Finalmente è uscito il bando Servizio Civile Universale 2018, aperto fino al 28 settembre! 32 progetti in Italia per 180 volontari e 31 progetti all’estero per 358 volontari per un totale di 538 giovani tra i 18 e i 29 che avranno l’opportunità di vivere questa esperienza con FOCSIV e i suoi Soci, il contingente più numeroso di sempre

Per altre opportunità simili visita la sezione Cooperazione

 

Ente: il Servizio Civile Nazionale opera nel rispetto dei principi della solidarietà, della partecipazione, dell’inclusione e dell’ utilità sociale nei servizi resi, anche a vantaggio di un potenziamento dell’occupazione giovanile. Le aree di intervento del Servizio Civile Nazionale sono riconducibili ai settori di: ambiente, assistenza, educazione e promozione culturale, patrimonio artistico e culturale, protezione civile e servizio civile all’estero. Il Servizio civile nazionale volontario è stato istituito in vista della riforma della leva militare obbligatoria e del conseguente venir meno dell’obiezione di coscienza al servizio militare. Non è un lavoro. E' un anno dedicato alla formazione e alla crescita individuale. Qualche volta l'esperienza conclusa di Servizio Civile Nazionale si può tramutare in opportunità di lavoro presso gli Enti in cui si è realizzato il progetto Il servizio civile consente ai giovani di:

-concorrere alla difesa della Patria con mezzi ed attività non militari

-favorire la realizzazione dei principi costituzionali di solidarietà sociale

-partecipare alla salvaguardia e alla tutela del patrimonio della Nazione, con particolare riguardo ai settori ambientale, forestale, storico artistico, culturale e della protezione civile

-promuovere la solidarietà e la cooperazione, a livello nazionale ed internazionale

-contribuire alla propria formazione civica, sociale, culturale e professionale mediante attività svolte anche in Enti ed Amministrazioni operanti all'estero

 

Dove: Italia e all’estero

 

Destinatari: i requisiti variano in base al progetto selezionato

 

Quando: durata variabile da 8 mesi a un anno

 

Scadenza: 28 settembre 2018

 

Descrizione dell’offerta:

Scegliendo un progetto in Italia, si avrà l’opportunità di entrare in contatto diretto con le Organizzazioni legate a FOCSIV e di contribuire allo sviluppo e al rafforzamento delle attività realizzate sul territorio nazionale.

Scegliendo un progetto all’estero nei Paesi in Via di Sviluppo, i giovani potranno impegnarsi come  “Caschi Bianchi”collaborando con i partner locali in attività tese al superamento di condizioni di ingiustizia e generatrici di conflitto sociale e impegnandosi in processi di promozione della pace e tutela dei diritti umani

I giovani interessati potranno:

- potranno leggere le schede sintetiche di tutti i progetti  in Italia all’estero nella sezione del sito dedicata al servizio civile e scegliere quello che li appassiona di più

- potranno informarsi ed avere un supporto per orientare la loro scelta partecipando   ai tanti incontri informativi promossi sul territorio nazionale e incontri online

- troveranno inoltre le info e i moduli di candidatura nella sezione come candidarsi”

- potranno informarsi e confrontarsi con altri candidati e organizzazioni ospitanti sul gruppo Facebook Servizio Civile all’estero – FOCSIV  e leggere le testimonianze dei volontari in servizio sul blog scnfocsiv.it

 

Requisiti:

- età compresa tra i 18 e i 28 anni

- cittadinanza europea o non comunitaria

- assenza di condanne alla pena della reclusione superiore ad un anno per delitto non colposo

- non appartenere a corpi militari o forze di polizia

- non prestare o avere già prestato Servizio Civile in qualità di volontari

- non aver già svolto il Servizio Civile nell’ambito del Programma Garanzia Giovani e del progetto sperimentale europeo IVO4ALL

- non avere rapporti di lavoro o di collaborazione retribuita a qualunque titolo, con l’ente che realizza il progetto prescelto, e non averne avuti nell’ultimo anno, di durata superiore a 3 mesi

 

Retribuzioni: è previsto un assegno mensile dell’importo di 433,80 Euro.

Per il servizio all’estero è prevista, inoltre, una indennità giornaliera di importo variabile, dai 13 ai 15 Euro, a seconda del Paese di destinazione

 

Link utili:

Servizio Civile Bando

 

 Contatti Utili:

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 

FOCSIV - Federazione Organismi Cristiani Servizio Internazionale Volontario

Via S. Francesco di Sales, 18 00165 Roma

 Tel. +39 06 6877 796/867 - Fax +39 06 6872 373 -

E-mail:Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.



a cura di Maria Longombardo

La redazione carriereinternazionali.com declina ogni responsabilità sull’attendibilità delle informazioni contenute nella scheda. Per informazioni in merito all’opportunità, contattare l’ente proponente.

