GESAM è un Master internazionale annuale dell’Università Ca’ Foscari in collaborazione con l’Organizzazione Internazionale del Lavoro - ILO di Ginevra; il Master ha come obiettivo principale quello di fornire gli strumenti per comprendere i principali scenari globali attraverso lo studio approfondito delle discipline economiche e di quelle giuridiche. GESAM si rivolge non solo a neolaureati italiani ma anche a studenti stranieri, come dimostra l’esperienza di Alissa, studentessa degli Stati Uniti che ha scelto di trasferirsi in Italia per partecipare al Master. GESAM permette di acquisire competenze manageriali al fine di promuovere uno sviluppo sostenibile sia in termini economici che in termini sociali ed ambientali e si focalizza sulla preparazione dell’individuo per aiutarlo a confrontarsi con le peculiarità di contesti socio-economici profondamente diversi e allo stesso tempo promuovere azioni efficaci di decision making.   

Intervista a Gianluca, studente di GESAM

1) Perché hai scelto il Master GESAM?

Ho scelto il Master GESAM per diversi motivi. Innanzitutto per l’elasticità della sua struttura, più vicina ai Master of Arts/Sciences anglosassoni, che affianca una forte funzione professionalizzante alla classica componente accademica, grazie all’organizzazione delle lezioni e agli stage curricolari. Questo tipo di struttura consente una grande libertà ai partecipanti, permettendo di ‘modellare’ il proprio percorso, basandosi su interessi e inclinazioni professionali già maturate e mediante l’esplorazione dei vari argomenti trattati unita all’approccio dei docenti. Lo stage curricolare può essere svolto presso importanti istituzioni partner dove è possibile mettere in pratica immediatamente le conoscenze acquisite durante il periodo accademico, arricchendo così il proprio bagaglio personale di esperienze lavorative sia pubbliche che private di grande livello (Fondazioni, Centri ricerca, ONG, Istituzioni e organizzazioni internazionali, aziende). Inoltre, devo dire che la mia scelta è in parte dovuta anche alla partnership del Master GESAM con l’International Labour Organization, istituzione inserita nel contesto del sistema UN di cui ammiro l’operato da sempre.

2) Pensi che sia stato utile svolgere il Master interamente in lingua inglese?

Sì, è stato l’elemento decisivo per la mia scelta. Direi che solo per la natura degli argomenti trattati e per gli sbocchi professionali previsti dal master, è necessario adottare la lingua inglese. Se poi si prendono in considerazione la componente internazionale delle classi e dei docenti e la natura stessa del corso di studi, l’inglese è determinante nell’interazione tra docenti e partecipanti.

3) Il corpo docenti del Master GESAM comprende professori universitari, funzionari delle Organizzazioni non governative e delle Istituzioni e tecnici, sia nazionali che internazionali, esperti in ambito economico, giuridico e sociale. Condivideresti con noi un ricordo positivo della formazione in aula che più ti è rimasto impresso?

Credo che la qualità degli insegnamenti e il valore dei docenti siano due delle risorse principali del Master e che ogni partecipante, in base alle proprie aspirazioni e ai propri interessi, abbia avuto la possibilità di confrontarsi con docenti professionali che si sono rivelati in primis persone autentiche, disponibili e aperte al confronto sui temi trattati, un confronto caldamente e costantemente auspicato, capace di creare momenti di scambio che si differenziano dalle classiche lezioni frontali e si trasformano in apprendimento ‘diretto’. Questi momenti sono poi destinati per forza di cose a rimanere tra i ricordi indissolubili dell’intera esperienza (ecco, un consiglio ai futuri masterini: non siate timidi o pigri a lezione, fatevi avanti, ogni contributo verrà apprezzato).

4) Com’è stata l’esperienza della Summer School a Ginevra?

Di grande valore. I tre giorni di study visit presso gli headquarters dell’ILO permettono di scoprire i principali programmi dell’organizzazione (International Labour Standards, Social Dialogue, Child Labour, Sustainable Development, Employment Policies, Occupational Safety and Health, etc.) attraverso incontri con funzionari e direttori dei vari dipartimenti. È sbagliato e limitante pensare che questi incontri siano una piccola parte dei programmi: le attività previste hanno coinvolto noi partecipanti in modo diretto, mettendo alla prova le nostre conoscenze teoriche in relazione al lavoro che si svolge in una delle principali agenzie UN. La Summer School dà inoltre la possibilità di visitare il Palazzo delle Nazioni (UN) e gli headquarters del World Trade Organization.

5) Il Master GESAM offre agli studenti la possibilità di svolgere lo stage in diverse realtà, in Italia o all’estero, presso ONG, centri di ricerca, imprese, banche, istituzioni, costruendo una proposta personalizzata e adeguata alle esigenze di ogni studente. Com’è stata la tua esperienza di internship?

Il mio stage curricolare si è svolto a Milano, presso FEEM – Fondazione Eni Enrico Mattei. Durante la mia esperienza ho avuto modo partecipare alle attività di alcuni dei network internazionali di cui la fondazione è parte, primo su tutti SDSN (Sustainable Development Solutions Network). Inoltre, ho preso parte a un progetto di ricerca sugli strumenti di finanziamento a progetti infrastrutturali energetici nell’Africa Subsahariana e sui risvolti che questi possono avere sul tessuto economico e sociale africano, in particolare in termini di lotta alla povertà, occupazione e accesso all’energia per le popolazioni rurali. Questa ricerca è diventata la base del mio elaborato finale per il conseguimento del Master.

6) A chi consiglieresti di iscriversi al Master GESAM?

A tutti coloro che vogliano acquisire alcuni degli strumenti necessari per lavorare nella cooperazione e aspirino ad operare in un contesto internazionale, sia in ambito profit che no-profit; è importante avere delle conoscenze base riguardo ai processi economici, politici e sociali che caratterizzano la realtà attuale.

7) Oggi di cosa ti stai occupando?

Da qualche mese sto lavorando come intern nel dipartimento Employment Policy e nell’ Analysis all’International Training Centre dell’ILO a Torino, dedicandomi principalmente all’approfondimento delle politiche nazionali dell’ impiego e allo sviluppo in termini di occupazione dei settori chiave delle economie dei paesi emergenti, in particolare nel contesto dell’Africa Subsahariana.

