Celim cerca persone che mettano a disposizione tempo ed entusiasmo per diverse iniziative! Partecipa attivamente e candidati subito!
 
“Per altre opportunità simili, andate alla sezione “Cooperazione, Sviluppo e Volontariato
 
Ente: CELIM
CeLIM (Centro Laici Italiani per le Missioni), nato nel 1954, è una Organizzazione Non Governativa riconosciuta dal Ministero per gli Affari Esteri e dall’Unione Europea. Fa parte della federazione Volontari nel Mondo - FOCSIV e di CoLomba (Cooperazione Lombardia). La mission di CeLIM è trasformare in modo permanente una comunità, trasferendo competenze professionali ed economiche nel corso di un intervento di durata finita. In tre parole, IMPACT TO CHANGE
Dove: Milano
 
Destinatari: Chiunque sia interessato a lavorare volontariamente per l’associazione
 
Quando: Da concordare
 
Scadenza: Non è prevista una scadenza: le candidature sono spontanee
 
Descrizione dell’offerta: CELIM ha costantemente bisogno di persone che possano mettere a disposizione tempo ed entusiasmo a favore dell'Associazione. 
Le modalità sono molte: dall'allestimento e gestione di stand informativi all'affiancamento degli operatori presso gli uffici di Milano, dall'ideazione di nuove campagne all'organizzazione di eventi ed iniziative sul proprio territorio, dalle traduzioni al confezionamento di bomboniere… e tanto altro ancora!
 
Requisiti: Non sono richiesti requisiti particolari
 
Documenti richiesti: Curriculum Vitae
 
Retribuzione: Non è prevista alcuna retribuzione in termini economici. L’attività è di tipo volontario.
 
Guida all’application: Se sei interessato a fare del volontariato, magari facendo parte dell'Associazione AMICI CELIM, gruppo stabile di volontari che affianca l'ONG durante l’anno in attività di educazione, raccolta fondi e cooperazione, scrivi a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
 
Informazioni utili: Milano è un comune italiano, capoluogo della provincia omonima e della regione Lombardia. È il secondo comune italiano per popolazione, dopo Roma, e costituisce il centro della più vasta area metropolitana d'Italia nonché una delle più popolose d'Europa. Divenne "capitale economica italiana" durante la rivoluzione industriale che coinvolse l'Europa nella seconda metà del XIX secolo, costituendo con Torino e Genova il "Triangolo industriale". Da questo periodo in poi e soprattutto dal dopoguerra, subì un forte processo di urbanizzazione legato all'espansione industriale che coinvolse anche le città limitrofe, e fu meta principale durante il periodo dell'emigrazione interna. Nell'ultimo secolo ha stabilizzato il proprio ruolo economico e produttivo, divenendo il maggiore mercato finanziario italiano, ed è una delle capitali mondiali della moda (insieme a Parigi, Londra e New York) e del design industriale. Alle porte di Milano, a Rho, ha sede la Fiera di Milano, il maggiore polo fieristico d'Europa.
 
Link utili:
 
Contatti utili
CeLIM (Centro Laici Italiani per le Missioni)
Sede legale: Piazza Fontana 2, 20122 Milano
Sedi operative: Via San Calimero 11/13, 20122 Milano
Tel/Fax 02.58316324
E-mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
 
 
A Cura di Margherita Greguol
 
 “Vuoi candidarti per questa o altre opportunità e non sai come fare?
CLICCA QUI e scoprilo!”
 
“Se sei interessato a conoscere meglio il mondo delle relazioni internazionali, se hai voglia di mettere alla prova le tue doti diplomatiche e capire se questa è la strada che fa per te, partecipa al  Rome Model United Nations la più grande simulazione Onu in Italia! Non perdere questa opportunità!”
 
La redazione carriereinternazionali.com declina ogni responsabilità sull’attendibilità delle informazioni contenute nella scheda. Per informazioni in merito all’opportunità, contattare l’ente proponente.
 
LA REDAZIONE
CVM seleziona figure professionali o stagisti in linea con i principi e la mission dell'organizzazione. Se pensi di essere in linea con il profilo che stiamo cercando e se vuoi vivere un'esperienza di volontariato, candidati immediatamente!
 
“Per altre opportunità simili, andate alla sezione “Cooperazione, Sviluppo e Volontariato
 
Ente: Comunità Volontari per il Mondo - Il CVM - è un gruppo di persone che condividono ideali, esperienze e un'utopia: un mondo migliore è possibile. Da oltre trent'anni, l’ONG promuove, nel Sud del Mondo, progetti di autosviluppo e, in Italia, iniziative di sensibilizzazione dell'opinione pubblica sui problemi dello squilibrio fra Paesi.
 
Dove: In Italia o all’estero
 
Destinatari: Chiunque desideri vivere un’esperienza di volontariato
 
Quando: Da concordare
 
Scadenza: Non prevista una scadenza, le candidature sono sempre aperte
 
Descrizione dell’offerta: Nel 2003, il CVM ha aderito alla convenzione FOCSIV per il Servizio Civile.  Da allora, giovani obiettori hanno prestato il loro servizio sia nella sede italiana che in Etiopia o nelle altre aree di intervento del CVM.  Parallelamente  è iniziato anche il Servizio Civile Volontario per ragazze, esteso poi ai ragazzi in coincidenza con la soppressione del servizio militare obbligatorio. CVM cerca volontari.
Con CVM sono inoltre possibili:
- stage universitari;
- tirocini post laurea;
- viaggi responsabili (percorso formativo vincolante);
- campi di lavoro (percorso formativo vincolante);
- volontariato di medio – lungo periodo.
 
