L’Associazione Più Vita onlus promuove, nel mese di gennaio, un nuovo corso di formazione in "Rendicontazione e Budgeting" rivolto a tutti coloro che sono interessati a conoscere gli strumenti necessari per la costruzione di un budget e la sua relativa rendicontazione nell'ambito della progettazione per la Cooperazione Internazionale e l'Educazione allo Sviluppo.

 

Ente. Più Vita Onlus è un'organizzazione senza fini di lucro che lavora da oltre dieci anni per la cooperazione e l'educazione allo sviluppo nei paesi del Sud del mondo, realizzando progetti a favore dei bambini che vivono in condizioni di povertà e disagio per dare loro maggiori strumenti e competenze per un futuro più ricco di opportunità.

Il lavoro dell’Associazione si sviluppa in Nicaragua, Repubblica Dominicana e in Italia con il fine di sostenere lo sviluppo delle popolazioni più svantaggiate, con particolare attenzione ai bambini e alle donne che vivono sotto la soglia di povertà e di garantire loro il rispetto dei diritti umani fondamentali: istruzione, alimentazione e assistenza medica.

 

Quando: Il corso si svolgerà in due giornate, giovedì 26 e venerdì 27 gennaio 2017 e vedrà tutti i partecipanti impegnati in lezioni teorico- pratiche

 

Dove: Roma

 

Descrizione dell'offerta

Il corso prevede lezioni finalizzate a trasferire competenze e conoscenze in materia di:

- Costruzione di un budget

- Metodo di rendicontazione

 Il corso sarà interattivo e con tutti i partecipanti si lavorerà alla simulazione e alla costruzione di un budget e alla sua rendicontazione. Si parte dal presupposto che i partecipanti al corso abbiano una conoscenza base della scrittura di un progetto e delle attività previste. Si analizzerà la modalità di preparazione dei documenti e di quanto necessario per la procedura di rendicontazione.

 Ogni partecipante riceverà a fine corso i materiali utilizzati durante le lezioni, l'attestato di partecipazione e la ricevuta di avvenuto pagamento. 

Calendario delle lezioni

 Le lezioni si terranno presso la sede dell’Associazione Più Vita onlus, in via Fabio Numerio 46 (Metro A - direzione Anagnina, fermata Furio Camillo).

 - giovedì 26 gennaio dalle ore 9.00 alle ore 15.00 

- venerdì 27 gennaio dalle ore 9.00 alle ore 15.00

 Docente

Il corso sarà tenuto dalla Dott.ssa Graziella Tedesco, Responsabile dell’Ufficio Progettazione di Più Vita onlus. Progettista e Formatrice, Consulente per la Cooperazione Internazionale, con una pluriennale esperienza nella gestione, rendicontazione e progettazione per l’Educazione allo Sviluppo. Per maggiori informazioni sulle competenza della dott.ssa Tedesco, visitate la sua pagina Linkdin

Iscrizioni

Per iscriversi al corso occorre compilare il FORM ONLINE presente sul sito web dell’Associazione www.piuvitaonlus.org o scrivere una mail a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. indicando Nome, Cognome, Numero di telefono, Email ed eventuale ruolo ricoperto attualmente dal partecipante all’interno di una organizzazione/associazione entro il termine massimo del 23 gennaio 2017.

Costo: La partecipazione al corso prevede un contributo di 150,00€  per persona. Tale contributo sarà interamente destinato a sostegno dei nostri progetti di Educazione in Italia, Nicaragua e Repubblica Dominicana

 

In base alla composizione dell’aula le persone iscritte verranno ricontattate per la conferma e riceveranno le indicazioni sul versamento della quota di partecipazione al fine di completare l’iscrizione ed assicurare la partecipazione al corso.

 

Maggiori Informazioni

Per ulteriori informazioni consultare il sito web www.piuvitaonlus.org alla pagina Cosa Facciamo/Corsi di Formazione, scrivere una mail ad Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. o contattare il numero 06 99929866.

 

 

Co-fondata da Bono, ONE è un’organizzazione internazionale sostenuta da oltre 7.5 milioni di membri che opera con campagne e attività di sensibilizzazione per combattere la povertà estrema e le malattie prevenibili. Apolitica, ONE mira a mobilitare i leaders politici mondiali per sostenere la lotta contro AIDS/HIV, malaria e tubercolosi, aumentare gli investimenti per l’agricoltura e l’alimentazione e chiedere ai governi maggiore trasparenza e impegno nei programmi di lotta alla povertà.

 

Diventa membro di ONE e scopri di più sulle sue campagne qui ! 