 

Link utili:

www.unive.it/master-gesam 

Facebook

Contatti:

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 

A cura di Chiara Valenti

 

Il Lisbon Council è sempre alla ricerca di persone che entrino a far parte della sua squadra. Candidati ora e dai il tuo contributo personale alle sfide sociali e economiche europee del 21 secolo



Per altre opportunità simili visita la sezione Europa

 

Ente: il Lisbon Council per la competizione economica e il rinnovamento sociale asbl è un think tank europeo e una rete di politica con sede a Bruxelles. Fondato nel 2003 in Belgio come una associazione non-profit e imparziale, il gruppo si dedica a dare un contributo positivo attraverso una ricerca all’avanguardia e attraverso il coinvolgimento di leader politici  e il pubblico in generale in uno scambio costruttivo riguardo alle sfide economiche e sociali del 21 secolo. Il Lisbon Council è interessato a trasformazioni su vasta scala, che avranno un impatto sulla società e sull’economia europea negli anni a venire

 

Dove: Bruxelles, senza obbligo di residenza a Bruxelles

 

Descrizione dell’offerta: il Lisbon Council è sempre alla ricerca di persone che portino idee brillanti, nuove metodologie e indicatori e approcci non convenzionali alle politiche pubbliche. Le aree alle quali l’associazione è particolarmente interessata sono economia, innovazioni, cambiamento climatico, sostenibilità economica e fiscale, istruzione, skills, capitale umano, trasformazione statale, politica dei consumatori e demografia

 

Essendo un network europeo, collaborativo e innovativo, il Lisbon Council è un fulcro naturale per persone ben disposte al cambiamento, per innovatori e  imprenditori di politiche

 

Guida all’application: tutti gli interessati a lavorare per il Lison Council sono pregati di inviare una lettera nella quale spiegano come credono di poter dare il loro contributo, insieme al proprio CV e ogni ricerca pertinente condotta fino al momento della candidatura. Tutti i dati saranno trattati con la massima riservatezza. Verranno contattati solo i candidati ritenuti idonei. Coloro interessati a collaborare con il Lisbon Council sono pregati di mandare tutto il materiale solo a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.  

 

Link utili:

Job openings

Lisbon Council  

 

Contatti Utili:

IPC-Résidence Palace

155 rue de la Loi

1040 Brussels, Belgium

T : +32 2 647 9575

F : +32 2 640 9828

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 

a cura di Elisa Onorati

 

La redazione carriereinternazionali.com declina ogni responsabilità sull’attendibilità delle informazioni contenute nella scheda. Per informazioni in merito all’opportunità, contattare l’ente proponente.

LA REDAZIONE



Pubblicato in Europa.

Hai una laurea in Media e Comunicazioni e vorresti lavorare per una istituzione europea? Allora non lasciarti sfuggire questa meravigliosa opportunità!

 

Per altre opportunità simili visita la sezione Europa

 

Ente: L’Agenzia Europea per la Difesa - European Defence Agency, EDA -  è nata nel 2004 e ha il suo quartier generale a Bruxelles, in Belgio.

Le funzioni principali della EDA è di supportare il Consiglio e gli Stati Membri per incrementare le capacità di difesa dell’Unione Europea nel campo di gestione della crisi e di sostenere la Politica di Difesa e Sicurezza Comune - Common Security and Defence Policy, CSPD - nel suo sviluppo.

L’Agenzia è composta da 4 direttori; 3 operazionali - “Supporto e Pianificazione al Supporto”, “Capacità, Armamenti e Tecnologie” e “Innovazione e Sinergia Europea” - e il direttorio dei Servizi Aziendali.

L’Agenzia è un’organizzazione “verso l’esterno”, che interagisce costantemente con i suoi azionisti, con gli Stati Membri e con i croupier. Lavora con gruppi multi-disciplinari che rappresentano le aree funzionali dell’Agenzia e ne realizza gli obiettivi.

Le funzioni dell’Unità di Media e Comunicazione comprendono lo sviluppo e la realizzazione di strategie di comunicazione effettive per l’Agenzia, lavorando a stretto contatto con il Senior Management e i Direttori.

 

Dove: Bruxelles

 

Destinatari: Laureati con esperienza professionale in Media e Comunicazioni

 

Quando: a partire dal 1 Settembre 2018

 

Scadenza: 4 Dicembre 2017

 

Descrizione dell’offerta: L’Agenzia Europea per la Difesa è alla ricerca di una figura professionale da inserire nel settore Media e Comunicazione, che lavorerà a stretto contatto con il direttore del settore. Le principali mansioni del funzionario comprendono le seguenti:

- Relazioni mediatiche a Bruxelles e nelle capitali nazionali

- Gestione di richieste di colloquio

- Incontri con la stampa e rassegne stampa giornaliere

- Stesura e scrittura di elementi giornalistici giornalieri sul sito EDA, gestione della newsletter mensile, dei social media Twitter, Linkedin, Flickr

- Partecipazioni a conferenze annuali e supporto ai direttori per gli eventi EDA più importanti

- Consulenza, sviluppo e attuazione di campagne di comunicazione in vari campi a supporto dei direttori

- Produzione di pubblicazioni cartacee ed elettroniche, con supervisione della produzione video

- Gestione delle domande pubbliche riguardanti il lavoro dell’Agenzia

- Altri compiti che potrebbero essere richiesti al momento

 

Requisiti:  

- Essere cittadino di uno Stato Membro dell’Agenzia Europea per la Difesa

- Possedere tutti i diritti di cittadina/o

- Rispecchiare le caratteristiche richieste per svolgere il ruolo

- Essere fisicamente in grado di svolgere i propri doveri

- Ottima conoscenza di almeno una lingua degli Stati Membri, e buona conoscenza di un’altra lingua

- Non possedere alcun tipo di interesse personale - finanziario, relazione familiare, ecc - che potrebbero porre in conflitto con i doveri dell’Agenzia

- Possedere, o avere la possibilità di ottenere, un Certificato di Sicurezza del Personale di livello “Secret EU/EU Secret”

- Possedere una laurea attestata se il periodo di studi è di 4 anni o più, oppure una laurea attestata e un anno di esperienza professionale nel caso in cui il periodo di studi sia pari a 3 anni

- Esperienza professionale di almeno 6 anni in campi correlati alla posizione da intraprendere presso l’Agenzia

- Ottime capacità analitiche, di comunicazione scritta e orale e di presentazione

- Eccellente conoscenza dell’inglese e capacità di copiatura, scrittura e modifiche in lingua

- Esperienza con media e relazioni pubbliche

- Buone conoscenze del settore dei social media

- Esperienza di gestione di siti web, pubblicazioni e altri mezzi di informazione pubblica

- Esperienza in project management correlato alla comunicazione

- Familiarità con le istituzioni EU e/o il settore della Difesa Europea/Trasporto Aereo/Aerospaziale

- Comprensione delle principali funzioni della EDA

- Ottime capacità di pianificazione e di time management

- Capacità di adattarsi in un ambiente lavorativo dinamico

- Forte attenzione al dettaglio e impegno nella qualità

- Capacità di lavorare sotto pressione

- Capacità di lavorare in gruppo

- Una buona conoscenza del francese può essere di vantaggio

 

Retribuzioni: stipendio base di 6717,35 €

 

Guida all’application: Per candidarsi, bisogna registrarsi sulla pagina apposita, fare il login e compilare la domanda seguendo le istruzioni. Altri metodi, come copia cartacea o application tramite mail, non saranno presi in considerazione. Una volta scelti i candidati, essi saranno invitati dall’Agenzia ad inviare la documentazione necessaria ad attestare quanto affermato durante l’application.