Requisiti: Non sono richiesti requisiti particolari
 
Documenti richiesti: CV e Lettera Motivazionale
 
Costi/retribuzione: Non specificati
 
Guida all’application: Inviare il proprio Curriculum Vitae e Lettera Motivazionale all’indirizzo di posta elettronica Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
 
Informazioni utili: CVM opera in diverse sedi in Italia con il suo Laboratorio Interculturale, in Europa attraverso il progetto sulla revisione critica dei curricola; e infine all’estero, in particolare nei paesi sottosviluppati dell’Africa.
 
Link utili:
 
Contatti utili
CVM - Comunità Volontari per il Mondo 
P.zza Santa Maria 4 Ancona 
C.F. 00316140433
 
 
 
A Cura di Margherita Greguol
 
 “Vuoi candidarti per questa o altre opportunità e non sai come fare?
CLICCA QUI e scoprilo!”
 
“Se sei interessato a conoscere meglio il mondo delle relazioni internazionali, se hai voglia di mettere alla prova le tue doti diplomatiche e capire se questa è la strada che fa per te, partecipa al  Rome Model United Nations la più grande simulazione Onu in Italia! Non perdere questa opportunità!”
 
La redazione carriereinternazionali.com declina ogni responsabilità sull’attendibilità delle informazioni contenute nella scheda. Per informazioni in merito all’opportunità, contattare l’ente proponente.
 
LA REDAZIONE
Contatta Africa Mission e candidati per uno stage o per lavorare presso una delle sue sedi in Italia o all’estero! 
 
“Per altre opportunità simili, andate alla sezione “Cooperazione, Sviluppo e Volontariato
 
EnteIl Movimento Africa Mission, fondato nel 1972 da mons. Enrico Manfredini e don Vittorio Pastori, è costituito da laici cristiani che, coerentemente e concretamente, con la loro fede, l’aiuto fattivo e il servizio di volontariato in Africa, vogliono esprimere e realizzare la vocazione missionaria che deriva, per ciascuno, dal Battesimo.
 
Dove: In Italia o all’estero
 
Destinatari: Chiunque possieda i requisiti richiesti
 
Quando: Da concordare
 
Scadenza: Non prevista una scadenza. Le candidature sono sempre aperte
 
Descrizione dell’offerta: AFRICA MISSION è sempre impegnata nella ricerca di persone fortemente motivate, che condividano i principi di base dell’associazione, la sua missione e il metodo operativo, desiderose di intraprendere un cammino di crescita personale e di condivisione con chi, ingiustamente, vive in situazioni di povertà e difficoltà estrema.
Periodicamente, presso la sede di Piacenza, si effettuano colloqui conoscitivi per le posizioni di: 
- Coordinatori-responsabili di sede/paese (con consolidata esperienza e capacità organizzative e gestionali)
- Capi progetto (con esperienza pluriennale in PVS) 
- Assistenti capo progetto (con limitata esperienza in PVS)
- Consulente, tecnico/esperto (esperto professionista in un particolare settore - es. perforatore)
- Stagista (chi vuole mettersi a disposizione per un periodo formativo in Italia o all’estero)
 
Requisiti: Si ricercano persone aperte alla comprensione di culture differenti, disponibili e flessibili. Per necessità operative, requisito minimo è la buona conoscenza della lingua inglese e precedenti esperienze in Uganda e Sudan costituiranno un elemento positivo in fase di valutazione. Inoltre si prediligerà chi sarà disponibile a restare per periodi medio-lunghi rispetto a pochi mesi di servizio (per garantire una certa continuità nel tempo).
 
Documenti richiesti:
Form online. Sarà possibile allegare il CV
 
Costi/retribuzione: Differenti a seconda della posizione per cui viene inviata la candidatura
 
Guida all’application: Per proporre la propria candidatura si prega di cliccare sul pulsante “Candidati ora” al seguente link
Se le caratteristiche saranno in linea con il profilo cercato seguirà un successivo contatto da parte della segreteria di Africa Mission per colloquio di approfondimento presso la sede centrale a Piacenza. 
 
Informazioni utili: Dato l’alto numero delle candidature rispetto a quello delle posizioni da coprire, la candidatura di coloro che non verranno successivamente contattati in maniera diretta, rimarrà comunque inserita nella banca dati dell’associazione per l’eventuale possibilità di contatto in futuro.
 
Link utili:
 
Contatti utili
Sede principale:
Via Cesare Martelli, 15 - 29122 Piacenza 
Tel (+39) 0523 49.94.24
Tel (+39) 0523 49.94.84 
Fax (+39) 0523 40.02.24
 
 
A Cura di Margherita Greguol
 
 “Vuoi candidarti per questa o altre opportunità e non sai come fare?
CLICCA QUI e scoprilo!”
 
“Se sei interessato a conoscere meglio il mondo delle relazioni internazionali, se hai voglia di mettere alla prova le tue doti diplomatiche e capire se questa è la strada che fa per te, partecipa al  Rome Model United Nations la più grande simulazione Onu in Italia! Non perdere questa opportunità!”
 