LA REDAZIONE




volontari giovani progetto estero bando servizio civile nazionale focsiv

 La Onlus We World è alla ricerca di un Team Leader Dialogatore in Lombardia. Hai la stoffa del/lla leader? Allora candidati subito per questa posizione e difendi i diritti dei bambini e delle donne

 

Per altre opportunità simili visita la sezione Cooperazione

 

Ente: WeWorld Onlus promuove e difende i diritti dei bambini e delle donne in Italia e nel mondo. WeWorld aiuta in modo concreto i bambini, le donne e le loro comunità favorendo il cambiamento e l’inclusione sociale. Operano tutti i giorni in Italia e nel Sud del mondo per garantire e difendere i diritti dei bambini e delle donne con istruzione, salute e protezione da violenze e abusi. Oltre al lavoro concreto, WeWorld organizza azioni di sensibilizzazione nei confronti di cittadini e istituzioni, perché per poter cambiare davvero le cose sia a livello politico che sociale, bisogna partire dall’interno. Hanno scelto di lavorare in collaborazione con molti partner locali nelle zone dove operano, perché credono che la fiducia e la condivisione dei valori possa fare davvero tanto

 

Dove:  Lombardia:

- Varese

- Sondrio

- Pavia

- Mantova

- Lodi

- Lecco

- Cremona

- Como

- Brescia

- Bergamo

- Monza e Brianza

- Milano

 

Destinatari:  tutti coloro che rispondano ai requisiti

 

Quando: non specificato

 

Scadenza: non specificato

 

Descrizione dell’offerta: i Team Leader per la Onlus We World si occuperà dei seguenti compiti:

- coordinare, monitorare e supervisionare il lavoro del team assegnato

- acquisire nuovi donatori regolari a livello individuale e di team

- supportare la formazione e l’inserimento delle nuove risorse

- garantire la logistica e le attività di back office

- reportizzare l’attività e i risultati del team secondo le tempistiche concordate

 

Requisiti: i requisiti necessari per potersi candidare alla Posizione di Tem Leader con la Onlus We World sono:

- adesione alla mission di WEWORLD Onlus

- esperienza pregressa come team leader/coach nella raccolta fondi face to face o nella vendita diretta

- ottime doti comunicative, di ascolto e relazionali

- spiccate doti di leadership

- predisposizione al problem solving

- proattività e determinazione

- capacità di lavorare per obiettivi

- domicilio nella provincia di Milano, o disponibilità a spostarsi

- disponibilità a trasferte su territorio nazionale

 

Retribuzioni: la Onlus We World offre compenso fisso di 900€ (lordo) + compenso variabile secondo un piano incentivi tra i più premianti del settore collegato ai risultati individuali e di team

 

Guida all’application: per candidarsi alla posizione di Team Leader con la Onlus We World è necessario compilare il modulo online cliccando su Invia la candidatura direttamente dalla pagina dell'offerta. Sarà necessario allegare:

- CV

- lettera di presentazione

 

Informazioni utili: le ricerche di personale da parte della Onlus We World sono aperte a tutte le candidature, senza alcuna discriminazione di: nazionalità, religione, genere, età e appartenenza politica. La ricerca è aperta a persone appartenenti a categorie protette. Verranno esaminati i curriculum contenenti l’autorizzazione al Trattamento dei dati personali ai sensi del D.Lgs.196/2003

 

Link utili:

sito internet We World

link all’offerta

Invia la candidatura

           

Contatti Utili: i contatti dei We World Onlus sono reperibili al seguente link

 

a cura di Ludovica Mango

La redazione carriereinternazionali.com declina ogni responsabilità sull’attendibilità delle informazioni contenute nella scheda. Per informazioni in merito all’opportunità, contattare l’ente proponente.

LA REDAZIONE




Se desideri affacciarti al mondo della Cooperazione Internazionale, del Non profit e più in generale del Terzo Settore, se vuoi scoprire gli strumenti, i canali e i contatti per continuare o iniziare in questo ambito, partecipa venerdì 28 Settembre 2018 dalle ore 17.00 alle ore 20.00 all’incontro gratuito “Sulla strada della cooperazione” proposto dalla Scuola COSPE!

 

Durante l’incontro, oltre a un’introduzione sulla Cooperazione Internazionale ed i suoi possibili sbocchi professionali, verrà presentato il nuovo programma formativo della, Scuola COSPE per la Cooperazione Internazionale ed il Non Profit ormai al suo quindicesimo anno di attività, e le attività della stessa Organizzazione che da oltre 35 anni lavora con centinaia di progetti in tutto il mondo, in Italia ed in Europa. 

 

La Scuola COSPE offre diversi percorsi di studio personalizzati e professionalizzanti ed è dotata di un’aula multimediale per poter seguire le lezioni ed i laboratori anche a distanza grazie ad una piattaforma web specifica.

 

INFORMAZIONI ed ISCRIZIONI: mandare una e-mail a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.  con oggetto “Iscrizione Open Day 2018”. Oppure scarica direttamente il modulo di iscrizione dal nostro sito e inviacelo per e-mail: https://scuola.cospe.org/news/sulla-strada-
della-cooperazione-nuovo-open-day-alla-scuola-cospe/ 

 

COSTO: Gratuito. 

 

Chiediamo solo 20 Euro per coloro che desiderano ricevere la tessera Amico/a COSPE valida un anno con la quale è possibile ricevere informazioni e materiale sulle attività di COSPE.


DOVE: Aula Sassatelli c/o Scuola COSPE – Via Slataper 10, Firenze


DOCENTEMaria Donata Rinaldi, Responsabile della Scuola COSPE per la
Cooperazione Internazionale ed il Non Profit.

 

Il terzo settore è un mondo vastissimo e complesso, che sempre più chiede ai propri collaboratori competenze specifiche ed alta professionalizzazione.

Quando si pensa al mondo del lavoro nelle ONG ad esempio, la mente va alla figura dell’espatriato, del cooperante, che parte per missioni e progetti lontani, in aree di conflitto, guerra o povertà, per dare il proprio contributo ad emergenze umanitarie o programmi di sviluppo.

