Carriereinternazionali.com incontra il Dott. Fabio Bisogni , Consigliere di Amministrazione UNINT - Università degli Studi Internazionali di Roma - delegato alle relazioni internazionali e vicepresidente della Fondazione Formit, per farci raccontare quali sono i punti di forza di UNINT, come è sviluppata la dimensione internazionale e come l'offerta formativa dell'Ateneo possa incontrare i bisogni di giovani sempre più proiettati alle carriere internazionali in ogni ambito e settore.

L'Università degli Studi Internazionali di Roma (UNINT) rappresenta oggi un punto di riferimento per quanti vogliono confrontarsi con uno metodo di studio improntato alla dimensione internazionale e all'innovazione. Segno di tale obiettivo la partnership con Giovani nel Mondo per la realizzazione dell'edizione 2018 del Festival delle Carriere Internazionali. Vieni a scoprire l'UNINT all'evento di orientamento alle Carriere Internazionali del 6 giugno a Roma, Porta il CV!

 

Dott. Bisogni, il nome stesso dell’Università- UNINT-Università degli studi Internazionali di Roma- riporta alla dimensione internazionale quale parte essenziale della mission dell'Ateneo. Come viene inteso questo carattere di internazionalità? Quali sono i tratti distintivi dell’UNINT?

Lo spirito internazionale è la vera pietra angolare del nostro Ateneo che trasferisce ai propri studenti competenze interdisciplinari. Tali competenze risultano fondamentali per una serie di fattori tra  i quali la capacità di interpretare il mondo in chiave geopolitica, linguistica, culturale, economica e digitale per diventarne protagonisti, forti della specializzazione acquisita grazie ai percorsi offerti dalle Facoltà di Economia e di Interpretariato e Traduzione.

Per fare ciò i nostri percorsi formativi sono realizzati osservando attentamente il mondo e le sue dinamiche in continua evoluzione e instaurando un dialogo con le aziende e le organizzazioni che lo animano.

 

Come viene tradotto il concetto di internazionalità in termini di offerta didattica?

L'internazionalità è sicuramente tratto distintivo della nostra offerta didattica, basti pensare alla possibilità di accedere allo studio approfondito di 8 lingue straniere – arabo, cinese, francese, inglese, portoghese, russo, spagnolo e tedesco – e alle relative culture, oltre al crescente numero di insegnamenti erogati in lingua inglese e alla presenza di docenti provenienti da tutto il mondo. Offriamo inoltre la possibilità di conseguire un doppio titolo di laurea magistrale studiando un anno presso di noi e un anno presso uno dei nostri partner internazionali.

La crescita dello studente è favorita anche da una serie di opportunità di studio che diventano vere e proprie esperienze di vita come i periodi di studio all'estero, opportunità di stage presso prestigiose istituzioni a livello internazionale, ma anche attraverso ciò che si è soliti definire "internazionalizzazione a casa", ossia la possibilità per gli studenti UNINT di misurarsi in Ateneo con docenti e studenti provenienti da tutto il mondo. In questo modo gli studenti UNINT imparano a sentirsi cittadini del mondo.

 

Quali sono le novità nell’offerta didattica dell’a.a. 17/18 rispetto agli anni passati?

I percorsi che offriamo puntano sempre più su interdisciplinarità, dialogo con il mondo del lavoro e vocazione internazionale.

Le farò tre esempi. UNINT permette allo studente del curriculum Relazioni Internazionali di sviluppare qualificate competenze in tale settore e di analizzare con consapevolezza l'evoluzione degli scenari geopolitici ed economici.

Le competenze linguistiche continuano a giocare un ruolo importante così come il contatto diretto con organizzazioni chiave in tale ambito. Un terzo degli insegnamenti è tenuto in lingua inglese da personalità di spicco che ricoprono o hanno ricoperto posizioni di prestigio presso importanti organismi internazionali quali la FAO, la NATO, le Nazioni Unite, la World Bank. L’accesso ad una seconda lingua tra quelle già citate fornisce un ulteriore elemento di distinzione facilitando l’inserimento presso organizzazioni internazionali, multinazionali, enti e istituzioni operanti nel campo della diplomazia e dei diritti umani e ONG. Inoltre, il percorso è arricchito da esperienze extracurricolari tra cui la possibilità di partecipare al corso di preparazione al concorso per la carriera diplomatica e la possibilità di frequentare la Scuola di Scienze della Politica.

