Se sei interessato ai diritti umani, diritto internazionale umanitario e alle relazioni internazionali non perdere questa occasione di internship con l’International Insitute of Humanitarian Law!
 
Ente: L'Istituto Internazionale di Diritto Umanitario è una, non-profit, organizzazione umanitaria indipendente fondata nel 1970. La sua sede si trovano a Villa Ormond, Sanremo (Italia). Lo scopo principale dell'Istituto è quello di promuovere il diritto internazionale umanitario, dei diritti umani, del diritto dei rifugiati e questioni connesse. Grazie alla sua specifica esperienza, l'Istituto si è guadagnato una reputazione internazionale come centro di eccellenza nel campo della formazione, della ricerca, e la diffusione di tutti gli aspetti del diritto umanitario internazionale. Considerando le finalità che persegue, l'Istituto opera in stretta collaborazione con le più importanti organizzazioni internazionali dedicati alla causa umanitaria, tra cui il Comitato Internazionale della Croce Rossa (ICRC), l'Alto Commissariato delle Nazioni Unite per i Rifugiati (UNHCR), e l'International Organization for Migration (IOM). Ha relazioni operative con l'Unione europea, l'UNESCO, la NATO, OIF (Organizzazione Internazionale Francofonia), e la Federazione Internazionale della Croce Rossa e della Mezzaluna Rossa. Essa ha lo status consultivo presso le Nazioni Unite (ECOSOC) e del Consiglio d'Europa
 
Dove: Sanremo e Ginevra
 
Destinatari: Laureati
 
Quando: Da concordare
 
Scadenza: Non prevista
 
Descrizione dell’offerta: L'Istituto offre a potenziali stagisti la possibilità di trascorrere un periodo di tempo dedicato all'assistenza nella preparazione delle sue attività, la durata dello stage è di sei mesi
 
Requisiti: Essere Laureati e post-laureati interessati al campo del diritto internazionale umanitario, dei diritti umani, del diritto dei rifugiati, alla legge sull'immigrazione , alle relazioni internazionali e tutte le discipline correlate
 
Documenti richiesti: CV e compilazione dell’application form 
 
Retribuzione: Non prevista
 
Guida all’application: Tutti coloro che sono interessati sono invitati a scaricare e leggere attentamente le informazioni generali riguardanti le condizioni del tirocinio. Per candidarsi è necessario inviare una versione aggiornata del vostro CV e il modulo di domanda, debitamente compilato al signor Gian Luca Beruto , Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo..
 
Informazioni utili: Ginevra è la seconda città più popolata della Svizzera ed è sede europea dell'ONU, della Croce Rossa e di decine di organizzazioni internazionali. Si trova a sud-ovest del Lago di Ginevra, dove questo sfocia nel fiume Rodano. Nella città vecchia potrai immortalare edifici risalenti a secoli diversi, tra cui la casa dove nacque il filosofo Jean-Jacques Rousseau e la Cattedrale Saint-Pierre, dalla cui cima si gode di una stupenda vista della città
 
Link utili:
Link internship
 
Contatti utili: 
Sanremo, Italy 
Tel. +39 0184 541848 
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
 
Geneva, Switzerland 
Tel. +41 22 9073671/70
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
 
“Per altre opportunità simili, andate alla sezione “Cooperazione, sviluppo e volontariato” ” 
 
A cura di Federica Surace
 
La redazione carriereinternazionali.com declina ogni responsabilità sull’attendibilità delle informazioni contenute nella scheda. Per informazioni in merito all’opportunità, contattare l’ente proponente. 
 
LA REDAZIONE 
 
Il Budapest Centre For The International Prevention For Genocide And Mass Atrocities offre la possibilità a giovani laureati di diventare ricercatori e partecipare a numerosi progetti di cooperazione internazionale per sviluppare le proprie capacità! Candidati subito!
 
Ente: Budapest Centre For The International Prevention For Genocide And Mass Atrocities, svolge un ruolo attivo di informazione e prevenzione in situazioni di violazioni dei diritti umani fondamentali. Collabora con le principali Istituzioni Europee ed Internazionali. In ambito UE ha lanciato la Task Force on the EU Prevention of Mass Atrocities per contribuire agli sforzi dell'Unione Europea per quanto riguarda la protezione dei diritti umani e rendere la prevenzione del genocidio una priorità della politica estera europea.
 
Dove: Budapest, Ungheria
 
Destinatari: Laureati magistrali
 
Quando: 2015
 
Scadenza: Posizione sempre aperta
 
Descrizione dell’offerta: I candidati selezionati avranno la possibilità di lavorare ai report del Budapest Centre's Research and Cooperation Programoppure partecipare ai progetti (spesso pagati) dei suoi partner o istituzioni esterne
 
Requisiti:
- Laurea magistrale in un campo attinente
- Ottimo inglese(la conoscenza di Francese, Spagnolo, Arabo, Russo o Ungherese costituiscono un vantaggio in fase di selezione)
- Uso del PC
- Interesse per i diritti umani, e le problematiche relative a genocidi e altre gravi violazioni
- Conoscenza basilare delle organizzazioni internazionali e regionali
 
Documenti richiesti: CV, lettera motivazionale (in inglese)
 