 

Con il DATA Report 2016, ONE continua nel suo ruolo di monitoraggio dei flussi e tendenze degli aiuti pubblici allo sviluppo (APS). In particolare quest’anno si rivolge con interesse agli aiuti nel contesto della crisi dei rifugiati e dei crescenti bisogni umanitari globali. Nel maggio 2016 è stato pubblicato un documento di approfondimento contenente i profili dettagliati di 13 paesi, con l’analisi dei flussi complessivi di aiuti allo sviluppo e la spesa per i rifugiati all'interno dei propri confini. Per la prima volta, ONE ha anche elaborato un rapporto che guarda all'utilizzo delle risorse domestiche in Africa, con particolare attenzione a sollecitare l’investimento dei governi africani nella salute pubblica.

Ad un anno dall'adozione degli obiettivi di sviluppo sostenibile, l’ultimo studio di ONE esorta i leaders mondiali ad aumentare con urgenza le risorse da destinare sia alla crescita che ai bisogni umanitari per i paesi in via di sviluppo. La comunità internazionale dovrebbe, infatti, porre particolare attenzione al supporto dei rifugiati e garantire trasparenza sugli investimenti.

 

A livello nazionale:

- nel 2015, l'Italia ha aumentato l’ammontare degli Aiuti Pubblici allo Sviluppo (APS) per il terzo anno consecutivo, portandoli allo 0.21% del Reddito Nazionale Lordo

- il Primo Ministro Matteo Renzi si è posto l’obiettivo intermedio di destinare allo sviluppo lo 0.3% del RNL entro il 2020 - in base all'obiettivo internazionale dello 0.7% - diventando nel frattempo il quarto maggior donatore tra le nazioni del G7 entro il prossimo vertice in Sicilia nel 2017

- gli APS dell'Italia ai Paesi Meno Sviluppati (PMS) sono complessivamente aumentati del 10% nel 2015

- l'Italia sta svolgendo un ruolo importante in Europa per far fronte alla crisi dei migranti chiamando per un aumento dei fondi allo sviluppo con l’obiettivo di incidere direttamente sulle cause profonde delle migrazioni

- sempre nel 2015 sono stati utilizzati più di un quarto degli APS italiani per fronteggiare la crisi dei rifugiati

Tuttavia, l’Italia, è ben lontana dai suoi impegni internazionali circa gli Aiuti Pubblici allo Sviluppo. Essa dovrà infatti aumentare le percentuali alla pari del Canada e incrementare gli aiuti ai PMS che ora comprendono solamente lo 0,5% del RNL.

ONE invita dunque il Primo Ministro Matteo Renzi a:

- rispettare la sua promessa di far diventare l’Italia il quarto maggior donatore tra le nazioni del G7 entro maggio 2017, in vista del Summit in Sicilia

- aumentare gli investimenti sia negli aiuti umanitari che nello sviluppo internazionale

- utilizzare i fondi nazionali per continuare a provvedere alle necessità dei rifugiati

- aumentare la quota degli APS da investire nei paesi meno sviluppati

- garantire che una quota maggiore vada a favore delle donne e delle giovani ragazze, maggiormente colpite dalla povertà (vedi anche ‘’La povertà è sessista’’)

- continuare a provvedere alle necessità dei rifugiati senza però sottrarre fondi ai programmi di sviluppo oltremare

- garantire la trasparenza degli APS. Rimane, infatti, in fondo alla lista dell’Aid Transparency Index (ATI) del 2016

 

"Il Primo Ministro Renzi", afferma Diane Sheard - Direttrice Esecutiva per l’Europa di ONE, "è impegnato in prima persona nella lotta contro la povertà estrema e la sua promessa di aumentare rapidamente gli aiuti italiani per diventare il quarto più grande donatore tra le nazioni del G7 è un potente esempio di questo impegno. C’è ancora tempo per l’Italia per incrementare notevolmente i suoi livelli di aiuti e raggiungere quella promessa entro il prossimo vertice G7".

 

Diventa membro di ONE e scopri di più sulle sue campagne qui !


Marta Della Monaca

 

Sette giovani donne portano il loro aiuto nel Sud Est Asiatico. Le ragazze hanno partecipato ad un Viaggio Solidale WEP, programmi di volontariato sociale o ecologico, per insegnare inglese alle popolazioni locali o prendersi cura delle specie animali in pericolo.