La redazione carriereinternazionali.com declina ogni responsabilità sull’attendibilità delle informazioni contenute nella scheda. Per informazioni in merito all’opportunità, contattare l’ente proponente.
 
LA REDAZIONE
 
Che cosa c'è di meglio di un barbecue, un aperitivo, una cena, un torneo sportivo o una serata danzante organizzati per BENEFICIENZA? Organizza anche tu un EVENTO SOLIDALE con CBM! Scopri come!
 
“Per altre opportunità simili, andate alla sezione “Cooperazione, Sviluppo e Volontariato
 
EnteCBM Italia Onlus è un’Organizzazione Non Governativa (ONG), la cui finalità è sconfiggere le forme evitabili di cecità e di disabilità fisica e mentale nei Paesi più poveri del mondo, senza distinzione di razza, sesso e religione. A tale scopo CBM Italia idea e attua programmi e progetti di prevenzione e cura; informa e sensibilizza l’opinione pubblica sulle condizioni di vita delle persone cieche e disabili, coinvolgendo la comunità nazionale ed internazionale nella lotta alla cecità e alle altre disabilità evitabili nei Paesi in Via di Sviluppo.
CBM Italia è membro di CBM International, organizzazione apolitica e senza scopo di lucro, costituita da 10 associazioni nazionali: Australia, Canada, Germania, Gran Bretagna, Irlanda, Italia, Kenya, Nuova Zelanda, Stati Uniti e Svizzera.
 
Dove: Da concordare
 
Destinatari: Chiunque sia interessato e in accordo con le finalità e i valori di CBM
 
Quando: E’ possibile organizzare un evento in qualsiasi momento dell’anno
 
Scadenza: Non prevista una scadenza
 
Descrizione dell’offerta: CBM Italia cerca volontari che organizzino eventi solidali con l’intento di raccogliere fondi per i più bisognosi. 
Questi sono alcuni tra i principali modi attraverso cui è possibile organizzare un evento solidale:
- APERITIVO SOLIDALE: oltre ad essere un gesto quotidiano, un evento cool, un momento di relax, l'aperitivo può essere un ottimo modo per organizzare una raccolta fondi a favore di CBM
- ASTA BENEFICA: è un modo attraverso il quale raccogliere fondi, dando sfogo alla propria immaginazione e creatività
- BARBECUE SOLIDALE: è un'idea estiva per passare un po' di tempo all'aria aperta in compagnia di amici e familiari
- CENA DI BENEFICIENZA: strumento classico di raccolta fondi, la cena è un mezzo conviviale ed efficace per raccogliere fondi a supporto dei progetti CBM
- CITY TOUR: mettendo insieme un gruppo di persone potrai organizzare una serata particolare su un bus o un tram che attraversa la tua città.
- COMPLEANNO SOLIDALE: dai un tocco di originalità al tuo compleanno! Chiedi ai tuoi amici di destinare la cifra che avrebbero speso per il solito regalo di routine ai progetti di CBM
- CONDOMINIO SOLIDALE: coinvolgi i tuoi vicini di casa e sostieni un progetto CBM!
- GIORNATA DI ATTIVISMO: coinvolgi la tua azienda o la tua scuola in una giornata di raccolta fondi
- SERATE DANZANTI: ti piace ballare? Sei appassionato di qualche ballo in particolare? Organizza una serata danzante a tema
- TORNEO SOLIDALE: se sei uno sportivo, potrai cimentarti nell'organizzazione di un torneo di calcetto o di qualsiasi altro sport
 
Requisiti: Non è richiesto nessun requisito particolare
 
Documenti richiesti: Variabili a seconda dell’evento solidale che si decide di organizzare
 
Costi/retribuzione: Retribuzione non prevista
 
Guida all’application: Consultare la pagina 
Per ogni evento vengono fornite tutte le indicazioni da seguire.
 
Informazioni utili: Per qualsiasi informazione, idea o iniziativa si prega di contattare CBM Italia, in modo da definire i dettagli dell’evento e procedere con l’organizzazione dello stesso.
 
Link utili:
 
Contatti utili
CBM Italia Onlus
Via Melchiorre Gioia, 72
20125 Milano
Tel: 02 72093670
Contattare via mail ai seguenti indirizzi
Segreteria e sostenitori Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Amministrazione Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Comunicazione e raccolta fondi Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Aziende Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. 
Informazioni sui progetti Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Volontariato Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
 
 
A cura di Margherita Greguol
 
 “Vuoi candidarti per questa o altre opportunità e non sai come fare?
CLICCA QUI e scoprilo!”
 
“Se sei interessato a conoscere meglio il mondo delle relazioni internazionali, se hai voglia di mettere alla prova le tue doti diplomatiche e capire se questa è la strada che fa per te, partecipa al  Rome Model United Nations la più grande simulazione Onu in Italia! Non perdere questa opportunità!”
 
La redazione di carriereinternazionali.com si esime dalla responsabilità sulle informazioni riportate nei siti dai quali le offerte di lavoro, stage, formazione sono state tratte
 
LA REDAZIONE
 
 
 
 
 
Sei un giovane studente universitario? Con ASPEM potrai svolgere uno stage formativo o un tirocinio in Italia o all’estero. Candidati subito!
 