Costi/retribuzione: Alcuni progetti finanziati da partner esterni sono pagati
 
Guida all’application: Inviare CV e lettera motivazionale all'indirizzo email: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
 
Informazioni utili: Per saperne di più consultare questa pagina
 
Link utili:
Link all'offerta di tirocinio
Sito ufficiale
 
Contatti utili:
Per contatto diretto e maggiori informazioni consultare il seguente link
 
“Per altre opportunità simili, andate alla sezione “Cooperazione, Sviluppo e Volontariato” ”
 
A Cura di Dimitri Nikolaev
 
Per il nuovo anno accademico 2014-2015 Carriere Internazionali ha selezionato per i suoi iscritti SILVER e GOLD centinaia di opportunità, frutto di accordi siglati con prestigiosi Enti attivi in campo internazionale. Per maggiori informazioni su Silver e Gold CLICCA QUI!
 
“Se sei interessato a conoscere meglio il mondo delle relazioni internazionali, se hai voglia di mettere alla prova le tue doti diplomatiche e capire se questa è la strada che fa per te, partecipa al Rome Model United Nations, la più grande simulazione Onu in Europa! Non perdere questa opportunità!”
La redazione carriereinternazionali.com declina ogni responsabilità sull’attendibilità delle informazioni contenute nella scheda. Per informazioni in merito all’opportunità, contattare l’ente proponente.
 
LA REDAZIONE
Se i diritti umani sono la tua passione, se vuoi metterti in gioco in un contesto internazionale, non perdere questa occasione! Candidati per uno stage con Human is Right!
 
Ente: Human is Right è un programma di Global Conscience Initiative e mira a portare una coscienza più profonda sui diritti umani nella regione Buea. La sua missione si ispira agli stessi principi di GCI e il suo lavoro è strettamente in collaborazione con quello della sede principale 
 
Dove: Camerun
 
Destinatari: Coloro in possesso dei requisiti
 
Quando: Da concordare 
 
Scadenza: Non prevista
 
Descrizione dell’offerta: Come stagista con GCI nel Progetto Prisonersï Rights (PRP) si dovrà lavorare con avvocati locali per migliorare le condizioni dei detenuti nel carcere di Kumba Principal. Poiché il progetto è stato reintegrato nel febbraio 2012, dopo un letargo di due anni, il vostro compito sarà quello di portare avanti il processo di istituzione del PRP in Kumba in rete con gli avvocati e gli altri attivisti per i diritti umani, incontrare i funzionari che hanno il potere di migliorare la situazione nelle carceri, contribuire all'organizzazione e all'esecuzione dei diritti umani legali e a workshop di detenuti e guardie carcerarie, si avrà inoltre la possibilità di costruire la struttura del progetto, rendendolo più efficace. Gli stagisti sono tenuti a impegnarsi in tutti gli aspetti dell'organizzazione, tra cui lo sviluppo, i compiti amministrativi, la raccolta fondi, pianificazione di eventi, e la crescita innovativa. Essi potranno anche contribuire a sviluppare relazioni sull'argomento. La maggior parte del vostro lavoro sarà sviluppando il PRP con l'obiettivo di promuovere il cambiamento e la giustizia in violazioni dei diritti umani
 
Requisiti:
- Laurea in Giurisprudenza, Scienze Politiche o in campi affini
- Conoscenza del diritto penale e capacità di apprendere velocemente il sistema di legge camerunense
- Forte capacità di comunicazione scritta
- Ottima conoscenza della lingua inglese
- Forti capacità di leadership
- Capacità di lavorare in modo indipendente
- Fiducia in se stessi ed essere in grado di parlare in modo persuasivo
- Precedente esperienza interculturale
- Essere creativi nel problem solving
- Capacità di iniziativa 
- Disponibilità ad imparare il camerunese Pidgin
- La conoscenza della lingua francese ed una precedente esperienza nel campo del fundraising saranno considerati requisiti preferenziali 
 
Documenti richiesti:
- Una lettera di motivazione includendo le seguenti informazioni: Perché si vuole diventare stagista con HisR? A quale stage aspirate? Quando si vuole arrivare e per quanto tempo si desidera rimanere? Quali specifiche competenze ed esperienze porterete a questo progetto?
- Curriculum Vitae: specificando il proprio percorso di studi, un eventuale percorso lavorativo, internship/esperienza nel volontariato 
 
Costi: 
- 1-4 settimane: 250,000 CFA (circa 381 euro)
- 5-8 settimane: 400,000 CFA (circa 610 euro)
- 8-12 settimane: 500,000 CFA (circa 762 euro)
- Oltre le 12 settimane: 100,000 CFA (circa 152 euro pero ogni mese aggiuntivo)
 
Guida all’application: Per candidarsi è necessario inviare il proprio CV e la lettera motivazionale  all’indirizzo Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.. Tutta la documentazione deve pervenire in lingua inglese
 
Informazioni utili: Buea (francese: Bu,a) è il capoluogo della regione sud-ovest del Camerun. La città ospita l'Università di Buea, l'unica università anglofona del Camerun. La città ha ancora una manciata di edifici di epoca coloniale, in particolare l'ex residenza sontuosa del governatore tedesco, Jesko von Puttkamer.
 
