07-05-2012

IL VOLONTARIATO

Scritto da
Vota questo articolo
(0 Voti)
Il termine volontariato denota un'attività libera e gratuita svolta per ragioni di solidarietà e di giustizia sociale. Essa può essere rivolta a persone in difficoltà, alla tutela della natura e degli animali, alla conservazione del patrimonio artistico e culturale. La culla del volontariato è, dunque, la spontanea volontà dei cittadini di fronte a problemi non risolti (o non affrontati) dallo stato e dal mercato. La caratteristica fondamentale dell’attività di volontariato è perciò la sua gratuità e il volontario è colui che pone al servizio della comunità il suo aiuto e le sue competenze esclusivamente per fini di solidarietà. Secondo i dati ISTAT, il numero dei volontari in Italia è cresciuto esponenzialmente negli ultimi anni, passando dal 6,9% del 1993 al 10% del 2012. L’attività di volontariato può essere perseguita sia all’interno di ONG, NO PROFIT e ONLUS, sia all’interno di vere e proprie organizzazioni di volontariato. Sono considerate organizzazioni di volontariato tutti quegli organismi liberalmente costituiti al fine di svolgere un'attività senza fini di lucro, anche indiretto, ed esclusivamente per fini di solidarietà e che si avvalgono in modo determinante e prevalente delle prestazioni personali, volontarie e gratuite dei propri aderenti. Le organizzazioni di volontariato traggono le risorse economiche per il loro funzionamento e per lo svolgimento della propria attività dai contributi degli associati, dai contributi di privati, da contributi di enti pubblici finalizzati esclusivamente al sostegno di specifiche e documentate attività o progetti. 
 
FOCSIV 
Con le sue 65 Organizzazioni federate, i suoi 7.624 Soci, 490 gruppi d'appoggio in Italia e oltre 60.000 persone tra aderenti e sostenitori, FOCSIV rappresenta la più grande Federazione di Organismi di Volontariato Internazionale di ispirazione cristiana presente in Italia. Sono oltre 1.000 i volontari impegnati nei 660 progetti di sviluppo promossi dalla federazione e circa 6.000 gli operatori locali. In Italia più di 5.000 volontari collaborano alle iniziative e alla gestione dei progetti nei Paesi in via di sviluppo. Le opportunità offerte da FOCSIV sono di molte tipologie: volontariato internazionale di lungo periodo, partecipazione all’UNV (programma volontari delle Nazioni Unite), Servizio Volontario Europeo, Servizio Civile Volontario, Volontariato in Italia e, infine, campi estivi della durata di qualche settimana.
Il ruolo di FOCSIV consiste nel compiere una prima selezione e formazione degli aspiranti volontari che, dopo aver portato a termine l’iter di selezione, verranno poi inseriti nelle “banca dati Volontari” e saranno successivamente scelti da uno dei 65 organismi federati impegnati nel settore della cooperazione internazionale per partecipare ad un progetto di volontariato principalmente in uno dei Paesi del Sud del mondo. La formazione del volontario è pertanto uno dei tratti distintivi di FOCSIV che, oltre ad organizzare periodicamente incontri formativi e giornate di orientamento alla cooperazione internazionale, offre la possibilità di frequentare la SPICeS (scuola di politica internazionale, cooperazione e sviluppo) la quale fornisce ai giovani il giusto bagaglio di conoscenze per poter operare all’interno delle ONG e delle Agenzie Europee ed Internazionali. Per maggiori informazioni www.focsiv.it.
 
IL SERVIZIO CIVILE NAZIONALE
All’interno delle esperienze di volontariato, il Servizio Civile Nazionale rappresenta  di sicuro una grande opportunità rivolta ai giovani cittadini italiani tra i 18 e i 29 anni e consiste principalmente nel dedicare un anno della propria vita al sacro dovere di servire la patria, sancito nell’art 52 della Costituzione. Nato come alternativa al servizio militare, a seguito dell’eliminazione della leva obbligatoria il Servizio Civile è divenuto sempre più un modo per promuovere la cittadinanza attiva all’interno della nostra società. In primis, infatti, essere volontari del Servizio Civile vuol dire valorizzare quel principio di gratuità e altruismo che permette ai giovani di mettersi al servizio dei bisognosi e della collettività. Tra le attività offerte dall’Ufficio primaria è l’assistenza, che ha come destinatari le fasce più deboli della società, in seguito vi sono le azioni per la protezione ambientale e, in ultima istanza, abbiamo l’ambito della tutela e della valorizzazione del patrimonio artistico materiale - tutto ciò che desta attenzione da parte dell’UNESCO - e immateriale. 
Ai cittadini italiani che si approcciano al Servizio Civile viene offerta anche la possibilità di svolgere il proprio operato all’estero. Nel bando annuale solitamente vengono offerti 500 posti per dare la possibilità ai giovani di portare il proprio contributo di volontario in un paese straniero. Le attività proprie dei volontari all’estero sono finalizzate alla cooperazione internazionale e si concretizzano in azioni ad ampio raggio quali, ad esempio, recupero di risorse primarie o smaltimento di rifiuti. La modalità di scelta del progetto da finanziare da parte dell’Ufficio avviene in modo lineare: gli enti propongono un progetto che, se valutato positivamente da una commissione ad hoc, viene approvato e finanziato. Spetterà, poi, all’ente scegliere tra i volontari messi a disposizione dell’Ufficio e stipulare con quest’ultimi un contratto etico. Infine, selezionati i candidati, l’ente si occupa di fornire un periodo di formazione della durata di 180 ore.
 
Letto 1852 volte Ultima modifica il 19-06-2012
Devi effettuare il login per inviare commenti

Rubrica

Follow Us on

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, solo per alcune funzionalità tecniche dei servizi offerti.
Puoi prendere visione dell’informativa estesa sull’uso dei cookie cliccando QUI.

Cliccando su "ok" acconsenti all’uso dei cookie.