaforma di reclutamento online, inspira. Per una guida più dettagliata, i candidati possono fare riferimento al Manuale per il richiedente, a cui è possibile accedere facendo clic sul collegamento ipertestuale "Manuali" nella parte superiore destra della pagina iniziale del titolare dell'account Inspira.

 

Link utili:

Pagina dell'offerta

Manuale per i richiedenti

 

Contatti Utili:  Per favore clicca  qui

 

a cura di Federica Mataluna

La redazione carriereinternazionali.com declina ogni responsabilità sull’attendibilità delle informazioni contenute nella scheda. Per informazioni in merito all’opportunità, contattare l’ente proponente.

LA REDAZIONE

 

Vuoi iniziare una carriera internazionale? Dai uno sguardo alle attività della nostra associazione su www.festivaldellecarriereinternazionali.org

Il 7 ottobre 2018, a La Verna (Arezzo), è stata ufficialmente lanciata la campagna “Leaders for Peace”, attraverso la quale l’organizzazione Rondine chiede agli Stati Membri dell’ONU di sottrarre una cifra simbolica dal proprio bilancio della difesa per investirla in borse di studio per futuri leader di pace e l’introduzione dell’educazione ai diritti umani nei sistemi di istruzione nazionali, integrandoli con la sperimentazione della metodologia formativa di Rondine nella trasformazione creativa dei conflitti. A fronte del successo di questo progetto, e data la prospettiva di una crescita dell’associazione in contesti extraeuropei, l’organizzazione è alla ricerca di una figura che abbia esperienza in ambito internazionale, per poter seguire al meglio e incrementare i risultati della Campagna.

 

Per opportunità simili visita la sezione: Altre Opportunità

 

Ente: Rondine Cittadella della Pace è un’organizzazione che si impegna per la riduzione dei conflitti armati nel mondo e la diffusione della propria metodologia per la trasformazione creativa del conflitto in ogni contesto.

L’obiettivo è contribuire a un pianeta privo di scontri armati, in cui ogni persona abbia gli strumenti per gestire creativamente i conflitti, in modo positivo.

Rondine nasce in un borgo medievale toscano a pochi chilometri da Arezzo, in Italia: qui si strutturano i principali progetti di Rondine per l’educazione e la formazione. Un luogo di rigenerazione dell’uomo, perché diventi leader di sé stesso e della propria comunità nella ricerca del bene comune.

Il progetto che dà origine e ispirazione a Rondine è lo Studentato Internazionale – World House, che accoglie giovani provenienti da Paesi teatro di conflitti armati o post-conflitti e li aiuta a scoprire la persona nel proprio nemico, attraverso il lavoro difficile e sorprendente della convivenza quotidiana.

 

Dove: Arezzo, Località Rondine

 

Quando: data di inizio da definirsi

 

Destinatari: coloro in possesso dei requisiti

 

Scadenza:  23 Giugno 2019

 

Descrizione dell’offerta: La risorsa selezionata sarà inserita nel dipartimento sviluppo (raccolta fondi e comunicazione) e si occuperà di pianificare e gestire le operazioni di comunicazione dell’associazione, seguendo le linee guida della direzione. Dovrà gestire i vari collaboratori del dipartimento, dare supporto per i principali progetti e occuparsi delle relazioni con i diversi stakeholder. La persona dovrà inoltre essere in grado di individuare le opportunità di comunicazione interne ed esterne.

Principali compiti e responsabilità:

  • Sviluppare, implementare e valutare la strategia di comunicazione in Italia e all’estero, per migliorare la promozione, la diffusione e il posizionamento, garantendo il rispetto della Brand image;
  • Fornire una direzione strategica per lo sviluppo del piano di comunicazione, gestendone l’esecuzione offline e online;
  • Progettare, eseguire e monitorare campagne mediatiche nazionali e internazionali;  
  • Gestire le relazioni con stakeholder e agenzie esterne assicurando l'organizzazione e la gestione di comunicati, conferenze, rassegne stampa, interviste e predisponendo materiali di comunicazioni tradizionali e digitali;  
  • Assistenza al direttore di dipartimento nel coordinamento delle attività di collaborazione;  
  • Coordinamento e gestione del team di lavoro;  
  • Gestione del budget.