Link utili:
Link offerta
 
Contatti utili:
Human Is Right Head Office: 
First floor, entrance B, Suite 7, Fakoship Plaza, Buea. 
P.O.Box: 206, Buea, Fako Division, SW Region
Republic of Cameroon. 
Office line: (+237)33323095 
Email: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. 
 
“Per altre opportunità simili, andate alla sezione “Cooperazione, sviluppo e volontariato” ” 
 
A cura di Federica Surace
 
Per il nuovo anno accademico 2014-2015 Carriere Internazionali ha selezionato per i suoi iscritti SILVER e GOLD centinaia di opportunità, frutto di accordi siglati con prestigiosi Enti attivi in campo internazionale. Per maggiori informazioni su Silver e Gold CLICCA QUI!
 
“Se sei interessato a conoscere meglio il mondo delle relazioni internazionali, se hai voglia di mettere alla prova le tue doti diplomatiche e capire se questa è la strada che fa per te, partecipa al Rome Model United Nations, la più grande simulazione Onu in Europa! Non perdere questa opportunità!” 
 
La redazione carriereinternazionali.com declina ogni responsabilità sull’attendibilità delle informazioni contenute nella scheda. Per informazioni in merito all’opportunità, contattare l’ente proponente. 
 
LA REDAZIONE 
 
 

Se la difesa dei valori democratici e la promozione dei diritti umani in Sudamerica sono la tua passione conosci la società civile del continente mediante uno stage presso CADAL

 

Ente: il Centro para la Apertura y el Desarrollo de América Latina (CADAL) è una fondazione privata, apartitica e senza scopo di lucro la cui costituzione risale al 2003. la missione dell'ente è quella di promuovere i valori democratici formulando, nel contempo, proposte di politiche pubbliche che contribuiscano al buon governo e al benessere dei cittadini. Per via dei suoi obiettivi di promozione della solidarietà democratica internazionale, l'organizzazione esprime una forte vocazione sia regionale che globale. Infatti CADAL è un think tank pioniere nel continente americano per quel che riguarda l'adozione di una agenda democratica comune nella politica estera in materia di diritti umani.

 

Dove: Buenos Aires, Argentina

 

Destinatari: laureandi e neo – laureati

 

Durata: minimo 2 mesi con date da concordare con almeno 45 giorni di anticipo

 

Scadenza: non specificata

 

Descrizione dell’offerta:

Il programma per tirocinanti del Centro per lo Sviluppo dell'America Latina è rivolto a giovani studenti e laureati stranieri che vogliano realizzare un periodo di praticantato nel campo della società civile Argentina. L'obiettivo è quello di dare l'opportunità a giovani di tutto il mondo, interessati nell'America Latina e nell'Argentina, di conoscere come lavora una organizzazione impegnata nella difesa e promozione di valori democratici. A beneficio dei tirocinanti il poter maturare una esperienza in altri spazi di azione di CADAL come il monitoraggio e analisi delle attività politiche, economiche e istituzionali.

Principali responsibilità dei tirocinanti:

- Assistenza nelle relazioni istituzionali e di comunicazione sia con personaggi politici che con esponenti del mondo imprenditoriale, diplomatici, accademici e altri attori

- Assistenza nell'organizzazione di eventi e delle attività di formazione

- Assistenza nella produzione di contenuti per il portale informativo e per i programmi dell'ente

- Assistenza nella traduzione di contenuti per la sezione in inglese del sito web della istituzione

 

Requisiti:

- Completare con massima cura l'application

- Fluidità nell'uso della lingua spagnola

- Dimostrare una approfondita conoscenza delle attività di CADAL (vedi sito web)

- Sostenere una intervista via Skype con un funzionario CADAL

 

Documenti richiesti:

- Lettera con cui si specifica l'interesse per il tirocinio con le possibili date di svolgimento (in spagnolo)

- CV completo, attuale e con foto (in inglese o spagnolo)

- Lettera di motivazione specificando perché hai scelto CADAL; quale pensi sarà l'impatto del tirocinio sul tuo futuro professionale e cosa pensi dell'operato dell'ente (in spagnolo)

- Lettera di raccomandazione firmata da un professore o da un funzionario governativo (in inglese o spagnolo)

 

Retribuzione: non prevista

 

Guida all’application:

Inviare tutta la documentazione:

- Lettera con dichiarazione di interesse

- CV completo, attuale e con foto

- Lettera di motivazione specificando perché hai scelto CADAL

- Lettera di raccomandazione

al seguente indirizzo Email:  Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

- Riepilogo informazioni QUI

 

Informazioni Utili:

Buenos Aires è la capitale e la maggiore città dell'Argentina con 2.891.082 abitanti (13 milioni nell'area metropolitana). È una delle più grandi metropoli sudamericane e sede di uno dei maggiori porti del continente. È la seconda città in Sudamerica per importanza economica dopo San Paolo del Brasile. È chiamata anche per brevità Baires. Buenos Aires, con la crescita demografica degli ultimi decenni, si è estesa tanto da unirsi ad altri 54 municipi vicini (appartenenti dal punto di vista amministrativo alla Provincia di Buenos Aires), creando una conurbazione in cui vivono 12.843.000 abitanti. Per fare riferimento a questa conurbazione colloquialmente viene definita Grande Buenos Aires. Gli abitanti della città di Buenos Aires vengono chiamati porteños, mentre gli abitanti della provincia di Buenos Aires vengono chiamati bonaerenses.

