Il sistema delle Nazioni Unite (Segretariato, Agenzie, Fondi e Programmi) è molto articolato e la gamma di opportunità professionali offerta è altrettanto diversificata. fondamentale non perdersi d’animo e comprendere a fondo i meccanismi di recruitment ed i criteri di selezione che ne sono alla base al fine di orientare la ricerca tra le diverse opportunità. Primo suggerimento è quello di individuare, sia in base agli studi che si stanno conducendo, sia alla luce delle proprie “passioni”, il settore di interesse, selezionare le principali istituzioni impegnate in tale settore e carpire le opportunità professionali offerte in mercato. Capire sin da subito quali possano essere i profili ricercati è molto utile per costruire un curriculum competitivo, valutare le competenze richieste ed individuare i percorsi più appropriati per migliorarle e rafforzarle, al fine di non perdere del tempo prezioso.
Prima di affrontare un approfondimento sulle possibilità di lavoro all’interno delle Nazioni Unite è bene fare una breve panoramica sui gradi in cui si articola la progressione di carriera all’interno dell’ONU:
Si possono distinguere  tre livelli:
- personale impiegatizio reclutato di norma nel Paese dove ha sede l’Istituzione (General Staff, G);
- personale che ricopre incarichi per i quali è richiesto il diploma di laurea (Professionals, P, che vanno da P1 a P5);
- alta dirigenza (Directors, di livello D1 e D2).
E’ bene ricordare che la posizione P1 rappresenta il livello iniziale per i laureati e non richiede, di regola, particolari esperienze lavorative. Per quanto riguarda un posto da P2 possono essere richiesti fino a 3 anni d’esperienza, per un P3 da 4 a 6 anni, per un P4 da 7 a 10 anni, e da 10 a 15 anni per un P5.
Quanto detto fino ad ora può essere considerato come un riferimento indicativo dal momento che i requisiti variano da un’organizzazione all’altra).
07-05-2012

TESTIMONIANZE

Ricardo Peixoto
 
(...)Fin dalla scelta dei miei studi universitari in Giurisprudenza, ho sempre avuto un grande interesse nel campo del diritto internazionale, in particolare nell’ambito dei diritti umani e delle violazioni del diritto umanitario, cosa questa che mi ha spinto ad approfondire in maniera sistematica la mia conoscenza sugli strumenti e istituzioni internazionali che lavoravano al contrasto di tali crimini. Questo mio interesse mi ha portato fino al Master in International Crime and Justice organizzato dall’UNICRI in cooperazione con la Facoltà di Giurisprudenza dell’Università degli Studi di Torino e interamente in lingua inglese. (...) Ciò che mi ha particolarmente colpito è stato sicuramente l’alto livello di preparazione e formazione dei docenti e degli esperti, tra cui staff delle Nazioni Unite, giudici provenienti da tribunali internazionali, legali e avvocati tutti estremamente specializzati nel loro ambito di competenza (...)
 
 
Maria Cristina De Giovanni
 
(...) Dopo la laurea ho deciso di proseguire il mio percorso formativo al di fuori dell'Italia. Per me e stata una scelta naturale, dettata dalla curiosità e voglia di conoscere contesti e culture diverse dalla mia, nonchè dal voler costruire un curriculum accademico da poter sfruttare competitivamente a livello internazionale. Grazie al progetto Erasmus Mundus, ho avuto l'opportunità di svolgere un Master in due diversi paesi europei e per di più in un ambiente arricchito dalla presenza di studenti provenienti da tutto il mondo. Tra i numerosi corsi di studio possibili ho scelto quello che più faceva al caso mio, l'Erasmus Mundus in Global Studies-A European Perspective (EMGS). Questo master nasce dalla collaborazione tra l'Universität Leipzig in Germania, l'Universitat Wien in Austria, l'Uniwersytet Wroclawski in Polonia e la London School of Economics and Political Science (...)
 
 
 
 
Andrea Beccalli
 
(...)l’Erasmus in Spagna, le ricerche per la tesi in Argentina, il Programma Leonardo Da Vinci in Olanda e, con una borsa di studio della Sapienza, un Master a Barcellona... Il Programma Fulbright era per me un obiettivo importante a cui cominciai presto a fare domanda subito dopo la Laurea. (...) Considerando anche i tempi di circa un anno e mezzo per il processo di selezione e i test standard di ammissione come il Toefl, GRE, GMAT, la decisione di studiare negli USA deve essere ben pianificata e organizzata. Grazie al programma Fulbright ho avuto modo di frequentare il Master in Diritto e Diplomazia presso la Fletcher School of Law and Diplomacy della Tufts University di Boston, Masachussets, specializzandomi nel ruolo dei media nei paesi post conflitto e nelle operazioni di peacebuilding, con ripercussioni dirette ed immediate sul mio lavoro, e non solo...
La decisione di andare a studiare all'estero è sicuramente più impegnativa, sia in termini di preparazione che di costi, ma ha il grande vantaggio di implicare un'esperienza formativa e di vita al cento per cento internazionale e multiculturale. Essa presuppone un'analisi accurata del paese in cui andare a studiare, del periodo di tempo che si vuole trascorrere all'estero, dei benefici attesi dalla permanenza in un paese straniero alla luce del percorso di crescita professionale a cui si punta. Sicuramente la lingua e il costo della vita nel paese straniero sono fattori determinanti, ma anche in questo caso è fortemente consigliato basare la propria scelta sulla tipo di studi che si intende fare e quindi sul prestigio e sulla tradizione dell'ateneo nello specifico campo di studi e ricerca e del corpo docente. Sicuramente anche la lingua, i costi e le opportunità di borse di studio, il riconoscimento dei titoli così come i collegamenti con il mondo del lavoro in campo internazionalistico giocano un ruolo altrettanto determinante.   
 