Ma il mondo delle organizzazioni no profit è molto più ampio. Sempre più vacancies parlano di Fundraising, raccolta fondi verso privati, aziende, fondazioni; comunicazione e campagne di sensibilizzazione, digital communication e social media, analisi dati e statistica, finanza e controllo di gestione, management e sviluppo organizzativo, profit-no-profit, Corporate Social Responsabilities, social enterprise e finanza etica.

Spesso guardando ai requisiti delle vacancies delle organizzazioni no profit ci si scoraggia, non avendo conoscenze specifiche su questi temi, o sulle linee guida dei finanziatori istituzionali, piuttosto che l’esperienza richiesta.

Ma come entrare in questo mondo? Come specializzarsi nel settore andando oltre la teoria? Siamo sicuri che l’offerta formativa esistente possa rispondere a queste nuove esigenze degli ETS (enti del terzo settore)?

“Come HR Manager di Amref e specialista delle Risorse Umane e recruiting da molti anni in diverse ONG ed organizzazioni del settore, posso sicuramente affermare che una delle maggiori criticità delle organizzazioni è reperire personale qualificato, per le sedi e per l’estero” dice la Dott.ssa Paola Cocchi. “Personale che abbia non solo l’indispensabile motivazione e bagaglio valoriale, ma anche il know-how tecnico e gli strumenti trasversali di project management necessari per poter rispondere ai requisiti stringenti delle figure professionali ricercate”

Da questo input nasce l’offerta didattica del Master in Cooperazione Internazionale, frutto dello studio e dell’analisi delle esigenze e del contesto del terzo settore svolto da LUISS Business School ed Amref Health Africa Onlus. Un programma formativo che va ben oltre l’approfondimento dei temi del Ciclo del Progetto, per allargare lo sguardo sulle nuove skills e professionalità del settore. Un Master specialistico che nasce dall’unione del rigore accademico di una prestigiosa Business School all’esperienza di una ONG internazionale che opera sul campo da oltre 60 anni.

“Quando gli studenti del Master andranno in Africa a visitare i progetti che avranno analizzato e lavorato in aula, per la field-visit di metà semestre, parleremo della loro implementazione e gestione, degli strumenti di raccolta fondi istituzionale e privata per consentirne l’avanzamento, della loro gestione amministrativa e finanziaria, della loro comunicazione e valutazione. Perché di questo si parla quotidianamente in una ONG” conclude la Dott.ssa Cocchi

E quando gli studenti entreranno nelle organizzazioni a fine corso per le internship, porteranno con loro degli strumenti facilmente applicabili, realmente utili alle realtà in cui si andranno ad inserire, un bagaglio di conoscenze, competenze e metodologie specifiche che potranno essere vero valore aggiunto in termini di professionalità, efficacia ed innovazione per tutto il settore.

Vuoi scoprire di più sul Master in Cooperazione Internazionale?

Sito web ufficiale

Scarica Brochure

Articolo di presentazione da carriereinternazionali.com

 

Pubblicato in Rubrica

Il mondo della Cooperazione allo sviluppo esercita da sempre un enorme fascino sui giovani impegnati in corsi di studio relativi alle relazioni internazionali, all’economia e ai diritti fondamentali. Quello del cooperante non è però un mestiere che si può improvvisare.

È, infatti, sempre più necessario procurarsi un bagaglio tecnico di elevate conoscenze con aspetti di interdisciplinarietà. Allo stesso tempo, è necessario acquisire competenze personali tali da garantire la capacità di adattamento e problem solving in contesti spesso molto diversi.

In questa duplice prospettiva la Libera Università degli Internazionale di Studi Sociali presenta una nuova opportunità formativa in grado di rispondere alle esigenze dei giovani che vogliono entrare nel mondo della cooperazione e dei professionisti del settore che vogliono completare la propria formazione.

 

Il Percorso formativo in Cooperazione Internazionale – Major del Master in Project Management - è un Master Universitario di I livello costruito da LUISS Business School ed Amref Health Africa Onlus, che mira a fornire ai partecipanti i più importanti strumenti metodologici e operativi, tecnici ed economici, per pianificare, monitorare e controllare iniziative progettuali di cooperazione allo sviluppo e interventi umanitari.

Lo scopo del master è formare professionisti in grado di operare come project manager nel campo umanitario e del terzo settore, affiancando all’acquisizione di conoscenze proprie della cooperazione internazionale e del mondo del non profit un percorso che li porti a sviluppare le competenze necessarie per guidare progetti realizzati in partnership con realtà profit o istituzionali.

Il percorso ha una durata di 12 mesi.  La parte iniziale del percorso è dedicato ad insegnamenti focalizzati sul General Management, cui seguiranno i cosiddetti “Corsi Core”. È prevista anche la realizzazione di laboratori per favorire una progressiva crescita a ciascun candidato sia professionale che personale.

Di fronte alla crescente offerta formativa in questo settore, perché scegliere proprio il Master LUISS in Cooperazione Internazionale?

Il programma del Master presenta cinque buoni motivi per decidere di iscriversi:

Un primo motivo sta nella confermata eccellenza didattica riconosciuta internazionalmente a LUISS Business School e l’esperienza sessantennale sul campo della più grande organizzazione sanitaria africana, Amref Health Africa.