 

Link Utili:

CADAL

Sito istituzionale di Buenos Aires QUI

Viaggiare Sicuri ARGENTINA

 

Contatti Utili:

Centro para la Apertura y el Desarrollo de América Latina (CADAL)

Reconquista 1056 piso 11 – 1003

Buenos Aires – República Argentina

Tel.: +5411 4313 6599

Fax: +5411 4312 474

Email: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 

A cura di Daniel Angelucci

 

Per il nuovo anno accademico 2014-2015 Carriere Internazionali ha selezionato per i suoi iscritti SILVER e GOLD centinaia di opportunità, frutto di accordi siglati con prestigiosi Enti attivi in campo internazionale. Per maggiori informazioni su Silver e Gold CLICCA QUI!

 

Se sei interessato a conoscere meglio il mondo delle relazioni internazionali, se hai voglia di mettere alla prova le tue doti diplomatiche e capire se questa è la strada che fa per te, partecipa al Rome Model United Nations la più grande simulazione Onu in Europa! Non perdere questa opportunità!

 

La redazione carriereinternazionali.com declina ogni responsabilità sull’attendibilità delle informazioni contenute nella scheda. Per informazioni in merito all’opportunità, contattare l’ente proponente.

 

LA REDAZIONE

 

Il “Giorno della Memoria”, celebrato ogni anno il 27 Gennaio in commemorazione delle vittime dell'Olocausto, è un’occasione importante per riflettere e ribadire la volontà dell'uomo moderno di spezzare il continuum storico della violenza che ha accompagnato tutta la storia umana.
La Shoah è considerata, l'apice dell'inumanità, perché ha rappresentato un piano preciso e concreto messo in atto con metodi di sterminio sistematici e spietati. Mai prima di quel momento l'irrazionalità della violenza umana è stata legata in modo così terribile alla razionalità scientifica e tecnologica del progresso. Tuttavia, è doveroso ricordare, che sia prima che durante la guerra si è agito nella totale indifferenza e complicità dei popoli europei e non solo, basti pensare che le truppe straniere nelle Waffen-SS hanno superato per numero quelle tedesche, oppure che i treni di deportarti attraversavano le nostre città.
L’apertura del campo di concentramento di Auschwitz il 27 gennaio del 1945 ha spalancato gli occhi dell’uomo sul baratro in cui è capace di tuffarsi e di gettare il proprio simile.
Dunque, l’Olocausto non è ascrivibile e imputabile soltanto alla Germania nazista, ma riguarda tutti, come i numerosi genocidi avvenuti nella storia e troppo spesso dimenticati dagli storici e trascurati dai mezzi di informazione.
All’indomani della Seconda Guerra Mondiale, la costituzione delle Nazioni Unite aveva come obiettivo proprio la creazione di un’arena internazionale che potesse contribuire ad evitare il ripetersi di tale ignominia, ma evidentemente lo sforzo non è bastato.
A cominciare dagli stermini e le atrocità commesse dai colonizzatori europei nelle Americhe e in Africa, fino ad arrivare ai crimini commessi contro l'umanità nel XX° secolo. La storia dell’ultimo secolo è pieno di esempi. Il genocidio armeno, avvenuto nel 1915 è ancora oggi negato dalle autorità turche. Lo sterminio dei Khmer Rossi durante il regime di Pol Pot in Cambogia tra il '75-'79. Il massacro in Ruanda tra le etnie hutu e tutsi nel '94. I crimini contro l’umanità e la pulizia etnica nella Ex-Jugoslavia tra il ‘94 e il ‘95. La terribile guerra civile con sospetti di pulizia etnica in Colombia. E poi episodi minori come durante la guerra nel Nagorno-Karabach o le violenze sistematiche contro le popolazioni musulmane dell’Asia centrale cinese. Ci sono poi i casi di stermini di massa dovuti ad accadimenti storici o di natura politica come nel caso dell’Holodomor, la carestia generata in Ucraina tra il 1931 e il 1933 e quanto successo in Sud-Sudan dove un’intera popolazione è stata affamata e isolata dalla comunità internazionale.
La maggior parte di queste atrocità sono state perpetrate nell'indifferenza o nell'incapacità di agire della comunità internazionale. Oggi in un momento di fortissima contrapposizione tra Oriente e Occidente, la storia rischia di ripetersi. Basti pensare a quanto sta succedendo in Nigeria ad opera di gruppi armati che stanno sterminando intere fasce di popolazione o ai massacri contro comunità religiose differenti dalla propria in Medio Oriente.
Affinché ciò non avvenga e per un futuro migliore, tutti noi dobbiamo ricordare, perché dalla Memoria si costruisce la coscienza dell'Uomo di domani!
È questo il significato profondo di questa giornata: ricordare di cosa l’uomo è capace; ricordare quanto in basso l’uomo può scendere; essere consapevoli che al male non c’è limite; opporsi alla “banalità del male.
L’impegno civile ed etico deve essere individuale e personale oltre ogni appartenenza, ogni identificazione, ogni differenza.
 
