Se sei uno studente universitario e hai voglia di fare un’esperienza formativa per il tuo futuro non perdere questa opportunità!
 
Ente: European Alternatives è una organizzazione transnazionale della società civile e un movimento dei cittadini che promuove democrazia, uguaglianza e cultura oltre lo stato nazione. Riteniamo che sfide quali la partecipazione democratica, l’uguaglianza sociale e l’innovazione culturale non possano più essere effettivamente comprese e affrontate ad un livello nazionale. Lo stato nazione non è più la forma politica adeguata per promuovere politiche responsabili per l’ambiente, per assicurare il controllo politico sull’economia ed una distribuzione equa della ricchezza e dei beni comuni
 
Dove: Roma, Londra, Parigi, Sofia, Berlino
 
Destinatari: Studenti universitari
 
Quando: Da concordare
 
Scadenza: Non prevista
 
Descrizione dell’offerta: Le mansioni del tirocinante verranno accordate direttamente con l’ente se selezionati
 
Requisiti: Essere uno studente universitario
 
Documenti richiesti: CV, lettera motivazionale
 
Retribuzione: Non specificata
 
Guida all’application: Per candidature di stage, scrivete a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo., con: un Curriculum, una lettera motivazionale, un’idea della vostra disponibilità (quando vorreste fare lo stage? Quanto tempo avete?). Infine, non dimenticatevi di specificare in quale dei nostri  uffici preferireste lavorare
 
Informazioni utili: European Alternatives organizza una molteplicità di progetti, attività, campagne,  così come eventi pubblici, il Festival TRANSEUROPA, attività di ricerca e che promuovono la cittadinanza attiva, progetti giovanili, e pubblicazioni. Siamo attivi in tutta l’Europa e oltre, e svolgiamo le nostre attività a livello locale, regionale e transnazionale
 
Link utili:
 
 Contatti utili:
- Berlino: European Alternatives e.V., Alexandrinenstr. 2-3, Aufgang C, 10969 Berlin
- Londra: European Alternatives, 501, The Nexus Building, Broadway, SG6 9BL Letchworth Garden City
- Parigi: Alternatives Européennes, Théâtre de la Reine Blanche, 2B Passage Ruelle, 75018 Paris
- Roma: Alternative Europee, via Magna Grecia 39, 00183 Rome
- Sofia: European Alternatives, 25, Maliova Dolina Neighbourhood, 1030 Sofia
 
“Per altre opportunità simili, andate alla sezione “Cooperazione, sviluppo e volontariato” ” 
 
A cura di Federica Surace
 
La redazione carriereinternazionali.com declina ogni responsabilità sull’attendibilità delle informazioni contenute nella scheda. Per informazioni in merito all’opportunità, contattare l’ente proponente. 
 
LA REDAZIONE 
 
Lo studente erasmus e il verbo transitivo “studiare” hanno un rapporto paragonabile a quello esistente tra sole e luna: destinati a non incontrarsi mai… a meno che i maya non abbiano deciso di predire (nuovamente) la fine del mondo, ma questa volta non li prenderebbe sul serio neanche Piero Angela.
In realtà mi sembra addirittura un’eresia parlare di STUDENTE erasmus: un vero studente piange, soffre, mangia e sanguina sui libri, l’erasmus vive per un semestre intero con la canzoncina “Toda gioia, toda belleza” dentro la propria testolina momentaneamente in loop, frastornata da cotanta multiculturalità tutta insieme. Mica può “perdere” tempo a studiare lui, eh, sia mai!
Lo studente erasmus, il cui stesso titolo è un ossimoro, nel corso può trovarsi davanti a 4 modalità di esami:
1-L’esame thè e pasticcini
IN TEORIA: L’impavido erasmusiano, è pronto a confrontarsi con la lingua, anzi, con il complesso linguaggio tecnico della lingua del Paese che lo accolto e dimostrare, così, di potersela cavare senza problemi. Ripeto: SENZA PROBLEMI… o quasi!
IN PRATICA: è la modalità di esame prediletta nel quale “barare” perché, come sappiamo bene, “verba volant, scripta manent” e chi s’è visto s’è visto. L’interrogazione, qualsiasi sia la materia di partenza, diviene una descrizione dettagliata del Paese di provenienza dello studente interrogato: ai grandi filosofi viene sostituita la pietanza tipica, ai calcoli economici i gradi della temperatura. Così, il voto diviene una conseguenza della media dei voti riportati sul libretto: sulla fiducia!. È importante essere consapevoli che nessuno potrà mai essere madrelingua e che, quindi, è da pazzi ambire a un 30, ma un 29 fresco di inchiostro c’è per tutti.
2-L’esame da divo del rap
IN TEORIA: l’esame scritto è la vera prova del nove. Non basta avere studiato l’argomento, non basta saper sparare qualche termine tattico qua e là, qua bisogna sapere la G-R-A-M-M-A-T-I-C-A! Anni e anni di corsi di lingue privati, signori e signore.
IN PRATICA: “Allora ragazzi le domande sono uguali per tutti…ah ci sono erasmus? Allora ragazzi aiutatemi, gli erasmus scrivano in grande sul compito E-R-A-S-M-U-S, mi raccomando ragazzi eh non mi fate perdere tempo: grande e stampatello, che si legga subito”. Non solo il professore non ha la minima intenzione di leggere i compiti, ma neanche nome e cognome del miracolato che, pur avendo scritto che Marracash faceva “badabum-badabum-cha-cha”, vedrà apparire un magico 28 sul proprio libretto.
 