STUDIARE NEL REGNO UNITO
 
Le Università e i College britannici offrono una grande varietà di opportunità educative a livello accademico o di formazione professionale.
Il sistema di istruzione superiore si articola su tre livelli, ad ognuno dei quali corrisponde un titolo di studio:
1)            First o Undergraduate Degree: si ottiene dopo 3 anni di studi superiori (5 o 6 anni nel caso dei corsi in medicina o veterinaria). Alcuni dei titoli più comuni sono: Bachelor of Arts(Ba), Bachelor of Science (Bsc), Bachelor of Education (Bed), Bachelor of Engineering (Beng), Bachelor of Laws (Llb), Bachelor of Medicine (Mb). È possibile conseguire anche il Bachelor’s Honours Degree, seguendo un numero maggiore di corsi e portando avanti un percorso di studi più autonomo;
2)            Higher Degree o Postgraduate Degree o Master: si consegue, dopo il Bechelor’s Degree, al termine di un periodo di studi da concludersi con una tesi di ricerca;
3)            Doctorate of Philosophy - PhD/Dphil: si può conseguire a completamento di un Higher Degree, dopo un minimo di tre anni di ricerca e rappresenta il massimo livello di studio raggiungibile in una determinata materia.
L’anno accademico inizia il 1° settembre e termina il 30 di agosto ma l’attività didattica è più breve, generalmente da settembre/ottobre fino a giugno.
Le condizioni di ammissione variano da un ente all’altro, il titolo richiesto per l’accesso all’istruzione superiore britannica è l’Advanced Level (equiparabile al nostro diploma di maturità), la selezione è rigorosa ed è indispensabile un’ottima conoscenza della lingua inglese sia scritta che orale, certificata dal superamento di uno dei seguenti esami: IELTS di cui viene richiesto almeno un livello 6.5; Cambridge Advanced o Cambridge Proficiency, superato con una votazione almeno pari a C; TOEFL con votazione minima 550; NEAB con votazione minima 3.
Per accedere ai corsi è necessario fare domanda, tra il 1° settembre e il 15 gennaio dell’anno accademico precedente, alle singole istituzioni attraverso un’organizzazione centrale, lo Universities and Colleges Admissions Service (Ucas) che opera solo come centro di smistamento delle domande e non stabilisce gli standard di ammissione o la possibile ammissione dello studente (http://www.ucas.ac.uk/apply/index.html). dove è presente l'elenco in ordine alfabetico di tutte le università del Regno Unito, con relativi siti, indirizzi ed orari di segreteria.
Alcuni link utili:
UK NARIC - http://www.naric.org.uk - per info sul riconoscimento di titoli di studio e sui costi previsti per i diversi tipi di certificazione;
THE BRITISH COUNCIL - http://www.britishcouncil.org/italy - per info sul sistema di istruzione britannico, sui corsi universitari, sul post-laurea e sui corsi di inglese;
ACCOMODATION OFFICE - http://www.nus.org.uk/;  http://britishuniversitiesaccomodationconsortiumltd.visualnet.com/ - per opportunità di alloggio.
 
STUDIARE IN FRANCIA
Il sistema di istruzione superiore francese prevede al suo interno due tipologie di istituzioni:
• università, istituzioni pubbliche aperte a tutti gli studenti;
• college pubblici o privati (Grandes Écoles) e istituti.
L’insegnamento superiore è gestito quasi esclusivamente dallo Stato, che destina ogni anno circa il 20% delle sue risorse all’istruzione. Dal 2002, la nuova struttura universitaria si basa sul modello Lmd (Licence, Master, Doctorat):
1) Licence/Bachelor: si consegue al termine di 3 anni e corrisponde ad una laurea di I livello, pari a 180 crediti Ects;
2) Master: due anni per specializzarsi e 120 crediti Ects richiesti;
3) Doctorat: il percorso di studi dura tre anni e prevede un esame finale.
Per l’iscrizione all’Università è richiesto il Baccalauréat (equivalente al diploma di Maturità italiano).
Per chi non è in possesso dei titoli richiesti, esiste la possibilità di sostenere un esame detto Diplôme d’accès aux études universitaires, Daeu, di tipo A (umanistico) o B (scientifico). L’autonomia di cui godono le strutture di istruzione superiore in Francia le autorizza a fissare ulteriori criteri di ammissione specifici. Pertanto, gli studenti devono rivolgersi direttamente all’Istituto scelto, verificare che il percorso sia in linea con la formazione che si intende seguire e che la conoscenza della lingua francese sia soddisfacente
(livello DELF B2 o C1), ed avviare le procedure formali per l’iscrizione in largo anticipo
(metà marzo per l’iscrizione di settembre). Les Grandes Écoles rilasciano i diplomi di livello Bac+5 con il grado di Master riconosciuto dallo Stato e generalmente necessitano la conclusione di uno o due anni di Classe preparatoria (CPGE: Classes Préparatoires aux Grandes Écoles) dopo il Baccalauréat per accedervi.
Tutte le informazioni necessarie sono reperibili sul sito: http://vosdroits.service-public.fr/particuliers/ F2863.xhtml#N1013B.
Per qualsiasi informazione relativa agli alloggi in Francia, visitare il sito del Centre National des OEuvres Universitaires et Scolaires (CNOUS-CROUS).
 