 
 
Ente: ASPEM
Nel 1974, prima di costituirsi come associazione, ASPEm ha iniziato le attività in Africa, come espressione di solidarietà della comunità cristiana da cui è nata. La presenza iniziale si è trasformata poi in un intervento multisettoriale di cooperazione internazionale nell'altipiano di Butezi, in Burundi, dove ASPEm ha mantenuto una presenza fino al 1996. In 23 anni sono stati realizzati numerosi progetti di sviluppo e di emergenza nell’ottica dello sviluppo rurale.
 
Dove: Da concordare, in Italia o in Perù
 
Destinatari: Studenti laureandi, neo laureati e specializzandi in conclusione dell’iter scolastico di età superiore ai 24 anni
 
Quando: Da concordare
 
Scadenza: E’ possibile candidarsi in qualsiasi periodo dell’anno
 
Descrizione dell’offerta: ASPEm offre ai giovani la possibilità di avvicinarsi in diversi modi al mondo della cooperazione internazionale e delle ONG.
Attraverso convenzioni con diverse Università italiane (Università Bicocca di Milano; università del Sacro Cuore, Università di Bergamo, Università Bocconi,…) si può svolgere un tirocinio o uno stage in Italia e all’estero, in Perù.
In Italia si collabora con il settore di Educazione alla cittadinanza mondiale, mentre in Perù è possibile inserirsi nei progetti di ASPEm, oppure collaborare con associazioni locali, partner di ASPEm per l’esecuzione dei suoi progetti e del programma Caschi Bianchi.
 
Requisiti:
I soggetti a cui è rivolta questa iniziativa, sono i giovani in generale con più di 24 anni, e in particolare gli studenti laureandi, neo laureati e specializzandi in conclusione dell’iter scolastico. In modo particolare la proposta è rivolta a studenti che vogliano realizzare tesi o approfondimenti relativi alle diverse dinamiche sociali in atto nei PVS, con riferimento ai settori di intervento di ASPEm in Perù, e con priorità per le seguenti discipline: 
- Psicologia 
- Giurisprudenza
- Psicologia
- Scienze sociali 
- Scienze dell’educazione
- Specializzazioni nel campo dell’educazione
- Antropologia
- Architettura
- Ingegneria
 
Documenti richiesti: Curriculum Vitae, Progetto di Tirocinio e Stage
 
Retribuzione: Non prevista
 
Guida all’application: Per avviare l’iter di stage e tirocini è necessario contattare il responsabile dei volontari e fissare un primo colloquio di orientamento, durante il quale verrà verificata l’idoneità del tirocinante. Si richiederà poi di scrivere il proprio progetto di tirocinio e stage che verrà inviato all’associazione locale per verificare la possibilità di ricevere lo studente tirocinante o stagista.
Scrivere a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
 
Informazioni utili: Altre formazioni o specializzazioni oltre a quelle sopra elencate potranno essere comunque valutate nel momento in cui pervengono le richieste (in questo caso verrà verificata la disponibilità di altre associazioni in Perù che svolgano un lavoro analogo all’interesse e alla specializzazione del richiedente).
 
Link utili:
 
Contatti utili:
ASPEm Italia
Via Dalmazia, 2
22063 Cantù (CO)
Tel. +39.031.711394
Email: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
 
A cura di Margherita Greguol
 
Per il nuovo anno accademico 2014-2015 Carriere Internazionali ha selezionato per i suoi iscritti SILVER e GOLD centinaia di opportunità, frutto di accordi siglati con prestigiosi Enti attivi in campo internazionale.
Per maggiori informazioni su Silver e Gold CLICCA QUI!!
 
Se sei interessato a conoscere meglio il mondo delle relazioni internazionali, se hai voglia di mettere alla prova le tue doti diplomatiche e capire se questa è la strada che fa per te, partecipa al Rome Model United Nationspiù grande simulazione Onu in Europa! Non perdere questa opportunità!
Per altre opportunità simili, andate nella sezione “Cooperazione, Sviluppo e Volontariato
 
La redazione carriereinternazionali.com declina ogni responsabilità sull’attendibilità delle informazioni contenute nella scheda. Per informazioni in merito all’opportunità, contattare l’ente proponente.
 
 
LA REDAZIONE
UNICEF cerca volontari disposti a promuovere gli eventi nelle piazze italiane! Compila il modulo e candidati subito!
 
“Per altre opportunità simili, andate alla sezione "Nazioni Unite e Organizzazioni internazionali"
 
Ente:  Il Comitato Italiano per l'UNICEF - Onlus (spesso abbreviato in UNICEF Italia) è parte integrante della struttura globale dell'UNICEF - Fondo delle Nazioni Unite per l'Infanzia, l'organo sussidiario dell'ONU che ha il mandato di tutelare e promuovere i diritti di bambine, bambini e adolescenti (0-18 anni) in tutto il mondo, nonché di contribuire al miglioramento delle loro condizioni di vita. Peculiarità di questa organizzazione è dunque di essere al tempo stesso Organizzazione non governativa (ONG) collocata nel panorama italiano del Terzo Settore, e rappresentante di un programma inter-governativo delle Nazioni Unite. In quanto ONG, l'UNICEF Italia gode anche dello status di Onlus - Organizzazione non lucrativa di utilità sociale.
 