A cura di Maria Laura Serpico
 
Per scoprire gli altri due esami-tipo Erasmus clicca qui!
Pubblicato in Rubrica
Puoi scegliere tra 26 diversi istituti e tantissimi corsi dove proseguire i tuoi studi o le tue ricerche
 
Per altre opportunità simili, andate alla sezione Formazione 
 
Ente: L’attuale Ministero dell’Educazione, dello Sport e della Gioventù della Repubblica Ceca nasce dopo la trasformazione del paese in seguito alla caduta del regime comunista nel 1989. Tra i maggiori cambiamenti, il Ministero ha ampliato le sue competenze iniziando ad amministrare anche il settore dell’educazione
 
Dove: Repubblica Ceca, destinazioni multiple
 
Destinatari: Studenti interessati a trascorrere periodi di studio o ricerca, sia inferiori che superiori ai 30 giorni, in uno degli istituti di istruzione superiore della Repubblica Ceca
 
Quando: Non specificato
 
Scadenza: non specificato
 
Descrizione dell’offerta: Borsa di studio per periodi di studio o ricerca, generalmente tra i 2 e i 10 mesi, in uno degli istituti di istruzione superiore della Repubblica Ceca, a scelta del candidato tra quelli disponibili (25 istituti universitari e uno non universitario)
 
Requisiti: Non specificato, consultare le indicazioni dell’istituto scelto tra quelli disponibili
 
Documenti richiesti: Tutto in doppia copia, leggibile e completato:
- Domanda di ammissione (doc, PDF)
- Per studio o ricerca fino a 30 giorni: CV e lista di eventuali pubblicazioni
- Per studio o ricerca per oltre 30 giorni: CV, lista di eventuali pubblicazioni, due lettere di raccomandazione (da un supervisore accademico e un datore di lavoro), fotocopia del diploma, certificato esami sostenuti
Tutti i documenti devono essere scritti o tradotti in Ceco, Inglese, Francese o Tedesco
 
Retribuzione: L’importo varia ma per l’anno accademico 2015/2016 si aggira intorno ai € 350 mensili. I borsisti sono inoltre esenti dal pagamento della retta universitaria. Agli studenti verrà anche offerta la possibilità di trovare soluzioni economiche per vitto e alloggio
 
Guida all’application:
- Si consiglia ai candidati di contattare direttamente l’università selezionata e richiedere una lettera di invito dal dipartimento di interesse. Questa lettera non è richiesta come documento obbligatorio ma rende più semplice e veloce la procedura di ammissione
- Le candidature dovrebbero essere avanzate al Ministero Ceco dall’autorità competente del proprio paese (solitamente agenzie governative, come il Ministero dell’Istruzione Italiano). Per questa ragione si raccomanda di contattare le rispettive autorità nazionali in tempo
 
Informazioni utili: Le domande inviate direttamente al Ministero non saranno tenute in considerazione. Maggiori informazioni sulle istituzioni Ceche di istruzione superiore sono disponibili a questo link. Per la lista degli istituti nei quali è possibile studiare, consultare questo link
 
Link utili:
- Elenco istituti disponibili
- Domanda di ammissione (doc, PDF)
 
Contatti utili: Per maggiori informazioni è possibile contattare l’Ambasciata della Repubblica Ceca del proprio paese. Altrimenti:
Jana Selingrerová
Secretariat
Section for Policy Coordination and International Affairs
Tel: +420 234 811 537
Mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Contatti del Ministero dell’Educazione, della Gioventù e dello Sport si possono trovare a questo link
 
 
 
A Cura di Martina Romanelli
 
 
 
La redazione carriereinternazionali.com declina ogni responsabilità sull’attendibilità delle informazioni contenute nella scheda. Per informazioni in merito all’opportunità, contattare l’ente proponente.
 
LA REDAZIONE
Lavorare con le Istituzioni europee è il sogno di molti studenti e laureati. Realizza il tuo e scopri il dietro le quinte dell'Unione Europea con questa magnifica opportunità!
 
Ente: European Enterprise Institute(EEI), organizzazione no profit che pubblica policy papers e fornisce analisi e opinioni in materia di sviluppo, politiche economiche, ambiente, sanità e prevenzione con un occhio di riguardo al mondo imprenditoriale al fine di promuovere cooperazione,innovazione e sviluppo tra le imprese
 
Dove: Bruxelles,Belgio
 
Destinatari: Studenti universitari o laureati under 30
 
Quando: Da definire dopo la selezione, lo stage avrà una durata minima di 3 mesi
 
Scadenza: Posizione aperta
 
Descrizione dell’offerta: I tirocinanti avranno modo di vivere un esperienza lavorativa a stretto contatto con i partner EEI, con i membri del Parlamento e la Commissione europea organizzando conferenze e seminari. Inoltre, sono previsti incarichi di ricerca politica, scrittura di report, impaginazione delle pubblicazioni e gestione quotidiana del sito.
 
