Immergiti nella meravigliosa natura dell'Islanda partendo come volontario per Cadip per un periodo di 1-2 settimane! 

 

Per altre opportunità simili visita la sezione Cooperazione, Sviluppo e Volontariato

 

Ente: Cadip è un’organizzazione no-profit canadese che non ha nessun orientamento politico o religioso particolare. Attraverso carità e iniziative volontari, Cadip promuove la pace, la cooperazione e la tolleranza in un contesto internazionale multietnico e multiculturale.
L'organizzazione promuove inoltre esempi di attività civili basate nel servire gli altri, costruendo comunità più unite e supportando lo sviluppo della società civile. Gli obiettivi principali dell'organizzazione sono quelli di promuovere il volontariato come espressione di contributo civico, eliminare le barriere di incomprensioni in contesti multiculturali e multietnici, facilitare la crescita individuale del volontario attraverso il suo impegno lavorativo ed acquisizione di nuove competenze

 

Dove: Hveragerði, Islanda

 

Destinatari: volontari provenienti da tutte le parti del mondo, dai 18 anni in su

 

Quando: Vari periodi stagionali:

-dal 28 novembre al 12 dicembre 2016

-dal 12 dicembre al 26 dicembre 2016

-dal 26 dicembre 2016 al 9 gennaio 2017

 

Scadenza: candidarsi il prima possibile per le date di partenza desiderate

 

Descrizione dell'offerta: La Natural Health Association ha un dipartimento orticolo ed ambientale, che include silvicultura, giardinaggio e serre, dove i volontari internazionali lavorano per la maggior parte del tempo. I volontari dovranno inoltre mantenere le aree verdi intorno alla clinica, raccogliere erbe per preparare the e partecipare ad altre mansioni ambientali richieste. La natura del lavoro dipende comunque dalle condizioni metereologiche, dato che cambiano velocemente. Le ore lavorative vanno dalle 9 della mattina alle 3 del pomeriggio(un’ora di pausa pranzo prevista), 5 giorni a settimana

 

Requisiti:

-spirito di collaborazione e passione per la natura

-ottima conoscenza della lingua inglese

 

Costi: Il volontario dovrà dare 220 euro al suo arrivo alla persona che lo ospiterà

 

Guida all'application: Ci si può candidare solo online compilando il seguente form, clicca qui

 

Informazioni utili: Il volontario sarà ospitato in un bungalow, la connessione Wi-Fi è prevista ma dovrà portarsi il suo laptop. Tutti i pasti sono offerti dal padrone di casa e dalla “Rehabilitation and Health Clinic”

 

Link utili:

Sito dell'offerta

Sito Cadip

 

Contatti utili:

Link dei contatti

 

 

A cura di Martina Pignatelli

 

 

La redazione carriereinternazionali.com declina ogni responsabilità sull’attendibilità delle informazioni contenute nella scheda. Per informazioni in merito all’opportunità, contattare l’ente proponente

 

LA REDAZIONE

Se sei un giovane mosso dalla spinta di collaborare e cooperare con una onlus che ti permette di offrire momenti di intrattenimento con i bambini, non potrai fare a meno di vivere un’esperienza nel settore ludico tramite l’Associazione Art Consulting che è sempre lieta di accogliere il vostro aiuto

 

Per altre opportunità simili visitare la sezione Cooperazione

 

Ente: L’Associazione culturale Art Consulting Odv-Onlus nasce con l'obiettivo di sviluppare e/o accrescere nell'individuo le competenze trasversali di relazione, problem solving, decisione, comunicazione, adattamento ai diversi ambienti, e ancora, di spirito d'iniziativa, flessibilità e visione d'insieme. Il suo scopo è, quindi, quello di formare le persone attraverso le arti creative: il campo artistico-musicale, infatti, da sempre ispira l’Associazione con la consapevolezza di trasmettere e vivere un importante momento formativo come un’opportunità preziosa per lo sviluppo e la crescita della persona. Il team è formato da volontari al servizio dei bambini che, nei momenti di svago, quando non sono impegnati nei propri compiti, staranno in contatto con eccellenti operatori di ludoteca, operatori artistico-musicali, operatori della danza e dello sport, che sono tra l’altro le figure richieste dall’Associazione che potranno dare il proprio aiuto ai fini del raggiungimento dello scopo di Art Consulting

 

Dove: Roma, varie zone a seconda di dove è richiesto il tuo aiuto. Spesso è previsto spostamento in strutture o scuole dell’infanzia

 

Destinatari: Giovani ragazzi che amano stare a contatto con i bambini dai 0-14 anni, con la voglia di trasmettere in maniera divertente un messaggio a quest’ultimi che sia utile per la loro formazione. I destinatari sono tutti coloro che vogliono offrire un  proprio aiuto all’Associazione e che allo stesso tempo rispondano ai requisiti richiesti

 

Durata: Non è specificata ma l’Associazione sarà lieta di accogliere voi e ciò che potrete offrire ai bambini tutto il tempo che vorrete dedicare a questa vostra esperienza