STUDIARE IN SPAGNA
 
Il sistema universitario spagnolo comprende 49 università pubbliche, 14 università private e 4 università cattoliche. La formazione universitaria è regolamentata dalla Ley Organica de Universidades del 2001 (http://www.aneca.es/publicaciones/docs/lou.pdf) che ha attribuito alle università piena autonomia e ha integrato il sistema universitario spagnolo nello spazio europeo di insegnamento superiore, così:
•             Enseñanzas de grado: il primo ciclo di studi riguarda la formazione generale e gli insegnamenti orientati all’esercizio di attività di carattere professionale; richiede l’acquisizione da 180 a 240 crediti ECTS. 
•             Enseñanzas de posgrado: il secondo ciclo  riguarda la formazione specializzata dello studente in un determinato settore di studio e richiede il superamento di 60-120 crediti ECTS per ottenere il titolo di Master. 
•             Enseñanzas de terzer ciclo: al terzo ciclo possono accedere solo i laureati. Questi studi richiedono il superamento di 32 crediti (320 ore) e di una prova di valutazione che se superata consente di ottenere un diploma attestante gli studi di dottorato (Dea - Diploma de estudios avanzados). Solo in seguito alla presentazione di una tesi di ricerca si può aspirare a ottenere il titolo di Doctor.
Gli studi universitari si possono accorpare in 5 gruppi: umanistici, scienze sperimentali, scienze della salute, scienze sociali-giuridiche e studi tecnici. Sono ammessi alle università pubbliche spagnole tutti gli studenti in possesso del Diploma di Scuola Secondaria di Secondo Grado. La domanda di iscrizione va presentata alle università spagnole utilizzando l'apposito modulo presente sul sito internet dell'UNED - Universidad Nacional de Educación a Distancia - Unidad de Atención al Estudiante: http://www.uned.es/accesoUE.
I termini per l'iscrizione e le informazioni relative al pagamento da effettuare e alla documentazione richiesta per verificare i requisiti di accesso, sono pubblicati nel medesimo sito. Una volta ricevuta la domanda ed effettuata la verifica, la UNED rilascerà una “Credencial de Homologación” valida per l'iscrizione in tutte le università spagnole. Alcuni link utili: http://www.mtas.es/injuve/index2.htm sito del Centro de Información de la Juventude (INJUVE); http://www.universia.es per info sul sistema universitario spagnolo, con suggerimenti sull’orientamento universitario e una sezione dedicata ai sistemi scolastici dei principali paesi sudamericani. Per gli alloggi: http://www.segundamano.com/ http://www.pisocompartido.com; http://www.casaswap.es; http://www.reaj.com; http://www.aluni.net.
 