Alice, Chiara, Irene, Giulia, Gaia, Martina e Beatrice hanno all’incirca vent’anni e hanno trascorso alcune settimane dall’altra parte del mondo, ma niente spiaggia e surf per loro. Le ragazze infatti hanno fatto volontariato in IndonesiaSri Lanka e Laos attraverso i Progetti Human e Wildlife di WEP, una serie di programmi per portare aiuto nei paesi in difficoltà, salvaguardando le specie animali e vegetali a rischio (Progetto Eco e Wildlife) oppure contribuendo al miglioramento delle condizioni di vita delle popolazioni locali (Progetto Human).

Alice (18 anni), Chiara (18 anni) e Martina (23 anni), sono state a Bali per insegnare inglese a bambini e ragazzi. Il contributo dei volontari in questo settore è molto rilevante: le scuole private sono molto costose per la popolazione locale e quelle messe a disposizione dallo stato sono limitate. La prima settimana è introduttiva e serve ai volontari per entrare in contatto con la cultura locale: corsi di Balinese, conoscenza dei luoghi e delle abitudini del posto. Nelle settimane successive, invece, le giovani sono state inserite nelle scuole o nei centri linguistici, dove, per stimolare l’apprendimento hanno potuto organizzare varie attività di intrattenimento e gioco. Martina, dopo l’esperienza a Bali, si è fermata ancora in Indonesia nell’isola di Nusa Penida, per partecipare a uno dei progetti Wildlife. L’isola è abitata da una delle specie più antiche di tartarughe marine, le tartarughe verdi, che arrivano a pesare anche 320 kg. Martina, in gruppo con gli altri volontari, aveva il compito di accudire gli esemplari di questa specie, prendendosi cura di tutta la riserva marina.

Anche Irene (18 anni) di Bologna ha fatto l’insegnate a Bali. Il progetto scelto da Beatrice, sua compaesana di 23 anni, invece l’ha portata in Laos, presso un monastero buddista, per insegnare inglese a giovani studenti o monaci. Le altre due ragazze di Bologna, Gaia (17 anni) e Giulia (18 anni) sono state in Sri Lanka per portare aiuto negli orfanotrofi, nei centri di assistenza ai disabili o in altre strutture per la comunità a seconda delle esigenze.

Quest’anno, rispetto al 2015, l’organizzazione ha registrato un aumento del 30% nelle adesioni a questa tipologia di programma. Se si vanno a consultare i dati, oltre il 60% dei giovani volontari parte dal Nord Italia e, del totale dei ragazzi, circa il 73% è di sesso femminile. Il progetto Human è quello maggiormente scelto (circa la metà opta per questo programma). Le mete preferite sonol’Indonesia, scelta da un ragazzo su quattro, e il Sud Africa (22%). A seguire Thailandia (8,2%), Sri Lanka (5,2%), Cina (3,4 %) e Tanzania (1,7 %).

WEP, World Education Program, è un'organizzazione internazionale al servizio dei giovani, che segue ogni anno oltre 4000 ragazzi in partenza dall’Italia verso 65 Paesi e in arrivo nella nostra penisola da tutto il mondo. I suoi programmi comprendono: soggiorni di gruppi scolastici durante l'anno (stage linguistici) o durante l'estate (vacanze-studio); corsi di lingua all’estero; programmi di lavoro, stage e viaggi solidali; i programmi “High School” per i ragazzi delle superiori per trascorrere un trimestre, un semestre o un anno scolastico all’estero.

Per saperne di più visita Viaggio Solidale WEP

L’ONU offre un Internship nella Commissione Economica e Sociale dell’Asia Occidentale in cui potrai vivere un’esperienza negli affari economici dell’organizzazione internazionale per eccellenza e approfondire le tue conoscenze sulla regione
 
Per opportunità simili visita la sezione Nazioni Unite e Organizzazioni Internazionali
 
Ente: La Economic and Social Commission for Western Asia (ESCWA) è una delle cinque commissioni economiche regionali che riportano al Consiglio economico e sociale (ECOSOC) delle Nazioni Unite.
Istituita il 9 agosto 1973, come Commissione economica per l’Asia occidentale per stimolare l’attività economica e una forte cooperazione negli Stati membri, è stata rinominata ESCWA nel luglio 1985 sotto il Consiglio economico e Sociale.
Dopo aver spostato la propria sede principale da Beirut a Baghdad e poi ad Ammam, è tornata nel 1997 a Beirut.
 