 

Scadenza: Per lo stesso motivo di cui sopra, ed essendo l’Associazione in continua evoluzione e alla ricerca di persone come voi che potranno dare una mano a realizzare la missione della onlus, non vi è nessuna scadenza specifica

 

Descrizione dell’offerta: L’Associazione Art Consulting è alla continua ricerca di persone in grado di offrire servizio ai bambini dai 0 ai 14 anni come operatore di ludoteca. L’operatore di ludoteca si occupa di assistere e intrattenere i bambini presso strutture pubbliche o private. Questa figura professionale opera nel campo dei servizi socio-ricreativi per l’infanzia: baby parking e ludoteche, servizi integrativi al nido e alla scuola materna, asili aziendali, centri gioco, ecc.

Progetta e realizza, anche in collaborazione con altre figure professionali, iniziative finalizzate alla socializzazione, allo sviluppo delle capacità creative e alla promozione di percorsi di autonomia.

Le principali mansioni di questa figura professionale sono:

- operare nei centri ricreativi e aggregativi, come quelli per bambini e famiglie creati all’interno della scuola o durante il dopo scuola

- lavorare nei centri estivi per bambini/e e ragazzi/e

- esercitare la propria attività negli spazi per bambini, localizzati ad esempio nei centri commerciali o nei grandi aeroporti (baby parking, ludoteche)

- fare animazione di strada

- gestire attività associative di ragazzi e ragazze  

 

Requisiti: L'operatore per l'infanzia deve conoscere:

- la normativa legata alla gestione dei servizi per l’infanzia

- le tecniche di animazione e di attività ludica

- la progettazione di attività educative

- le dinamiche di gruppo.

Deve inoltre essere in grado di:

- lavorare in équipe, collaborando con le famiglie

- avere nozioni di psicologia dell’età evolutiva nonché di igiene, alimentazione, sicurezza e primo soccorso pediatrico

Per quanto riguarda il livello di istruzione richiesto:

- aver frequentato corsi per Operatore familiare per l’infanzia, Animatore sociale, Animatore di comunità o Animatore di ludoteca e simili

- aver frequentato un liceo con indirizzo socio-psicopedagogico e successivamente un analogo corso professionalizzante

- a livello universitario gli indirizzi di laurea in questo ambito sono rintracciabili presso alcune Facoltà di Scienze della formazione e di Psicologia

 

Retribuzione: Non specificata

 

Guida all’application: Candidarsi per questa proposta è semplice: invia un’email a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo., allegando il proprio CV

 

Informazioni utili: Oltre alla posizione di operatore di ludoteca, l’Associazione è alla ricerca di altre persone con capacità di intrattenimento bambini in campo artistico-musicale. Potete trovare tutte le informazioni qui

 

Link utili:

Art Consulting Homepage

Collabora con Art Consulting

 

Contatti utili:

Via Stupinigi, 8 - Roma

Tel. 3208482332 - 3398840393 - 3936628978

Email: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 

A cura di Marta Simoncini

La redazione carriereinternazionali.com declina ogni responsabilità sull’attendibilità delle informazioni contenute nella scheda. Per informazioni in merito all’opportunità, contattare l’ente proponente.

LA REDAZIONE

ONE è un’organizzazione internazionale sostenuta da oltre 7 milioni di membri che opera con campagne e attività di sensibilizzazione per combattere la povertà estrema e le malattie prevenibili, soprattutto in Africa e nei Paesi in via di sviluppo. Co-fondata da Bono, front man degli U2, ONE mira a sensibilizzare l’opinione pubblica e i leader politici al fine di combattere l’AIDS e le malattie prevenibili, aumentare gli investimenti in agricoltura e nutrizione e garantire maggior trasparenza nei conti pubblici.

Diventa membro di ONE cliccando qui e scopri la pagina interattiva della nuova campagna qui!

Nel suo nuovo rapporto dal titolo Making the Connection, ONE evidenzia la necessità di garantire a più donne e ragazze l’accesso a internet entro il 2020 per aiutare a sollevare dalla povertà milioni di persone ed evitare che un’intera generazione rimanga esclusa dall’economia digitale globale. Si pensi che l'utilizzo di internet gioca un ruolo importante nello Sviluppo Umano con un incremento di possibilità che consentono agli individui di godere di una vita lunga e sana, essere istruiti e avere accesso alle risorse necessarie e un livello di vita dignitoso, nonché di godere di opportunità politiche economiche e sociali che li facciano sentire a pieno titolo membri della loro comunità di appartenenza.

L'attuale Rivoluzione Digitale presenta, infatti, numerose sfide ed opportunità per lo sviluppo umano ed è in grado di fornire informazioni che possono cambiare la realtà di intere comunità dal modo di lavorare, innovare, interagire e fare affari.