Un secondo motivo è rintracciarsi nell’approccio teorico-pratico: all’indispensabile formazione teorica si affiancherà una estesa esperienza pratica, che includerà un project-work costante incentrato su progetti reali e un viaggio-studio di gruppo in Kenya per immergersi direttamente in un progetto realizzato sul campo e toccare con mano quanto costruito in aula con docenti e personale esperto delle ONG. Il percorso prevede inoltre opportunità di internship (7 sono garantite da Amref; altri stage saranno offerti dalle organizzazioni partner).

 

Questo proposto da LUISS BS e Amref è il primo Master in Cooperazione Internazionale che forma in modo focalizzato e solido non solo esperti nel terzo settore, ma Project Manager. Il programma prevede infatti nella sua prima fase di General Management insegnamenti di Organizzazione ed HRM, Strategia, Marketing strategico, fondamentali per poter costruire un’impalcatura di strumenti, metodologie, know-how e indispensabili per la gestione di team di progetto e programmi di cooperazione internazionale. Gli studenti avranno l’opportunità in questa fase di seguire i corsi del prestigioso Master in Project Management di LUISS Business School, e di apprendere tools di gestione di progetto anche in termini di Risk Management e metodologia Agile.

 

Un ulteriore elemento di forza è la combinazione di insegnamenti di General Management e Corsi Core. A differenza di molti corsi e master del settore, questo percorso è stato studiato per offrire un Curriculum a 360 gradi rispetto al no profit. Il focus si sposterà dal contesto economico, normativo, fiscale del III settore, agli strumenti del Project Cycle Management, al fundraising (finanziatori istituzionali e loro linee guida, privati, corporate, High Value Donors, etc) alla comunicazione istituzionale e digitale. Sono previsti costanti approfondimenti su temi Profit-no-profit, B-Corporations, Fondazioni, Corporate Social Responsability, per offrire una visibilità e conoscenza ampia del contesto attuale della cooperazione e delle tecniche e metodologie di collaborazione con il settore profit e social enterprise.

Ai corsi Core e di General Management si affiancheranno periodicamente i Learning LAB di LUISS BS, momenti di training intensivo sui temi Innovation e Business Plan, Crosscultural, Soft Skills e Creativity, Business English e Digital Skills Lab.

 

Infine, il Master sarà supportato da un partenariato formato da operatori del settore. Prestigiose organizzazioni hanno deciso di essere Partner del Master, credendo fortemente in una proposta didattica innovativa e necessaria per formare i futuri Prject Manager che collaboreranno con le proprie realtà. Organizzazioni Non Governative, reti di II livello di ONG, B-Corportation, istituzioni finanziarie, fondazioni che interverranno in aula con approfondimenti e focus tematici altamente professionalizzanti, durante tutta la durata del Master, oltre ad accompagnare gli studenti nel loro percorso di studio ed offrire loro opportunità di internship.

 

La presentazione rende chiara la portata del corso e la sua validità sia in termini di conoscenze che di competenze pratiche.

Si tratta di una opportunità concreta per iniziare un percorso professionale che fa del proprio lavoro un vero modello di vita.

 

Per maggiori informazioni è possibile scarire la brochure

 

Faculty:

La faculty è composta da accademici dell’Università LUISS Guido Carli e di altri prestigiosi atenei, oltre che da professionisti con consolidata esperienza aziendale e didattica.

Direttore del Master in Cooperazione Internazionale Francesco Rullani, Professore di Economia Applicata presso LUISS Guido Carli.

Comitato Scientifico:

Maria Elena Nenni, Direttore del Master in Project Management LUISS Business School

Mario Raffaelli, Presidente di Amref Health Africa Onlus e Presidente del CCI - Centro per la Cooperazione

Internazionale di Trento

Guglielmo Micucci, Direttore Generale di Amref Health Africa Onlus, fondatore di Prime Italia

Luca Giustiniano, Professore Ordinario di Organizzazione Aziendale presso la LUISS Guido Carli

Paolo Spagnoletti, Professore Associato di Organizzazione Aziendale presso la LUISS Guido Carli

Cristiano Busco, Professore Ordinario di Accounting e Integrated Reporting presso la LUISS Guido Carli

 

Durata: 12 mesi a partire da ottobre 2018

 

Test di Ammissione:

Il test può essere sostenuto in sede oppure da remoto via Skype. Il processo di selezione si basa sul test d'ammissione che valuta le capacità, la motivazione e il potenziale dei candidati.

Il test d'ammissione LUISS Business School è composto da:

- Test d'inglese (i candidati in possesso di un certificato TOEFL/IELTS con elevato punteggio possono essere esonerati dal test d'inglese

- Test di logica CEB SHL - verbale e numerica (I candidati in possesso di un certificato GMAT/GRE con elevato punteggio possono esonerati dal test di logica

- Colloqui motivazional

 

 

Contatti:

LUISS Business School

Via Nomentana 216 – 00162 Roma

(+39) 06 85 222 239

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

www.businessschool.luiss.it

 

 

 

Avaaz, ong virtuale, cerca attivisti altamente motivati che condividono la missione e i principi dell’organizzazione per l’organizzazione di campagne e petizioni sia online che sul campo. Non perdere questa grande opportunità di far sentire la tua voce!

 

Per altre opportunità simili visita la sezione Cooperazione

 

Ente: Avaaz, che significa "voce" in diverse lingue europee, mediorientali e asiatiche, è stata lanciata nel 2007 con una semplice missione democratica: organizzare i cittadini di tutte le nazioni per ridurre la distanza tra il mondo che abbiamo e il mondo che la maggior parte delle persone, in ogni luogo del mondo, vorrebbe.

