GREENPEACE mette a disposizione uno stage della durata di quattro mesi nel settore Fundraising: candidati subito!
Per altre opportunità simili, andate alla sezione “Cooperazione. Sviluppo e volontariato
 
Ente: GREENPEACE è un'associazione non governativa che si occupa di tematiche ambientali. Fin dalla sua nascita negli anni’70 si occupa di denunciare problemi ambientali globali attraverso l’azione diretta non violenta e di proporre soluzioni sostenibili per risolverli. Greenpeace è indipendente e non accetta alcun tipo di sostegno economico proveniente da governi, partiti o sponsor privati. Si sostiene attraverso i contribuiti individuali di quasi tre milioni di sostenitori in tutto il mondo, ed è presente in 41 paesi. La sua sede centrale è ad Amsterdam.
 
Dove: Roma, Italia
 
Destinatari: Non specificato
 
Quando: Non specificato
 
Scadenza: Non specificato
 
Descrizione dell’offerta: Greenpeace offre uno stage nell’area formativa “Fundraising” all’interno del Dipartimento Marketing, della durata prevista una durata di quattro mesi (per un totale di 480 ore). Lo stage si svolgerà dal lunedì al venerdì dalle ore 9.30 alle ore 18.30 con un’ora di pausa pranzo e coprirà le seguenti attività:
-         Supporto alle attività di marketing e fundraising: direct mailing, telemarketing, web marketing, merchandising, eventi di raccolta fondi.
-         Partecipazione allo sviluppo delle campagne pubblicitarie e ricerca di spazi media gratuiti per la loro diffusione.
-         Collaborazione alla gestione del programma middle e major donors e fondazioni.
-         Cura dei rapporti con i fornitori.
-         Comunicazione con gli uffici esteri di Greenpeace e con i sostenitori dell'associazione.
-         Gestione dell'archivio cartaceo ed elettronico delle campagne prodotte.
-         Partecipazione alle riunioni di staff meeting ed elaborazione di timing e meeting report.
-         Supporto al lancio del programma lasciti.
Requisiti:
-          Laurea in Scienze della Comunicazione, Economia o equipollente;
-         Tesi, specializzazione o interesse documentabile su Marketing, Fundraising o Comunicazione;
-         Motivazione a Greenpeace e/o al settore non profit;
-         Conoscenza dell'inglese, di Internet e del pacchetto Office;
-         Buone capacità di lavoro in team multidisciplinare.
Costituisce requisito preferenziale:
-     Esperienza precedente di stage e/o volontariato presso organizzazione non profit.
 
Documenti richiesti: CV e lettera motivazionale
 
Costi/retribuzione: Non specificato
 
Guida all’application: chi intende candidarsi può inviare una mail a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. indicando nell’oggetto: STAGE MARKETING e una lettera motivazionale nella quale indicherà le aspettative e i motivi per i quali vuole effettuare uno stage a Greenpeace (sarà importante rispondere anche alle domande: cosa mi aspetto di imparare in questo stage? Perché Greenpeace? Cosa penso di dare a Greenpeace durante lo stage?) ed eventuali esperienze pregresse di stage o lavorative.
 
Informazioni utili: Roma non è solo la capitale politica d’Italia, ma anche la culla della sua cultura e la sede di oltre il 70% del suo patrimonio artistico. Dagli splendori dell’epoca romana fino alla sacralità dell’arte religiosa, passando per l’architettura rinascimentale, questa città affascina centinaia di migliaia di turisti ogni anno. Se è vero che “tutte le strade portano a Roma”, questa è l’opportunità giusta per mettersi in cammino!
 
Link utili:
 
 
Contatti utili:
GREENPEACE
Sede di Roma
Via della Cordonata, 7
00187 - Roma
Telefono: +39.06.68136061
 
 
 “Vuoi candidarti per questa o altre opportunità e non sai come fare?
CLICCA QUIe scoprilo!”

“Se sei interessato a conoscere meglio il mondo delle relazioni internazionali, se hai voglia di mettere alla prova le tue doti diplomatiche e capire se questa è la strada che fa per te, partecipa al  Rome Model United Nations la più grande simulazione Onu in Italia! Non perdere questa opportunità!”

100 borse di studio per Scienze Politiche ed Economia

 

 

Le Facoltà di Scienze Politiche e di Economia bandiscono 100 borse di studio a copertura del 50% della retta per le nuove iscrizioni ai propri corsi di laurea.

 

In un momento di profonda trasformazione sociale che ha determinato l'esigenza di ripensare i modelli economici e politici che sono alla base della nostra società, l'Università degli Studi Internazionali di Roma (UNINT) intende contribuire alla formazione di una nuova generazione di esperti di economia e di istituzioni politiche.