Aspiranti interpreti e traduttori hanno la possibilità di acquisire una formazione d'eccellenza specializzandosi presso una facoltà che gode di numerosi riconoscimenti a livello internazionale. Mi preme sottolineare che il vero punto di forza della facoltà di interpretariato e traduzione consiste nel trasmettere conoscenze e competenze che esulano dal mondo linguistico tout court abbracciando campi quali l’economia, il management internazionale e la geopolitica. Il professionista sarà quindi percepito come controparte ancora più qualificata dagli attori che sarà chiamato a supportare che si tratti di un tavolo di trattativa o di conferenze internazionali. 

Il curriculum Beni di lusso, Made in Italy e mercati emergenti consente ai futuri manager di porsi come professionisti qualificati nell’ambito delle strategie di internazionalizzazione delle PMI italiane. Il 50% degli insegnamenti è erogato in lingua inglese. Garantiamo inoltre la possibilità di studiare una seconda lingua tra quelle dei Paesi in forte sviluppo economico e di approfondire lo studio delle dinamiche culturali dei mercati in cui le PMI operano.

Tale approccio favorisce la possibilità di instaurare rapporti umani senza filtri e di stabilire un’empatia immediata con il proprio interlocutore aziendale.

 

Perché un ragazzo dovrebbe decidere di iscriversi a UNINT? Quali sono le caratteristiche e le qualità che la differenziano dalle altre Università?

Si tratta di un’università a misura di studente tra le più internazionali del panorama italiano con un rapporto studenti docenti pari a 8 a 1. Un tasso di occupazione ad un anno dalla Laurea tra i più alti d’Italia, il riconoscimento del merito tramite una politica di rette che premia l'impegno degli studenti.

Il percorso di crescita dei professionisti del domani è reso ancor più virtuoso dalle opportunità offerte da due importanti reti dell’Ateneo a livello accademico e lavorativo.

Una rete di oltre 80 università partner che permette agli studenti UNINT di accedere a periodi di studio all’estero presso prestigiose realtà accademiche in Europa, Africa, Asia e Americhe e di trarre vantaggio dal clima spiccatamente multiculturale che anima l'Ateneo grazie alla presenza di studenti e docenti provenienti da tutto il mondo. 

Una rete di oltre 800 aziende e Istituzioni per l’attivazione di qualificati tirocini curricolari che rafforzano sin da subito le competenze professionali dello studente, coinvolto nei processi di organizzazioni prestigiose quali Ambasciate estere in Italia, Ministeri Italiani, Rappresentanze europee, ONG e organizzazioni intergovernative.

Insomma un’attenzione all’individuo e allo sviluppo anche di soft skills, quali il public speaking, le tecniche di negoziazione e l’intelligenza emotiva, che sono parte integrante e innovativa dell'offerta formativa UNINT per il prossimo anno accademico.

 

In che modo i valori dell’UNINT si traducono in obiettivi e quali sono i traguardi di cui si può vantare?

Nel corso degli anni l'Ateneo ha raggiunto risultati eccellenti nella formazione. Nel campo di  interpretariato e traduzione, ad esempio, UNINT ha ricevuto importanti riconoscimenti e rientra in due reti di prestigio, la CIUTI - Conférence Internationale Permanente d'Instituts Universitaires de Traducteurs et Interprètes e l’EMT - European Master's in Translation.

Per quanto riguarda l'ambito del management e marketing, l'applicazione di un approccio innovativo, basato sulla ricerca e orientato a professioni sempre più richieste quali ad esempio il Digital Marketing Manager o l'Export Manager di aziende operanti nel settore del lusso permette agli studenti di accedere al mondo del lavoro prima degli altri.

Uno degli aspetti della nostra offerta formativa di cui andiamo più fieri riguarda l'interdisciplinarità, ovvero aver avvicinato la realtà accademica e quella professionale e lavorativa. Il Master IMAGINE Made in Italy ne è un esempio. La figura professionale frutto del Master è rappresentata da un soggetto che, consolidata la propria formazione linguistica come interprete, acquisisce conoscenze specifiche nei settori di eccellenza del Made in Italy e sviluppa competenze legate al management internazionale e alle strategie di internazionalizzazione delle PMI pronte ad aprirsi a mercati esteri.