Avaaz dà la possibilità a milioni di persone, ognuna con la sua storia, di impegnarsi su questioni urgenti di carattere globale e nazionale, dalla corruzione alla povertà ai conflitti e al cambiamento climatico. Il modello di organizzazione su internet permette a migliaia di azioni individuali, non importa quanto piccole, di combinarsi rapidamente in una potente forza collettiva.

La comunità di Avaaz agisce in 15 lingue grazie a un team di professionisti sparsi per il mondo e a migliaia di volontari. L’azione dell’organizzazione (firmando petizioni, finanziando campagne di comunicazione e azioni sul campo, inviando e-mail e facendo pressione sui governi, organizzando proteste 'offline', per le strade e nelle piazze e altri eventi) vuole far sì che il punto di vista e i valori dei cittadini in tutto il mondo influiscano sulle decisioni che riguardano tutti noi.

 

Dove: Avaaz è un'organizzazione virtuale, con la maggior parte del lavoro svolto tramite e-mail, telefono e Skype. Lo staff ha sede in città di tutto il mondo e si riunisce due volte all'anno.

 

Destinatari: candidati che soddisfano i requisiti richiesti

 

Quando: non specificato

 

Scadenza: open

 

Descrizione dell’offerta: Gli attivisti sono al centro del lavoro di advocacy dell'organizzazione, dalla ricerca e sviluppo di campagne online globali e nazionali, all’organizzazione di campagne offline.

Questa è una posizione stimolante nel cuore di una delle organizzazioni pubbliche più innovative e promettenti del momento. Offre una piattaforma unica da cui contribuire a sviluppare e perseguire sforzi di cambiamento sociale su larga scala.

Come sostenitore della campagna, sosterrai e guiderai la ricerca, lo sviluppo e la gestione delle campagne su una serie di questioni nazionali e globali, contribuendo a canalizzare tempo e denaro dei nostri membri nel modo più efficace possibile. Questa posizione farà capo a uno dei Direttori della Campagna di Avaaz.

 

Compiti e responsabilità:

- Monitoraggio degli eventi mondiali e identificazione delle opportunità per campagne proficue e ben strutturate

- Ocinvolgimento di esperti, sviluppo di strategia, politicy e di messaggi forti e ben identificate

- Assistere i direttori delle campagne nell'organizzazione di azioni e logistica della campagna, dagli acquisti di annunci pubblicitari alle consegne di petizioni pubbliche

- Parlare in pubblico attraverso i media

- Pubblicazione e modifica di contenuti online. Corrispondenza e consultazione con i membri

- Localizzazione e riscrittura delle comunicazioni in altre lingue, a seconda della fluidità

- Contribuire a definire la direzione strategica globale dell'organizzazione e supportare altri compiti dell'organizzazione, inclusi reclutamento, team building e gestione e progetti speciali

- Flessibilità di viaggiare con un breve preavviso

 

Requisiti: si tratta di un ruolo impegnativo che richiede duro lavoro, flessibilità, iniziativa e capacità di fornire risultati. Le competenze principali del candidato di successo sono:

- Professionalità, efficienza e consegna orientata ai risultati in tempi brevi

- Eccellenti abilità di comunicazione scritta e orale

- Passione e impegno per la giustizia globale, l'emancipazione dei cittadini e il cambiamento sociale

- Comprensione di come la difesa civica e la campagna pubblica funzionano

- Forti capacità di lavoro di squadra, confortevoli in una cultura di squadra altamente collaborativa e una struttura gerarchica di squadra

- Forte pensiero strategico e capacità di pianificazione delle campagne

- Esperto di tecnologia

- Creatività per tattiche e strategie di campagna

- La padronanza dell'inglese e del francese è un requisito. Le lingue aggiuntive sono una risorsa



Retribuzioni: Lo stipendio varia in base alla posizione e all'esperienza, ma è altamente competitivo con le principali organizzazioni non governative. I vantaggi variano anche con la posizione, ma includono 5 settimane di ferie pagate all'anno.

 

Guida all’application: per presentare la propria application visitare la pagina dell’offerta

 

Informazioni utili:  Avaaz copre i costi d'ufficio, sia per stabilire un ufficio a casa o per affittarne uno. Il personale è incoraggiato ad appoggiarsi ad organizzazioni locali simili quando possibile.

 

Link utili:

link all’offerta

Avaaz

             

           

Contatti Utili:

per contattare Avaaz visitare la sezione Contattaci del sito dell’organizzazione



a cura di Ludovica Mondati

La redazione carriereinternazionali.com declina ogni responsabilità sull’attendibilità delle informazioni contenute nella scheda. Per informazioni in merito all’opportunità, contattare l’ente proponente.

LA REDAZIONE

WFWO (World for World Organization) - ONG che partecipa attivamente alle politiche ONU contro povertà e manutrizione - offre diverse opportunità di tirocinio disponibili durante tutto l’anno a Roma o nelle sue missioni per studenti interessanti alla missione dell’organizzazione


Per altre opportunità simili visita la sezione Cooperazione

 

Ente: Fondata il 16 Ottobre 2001, la WFWO (World for World Organization) è una ONG situata in Italia. Opera in Italia e a livello internazionale e, sin dalla Giornata Mondiale dell’Alimentazione e dalla sua istituzione nel 2002 si avvalora dello Speciale Status Consultivo presso il Consiglio Economico e Sociale (ECOSOC – DESA – UN NGO Sezione delle Nazioni Unite – New York – USA). ECOSOC è l’organo principale di coordinamento del lavoro del Consiglio Economico e Sociale delle Nazioni Unite, delle Agenzie Specializzate e delle Istituzioni Internazionali.