Dimitri Nikolaev
Anna Caputo
 
 
 
Per approfondire si consiglia la lettura diIl secolo dei genocidi di Bernard Bruneteau, il Mulino, 2006
Pubblicato in Istituzioni
Era il 27 gennaio 1945 quando il campo di Auschwitz – Birkenau venne liberato. L’inferno era stato scoperto, dopo anni di impunite atrocità, il lager nazista veniva “smascherato” e reso noto al mondo intero. Olocausto, questo il nome dell’immane tragedia che segna indelebilmente la storia del ‘900. Col termine Olocausto (che in greco significa “sacrificio col fuoco”) s’intende la persecuzione e l’uccisione sistematica di circa sei milioni di ebrei da parte del regime nazista e dei suoi collaboratori. Durante l’Olocausto, i nazisti perseguitarono anche altri gruppi per la loro presunta “inferiorità razziale”: zingari, portatori di handicap e alcune popolazioni slave, oltre alle persecuzioni nei confronti di individui sulla base delle loro idee politiche, delle loro credenze religiose o dei loro comportamenti sociali (ad es. gli omosessuali) sulla base dell’assurda teoria dell’eugenetica, mirata ad eliminare coloro la cui vita era di “nessun valore”. Tanto è stato detto in merito a ciò che è successo, tanto è stato fatto: sono stati celebrati processi, come il famoso processo di Norimberga, durante il quale si sono avute le condanne di coloro che questi efferati crimini li avevano commessi. Norimberga è stato l’input che ha portato al riconoscimento di valori e standard internazionali di umanità, inviolabili e perseguibili ovunque nel mondo. La risonanza globale provocata dalla Shoah, così la chiamano i sopravvissuti al massacro, ha determinato l’adeguamento delle normative interne, comunitarie e internazionali ispirate ai principi di pace e uguaglianza. In seguito a ciò venne istituito il Giorno della Memoria (in Italia dal 2000 e a livello mondiale dal 2005 a seguito della risoluzione 60/7 dell'Assemblea generale delle Nazioni Unite del 1° Novembre 2005): perché il mondo deve ricordare? Il genocidio nazista è stato compiuto in realtà dall’intera razza umana: come è stato possibile non accorgersi di quello che stava accadendo o, ancora peggio, aver taciuto davanti a tali scenari surreali? Queste domande rimangono ancora oggi senza risposta. Per tali motivi questa giornata non deve essere solo un evento commemorativo, ma anche e soprattutto un evento culturale e formativo che valga come monito alle future generazioni affinché ciò non si ripeta mai più. Tanti fatti, è vero, tanti cambiamenti anche, ma la consapevolezza e la volontà che ciò non accada più, questi esistono oggi? Settantadue anni sono passati da quel giorno di “liberazione”. Il 27 gennaio è diventata la data simbolo della fine della tragedia che per anni colpì l’Europa della Seconda guerra mondiale. Così come l’anzianità dovrebbe portare saggezza e comprensione nelle persone, la ricorrenza del 72° anniversario dalla liberazione dovrebbe portare coscienza tra i popoli del mondo, pace e rispetto, ancora oggi l’universale spirito di comunione e pace che dovrebbe governare il nostro mondo rimane un utopistico desiderio non ancora del tutto realizzato. Lo testimoniano gli innumerevoli eventi che affliggono il nostro mondo, persecuzioni, odio razziale, intolleranza verso il prossimo, perpetrazione di violenza folle: ne sono un esempio il genocidio del Kosovo, il genocidio in Ruanda, il genocidio contro i Curdi, e tanti altri casi verificatisi negli anni successivi alla seconda guerra mondiale. Questi 72 anni dovrebbero essere, ancora di più oggi, un input verso uno sforzo collettivo di umanizzazione mondiale. Non sono i 72 anni anagrafici di questa commemorazione a rappresentare la realtà dei fatti: il mondo è come un adolescente che dai suoi errori sta imparando ad umanizzarsi, che sbaglia certo, ma lotta per far valere quello in cui crede. Nonostante gli insuccessi che tuttora caratterizzano la nostra storia, l’umanità sta progredendo, sta prendendo consapevolezza della sua forza e si fa portavoce di un sentimento che sempre più ci avvicina, che sempre più accomuna NOI, cittadini del mondo: il valore della vita. Ed è da questo che oggi dobbiamo ripartire, dall’importanza del riconoscimento di questo valore e dalla cooperazione tra i popoli. I differenti background che caratterizzano ciascun essere umano devono essere la forza unificante in un mondo così diversificato e l’energia propulsiva con la quale governare la società.  L’apertura del cancello di Auschwitz è un simbolo, il simbolo della fine di uno degli incubi peggiori che l’umanità abbia vissuto. È dal cancello che si apre che dobbiamo trarre spunto al fine di riuscire a “liberarci” anche noi dai preconcetti e dagli schemi malsani che affliggono la nostra società. Ci vorrà del tempo, come ce n’è voluto per liberare i migliaia di deportati in Polonia, ma il cancello per un mondo migliore non aspetta altro che essere spalancato. Ricordare affinché un’altra tragedia venga evitata: l’uccisione del futuro dell’umanità
 