 

Requisiti:

  • Esperienza in contesti internazionali e multiculturali;  
  • Eccellenti capacità di comunicazione scritta e verbale adeguate al registro comunicativo dell'interlocutore;  
  • Capacità di pianificazione e organizzazione, con particolare riguardo al rispetto dei timing e del coordinamento di più attività a livello interfunzionale;  
  • Capacità analitiche;  
  • Almeno 3 anni di esperienza in ruolo analogo;  
  • Ottima conoscenza della lingua inglese;  
  • Capacità di lavoro in team e gestione dello stress.

Ulteriori requisiti preferenziali saranno:

  • Esperienza nella creazione di contenuti digitali e tradizionali;  
  • Creatività e spirito d’iniziativa;  
  • Disponibile a trasferte su territorio nazionale e internazionale;  
  • Patente B, automunito.   
  • La figura ricercata non ha necessariamente già lavorato nel terzo settore, ma dimostra interesse per il progetto Rondine e ha maturato esperienza in contesti multiculturali o internazionali.

Retribuzione: retribuito

 

Guida all’application: Per candidarsi inviare lettera di presentazione e CV con l’indicazione di eventuali referenze all’indirizzo email This email address is being protected from spambots. You need JavaScript enabled to view it.

 

Informazioni utili: la tipologia contrattuale verrà valutata in base al profilo selezionato e all’esperienza

 

Link utili: link all’offerta

Pagina dell’ente

 

Contatti Utili: Tel: + 39 0575 299666 Email: This email address is being protected from spambots. You need JavaScript enabled to view it.



a cura di Giulia Ibba

La redazione carriereinternazionali.com declina ogni responsabilità sull’attendibilità delle informazioni contenute nella scheda. Per informazioni in merito all’opportunità, contattare l’ente proponente.

LA REDAZIONE

 

Vuoi iniziare una carriera internazionale? Dai uno sguardo alle attività della nostra associazione su www.festivaldellecarriereinternazionai.org 



Published in Altre opportunità.

L’Organizzazione Mondiale della Sanità (World Health Organization), una tra le più importanti agenzie delle Nazioni Unite, organizza dei programmi di tirocinio in varie sedi offrendo la possibilità di scegliere il proprio settore di preferenza! Affrettati per questa opportunità!

 

Per opportunità simili visita la sezione: Organizzazioni Internazionali

 

Ente: la World Health Organization, o Organizzazione mondiale della Sanità, è un’agenzia specializzata dell’ONU fondata il 22 Luglio 1946 ed entrata in vigore nel 1948, con sede a Ginevra.

L’obiettivo principale della WHO è il raggiungimento da parte di tutte le popolazioni del livello più alto di salute possibile, definita come condizione di completo benessere fisico, mentale e sociale, e non soltanto come assenza di malattie o di infermità.

 

Dove: Varie sedi

 

Quando: da un minimo di 6 settimane ad un massimo di 24 settimane

 

Destinatari: studenti con almeno una laurea triennale e regolarmente iscritti ad un corso di laurea specialistico; ovvero laureati da non più di sei mesi all’inizio del tirocinio.

 

Scadenza:  30 Giugno 2019

 

Descrizione dell’offerta: Il programma di tirocinio dell’OMS ha 3 obiettivi principali: a) offrire ai tirocinanti con diversi percorsi accademici la possibilità di rafforzare la loro esperienza formativo attraverso lo svolgimento di mansioni pratiche; b) far conoscere agli studenti il metodo di lavoro dell’OMS e c) fornire all’organizzazione il supporto di brillanti studenti specializzandi in diversi settori.

La maggior parte degli studenti vengono assegnati a programmi con sfondo sanitario, tuttavia sono comunque possibili tirocini in altre aree quali comunicazione, relazioni esterne, finanza o risorse umane.