Requisiti:
  • - Ottima conoscenza dell'inglese
  • - Padronanza pacchetto office
  • - Non aver superato i 30 anni di età, laureati o studenti
  • - la conoscenza di altre lingue costituisce titolo preferenziale
 
Documenti richiesti: CV europeo e lettera motivazionale in inglese
 
Costi/retribuzione: Non retribuito
 
Guida all’application: Inviare cv europeo e lettera motivazionale in inglese al seguente indirizzo e-mail:Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
 
Informazioni utili: Bruxelles è sede delle principali Istituzioni Europee ed offre numerose opportunità lavorative e di crescita professionale. L'inglese è indispensabile per poter comunicare con le tantissime persone provenienti dall'Europa e dal resto del mondo
 
Link utili:
Sito dell'organizzazione
Link dell'offerta
 
Contatti utili: Per qualsiasi informazione mettersi in contatto via mail : Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
 
 
“Per altre opportunità simili, andate alla sezione “ Europa ” 
 
A Cura di Dimitri Nikolaev
 
La redazione carriereinternazionali.com declina ogni responsabilità sull’attendibilità delle informazioni contenute nella scheda. Per informazioni in merito all’opportunità, contattare l’ente proponente.
 
LA REDAZIONE
Pubblicato in Europa.
L’Analytical Centre on Globalization and Regional Cooperation (ACGRC) offre una esperienza di stage unica per coloro che siano interessati alla sicurezza internazionale, allo sviluppo economico e ai diritti umani.
 
Ente:attivo dal 2002 l’Analytical Centre on Globalization and Regional Cooperation mira alla promozione dei valori democratici, al rafforzamento della società civile e allo sviluppo di una piena economia di mercato in Armenia con uno sguardo sempre attento ai processi di globalizzazione e alla loro influenza sulla cooperazione regionale e sulla tutela dei diritti umani.
 
Dove:Erevan, Armenia
 
Destinatari:laureandi e laureati
 
Durata:non specificata
 
Scadenza: offerta sempre aperta
 
Descrizione dell’offerta:
Gli stagisti focalizzeranno la loro attenzione su uno studio intensivo delle questioni politico – economiche inerenti la regione sud caucasica e l’Armenia. Si darà cosi una opportunità a studenti e laureati di accedere a risorse che accresceranno le abilità di ricerca indipendente e l’esperienza complessiva sul sistema paese Armenia.
 
Requisiti:
- Ottime capacità comunicative in inglese
- Buona conoscenza delle questioni relative alla sicurezza e alle relazioni internazionali con particolare interesse alla regione sud caucasica
- Buone capacità organizzative, atteggiamento proattivo e indipendenza
 
Documenti Richiesti:
- Lettera di motivazione
- Curriculum Vitae
- Saggi di scrittura
- Lettere di raccomandazione
 
Retribuzione: nessuna
 
Guida all’application:
Inviare una mail a: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. con i seguenti allegati:
- CV in Inglese, non più di due pagine
- Lettera di Motivazione in inglese che comprenda: una spiegazione dei tuoi interessi rispetto alla regione sud caucasica e il come pensi che lo stage presso il Centro s’inserisca nel tuo futuro professionale
- Due o tre writing samples per un totale che non superi le dieci pagine. Almeno uno dei saggi deve avere per oggetto le relazioni internazionali o studi post – Sovietici
- Due lettere di raccomandazione dove si mettano in evidenza le tue abilità di scrittura, l’etica sul posto di lavoro e l’interesse nelle relazioni internazionali
- Riepilogo Informazioni QUI
 
Informazioni Utili:
Erevan è la capitale e la più popolosa città dell'Armenia (1 201 539 abitanti nel 1989; circa 1 127 300 nel 2012). La città sorge sulle rive del fiume Hrazdan. È locata nella zona centro-occidentale dello stato, non lontana dal confine con la Turchia ed alle pendici del monte Ararat.
Erevan è uno dei maggiori centri industriali, culturali e scientifici del Caucaso. In qualità di centro principale della cultura armena, ospita l'Università Statale di Erevan (fondata nel 1920), l'Accademia Armena delle Scienze, un museo storico, un'opera house, un conservatorio musicale e vari istituti tecnologici.
 
Link Utili:
 
Contatti Utili:
Stepan Grigoryan:
Chairman of the Board
E – Mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
 
 
“Per altre opportunità simili, andate alla sezione “Europa”
 
A Cura di Daniel Angelucci
 
 
La redazione carriereinternazionali.com declina ogni responsabilità sull’attendibilità delle informazioni contenute nella scheda. Per informazioni in merito all’opportunità, contattare l’ente proponente.
LA REDAZIONE
Pubblicato in Europa.
L’obiettivo fondamentale della collaborazione tra Giovani Nel Mondo/Carriere Internazionali e SCI Italia è quello di promuovere e aiutare i giovani ad entrare nel mondo dell’istruzione, formazione, cooperazione, volontariato, mercato del lavoro e politiche giovanili anche a livello europeo, per l’avvio di azioni concrete che creino l’aggancio necessario tra formazione e opportunità lavorative. In tal senso il suddetto accordo rappresenta il tentativo di implementare e concretizzare le ormai avviate relazioni tra l’Associazione Giovani Nel Mondo/Carriere Internazionali e SCI Italia.
Oltre ad informare, Giovani Nel Mondo/Carriere Internazionali e SCI Italia intendono aiutare i giovani a districarsi nell’articolato, e spesso oscuro, mondo lavorativo delle relazioni internazionali, consentendo loro di conoscere tutte le opportunità a diposizione in questo settore. In particolare, con questo Accordo di Collaborazione, Giovani Nel Mondo/Carriere Internazionali e SCI Italia intendono lavorare su progetti congiunti, realizzare attività ed eventi di orientamento e creare nuove opportunità di stage e volontariato in favore dei rispettivi associati.
 