La WFWO ha rappresentanti designati per ogni principale divisione delle Nazioni Unite dove sono tenute le più importanti riunioni: New York, Ginevra e Vienna

 

Dove: nelle varie sedi (Roma) o sul campo

 

Destinatari: studenti o recentemente laureati in discipline rilevanti alle attività della WFWO

 

Quando: Il programma di tirocini della WFWO è offerto per un periodo di due mesi, tre volte all'anno:

- da metà gennaio a metà marzo (Spring Session)

- da inizio giugno a inizio agosto (sessione estiva)

- da metà settembre a metà novembre (sessione autunnale)

 

Scadenza: offerta aperta tutto l’anno

 

Descrizione dell’offerta: Gli obiettivi del programma di tirocinio sono di promuovere tra i partecipanti una migliore comprensione delle Nazioni Unite e della WFWO. I tirocini forniscono ai Team l'assistenza di giovani studenti specializzati nei campi pertinenti alle attività della WFWO.

Gli stage con la WFWO offrono un'opportunità per i candidati selezionati di:

- aumentare la loro comprensione delle questioni rilevanti a livello internazionale integrandole direttamente nel lavoro e nelle attività generali dei programmi, strategie e aspetti della comunicazione della WFWO

- acquisire esperienza lavorativa pratica relativa al proprio background accademico o lavoro futuro nel campo correlato alla missione della WFWO.

 

Gli stagisti acquisiscono una comprensione di come funziona la WFWO e migliorano la loro esperienza educativa lavorando sotto la supervisione di un membro del team senior.

 

Requisiti:

- I candidati possono essere di tutte le nazionalità

- I candidati devono essere attualmente iscritti a un'università o scuola di specializzazione e aver completato almeno due anni di studi

- I candidati devono essere in possesso di una laurea in discipline considerate rilevanti per le attività della WFWO, ad es. Diritto internazionale, Economia, Relazioni internazionali, Scienze politiche e scienze sociali, Comunicazioni e pubblicazioni, Project Management

- I candidati devono avere conoscenza (orale e scritta) di almeno una delle lingue ufficiali della WFWO (inglese, francese, spagnolo o italiano)

- I candidati dovrebbero essere in grado di adattarsi a un ambiente internazionale, multiculturale e multilingue

- Buone capacità di comunicazione

- Capacità di lavorare in modo abbastanza indipendente o come parte di un team

- Iniziativa e flessibilità

- Qualsiasi esperienza lavorativa passata e conoscenza del sistema informativo e della progettazione di siti Web o lavori correlati costituisce un vantaggio

- I parenti stretti di un dipendente della WFWO non possono presentare domanda



Retribuzioni: l'importo del fondo speciale destinato a coprire i tirocinanti sarà stabilito in linea con altre organizzazioni analoghe che coinvolgono stagisti a livello locale e tenendo conto delle circostanze locali

 

Guida all’application: La WFWO non ha appositi posti vacanti per stagisti. Gli stage vengono assegnati da WFWO dalla sezione team in base alle loro esigenze e indipendentemente dal fatto che il profilo di un candidato soddisfi tali esigenze.

Si consiglia pertanto ai candidati di consultare il sito Web della WFWO per familiarizzare con il lavoro delle varie attività della sezione Team e inviare un CV e una lettera di presentazione direttamente al team delle risorse umane della WFWO a cui sono maggiormente interessati. Se ci fosse bisogno di uno stagista in quella Sezione Team o area di attività, il candidato sarà contattato direttamente.

Per uno stage in una WFWO, si prega di inviare il modulo di domanda direttamente via e-mail all'indirizzo: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 

Informazioni utili:  

- Il costo del viaggio, assicurazione e alloggio, così come le spese di soggiorno, sono a carico degli stagisti o delle loro istituzioni di sponsorizzazione

- Gli stagisti sono responsabili per il proprio viaggio e di ottenere il passaporto e il visto necessari o altri documenti per entrare in Italia o in qualsiasi altra stazione di servizio

- Gli stagisti sono responsabili dell’organizzare la propria sistemazione

- WFWO non accetta la responsabilità per i costi derivanti da incidenti e / o malattia sostenuti durante uno stage

- Gli stagisti sono responsabili dell'approvvigionamento e della manutenzione della propria copertura assicurativa per malattie e infortuni mentre lavorano presso la WFWO e una copia della documentazione attestante tale copertura assicurativa dovrebbe essere fornita all'amministrazione della WFWO da ogni stagista nel primo giorno di stage

 

Link utili:

WorldForWorld

Link all’offerta

Application Form

             

           

Contatti Utili:

World For World Organization (WFWO)

P.O. Casella 15154

Via di Tor Pagnotta, Nr.4, Roma - 00143 (Italia)

Tel: +39 (06) 51530985

E-mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.




a cura di Ludovica Mondati

La redazione carriereinternazionali.com declina ogni responsabilità sull’attendibilità delle informazioni contenute nella scheda. Per informazioni in merito all’opportunità, contattare l’ente proponente.