Principali attività:

Sotto la supervisione di un esperto dell’area di riferimento, ai tirocinanti verrà assegnato un programma basato su un accordo che sia in linea con le loro esperienze e competenze.

Questi accordi solitamente includono alcune o tutte tra le seguenti responsabilità:

  • analizzare la letteratura e condurre questionari sulle tematiche
  • ricerca online e raccolta dati su una specifica tematica
  • organizzare dati e documenti
  • partecipare allo sviluppo di strumenti e linee guida
  • assistere alla stesura, formattazione e redazione di testi normativi, manuali/guide, brochure e report
  • assistere all’organizzazione di workshops, incontri, conferenze, eventi
  • partecipare ai progetti di dipartimento

 

Requisiti:

Accademici:

Aver svolto almeno 3 anni di studi (laurea triennale o equivalente) prima dell’inizio del tirocinio; ed essere regolarmente iscritti in un corso di laurea specialistica o equivalente; oppure laureati da non più di sei mesi al momento di inizio del tirocinio.

Competenze:

  • Team work
  • Rispetto e promozione delle differenze culturali ed individuali
  • Comunicazione

In aggiunta, i tirocinanti devono possedere familiarità con i più comuni programmi informatici, quali Word, Excel, PowerPoint. La conoscenza di sistemi informatici particolari, quali ad esempio software statistici come XLStat possono essere un vantaggio.

Esperienza

In base all’area di interesse, le seguenti esperienze potrebbero essere necessarie e/o considerate un vantaggio.

  • Esperienza in ricerca e/o stesura di rapporti
  • Esperienza nell’area di settore attraverso lavori accademici o ricerca
  • Esperienza in tema di paesi in via di sviluppo
  • Esperienza con analisi dati, pacchetti statistici e interesse alla programmazione di presentazioni con analisi di dati sanitari
  • Esperienze informatiche specifiche

Lingue

  • Ottima conoscenza di una delle lingue lavorative dell’OMS (Arabo, Cinese, Inglese, Francese, Russo e Spagnolo
  • La conoscenza della lingua locale di alcune delle sedi può essere un plus.

 

Retribuzione: non retribuito

 

Guida all’application: l’application è da farsi online

 

Link utili: Link all’offerta

Sito ufficiale

 

Contatti Utili:  WHO headquarters: Avenue Appia 20, 1211 Ginevra 27, Svizzera

Telefono: +41 22 791 21 11

Fax: +41 22 791 31 11

Email: This email address is being protected from spambots. You need JavaScript enabled to view it. ; This email address is being protected from spambots. You need JavaScript enabled to view it.

 

a cura di Giulia Ibba

La redazione carriereinternazionali.com declina ogni responsabilità sull’attendibilità delle informazioni contenute nella scheda. Per informazioni in merito all’opportunità, contattare l’ente proponente.

LA REDAZIONE


Vuoi iniziare una carriera internazionale? Dai uno sguardo alle attività della nostra associazione su www.festivaldellecarriereinternazionali.org

The Future We Want Model dell’ONU ospiterà un workshop esclusivo di 5 giorni a New York, dal 5-9 agosto 2019. Non perdere questa incredibile opportunità: goditi un'esperienza unica negli Stati Uniti!

 

Per opportunità simili visita la sezione: Formazione

 

Ente: FWWMUN. Ispirato alla Risoluzione Rio + 20 del 2012 "Il futuro che vogliamo", FWWMUN è impegnata a promuovere una comunità internazionale unita, un futuro migliore e un mondo più sostenibile attraverso il raggiungimento degli Obiettivi di sviluppo sostenibile (SDG)

 

Dove: New York

 

Quando: Dal 5 al 9 Agosto 2019

 

Destinatari: Studenti liceali ed universitari

 

Scadenza:  Registrazione regolare: 15 Giugno; seconda registrazione: 5 Luglio

 

Descrizione dell’offerta: Con il programma si intende creare e consolidare le competenze in materia di politica mondiale, relazioni internazionali e sistema delle Nazioni Unite. Il workshop inizia con 3 giorni di formazione intensiva, guidati da funzionari delle Nazioni Unite, ambasciatori presso le Nazioni Unite ed esperti nel loro campo. Si concluderà quindi con una simulazione MUN di 2 giorni. Ai partecipanti verrà fornita una profonda conoscenza del lavoro delle Nazioni Unite, degli SDGs e dell'Agenda 2030, competenze nel Public Speaking, il tutto con diverse modalità di apprendimento.