Il limitato accesso ad Internet in Africa (e in generale in tutti i Paesi meno sviluppati) evidenzia però il divario con il resto del mondo: a più della metà della popolazione mondiale (53% o 3,5 miliardi di persone) è ancora negato l’accesso ad Internet, un dislivello digitale chiaramente illustrato dal fatto che il sito streaming di Netflix utilizza in un giorno la stessa quantità di traffico dati utilizzata dall’intero continente africano nel corso di una settimana.

Tale problema riguarda in maniera più significativa donne e ragazze nei Paesi più poveri del mondo, le quali hanno quasi un terzo di possibilità in meno degli uomini di avere accesso alla rete - a causa di barriere culturali, sociali ed economiche.

L’analisi di ONE mette in luce alcuni dati allarmanti:

- Oltre il 71% delle donne e delle ragazze non avranno accesso ad Internet entro il 2020, e così il divario fra uomini e donne si allargherà del 26%

- Nei Paesi più poveri l’accesso ad internet continuerà ad essere impedito anche dopo il 2020

- Il 75% del continente africano, ad oggi, non ha accesso alla rete

- L’85% degli abitanti dei Paesi meno sviluppati attualmente continua a non avere accesso ad Internet, contro il 19% di coloro che vivono nei Paesi sviluppati

- Le donne che vivono nei Paesi meno sviluppati hanno il 31% di probabilità in meno rispetto agli uomini

Per questi motivi i leader mondiali, i governi, le banche, le agenzie di telecomunicazioni sono chiamati a partecipare a questo obiettivo ambizioso e a garantire l’accesso a 350 milioni di donne e ragazze entro il 2020 concentrandosi su quattro punti fondamentali:

- Investire sulla conoscenza digitale

- Abbattere le barriere culturali, sociali ed economiche all’accesso a internet

- Investire e rendere pubblici i dati sull’accesso a internet

- Costruire infrastrutture adeguate a tali fini

Il rapporto segue alla Dichiarazione di Connettività Globale del 2015 firmata da Mark Zuckerberg, Bill e Melinda Gates, Bono, Juliana Rotich, Jimmy Wales e molti altri nei settori digitale e dello sviluppo, i quali esortano al settore pubblico e privato a lavorare insieme per raggiungere tale obiettivo.

Eloise Todd, Gobal Policy Director di ONE, ha affermato a riguardo: "È stato provato che quando le donne e le ragazze prosperano, i benefici che ne conseguono contribuiscono allo sviluppo dell’intera società in cui vivono. Le donne che hanno già accesso a internet diffondono idee e informazioni. Creano nuovi business e utilizzano servizi finanziari e governativi che fanno sì che loro stesse e le loro famiglie conducano una vita più sana, sicura e prospera. Questo dà beneficio a tutti."

Dai il tuo contributo e firma la petizione per rendere internet accessibile a tutti qui ! La rete non è un lusso! 

 

A cura di Marta Della Monaca

Ami scrivere e sei un esperto di social media ? L’organizzazione non-profit Frontier è alla ricerca di un online content editor da inserire nella sede principale di Londra

 

Per opportunità simili visita la sezione Cooperazione !

 

Ente: Frontier è stata fondata nel 1989 come organizzazione non governativa (ONG) dedicata alla salvaguardia della biodiversità, l'integrità degli ecosistemi e la costruzione di mezzi di sussistenza sostenibili per le comunità emarginate nei paesi più poveri del mondo attraverso attività di ricerca innovative negli ambienti remoti. Originariamente concentrata in gran parte sulla ricerca scientifica e la conservazione, Frontier, si è evoluta nel tempo affrontando sia le esigenze umane sia le esigenze ambientali attraverso lo sviluppo delle comunità, dell’educazione, salvataggio della fauna selvatica e la sua conservazione.

 

Dove: Londra

 

Destinatari: Laureati o persone con competenze equiparate ad una laurea

 

Quando: Non specificato

 

Scadenza: Open

 

Descrizione dell’offerta: Il candidato selezionato verrà inserito nell’ufficio Marketing di Londra e si occuperà di:

- sviluppare il contenuto del sito web di frontiera, blog e social network inserendo le ultime notizie e contenuti

- manutenzione del blog di Frontier tra cui pubblicazione di interviste, foto della settimana, Into The Wild Meets: ecc, banner e analytics

- mantenere i contatti con le sedi e il personale all'estero

 

Requisiti: Il candidato ideale dovrà essere in possesso dei seguenti requisiti:

- laurea o competenze equiparate

- conoscenza dei maggiori social media (Facebook, Twitter, Youtube, ecc)

- esperienza di lavoro in ambito amministrativo e in un ambiente dinamico

- conoscenza dei seguenti software: Adobe, Photoshop, InDesign, Dreamweaver, Premiere

- esperienza nel giornalismo online

- conoscenza della lingua inglese (scritta e parlata)

- una conoscenza dei titoli di Google, HTML / Web design e una pregressa esperienza in una ONG o di viaggio in Paesi in via di sviluppo rappresenta un titolo preferenziale

 

Documenti richiesti: Non specificata

 

Retribuzione: £12,960  annui

 

Guida all’Application: E’ necessario candidarsi sulla pagina ufficiale dell’offerta

 

Informazioni utili: E’ richiesta la presenza in ufficio dalle 9:30 am alle 5:30 pm, 5 giorni a settimana

 

Link utili:

Link alla pagina dell’offerta

 

Contatti utili:

50-52 Rivington Street, London, EC2A 3QP. United Kingdom T: +44 (0) 207 613 2422 - F: +44 (0) 207 613 2992

 

A cura di Marta Della Monaca

La redazione carriereinternazionali.com declina ogni responsabilità sull’attendibilità delle informazioni contenute nella scheda. Per informazioni in merito all’opportunità, contattare l’ente proponente.