Dove: Beirut

 
Destinatari: Laureati o laureandi interessati a svolgere un tirocinio nelle Nazioni Unite sull’Asia Occidentale
 
Durata: Dai 2 ai 6 mesi
 
Scadenza: 29 giugno 2017
 
Descrizione dell’offerta: Questo stage si trova all'interno della Divisione per lo sviluppo economico e l'integrazione (EDID) della Commissione economica e sociale per l'Asia occidentale (ESCWA). Il tirocinante risponderà direttamente alla sezione dei dirigenti della Divisione, e sarà sotto la supervisione generale del direttore EDID
Sarà responsabilità dello stagista lo svolgimento di tutti gli aspetti del lavoro della sezione e, in generale, del lavoro di EDID, come:
-Condurre ricerche di ricerca delle fonti su questioni relative alla governance economica, lo sviluppo economico, le istituzioni, l'economia politica e le aree di lavoro generali di EDID
-Gestire i database socio-economici derivati da diverse fonti
-Supportare alla redazione di contributi a presentazioni, documenti di progetto e di fogli di ricerca, così come per l'organizzazione di incontri
-Esaminare e preparazione rapporti sull'ambiente politico economico e sociale nella regione
 
Requisiti: Il candidato deve soddisfare i seguenti requisiti:
-Essere iscritto a un programma di specializzazione (secondo livello o equivalente, o superiore), oppure nell'anno accademico finale di un programma di diploma di laurea di primo livello o equivalente, oppure laureati in un primo o secondo programma di laurea, se selezionato, deve iniziare il tirocinio entro un periodo di un anno dall’ottenimento della laurea
-Avere buona conoscenza dei software standard
-La padronanza della lingua inglese è richiesta, e la conoscenza del francese e/o dell’arabo costituiscono un valore in più
 
Documenti richiesti: Lettera di presentazione contenente: Titolo di laurea in corso, data di laurea ottenuta o prevista, lista delle capacità IT, 3 aree di interesse, una lettera sul perché credi di essere il miglior candidato per l’internship ed una sui tuoi interessi all’internship programme delle Nazioni Unite.
In più sul Personal History Profile assicurati di aver inserito tutte le tue esperienze passate, abilità IT e tre referenze
 
Retribuzioni: Non prevista
 
Guida all’application: Per candidarti devi iscriverti e creare un tuo profilo completo e dettagliato a UN INSPIRA e poi candidarti all’offerta seguendo le istruzioni
 
Informazioni utili: I candidati presi in considerazione per la posizione saranno soggetti ad un processo di verifica delle informazioni fornite durante la candidatura. I selezionati saranno inoltre chiamati a motivare la scelta di lavorare presso le Nazioni Unite
 
Link utili:
 
 
A cura di Luigi Pappalardo
La redazione carriereinternazionali.com declina ogni responsabilità sull’attendibilità delle informazioni contenute nella scheda. Per informazioni in merito all’opportunità, contattare l’ente proponente.
LA REDAZIONE
 
 
Scegli il tuo percorso per salvare vite. Aiuta persone le cui vite sono state sradicate dai disastri e dalle guerre. Parti volontario negli USA con International Rescue Committee!
 
Per altre offerte simili visita il nostro sito alla sezione Cooperazione, Sviluppo e Volontariato
 
Ente: L’International Rescue Committee è un’associazione che risponde alle peggiori crisi umanitarie del mondo, contribuendo a ripristinare la salute, la sicurezza, l’educazione, il benessere economico e aiuta a far riprendere la dignità e sicura in se stessi alle persone devastate da conflitti e guerre. Fondata nel 1933, ora IRC è in operazione in oltre 40paesi e 26 città degli Stati Uniti per aiutare le persone a recuperare il controllo del loro futuro e aiutare loro a sentirsi a casa. Dal 1933 ad oggi: una realtà di aiuti e cooperazione decisamente funzionante
 
Dove: Stati Uniti
 
Destinatari: chiunque
 
Durata: dipende dai progetti
 
Scadenza: sempre aperta
 
Descrizione dell’offerta: l’IRC ha 26 uffici negli Stati Uniti e offrono una varietà di opportunità di volontariato anche in giro per il mondo. Le attività tipiche sono:
- Assistenza psicologica a rifugiati e a eventuali famiglie
- Aiutare i rifugiati a trovare un lavoro e a prepararsi a eventuali colloqui insegnando loro la lingua
- Organizzazione di varie attività a seconda dei progetti
 
Requisiti: buona conoscenza della lingua inglese. Il candidato sarà sottoposto ad un colloquio con il personale di IRC per verificare le sue attitudini e le sue competenze.
 