Dove: Diverse città italiane
 
Destinatari: Chiunque sia interessato a vivere l’esperienza del volontariato
 
Quando: Da definire
 
Scadenza: Non prevista una scadenza
 
Descrizione dell’offerta: Il Comitato Italiano per l'UNICEF si avvale di una rete di oltre 3.700 volontari (per quasi 4/5 donne), iscritti all'apposito Albo, e di migliaia di altri volontari occasionali. I volontari offrono con costanza e passione il proprio impegno gratuito, il proprio tempo libero e rappresentano una risorsa estremamente importante per l'organizzazione, che si avvale delle loro competenze professionali e delle loro qualità per sensibilizzare la società civile - cittadini, associazioni, enti locali e imprese - alle politiche e alle azioni dell'UNICEF nel mondo. Le principali attività dei volontari sono orientate alla promozione dei diritti dell'infanzia in Italia e alla realizzazione a livello territoriale delle campagne dell'UNICEF a sostegno dei programmi nei Paesi in via di sviluppo. Contattando il Comitato UNICEF della tua città (ce ne sono 110, uno per ogni Provincia italiana) puoi impegnarti nei nostri "eventi di piazza" nazionali e in tutte le altre iniziative locali di raccolta fondi e di sensibilizzazione sui diritti dell'infanzia.
 
Requisiti: Non sono richiesti requisiti particolari
 
Documenti richiesti: Modulo online
 
Retribuzione: Non prevista
 
Guida all’application: Compilare il modulo online
 
Informazioni utili: Compilando il modulo, avrai espresso il tuo desiderio di far parte della grande famiglia di Volontarie e Volontari dell'UNICEF Italia, attiva in ogni angolo del nostro Paese per realizzare iniziative - nazionali e locali - a beneficio dei bambini in tutto il mondo. Se hai un'età compresa tra 14 e 30 anni, sarai presto contattato dai giovani di Younicef, il movimento dei giovani volontari dell'UNICEF Italia. I gruppi Younicef sono presenti in molte province italiane (per saperne di più: http://www.unicef.it/web/younicef/). Se nella tua provincia non è stato ancora costituito il gruppo Younicef, sarai contattato dal Presidente del Comitato provinciale.  Una volta compilato questo form, riceverai un'e-mail contenente il link per confermare l'avvenuta acquisizione della tua richiesta. A breve scadenza sarai contattato telefonicamente o per e-mail.
I volontari dell'UNICEF Italia si impegnano a sottoscrivere (presso la sede del Comitato provinciale di riferimento) la Carta dei valori del Comitato Italiano, condividendo e sostenendo gli obiettivi e le politiche dell'UNICEF, e adoperandosi per il loro conseguimento. Nello svolgimento di tali attività per conto dell'UNICEF Italia, e per esigenze di riconoscimento e di trasparenza, ogni volontario iscritto all'Albo ha un tesserino che lo identifica e lo qualifica come tale.
 
Link utili:
 
Contatti utili:
Comitato Italiano per l'Unicef onlus
Via palestro 68, 00185 roma
Numero verde 800-745.000
Email: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
 
 
 “Vuoi candidarti per questa o altre opportunità e non sai come fare?
CLICCA QUI e scoprilo!”
 
“Se sei interessato a conoscere meglio il mondo delle relazioni internazionali, se hai voglia di mettere alla prova le tue doti diplomatiche e capire se questa è la strada che fa per te, partecipa al  Rome Model United Nations la più grande simulazione Onu in Italia! Non perdere questa opportunità!”
 
In uno scenario internazionale già segnato dall’apparente arretramento della posizione egemonica degli Stati Uniti e dalla contrastata ascesa di un nuovo gruppo di grandi potenze, quali sono i rischi di un’Europa indebolita e quindi in seconda fila?
E quali le implicazioni per un paese in difficoltà come l’Italia, per cui la dimensione europea è essenziale sia politicamente che economicamente, soprattutto in vista del semestre di presidenza di turno dell’Unione?
 
Di questi temi si discuterà in 10 città italiane, in incontri promossi in occasione della pubblicazione del Rapporto 2014 della nuova collana dell'ISPI "Scenari Globali e l'Italia", dal titolo "L’Europa in Seconda Fila”, edito da Egea.
 
Dopo il primo incontro, in programma a Milano, si terrà a Roma giovedì 13 febbraio alle ore 16:45 presso la Camera dei Deputati (Sala della Mercede - Via della Mercede, 55) il secondo evento, a cui interverranno:
 
Giancarlo ARAGONA, Presidente ISPI
Franco BRUNI, Vice Presidente, ISPI e Professore di Teoria e Politica Monetaria Internazionale, Università Bocconi
Alessandro COLOMBO, Associate Senior Research Fellow, ISPI e Professore di Relazioni Internazionali, Università  degli Studi di Milano
Paolo MAGRI, Vice Presidente Esecutivo e Direttore, ISPI
Franco VENTURINI, Giornalista, Corriere della Sera
 
I lavori si concluderanno con un intervento del Ministro degli Affari Esteri, Emma BONINO.
 