LA REDAZIONE

 

 

 

 

 

Vuoi mettere a disposizione parte del tuo tempo libero a favore di una onlus? Stop Hunger Now ti offre un’opportunità di volontariato presso i propri uffici  

 

Per altre opportunità simili visitare la sezione  Cooperazione

 

Ente: Stop Hunger Now è un’Organizzazione determinata a fornire un contributo tangibile alla lotta alla fame nel mondo ed al sostegno dei diritti dell’infanzia, chiamando ciascuno ad essere artefice del cambiamento attraverso opere di volontariato. Sconfiggere la fame nel mondo nell’arco dell’esistenza umana, distribuendo cibo ed altri aiuti umanitari ai più bisognosi e sensibilizzando l’opinione pubblica affinché il nostro divenga un obiettivo condiviso, è l’obiettivo principale che si prefigge questa onlus

 

Dove: Bologna, nella sede di “Stop Hunger Now”

 

Durata: Quando puoi e dove puoi, questo tipo di attività non richiede un impegno costante, né un minimo di ore disponibili

 

Scadenza: Non è prevista nessuna scadenza, puoi candidarti quando vuoi

 

Descrizione dell’offerta: L’aiuto che l’Organizzazione ti chiede è quello di collaborare alla redazione della newsletter o, più in generale, all'attività di comunicazione e promozione delle iniziative. Il tuo volontariato per Stop Hunger Now non richiede una presenza fissa presso gli uffici, anzi, sarai tu a scegliere come meglio sfruttare il tuo tempo libero e come cimentarti con grafica e comunicazione

 

Requisiti: Non sono previsti requisiti particolari o limitazioni. Stop Hunger Now sta semplicemente cercando persone che hanno voglia di mettere una parte del proprio tempo libero a disposizione dell’Organizzazione. Tuttavia, avere interesse per la comunicazione e per i suoi aspetti grafici e conoscere l’inglese possono essere considerati requisiti desiderabili ma non necessari

 

Guida all’application: Non è specificato il modo in cui dovrai candidarti, tuttavia l’Organizzazione invita gli interessati a contattarla per qualsiasi chiarimento al riguardo. Consultare i Contatti utili

 

Informazioni utili: Vi consigliamo di dare un’occhiata ad alcune delle letture consigliate proposte da Stop Hunger Now, in modo tale da poter conoscere meglio le tematiche di cui si occupa l’Organizzazione. Qui troverete la lista

 

Link utili:

Stop Hunger Now Homepage

Pagina dell’offerta

 

Contatti utili:

Stop Hunger Now Italia Onlus

Via Bruno Buozzi , 13

40013 Castel Maggiore ( BO )

Per qualsiasi informazione puoi contattare:

- il numero 051.704070

- tramite email Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 

A cura di Marta Simoncini

La redazione carriereinternazionali.com declina ogni responsabilità sull’attendibilità delle informazioni contenute nella scheda. Per informazioni in merito all’opportunità, contattare l’ente proponente.

LA REDAZIONE

 

 

Co-fondata da Bono, ONE è un’organizzazione internazionale sostenuta da oltre 7.5 milioni di membri che opera con campagne e attività di sensibilizzazione per combattere la povertà estrema e le malattie prevenibili. Apolitica, ONE mira a mobilitare i leaders politici mondiali per sostenere la lotta contro AIDS/HIV, malaria e tubercolosi, aumentare gli investimenti per l’agricoltura e l’alimentazione e chiedere ai governi maggiore trasparenza e impegno nei programmi di lotta alla povertà.

 

Diventa membro di ONE e scopri di più sulle sue campagne qui ! 

 

Con il DATA Report 2016, ONE continua nel suo ruolo di monitoraggio dei flussi e tendenze degli aiuti pubblici allo sviluppo (APS). In particolare quest’anno si rivolge con interesse agli aiuti nel contesto della crisi dei rifugiati e dei crescenti bisogni umanitari globali. Nel maggio 2016 è stato pubblicato un documento di approfondimento contenente i profili dettagliati di 13 paesi, con l’analisi dei flussi complessivi di aiuti allo sviluppo e la spesa per i rifugiati all'interno dei propri confini. Per la prima volta, ONE ha anche elaborato un rapporto che guarda all'utilizzo delle risorse domestiche in Africa, con particolare attenzione a sollecitare l’investimento dei governi africani nella salute pubblica.