Retribuzione: non specificata
 
Documenti Richiesti: Curriculum Vitae
 
Guida all’application: per esplorare le varie attività di volontariato e le diverse opportunità cliccare sul seguente Link e selezionare la voce “Select an Office”. Successivamente vi sarà richiesto di Compilare la domanda di volontariato e inviarla. In seguito verrete ricontattati per partecipare ad un colloquio con il personale di IRC.
 
Info utili: IRC si impegna a fornire assistenza per soluzioni durature. Chi parte volontario per IRC deve impegnarsi al meglio non solo in attività di assistenza ai rifugiati ma anche per la promozione e la sensibilizzazione degli americani verso i diritti umani. Con IRC puoi finalmente dare il tuo contributo e fare la differenza.
 
Link utili:
 
 
A cura di Laura Grandinetti
 
La redazione carriereinternazionali.com declina ogni responsabilità sull’attendibilità delle informazioni contenute nella scheda. Per informazioni in merito all’opportunità, contattare l’ente proponente..
 
LA REDAZIONE
L’ONG per la Cooperazione Internazionale Sud Sud ti aspetta a Palermo, Invia la tua candidatura e non perdere l’occasione di contribuire con stage e tirocini allo sviluppo dei vari “sud” del mondo
 
Per simili opportunità visita la nostra pagina Cooperazione, Sviluppo, e Volontariato
 
Ente: Cooperazione Internazionale Sud Sud (C.I.S.S.) si definisce Organizzazione Non Governativa attiva nel campo della cooperazione internazionale allo sviluppo. Oggi ogni parte del mondo ha i propri “sud”: interi paesi condannati a essere solo fonte di materie prime e di braccia a poco prezzo, sedi di conflitti dettati dalla caccia alle risorse, ma anche periferie del mondo ricco dove relegare gli esclusi dal lavoro, coloro che sono resi deboli dalla mancanza di servizi sociali, i diversi, gli inabili, gli stranieri, i disadattati. In questi “sud” lavora dal 1985 Cooperazione Internazionale Sud Sud.
 
Dove: Palermo
 
Destinatari: Studenti e laureati con voglia di impegnarsi in prima persona
 
Quando: La candidatura è spontanea, quindi si viene contattati a seconda degli spazi e le esigenze dell’associazione
 
Scadenza: Essendo la candidatura spontanea non è indicata una scadenza
 
Descrizione dell’offerta: Il CISS accoglie tirocinanti nei vari settori d’attività: progettazione e cooperazione, educazione allo sviluppo, fund raising e comunicazione, amministrazione.
 
Requisiti: Non indicati, la politica del CISS  è che ognuno possa contribuire con le competenze che ha
 
Costi/Retribuzione: Non indicata
 
Guida all’application: Inoltra il tuo curriculum Vitae a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
 
Informazioni utili: Per il CISS fare cooperazione significa mettere in relazione le persone affinché possano migliorare le capacità di gestione della propria vita: “cooperazione” è costruire ponti tra le realtà sociali, tra gli individui, tra i territori; significa sostenere la solidarietà, la collaborazione, la conoscenza, il dialogo, la pace; è rimettere in discussione lo sfruttamento, cambiare i rapporti di genere oppressivi nei confronti delle donne e di quanti vengono considerati diversi; è agire per l’organizzazione dei deboli, per la riappropriazione delle risorse locali e della propria vita; è difesa dei diritti; significa puntare sulla partecipazione, come pratica di democrazia e di cittadinanza attiva, e sull’ascolto, come base dell’educazione e della comunicazione; è favorire l’inclusione sociale e garantire la diversità, il coinvolgimento, lo scambio e il confronto. Se anche tu la pensi allo stesso modo non perdere quest’occasione e invia la tua candidatura spontanea
 
Link utili:
 
A cura di Alessandra Marsico
 
La redazione carriereinternazionali.com declina ogni responsabilità sull’attendibilità delle informazioni contenute nella scheda. Per informazioni in merito all’opportunità, contattare l’ente proponente.
 
LA REDAZIONE
 
Non perdere l’opportunità di dare un contributo reale al nostro paese: iscriviti al Corpo Nazionale dei Vigili del Fuoco come volontario e sostieni l’Italia quando ne ha più bisogno
 
Per simili opportunità visita la nostra pagina Cooperazione, Sviluppo e Volontariato
 
Ente: Il Corpo nazionale dei vigili del fuoco (in acronimo CNVVF) è un corpo di polizia ad ordinamento civile della Repubblica italiana, con funzioni di pubblica sicurezza, polizia giudiziaria e di polizia amministrativa. Dipende dal Ministero dell'interno, in particolare dal Dipartimento dei vigili del fuoco, del soccorso pubblico e della difesa civile. Il CNVVF nasce nel 1941, composto dai Vigili del Fuoco Permanenti e dai Vigili del Fuoco Volontari.
 
