07-05-2012

DIRITTI UMANI

Scritto da
Vota questo articolo
(0 Voti)
Nel 1948, la neonata ONU proclamò la Dichiarazione Universale dei Diritti Umani (UDHR Universal Declaration of Human Rights), che descrive con eloquenza i diritti inalienabili ed inviolabili di tutti i membri della famiglia umana. Tuttavia, poiché la dichiarazione non aveva valore giuridico, è stato necessario tradurne i principi in trattati legalmente vincolanti per i paesi che li ratificano. Da questo processo sono emerse due convenzioni che distinguono i diversi tipi di diritti umani: i diritti civili e politici, che i paesi stabilirono di proteggere immediatamente (Patto Internazionale sui Diritti Civili e Politici), ed i diritti economici, sociali e culturali, che i paesi promisero di garantire nel corso del tempo (Patto Internazionale sui Diritti Economici, Sociali e Culturali). Queste due convenzioni, insieme all’originale UDHR, compongono quella che viene definita la Carta Internazionale dei Diritti Umani. Gli enti che operano dunque all’interno di questo settore si occupano  precipuamente della difesa e della promozione dei diritti umani nei paesi in cui quest’ultimi siano continuamente ignorati o violati. 
AMNESTY INTERNATIONAL
Amnesty International è un'Organizzazione non governativa indipendente, una comunità globale di difensori dei diritti umani che si riconosce nei principi della solidarietà internazionale. L'associazione, fondata nel 1961 dall'avvocato inglese Peter Benenson che lanciò una campagna per l'amnistia dei prigionieri di coscienza, conta attualmente due milioni e ottocentomila soci, sostenitori e donatori in più di 150 paesi. Il Segretariato Internazionale ha sede a Londra e ha il compito di coordinare le attività delle sezioni nazionali, svolgere ricerche ed elaborare e diffondere i documenti su cui si basa l'azione di tutto il movimento. La Sezione Italiana, che conta oltre 80.000 soci, sviluppa e coordina le attività delle diverse strutture locali. Ha il compito di coordinare il lavoro degli iscritti e dei sostenitori di Amnesty nel paese, intraprende campagne di sensibilizzazione, promozione ed educazione ai diritti umani, attività di lobby nei confronti delle istituzioni pubbliche, nazionali ed internazionali, e di raccolta fondi. 
I diritti umani e la loro difesa sono dunque il leit motiv dell'azione di Amnesty orientata all'ottenimento di cambiamenti concreti sia sul fronte della società civile che dei governi violatori. 
Per poter intraprendere un percorso lavorativo presso Amnesty sia in Italia che all'estero è necessario partecipare ai bandi di concorso che di volta in volta vengono banditi dall'ufficio italiano, da quello europeo o da quello internazionale di Londra. Un'esperienza di volontariato o "attivismo"presso i gruppi locali o i gruppi tematici, sebbene non rappresenti un presupposto determinante per lavorare in questa realtà, di sicuro aiutano il candidato ad approfondire la conoscenza dell'organizzazione e delle sue modalità di azione.  
SAVE THE CHILDREN
Save the Children dal 1919 opera per difendere e promuovere i diritti delle bambine e dei bambini e per migliorare concretamente le loro condizioni di vita. Collaborando a stretto contatto con le comunità locali, Save the Children porta aiuti immediati, assistenza e sostegno alle famiglie e ai bambini in situazioni di emergenza, createsi a causa di calamità naturali o di guerre. Le attività riguardano principalmente l'educazione, la risposta alle emergenze, la riduzione della povertà, la lotta all'Aids, la salute e il contrasto allo sfruttamento e abuso.
Per chi fosse interessato a vivere un'esperienza nel settore dei diritti umani con Save the Children è bene che sia a conoscenza del fatto che Save the Children non cerca volontari professionisti ma volontari che vogliano professionalizzarsi, puntando quindi molto sulla formazione come momento di incontro, condivisione e crescita. La formazione da volontario vi aiuterà infatti aa capire chi è Save the Children e, forse, aumenterà le vostre chances  di successo nel settore lavorativo dei diritti umani! 
Chi fosse interessato ad uno stage, invece, può sia candidarsi per le vacancies che di volta in volta vengono proposte nella sezione Lavora con noi del sito ufficiale, sia proporre una candidatura spontanea. 
 
Letto 1997 volte Ultima modifica il 07-05-2012
Altro in questa categoria: « AMBIENTE SETTORI E AREE DI INTERVENTO »
Devi effettuare il login per inviare commenti

Rubrica

Follow Us on

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, solo per alcune funzionalità tecniche dei servizi offerti.
Puoi prendere visione dell’informativa estesa sull’uso dei cookie cliccando QUI.

Cliccando su "ok" acconsenti all’uso dei cookie.