 

 
Eventi del 27 gennaio in Italia:
 
 
Ogni anno in Italia vengono promosse iniziative per ricordare la Shoah, potrai anche tu nella tua città rendere viva la memoria dell'atroce accaduto del 1945 e non dimenticare 
 
 
 
Sarah Sulas e Daniel Riccardo Abblasio 
Pubblicato in Istituzioni
Nome: Amnesty International
 
Data: Il 28 maggio 1961 l'avvocato inglese Peter Benenson pubblica sul quotidiano di Londra The Observer un "Appello per l'amnistia": il suo articolo, intitolato "I prigionieri dimenticati", racconta la vicenda di due studenti portoghesi arrestati per aver brindato alla libertà
 
Collocazione: Amnesty International è un’Organizzazione non governativa indipendente con sede centrale a Londra, che si occupa della difesa dei diritti umani. Amnesty International costituisce una comunità globale di difensori dei diritti umani i cui principi sono la solidarietà internazionale, l’azione efficace per le vittime individuali, la copertura globale, l’universalità e indivisibilità dei diritti umani, l’imparzialità e l’indipendenza, la democrazia e il mutuo rispetto
 
Obiettivi: La visione ideale di Amnesty International è quella di un mondo in cui ogni persona goda di tutti i diritti umani enunciati nella Dichiarazione Universale dei Diritti Umani e negli altri standard internazionali relativi ai diritti umani. La missione di Amnesty International è svolgere attività di ricerca e azione finalizzate a prevenire ed eliminare gravi abusi di tali diritti
 
Descrizione delle attività: Attualmente Amnesty International è un movimento globale di oltre sette milioni di persone che svolgono campagne di sensibilizzazione e di pressione verso i governi violanti i diritti umani attraverso invio di appelli e di azioni urgenti, contatti con le ambasciate, organizzazione di eventi, attività di lobby presso i governi e le organizzazioni internazionali. Amnesty International si rivolge ai governi, alle organizzazioni intergovernative, ai gruppi 
politici armati, alle aziende ed agli altri “attori non statali”. Oltre al suo lavoro su specifici abusi dei diritti umani, Amnesty International:
- Chiede fermamente a tutti i governi di conformarsi allo stato di diritto e di ratificare ed implementare gli standard concernenti i diritti umani
- Porta avanti un’ampia serie di attività di educazione ai diritti umani
- Incoraggia le organizzazioni intergovernative, gli individui e tutti gli organi della società a sostenere e rispettare i diritti umani
 
Opportunità: La maniera più semplice per lavorare con Amnesty è quella di cercare il Gruppo locale più vicino. I Gruppi (circa 200 in tutta Italia) lavorano coordinati dalla Sezione Italiana e dagli uffici regionali: organizzano riunioni periodiche, svolgono attività legate alle campagne dell'associazione, alla raccolta fondi, all'educazione ai diritti umani; inviano lettere di pressione, organizzano eventi e partecipano alle manifestazioni coordinate a livello nazionale. I Gruppi Amnesty rappresentano a tutti gli effetti Amnesty International nelle città (ricerca struttura più vicina). In alternativa, se si è studenti o si fa parte di un’associazione giovanile, si può entrare a far parte di uno dei Gruppi Giovani o formarne uno nuovo nella propria città. I Gruppi Giovani lavorano nelle scuole, nelle università o nel mondo dell'associazionismo giovanile, per promuovere la conoscenza dei diritti umani e per difendere le vittime delle violazioni
 
Progetti: Amnesty International è nota a livello mondiale grazie all'attività continua di campaigning in favore delle vittime di violazioni dei diritti umani. Gli attivisti di Amnesty di tutto il mondo inviano ogni giorno centinaia di appelli ai responsabili delle violazioni ed ogni anno sono emesse circa 350 Azioni Urgenti, inviate a più di 80 Paesi. Nell’anno 2014 Amnesty International Italia ha attivato il primo “Esperimento di volontariato 2.0” in merito alla campagna di sensibilizzazione riguardante il trentennale del disastro di Bhopal, attraverso il quale, i candidati sono stati reclutati tramite un bando esterno all’associazione. Tra le numerose campagne portate avanti da Amnesty, di rilievo, per l’anno 2015, è il progetto “Stop alla tortura”, campagna iniziata nel 2014 e mirante a far sì che tale inumana pratica, ancora presente ufficialmente in 141 paesi al mondo, non venga più attuata. Tra gli altri progetti portati avanti da Amnesty in favore dei diritti umani, vanno ricordate la campagna “Io pretendo dignità”, mirante a porre al centro della lotta alla povertà i diritti umani e riguardante anche il tema della responsabilità delle aziende, e la campagna “No alla pena di morte”, pratica abolita de facto da più di metà dei paesi del mondo, in riferimento alla quale Amnesty esercita la propria pressione nei confronti degli stati che ancora la praticano affinché tale strumento afflittivo venga definitivamente debellato
 
Link utili:
 
Contatti utili:
Uffici sezione italiana Via Magenta, 5 

00185 - Roma
 
Tel: (+39) 06 44.901

Fax: (+39) 06 44.90.222
 
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
 
Sarah Sulas
Pubblicato in No Profit
L’Analytical Centre on Globalization and Regional Cooperation (ACGRC) offre una esperienza di stage unica per coloro che siano interessati alla sicurezza internazionale, allo sviluppo economico e ai diritti umani.
 