Ad un anno dall'adozione degli obiettivi di sviluppo sostenibile, l’ultimo studio di ONE esorta i leaders mondiali ad aumentare con urgenza le risorse da destinare sia alla crescita che ai bisogni umanitari per i paesi in via di sviluppo. La comunità internazionale dovrebbe, infatti, porre particolare attenzione al supporto dei rifugiati e garantire trasparenza sugli investimenti.

 

A livello nazionale:

- nel 2015, l'Italia ha aumentato l’ammontare degli Aiuti Pubblici allo Sviluppo (APS) per il terzo anno consecutivo, portandoli allo 0.21% del Reddito Nazionale Lordo

- il Primo Ministro Matteo Renzi si è posto l’obiettivo intermedio di destinare allo sviluppo lo 0.3% del RNL entro il 2020 - in base all'obiettivo internazionale dello 0.7% - diventando nel frattempo il quarto maggior donatore tra le nazioni del G7 entro il prossimo vertice in Sicilia nel 2017

- gli APS dell'Italia ai Paesi Meno Sviluppati (PMS) sono complessivamente aumentati del 10% nel 2015

- l'Italia sta svolgendo un ruolo importante in Europa per far fronte alla crisi dei migranti chiamando per un aumento dei fondi allo sviluppo con l’obiettivo di incidere direttamente sulle cause profonde delle migrazioni

- sempre nel 2015 sono stati utilizzati più di un quarto degli APS italiani per fronteggiare la crisi dei rifugiati

Tuttavia, l’Italia, è ben lontana dai suoi impegni internazionali circa gli Aiuti Pubblici allo Sviluppo. Essa dovrà infatti aumentare le percentuali alla pari del Canada e incrementare gli aiuti ai PMS che ora comprendono solamente lo 0,5% del RNL.

ONE invita dunque il Primo Ministro Matteo Renzi a:

- rispettare la sua promessa di far diventare l’Italia il quarto maggior donatore tra le nazioni del G7 entro maggio 2017, in vista del Summit in Sicilia

- aumentare gli investimenti sia negli aiuti umanitari che nello sviluppo internazionale

- utilizzare i fondi nazionali per continuare a provvedere alle necessità dei rifugiati

- aumentare la quota degli APS da investire nei paesi meno sviluppati

- garantire che una quota maggiore vada a favore delle donne e delle giovani ragazze, maggiormente colpite dalla povertà (vedi anche ‘’La povertà è sessista’’)

- continuare a provvedere alle necessità dei rifugiati senza però sottrarre fondi ai programmi di sviluppo oltremare

- garantire la trasparenza degli APS. Rimane, infatti, in fondo alla lista dell’Aid Transparency Index (ATI) del 2016

 

"Il Primo Ministro Renzi", afferma Diane Sheard - Direttrice Esecutiva per l’Europa di ONE, "è impegnato in prima persona nella lotta contro la povertà estrema e la sua promessa di aumentare rapidamente gli aiuti italiani per diventare il quarto più grande donatore tra le nazioni del G7 è un potente esempio di questo impegno. C’è ancora tempo per l’Italia per incrementare notevolmente i suoi livelli di aiuti e raggiungere quella promessa entro il prossimo vertice G7".

 

Diventa membro di ONE e scopri di più sulle sue campagne qui !


Marta Della Monaca

 

Sette giovani donne portano il loro aiuto nel Sud Est Asiatico. Le ragazze hanno partecipato ad un Viaggio Solidale WEP, programmi di volontariato sociale o ecologico, per insegnare inglese alle popolazioni locali o prendersi cura delle specie animali in pericolo.

Alice, Chiara, Irene, Giulia, Gaia, Martina e Beatrice hanno all’incirca vent’anni e hanno trascorso alcune settimane dall’altra parte del mondo, ma niente spiaggia e surf per loro. Le ragazze infatti hanno fatto volontariato in IndonesiaSri Lanka e Laos attraverso i Progetti Human e Wildlife di WEP, una serie di programmi per portare aiuto nei paesi in difficoltà, salvaguardando le specie animali e vegetali a rischio (Progetto Eco e Wildlife) oppure contribuendo al miglioramento delle condizioni di vita delle popolazioni locali (Progetto Human).

Alice (18 anni), Chiara (18 anni) e Martina (23 anni), sono state a Bali per insegnare inglese a bambini e ragazzi. Il contributo dei volontari in questo settore è molto rilevante: le scuole private sono molto costose per la popolazione locale e quelle messe a disposizione dallo stato sono limitate. La prima settimana è introduttiva e serve ai volontari per entrare in contatto con la cultura locale: corsi di Balinese, conoscenza dei luoghi e delle abitudini del posto. Nelle settimane successive, invece, le giovani sono state inserite nelle scuole o nei centri linguistici, dove, per stimolare l’apprendimento hanno potuto organizzare varie attività di intrattenimento e gioco. Martina, dopo l’esperienza a Bali, si è fermata ancora in Indonesia nell’isola di Nusa Penida, per partecipare a uno dei progetti Wildlife. L’isola è abitata da una delle specie più antiche di tartarughe marine, le tartarughe verdi, che arrivano a pesare anche 320 kg. Martina, in gruppo con gli altri volontari, aveva il compito di accudire gli esemplari di questa specie, prendendosi cura di tutta la riserva marina.