Dove: Comando provinciale della provincia in cui si è interessati contribuire
 
Destinatari: Cittadini italiani tra i 18 e i 25 anni
 
Quando: Il personale volontario, a differenza di quello permanente, non è vincolato da un rapporto di impiego e svolge la sua attività ogni qualvolta se ne manifesti il bisogno.
 
Scadenza: Non prevista
 
Descrizione dell’offerta: I vigili del fuoco volontari, nel momento in cui hanno il decreto di nomina, hanno gli stessi obblighi dei vigili permanenti ed hanno, durante l'espletamento delle funzioni, la qualifica di Agente o Ufficiale di Polizia Giudiziaria, a seconda del grado che possiedono. Le squadre di volontari dipendono dal Comando Provinciale e possono operare tutti i giorni dell'anno. In occasione di pubbliche calamità o catastrofi, il personale volontario può essere chiamato in servizio temporaneo e destinato in qualsiasi località. Oppure, in caso di particolari necessità, può essere inoltre chiamato in servizio temporaneo nel limite di 20 giorni. In queste circostanze, i datori di lavoro per i quali i volontari lavorano stabilmente hanno l'obbligo di lasciare disponibili questi dipendenti, ai quali deve essere conservato il posto occupato. I vigili del fuoco volontari sono obbligati a frequentare periodici corsi di addestramento pratico presso i comandi provinciali VV.F. di residenza. Hanno in dotazione sia la divisa, che è simile a quella dei vigili del fuoco, che il relativo equipaggiamento, ovviamente da restituire nel caso in cui ci si cancella dagli elenchi del personale volontario.
 
Requisiti:
- Cittadinanza Italiana, uomo o donna, con un'età compresa tra i 18 ed i 45 anni.
- Godere dei diritti politici e non essere stati dispensati o licenziati dall'impiego presso la Pubblica Amministrazione.
- Diploma di istruzione secondaria di primo grado (licenza media inferiore)
- Idoneità psicofisica e attitudinale (accertata dai competenti Comandi Provinciali)
- Requisiti di qualità morali e di condotta
 
Costi/Retribuzione: Non prevista
 
Guida all’application: I cittadini che intendono arruolarsi nei quadri volontari devono inoltrare la domanda presso il Comando provinciale di residenza, o presso il Comando dei Vigili del Fuoco della provincia limitrofa, nel caso si desideri essere impiegati presso quest'ultima provincia
 
Informazioni utili: È incompatibile con la posizione di Vigile Volontario a domanda il personale permanente in servizio nel Corpo Nazionale dei Vigili del Fuoco; il personale delle Forze Armate, delle Forze di Polizia e delle altre istituzioni pubbliche preposte all'ordine ed alla sicurezza pubblica, con eccezione degli appartenenti ai Corpi di Polizia degli enti locali, previo nulla osta delle amministrazioni competenti; gli amministratori di società e dei titolari di impresa che producono, installano, commercializzano impianti, dispositivi e attrezzature antincendio e dei titolari di istituti, enti e studi professionali che esercitano attività di formazione, vigilanza, consulenza e servizi nel settore antincendio
 
Link utili:
 
 
 
A cura di Alessandra Marsico
 
La redazione carriereinternazionali.com declina ogni responsabilità sull’attendibilità delle informazioni contenute nella scheda. Per informazioni in merito all’opportunità, contattare l’ente proponente.
 
LA REDAZIONE
 
Se ami e ti stanno a cuore la tutela dell’arte, della natura e dei paesaggi italiani, qualsiasi sia la tua qualifica il Fondo Ambiente Italiano sta cercando proprio te! Invia la tua candidatura spontanea e unisciti a loro, comincia e fai esperienza nel mondo del no-profit
 
Per simili opportunità visita la nostra pagina Cooperazione, Sviluppo e Volontariato
 
Ente: FAI – Fondo Ambiente Italiano,è una fondazione italiana fondata nel 1975 con lo scopo di agire, senza scopo di lucro, per la tutela, la salvaguardia e valorizzazione del patrimonio artistico e naturale italiano attraverso il restauro e l'apertura al pubblico dei beni storici, artistici o naturalistici ricevuti per donazione, eredità o comodato. Promuove l'educazione e la sensibilizzazione della collettività alla conoscenza, al rispetto e alla cura dell'arte e della natura e l'intervento sul territorio in difesa del paesaggio e dei beni culturali italiani
 
Dove: In varie città italiane
 
Destinatari: Studenti e laureati
 
Quando: A seconda delle necessità dell’associazione
 
Scadenza: La candidatura è spontanea, quindi non esiste scadenza!
 