Per partecipare è necessario registrarsi QUI
 
Per informazioni sull' ISPI consulta il sito.
Pubblicato in Eventi e Ultime Notizie
Nestlé per dare la possibilità a giovani al di sotto di 30 anni di entrare nel mondo del lavoro,offre 10.000 posti professionali e 10.000 posti di tirocinio a giovani Europei
 
Per altre opportunità simili, vai alla sezione "Formazione per le Carriere Internazionali"
 
Ente: Nestlé, multinazionale svizzera con sede principale a Vevey in Svizzera fu costituita nel 1905 da i fratelli George e Charles Pages, e Farine Milky Henri Nestlé. Principalmente la multinazionale si occupa di produzione alimentare. Operando in più di 86 paesi nel mondo, fin dai suoi inizi, si impegna in svariate attività concentrandosi su tre aree - nutrizione , acqua e sviluppo rurale - per affrontare problemi che devono sfidare gli agricoltori di cacao nel mondo, comprese le tecniche di coltivazione inefficaci e la cattiva gestione ambientale, promuovendo l'agricoltura sostenibile in modo globale e incoraggiando le imprese a creare valore economico e sociale.
 
Dove: Europa, principalmente in Italia, Portogallo e Spagna
 
Destinatari: giovani di talento in possesso di formazione e qualifica professionale, ma anche neo-laureati
 
Quando:  Nestlé desidera aprire le porte al maggior numero di giovani talentuosi (20.000) entro il 2016
 
Scadenza: non specificata
 
Descrizione dell’offerta:Con il progetto “Nestlé needs YOUth” La Multinazionale si impegna a creare 20.000 nuove posizioni professionali per giovani di tutta Europa L’iniziativa Nestlé needs YOUth, offrirà 10.000 opportunità di apprendistato e stage e 10.000 posizioni professionali ai giovani al di sotto dei 30 anni, provenienti da tutti i Paesi europei, entro il 2016. Le opportunità di inserimento riguarderanno tutti i settori di business ( settore produttivo, amministrativo, le risorse umane, le vendite, il marketing, il settore finanziario, tecnico e i dipartimenti di ricerca e sviluppo).
E’ inoltre previsto un selezionato gruppo di posizioni specificamente pensate per offrire ai giovani dell’Europa meridionale, la possibilità di vivere esperienze lavorative all’estero – in Svizzera, Francia, Germania, Austria, Paesi Nordici e Regno Unito.
 
Requisiti: Giovani di età inferiore ai 30 anni
 
Documenti richiesti:  non specificati.
 
Guida alla Candidatura: I potenziali candidati possono presentare la propria candidatura e CV all’indirizzo email Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo., specificando le proprie esperienze e l’ambito in cui si vuole essere inseriti sia per tirocinio che per opportunità di lavoro.
 
Link Utili:
 
Contatti utili:
 
Dove inviare la candidatura
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
 Manuela Kron
 
Direttore Corporate Affairs Gruppo Nestlé in Italia
 
E-mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
 
Maria Letizia Balducci
 
Tel. +39 02 8181 1
 
E-mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
 
Maria Chiara Fadda
 
Tel. +39 02 8181 7224
 
E-mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
 
Alessandro Chiarmasso
 
MSL Italia
 
Tel. +39 02 77336 381
 
Cell. +39 348 3113182
 
E-mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
 
Halajie Barjie
 
MSL Italia
 
Tel. +39 02 77336356
 
Cell. +39 346 8747834
 
E-mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
 
Vuoi candidarti per questa o altre opportunità e non sai come fare? Clicca qui e scoprilo!
 
Se sei interessato a conoscere meglio il mondo delle relazioni internazionali, se hai voglia di mettere alla prova le tue doti diplomatiche e capire se questa è la strada che fa per te, partecipa al Rome Model United Nations la più grande simulazione Onu in Italia! Non perdere questa opportunità!
Il Programma Fulbright nasce nel 1946, ad opera del senatore J. Willam Fulbright proveniente dall’Arkansas allo scopo di finanziare borse di studio per la ricerca e l’insegnamento, agevolando lo scambio internazionale e competitivo di idee e pensieri  tra gli Stati Uniti e le altre nazioni del mondo.
Il programma Fulbright è sponsorizzato dal Bureau of Educational and Cultural Affairs del Dipartimento di Stato americano e dai Governi dei paesi partecipanti. Il programma opera in più di 155 paesi nel mondo e sono circa 294.000 i partecipanti che nel corso di 60 anni hanno beneficiato di una borsa Fulbright. Ogni anno nel mondo vengono assegnate circa 7.500 borse di studio.
In Italia, il programma è stato avviato nel 1948 a seguito del primo accordo tra il Governo degli Stati Uniti ed il Governo Italiano e l'istituzione della Commissione per gli Scambi Culturali fra l'Italia e gli Stati Uniti (The US - Italy Fulbright Commission). Fulbright per cittadini italiani e statunitensi  mette a disposizione ben 130-140 borse di studio ogni anno. Tutte le borse di studio Fulbright coprono, oltre alle spese universitarie, anche il viaggio di andata e ritorno dall’Italia agli Stati Uniti e l’assicurazione medico assicurativa finanziata dal governo degli Stati Uniti.
Esso si svolge negli Stati Uniti d’America, secondo varie scadenze ed è indirizzato a:
- Laureati provenienti da diverse parti del mondo che desiderano ampliare il loro percorso formativo negli Stati Uniti d’ America. 
 