Pertanto, per l'anno accademico 2015-16, UNINT mette a disposizione 50 borse di studio per l’iscrizione al Corso di Laurea triennale in Economia e 50 borse di studio per l’iscrizione al Corso di Laurea magistrale in Scienze politiche.

 

In particolare, la borsa di studio copre il 50% della retta di iscrizione al I anno del Corso di Laurea triennale in “Scienze economiche e delle organizzazioni aziendali” (L-18) e il 50% della retta di iscrizione ai due anni del Corso di Laurea magistrale in “Scienze politiche per le istituzioni e le organizzazioni internazionali” (LM-52).

Le borse saranno assegnate da un’apposita commissione agli studenti più meritevoli sulla base del voto conseguito all’esame di maturità (nel caso della Facoltà di Economia) e alla laurea triennale (nel caso della Facoltà di Scienze politiche) e di un colloquio motivazionale e attitudinale.

 

Le domande dovranno essere presentate entro il 25 settembre compilando il modulo disponibile online a questo link. Il colloquio si svolgerà presso la sede UNINT di Roma – via Cristoforo Colombo 200 – il giorno 28 settembre 2015 alle ore 11.

 

Informazioni utili: Per richiedere ulteriori informazioni compila questo form

Link utili:
Sito UNINT

Contatti utili:
Preside: prof.ssa Antonella Ercolani
Segreteria di Presidenza
Telefono: 06.510.777.265/275
Fax: 06.510.777.242
Email: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. 
Segreteria Studenti
Tel 06.510.777.401
Fax 06.510.777.269
Email: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.  
 
I dati diffusi da UN Women (United Nations Entity for Gender Equality and the Empowerment of Women) dimostrano che la violenza contro le donne è tuttora una piaga globale. Nonostante un intenso attivismo sociale mondiale e la presenza di strumenti giuridici posti a tutela delle donne, nel mondo ogni anno il 35% delle donne è oggetto di maltrattamenti sessuali sia all’interno, sia all’esterno delle mura domestiche. Il fenomeno delle “spose-bambine” e la pratica delle mutilazioni genitali femminili coinvolgono rispettivamente 64 milioni e 140 milioni di soggetti. Il 98% delle vittime della tratta di esseri umani a fini di sfruttamento sessuale è costituito da donne e fanciulle.
La Giornata Mondiale per l’Eliminazione della Violenza contro le Donne è stata istituita dall’Assemblea Generale dell’ONU il 17 dicembre 1999 (Risoluzione 54/134) proprio per mantenere viva l’attenzione sui temi legati a tutte le forme di violenza contro le donne e le bambine. In particolare, la Giornata si propone un duplice obiettivo. Da un lato, mira a sensibilizzare l’opinione pubblica su tutte le varie manifestazioni della violenza di genere quali, ad esempio, gli abusi sessuali/psicologici, le discriminazioni, il femminicidio. Dall’altro essa vuole esortare i governi, le organizzazioni internazionali e le organizzazioni non governative (ONG) a porre in essere strumenti di contrasto a tali fenomeni.
La Giornata è celebrata ogni anno il 25 novembre in ricordo della data scelta da alcune donne attiviste, riunitesi al primo Incontro Femminista Latinoamericano e dei Caraibi (Feminist Encuentro for Latin America and the Caribbean), tenutosi a Bogotà nel 1981. Le attiviste scelsero il 25 novembre perché quello stesso giorno nel 1960 ebbe luogo l’assassinio delle tre sorelle Mirabal, considerate esempio di donne rivoluzionarie per l'impegno con cui tentarono di contrastare il regime di Rafael Leónidas Trujillo (1930-1961), il dittatore della Repubblica Dominicana per oltre 30 anni.
Oggi la violenza contro le donne si materializza per il tramite di molteplici manifestazioni. Nello specifico, essa può assumere diverse forme quali: violenza sessuale/psicologica tout court (domestica e non); pedofilia; tratta di esseri umani; mutilazioni genitali; stupro di guerra. Ci si trova di fronte a forme di violenza caratterizzate da sfumature diverse ma che, tuttavia, sono accomunate dalla costante violazione dei diritti umani e delle libertà fondamentali.
Per questa ragione sia a livello universale (ONU), sia a livello regionale (Consiglio d’Europa) sono state adottate numerose convenzioni a tutela delle donne e delle bambine. Tra le più importanti occorre annoverare: la Convenzione ONU sull’eliminazione di tutte le forme di discriminazione contro le donne; la Convenzione ONU sui diritti dell’infanzia; la Convenzione del Consiglio d’Europa sulla prevenzione e la lotta contro la violenza nei confronti delle donne e la violenza domestica, nota anche come “Convenzione di Istanbul”(questa non ancora in vigore).
In linea con gli orientamenti internazionali e regionali, l’Italia dimostra un impegno costante sul fronte della lotta per l’eliminazione della violenza di genere. Il 10 settembre 2013 l’Italia ha ratificato la Convenzione di Istanbul (già firmata il 27 settembre 2012) e, sulla base delle indicazioni in essa contenute, con la legge n. 119 del 15 ottobre 2013 ha reso più incisivi gli strumenti della repressione penale dei fenomeni di maltrattamenti in famiglia, violenza sessuale e atti persecutori (stalking). Inoltre su tutto il territorio nazionale sono presenti numerosi centri antiviolenza a livello provinciale e regionale. Nella Capitale si segnala, in particolare,  l’operato dell’Associazione Differenza Donna e dell’Associazione Nazionale  Volontarie del Telefono Rosa.
In occasione della Giornata Mondiale per l’Eliminazione della Violenza contro le Donne 2013, all’interno del sistema ONU, l’ESCAP (Economic and Social Commission for Asia and the Pacific) ha organizzato un’intera giornata commemorativa a Bangkok. Inoltre nel quadro della campagna del Segretario Generale, UNITE to End Violence Against Women”, sono stati indetti i cosiddetti 16 Days of Activism Against Gender-Based Violence (16 Giorni di Attivismo contro la Violenza di Genere). Dal 25 novembre 2013 al 10 dicembre 2013 in tutto il mondo gli uffici ONU e numerosi rappresentati della società civile organizzeranno delle attività con lo scopo di prevenire e in ultima istanza porre fine alla violenza contro le donne e le bambine.
In Italia,  il Dipartimento per le Pari Opportunità presso la Presidenza del Consiglio dei Ministri ha lanciato la campagna "Riconosci la violenza" che parte il 18 novembre 2013 e verrà ripresa nel corso di tutto il 2014. La campagna, adottata e tradotta in spagnolo anche dallo Stato del Messico, esorta il mondo femminile a guardare con più lucidità chi si ha accanto affinché ogni donna riesca a sottrarsi in tempo ad ogni genere di maltrattamento imparando a riconoscere le prime avvisaglie di violenza.Inoltre, la sera del 25 novembre p.v. a Roma, presso il Palazzo delle Esposizioni avrà luogo un recital di poesie di Mariangela Gualtieri, considerata una delle più grandi poetesse italiane viventi. L’evento, indirizzato soprattutto ai giovani, mira a sottolineare l’importanza della cultura, della scuola e della società civile nella lotta contro la violenza di genere.
 