 
Pubblicato in Eventi e Ultime Notizie
L’obiettivo fondamentale della collaborazione tra Giovani Nel Mondo/Carriere Internazionali e Associazione Futuro Digitale è quello di promuovere e aiutare i giovani ad entrare nel mondo dell’istruzione, formazione, cooperazione, volontariato, mercato del lavoro e politiche giovanili anche a livello europeo, per l’avvio di azioni concrete che creino l’aggancio necessario tra formazione e opportunità lavorative. In tal senso il suddetto accordo rappresenta il tentativo di implementare e concretizzare le ormai avviate relazioni tra l’Associazione Giovani Nel Mondo/Carriere Internazionali e Associazioni Futuro Digitale.
Oltre ad informare, Giovani Nel Mondo/Carriere Internazionali e Associazione Futuro Digitale intendono aiutare i giovani a districarsi nell’articolato, e spesso oscuro, mondo lavorativo delle relazioni internazionali, consentendo loro di conoscere tutte le opportunità a diposizione in questo settore. In particolare, con questo Accordo di Collaborazione, Giovani Nel Mondo/Carriere Internazionali e Associazione Futuro Digitale intendono lavorare su progetti congiunti, realizzare attività ed eventi di orientamento e creare nuove opportunità di stage e volontariato in favore dei rispettivi associati.
 
 
 
 
Pubblicato in Eventi e Ultime Notizie
Il programma di stage nella sede di Bruxelles del GEF offre la possibilità di collaborare con organizzazioni europee e con le fondazioni nazionali green di tutta Europa!
 
Per altre opportunità simili, vai alla sezione Europa
 
L’Ente:
LaFondazione europea dei Green è legata ma allo stesso tempo indipendente dagli altri attori Green d’Europa come il partito Verde europeo e il gruppo Verde del Parlamento europeo. Modellato su molti successi delle fondazioni politiche verdi nazionali, la GEF lavora per incoraggiare i cittadini europei a partecipare alle discussioni politiche europee e a creare una più forte partecipazione democratica a livello europeo. La principale fonte di finanziamento del GEF è il Parlamento europeo
 
Dove: Bruxelles, Belgio
 
Destinatari: Il tirociniopuò essere fatto come parte di un programma universitario o come inizio della carriera professionale. Viene data preferenza ai candidati con un background in programmi universitari connessi all'UE.
 
Durata: La durata minima di un tirocinio è di tre mesi, ma la durata standard è di cinque/sei mesi
 
Scadenza: candidature periodiche
 
Descrizione dell’offerta:
gli stagistilavoreranno in un ambiente internazionale e verranno coinvolti nella organizzazione di:
- workshop
- conferenze
- pubblicazioni
- aggiornamento delsito
- redazione dei documenti
 
Requisiti:
Accademici
Laureando o laureato da massimo 12 mesi, con preferibile background inprogrammi universitari connesse all'UE
Linguistici
Eccellente conoscenza della lingua inglese scritta e parlata. Tutte le competenze linguistiche aggiuntive sono altamente benvenute
Ulteriori Competenze
Non sono richieste ulteriori competenze
 
Documenti richiesti:
CV
- Lettera di motivazione
 
Retribuzione: Lo stage prevede una retribuzione ma inferiore al "contrat d'immersione professionelle"
 
Guida all’application:
Inviare all’indirizzo Email Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.:
- CV
- Lettera di Motivazione in Inglese
 
Informazioni utili: Bruxelles capitale d’Europa e del Belgio è la città ideale per cominciare una carriera nelle politiche internazionali. La prima cosa che colpisce all’arrivo nella città è la sua multiculturalità che fa respirare da subito l’idea di Europa, sede del Parlamento Europeo, della Commissione etc… è anche sede della maggior parte delle lobby che agiscono sull’arena europea, il che la rende perfetta per chi ricerca una carriera nelle istituzioni ma anche per chi predilige il settore privato.
Uno stage in questa città però non vi darà solo la possibilità di aggiungere un ottima esperienza al vostro curriculum ma anche dal punto di vista del divertimento non vi deluderà. La città offre diverse opportunità: numerose attività e attrazioni tra cui le classiche visite al Manneken-Pise all’Atomium, per chi ha la fortuna di capitarci durante un inverno nevoso è d’obbligo andare ai mercatini di natale vicino alla Bourse dove ci si potrà riscaldare con del buonissimo Vin Chaud (Vino Caldo). Il tempo, spesso; non è clemente ma quando lo è, Bruxelles è una città in rinascita, i bar e ristoranti sono pronti a tirar fuori i tavoli per permettere a tutti di godersi il bel tempo e le strade e i numerosi parchi si riempiono di gente. Per quanto riguarda la sera, bisogna essere un po’ open mind ed entrare nella mentalità belga che ha un idea un po’ diversa della classica serata all’italiana: il giovedì generalmente è dedicato a Place du Luxembourgche si riempie di persone che si vedono per bere una birra o un drink e poi continuano la serata, in genere si tratta di stagisti di Commissione, Parlamento e NATO il che, è ottimo anche per fare un po’ di networking e conoscere persone nuove; il resto della settimana si può sempre andare a bere un ottima birra al famoso Delirium, ma ovunque si vada, si troveranno sempre posti dove potersi sedere bere qualcosa e fare due chiacchiere. Da non sottovalutare è anche il lato culinario e vanno assolutamente provate la rinomata cioccolata belga e una gaufre che troverete facilmente vicino alla Grand-Place e poi, sicuramente le moules (cozze)  che sono uno dei piatti tipici e le patatine fritte, si consiglia di andare a Place Jourdana la Maison Antoine(e per i più coraggiosi… provate una mitraglietta) il tutto naturalmente sorseggiando una birra!!!
Per poter apprezzare al meglio questa esperienza di vita e lavorativa è di socializzare il più possibile il che è reso anche più semplice dal fatto che molte persone sono li per periodi di tempo limitato e quindi sono più che ben disposti a conoscere persone nuove, non fate si che la timidezza vi blocchi e vivrete sicuramente un esperienza da ricordare!
 