 

Informazioni utili: Il funzionario di Media & Comunicazione dovrà accludere una dichiarazione di impegno per poter agire indipendentemente negli interessi dell’Agenzia.

 

Link utili:

Link all’offerta

Altre opportunità di lavoro EDA

Sito EDA

 

Contatti Utili:

European Defence Agency

Rue des Drapiers, 17-23

B-1050 Ixelles

Belgio

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.



a cura di Ruino Martina Pia

 

La redazione carriereinternazionali.com declina ogni responsabilità sull’attendibilità delle informazioni contenute nella scheda. Per informazioni in merito all’opportunità, contattare l’ente proponente.

LA REDAZIONE



Pubblicato in Europa.

Il progetto "Universities for EU projects", promosso e gestito dall’organizzazione no profit SEND, erogherà 176 borse di mobilità ai fini di tirocinio da svolgersi in europa. Se sei interessato,candidati ora!

 

Per altre opportunità simili visita la sezione Formazione

 

Ente: Send è un'organizzazione no profit, nata nel 2005 dalla volontà di quattro donne di unire le proprie competenze per creare migliori condizioni lavorative per sé e nuove opportunità per il territorio. Send è oggi una realtà affermata, inserita in un'ampia rete di cooperazione con attori istituzionali ed economici con i quali collabora nel campo della formazione professionale, della mobilità internazionale e della progettazione europea. Luogo di interconnessione tra il territorio siciliano e lo spazio europeo, Send promuove i diritti di cittadinanza universale attraverso azioni volte a realizzare il diritto alla piena occupazione, la tutela dei beni comuni, il rispetto delle differenze e la libera circolazione delle persone per un'Europa senza frontiere. Accreditata come ente di formazione e orientamento presso la Regione Sicilia, Send dal 2005 sviluppa corsi, progetti e ricerche nell'ambito dell'istruzione e della formazione professionale in un'ottica di apprendimento permanente. Attraverso la cooperazione con scuole, università, organizzazioni no profit, piccole e medie imprese e pubbliche amministrazioni, Send interviene con le proprie attività in molteplici settori produttivi e di servizio, mettendo in connessione reciproca il contesto locale con quello europeo

 

Dove: Paesi dell’Unione Europea

 

Destinatari: Tutti gli studenti che soddisfano i requisiti formali indicati

 

Quando: Le mobilità dovranno avere durata di min. 2 mesi e max 3 mesi (con possibilità di proroga della data di conclusione), da svolgersi nel periodo  compreso tra il 22 gennaio 2018 ed il 31 ottobre 2018

 

Scadenza: 10 dicembre 2017

 

Descrizione dell’offerta: Send, agenzia per il lavoro e la mobilità internazionale in consorzio con EU-GEN European Generation (ente intermediario) e nove atenei italiani in qualità di enti invianti, attraverso il progetto "Universities for EU projects", erogherà 176 borse di mobilità ai fini di tirocinio da svolgersi in Europa per un totale di 529 mensilità. Il periodo di mobilità deve essere compreso tra il 22 gennaio ed il 31 ottobre 2018. Il bando ha come obiettivo l'erogazione di borse di mobilità finalizzate allo sviluppo di competenze professionali riconducibili al settore dell' Europrogettazione, intesa come l'insieme di attività atte alla produzione, presentazione e gestione di proposte progettuali indirizzate all'Unione Europea in risposta ai bandi di finanziamento da essa pubblicati. Quello dell'Europrogettazione è uno dei settori occupazionali più in forte crescita in Europa, nel quale si collocano professionalità di diverso tipo: dall'ingegnere gestionale al traduttore, dal ricercatore sociale all'esperto di amministrazione e marketing, dallo specialista in diritto comunitario al cooperatore internazionale

 

Requisiti: Possono partecipare al bando studenti delle Università consorziate iscritti a tutti gli indirizzi di studio. Il consorzio è coordinato da SEND, Agenzia per il lavoro e la mobilità internazionale, di Palermo

Sono partner del consorzio le seguenti organizzazioni e Istituti di Istruzione Superiore (Università):

- EuGen – European Generation

- Università degli studi di Cagliari

- Università degli studi di Catania

- Università degli studi di Ferrara

- Università degli studi di Firenze

- Università degli studi di Macerata

- Università degli studi di Napoli – Federico II

- Università degli studi di Padova

- Università degli studi di Palermo

- Università degli studi di Parma

- Università degli studi di Roma – Sapienza

- Università degli studi di Roma – Tor Vergata

- Università Ca’ Foscari Venezia

Si fa eccezione per:

- gli studenti dell'Università di Firenze per cui la partecipazione al bando è esclusivamente riservata agli iscritti ad uno dei corsi di laurea, master e dottorati offerti dal dipartimento di Scienze Giuridiche e Scuola di Giurisprudenza.

- gli studenti dell’Università Ca’ Foscari Venezia per cui la partecipazione al bando è riservata agli iscritti ai corsi di laurea triennale, corsi di laurea magistrale e dottorato di ricerca (sono esclusi gli iscritti a master di I° o II° livello)

 

Costi o Retribuzioni: Il contributo per lo svolgimento delle attività di tirocinio all'estero varia in base al paese di destinazione, secondo la seguente

suddivisione:

- Gruppo 1 (costo della vita alto): € 480/mese Austria, Danimarca, Finlandia, Francia, Irlanda, Lichtenstein, Norvegia, Svezia, Regno Unito

- Gruppo 2 (costo della vita medio): € 430/mese Belgio, Croazia, Repubblica Ceca, Germania, Grecia, Islanda, Lussemburgo, Paesi Bassi, Portogallo, Slovenia, Spagna

- Gruppo 3 (costo della vita basso): € 430/mese Bulgaria, Estonia, Ungheria, Lettonia, Lituania, Malta, Polonia, Romania, Slovacchia, Ex Repubblica Jugoslava di Macedonia

L’importo complessivo della borsa di mobilità è calcolato sulla base del periodo effettivo di tirocinio attestato dalla certificazione di frequenza rilasciata dall’ente ospitante, ammettendo in maniera esclusiva solo tirocini che abbiano avuto per durata mesi interi e 0 giorni extra.