Anche Irene (18 anni) di Bologna ha fatto l’insegnate a Bali. Il progetto scelto da Beatrice, sua compaesana di 23 anni, invece l’ha portata in Laos, presso un monastero buddista, per insegnare inglese a giovani studenti o monaci. Le altre due ragazze di Bologna, Gaia (17 anni) e Giulia (18 anni) sono state in Sri Lanka per portare aiuto negli orfanotrofi, nei centri di assistenza ai disabili o in altre strutture per la comunità a seconda delle esigenze.

Quest’anno, rispetto al 2015, l’organizzazione ha registrato un aumento del 30% nelle adesioni a questa tipologia di programma. Se si vanno a consultare i dati, oltre il 60% dei giovani volontari parte dal Nord Italia e, del totale dei ragazzi, circa il 73% è di sesso femminile. Il progetto Human è quello maggiormente scelto (circa la metà opta per questo programma). Le mete preferite sonol’Indonesia, scelta da un ragazzo su quattro, e il Sud Africa (22%). A seguire Thailandia (8,2%), Sri Lanka (5,2%), Cina (3,4 %) e Tanzania (1,7 %).

WEP, World Education Program, è un'organizzazione internazionale al servizio dei giovani, che segue ogni anno oltre 4000 ragazzi in partenza dall’Italia verso 65 Paesi e in arrivo nella nostra penisola da tutto il mondo. I suoi programmi comprendono: soggiorni di gruppi scolastici durante l'anno (stage linguistici) o durante l'estate (vacanze-studio); corsi di lingua all’estero; programmi di lavoro, stage e viaggi solidali; i programmi “High School” per i ragazzi delle superiori per trascorrere un trimestre, un semestre o un anno scolastico all’estero.

Per saperne di più visita Viaggio Solidale WEP

L’inziativa unica della Commissione Europea permette a tutti i cittadini europei che abbiano compiuto 18 anni di lavorare all’interno del settore umanitario. GVC Onlus seleziona 30 volontari che verranno inviati in diversi paesi dell'America Latina, Africa, Medio Oriente e Asia.
 
Per altre opportunità simili visita la sezione Europa
 
Ente: GVC - Gruppo di Volontariato Civile, è un’organizzazione non governativa laica e indipendente, nata a Bologna nel 1971. È attiva nella cooperazione internazionale con strategie complesse d’intervento: dall’assistenza umanitaria a popolazioni colpite da conflitti e catastrofi naturali alla ricostruzione, dalla sanità alla sicurezza alimentare, dallo sviluppo rurale all’educazione, dalla tutela delle donne all’infanzia.
 
Dove: Varie destinazioni
 
Destinatari: Giovani interessati in possesso dei requisiti richiesti
 
Durata: Varie opzioni a seconda della destinazione prescelta
 
Scadenza: Per partire con noi per Haiti, Ecuador, Nicaragua, Tunisia, Giordania, Libano e Cambogia puoi inviare la tua domanda entro l'11 settembre 2016. Sono disponibili altre posizioni per Haiti, Ecuador, Nicaragua e Libano in scadenza il 2 ottobre 2016.
 
Descrizione dell’offerta: Grazie all'iniziativa di volontariato internazionale EU Aid Volunteers promossa e finanziata dalla Direzione generale per gli aiuti umanitari e la protezione civile dell'Unione Europea (ECHO), puoi candidarti come volontario per un’esperienza unica nel settore degli aiuti umanitari in diversi paesi tra cui Africa, America Latina, Medio Oriente e Asia. GVC Onlus ha aperto la selezione di 30 volontari che verranno inviati in 11 diverse organizzazioni umanitarie locali ad Haiti, Ecuador, Nicaragua, Tunisia, Giordania, Libano e Cambogia. I volontari verranno destinati ad attività di amministrazione, gestione del rischio nelle emergenze, promozione dei diritti delle donne o comunicazione all'interno di progetti di volontariato all'estero finalizzati all'aiuto umanitario, in particolare per garantire sostegno e aumentare la resilienza delle comunità più vulnerabili.
 
Requisiti: L'iniziativa è aperta a tutti i cittadini europei che hanno compiuto 18 anni, con due diversi profili:
-junior, volontari che vogliono aumentare le proprie competenze e la loro esperienza professionale ed umana;
-senior, volontari professionisti che hanno già avuto un’esperienza di almeno 5 anni in ambito umanitario.
 