LA REDAZIONE

In che modo le tecnologie digitali possono essere applicate per affrontare le grandi sfide sociali e ambientali del nostro tempo? Questo il tema centrale del nuovo Master specialistico ideato e realizzato dall’Università di Torino, in collaborazione con il network Ong 2.0 e con il sostegno dell’Agenzia Italiana di Cooperazione allo Sviluppo, che indaga in dettaglio le straordinarie potenzialità (e i rischi) dell’applicazione delle Information and Communication Technologies (ICT) ai progetti di sviluppo in ambito agricolo, sanitario, nella lotta alla povertà e nella difesa dei diritti umani.

Per saperne di più e per conoscere programmi e docenti, si terrà il 20 Giugno 2018 dalle ore 18 alle ore 19,30 un webinar pubblico, seminario online in diretta live (in lingua inglese).

Ospiti del Webinar di presentazione:

Emilio Ciarlo, Responsabile Relazioni Istituzionali e Comunicazione presso l’Agenzia Italiana per la Cooperazione allo Sviluppo.

Egidio Dansero, Professore ordinario presso l’Università degli Studi di Torino e membro del Comitato Scientifico del Master.

Cristina Bonino, Presidente e Amministratore delegato di Consoft Sistemi S.p.a. e membro del Comitato Scientifico del Master.

Paola Fava, co-fondatrice di Gnucoop, project manager per UNHCR, docente del Master per il modulo “ICT for Health”.

Ron Salaj, Tutor e coordinatore delle attività del Master per Ong2.0.

Per partecipare al webinar di presentazione: http://bit.ly/MasterPresentation

Il Master ICT for Development and Social Good, è stato ideato e realizzato dall’Università di Torino in collaborazione con il network Ong 2.0, con la consulenza tecnica e scientifica di Consoft Sistemi, e con il sostegno dell’Agenzia Italiana di cooperazione allo sviluppo e di Compagnia di San Paolo, all’interno del progetto Digital transformation per lo Sviluppo sostenibile (AID 011487) realizzato da CISV onlus con un’ampia cordata di partners, ong, aziende del settore ed enti di ricerca::  ACCRI, ADP, ASPEm, AST, Celim,  CoCoPa, COMI, COPE, COSPE, CVCS, CVCS, CVM, Fondazione Politecnico Milano LVIA, OSM, OSVIC, Progetto Mondo MLAL, SAA- School of Management, WeMake s.r.l.

 

Il Carnegie Middle East Center (CMEC), cioè il centro di Beirut del Carnegie Endowment for International Peace, incoraggia gli studenti  a fare domanda per diventare tirocinanti a Beirut

Per altre opportunità simili visita la sezione Organizzazione internazionale



Ente: il Carnegie Endowment for International Peace è un network globale unica di centri di ricerca sulle politiche in Russia, Cina, Europa, Medio Oriente, India e Stati Uniti. La nostra missione, che risale a più di un secolo, è quella di far progredire la pace attraverso l'analisi e lo sviluppo di nuove idee politiche, l'impegno diretto e la collaborazione con i responsabili di governo, delle imprese e della società civile. Collaborare con questi centri porta il vantaggio inestimabile dello sviluppo di punti di vista nazionali molteplici inerenti  a questioni bilaterali, regionali e globali



Dove: Beirut, Libano



Destinatari: chiunque in possesso di una laurea triennale e/o specialistica negli ambiti sotto elencati



Quando: 3-6 mesi, fino al 31-dic-2018



Scadenza: non specificato



Descrizione dell’offerta: i tirocinanti di ricerca assisteranno gli studiosi del Centro nella loro ricerca su temi politici, economici, di sicurezza e di riforma dell'istruzione relativi alla regione MENA. Gli stagisti possono aspettarsi di beneficiare direttamente del lavoro in un think tank internazionale, familiarizzare con i suoi meccanismi interni e l'opportunità di contribuire al lavoro dei loro ricercatori. I candidati selezionati avranno anche accesso a tutte le riunioni, simposi e altri eventi del Carnegie Middle East Center



Requisiti:
- laurea triennale o specialistica in relazioni internazionali, scienze politiche, economia, studi mediorientali, istruzione, sociologia o studi correlati

requisiti preferenziali:

- abilità eccellenti nella suite Microsoft
- buona padronanza di arabo e inglese, preferibile conoscenza del francese
- precedente esperienza nella ricerca



Retribuzioni: non retribuito, solo copertura mensile dei trasporti



Guida all’application: i candidati devono presentare il CV e una lettera di presentazione tramite il sito Web Carnegie

 

Link utili: per ulteriori informazioni clicca qui

 

Contatti utili: 1779 Massachusetts Avenue NW, Washington, DC 20036-2103
Telefono: 202 483 7600
Fax: 202 483 1840
link all' e-mail 

 

a cura di Maria Longombardo



La redazione carriereinternazionali.com declina ogni responsabilità sull’attendibilità delle informazioni contenute nella scheda. Per informazioni in merito all’opportunità, contattare l’ente proponente.

 

LA REDAZIONE

 

Sono 40 i giovani attivisti italiani ad essere stati selezionati per partecipare al prestigioso programma “Youth Ambassador” dell’associazione anti-povertà The ONE Campaign. La quinta edizione del programma è stata inaugurata l’8 marzo a Roma.

Non è un caso che il lancio del programma Youth Ambassador sia coinciso con la Giornata Internazionale della Donna. Una delle campagne principali dell’organizzazione per il 2018 è, infatti, legata all’empowerment economico delle donne nei paesi più poveri del mondo, condizione che ONE ritiene essere cruciale per eliminare il divario di genere e per sollevare intere comunità dalla povertà estrema.