 

Guida all’application: Il Formulario deve essere redatto esclusivamente in modalità on line, utilizzando il modello appositamente predisposto e visualizzabile a questo link

Il Formulario deve essere compilato in italiano in ogni sua parte e nel rispetto delle indicazioni riportate nel formulario stesso. Si raccomanda di indicare sul formulario on line un indirizzo email valido, che il candidato controlla regolarmente, poiché tutte le comunicazioni avverranno esclusivamente via posta elettronica. Al formulario devono essere allegati, pena l'esclusione della candidatura, i seguenti documenti:

- Certificato di iscrizione universitaria

- Curriculum vitae formato Europass, in italiano e in inglese o nella lingua del paese ospitante (per Spagna, Germania e Francia)

- Lettera di disponibilità firmata da te e dall'organizzazione ospitante

- Lettera di motivazione in inglese o nella lingua del paese ospitante (per Spagna, Germania e Francia)

(Leggi le linee guida alla compilazione di una buona lettera di motivazione a questo link  )

- Documenti comprovanti le competenze linguistiche (certificazione rilasciata da una scuola di lingue e/o piano di studi comprovante il superamento dell'esame di lingua e/o video cv)

Assicurati di avere tutti i documenti corretti ed iscriviti entro le ore 24.00 del 10 dicembre 2017 compilando il formulario di candidatura online ed allegando quanto richiesto

 

Informazioni utili: Sulla base delle candidature raccolte, SEND pubblicherà una graduatoria di assegnazione delle borse entro i 15 giorni successivi alla scadenza del bando. I candidati risultati idonei riceveranno il regolamento di assegnazione della borsa che sarà pubblicato assieme alla graduatoria ed inviato via email ad ogni idoneo.

Per ulteriori consultare il seguente bando

Link utili:

link al bando

link al sito

 

Contatti Utili:

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

telefono: 091-6172420

 

a cura di Giorgia Maddalon

La redazione carriereinternazionali.com declina ogni responsabilità sull’attendibilità delle informazioni contenute nella scheda. Per informazioni in merito all’opportunità, contattare l’ente proponente.

LA REDAZIONE

Si cercano tirocinanti presso il Dipartimento di Economia della Banca Europea di Investimenti. Candidati ora!

 

Per altre opportunità simili visita la sezione Europa

 

Ente: La Banca Europea per gli Investimenti è nata per il finanziamento degli investimenti atti a sostenere gli obiettivi politici dell'Unione, tra cui lo sviluppo regionale, la protezione dell’ambiente, la salute, l’istruzione, lo sviluppo delle telecomunicazioni. La BEI non persegue fini di lucro, perciò raccoglie fondi ed effettua i propri investimenti principalmente nelle zone più povere o dove si riscontrano le maggiori carenze strutturali all'interno dell'UE. Gode di autonoma personalità giuridica di diritto internazionale, nonché di indipendenza finanziaria, amministrativa e di controllo. Lo scopo della Banca è quello di sostenere gli obiettivi dell'Unione europea fornendo finanziamenti a lungo termine per specifici progetti di investimento e contribuire in tal modo ad una maggiore integrazione e coesione socio-economica dei paesi membri. Come istituzione comunitaria la BEI effettua, inoltre, un continuo adattamento delle proprie attività di investimento in funzione degli sviluppi delle politiche comunitarie.

 

Dove: Lussemburgo

 

Destinatari: Tutti i cittadini degli stati membri dell’Unione che sono interessati

 

Quando: Sei mesi a partire dal 1 marzo 2018

 

Scadenza: 26 novembre 2017

 

Descrizione dell’offerta: Il tirocinio presso l'Economic Department offre al tirocinante il vantaggio di lavorare in un'istituzione finanziaria sovranazionale e in ambiente internazionale ottenendo così un'esperienza di lavoro, approfondimenti sull'analisi delle politiche economiche in pratica, la creazione di contatti professionali e la conoscenza del funzionamento della BEI.

Sotto la supervisione degli economisti responsabili, il tirocinante svolgerà lavori relativi a 4 progetti specifici.

-Analisi economica, modellistica e sviluppo del database, incluso lo scenario macroeconomico di collegamento con il modello di rating principale

-Analisi economica, modellazione e sviluppo del database, compreso il collegamento con i flussi di capitale in Europa e Impatto macroeconomico delle attività della BEI.

I compiti principali del tirocinante saranno:

-Identificare le fonti di dati rilevanti, gestire i set di dati, estrarre e fornire dati per l'analisi statistica

-Fornire statistiche di base, tabelle, tabelle e brevi report basati sul loro lavoro di dati

-Collaborare con gli economisti della BEI per costruire modelli statistici per l'analisi dei dati

-Collaborare e assistere gli economisti della BEI nell'analizzare i risultati dell'analisi statistica, fornendo logiche economiche e trarre conclusioni di politica

-Progetti brevi riassunti delle ricerche teoriche ed empiriche esistenti per la pubblicazione.

 

Requisiti: I candidati dovrebbero avere una buona comprensione della teoria economica e dei metodi statistici per l'analisi empirica. Una laurea triennale in Economia o Finanza è un requisito minimo. Coloro che hanno un Master o Ph.D. avranno la priorità. Il candidato dovrebbe avere una buona capacità di gestione dei dati e di elaborazione di analisi statistiche ed economiche e conoscenze precedenti di uno degli argomenti sopra menzionati. Il candidato deve avere un'ottima conoscenza dell'inglese scritto e parlato ; la buona conoscenza del francese è da considerarsi un vantaggio.

Sono richieste inoltre le seguenti competenze:

-Una conoscenza accurata di metodi statistici avanzati e una profonda comprensione della teoria economica sono un prerequisito

-Potrebbero essere considerati un vantaggio lavori o studi precedenti incentrati sull'investimento, sul finanziamento degli investimenti, sul rendimento del settore finanziario, sulla struttura finanziaria delle imprese e sulle decisioni di investimento

-Le competenze analitiche e la capacità di comunicare chiaramente sono essenziali.