 
STUDIARE NEGLI STATI UNITI
 
Gli Stati Uniti sono senza dubbio la destinazione più ambita di migliaia di studenti internazionali che ogni anno decidono di investire tempo e denaro per studiare, per periodi più o meno lunghi, nelle prestigiose università americane che da tempo, e a buon titolo, occupano i primi posti delle principali classifiche internazionali. Ma come è organizzato il sistema di istruzione negli States? Dopo 5 anni di Elementary School (la nostra scuola elementare), 3 di Middle School (la nostra scuola media) e 4 di High School (il nostro liceo), lo studente statunitense è chiamato a scegliere se conseguire il Bachelor’s Degree (generalmente della durata di 4 anni e corrispondente alla nostra laurea di primo livello) in una delle università private o pubbliche presenti sul territorio o in un four-year College, oppure se conseguire l’Associate Degree a seguito di 2 anni di Community College che indirizzano lo studente ad acquisire specifiche competenze lavorative. Per gli studenti internazionali l’opzione Community College può risultare più conveniente grazie alla formula 2+2: due anni di corso di laurea di primo livello presso un Community College e poi il trasferimento in un College di 4 anni per i restanti due che li separano dal conseguimento del Bachelor's Degree . Il vantaggio di questa opzione “mista” è duplice: i requisiti di accesso al Community College sono meno rigidi e la tuition è considerevolmente più bassa. Per passare dal livello under graduate al livello graduate è necessario possedere il titolo di Bachelor. Al livello Graduate è possibile conseguire i seguenti titoli: Master’s Degree (equivalente alla nostra laurea specialistica e della durata di due anni) concentrato sullo studio di una specifica materia e orientato ad uno sbocco professionale; First Professional Advanced Degrees, studi necessari per accedere alle professioni mediche e legali, e i Doctor’s Degrees o Doctor of Philosophy (Ph.D.), ovvero titoli di dottorato in cui lo studente effettua studi avanzati e di ricerca in una specifica disciplina con la supervisione di un professore e al termine di cui deve scrivere e discutere una tesi.
I requisiti di base per accedere agli Undergraduate Programs sono:
1.            titolo di diploma di scuola superiore;
2.            conoscenza della lingua inglese accertata dal TOEFL (Test of English as a Foreign Language);
3.            sostenimento di test ulteriori: SAT (Scholastic Assessment Test) e ACT (American College Test, richiesto solo per il Bachelor’s Degree).
L'anno accademico è di 9 mesi, generalmente inizia ad agosto/settembre ed è suddiviso in più terms (periodi di studio): due semester di 15/18 settimane o tre quarter di circa 10 settimane. Il completamento del programma può anche prevedere una summer session di 4/8 settimane. Il corso è l'unità base del programma accademico. Ad ogni corso è attribuito un punteggio ore (credit hour value) basato sul numero di ore settimanali di lezione e/o laboratorio ed in relazione alla difficoltà del corso stesso. Il curriculum è l'insieme dei corsi obbligatori (core courses) e quelli programmati dallo studente (electives) per l'ottenimento del titolo (Associate o Bachelor's Degree). Il conferimento del titolo di Associate richiede complessivamente 60 credits, quello del titolo di Bachelor's 120 credits. Il metodo di insegnamento generalmente si fonda sulle lezioni (lectures) che gli studenti hanno l'obbligo di frequentare, alternate al dibattito (lecture/discussion).
Per accedere ai Graduate Programs, invece, oltre al titolo di laurea vecchio ordinamento o laurea specialistica (attenzione perché potrebbe verificarsi che in alcuni campi di studio venga presa in considerazione per l'accesso ad un corso Graduate anche la sola laurea triennale del nuovo ordinamento) e alla conoscenza della lingua inglese attestata dal TOEFL, è richiesto il superamento, a seconda dei casi, di un test ulteriore: GRE (Graduate Record Examinations); GMAT (Graduate Management Admission Test).
Il conferimento del titolo di Master's richiede complessivamente 30/36 credits, quello del titolo di Ph.D. 90 credits. E’ fortemente consigliato avviare la richiesta di ammissione alle università americane circa 18/12 mesi prima dell'inizio dell'anno accademico. Questo perché una volta selezionate le università di interesse e informatosi sulla “admission policy” dell’ateneo, lo studente dovrà richiedere l'application form all'Office of Admissions dell’istituto, sostenere  i test di lingua richiesti e aspettare il responso dell’istituto in merito alla sua ammissione. E’ raccomandabile indirizzare la propria richiesta al “dean” del dipartimento al quale si intende chiedere l'ammissione allegando il proprio curriculum, il certificato di laurea con l'elenco degli esami sostenuti, nel caso di Graduate Program, e il risultato dei test sostenuti.
Per poter frequentare l’università negli Stati Uniti è necessario essere in possesso del “visto di ingresso per motivi di studio”. Ecco alcuni esempi:
 - F-1 Academic Student Visa (certifica lo status di studente full-time ed identifica lo studente che finanzia a proprie spese il programma di studio negli Stati Uniti);
- J-1 Exchange Visitor Visa (identifica i programmi di studio, di ricerca o di insegnamento effettuati presso le università americane che hanno ottenuto la sponsorizzazione dello United States Department of State. Il visto J-1 certifica la natura di scambio culturale).
I finanziamenti agli studenti stranieri al loro primo anno di studio sono limitati e sono assegnati per meriti accademici. Sport scholarship (borsa di studio per meriti sportivi) o part-time jobs (opportunità di lavoro all'interno del campus) possono poi rappresentare un valido aiuto per gli undergraduates. D’altro canto, si è riscontrata una maggiore possibilità di sovvenzionamento per gli iscritti a un Ph.D. program rispetto ad un Master's program. L'aiuto finanziario offerto dalle università può consistere in scholarship/fellowship/grant (borsa di studio per meriti accademici), teaching assistantship (assistenza all'insegnamento) o research assistantship (assistenza alla ricerca). Va, infine, sottolineato, che spesso le università pubbliche, sebbene costino di meno, non offrono una riduzione delle rette a coloro che non risultano residenti sul territorio, come invece avviene per le università private.
Per far fronte a tale esigenza, e considerati gli esosi costi di una permanenza di studio negli Stati Uniti, nel tempo sono nate prestigiose iniziative volte a concedere borse di studio a coloro che, possedendo i giusti requisiti, ambiscono a studiare in una delle rinomate università americane. A tal riguardo, invitiamo a consultare il sito ufficiale del Programma Fulbright http://www.fulbright.it/it.
 
