La Cooperazione Non Istituzionale

La Cooperazione Non Istituzionale (3)

07-05-2012

IL MONDO DELLE ONLUS

Scritto da
Le ONLUS Organizzazioni non lucrative di utilità sociale, rientrano nella più ampia categoria degli Enti No profit, dove si collocano tutte le Organizzazioni, Associazioni, Circoli, Comitati, come pure Enti regionali e locali, che svolgono attività senza scopo di lucro. Questa è dunque la principale differenza tra gli Enti No Profit e qualunque altra forma di Associazione, che ha invece come obiettivo la realizzazione di un profitto.
All’interno della categoria No Profit, le ONLUS - disciplinate dal Decreto Legislativo 460/97 – si differenziano dagli altri Enti per i destinatari dell’attività svolta, che sono terzi e non i soci o gli iscritti dell’Associazione stessa.
Affinché un Ente No Profit venga riconosciuto come ONLUS è necessario che risponda a determinati requisiti, come previsto dall’art. 10 del d. lgs. 460/97 e cioè:
1. Deve perseguire uno degli scopi specificamente elencati nell’articolo citato
2. Deve costituirsi mediante Statuto o Atto Costitutivo, utilizzando la forma della scrittura privata autenticata o certificata o dell’atto pubblico
3. Deve iscriversi nell’apposita “Anagrafe unica delle ONLUS”, istituita presso il Ministero delle Finanze; a seguito dell’esito positivo della registrazione, l’Associazione godrà di una serie di privilegi ed agevolazioni di natura fiscale.
Le ONG – Organizzazioni Non Governative – sono ONLUS, più specificamente sono delle ONLUS che concentrano la loro attività nella cooperazione allo sviluppo.
Per costituire una ONG è dunque necessario seguire il medesimo iter della ONLUS.
Diverso è il caso in cui una ONG voglia essere riconosciuta “idonea” dal Ministero degli Affari Esteri e dunque poter accedere ai finanziamenti previsti dal MAE stesso, come previsto dalla L. 49/87 all’art. 29. L’idoneità si ottiene mediante apposito decreto del Ministro degli affari esteri, sentito il parere della Commissione per le organizzazioni non governative. I requisiti necessari sono elencati all’art. 28 della L. 49/87: indispensabile è aver svolto attività – documentabile - di cooperazione allo sviluppo per un periodo non inferiore ai tre anni.
07-05-2012

IL MONDO DELLE ONG

Scritto da
Le Organizzazioni non governative (ONG) sono libere associazioni tra privati che perseguono un fine non lucrativo e un interesse generale di tipo umanitario, religioso, politico, scientifico e sociale e che prescindono dall'apparato di Governo. Pur essendo molto diverse tra loro per attività e aree di competenza, le ONG presentano un fondamento etico comune rappresentato dalla volontà di operare per superare le differenze tra il Nord e il Sud del mondo, instaurando rapporti equi tra i popoli e promuovendo uno sviluppo che favorisca la piena autosufficienza economica. La definizione di ONG trova la sua fonte, in Italia, nella legge 49/87 che identifica quelle Organizzazioni che a seguito di un’istruttoria molto selettiva, ottengono dal Ministero degli Affari Esteri un riconoscimento di idoneità per la gestione di progetti di cooperazione. Uno dei requisiti indispensabili a tal fine è l'aver svolto attività – documentabile - di cooperazione allo sviluppo per un periodo non inferiore ai tre anni.
A partire dagli anni ’70, un numero cospicuo di ONG italiane ha deciso di aderire a tre grandi federazioni che le raggruppano e svolgono un ruolo di coordinamento:
- La FOCSIV (Federazione Organismi Cristiani Servizio Internazionale Volontariato), conta 65 membri che ne condividono l’ispirazione cristiana - http://www.focsiv.it/;
- Il COCIS (Coordinamento delle Organizzazioni non governative per la Cooperazione Internazionale allo Sviluppo), raggruppa 28 ONG - www.cocis.it;
- Il CIPSI (Coordinamento di iniziative popolari di solidarietà internazionale), raggruppa 25 ONG - www.cipsi.it.
Molte altre ONG, invece, hanno scelto di non federarsi. Pur essendo essenzialmente associazioni di volontariato, che impiegano cioè “volontari” in possesso di competenze specifiche e attivi nei paesi in via di sviluppo, le ONG si differenziano dal volontariato comunemente inteso perché la loro struttura operativa è professionalmente finalizzata allo svolgimento delle attività di cooperazione e composta da cooperanti integrati professionalmente nell’organizzazione di cui fanno parte. Per le loro attività di cooperazione allo sviluppo le ONG utilizzano sia finanziamenti pubblici provenienti, nella maggior parte dei casi, dalla Unione Europea, dal Ministero degli Affari Esteri (secondo le regole stabilite dalla legge 49/1987) e dalla Cooperazione decentrata (Regioni, Province, Comuni), che privati (fund raising, sostenitori, donazioni, campagne, ecc.). 
Da un punto di vista giuridico le ONG sono delle ONLUS - Organizzazioni non lucrative di utilità sociale - e rientrano nella più ampia categoria degli Enti No profit, denominazione con cui si identificano tutte quelle organizzazioni, associazioni, circoli, comitati, come pure Enti regionali e locali, che svolgono attività senza scopo di lucro.
 