Link utili:
STIB, per gli spostamenti in città
 
Contatti utili:
The Green European Foundation asbl
1 Rue du Fort Elisabeth
L-1463 Luxembourg
 
Brussels Office
15, rue d'Arlon
B-1050 Brussels
phone: +32 (0) 2 234 65 70
fax: +32 (0) 2 234 65 79
 
“Per altre opportunità simili, andate alla sezione “Europa”
 
A Cura di Flavia Spigoli
 
 
La redazione carriereinternazionali.com declina ogni responsabilità sull’attendibilità delle informazioni contenute nella scheda. Per informazioni in merito all’opportunità, contattare l’ente proponente.
LA REDAZIONE
 
 
Pubblicato in Europa.
L’European Enviromental Bureau (EEB) offre ai giovani l’opportunità di candidarsi volontariamente per lavorare tre mesi nella sua sede a Bruxelles, per portare avanti diversi progetti di interesse rilevante nell’Unione Europea
 
Per altre opportunità simili, andate alla sezione Europa
 
 
Ente: L’EEB (European Enviromental Bureau) è una federazione di organizzazioni che si impegnano per proteggere l’ambiente e la biodiversità all’interno dell’Unione Europea
 
 
Dove: Bruxelles, Belgio
 
 
Destinatari: Laureati
 
 
Quando: Tutto l’anno, tranne i mesi di Luglio e Agosto
 
 
Scadenza: Offerta aperta tutto l’anno
 
 
Descrizione dell’offerta: Il candidato dovrà lavorare all’interno di un team internazionale, sotto la supervisione dei membri dello staff dell’EEB, per occuparsi di diverse questioni riguardanti l’ambiente, come la biodiversità, il riciclo e lo spreco di acqua nel mondo. Al termine del periodo, gli verrà richiesti di stilare un documento scritto in cui riassume il lavoro svolto nel suddetto periodo, elencando i progetti a cui ha partecipato. Un membro dello staff dovrà a sua volta scrivere una lettera di referenza per spiegare qual è stato il contributo apportato dal volontario
 
 
Requisiti: Il candidato ideale deve:
- ottima conoscenza della lingua inglese
- interesse e conoscenza verso gli attuali problemi ambientali nel mondo
- ottime capacità organizzative e di comunicazione
 
 
Costi/retribuzione: Il volontario riceverà un contributo finanziario giornaliero di 9,50 euro, per un totale di 1,233 euro nel corso dell’intero periodo. Verranno inoltre rimborsati i costi di viaggio ed eventuali spostamenti
 
 
Guida all’application: Gli aspiranti volontari dovranno mandare le loro referenze e informazioni personali al seguente indirizzo email: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo..
 
 
Informazioni utili: Bruxelles è la capitale del Belgio ed è la sede del Parlamento Europeo, una delle più importanti istituzioni dell’Unione Europea. E’ una città ricca di attrazioni turistiche, tra cui le più conosciute sono la Grand Place, l’Atomium e il museo di Magritte
 
 
Link utili:
 
 
Contatti utili:
Ambasciata italiana a Bruxelles:
 28, Rue Emile Claus
1050 Bruxelles 
Tel.: +32 2 643 38 50
Fax: +32 2 648 54 85
Cellulare di servizio: 0032 477312964  
E-mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
 
European Enviromental Bureau:
34, Bd. de Waterloo, B-1000 Brussels
Tel.: +32 2 289 10 90
Fax: +32 2 289 10 99
Email: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
 
 
 
 
A Cura di Marta Simoncini
 
 
La redazione carriereinternazionali.com declina ogni responsabilità sull’attendibilità delle informazioni contenute nella scheda. Per informazioni in merito all’opportunità, contattare l’ente proponente.
LA REDAZIONE
 