 
STUDIARE IN AUSTRALIA
 
Il sistema universitario australiano divide i suoi corsi in:
-              Undergraduate: corsi di laurea triennali o quadriennali al termine del quale si consegue il titolo di Bachelor’s Degree;
-              Postgraduate: si tratta di livelli successivi di specializzazione al termine dei quali si ottiene il titolo di   e Graduate Certificate, titoli precedenti al Master che non hanno un corrispondente titolo italiano. Consentono di accumulare crediti che servono poi a conseguire il Master con un anno di studio in più. Normalmente durano un semestre o un anno.
Il Master australiano può essere di tre tipi:
-              coursework, con una struttura simile alla nostra, con lezioni e relativi esami, oltre che esercitazioni,
-              research, consiste in un lavoro di ricerca su un argomento specifico,con una tesi da svolgere;
-              (PhD) corrisponde al nostro Dottorato di ricerca ed è conseguibile dopo almeno tre anni di studi post-laurea.
E' necessario possedere una buona padronanza della lingua inglese: è requisito di ammissione il superamento dell' esame IELTS con un punteggio fra 5.0 e 6.5 o del TOEFL con 525/575. L'anno accademico è organizzato in due semestri, ha inizio alla fine di febbraio e termina alla fine di novembre. L'ammissione di studenti a corsi universitari avviene all'inizio dell'anno e, per qualche corso, anche a metà anno accademico.  Gli studenti, in particolare quelli stranieri, che intendono iscriversi ad un'Università in Australia, possono frequentare dei corsi annuali di preparazione agli studi universitari, denominati Foundation Studies. Il visto per studenti viene rilasciato quando lo studente è stato accettato dall'università, è valido per tutta la durata del corso e offre la possibilità di svolgere un lavoro part-time. Non ci sono restrizioni di età. E' possibile richiedere il visto tramite Internet sul sito www.immi.gov.au per l'Australia e www.immigration.govt.nz per la Nuova Zelanda. Il sito http://www.sanzitalia.it/ fornisce gratuitamente le informazioni sulle Università di cui è agente, aiuta gli studenti ad orientarsi nella scelta del corso e li assiste nella pratica di iscrizione e di richiesta del visto. E’ bene ricordare che secondo il Times Higher Education World University Rankings ben 17 università australiane risultano essere tra le 200 migliori università al mondo, di cui 2 tra le prime 50.
 