Descrizione Fulbright ( USA-ITALIA):  Ogni anno la Commissione per gli Scambi Culturali fra l’Italia e gli Stati Uniti, allo scopo di contribuire al rafforzamento degli scambi culturali fra gli Stati Uniti e L’Italia, assegna delle borse di studio Fulbright nella categoria Graduate Study. L’intento è quello di offrire a giovani laureati italiani l’opportunità di frequentare corsi di Master’s e  PHD nelle università statunitensi.
Dal 1948 la Commissione per gli Scambi Culturali fra l'Italia e gli Stati Uniti gestisce il programma di borse di studio noto come Programma Fulbright dal nome del suo ideatore Sen. J. William Fulbright. Nel 1948 fu firmato il primo accordo tra il Governo Statunitense ed il Governo Italiano. Il secondo, ratificato con Legge 12 Giugno 1980 fu sottoscritto nel 1975.
Dal 1948 ad oggi 8.000 borse sono state erogate a grandi nomi della scienza, dell’economia, della letteratura e così via. Per fare alcuni dei nomi italiani si ricordano: Giuliano Amato, Gino Giugni, Umberto Eco, Margherita Hack, Massimiliano Versace. 
La Commissione è retta da un Comitato Direttivo costituito da dodici membri: sei americani nominati dall'Ambasciatore degli Stati Uniti d'America e sei italiani nominati dal Ministro degli  Affari Esteri.
Il Ministro degli Affari Esteri e l'Ambasciatore degli Stati Uniti d'America sono i Presidenti onorari della Commissione.
La Commissione è un entità binazionale sponsorizzata congiuntamente dallo U.S. Department of State, Bureau of Educational and Cultural Affairs ed il Ministero degli Affari Esteri italiano, Direzione Generale per la Promozione e Cooperazione Culturale e Direzione Generale per i Paesi delle Americhe.
Le operazioni della Commissione hanno come obiettivo il rafforzamento e l'estensione dello scambio culturale tra l’Italia e gli Stati Uniti.
 
La Commissione si occupa di:
  • - Offrire un Servizio Informazioni sulle borse di studio Fulbright e sullo studio negli Stati Uniti presso la sede di Roma e l'ufficio consolare del Governo degli Stati Uniti di Napoli
  • - Promuovere opportunità di studio, ricerca ed insegnamento in Italia e negli Stati Uniti attraverso borse di studio per cittadini italiani e statiunitensi
  • - Promuovere l'organizzazione di attività di rilievo culturale, educativo e scientifico di carattere nazionale ed internazionale
  • - Offrire borse di studio a Università italiane e centri di ricerca attraverso il Fulbright Inter-country Program e il Fulbright Specialist program.
La Commissione coopera con le agenzie statunitensi Institute of International Education (IIE) con sede a New York, per i progetti nella categoria Graduate Studies e con il  Council for International Exchange of Scholars (CIES) con sede a Washington, D.C. , per la categoria Lecturer/Research Scholar. La Commissione fornisce ai candidati un'assistenza personalizzata e opportunità di relazione con le università e centri di ricera statunitensi. La Commissione ha inoltre una vasta rete di relazioni con le istituzioni accademiche e culturali sia italiane che statunitensi.
 
Link utili:
 
 
Contatti:
Commissione per gli Scambi Culturali fra l'Italia e gli Stati Uniti (The US - Italy Fulbright Commission)
Sede: Via Castelfidardo 8, Roma - 00185
Telefono: (+39)06/4888.211
Fax: (+39) 06/4815680
E-mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
 
Sede periferica del Servizio Informazioni della Commissione Fulbright - Napoli
Sede: United States Consulate c/o Public Affairs Section
Piazza della Repubblica, Napoli - 80122
Telefono: (+39) 081/681.487
Fax: (+39) 081/664.207
E-mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
 
Se sei interessato a conoscere meglio il mondo delle relazioni internazionali, se hai voglia di mettere alla prova le tue doti diplomatiche e capire se questa è la strada che fa per te, partecipa al Rome Model United Nations più grande simulazione Onu in Europa! Non perdere questa opportunità!
Pubblicato in Formarsi
La redazione di Carriereinternazionali.com da grande attenzione ai problemi sociali soprattutto se di rilevanza internazionale. Come nel caso della Giornata Mondiale di lotta alla violenza contro le donne vogliamo dare voce ad un problema che affligge centinaia di migliaia di donne in tutto il mondo: la mutilazione genitale femminale in occasione della giornata mondiale per la lotta contro questa grave forma di abuso fisico e psicologico.
 
Le mutilazioni genitali femminili (MGF), note anche come asportazione dei genitali e circoncisione femminile, sono definite dall'Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS) come "tutte quelle procedure che implicano la rimozione parziale o totale dei genitali femminili esterni o altre lesioni di organi genitali femminili per motivi non medici".