I Giovani Ambasciatori provenienti da tutta Italia si sono messi subito all’opera partecipando ad un’azione di campagna nelle strade di Roma. In contemporanea con centinaia di altri membri di ONE in Europa, i giovani attivisti italiani hanno coinvolto i passanti chiedendo loro di firmare una lettera aperta che esorta i leader mondiali a mettere donne e ragazze al centro dell’agenda politica internazionale. Lettera che in una sola settimana è stata firmata da oltre 100.000 persone.

Durante il corso dell’anno, gli Youth Ambassador si attiveranno per incontrare rappresentanti politici locali, si recheranno in Parlamento ed organizzeranno eventi nelle loro città col fine di sensibilizzare l’opinione pubblica sui risultati degli aiuti pubblici allo sviluppo nei paesi più poveri.

Emily Wigens, referente di ONE per l’Italia, riflettendo sul periodo post-elettorale ha dichiarato:

Il calibro dei Giovani Ambasciatori italiani è davvero straordinario e mi riempie di gioia   vederli al nostro fianco nella lotta contro la povertà estrema. La loro passione nel fare campagna è invidiabile. All’indomani delle elezioni, l’attivismo degli Youth Ambassador sarà cruciale per garantire che le questioni legate allo sviluppo rimangano in cima all’agenda politica. I nostri Youth Ambassador si batteranno per assicurarsi che la nuova classe politica italiana sostenga l’aumento dell’aiuto pubblico allo sviluppo, si impegni affinché esso sia destinato in via prioritaria ai paesi più poveri e affinché le ragazze e le donne siano poste al centro della cooperazione italiana. Ci auguriamo che l’Italia continui a svolgere un ruolo di primo piano nella lotta contro la povertà estrema.”

 

FINE

In allegato una foto del gruppo italiano durante l’azione di campagna nelle strade di Roma in occasione della Giornata Internazionale della Donna.

  

Note per il redattore:

Chi siamo

ONE è un’organizzazione sostenuta da oltre 9 milioni di membri, tra i quali 70.000 in Italia, che opera con campagne e attività di sensibilizzazione per combattere la povertà estrema e le malattie prevenibili, soprattutto in Africa. Apolitica, ONE mira a sensibilizzare l’opinione pubblica e a lavorare di concerto con i leader politici per combattere l’AIDS e le malattie prevenibili, aumentare gli investimenti per l’istruzione, l’agricoltura e l’alimentazione e chiedere ai governi maggiore trasparenza nei programmi di lotta alla povertà. Per saperne di più: ONE.org.

 

Programma “Youth Ambassador”

Gli ambasciatori ONE sono un gruppo di giovani volontari estremamente motivati, selezionati tramite bando pubblico, che conducono attività di sensibilizzazione in tutta Europa per porre fine alla povertà estrema. Sollecitano un impegno concreto dei responsabili politici, lavorano con i mezzi di comunicazione per aumentare la visibilità delle campagne ONE e incoraggiano il pubblico a sostenere le petizioni e le altre azioni ONE con attività online ed eventi locali.

Nel 2018 40 giovani provenienti da tutta Italia sono stati scelti per partecipare al programma di durata annuale che li vedrà impegnati nell’organizzazione di eventi, la conduzione di campagne di sensibilizzazione e azioni di lobby rivolte ai propri rappresentanti politici sui temi della cooperazione allo sviluppo. Si uniranno a una squadra di 300 giovani ambasciatori ONE provenienti da tutta Europa.

Gli anni scorsi, i giovani ambasciatori italiani si sono attivati per chiedere un aumento del contributo italiano a favore del Partenariato Mondiale per l’Istruzione e del Fondo Globale per la lotta contro AIDS, tubercolosi e malaria, sono intervenuti con azioni di pressione in occasione del G7 di Monaco di Baviera del 2015, hanno partecipato all’Assemblea generale dell’ONU a New York e hanno fatto sentire la loro voce a sostegno dei nuovi Obiettivi globali per lo sviluppo sostenibile delle Nazioni Unite.

 

La campagna La Povertà è Sessista

Nel 2015 ONE ha lanciato la campagna la Povertà è Sessista per portare l’attenzione su come donne e bambine siano le principali vittime della povertà estrema in ogni aspetto della vita, ma anche la chiave per il cambiamento. Nel 2016 abbiamo usato il potere della campagna per spingere i leader ad aumentare i finanziamenti per il Fondo Globale per la lotta contro AIDS, tubercolosi e malaria. L’AIDS colpisce in maniera sproporzionata le donne con ben il 74% delle nuove infezioni da HIV in Africa registrate tra ragazze adolescenti ed i 13 miliardi di dollari raccolti per il prossimo triennio saranno fondamentali per la lotta contro questa ingiustizia, salvando 8 milioni di vite ed evitando 300 milioni di nuove infezioni. Nel 2017 abbiamo lanciato una campagna digitale ed una lettera aperta ai leader, firmata da oltre 750.000 persone, per chiedere loro di investire nell’accesso all’istruzione delle bambine, uno dei migliori investimenti nella lotta contro la povertà estrema.

 

Rubrica

Follow Us on

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, solo per alcune funzionalità tecniche dei servizi offerti.
Puoi prendere visione dell’informativa estesa sull’uso dei cookie cliccando QUI.

Cliccando su "ok" acconsenti all’uso dei cookie.