STUDIARE IN CANADA
 
Ogni anno circa 150.000 studenti internazionali si recano in Canada per studiare. Fra i paesi più multiculturali al mondo e con uno standard di qualità della vita tra i più alti, le università ed i college canadesi sono apprezzati a livello internazionale per l'elevato livello di istruzione,  le abbordabili rette per gli studenti internazionali e le numerose opportunità, per gli studenti ritenuti idonei, di usufruire di tutta una serie difacilities e vivere preziose esperienze lavorative anche durante il periodo di studi.
Il sistema di istruzione in Canada è sotto la responsabilità di province e territori.
Ad eccezione della provincia del Quebec dove la prima tappa dell’insegnamento post-secondario è rappresentata dai Collegi d’insegnamento generale e professionale (cégep) che offrono agli studenti
programmi di studio pre-universitari della durata di due anni che preparano all'università, o da programmi di studio tecnici, della durata di tre anni, che conducono ad un lavoro professionale, nelle altre provincie del Canada il Bachelor's degree rappresenta il primo livello di istruzione universitaria dopo il diploma di scuola superiore e può durare da tre a quattro anni a seconda se si tratta di un corso di laurea generale o di specializzazione. Solitamente un Honours Bachelor's degree viene riconosciuto per l'alto livello di concentrazione degli studi in una determinata materia oppure per successi accademici.
Dei corsi di studio Post-laurea, il Master's degree presso un'università dura solitamente due anni e vi si accede a seguito del completamento con successo di un honours Bachelor's o di un Bachelor's degree.
Come parte del processo di ammissione, i programmi MBA valutano i punteggi ottenuti dagli studenti nel Graduate Management Admissions Test (GMAT) e le esperienze rilevanti di lavoro, insieme ad altri criteri.
I Doctoral Degree hanno invece una durata minima di tre anni presso una università o un college universitario e generalmente richiedono il completamento con successo di un Master's degree.
Naturalmente, accanto alle università vi sono i College, Istituti ed altre Istituzioni che non erogano corsi di laurea (non-degree granting institutions) e che offrono principalmente corsi per l'ottenimento di diplomi e certificati in numerosi settori semi-professionali e tecnici, con una durata variabile.
Il processo di candidatura e ammissione solitamente impegna un arco temporale molto lungo, è per questo consigliato iniziare a reperire informazioni sulla necessaria documentazione con un anno circa di anticipo. Dopo aver individuato l'università o il college che si vorrebbe frequentare, è necessario contattare direttamente l'ufficio competente per le ammissioni per chiedere ed ottenere informazioni più dettagliate e i relativi moduli di iscrizione. Sarà l'ufficio ad informarvi sulla documentazione necessaria, le eventuali traduzioni e le richieste di visto. Molte istituzioni, inoltre, richiedono il superamento di un test di lingua in francese o in inglese presso di loro. La decisione di ammissione arriva solitamente tra i 4 e i 6 mesi successivi alla scadenza delle application, ma può variare a seconda dell'istituzione.
In alcuni casi, la candidatura deve essere inviata in formato elettronico. Ecco alcuni siti utili di riferimento suddivisi per Provincie.:
Alberta: Alberta Learning Information Service - Electronic Application Service http://www.alis.gov.ab.ca/learning/ao/postsecondary.asp
British Columbia: Post-Secondary Application Service of British Columbia (PASBC) https://applybc.ca/
Ontario:
Ontario Universities Application Centre: http://www.ouac.on.ca/
Ontario Colleges Application Service: http://www.ontariocolleges.ca/
Quebec (cégeps):
Montreal region: http://www.sram.qc.ca/
Quebec City region: http://www.sraq.qc.ca/
Saguenay/Lac St-Jean region: http://www.srasl.qc.ca/
Per le informazioni sui visti, sui costi e sui financial aid programme vi invitiamo a consultare i seguenti siti: Citizenship and Immigration Canada's Web site http://www.cic.gc.ca/english/study/index.asp; http://www.educationau-incanada.ca/;
http://www.cicic.ca/389/student-financial-assistance.canada.
Da studenti in Canada si ha diritto svolgere un'esperienza lavorativa presso l'università come assistente o ricercatore. A riguardo, consultare il sito http://www.cic.gc.ca/english/study/work.asp.
Se il corso di studi ha una durata pari o inferiore ai sei mesi non è necessario un Permesso di Studi anche se il suo possesso comporta ulteriori vantaggi quali quello di poter  lavorare part-time al campus del College o Università dove si è iscritti a tempo pieno e la possibilità di rinnovare il Permesso di Studio all’interno del Canada se decidete di continuare a studiare in Canada. Una volta laureati sarà poi possibile fare domanda di permesso di lavoro: http://www.cic.gc.ca/english//immigrate/cec/graduates.asp.
 
Tale attività sostiene i programmi di studio congiunti con altri paesi industrializzati, in particolare con l’America del Nord e la regione Asia-Pacifico, quali: progetti di diploma doppio/congiunto in base ai quali gli studenti dei due paesi interessati trascorrono un lungo periodo di studi  nel paese partner al fine di ottenere, appunto, un diploma doppio o congiunto (durata normale dei progetti: 4 anni); progetti di mobilità congiunta incentrati sulla mobilità studentesca a breve termine (solitamente 1 semestre) e sullo scambio di tirocinanti, oltre che di personale docente e amministratori (durata normale dei progetti: 3 anni); dialogo orientato alla politica e progetti intesi ad affrontare questioni strategiche correlate alle politiche e ai sistemi di istruzione e formazione dell’UE e dei suoi paesi partner attraverso studi, seminari, gruppi di lavoro(durata normale dei progetti: 2 anni). Per potersi candidare contatta l’Agenzia esecutiva per l’istruzione, gli audiovisivi e la cultura (EACEA) della Commissione europea http://eacea.ec.europa.eu/bilateral_cooperation/index_en.php.
Il programma Erasmus Mundus riguarda, invece, la mobilità universitaria in tutto il mondo e sostiene programmi congiunti post-laurea, partenariati di cooperazione interistituzionale fra università europee ed extraeuropee mediante borse di studio per studenti, dottorandi, ricercatori, e personale universitario. Per potersi candidare è necessario mettersi in contatto con il Punto nazionale di contatto Erasmus Mundus che, nel caso dell’Italia, è in Viale XXI Aprile, 36 I-00162 Roma, tel: +39 06 8632 1281, fax: +39 06 8632 2845, e-mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo., website: http://www.erasmusmundus.it.
Il programma Erasmus (sub-programma del Programma di apprendimento permanente - LLP) stimola la mobilità transfrontaliera in ambito europeo, in particolare, degli studenti coinvolti nell’istruzione superiore formale e nell’istruzione e nella formazione professionale avanzata post-secondaria, inclusi gli studi di dottorato. Questo programma, oltre a favorire la creazione di una forza lavoro più mobile, flessibile, e, quindi, più europea offre l’opportunità di conoscere altri paesi e culture e di vivere  un’ esperienza formativa unica. Durante il periodo di studio di 3-12 mesi in un istituto superiore di un altro paese europeo partecipante, si è esonerati dal pagamento delle tasse presso l’università ospitante, si è destinatari di una borsa di studio di circa 230 euro e si potrà usufruire, in seguito, dei crediti maturati all’estero. Il programma Erasmus consente anche di svolgere un tirocinio o stage presso un’impresa od organizzazione con sede in un altro paese europeo, mentre i corsi di lingue Erasmus potranno essere di grande aiuto per la preparazione linguistica in vista di destinazioni dove si parlano lingue meno diffuse e insegnate! Per candidarsi è necessario mettersi in contatto con l’ufficio che gestisce le relazioni internazionali del proprio ateneo. Ulteriori informazioni sono disponibili sul sito http://ec.europa.eu/education/lifelong-learning-programme/doc80_en.htm
Se si sceglie di rimanere in Italia pur non rinunciando al'aspirazione di crearsi un profilo accademico internazionale, è fortemente consigliato far ricadere la propria scelta su quegli atenei che offrono una preparazione di più elevato livello rispetto agli standard internazionali e che puntano quindi a creare una massa critica di stampo internazionalista. Bisogna dunque andare ad individuare quell'ateneo la cui offerta formativa presenta corsi di laurea interamente in inglese o con un numero elevato di materie opzionali in lingua straniera tra le quali poter scegliere, o che prevede opportunità di double degree sulla base di accordi di collaborazione con prestigiose università straniere. Non bisogna dunque basare la propria scelta su motivazioni di vicinanza e di costi, ma se si decide di rimanere in Italia lo sforzo per costruirsi un profilo accademico di stampo internazionale e quindi altamente competitivo sarà maggiore. E ciò è facilmente intuibile se si pensa all'importanza e, se vogliamo, alla difficoltà di apprendere una o più lingue straniere rimanendo in Italia, magari limitandosi a frequentare dei corsi estivi di lingua all'estero.
 