LA REDAZIONE
Pubblicato in Europa.
Ente:Organizzazione per la Sicurezza e la Cooperazione in Europa (Organization for Security and Co-operation in Europe, OSCE). L’OSCE ha 57 Stati partecipanti. L’OSCE si compone di “Stati partecipanti” e non di “Stati membri” in quanto è ancora aperto il dibattito sul progetto di Convenzione sulla personalità giuridica internazionale, la capacità giuridica, i privilegi e le immunità dell’OSCE. Inoltre, all’Organizzazione aderiscono anche 11 Partner per la cooperazione (Partners for Co-operation): Algeria, Egitto, Israele, Giordania, Marocco, Tunisia, Afghanistan, Giappone, Repubblica di Corea, Tailandia, Australia
 
Segretario Generale: Angel Gurria. Il SG del’Organizzazione resta in carica per tre anni. Scaduto tale mandato, vi è la possibilità di rinnovarlo per un ulteriore triennio
 
Data di fondazione:5-6 dicembre 1994 durante il Summit di Budapest. L’OSCE nasce dall’evoluzione/istituzionalizzazione della Conferenza sulla Sicurezza e sulla Cooperazione in Europa (Conference on Security and Co-operation in Europe, CSCE). In un clima di progressiva distensione dei rapporti tra i due blocchi della Guerra Fredda, la CSCE viene convocata per la prima volta a Helsinki il 3 luglio 1973 per facilitare ulteriormente il dialogo Est-Ovest. Il 1° agosto 1975, 35 capi di Stato e di governo compresi il Presidente degli Stati Uniti  Gerald Ford e il Segretario Generale del Partito Comunista sovietico Leonid Brezhnev, firmano l’Atto finale di Helsinki riconoscendo e accettando le frontiere esistenti fra gli Stati europei, compresa quella che divideva la Germania in due entità politiche distinte e sovrane.Nel corso degli anni ’80 la CSCE ha tenuto numerosi incontri a livello ministeriale per promuovere il dialogo e la cooperazione tra il blocco occidentale e il blocco orientale. La caduta del Muro di Berlino, se da un lato è il simbolo della fine della Guerra Fredda, dall’altro segna la nascita di nuove sfide sul territorio europeo. La CSCE avverte l’esigenza di reinventarsi e di dotarsi di strumenti propri per meglio rispondere alle nuove minacce alla sicurezza in Europa. Il dialogo sull’istituzionalizzazione della CSCE  inizia durante il Vertice di Parigi del novembre 1990. Il processo di istituzionalizzazione della CSCE culmina 4 anni più tardi a Budapest con la trasformazione della Conferenza in una Organizzazione internazionale, l’OSCE
 
Collocazione:
Segretariato Generale
Wallnerstrasse 6
A-1010 Vienna – Austria
 
Uffici distaccati: Albania, Bosnia ed Erzegovina, Kosovo, Montenegro, Serbia, Repubblica Ex-Jugoslava di Macedonia, Moldova, Ucraina, Uzbekistan, Tagikistan, Azerbaigian, Armenia, Kazakistan, Turkmenistan, Kirghizistan
 
Obiettivi dell'Ente:l’OSCE è un foro multilaterale che, dall’area euro-atlantica all’aera euro-asiatica (da Vancouver a Vladivostok), si fa promotrice di un approccio olistico alla sicurezza. Tale approccio, infatti, affronta trasversalmente tematiche legate a tre “dimensioni” fondamentali (chiamate “cesti”, baskets, all’epoca della CSCE): la dimensione politico-militare, la dimensione economico-ambientale; la dimensione umana. L’OSCE, inoltre, mira alla prevenzione/gestione dei conflitti e alla ricostruzione post-bellica   
Struttura dell’Ente: la struttura dell’OSCE è molto articolata. Essa è composta dai seguenti organi e istituzioni:
 
Segretariato (Secretariat). Il Segretariato è l’organo esecutivo dell’Organizzazione. Esso è presieduto dal Segretario Generale e fornisce supporto operativo nei seguenti campi: lotta al terrorismo e al traffico di esseri umani; controllo dei confini; attività economiche e ambientali; azione esterna; eguaglianza di genere; prevenzione dei conflitti. Il Segretariato ha il suo quartier generale a Vienna e un Ufficio distaccato a Praga. Il Rappresentante Speciale per la lotta al traffico di esseri umani costituisce un’importante articolazione interna del Segretariato
 
Ufficio per le Istituzioni Democratiche e i Diritti Umani (Office for Democratic Institutions and Human Rights, ODIHR). L’ODHIR ha sede a Varsavia e, in tutta l’area-OSCE, esso si occupa di processi di democratizzazione, monitoraggio elettorale, stato di diritto, tutela dei diritti umani, tolleranza e non-discriminazione
 
Alto Commissario per le Minoranze Nazionali (High Commissioner on National Minorities). Tale carica, istituita nel 1992, mira a identificare qualsiasi potenziale tensione etnica in modo tale da proporre delle soluzioni prima che si pervenga a dei veri e propri conflitti. L’Alto Commissario per le Minoranza Nazionali ha sede a l’Aia
 
Rappresentante per la Libertà dei Media (Representative on Freedom of the Media). Esso osserva i mass media (e la legislazione che ne regola il funzionamento) in tutti e 57 gli Stati partecipanti dell’OSCE per verificare se la libertà di espressione è tutelata. In caso contrario, vengono inviati dei moniti cui lo Stato partecipante in questione è tenuto a conformarsi. Il Rappresentante ha sede a Vienna
 