Documenti richiesti: Compilare l’application online con:
-cv Europass
-lettera motivazionale
 
Retribuzione: Ogni volontario riceverà un rimborso spese mensile, calcolato in base al costo della vita in ciascun paese. Le spese di viaggio, assicurazione sanitaria e vaccini obbligatori, eventuali visti e alloggio saranno coperte.
 
Guida all’application: La lista completa delle posizioni e dei profili richiesti sono pubblicati sulla piattaforma gestita da ECHO, dove potrai compilare direttamente on line l’application form e un questionario di autovalutazione, allegando il tuo curriculum in formato Europass e una lettera motivazionale. Ecco il link dove fare richiesta: CLICCA QUI
Informazioni utili: Per ulteriori dubbi e richieste di informazioni, puoi scrivere a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
 
Link utili:
 
 
Contatti utili:
 
GVC STAFF EU AID VOLUNTEERS
t. +39 051585604
A cura di Eleonora Mantovani
 
La redazione carriereinternazionali.com declina ogni responsabilità sull’attendibilità delle informazioni contenute nella scheda. Per informazioni in merito all’opportunità, contattare l’ente proponente.
LA REDAZIONE
 
 
Pubblicato in Europa.
L’organizzazione non governativa Amnesty International offre una posizione retribuita come Team Leader, nelle sedi di Torino, Firenze e Milano. Se anche tu condividi gli obiettivi di Amnesty, invia subito la tua candidatura!
 
Per opportunità simili visita la sezione Cooperazione
 
Ente: Amnesty International è un'organizzazione non governativa indipendente, una comunità globale di difensori dei diritti umani che si riconosce nei principi della solidarietà internazionale. Fondata nel 1961 dall'avvocato inglese Peter Benenson, attualmente, Amnesty International è un movimento globale di oltre sette milioni di persone che svolgono campagne per un mondo in cui i diritti umani siano goduti da tutti. Amnesty svolge campagne internazionali e nazionali su paese o su tema. Queste coinvolgono a tutti i livelli il movimento e prevedono l'utilizzo delle più diverse tecniche per la sensibilizzazione dell'opinione pubblica e la pressione verso i governi violatori.
 
Dove: Torino, Firenze, Milano
 
Destinatari: Interessati in possesso dei requisiti richiesti
 
Durata: Part time
 
Scadenza: Candidature aperte tutto l’anno
 
Descrizione dell’offerta: L'Associazione ricerca un Team Leader per l'attività di raccolta fondi "Face to Face" in varie città. Il candidato selezionato dovrà svolgere diversi incarichi, tra cui:
- coordinare e formare il proprio team nelle attività quotidiane per il raggiungimento degli obiettivi
- reclutare nuovi sostenitori regolari
- programmare su base settimanale e mensile i luoghi di lavoro
- supportare le attività di richiesta di spazi pubblici e privati per lo svolgimento del progetto
- redazione di report e di file analisi riguardanti lo svolgimento delle attività
- gestire le operazioni logistiche e custodire i materiali necessari per lo funzionamento del progetto
 
Requisiti: Il candidato ideale deve essere in possesso dei seguenti requisiti
- esperienza pregressa come Team Leader in ambito Face to Face o in ambito vendite/promozioni
- diploma
- conoscenza del pacchetto Office e dimestichezza con la navigazione in internet
- ottima padronanza della lingua italiana
- ottime capacità comunicative e  atteggiamento positivo e risoluto
- ambizione e orientamento agli obiettivi e flessibilità
- abilità nel motivare e gestire il proprio team di lavoro
 
Documenti richiesti: Curriculum Vitae
 
Retribuzioni: Prevista (compenso composto di una parte fissa e una variabile, legata agli obiettivi personali e ai risultati del team)
 
Guida all’application: I candidati potranno inviare il loro CV all’indirizzo email Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo..
                                                                                                          
Informazioni utili: Per un efficace svolgimento dell'attività lavorativa verrà messo a disposizione un tablet e verranno rimborsate le spese telefoniche; in caso di trasferte verranno rimborsate le spese per il vitto, l'alloggio e per il trasporto.
 
Link utili:
 
Contatti utili:
Amnesty, sezione italiana: Via Magenta, 5, 00185 – Roma
Tel: (+39) 06 44.901
Fax: (+39) 06 44.90.222
Email: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
 
A cura di Eleonora Canu
La redazione carriereinternazionali.com declina ogni responsabilità sull’attendibilità delle informazioni contenute nella scheda. Per informazioni in merito all’opportunità, contattare l’ente proponente.
LA REDAZIONE
La Caritas diocesana di Roma ti dà l’opportunità di aiutare i più deboli in due modalità: diventando volontario oppure svolgendo un tirocinio nell’area immigrati. È un’ottima opportunità per fare esperienza aiutando
 