Leggi l'intervista a una donna che opera contro la violenza e gli abusi sulle donne.
 
Link d' interesse:
 
 
Ritalba Mazzara
 
"Millions of women and girls around the world are assaulted, beaten, raped, mutilated or even murdered in what constitutes appalling violations of their human rights."
 Ban Ki-moon
Pubblicato in Istituzioni
Il RomeMUN, quest’anno alla sua sesta edizione, è la più grande simulazione delle Nazioni Unite in Italia che avrà luogo a Roma dal 14 al 18 Marzo 2015 La conferenza è nata dall’eccitante idea di portare centinaia di studenti di tutto il mondo nella culla della democrazia occidentale ma anche dalla consapevolezza di dover favorire un rapporto più stretto tra la società civile e le istituzioni ONU e in particolare un maggiore coinvolgimento dei giovani su temi di rilevanza globale. 
 
I Model UN sono programmi formativi finalizzati ad insegnare agli studenti il lavoro interno delle Nazioni Unite. I partecipanti rappresentano i paesi membri in un gioco di simulazione diplomatica riproducendo il dibattito di una o più commissioni ONU come veri delegati. Scopo di questo experience-based program è trovare soluzioni comuni ed efficaci sui temi in agenda attraverso la stipula e l’approvazione di un certo numero di risoluzioni.
 
Il tema guida di questa edizione sarà: "FEEDING THE PLANET, ENERGY FOR LIFE".
 
I 2000 studenti provenienti da tutto il mondo potranno vivere l’esperienza di lavorare come veri delegati, giornalisti e traduttori nella splendida cornice della città eterna!
 
Ognuno degli 8 organismi rappresentati sarà diretto da un board composto da un Chair e un Director, giovani dinamici, curiosi e preparati, con un'ottima conoscenza della lingua inglese, che sapranno dare alla conferenza una marcia in più! 
 
 
E allora cosa aspettate a candidarvi? Avrete l'occasione di vivere un'esperienza formativa unica che vi arricchirà sia dal punto di vista umano che professionale. Sarete voi a tenere le fila del dibattito e a scandire i tempi delle sessioni di lavoro mettendo alla prova contemporaneamente le vostre capacità di leadership e quelle di team-working.
 