Missioni sul campo (Field operations). L’OSCE assicura una rete capillare di missioni sul campo nei Balcani occidentali, nel Caucaso del Sud e in Asia Centrale. In tal modo, l’Organizzazione ha offerto e continua ad offrire un fondamentale sostegno nei processi di transizione democratica e/o di costruzione degli apparati statali dopo gli eventi politici degli anni ’90
 
Assemblea Parlamentare(Parlamentary Assembly). L’Assemblea Parlamentare dell’OSCE costituisce la dimensione rappresentativa dell’Organizzazione. In seno all’Assemblea Parlamentare siedono 323 membri provenienti dai Parlamenti nazionali degli Stati Partecipanti. Essi facilitano il dialogo parlamentare al fine di far fronte alle minacce alla democrazia in tutta l’area-OSCE. L’Assemblea Parlamentare ha sede a Copenaghen
 
Corte di Conciliazione e Arbitrato (Court of Conciliation and Arbitration). Con sede a Ginevra, la Corte si occupa di dirimere in maniera pacifica le controversie tra gli Stati partecipanti dell’Organizzazione. La Corte è stata istituita nel 1995 tramite la Convenzione sulla Conciliazione e l’Arbitrato (Convention on Conciliation and Arbitration) di cui sono parte solo 33 Stati dell’Organizzazione
 
Gruppo di Minsk(Minsk Group). Co-presieduto dalla Francia, dalla Federazione Russa e dagli Stati Uniti, il Gruppo facilita il dialogo circa la situazione conflittuale che ruota attorno al  Nagorno-Karabakh
 
Joint Consultative Group. Con sede a Vienna, il Joint Consultative Group si occupa di tutte le questioni inerenti al rispetto delle disposizioni contenute nel Trattato sulle Forze Armate Convenzionali( Treaty on Conventional Armed Forces). In particolare,il Joint Consultative Group cerca di: risolvere conflitti interpretativi sul testo del trattato; assicurare l’effettivo rispetto delle norme del trattato; considerare le eventuali controversie che possono sorgere dall’attuazione del trattato in questione
 
Open Skies Consultative Commission. Con sede a Vienna, l’Open Skies Consultative Commission(OSCC) sorveglia l’attuazione delle disposizioni contenute nell’ Open Skies Treaty. L’Open Skies Treaty vanta 34 Stati parte ed è entrato in vigore nel gennaio 2002. Sul territorio degli Stati parte, il trattato stabilisce un regime di sorvolo non armato
 
Attività dell'Ente: l’OSCE si occupa degli aspetti militari della sicurezza; dei temi legati all’energia sostenibile, all’ambiente e allo sviluppo economico; della tutela dei diritti fondamentali. In particolare, l’Organizzazione svolge le sue attività nei seguenti settori:
 
Controllo del traffico di armi. Dopo la fine della Guerra Fredda un cospicuo numero di armi in eccedenza è stato immesso nel mercato in maniera del tutto illegale. L’OSCE, operando sul campo, contribuisce ad arrestare la diffusione di queste armi e offre assistenza ai fini della loro distruzione. L’organo principale dell’Organizzazione che si occupa di tale attività è il Forum for Security Co-operation
 
Gestione dei confini. L’OSCE si adopera per accrescere la sicurezza dei confini nelle aree a rischio (Asia centrale in particolare) facilitando il flusso di persone, merci e tutelando i diritti umani. A Dushanbe in Tagikistan ha sede il Border Management Staff College dell’Organizzazione. Si tratta di un istituto che si occupa della formazione degli ufficiali addetti alla sicurezza dei confini. Tali ufficiali provengono sia dagli Stati partecipanti, sia dai Partner per la Cooperazione
 
Lotta al traffico di esseri umani.  Il traffico di esseri umani è un fenomeno presente in quasi tutti gli Stati partecipanti dell’OSCE. Alcuni di essi si qualificano come “Paesi d’origine” del traffico, altri come “Paesi di destinazione”.  L’OSCE combatte il traffico di esseri umani tramite il controllo dei confini, il rafforzamento dello Stato di diritto e la lotta alle discriminazioni. L’Organizzazione possiede un Rappresentante Speciale per la lotta al traffico di esseri umani
 
Lotta al terrorismo. L’OSCE conduce la sua lotta al terrorismo utilizzando tutta l’esperienza maturate nel campo della prevenzione dei conflitti e della gestione delle crisi. La maggior parte della misure di contrasto al terrorismo ricadono nei più importanti e delicati ambiti di competenza dell’Organizzazione come la formazione di agenti di polizia e il monitoraggio dei confini
 