 

Requisiti: I partecipanti dovranno essere iscritti ad una scuola superiore o all'università. I delegati delle scuole superiori devono avere un'età compresa tra i 15 e i 19 anni e i delegati dell'Università devono avere un'età superiore a 17 anni. I delegati delle scuole superiori e delle università possono registrarsi come membri di un gruppo o come singoli.

 

Retribuzione: La quota di iscrizione è di 250 dollari senza alloggio o 650 dollari incluse le 6 notti di alloggio. La partecipazione alla conferenza include un kit dedicato. La quota di registrazione di 650 dollari include 6 pernottamenti in camera presso l'Hotel Grand Hyatt

 

Guida all’application: Il candidato deve compilare il form online

 

Link utili:
Sito ufficiale

 

Contatti Utili:  

This email address is being protected from spambots. You need JavaScript enabled to view it.



a cura di

Federico Sconocchia Pisoni

 

La redazione carriereinternazionali.com declina ogni responsabilità sull’attendibilità delle informazioni contenute nella scheda. Per informazioni in merito all’opportunità, contattare l’ente proponente.

LA REDAZIONE

 

Vuoi iniziare una carriera internazionale? Dai uno sguardo alle attività della nostra associazione su www.festivaldellecarriereinternazionali.org





Come and discover more about the organizations that will take part in the International Careers Fair, a completely free event that will take place in Rome on 11 and 12 March, organized by the Giovani nel mondo association, an association that for years has been committed to the promotion of activities for young people interested in emerging in the broad scenario of international relations.

 

Do not waste any more time, here you can find the link to register for free to the International Careers Fair: Form

  

Let’s find out something more about UNHCR:

The Office of the United Nations High Commissioner for Refugees (UNHCR) was created in 1950, in the aftermath of the Second World War, to help millions of Europeans who had fled or lost their homes. Today, 68 years later, the organization is still at work and protects and assists refugees all over the world. In 1954, UNHCR won the Nobel Peace Prize for fundamental work in Europe.

The beginning of the 21st century saw UNHCR help in the main refugee crises in Africa, the Middle East and Asia. UNHCR was also asked to use its expertise to help many internally displaced people from conflicts and expand their role in helping stateless people.

UNHCR now has more than 16,765 employees. It works in a total of 138 countries and the budget, which in its first year was $ 300,000, grew to $ 6.54 billion in 2016.

 In 2015 he celebrated the 65th anniversary. During his life, UNHCR has helped over 50 million refugees to start their lives successfully.

Primary purpose at UNHCR is to safeguard the rights and well-being of people who have been forced to flee. Together with partners and communities, UNHCR works to ensure that everybody has the right to seek asylum and find safe refuge in another country also striving to secure lasting solutions.

For over half a century, UNHCR has helped millions of people to restart their lives. They include refugees, returnees, stateless people, the internally displaced and asylum-seekers.

 

Participate in the Fair and you will have the opportunity to get in touch with this dynamic and multicultural company! Don’t miss this great opportunity! Join the Fair to find out more about UNHCR but first don’t forget to fill in the registration form. See you in Rome the 11th and the 12th March at the International Careers Fair!

Don't miss the opportunities offered by UNHCR: The UNHCR is looking for a Social Media Officer!