Qui di seguito alcune delle principali università ed enti italiani che offrono una valida offerta formativa nel campo delle relazioni internazionali:
 
LUISS GUIDO CARLI
- Corsi di Laurea Triennale in lingua inglese: Economics & Business (per il Dipartimento di Economia) e Political Science (per il Dipartimento di Scienze Politiche);
- Tre programmi di Double Degree offerti dal dipartimento di Economia;
- Corso di Laurea Magistrale in lingua inglese in International Relations
 
LUISS SCHOOL OF GOVERNMENT
- Master di I livello in European Studies
- Master di II livello in International Public Affairs
 
FACOLTA' DI SCIENZE POLITICHE DELL'UNIVERSITA' DI TRIESTE
- Corso di laurea in Scienze Internazionali e Diplomatiche (SID)  
 
UNIVERSITA' DI BOLOGNA/FORLI'
- Corso di laurea magistrale in Scienze Internazionali e Diplomatiche presso la Facoltà Roberto Ruffilli di Forlì
- Master in Diplomazia e Politica Internazionale (MDPI) promosso dal Dipartimento di Politica, Istituzioni, Storia presso la Facoltà di Scienze Politiche
 
UNIVERSITÀ DI PAVIA - DIPARTIMENTO DI SCIENZE POLITICHE E SOCIALI
- Corso di laurea magistrale/master in World Politics and International Relations
 
UNIVERSITA' DI PADOVA - CENTRO DIRITTI UMANI
- Corso di laurea triennale in Scienze politiche, relazioni internazionali, diritti umani
- Corso di laurea magistrale in Istituzioni e politiche dei diritti umani e della pace
- European Master in Human Rights and Democratisation
 
UNIVERSITÀ DI CATANIA
- Corso di Laurea Magistrale in inglese Global Politics and Euro-Mediterranean Relations (GLOPEM)
 
SCUOLA SUPERIORE DI STUDI UNIVERSITARI E DI PERFEZIONAMENTO SANT’ANNA DI PISA
- Corso di laurea triennale in Scienze politiche, internazionali e dell’amministrazione
- Corso di laurea magistrale in Studi internazionali
- Master of Arts in Human Rights and Conflict Management (I livello)
 
ALTA SCUOLA DI ECONOMIA E RELAZIONI INTERNAZIONALI (ASERI)
- Master di I livello in International Relations (MIR)
- Master in International Cooperation and Development
 
ISPI - ISTITUTO PER GLI STUDI DI POLITICA INTERNAZIONALE
- Master In Diplomacy
- Master in International Cooperation (Development)
- Master in International Cooperation (Emergencies
 
UNICRI - FACOLTÀ DI GIURISPRUDENZA DELL’UNIVERSITÀ DI TORINO
- Master (LL.M.) in International Crime and Justice
 