 

Costi o Retribuzioni: Non retribuito

 

Guida all’application: Per la candidatura vai al seguente link

 

Link utili:

Sito BEI

Sito dell’offerta

 

Contatti Utili:

Sede centrale della BEI:

28, rue Münster

L-2160 Luxembourg

Tel : (+352) 43 79 75000

 

a cura di Daniela Esposito

La redazione carriereinternazionali.com declina ogni responsabilità sull’attendibilità delle informazioni contenute nella scheda. Per informazioni in merito all’opportunità, contattare l’ente proponente.

LA REDAZIONE

 

Pubblicato in Europa.

 

L’EPSO rende disponibili nuove opportunità di lavoro presso le istituzioni europee per il CAST permanente. Scegli il tuo prossimo lavoro!

 

Per altre opportunità simili visita la sezione Europa

 

L’EPSO - Ufficio di selezione del personale Europeo organizza procedure di selezione efficienti, efficaci e di qualità che permettano alle istituzioni dell'UE di assumere la persona giusta per il posto giusto e al momento giusto.  L'EPSO è un ufficio interistituzionale incaricato di selezionare il personale per tutte le istituzioni e le agenzie dell'Unione europea, che comprendono il Parlamento europeo, il Consiglio, la Commissione europea, la Corte di giustizia, la Corte dei conti, il Servizio europeo per l'azione esterna, il Comitato economico e sociale europeo, il Comitato delle regioni, il Garante europeo della protezione dei dati e il Mediatore europeo. Ogni istituzione attinge agli elenchi dei candidati idonei forniti dall'EPSO per assumere personale.

Da quando ha iniziato a essere operativo, nel gennaio 2003, l'EPSO è diventato un polo di selezione modernissimo e in costante evoluzione per le istituzioni dell'UE. Per garantire che le istituzioni dell'UE assumano i candidati più preparati per affrontare le impegnative sfide che attendono l'Europa, l'EPSO tiene costantemente sotto controllo le tendenze del mercato del lavoro, espande i suoi social network e intrattiene contatti regolari con organizzazioni internazionali quali le Nazioni Unite e l'Unione africana per condividere buone pratiche.

Attualmente l'EPSO tratta in media 70 000 candidature all'anno per circa 1 500 posti. Le prove si svolgono in 24 lingue, qualcosa di unico nel mondo della selezione del personale. Se vuoi sperimentare il tipo di test di selezione che l'EPSO organizza per i candidati, mettiti alla prova con gli esempi di prove.

L'EPSO collabora inoltre da vicino con le istituzioni europee per migliorare il processo di assunzione dei vincitori dei concorsi generali, rendendo l'intero sistema più trasparente e comprensibile per gli interessati.

I candidati possono fare domanda a partire dal 16 ottobre 2017 e consultare l'invito a manifestare interesse e il suo addendum sulla stessa pagina.

Le istituzioni stanno cercando personale per una serie di profili (catering, logistica, ecc.). Assicurati di compilare l'atto di candidatura in modo dettagliato per consentire ai servizi di assunzione di individuare i candidati più adatti.

Di seguito le opportunità disponibili:

- Finance (CAST Permanent)

- Project/programme management (CAST Permanent)

- Secretaries/Clerks (CAST Permanent)

- Administration / Human resources (CAST Permanent)

- Communication (CAST Permanent)

- Political affairs / EU policies (CAST Permanent)

- Law (CAST Permanent)

- Information and communication technology (CAST Permanent)

- Manual and administrative support workers (CAST Permanent)

- ICT Officer

- Market Officer - Electricity

 Se sei un esperto linguistico, EPSO ha una call specifica per te 

 

Guida all’application: la procedura è divisa in due parti:

- la prima parte deve essere compilata entro il termine ultimo presente sul bando, in questa parte verrà chiesto ai candidati di confermare che soddisfino le condizioni di ammissione al concorso e di indicare il loro livello di conoscenza di tutte le lingue dell’UE in cui abbiano almeno il livello B2.

- nella seconda parte i candidati saranno invitati a compilare l’altra parte dell’atto di candidatura nella lingua scelta come lingua 2.

Una volta completate entrambe le parti non potranno esservi sottoposte alcune modifiche. È responsabilità del candidato completare e convalidare la prima e la seconda parte dell’atto di candidatura entro i rispettivi termini.

 

Informazioni utili:Per presentare la domanda i candidati devono prima creare un account EPSO. Si ricorda che è consentito creare un unico account per tutte le candidature EPSO. Con questa call, il sistema di reclutamento dell'Unione Europea attraverso EPSO assiste ad una vera a propria riforma delle modalità e delle procedure di selezione. Il processo di selezione è costitutio da 3 step differenti.

Test a scelta multipla sul computer nella lingua 1 (prima scelta linguistica del candidato)

Prova Intermedia. I candidati che hanno superato tutti i test a scelta multipla su computer conseguendo uno dei migliori punteggi complessivi combinati nel test verbale e di ragionamento astratto saranno convocati a sostenere la prova e-tray nella loro lingua 2 in un centro accreditato dell’EPSO.

A questo seguirà una verifica dei requisiti di ammissione e infine i candidati che soddisfano le condizioni di ammissione in base ai dati registrati nell’atto di candidatura elettronico e che hanno conseguito uno dei migliori punteggi complessivi combinati nella prova e-tray saranno convocati per una o due giornate presso un Assessment center, in linea di massima a Bruxelles , per sostenere le prove nella loro lingua 2 .

Secondo quanto previsto dal bando "Le istituzioni dell’UE richiedono neoassunti immediatamente operativi e capaci di comunicare in modo efficace nel lavoro quotidiano con gran parte dei loro colleghi, delle parti interessate e dei cittadini. In caso contrario, il funzionamento effettivo delle istituzioni potrebbe essere seriamente compromesso. Per consentire la partecipazione di un massimo di interessati che padroneggino una delle cinque lingue veicolari di cui sopra, i candidati sono invitati a dichiarare tutte le lingue ufficiali dell’UE che essi conoscono al livello minimo richiesto. L’EPSO esaminerà tutti gli atti di candidatura convalidati entro la scadenza del primo termine e classificherà in ordine decrescente le lingue per le quali è stata dichiarata una conoscenza di livello B2 o superiore; confronterà poi tali lingue con le esigenze dei servizi al fine di garantire una scelta adeguata. L’EPSO, in qualità di autorità che ha il potere di nomina, stabilirà su tale base le 5 lingue in cui si svolgeranno la prova e-tray e le prove dell’Assessment center (lingua 2) e le comunicherà ai candidati poco dopo la scadenza del termine ultimo per l’iscrizione"

 

Link utili:

Link all'offerta

 

Contatti Utili:

e-mail (Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.)

fax (+ 32 2 299 80 81), or by mail to:

European Personnel Selection Office (EPSO)

EPSO accessibility

Avenue de Cortenbergh/Kortenberglaan 25

1049 Bruxelles/Brussel

BELGIO



a cura di Daniela Esposito

La redazione carriereinternazionali.com declina ogni responsabilità sull’attendibilità delle informazioni contenute nella scheda. Per informazioni in merito all’opportunità, contattare l’ente proponente.