Ente:attivo dal 2002 l’Analytical Centre on Globalization and Regional Cooperation mira alla promozione dei valori democratici, al rafforzamento della società civile e allo sviluppo di una piena economia di mercato in Armenia con uno sguardo sempre attento ai processi di globalizzazione e alla loro influenza sulla cooperazione regionale e sulla tutela dei diritti umani.
 
Dove:Erevan, Armenia
 
Destinatari:laureandi e laureati
 
Durata:non specificata
 
Scadenza: offerta sempre aperta
 
Descrizione dell’offerta:
Gli stagisti focalizzeranno la loro attenzione su uno studio intensivo delle questioni politico – economiche inerenti la regione sud caucasica e l’Armenia. Si darà cosi una opportunità a studenti e laureati di accedere a risorse che accresceranno le abilità di ricerca indipendente e l’esperienza complessiva sul sistema paese Armenia.
 
Requisiti:
- Ottime capacità comunicative in inglese
- Buona conoscenza delle questioni relative alla sicurezza e alle relazioni internazionali con particolare interesse alla regione sud caucasica
- Buone capacità organizzative, atteggiamento proattivo e indipendenza
 
Documenti Richiesti:
- Lettera di motivazione
- Curriculum Vitae
- Saggi di scrittura
- Lettere di raccomandazione
 
Retribuzione: nessuna
 
Guida all’application:
Inviare una mail a: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. con i seguenti allegati:
- CV in Inglese, non più di due pagine
- Lettera di Motivazione in inglese che comprenda: una spiegazione dei tuoi interessi rispetto alla regione sud caucasica e il come pensi che lo stage presso il Centro s’inserisca nel tuo futuro professionale
- Due o tre writing samples per un totale che non superi le dieci pagine. Almeno uno dei saggi deve avere per oggetto le relazioni internazionali o studi post – Sovietici
- Due lettere di raccomandazione dove si mettano in evidenza le tue abilità di scrittura, l’etica sul posto di lavoro e l’interesse nelle relazioni internazionali
- Riepilogo Informazioni QUI
 
Informazioni Utili:
Erevan è la capitale e la più popolosa città dell'Armenia (1 201 539 abitanti nel 1989; circa 1 127 300 nel 2012). La città sorge sulle rive del fiume Hrazdan. È locata nella zona centro-occidentale dello stato, non lontana dal confine con la Turchia ed alle pendici del monte Ararat.
Erevan è uno dei maggiori centri industriali, culturali e scientifici del Caucaso. In qualità di centro principale della cultura armena, ospita l'Università Statale di Erevan (fondata nel 1920), l'Accademia Armena delle Scienze, un museo storico, un'opera house, un conservatorio musicale e vari istituti tecnologici.
 
Link Utili:
 
Contatti Utili:
Stepan Grigoryan:
Chairman of the Board
E – Mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
 
 
“Per altre opportunità simili, andate alla sezione “Europa”
 
A Cura di Daniel Angelucci
 
 
La redazione carriereinternazionali.com declina ogni responsabilità sull’attendibilità delle informazioni contenute nella scheda. Per informazioni in merito all’opportunità, contattare l’ente proponente.
LA REDAZIONE
Pubblicato in Europa
ALISEI ti offre la possibilità di collaborare alle sue attività di volontariato in Italia e nel mondo! Partecipa alle sue iniziative!
 
 
Ente
ALISEI - Associazione per la cooperazione internazionale e l'aiuto umanitario - è un'Organizzazione Non Governativa (ONG) senza fini di lucro nata in Italia, nel 1998. È riconosciuta dal Ministero degli Affari Esteri come idonea a gestire interventi di cooperazione, aiuto umanitario informazione ed educazione allo sviluppo nei Paesi terzi e in Italia. Dal 1994 è partner della Direzione Generale per l’Aiuto Umanitario della Commissione Europea (ECHO). ALISEI lavora, come scelta strategica da oltre 20 anni, per la crescita di una società  di eguali al Sud ed al Nord del mondo; promuove e gestisce programmi e progetti di cooperazione internazionale e aiuto umanitario in contesti di emergenza, al Nord e al Sud del Mondo, per contribuire a sostenere e appoggiare processi duraturi di sviluppo e di riabilitazione e ricostruzione post bellica e a seguito di disastri naturali.
 