 

 

 

 

 

 "Where, after all, do universal human rights begin? In small places, close to home -- so close and so small that they cannot be seen on any maps of the world. [...] Unless these rights have meaning there, they have little meaning anywhere. Without concerted citizen action to uphold them close to home, we shall look in vain for progress in the larger world." -- Eleanor Roosevelt

 

Today, December 10th, the International Human Rights Day occurs just as every year. It is an important day for human beings, all of them, and despite those rights  being also known as fundamental rights of every human being, men, women, children, without making differentiations based on race, gender, language, religion ... unfortunately they are not yet recognized as they should. That 10th of December 1948, when the United Nations Assembly proclaimed the Universal Declaration of Human Rights, which was drawn up by people with different and distant cultural backgrounds, we have been shown instead how we can be aware of what is right or wrong and how we can be united after a tragic and wearying event like World War II. This December 10th though adds something more; the Universal Declaration of Human Rights celebrates its 70th birthday. This merry event cheers us up a little and reminds us that this valuable document based on dignity, equality and respect towards and for all individuals, affects us closely and if we get to know it and appreciate it will empower us to assert our most important rights and values. The United Nations commemorates this day with numerous events around the world; from Europe to Africa, from the United States to Asia and back to South America. These events can be consulted on the website edited ad hoc by the United Nations High Commissioner for Human Rights - OHCHR - which promotes the 'Stand up 4 Human Rights' campaign which, in this digitalized era, has been diligently furnished with the related tag #Standup4humanrights. In Italy this day  will also be commemorated in 80 Italian cities by a torchlight procession organized by some of the major well known NGOs such as ActionAid, Amnesty International Italy, Caritas, EMERGENCY, Oxfam, which invite people to join the event which carries the title ‘Diritti a testa alta’, #Dirittiatestaalta, with the message that "today more than ever it is urgent to recover the principles of humanity and civil cohabitation that are the fundamentals of the Declaration and that the rhetoric of fear is trying to dismantle". The list of  the citys' squares is available at this link. We therefore welcome the invitation that the organizations from all over the world pass on to us; let’s use this day to think about the immense power that the Declaration bestows on humanity above all in the valorization of dignity.

 

Edited by Ludovica Mango

 

For curiosities about a breaf history of the Declaration read our article: Human Rights History in pills in the section International Organizations

"All human beings are born free and equal in dignity and rights. They are endowed with reason and conscience and must act towards one another in a spirit of brotherhood. »
This is what is mentioned in the first article of the Universal Declaration of Human Rights signed in Paris on December 10th, 1948, whose drafting was promoted by the United Nations for application in all member states. The Declaration of Human Rights is an ethical code of fundamental historical importance: for the first time in the history of humanity, in fact, a document that concerned all the people of the world without distinction was produced; for the first time it was written that there are rights that every human being must be able to enjoy for the only reason of existing. Every year on December 10th the International Day of Human Rights is celebrated, to commemorate the proclamation  of this important document.

The aim of this day is to educate and raise awareness about respect for men as such and to remember the steps taken by society towards the respect of all human beings, against slavery and the abolition of individual rights. It is no coincidence that the day presents itself as a moment of confrontation and reflection to pay tribute to all human rights defenders who, through their actions, struggle to put an end to discrimination and injustice.
In 1993, the United Nations High Commissioner for Human Rights (OHCHR) was established to protect and promote human rights enshrined in the Universal Declaration.
The Declaration of Human Rights serves as an inspiring muse for another international treaty, namely the European Convention on Human Rights and Fundamental Freedoms (ECHR); adopted in the Council of Europe and signed in Rome on the 4th of November 1950, it can be defined as the purest and most complete form of protection of human rights, as it is legally binding. This Convention has made possible the creation of the European Court of Human Rights in 1959, which is based in Strasbourg and has as its main objective the respect of the rights established by the same Cedu. To protect human rights in Europe, the European Union Agency for Human Rights was set up in 2007, as an evolution of the European Monitoring Center on Racism and Xenophobia.

Human rights are the foundations of freedom, peace, development and justice and it is essential to make laws to protect and support human rights, just as men and women who are courageously struggling to protect their own and others' rights.