IMT - ISTITUTO DI ALTI STUDI DI LUCCA
- Phd Institutions,Politics and Policies
La scelta del giusto percorso di studi da intraprendere rappresenta il più delle volte un vero rompicapo per i
giovani chiamati a decidere del proprio futuro. Oggi più che mai bisogna fare i conti con il divario spesso riscontrato tra le aspirazioni da perseguire e le "preoccupanti" prospettive occupazionali.
I tasselli essenziali da combinare al fine di effettuare una scelta vincente e consapevole sono molteplici: la qualità dell'ateneo e quindi dei docenti, il rapporto insegnanti-studenti, i collegamenti con il mercato del lavoro, il grado di internazionalità e quindi i programmi di scambio internazionali o i Double degree offerti dall'ateneo, gli investimenti nel settore della ricerca, i servizi, e non da ultimo i propri sogni.
Per coloro che aspirano ad intraprendere una carriera internazionale, sicuramente un importante "enigma" è rappresentato dalla scelta di rimanere a studiare in Italia oppure di intraprendere un percorso di studi all'estero. E' dunque necessario essere informati e pronti a cogliere tutte le opportunità create dal Processo di Bologna, volto a favorire la cooperazione tra le Università europee e la mobilità di docenti e studenti, conoscere i programmi e le iniziative di borse di studio per studiare in un paese estero e quindi le tempistiche, i costi e le scadenze per iscriversi, essere consapevoli dell'importanza delle lingue e delle certificazioni internazionali richieste dalle università straniere, muoversi con largo anticipo e avere le idee ben chiare!
E dunque, come orientarsi in questa ardua scelta?
I Global University Rankings possono sicuramente rappresentare degli utili strumenti per orientarsi nella individuazione dei migliori istituti universitari del mondo. Tra le classifiche realizzate annualmente dai vari enti di ricerca, tre su tutte sono riconosciute a livello internazionale come le più complete ed affidabili: la ARWU (Academic Ranking World Universities), la QS World University Ranking e la Times Higher Education World University Ranking. Queste classifiche seguono delle linee guida generalmente riconosciute, i cd. Berlin Principles, fissati nel 2006 dall'IREG, l'International Ranking Expert Group, madifferiscono le une dalle altre per metodologia e parametri utilizzati nella fase di selezione e classificazione degli istituti universitari. Tra i principali parametri utilizzati per valutare le qualità di un ateneo figurano la reputazione accademica internazionale, la capacità di attrarre docenti e studenti stranieri, il numero di citazioni e di pubblicazioni ottenute dall'università, il numero di studenti, docenti o ricercatori destinatari di premi Nobel, l'ammontare degli investimenti pubblici e privati nel campo della ricerca, le infrastrutture e i servizi disponibili, etc.. Non deve sorprendere, pertanto, se ai primi posti della Top 100 University List figurano le università statunitensi. Nella top 200 si riscontra, poi, una valida e meritata concorrenza inglese e tedesca, mentre negli ultimi anni si è fatta notare una forte presenza asiatica a riprova del cospicuo investimento che i governi asiatici stanno operando nel settore educativo. Le università italiane faticano a comparire nelle classifiche delle top 100, e per ovvi motivi quando gli indicatori utilizzati consistono nell'ammontare delle risorse pubbliche e/o private investite piuttosto che nella qualità delle infrastrutture e dei servizi offerti. Soltanto l'ateneo di Bologna figura al 183° posto della classifica QS World University Ranking. Tuttavia, il livello medio di conoscenza e di preparazione degli studenti italiani è spesso considerato pari se non superiore a quello dei laureati esteri e atenei di eccellenza sono presenti anche nel nostro paese! Tutto sta a scegliere la laurea giusta nella sede giusta, ovvero l'istituto universitario con un'offerta formativa di qualità e ad ampio respiro internazionale, che offra quindi corsi di laurea in lingua inglese, i cui corsi siano tenuti da docenti di prestigio e rilevanza internazionale e  che intrattenga accordi con università straniere.
Ovviamente, sulla scelta influiscono
 
La Corte Internazionale di Giustizia, la cui sede si trova all’Aja, nei Paesi Bassi, è il principale organo giudiziario delle Nazioni Unite ed è composto da 15 giudici eletti dall’Assemblea Generale. Ha la funzione di dirimere le controversie fra Stati e altresì può dare pareri su qualsiasi questione giuridica all’’Assemblea
Generale ed al Consiglio di Sicurezza oppure agli altri organi su autorizzazione dell’Assemblea.
La partecipazione di uno Stato al procedimento è volontaria ma, in seguito a ciò, lo Stato è tenuto a conformarsi alla decisione della Corte!
http://www.icj-cij.org
07-05-2012

SEGRETARIATO

Il Segretariato si occupa della gestione dell’Organizzazione e lo fa seguendo le direttive degli altri organi delle Nazioni Unite. E’ guidato dal Segretario Generale, eletto dall’Assemblea Generale su raccomandazione del Consiglio di Sicurezza, con un mandato di cinque anni rinnovabile. L’attuale Segretario Generale delle Nazioni Unite è Ban Ki-Moon che il 1° gennaio 2007 ha sostituito Kofi Annan.Il Segretariato comprende dipartimenti e uffici con uno staff complessivo di circa 8.700 persone provenienti da tutto il mondo.
http://www.un.org/News/ossg/sg/pages/sg_biography.html

Rubrica

Follow Us on

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, solo per alcune funzionalità tecniche dei servizi offerti.
Puoi prendere visione dell’informativa estesa sull’uso dei cookie cliccando QUI.

Cliccando su "ok" acconsenti all’uso dei cookie.