 

Associazione Giovani nel mondo/UNINT: in che modo possono entrare in contatto le due realtà? Quali sono le affinità tra le due?

Entrambe le realtà a modo loro creano opportunità per quei giovani interessati a conoscere ed incontrare il mondo. La sinergia che ne deriva non fa altro che consolidare l’impegno e i risultati di entrambe le organizzazioni nel sostenere i giovani nell'identificazione del percorso professionale più adatto a loro in un’ottica che può e che ormai deve essere internazionale.

 

UNINT ospiterà il prossimo Festival delle Carriere Internazionali. Quali sono le aspettative al riguardo, e perché l’UNINT è la sede ideale?

Sicuramente è la spiccata vocazione internazionale a rendere UNINT il partner accademico ideale per un’iniziativa di respiro globale come il Festival delle Carriere Internazionali. Altro elemento degno di nota: essere nel cuore di Roma così vicini a realtà prestigiose del mondo delle Relazioni Internazionali con cui la UNINT ha un contatto costante e diretto.

Conoscere le opportunità formative e professionali legate agli scenari globali (obiettivo del festival) significa essere liberi di scegliere che ruolo giocare nel mondo. In linea con la nostra visione ci aspettiamo quindi di contribuire ad accrescere la consapevolezza dei giovani, primo passo fondamentale verso carriere internazionali di successo.

Unint e Giovani nel Mondo ti aspettano il 6 giugno per un evento di orientamento alle Carriere Internazionali-Porta il CV.

Barbara Parisse

Pubblicato in Rubrica

 

nasce una nuova intesa che vede come protagonisti l’associazione no-profit Giovani nel Mondo e la principale compagnia aerea italiana Alitalia, una partnership a 360° in vista della seconda edizione del Festival delle Carriere Internazionali.

 

Il colosso dei trasporti aerei, tra i più efficienti d’Europa con una flotta composta da 122 aerei, darà infatti il suo fondamentale imprinting durante lo svolgimento dei giochi del Festival dal 11 al 14 Marzo 2017. Nella stagione estiva Alitalia vola verso 97 destinazioni, di cui 27 in Italia e 70 nel resto del mondo con 4.400 voli settimanali La qualità del servizio, l’attenzione ai passeggeri, l’alta professionalità, la formazione e la competenza degli equipaggi, dei tecnici della manutenzione e di tutto il personale rappresenta da sempre il tratto distintivo di Alitalia. A bordo di Alitalia  è sempre riconoscibile il comfort e l’eleganza tipica italiana: menù all’insegna delle ricette regionali, vini delle più raffinate cantine italiane e, nei voli intercontinentali, tovaglie e piumini firmati Frette e trousse con prodotti firmati da Salvatore Ferragamo. Questo e ancor di più quello che la partnership offre a tutti i partecipanti del Festival, che potranno usufruire delle migliori tariffe a loro dedicati per raggiungere la capitale di Roma in occasione del  Festival.

Alitalia diventa inoltre protagonista dei Business Game grazie ai “casi reali” che proporrà, che andranno sviluppati nel corso del progetto. I manager della compagnia sottoporranno così durante un’intera giornata di lavoro un business study che i concorrenti divisi in gruppi Junior e Senior dovranno risolvere concretamente con l’aiuto delle risorse professionali presenti. Si presenterà l’occasione unica per il gruppo dei vincitori di avere un canale diretto con i responsabili del business  e del recruitment, accedere a dei colloqui mirati e lasciare il proprio curriculum  per opportunità future.

 

Cosa aspetti ancora? Scopri subito tutte le opportunità presenti e partecipa alla più grande simulazione aziendale della capitale, nel cuore di Roma durante il Festival delle Carriere Internazionali. Scopri ora come candidarti!

 

Per altre informazioni visita il sito ufficiale www.internationalcareersfestival.org

Pubblicato in Altre opportunità.

L’Associazione Giovani nel Mondo, fondatrice e organizzatrice del Festival delle Carriere Internazionali, è orgogliosa di annunciare una partnership con Barel Italia, azienda specializzata in artigianato e arredamento per la casa made in Italy.