Prevenzione e risoluzione dei conflitti. L’OSCE svolge attività di mediazione all’interno dei cosiddetti “conflitti congelati”.  L’Organizzazione ha costituito il Gruppo di Minks (presieduto congiuntamente dalla Francia, dalla Federazione Russa e dagli Stati Uniti d’America) per facilitare il dialogo circa l’atavica situazione conflittuale che ruota attorno al  Nagorno-Karabakh. Per laTransdniestria, invece, è stato costituito il cosiddetto“dialogo 5+2"  che include la Moldova, la Transdniestra,  tre mediatori (Federazione Russa, Ucraina e l’OSCE) e due osservatori (Stati Uniti e Unione Europea).  Infine, per stabilizzare la situazione creatasi in Georgia dopo il conflitto dell’estate del 2008, l’OSCE in collaborazione con l’Organizzazione delle Nazioni Unite e l’Unione Europea, ha presieduto il team dell’International Geneva Discussion e opera al fine di evitare l’insorgenze di incidenti (diplomatici e non) che possano scaturire in situazioni conflittuali
Attività in campo economico e ambientale. L’OSCE supporta la crescita economica cercando di rafforzare le piccole e medie imprese monitorando e agendo contro la corruzione e il riciclaggio internazionale di denaro. In campo ambientale, l’OSCE supporta gli Stati partecipanti affinché utilizzino in maniera sostenibile le risorse naturali. A tal fine l’Organizzazione favorisce l’implementazione di progetti per la gestione ottimale delle acque, del suolo e per lo smaltimento di rifiuti tossici
 
Diritti umani, diritti delle minoranze, eguaglianza di genere. L’OSCE monitora gli standard di tutela dei diritti umani in tutti e 57 gli Stati partecipanti. In particolare, ergendosi a strenuo difensore della tolleranza e della non discriminazione, l’Organizzazione promuove e preserva i diritti delle minoranze nazionali con particolare riferimento ai Rom e ai Sinti. Inoltre, l’OSCE mira al conseguimento della totale eguaglianza di genere implementando progetti volti al women empowerment e incitando alcuni degli Stati partecipanti a rivedere tutte le leggi nazionali che non garantiscono alle donne le medesime opportunità previste per gli uomini
 
Good governance. L’OSCE supporta gli Stati partecipanti nella lotta alla corruzione e nella costruzione di istituzioni solide e democratiche. In tale contesto, l’Organizzazione si serve principalmente di due strumenti: monitoraggio elettorale e controllo della libertà dei mass media. In caso di elezioni all’interno degli Stati partecipanti, previo consenso dello Stato ospitante, l’OSCE invia osservatori elettorali per verificare se le elezioni in questione si svolgono secondo standard democratici contenuti nel Documento di Copenaghen, firmato nel 1990 dagli Stati partecipanti dell’Organizzazione. Inoltre, l’OSCE fornisce assistenza tecnica in caso di revisione delle leggi elettorali. L’Organizzazione si erge anche a garante della libertà di espressione tramite il monitoraggio dei mass media degli Stati partecipanti. In base al risultato delle sue valutazioni, l’Organizzazione può anche incitare lo Stato/gli Stati partecipante/i in questione a rivedere le leggi che regolano il settore dei mass media

 

Opportunità dell'Ente:  l’OSCE offre una vasta gamma di opportunità d’impiego, sia presso il Segretariato, sia presso gli Uffici distaccati. I posti vacanti sono disponibili per tutti i cittadini dei 57 Stati partecipanti. Di seguito, le varie opportunità di carriera dell’Organizzazione:
 
Contracted. Impiego a contratto. Si tratta di un impiego limitato nel tempo, soprattutto nel campo del supporto amministrativo, sia presso il Segretariato, l’ODIHR, l’Alto Commissariato per le Minoranze Nazionali, il Rappresentante per la libertà dei media, sia presso le missioni sul campo
Seconded. Esperti nazionali distaccati. Possibilità di impiego soprattutto nelle missioni sul campo. In questo caso, la prima fase di selezione per la nomina degli esperti nazionali distaccati è di competenza dei singoli Stati partecipanti.
Junior Professional Officer (JPO) Programme. L’OSCE possiede un programma per assunzione di JPO. Tale programma è dedicato ai giovani laureati che vogliono iniziare una carriera all’interno dell’Organizzazione. La posizione di JPO è trattata alla stregua di una posizione “seconded”, dunque il processo di selezione passa per il tramite dei singoli Stati partecipanti. Le opportunità di impiego come JPO non vengono pubblicate con cadenza regolare. È opportuno, dunque, monitorare le offerte della sezione “seconded” sul sito dell’Organizzazione.
Tirocini. L’OSCE offre possibilità di tirocinio a giovani laureati/laureandi. Le scadenze per potersi candidare a tale posizione non sono calendarizzate, ma vengono fissate sulla base delle esigenze dei vari Uffici dell’Organizzazione
Consulenze. L’OSCE offre possibilità di impiego anche nel campo della consulenza. L’Organizzazione richiede consulenze sulla base di necessità tecniche ad hoc
Short-term positions. Impieghi di breve periodo sulla base di necessità momentanee e ad hoc
Fellowship Programme. Due volte all’anno, l’Assemblea Parlamentare dell’OSCE offre l’opportunità di svolgere unFellowship Programme presso la sua sede a Copenaghen
 
 
Link utili:
 
Ritalba Mazzara
Pubblicato in Istituzioni

Rubrica

  • A Bonn la Climate Change Conference

    A Bonn la Climate Change Conference Dal 6 al 17 novembre 2017 3900 partecipanti, 2mila funzionari governativi, 1800 rappresentanti di organismi e agenzie dell'Onu, organizzazioni intergovernative…
    06-11-2017 242 in Rubrica

Follow Us on

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, solo per alcune funzionalità tecniche dei servizi offerti.
Puoi prendere visione dell’informativa estesa sull’uso dei cookie cliccando QUI.

Cliccando su "ok" acconsenti all’uso dei cookie.