Qui di seguito alcune ONG che hanno ottenuto il riconoscimento di idoneità dal MAE:
 
AAI ActionAid Italia Onlus - www.actionaid.it
Ai.Bi. Amici dei Bambini - www.aibi.it
AIDOS Associazione Italiana Donne per lo Sviluppo - www.aidos.it
AIFO Associazione Italiana Amici di Raoul Follereau - www.aifo.it
AISPO Associazione Italiana per la Solidarietà tra i Popoli - www.aahsr.org
AMREF Fondazione Africana per la Medicina e la Ricerca – www.amref.it
ARCS Arci Cultura e Sviluppo Info / Iniziative - www.arciculturaesviluppo.it
AVSI Sostegno e adozioni a distanza -  www.avsi.org
BAMBINI NEL DESERTO Organizzazione Umanitaria Bambini nel Deserto Ong-Onlus – www.bambinineldeserto.org
CARE AND SHARE Italia Onlus - www.careshare.org
CARITAS Caritas italiana - www.caritasitaliana.it
CBM ITALIA ONLUS CBM Italia Onlus - www.cbmitalia.org
CdS La Casa del Sorriso Onlus - www.casadelsorriso.org
CEFA Comitato europeo per la formazione e l'agricoltura - www.cefaonlus.it
CESVI Cesvi Fondazione Onlus - www.cesvi.org
COMITATO ITALIANO PER L'UNICEF Comitato Italiano per l'Unicef - www.unicef.it 
COOPI Cooperazione Internazionale - www.coopi.org/it
COOPSVIL Cooperazione e Sviluppo - Africa Mission Onlus - www.africamission.org 
COPE Cooperazione Paesi Emergenti - www.africamission.org
COSPE Cooperazione per lo Sviluppo dei Paesi Emergenti - www.cospe.it
EMERGENCY Associazione "Emergency" - www.emergency.it
EMMANUEL Fondazione Emmanuel per il Sud del Mondo - www.fondazione-emmanuel.org
ENZO B – www.enzob.org
FONDAZIONE DON CARLO GNOCCHI - www.dongnocchi.it
FONDAZIONE L'ALBERO DELLA VITA Onlus – www.alberodellavita.org
FONDAZIONE RITA LEVI MONTALCINI Onlus - www.ritalevimontalcini.org
IFP Incontro fra i popoli – www.incontrofraipopoli.it
IL SOLE Il Sole Onlus – www.ilsole.org
INTERVITA Intervita Onlus – www.intervota.it
ITACA Itaca – www.itaca.org
LEGAMBIENTE Legambiente – www.legambiente.it
MANI TESE Mani Tese – www.manitese.it
SAVE THE CHILDREN Save the Children – savethechildren.it
SCI Servizio Civile Internazionale – www.sci-italia.it
SCSF Solidarietà e Cooperazione senza Frontiere – www.scsfong.wordpress.com
SENZACONFINI Onlus Senzaconfini onlus – www.senzaconfini.net
SJAMO San José Amici nel Mondo – www.sjamo.it
SOLETERRE SoleTerre-strategie di pace onlus – www.soleterre.org
 SVI Servizio Volontario Internazionale - www.svibrescia.it/svi/svi-home.htm
TDH ITALIA Terre des hommes Italia ONLUS - www.terredeshommes.it
TRASPARENCY INTERNATIONAL  – www.transparency.it
VIDES Volontariato Internazionale Donna Educazione Sviluppo – www.vides.org
VIS Volontariato Internazionale per lo Sviluppo – www.volint.it/vis
WWF ITALIA Fondo Mondiale per la Natura – www.wwf.it
 
A partire dagli anni 60 si fa strada una tipologia diversa di fare cooperazione. Le trasformazioni sociali e culturali di quegli anni portano una molteplicità di attori "non statali" ad intervenire, su base volontaria, e con un'iniziale impronta caritatevole, nel settore della cooperazione internazionale introducendo lo strumento progettuale e con una presenza personale sul campo di migliaia di volontari. L'idea che gli attori della cooperazione internazionale siano soltanto gli Stati e le istituzioni da essi preposte viene così superata.
Da un punto di vista lavorativo, il mondo del non governativo caratterizzato da una maggiore flessibilità del modo di fare cooperazione costituisce un enorme bacino di opportunità per giovani volontari e cooperanti animati da entusiasmo, passione e motivazione e pronti a mettersi in gioco in prima persona. 
 

Rubrica

Follow Us on

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, solo per alcune funzionalità tecniche dei servizi offerti.
Puoi prendere visione dell’informativa estesa sull’uso dei cookie cliccando QUI.

Cliccando su "ok" acconsenti all’uso dei cookie.