Dove:
In Italia e all’estero
 
Destinatari:
Tutti coloro che hanno un forte interesse per l’inclusione sociale, cooperazione in ambito umanitario
 
Durata:
A seconda del progetto
 
Scadenza: 
Non è prevista scadenza
 
Descrizione dell’offerta:
L’associazione ALISEI offre molte opportunità di svolgere attività di volontariato in ambiti diversi. Con tre aree di intervento specifiche, sviluppo-emergenza-educazione allo sviluppo, offre la possibilità di impegnarsi sia sul territorio nazionale che nel resto del mondo.
In Italia:
promuove, tramite progetti mirati  per le scuole e la popolazione, temi come l’inclusione sociale, la sensibilizzazione allo sviluppo e la cooperazione interraziale
Nel mondo:
realizza progetti di sviluppo per le popolazioni rurali e interventi umanitari di ricostruzione e sviluppo sostenibile in territori coinvolti in conflitti
 
Requisiti:
Non specificati
 
Documenti richiesti:
curriculum vitae
 
Guida all’application:
Invia il tuo curriculum vitae a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
 
Informazioni utili:
Per maggiori informazioni sui progetti dell’associazione clicca qui
 
Link Utili:
 
Contatti utili:
VIA COLAUTTI, 1 20125 MILANO
Tel. +39 02 66.80.52.60
Fax.+39 02 66.80.97.23
Per altre opportunità simili, vai alla sezione "Cooperazione, sviluppo e volontariato"
 
A Cura di Elisa Maglio
 
Per il nuovo anno accademico 2014-2015 Carriere Internazionali ha selezionato per i suoi iscritti SILVER e GOLD centinaia di opportunità, frutto di accordi siglati con prestigiosi Enti attivi in campo internazionale. Per maggiori informazioni su Silver e Gold CLICCA QUI!
 
“Se sei interessato a conoscere meglio il mondo delle relazioni internazionali, se hai voglia di mettere alla prova le tue doti diplomatiche e capire se questa è la strada che fa per te, partecipa alla più grande simulazione Onu in Europa! Non perdere questa opportunità!”
 
La redazione carriereinternazionali.com declina ogni responsabilità sull’attendibilità delle informazioni contenute nella scheda. Per informazioni in merito all’opportunità, contattare l’ente proponente.
 
LA REDAZIONE
 
Al Gruppo Abele i volontari sono parte essenziale dell'associazione. La gratuità dell'impegno rende la loro partecipazione diversa e originale rispetto ad altre forme di impegno civile. Scopri cosa puoi fare!
 
Ente: Il Gruppo Abele è un'associazione nata a Torino nel 1965 e fondata da don Luigi Ciotti. L'obiettivo è da sempre quello di saldare l'accoglienza delle persone con la cultura e la politica. Per l'associazione, "sociale" significa diritti e giustizia, vicinanza a chi è in difficoltà e sforzo per rimuovere tutto ciò che crea emarginazione, disuguaglianza, smarrimento. Clicca qui per saperne di più!
 
Dove: Torino, Italia 
 
Destinatari: Tutti coloro in possesso dei requisiti
 
Quando:  Da concordare
 
Scadenza: Non prevista - Offerta sempre aperta
 
Descrizione dell’offerta: Il Gruppo Abele offre a chi si riconosca negli obiettivi di impegno e nelle scelte di metodo dell'associazione la possibilità di partecipare attivamente ai progetti sia nell'ambito dell'accoglienza delle persone con problemi di dipendenza, vittime di tratta e sfruttamento, migranti, persone senza fissa dimora (comunità, centri diurni, centri a bassa soglia, ecc.) sia nelle attività culturali (riviste di informazione, servizi di comunicazione, biblioteca e attività di ricerca, progetti di prevenzione e animazione, ecc.) e nei servizi (dal centralino alla mensa, dalla amministrazione alla manutenzione dei locali). I volontari vengono inseriti e accompagnati all'interno delle attività da un operatore esperto e possono partecipare a specifici percorsi formativi
 
Requisiti: Riconoscersi nei valori e nella missione di Gruppo Abele
 
Documenti richiesti: Non specificato
 
Costi/retribuzione: Non specificato
 
Guida all’application: Per informazioni e richieste: tel. (+39) 011 3841090 - cell. (+39) 331 5753839  -  mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.       
 
Informazioni utili: 
Clicca qui per conoscere le attività di Gruppo Abele
 
Contatti utili:
Clicca qui per contattare Gruppo Abele!
 
Link utili:
 
Per altre opportunità simili, andate nella sezione Cooperazione, Sviluppo e Volontariato
 
A cura di Tatiana Camerota
 
Per il nuovo anno accademico 2014-2015 Carriere Internazionali ha selezionato per i suoi iscritti SILVER e GOLD centinaia di opportunità, frutto di accordi siglati con prestigiosi Enti attivi in campo internazionale. Per maggiori informazioni su Silver e Gold CLICCA QUI!
 
“Se sei interessato a conoscere meglio il mondo delle relazioni internazionali, se hai voglia di mettere alla prova le tue doti diplomatiche e capire se questa è la strada che fa per te, partecipa al Rome Model United Nations la più grande simulazione Onu in Europa! Non perdere questa opportunità!”
 
La redazione carriereinternazionali.com declina ogni responsabilità sull’attendibilità delle informazioni contenute nella scheda. Per informazioni in merito all’opportunità, contattare l’ente proponente.
 
LA REDAZIONE

Rubrica

Servizio Volontariato Europeo

Follow Us on

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, solo per alcune funzionalità tecniche dei servizi offerti.
Puoi prendere visione dell’informativa estesa sull’uso dei cookie cliccando QUI.

Cliccando su "ok" acconsenti all’uso dei cookie.