LA REDAZIONE

 

Pubblicato in Europa.

Sei interessato al campo dell’innovazione e della tecnologia? Vorresti lavorare in ambito europeo? Scopri queste offerte presso l’Istituto Europeo per l’innovazione e la Tecnologia a Budapest

Per altre opportunità simili visita la sezione Europa

 

Ente: L’European Institute of Innovation and Technology (EIT) o Istituto Europeo per l'Innovazione e la Tecnologia è un'agenzia dell'Unione europea creata nel 2008 e incaricata di identificare, co-finanziare e coordinare l'attività di specifiche «comunità della conoscenza e dell'innovazione» (KICs, Knowledge and Innovation Communities), partenariati composti da università, centri di ricerca e imprese uniti dal comune intento di perseguire una agenda strategica in specifici settori scientifici e tecnologici, mediante attività integrate di alta formazione, ricerca e innovazione. L’organizzazione porta insieme le istituzioni formative, laboratori di ricerca e compagnie per creare partnership dinamici con il fine di sviluppare prodotti e servizi innovativi, creare nuove aziende e formare una nuova generazione di imprenditori.

Le missioni dell’organizzazione sono: contribuire alla competitività  dell’Europa, alla sua crescita economica sostenibile e alla creazione di lavori promuovendo e rafforzando le sinergie e la cooperazione tra i business, gli istituti di formazione e le organizzazioni di ricerca. Inoltre l’EIT ha lo scopo di creare ambienti favorevoli per il pensiero creativo permettendo che l’innovazione e l’imprenditoria prosperino in Europa.

Le comunità hanno anche l’obiettivo di superare alcuni delle più difficili sfide della società odierna tra cui il cambiamento climatico, l’uso di materie prime e energia, infatti, portano avanti molte attività per coprire l’intera catena innovativa inclusi i programmi di training e formazione, rafforzando il viaggio dalla ricerca al mercato, i progetti innovativi come gli incubatori di imprese e acceleratori.

L’EIT fa parte di Horizon 2020, il programma per la ricerca e l’innovazione dell’UE ed è un pilastro chiave dell’Innovation Union, un’iniziativa faro che mira a migliorare la competitività globale dell’Europa.

 

Dove: Budapest

 

Destinatari: Cittadini di uno stato membro dell’UE con i requisiti

 

Quando: Non specificato

 

Scadenza: 27 Novembre 2017 ore 12.00

 

Descrizione dell’offerta: Il candidato contribuirà alle attività nel processi politici e strategici condotte da EIT o alla supervisione, monitoraggio e valutazione del portfolio delle attività di entrambe le esistenti o future EIT Innovation Communities.

Il Policy Support Office contribuirà al programma di lavoro dell’EIT e avrà le seguenti responsabilità:

- Sviluppo e attuazione della strategia e dei processi politici dell’EIT

- Fornire consigli e supporto sulla politica di innovazione con i relativi processi

- Contribuire alla preparazione del e il follow-up di briefing e meeting

- Contribuire alla preparazione e attuazione dei documenti strategici

- Contribuire a e gestire le relazioni di EIT con stakeholders, incluse le relazioni con la Commissione Europea, il Parlamento, Stati Membri e Regioni e anche il “Knowledge Triangle stakeholders”, come ad esempio le università, organizzazioni e business di ricerca), riguardo discussioni su tematiche e politiche di innovazione

- Contribuire a e gestire il lavoro della comunicazione esterna, rafforzare gli sforzi di comunicazione e disseminazione con un punto di vista per incrementare la comprensione e la sensibilizzazione sulle attività e i risultati dell’EIT e le Comunità innovative

- Sviluppare, rafforzare e attuare strumenti per rapportarsi con gli stakeholder

- Organizzare eventi con gli stakeholder quando rilevanti

 

Il Project Support Officer contribuirà al programma di lavoro dell’EIT con le seguenti responsabilità:  

- Gestire le “EIT Innovation Communities”

- Fornire supporto all’unità con la gestione delle comunità nella fase di set-up, nei Business plan e emendamenti, nella gestione delle partnership e nel processo di allocazione delle concessioni annuali

- Fornire supporto alla valutazione dei report finali sulle concessioni annuali delle EIT Innovation Communities in termini di performance operativo

- Fornire input a consultazioni, domande e quesiti delle comunità

- Monitoraggio e valutazione dell’impatto

- Contribuire allo sviluppo delle procedure, indicatori di qualità per il monitoraggio della performance delle attività KIC contribuendo al monitoraggio continuo del portfolio delle attività di KIC, misurando i loro risultati, impatti e miglioramenti  


Se sei interessato ad un tirocinio, scoprilo qui.

 

Requisiti:

- Essere cittadino di uno stato membro dell’UE

- Essere intitolato dei diritti di cittadino

- Aver rispettato ogni obbligazione imposta dalle leggi riguardo il servizio militare

- Avere la forma fisica in grado di esercitare le funzioni

- Livello di istruzione che corrisponde ad almeno 3 anni di studi universitari, attestato da un diploma e esperienza professionale di almeno 1 anno.

- Esperienza professionale di 3 anni alla data di scadenza

- Conoscenza eccellente di Inglese scritto e parlato

- Conoscenza di un’altra lingua ufficiale dell’Unione Europea

- Conoscenza delle sfide della società indirizzate da almeno una delle “EIT Innovation Communities”, come il cambiamento climatico, energia sostenibile, digitalizzazione, innovazione della vita salutare e invecchiamento attivo ecc)

- Uso dei programmi MS Office, in particolare Word, Excel e PowerPoint

- Abilità analitiche con la capacità di sintetizzare e integrare idee e concetti

- Abilità Interpersonali, comunicative e di network

- Abilità di negoziazione

- Capacità del lavoro di squadra

 

Per Policy Support Officer:

- Esperienza lavorativa  nella stesura di briefing e/o documenti strategici in almeno due dei compiti sottostanti

- Esperienza lavorativa nel settore dell’UE rilevante per il lavoro dell’organizzazione inclusa la formazione dell’imprenditoria, sviluppo della capacità innovativa regionale o supporto di start-up.