 

Barel, impresa fondata nel 1956 da Augusto Barel e sua moglie, è paradigma dell’abilità artigianale all’italiana con due obiettivi principali: qualità e affidabilità. Da allora la compagnia si è ampliata raggiungendo nuovi mercati a livello internazionale: Francia, Inghilterra, Germania, Grecia, Russia e Stati Uniti. Nonostante i cambiamenti nel mercato e la sua espansione Barel rimane sempre un’impresa a carattere familiare, segno di continuità e rispetto per il tradizionale processo di lavorazione del ferro.  

 

Ora, in collaborazione con il Festival delle Carriere Internazionali, Barel fornirà borse di studio ai 30 partecipanti più meritevoli. L’azienda ha quindi deciso di supportare 3 studenti per 10 paesi diversi: Spagna, Francia, Azerbaijan, Turchia, Kazakistan, Canada, India, Giappone, Messico e Armenia. Le 30 borse di studio copriranno i costi della conference fee per la partecipazione ad uno dei progetti dell’edizione 2017 del Festival:

Rome Model United Nations - la più grande simulazione delle Nazioni Unite in Europa con oltre 1000 partecipanti da più di 100 paesi.

Rome Business Game - una competizione di case study dove gli studenti non solo presentano le proprie soluzioni innovatrici che possono poi essere utilizzate dalle compagnie partner del Festival, ma anche dove i vincitori riceveranno possibilità di internship e colloqui.

Rome Business Game - la prima simulazione a livello mondiale dedicata al mondo dei media e del giornalismo, dove i partecipanti potranno imparare esattamente cosa significa essere un giornalista o un traduttore in ogni tipo di canale: TV, Radio e giornale Web.

Rome International Careers Course - un corso di 4 giorni molto intenso pieno di ospiti eminenti e workshop utile alla preparazione per ogni carriera a livello internazionale, sia presso una multinazionale sia presso un'agenzia delle Nazioni Unite.

 

L’Associazione Giovani nel Mondo non potrebbe essere più grata a Barelle per il regalo che sta offrendo ad alcune delle giovani menti più brillanti del mondo.

La  Fiera delle Carriere Internazionali 2017 sarà aperta al pubblico gratuitamente con oltre 200 espositori e opportunità professionali per tutti i giovani provenienti da ogni parte del mondo: appuntamento a Roma dall'11 al 14 marzo 2017, presso Circo Massimo, per partecipare alla terza edizione della Fiera delle Carriere Internazionali

Nel corso degli anni l’Associazione Giovani nel Mondo (GnM) ha maturato partenariati e collaborazioni con organizzazioni e istituzioni italiane, europee e internazionali che accompagnano il lavoro di crescita dell’associazione e contribuiscono alla formazione dei giovani.

Nel 2015 GnM ha organizzato la prima Fiera delle Carriere Internazionali ad integrare l’esperienza del RomeMUN 2015.

Nel 2016 è nato il Festival delle Carriere Internazionali costituito da 5 progetti: RomeMUN, Rome Press Game, Rome Business Game, Corso di Orientamento e Fiera.

Per il 2017 si darà la possibilità ai giovani partecipanti  di effettuare attività di recruitment attraverso i vari espositori dando una priorità ai partecipanti dei vari progetti.

Proprio la Fiera costituisce il punto di maggiore incontro e aggregazione per giovani interessati a lavorare o formarsi in ambiti quale cooperazione, media, sviluppo, relazioni internazionali, comunicazione, lingue e traduzione e simili. Saranno però presenti anche grandi aziende del settore privato interessati a giovani con una formazione internazionale e poliedrica. La Fiera inoltre sarà aperta gratuitamente a tutti gli interessati.

Nel corso della Fiera 60.000 giovani, liceali e universitari, avranno l'opportunità di incontrare oltre 200 espositori e confrontarsi direttamente con i funzionari degli Organismi Internazionali, con i rappresentanti delle più importanti ONG in Italia e nel mondo, con esponenti di importanti aziende e rappresentanti delle Top Universities and Business School.

