07-05-2012

LA COOPERAZIONE NON ISTITUZIONALE

Scritto da
Vota questo articolo
(0 Voti)
A partire dagli anni 60 si fa strada una tipologia diversa di fare cooperazione. Le trasformazioni sociali e culturali di quegli anni portano una molteplicità di attori "non statali" ad intervenire, su base volontaria, e con un'iniziale impronta caritatevole, nel settore della cooperazione internazionale introducendo lo strumento progettuale e con una presenza personale sul campo di migliaia di volontari. L'idea che gli attori della cooperazione internazionale siano soltanto gli Stati e le istituzioni da essi preposte viene così superata.
Da un punto di vista lavorativo, il mondo del non governativo caratterizzato da una maggiore flessibilità del modo di fare cooperazione costituisce un enorme bacino di opportunità per giovani volontari e cooperanti animati da entusiasmo, passione e motivazione e pronti a mettersi in gioco in prima persona. 
 
Letto 1446 volte Ultima modifica il 07-05-2012
Altro in questa categoria: « IL MONDO DELLE ONG
Devi effettuare il login per inviare commenti

Rubrica

Follow Us on

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, solo per alcune funzionalità tecniche dei servizi offerti.
Puoi prendere visione dell’informativa estesa sull’uso dei cookie cliccando QUI.

Cliccando su "ok" acconsenti all’uso dei cookie.