- Esperienza lavorativa nel campo di supporto del progetto o project management è un vantaggio

 

Per Project Support Officer:

- Esperienza lavorativa nel campo del project support o project management

- Esperienza lavorativa nel campo della gestione o controllo di fondi/concessioni procurate dall’Unione Europea o altre Organizzazioni Internazionali

- Esperienza lavorativa nel settore dell’UE rilevante per il lavoro dell’organizzazione inclusa la formazione dell’imprenditoria, sviluppo della capacità innovativa regionale o supporto di start-up è un vantaggio

 

Retribuzioni: A seconda della lunghezza di esperienza professionale il candidato sarà inserito in uno dei seguenti livelli: Grade 13 con € 1,981.01 o Grade 14 con € 2,148 .49 o Grade 16 con € 2,683.75

 

Guida all’application:  Per candidarsi, registrarsi nel sistema EU CV Online tramite il link sul sito dell’organizzazione (vedi link utili) e seguire le istruzioni riguardo i vari passaggi della procedura. La candidatura dovrà essere fatta in Inglese. Inoltre inserire anche la lettere motivazionale indicando il profilo scelto per la candidatura.  



Link utili:

Link per candidarsi

Offerta

EIT



Contatti Utili:

EIT Headquarters: Infopark - Building E

1 Neumann Janos utca 1117 Budapest, Hungary

E-mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.




a cura di Martina Di Giovanni

 

La redazione carriereinternazionali.com declina ogni responsabilità sull’attendibilità delle informazioni contenute nella scheda. Per informazioni in merito all’opportunità, contattare l’ente proponente.

LA REDAZIONE

 

Pubblicato in Europa.

L’istituto europeo di ricerca di biologia molecolare EMBL sta ricercando candidati che si occupino di diverse attività nella sezione HR


Per altre opportunità simili visita la sezione Europa

 

Ente: L'European Molecular Biology Laboratory (EMBL) (in italiano: Laboratorio Europeo di Biologia Molecolare) è un istituto di ricerca di biologia molecolare, sostenuto da 20 paesi europei e dall'Australia come stato membro associato. L'EMBL è stato creato nel 1974 ed è un'organizzazione intergovernativa di ricerca finanziata con denaro pubblico dai suoi stati membri. In EMBL la ricerca viene svolta da circa 85 gruppi indipendenti che coprono i vari campi della biologia molecolare. Il Laboratorio è attivo in cinque siti: il laboratorio principale a Heidelberg, e le sedi di Hinxton (l'European Bioinformatics Institute, EBI) presso Cambridge, Grenoble, Amburgo e Monterotondo vicino a Roma.

 

Dove: Heidelberg, Germania

 

Destinatari: tutti coloro in possesso dei requisiti

 

Quando: periodo di 3 anni soggetto a variazioni

 

Scadenza: 3-12-2017

 

Descrizione dell’offerta: Il candidato sarà inserito all’interno del team delle risorse umane di EMBL, responsabile di un servizio di reclutamento di alta qualità a tutto il personale del laboratorio di ca. 1800 membri da oltre 80 nazioni. Le attività organizzative e amministrative da gestire includono:

- Consulenza, elaborazione e documentazione dei requisiti per i membri del personale e delle loro famiglie, e mantenimento della comunicazione con le autorità, se necessario

- Assistere nuovi membri del personale

- Fornitura di servizi di segreteria, compresa la corrispondenza, l'archiviazione, la conservazione di registrazioni ecc.

- Organizzare, coordinare e preparare incontri

- Organizzare viaggi e alloggio e il loro rimborso

- Collaborare e interagire con il personale di supporto nell'amministrazione generale

- Qualsiasi altra attività assegnata dal responsabile delle risorse umane

 

Requisiti: Il candidato ideale dovrebbe:

- avere una formazione completa in amministrazione e diversi anni di esperienza lavorativa nell'amministrazione, preferibilmente nel campo delle Risorse Umane

- dimostrare  responsabilità e la capacità di gestire le priorità

- lavorare in modo indipendente nella sua area di responsabilità, ma al tempo stesso dovrebbe integrarsi e lavorare bene in una squadra altamente motivata e veloce

- avere forte capacità di comunicazione interpersonale, un orientamento al servizio clienti e un'ottima capacità organizzativa

- essere molto flessibile e saper lavorare sotto pressione, in tempi ridotti se necessario

- essere attento ai dettagli, avere ottime competenze informatiche e la buona conoscenza delle applicazioni di Microsoft Office sono essenziali. La conoscenza di SAP HR sarebbe un vantaggio

- Inglese, Francese e Tedesco sono le lingue ufficiali dell'EMBL. Per la posizione corrente, è essenziale un’ottima conoscenza dell'inglese orale e scritto, nonché una buona conoscenza del tedesco. Ogni altra lingua europea è un vantaggio

 

Costi/Retribuzioni: non specificato

 

Guida all’application: È possibile candidarsi al seguente link

 

Link utili:

Link all'offerta

EMBL Homepage

 

Contatti Utili:

EMBL Heidelberg

Meyerhofstraße 1, 69117 Heidelberg, Germany

Tel: +49 6221 387-0

Fax: +49 6221 387-8306

EMBL contatti

 

a cura di Chiara Dello Russo

La redazione carriereinternazionali.com declina ogni responsabilità sull’attendibilità delle informazioni contenute nella scheda. Per informazioni in merito all’opportunità, contattare l’ente proponente.

LA REDAZIONE

Pubblicato in Europa.

Il Budapest Centre for Mass Atrocities Prevention offre un'opportunità di tirocinio su una delle più importanti tematiche di grande rilievo nella politica internazionale. Candidati!