Gli obiettivi della Fiera sono molteplici. Oltre alla valorizzazione della dimensione internazionale delle carriere nei diversi ambiti e settori, la Fiera intende promuovere l’importanza della formazione all’estero ospitando enti e istituzioni universitarie e di alta formazione. Uno degli obiettivi è inoltre quello di permettere ai giovani di orientarsi nel difficile mondo del lavoro e della formazione offrendo l’opportunità di incontrare grandi enti sia pubblici che privati aperti al dialogo e pronti a rispondere alle domande degli interessati

La Fiera sarà inoltre un’eccezione nel panorama italiano dato che promuoverà l’incontro tra domanda e offerta di lavoro, permettendo alle organizzazioni di incontrare chi è in cerca di lavoro Tutti gli enti presenti, infatti, presenteranno le opportunità di lavoro, stage, collaborazione presso le proprie strutture e riservando il recruitment proprio ai partecipanti con momenti di incontro e colloqui dedicati.

La Fiera inoltre si propone di promuovere lo scambio tra il sistema educativo e il sistema economico-produttivo per colmare il gap tra il mondo della formazione e quello dal lavoro, valorizzando le migliori esperienze.

A partire da quest'anno ci saranno molte novità: sarà presente un’area Start-up in cui i ragazzi avranno la possibilità di affacciarsi alle realtà delle idee innovative, create nella maggiorparte dei casi da loro stessi coetanei. Si aprirà anche una  Video Fair, che consente il collegamento online con prestigiosi enti di livello internazionale e l'Area Digitale dedicata all’innovazione tecnologica e tesa a incoraggiare la partecipazione attiva dei giovani presenti.

Nel corso degli anni la Fiera si è confermata come l'evento internazionale per eccellenza e durante le ultime edizioni si è assistito a una crescita sempre costante dei visitatori e degli espositori..

Si ricorda agli interessati che, come per le precedenti edizioni l'ingresso è gratuito, e che le iscrizioni apriranno a dicembre 2016 registrandosi al seguente link. Per maggiori informazioni si prega di consultare i seguenti siti:

Carriere Internazionali  

International Careers Festival

Giovani nel Mondo

Fiera carriere internazionali: attraverso gli occhi dei partecipanti

“Partnerships for the Goals” lega oggi GnM e AIESEC ad un’unica causa: più opportunità ai giovani per un mondo migliore

 

È da una forte vicinanza di valori che AIESEC Italia e Giovani del Mondo decidono di investire in una collaborazione che può essere riassunta dal Goal di Sviluppo Sostenibile numero 17 “Partnerships for the goals”.

 

Nel settembre 2015 le Nazioni Unite, definendo i Sustainable Development Goals, avevano, in maniera molto attenta, evidenziato il fatto che i 17 goal, per essere raggiunti entro il 2030, devono essere responsabilità di ciascun individuo, organizzazione, associazione, ente e impresa. Ogni persona deve diventare, attraverso il suo contributo giornaliero, attore consapevole di un unico obiettivo generale: un mondo sostenibile e migliore.

 

In questa visione si uniscono due delle più grandi organizzazioni che rappresentano i giovani in Europa: Giovani nel Mondo ed AIESEC.

“Quello che facciamo è offrire opportunità ai giovani, i leader del futuro. È nostro compito offrire loro tutti gli strumenti necessari al fine di arrivare domani pronti a rappresentare nel modo più consapevole possibile l’Italia in Europa e nel mondo”, sono le parole di Maria Laura Picciolo, responsabile delle pubbliche relazioni di AIESEC Italia.

 

La collaborazione si fonda sui concetti di condivisione, di orientamento verso le soluzioni (piuttosto che focalizzarsi sui problemi), e di intraprendenza. Valori che entrambe le organizzazioni si pongono di vedere non solo all’interno della membership, ma soprattutto all’interno dell’intero contesto italiano.

 

Questa unione di realtà così dinamiche e determinate non può che costituire un importante primo passo verso un futuro con maggiori opportunità per i giovani italiani, un contributo concreto e misurabile ai Sustainable Development Goals delle Nazioni Unite e una mentalità di condivisione e supporto reciproco di cui non si è mai sazi.

 

Per maggiori informazioni visitare aiesec.it o internationalcareersfestival.org e scrivere a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. e Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo..

Rubrica

Follow Us on

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, solo per alcune funzionalità tecniche dei servizi offerti.
Puoi prendere visione dell’informativa estesa sull’uso dei cookie cliccando QUI.

Cliccando su "ok" acconsenti all’uso dei cookie.