In questo modo sarete membri a tutti gli effetti dello staff e contribuirete anche voi alla realizzazione e al successo del RomeMUN 2015!
 
CANDIDATURA
 
Per candidarsi è necessario inviare una mail all'indirizzo Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. con in allegato i seguenti documenti in formato .pdf:
 
- Curriculum Vitae (max 2 pag)
- lettera motivazionale (max 2 pag) nella quale presentate voi stessi, le vostre passioni, le eventuali precedenti esperienze di Model e le motivazioni che vi spingono a candidarvi per questa posizione;
- un Essay di 1 pagina su "Nutrition: Energy for life" e sul futuro degli MDG (tenendo in considerazione che il 2015 è l'anno in cui gli Obiettivi Del Millennio dovrebbero essere raggiunti )
 
A seguito di una prima selezione basata sulle application ricevute, i candidati selezionati dovranno sostenere un colloquio via skype di 45 min circa volto a conoscere il candidato e le sue precedenti esperienze di Model UN, a testare la conoscenza delle regole di procedura e a discutere quanto precedentemente esposto nella lettera motivazionale e nell'Essay.
 
I candidati selezionati riceveranno il rimborso totale delle spese di vitto e alloggio a Roma (durante i 5 giorni della simulazione) e un rimborso parziale del biglietto aereo (l'ammontare del contributo varierà a seconda del Paese di provenienza).
 
CONTATTI
 
Per tutte le domande riguardanti il RomeMUN scrivere a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. oppure è possibile contattare telefonicamente l'Associazione Giovani nel Mondo allo 06/86767305.
www.romemun.org
 
 
Il 5 Luglio 2012 dalle 9.30 alle 19.30 si terrà il Career Day @ Porta Futuro presso Porta Futuro di Via Galvani, 108 - ROMA (RM)
Mille saranno i posti di lavoro messi a disposizione da una ventina di aziende internazionali. Spazio a ingegneri, project manager ed esperti IT, ma anche ad addetti alla comunicazione. E inoltre un convegno sulla conciliazione vita-lavoro
Oltre 1000 sono le job vacancies per le quali le aziende partecipanti al Career Day di Porta Futuro sono interessate a ricevere cv per valutare possibili collaborazioni.
I curricula potranno essere consegnati nei diversi stand presenti durante la giornata di confronto, e saranno poi le aziende a convocare i candidati da loro ritenuti idonei per essere inclusi nella procedura interna di selezione del personale.
Le figure professionali più richieste, in Italia, ma anche in Francia, Germania, Spagna, sono:
 
  • account e commerciali
  • tecnici informatici specializzati
  • esperti in comunicazione e marketing
  • project manager
  • ingegneri
  • steward
  • hostess
  • guest services
 
Le aziende coinvolte saranno: Bosch, EFM, HP, NTV, CPI tematici, Maggiore, Slamp, Sintesi, objectWay, Allenaza, MSX, Orange, Costa Crociere, Softlab, Ericsson, Pramerica, Generali, Vitrociset, Poste Mobile, Anagina, IperCLub, Pedevilla. Parteciperanno all’evento anche la Sapienza Università di Roma, Tor Vergata e Roma Tre.
Sempre giovedì 5 luglio, dalle 12.00 alle 13.45 nelle aule 1 e 2 di Porta Futuro, sarà possibile partecipare all’incontro dal titolo Work Life Balance: Conciliazione Vita-Lavoro per qualità e successo. Interverranno: Domenico De Masi, sociologo, Rosanna Gallo, docente promozione benessere organizzativo all’Università di Parma, Roberto Zecchino, direttore risorse umane Bosch Italia, Paolo Emilio Testa, direttore risorse umane HP Italia, Roberto Boscia, direttore risorse umane Orange, Donatella Colantoni, HR manager Fox International Channels Italy &Germany e Marcella Mallen, presidente CFMT. Modera Michele Caropreso. Per iscrizioni è possibile collegarsi alla pagina dedicata all’evento sul sito di Porta Futuro.
 
In allegato la locandina dell'evento.
Per maggiori informazioni sul Career Day collegatevi al sito di Porta Futuro.  
 
Porta Futuro - Provincia di Roma
Indirizzo: Via Galvani, 108 - 00153 ROMA (RM)
Telefono: 06.67664868
Email: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Sito web: 
http://www.portafuturo.it
http://www.provincia.roma.it
 
Pubblicato in Eventi e Ultime Notizie

Rubrica

Follow Us on

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, solo per alcune funzionalità tecniche dei servizi offerti.
Puoi prendere visione dell’informativa estesa sull’uso dei cookie cliccando QUI.

Cliccando su "ok" acconsenti all’uso dei cookie.