 

Per altre opportunità simili visita la sezione Europa

 

Ente: Il Budapest Centre for Mass Atrocities Prevention è nato grazie ad una raccomandazione sottoposta dal un comitato direttivo presieduto da David Hamburg, Presidente Emerito della Carnegie Corporation di New York e Presidente del Comitato consultivo delle Nazioni Unite sulla prevenzione del genocidio, e da Javier Solana, Alto rappresentante per la politica estera e di sicurezza comune dell'Unione europea, per la creazione di un Centro internazionale per la prevenzione del genocidio e dei crimini contro l'umanità in Europa. Il governo ungherese rispose in modo proattivo a questa raccomandazione e venne istituita la Fondazione Internazionale per la Prevenzione del genocidio e delle atrocità di massa, registrata a Budapest il 1 Gennaio 2011. Si tratta di un ente internazionale non governativo con esperienza tecnica e politica unica nel campo della prevenzione dei conflitti, dei diritti umani e del diritto umanitario internazionale, infatti, svolge un ruolo attivo di informazione e prevenzione in situazioni di violazioni dei diritti umani fondamentali. Collabora con le principali Istituzioni Europee ed Internazionali. In ambito UE ha lanciato la Task Force on the EU Prevention of Mass Atrocities per contribuire agli sforzi dell'Unione Europea per quanto riguarda la protezione dei diritti umani e rendere la prevenzione del genocidio una priorità della politica estera europea.

La Fondazione è aperta, senza alcun tipo di discriminazione in base alla nazionalità e non è soggetta al controllo di nessuna organizzazione internazionale e regionale o nessun governo o stato, ma è sottoposta solo alle regole e agli scopi della Fondazione stessa. Il suo staff è composto da esperti internazionali, ricercatori, avvocati internazionali, analisti, mediatori e diplomatici.

 

Dove: Budapest o Roma

 

Destinatari: Laureati di secondo livello

 

Quando: Non specificato

 

Scadenza: Open

 

Descrizione dell’offerta: Il Budapest Centre offre un numero limitato di tirocini per residenti e non-residenti a studenti laureati. Nel caso in cui tutte le posizioni per il tirocinio da residente siano piene, il centro dà la possibilità di offrire il tirocinio da non residenti a candidati particolarmente forti. Al/alla tirocinante sarà assegnato un progetto specifico di ricerca o all’organizzazione per un evento. Le responsabilità saranno limitate allo scopo del progetto a meno che non sia strettamente necessario un supporto in altre attività.  

 

Requisiti:

- Laurea di secondo livello in un campo attinente

 - Ottima conoscenza di Inglese (Conoscenza di Francese, Spagnolo, Arabo, Russo o Ungherese è un vantaggio)

 - Competenze informatiche

- Interesse per i diritti umani e tematiche riguardanti la prevenzione di genocidi e atrocità

- Conoscenza base delle Organizzazioni Internazionali e Regionali



Costi o Retribuzioni:

- Non prevista

- Supporto economico o rimborso spese del candidato deve essere previsto dalla propria istituzione di nomina o dal proprio governo

 

Guida all’application: Per candidarsi, inviare il CV e la lettera motivazionale a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.. In caso il Curriculum sia adatto, prima del colloquio il candidato dovrà mandare 2 lettere di referenza.  



Link utili:

Tirocinio

Budapest Centre

 

Contatti Utili:

Budapest Centre for Mass Atrocities Prevention

1118 Budapest, Villányi út 47

Ungheria

Tel e Fax : +36 21 252 4525, +36 21 252 4525

Email: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.





a cura di Martina Di Giovanni

 

La redazione carriereinternazionali.com declina ogni responsabilità sull’attendibilità delle informazioni contenute nella scheda. Per informazioni in merito all’opportunità, contattare l’ente proponente.

LA REDAZIONE 

Pubblicato in Europa.

La crisi del popolo Rohingya è un problema umanitario sempre più discusso. Evidentemente, non lo è da San Suu Kyi, il cui silenzio in merito alla questione ha comportato la revoca del suo tributo “Freedom of Oxford”.

 

I Rohingya sono un gruppo etnico, la cui origine è molto discussa e quasi incerta. Sono linguisticamente legati al Bangladesh, ma sono insediati per lo più in Birmania. La Birmania conta più di 800.000 musulmani, la maggior parte dei quali si definisce Rohingya.

 

La mancata denuncia dell’esercito birmano da parte di Aung San Suu Kyi, e il suo silenzio sulle accuse di “pulizia etnica”, sono state ampiamente discusse dai capi mondiali e da associazioni come Amnesty.

Ed è stato proprio questo suo silenzio che ha portato il Consiglio della città di Oxford alla revoca del  Freedom of Oxford, tributo conferitole nel 1997 per la sua battaglia in favore della democrazia, seguito anche dalla rimozione di un suo ritratto dalle pareti della prestigiosa università cittadina, dove la leader birmana ha studiato filosofia, politica ed economia tra il 1964 e il 1967 e dove il defunto marito ha insegnato.

 

La crisi dei Rohingya è una crisi dei diritti umani con serie conseguenze e ripercussioni in ambito umanitario. In Birmania hanno accesso limitato ai servizi basilari (acqua, igiene, sanità ed educazione scolastica), è vietato loro viaggiare senza autorizzazione, sono costretti a lavorare all’interno dei loro villaggi e non hanno diritto alla cittadinanza, cosa che li rende una delle maggiori popolazioni apolidi, senza patria.

Questa crisi ha dimensioni molto estese, in quanto sono in continuo i numeri di episodi di violenza, e conseguentemente di fuggitivi Rohingya richiedenti asilo nei Paesi confinanti, soprattutto in Bangladesh. Nel 2014 molti Rohingya hanno provato a fuggire clandestinamente su barche, finendo talvolta nelle mani di organizzazioni coinvolte nella tratta e nello sfruttamento degli esseri umani.

 

Lo stato della Birmania è stato spesso richiamato in merito alla pericolosa situazione in cui si trova tale gruppo etnico. L’ultimo episodio di violenza si è verificato nell’estate del 2017, quando, dopo attacchi alla stazione di polizia da parte dell’Arakan Rohingya Salvation Army (ARSA), l’esercito birmano ha reagito con brutali rastrellamenti che spinsero più di centomila Rohingya a cercare rifugio in Bangladesh. La situazione è stata definita dall’ONU come “incubo umanitario e dei diritti umani”.

Leggi un altro approfondimento sulla Crisi umanitaria in corso


Per saperne di più:

ONU sulla questione Rohingya

La crisi Rohingya

Rubrica

  • A Bonn la Climate Change Conference

    A Bonn la Climate Change Conference Dal 6 al 17 novembre 2017 3900 partecipanti, 2mila funzionari governativi, 1800 rappresentanti di organismi e agenzie dell'Onu, organizzazioni intergovernative…
    06-11-2017 214 in Rubrica

Follow Us on

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, solo per alcune funzionalità tecniche dei servizi offerti.
Puoi prendere visione dell’informativa estesa sull’uso dei cookie cliccando QUI.

Cliccando su "ok" acconsenti all’uso dei cookie.