Descrizione dell’offerta: FAI offre la possibilità di candidarsi spontaneamente e di venire poi contattato se il vostro profilo coincide con le variegate necessità dell’associazione
 
Requisiti: Essendo la candidatura spontanea non esistono requisiti essenziali al lavoro. La politica del FAI è che ognugno, grazie alle proprie capacità possa contribuire all’associazione a proprio modo. Tuttavia, oltre alla voglia di fare, viene rischiesto l’amore per l’arte per la natura e per i paesaggi italiani.
 
Costi/Retribuzione: Non specificata
 
Guida all’application: Compila il form che trovi online e invia la tua candidatura
 
Informazioni utili: sono 50 i Beni del FAI in tutta Italia, di cui 30 aperti al pubblico, tesori d’arte e natura, luoghi unici al mondo, tanti gioielli piccoli e grandi che raccontano la storia del nostro Paese. Ogni giorno i volontari FAI dedicano a ciascuno di questi luoghi attenzioni scrupolose, indispensabili per proteggere la loro bellezza e consegnarla al futuro.
 
Link utili:
 
A cura di Alessandra Marsico
 
La redazione carriereinternazionali.com declina ogni responsabilità sull’attendibilità delle informazioni contenute nella scheda. Per informazioni in merito all’opportunità, contattare l’ente proponente.
 
LA REDAZIONE
Se hai voglia di partecipare a un’appassionante esperienza di volontariato, non c’è nulla di meglio che collaborare con ActionAid
 
ENTE: ActionAid è un’organizzazione internazionale indipendente impegnata nella lotta alle cause della fame nel mondo, della povertà e dell’esclusione sociale. Da oltre 40 anni è a fianco delle comunità del Sud del mondo per garantire loro migliori condizioni di vita e il rispetto dei diritti fondamentali. ActionAid ha la sua sede di coordinamento in Sud Africa, a Johannesburg e affiliati nazionali nel Nord e nel Sud del mondo. I progetti vengono sviluppati tenendo conto delle esigenze e priorità delle comunità locali e promuoviamo lo sviluppo sostenibile e duraturo nel tempo.
 
DOVE:Milano
 
DESTINATARI:Interessati che rispettino i requisiti
 
QUANDO:Non specificato
 
SCADENZA: La candidatura è sempre disponibile
 
DESCRIZIONE DELL’OFFERTA: L’ente proponente è alla ricerca di volontari disponibili in orari di ufficio allo scopo di garantire il supporto nelle varie attività ordinarie e straordinarie
 
Per scoprire le altre opportunità vista la nostra pagina Cooperazione, Sviluppo e Volontariato
 
REQUISITI:
- avere minimo 18 anni
- condividere i valori di ActionAid
- saper utilizzare il PC e avere dimestichezza con il pacchetto Office
- buona conoscenza della lingua inglese
- senso di responsabilità nell'assunzione degli impegni
- disponibilità per un minimo di 4 ore settimanali
 
DOCUMENTI RICHIESTI:
- CV
 
RETRIBUZIONE:Non prevista
 
GUIDA ALL’APPLICATION: E’ necessario inviare la richiesta con allegato il CV all’indirizzo Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.con riferimento in oggetto VOL16
 
INFORMAZIONI UTILI:Milano, da sempre famosa per la moda e per la borsa, è diventata dal 1 maggio il cuore pulsante dell’Italia grazie all’Expo. Il servizio di trasporti urbano rende Milano una città molto comoda, ci si sposta da una parte all’altra senza l’automobile e l’incubo del traffico. Il centro di Milano, con i suoi palazzi storici esercita sempre un certo fascino. Quartiere Brera, piazza della Scala e il Castello Sforzesco meritano di essere visti in qualsiasi momento della giornata. Meno romantica ma sicuramente più devota al divertimento è una tappa ai Navigli per un apericena, fare poi una passeggiata in darsena, il porto fluviale della città e terminare la serata sorseggiando un drink, come dicono a Milano, “in colonne” (colonne di San Lorenzo)
 
LINK UTILI:
 
 
CONTATTI UTILI:
ActionAid International Italia Onlus 
Via Broggi 19/a 20129, Milano
Tel.: (+39) 02.742001
E-mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. .
                                   