Queste mutilazioni,in particolare l'infibulazione, vengono molto spesso considerate parte di alcune culture religiose, prevalentemente islamiche. In realtà si praticano in società di religione sia islamica che politeista e cristiana (copta, cristiana ortodossa, protestante, giudaica), pur essendo pubblicamente condannate in ciascuna di esse.
Non c'è alcun dubbio che questa pratica, eseguita in età differenti a seconda della tradizione, danneggi le donne fisicamente e psicologicamente, dato che può causare malattie e perfino la morte.
In alcuni Stati del corno d'Africa, come per esempio Gibuti, Somalia ed Eritrea, ma anche Egitto e Guinea, l'incidenza del fenomeno è altissima, toccando addirittura il 90% della popolazione femminile.
Si stima che in Africa, il numero delle donne che convivono con una mutilazione genitale siano circa 120 milioni. Prendendo in considerazione gli attuali trend demografici, possiamo calcolare che ogni anno circa 3 milioni di bambine sotto i 15 anni si vada ad aggiungere a queste statistiche.
Si registrano casi di MGF anche in Europa, Australia, Canada e negli Stati Uniti, soprattutto fra gli immigrati provenienti dall'Africa e dall'Asia sud-occidentale: si tratta di episodi che avvengono nella più totale illegalità, e che quindi sono difficili da censire statisticamente.
Nel corso degli anni, molte sono state le campagne che hanno posto al centro dell’attenzione questo tema.
Già negli anni ’90, una campagna per l'abbandono delle mutilazioni genitali femminili fu lanciata dall’attuale ministro degli affari esteri Emma Bonino. Il ministro, a fianco dell’organizzazione No Peace Without Justice (NPWJ) , organizzò eventi, iniziative e conferenze sull'argomento con politici europei e africani.
Nel 2006, la Gazzetta Ufficiale della Repubblica Italiana ha pubblicato la Legge 09/01/2006 n. 7, recante "Disposizioni concernenti la prevenzione e il divieto delle pratiche di mutilazione genitale femminile", diffuse ormai da lungo tempo anche e soprattutto in Italia. Questa legge, chiamata "Legge Consolo" (dal nome dell'On. Giuseppe Consolo, proponente e primo firmatario), detta "le misure necessarie per prevenire, contrastare e reprimere le pratiche di mutilazione genitale femminile quali violazioni dei diritti fondamentali all'integrità della persona e alla salute delle donne e delle bambine".
Successivamente, nel 2008, il ministro Mara Carfagna, si è adoperata per attuare una campagna di sensibilizzazione sul tema della mutilazione genitale femminile, definendola "una barbarie inaccettabile, una palese violazione dei diritti della donna, in particolare del diritto alla salute e all'integrità fisica della bambina e della donna".
Siamo nel 2010, quando viene rilanciata la campagna contro le mutilazioni genitali femminili  da parte del ministro Emma Bonino, dei Radicali Italiani e di No Peace Without Justice.
Grazie a questa iniziativa, sono state raccolte firme per un appello di messa al bando di questa pratica da presentare all’Assemblea delle Nazioni Unite.
Nel 2012, è stata approvata dall’Assemblea generale delle Nazioni Unite la risoluzione sulla messa al bando universale delle mutilazioni genitali femminili.
Questa risoluzione, depositata dal gruppo dei Paesi africani, è stata in seguito sponsorizzata dai due terzi degli stati membri delle Nazioni Unite.
Nel febbraio 2013, è stata lanciata una petizione “Stop alle Mutilazioni Genitali“ da Plan Italia e Nosotras al fine di chiedere al futuro governo italiano di impegnarsi a porre fine alle mutilazioni genitali femminili in Italia e nei Paesi dove ancora viene praticata.
In tutto il mondo, grazie all’impegno di organizzazioni internazionali, governi e organizzazioni della società civile, si registra un progresso verso l’abbandono della pratica.
La Commissione sui Diritti Umani delle Nazioni Unite sollevò il problema nel 1952, ma solo nel 1984 l'ONU creò un Comitato Interafricano contro le pratiche tradizionali pregiudizievoli per la salute delle donne e dei bambini" (IAC), con sede a Dakar.
Dai primi Anni '90 le MGF vengono riconosciute dalla comunità internazionale come una grave violazione dei diritti delle donne e delle bambine. 
All’interno del contesto internazionale la condanna della pratica delle MGF si articola in tre dimensioni: la tutela dei Diritti Umani, dei diritti della Donna e dei diritti del Bambino.
La pratica delle MGF, viene condannata dalle Nazioni Unite, facendo riferimento in primis all'Art. 5 della Dichiarazione Universale dei Diritti dell'Uomo del 1948 ("Nessun individuo potrà essere sottoposto a tortura o a punizioni crudeli, inumane o degradanti") e poi alla solenne Dichiarazione di Ginevra del 1997, promulgata da tre Agenzie dell'ONU - il Fondo delle Nazioni Unite per la Popolazione, l'Organizzazione Mondiale della Sanità e il Fondo delle Nazioni Unite per l'Infanzia - dove per mutilazioni genitali femminili si intendono "tutte le procedure che comportano la rimozione parziale dei genitali esterni femminili o altri interventi dannosi sugli organi genitali tanto per ragioni culturali che per altre ragioni non terapeutiche".
In Europa, il Consiglio d'Europa assimila le mutilazioni genitali femminili alle pratiche di tortura, facendo esplicito riferimento all'Art. 3 della Convenzione per la Salvaguardia dei Diritti dell'Uomo e delle Libertà fondamentali" del 1950:
"Nessuno può essere sottoposto a tortura né a pene o trattamenti inumani o degradanti".
 
Per approfondimenti sulla condizione femminile, vai al nostro speciale sulla Giornata Mondiale di lotta alla violenza contro le donne e all'articolo di approfondimento
 
 
Pubblicato in Istituzioni

Rubrica

Follow Us on

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, solo per alcune funzionalità tecniche dei servizi offerti.
Puoi prendere visione dell’informativa estesa sull’uso dei cookie cliccando QUI.

Cliccando su "ok" acconsenti all’uso dei cookie.