A number of UN peacekeeping operations have a human rights component. In total, UN activities in the field of human rights are currently carried out on the territory of 30 nations. They contribute to strengthening national capacities in the areas of human rights legislation, administration and education; investigate violations that are reported and assist governments in taking corrective measures where they are needed. The International Day of Human Rights is therefore one of the flagship events in the calendar of the United Nations headquarters and is honored with high-profile political conferences and cultural events such as exhibitions or concerts on the subject of human rights. Furthermore, the two most important awards in this field are traditionally attributed in this day, namely the UN Human Rights Prize, awarded in New York, and the Nobel Peace Prize in Oslo, Norway. We also have links to the Vienna Declaration and Action Program (VDPA) adopted by the Vienna World Conference on Human Rights in 1993; this meeting marked a fundamental moment to reaffirm the importance of the value of cooperation and to develop awareness of the North-South cleavage, as well as constituted a significant turning point in attitudes towards women.
Until now, human rights have rarely figured in the diagnoses or recipes suggested by the international community; instead, it would be good for governments to invest in human rights with the same conviction with which they invest in economic recovery.
The international law is clear: "Whoever you are, wherever you live, your voice counts".

 

Useful Links: some of the international organizations and NGO’s which are involved directly in human rights:

- United Nations Office of the High Commissiones for Human Rights - OHCHR

- European Union Agency for Fundamental Rights

- Corte Europea dei Diritti dell'Uomo

- Amnesty International

- Human Rights Watch

- Human Rights Action Center

- OSCE Office for Democratic Institutions and Human Rights

- Human Rights Without Frontiers

- Asian Human Rights Commision

- African Commission on Human and Peoples' Rights

- Council of Europe

 

Read our article dedicated to the International Day of Human Rights: 10th of December 2018: 70 years of Human Rights Day in the section International Organizations





 

When Paolo Petrocelli, 32, takes the stage at the last session of the Open Ceremony of the International Careers Festival at the Auditorium della Tecnica, everyone is impressed by his young age. After having heard distinguished professionals, among which the Minister Plenipotentiary Francesca Tardioli and the Director of Human Resources at FAO Monika Altmaier, no one would have ever imagined to be impressed by the last speech of the inauguration.

With a natural approach, he humbly starts his dissertation on “Youth and the UN” in front of more than one thousand young students gathered at the imposing conference hall of Confindustria. From the very beginning, his speech reveals an extraordinary personality and a remarkable curriculum. Indeed, his intervention results in being far more inspiring than a simple presentation.

With his charisma, he introduces the UNESCO institution, founded in 1945 with the aim of spreading worldwide peace and dialogue through education, science and culture. He stresses the fact that the organisation was created in war time, when the only purpose people had was surviving from the harsh World War II. Petroncelli puts the focus on the values that the different ministers of education, collected in 1943 to fight Nazis through the promotion of culture, were trying to convey while creating the organisation. After seventy years, the same creativity and desire motivate him to act. He is concerned about the interaction of the organisation and youth and he personally aims at promoting the cooperation among the two.

Therefore, he was nominated Youth Delegate for the National Committee for UNESCO at the Paris Congress in 2011, where he represented Italy at the 7th Global Youth Forum.  The main issue discussed was the understanding on how young people could access UNESCO, in order to boost the change in our societies in a collaborative environment.

Six years ago, his motivation has driven him to the brilliant idea of proposing the foundation of the first Youth Committee of UNESCO in Italy. “We wanted to let our voices be heard from the UN in Paris” he claims, and that is what actually happened: with the implementation of his project, the Youth Committee of the Italian National Commission for UNESCO was founded and the First National Assembly took place in Rome on 15-16 January 2016.

“I didn’t want to wait for an opportunity to come. I wanted to act.” That is the ultimate message he launches to the young audience. While considering the idea of creating an opportunity for youth to be an active part of UNESCO, he has made an impact on the system.

 

By Valentina Carrara

 

Follow Us on

This site uses cookies, including third party cookies, only for some technical features of the services offered.
You can find more information about our cookie policy by clicking HERE.

By clicking "OK" you authorize and agree to the use of cookies.