 
A cura di Tommaso Boldrini
 
La redazione carriereinternazionali.com declina ogni responsabilità sull’attendibilità delle informazioni contenute nella scheda. Per informazioni in merito all’opportunità, contattare l’ente proponente. LA REDAZIONE
Partecipa anche tu al cambiamento. Sostieni lo sviluppo. Parti come volontario per Coprodeli in Perù!
 
Se sei interessato al volontariato visita il nostro sito alla sezione Cooperazione, Sviluppo e Volontariato
 
Ente:  Fin dal 1989, Coprodeli ha aiutato le più povere famiglie del Perù portando loro supporto economico e psicologico. Ha provveduto a portar loro i bisogni fondamentali: strutture, programmi di istruzione, salute, abbigliamento, cibo. Rispondendo ai bisogni delle comunità marginali e incrementando la sua attività, Coprodeli ha guadagnato legittimità nel mondo internazionale come agente dinamico del cambiamento globale. Coprodeli combina la conoscenza del mondo globalizzato all’esperienza e alle risorse guadagnandosi così un posto in prima linea nella Cooperazione e nel volontariato. Un’associazione importante e fondamentale nel mondo.
 
Dove: Stati Uniti e Perù.
 
Destinatari: qualsiasi persona volenterosa
 
Durata: variabile, dipende dai progetti
 
Scadenza: continua
 
Descrizione dell’offerta: i progetti sono assai diversificati. Il volontario può decidere dove fare volontariato e a quale progetto iscriversi: salute, istruzione, progetti architettonici, organizzazione di eventi. Se si sceglie di essere volontario a lungo termine è richiesta la partecipazione per almeno 5 mesi, cosicché il volontario possa essere seguito e informato sul progetto a cui parteciperà. Importante è:
- Partecipare attivamente alla società, cercando di dare la possibilità a chi ne ha più bisogno.
- Un esercizio di responsabilità civica contro la povertà, l’esclusione e la sofferenza umana.
- Mettere in pratica i valori della responsabilità solidale, concedendo tempo, abilità e sforzo nella ricerca del bene comune
- Consapevolezza e desiderio di aiutare, lavorando in squadra, essendo sempre disponibili per i più bisognosi.
 
Requisiti:
- Avere un minimo di esperienza e conoscenze del progetto che si andrà a scegliere
- Conoscenza di inglese e spagnolo
 
Retribuzione: previsto un rimborso spese mensili per il vitto. L’alloggio è garantito dall’associazione
 
Documenti richiesti:
- Curriculum Vitae
- Cover letter
 
Guida all’application: inviare la cover letter e il CV in Spagnolo a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.. È possibile anche inviare una copia in lingua inglese. La Cover Letter deve esprimere:
- Il motivo del tuo interesse per partire volontario.
- Quale progetto ti piacerebbe intraprendere.
- La tua esperienza passata
- Quando vorresti partire volontario
- Il tuo livello di spagnolo
 
Successivamente sarà Coprodeli a ricontattarti. Per qualsiasi informazione scrivere al seguente Link
 
Info utili: Il Perù) è uno Stato dell'America meridionale. Il territorio peruviano è stata sede di antiche culture, che vanno dalla civiltà Norte Chico, uno delle più antiche del mondo, all'Impero Inca, lo Stato più grande dell'America precolombiana. L'Impero spagnolo conquistò la regione nel XVI secolo e vi stabilì un Vicereame, che comprendeva la maggior parte delle colonie sudamericane. Raggiunse l'indipendenza nel 1821, e la fine definitiva del dominio spagnolo sulla regione fu siglata nella battaglia di Ayacucho di tre anni dopo. Terra misteriosa e con una miscela di tradizioni che ha portato a una grande varietà culturale. Coprodeli non vi lascia sprovveduti: al seguente Link potete scaricare il pdf in cui si spiega la burocrazia peruviana e altre curiosità. Coprodeli istruisce e prepara al meglio i suoi volontari: un’associazione che vi forma e vi segue, passo dopo passo. Perché il volontariato è un lavoro da prendere seriamente.
 
Link:
 
A cura di Laura Grandinetti
 
La redazione carriereinternazionali.com declina ogni responsabilità sull’attendibilità delle informazioni contenute nella scheda. Per informazioni in merito all’opportunità, contattare l’ente proponente.
 
LA REDAZIONE

Rubrica

Servizio Volontariato Europeo

Follow Us on

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, solo per alcune funzionalità tecniche dei servizi offerti.
Puoi prendere visione dell’informativa estesa sull’uso dei cookie cliccando QUI.

Cliccando su "ok" acconsenti all’uso dei cookie.