Per opportunità simili visita la sezione Cooperazione
 
Ente: La Caritas diocesana di Roma è un organismo pastorale istituito dal Vescovo al fine di promuovere la carità nelle Parrocchie e nelle comunità in tutte le sue forme. Fondata nel 1979 da monsignor Luigi Di Liegro per volontà del Cardinale vicario Ugo Poletti, la Caritas è espressione dell’impegno della Chiesa di Roma nella testimonianza di solidarietà verso le persone svantaggiate, per lo sviluppo dell’uomo, la giustizia sociale e la pace.
L’opera pastorale che la Caritas di Roma svolge nell’ambito degli aspetti della carità e della promozione umana si esplica in animazione, coordinamento, assistenza diretta e formazione.
La Caritas inoltre promuove direttamente 45 servizi nella città di Roma quali centri di accoglienza, comunità alloggio, case famiglia, mense sociali, presidi sanitari, centri di ascolto. Luoghi dove la comunità cristiana e la città tutta può incontrare e farsi carico dei fratelli in difficoltà attraverso esperienze di volontariato e solidarietà partecipata.
La Caritas diocesana di Roma ha come soggetto giuridico cui fare riferimento per le proprie attività la Fondazione “Caritas Roma”, mentre i servizi e le attività da essa promosse sono gestite dalla “Cooperativa Roma Solidarietà” – Società Cooperativa Onlus.
 
Dove: Roma
 
Destinatari: Interessati al volontariato caritatevole o a svolgere un tirocinio nell’area immigrati
 
Durata: Quando vuoi
 
Scadenza: Sempre aperto
 
Descrizione dell’offerta: La Caritas diocesana di Roma promuove il volontariato, sia singolo che organizzato, nelle diverse aree dei bisogni della città, attraverso 45 servizi, attività e progetti di animazione e formazione. Il volontariato è uno strumento di educazione ad uno stile solidale e in tutti gli ambiti di vita, a partire dal proprio contesto territoriale e sociale di appartenenza. Affinché questo stile solidale si realizzi, la Caritas di Roma promuove itinerari formativi, di sensibilizzazione e orientamento e campi di servizio come:
-Corso Base di Formazione per nuovi Volontari
-Percorsi di formazione per e con i giovani
-Campo estivo di formazione e servizio per adolescenti “Ricomincio da te”
-Progetti di formazione al volontariato per e con gli anziani
-Volontariato per la scolarizzazione dei bambini Rom
 
La Caritas diocesana di Roma offre anche la possibilità di Tirocini gratuiti nell’ambito di percorsi universitari. Per ora sono disponibili tirocini nell’area immigrati presso i Centri d’Accoglienza SPRAR: Ferrhotel” (via del Mandrione 291), che accoglie uomini richiedenti asilo e protetti internazionali, singoli adulti e “Monteverde (via Paolo Martinez 8), che accoglie donne richiedenti asilo e protette internazionali, singole adulte
 
Requisiti:
Per il volontariato è necessario un forte e sincero interessamento nel settore umanitario a tutela dei più deboli
 
per il tirocinio i candidati ideali:
- sono di età non inferiore ai 25 anni
- hanno  conseguito una laurea – preferibilmente specialistica – in una disciplina giuridico, amministrativa, economica, comunicazione, psicologia, politiche e altre simili (per l’elenco completo consulta qui)
- conoscono l’inglese e preferibilmente di una seconda veicolare (francese o altra).
Disponibilità di 6 mesi per 30 ore settimanali su 5 giorni la settimana. Preferenza per le persone che hanno già svolto dei periodi di volontariato o stage nel campo dell’immigrazione, dei diritti umani e/o relazione di auto (es. volontariato in strutture di accoglienza, scout, ecc)
 
Documenti richiesti: Per il tirocinio basta il CV, per il volontariato non servono documenti
 
Retribuzioni: Non previste
 
Guida all’application: Per diventare volontario compila questo form nella sezione “Dona il tuo tempo” oppure chiama allo 06.88815150.
Gli interessati al tirocinio invece, possono inviare il loro curriculum vitae ai seguente indirizzi, indicando nell’oggetto “richiesta stage/tirocinio”: per candidarsi al “Centro Ferrhotel” scrivere alla mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.; per candidarsi al “Centro Monteverde” scrivere alla mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
 
Informazioni utili: A questa pagina puoi vedere l’offerta completa di formazione per i volontari
 
Link utili:
 
Contatti utili:
Direzione, Ufficio Stampa e Comunicazione: Piazza San Giovanni in Laterano, 6, Roma - 00184
Tel 06.69.886.424/425 – Email: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Cittadella della Carità - Santa Giacinta: Via Casilina vecchia, 19, Roma - 00182
Tel 06.888.150
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
 
 
A cura di Luigi Pappalardo
 
La redazione carriereinternazionali.com declina ogni responsabilità sull’attendibilità delle informazioni contenute nella scheda. Per informazioni in merito all’opportunità, contattare l’ente proponente.
LA REDAZIONE
 
 

Rubrica

Follow Us on

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, solo per alcune funzionalità tecniche dei servizi offerti.
Puoi prendere visione dell’informativa estesa sull’uso dei cookie cliccando QUI.

Cliccando su "ok" acconsenti all’uso dei cookie.