Ente:
Caritas Italiana, organismo pastorale della Cei (Conferenza Episcopale Italiana) per la promozione della carità.
Presidente:
S.E. Mons. Giuseppe Merisi,Vescovo di Lodi.
Data di fondazione:
Caritas Italiana viene costituita il 2 luglio 1971 con decreto della Cei, dopo la cessazione nel 1968 della Poa (Pontificia opera di assistenza). Per questo nuovo organismo pastorale l'allora Papa Paolo V I indicava mete non assistenziali, ma pastorali e pedagogiche.
Collocazione:
La sede centrale di Caritas si trova a Roma, ma fondamentale è il collegamento e il confronto con le 220 Caritas diocesane, impegnate sul territorio nell'animazione della comunità ecclesiale e civile, e nella promozione di strumenti pastorali e servizi (Centri di ascolto, Osservatori delle povertà e delle risorse, Caritas parrocchiali, Centri di accoglienza, ecc.), nonché l’impegno e la presenza in Europa e nel mondo.
Educazione alla pace e alla mondialità, dialogo, corresponsabilità sono anche le linee portanti degli impegni della Caritas nel mondo. Negli interventi internazionali vale il principio della sussidiarietà, nel senso di integrare gli sforzi che primariamente spettano a ciascuna Chiesa locale dei Paesi colpiti da calamità o in cammino verso lo sviluppo. Si cerca anche di creare le condizioni di intervento per le Caritas diocesane disponibili ai gemellaggi, preziosa occasione di reciprocità. Costante è il collegamento con le altre Caritas nazionali, direttamente e attraverso la "rete" di Caritas Internationalis, che raccoglie in federazione 162 organizzazioni. Ne riunisce 48, invece, Caritas Europa. Ci sono poi i microprogetti di sviluppo, di piccola entità ma significativi per l'autopromozione locale, proposti dalle stesse comunità del Sud del mondo e divulgati dalla Caritas.
Sede centrale:
Caritas Italiana
Via Aurelia, 796
00165 Roma
tel. (+39) 06 66177001
fax (+39) 06 66177602
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Sito Internet
Contenuti: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Progettazione e realizzazione: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Obiettivi:
Caritas ha lo scopo di promuovere «la testimonianza della carità nella comunità ecclesiale italiana, in forme consone ai tempi e ai bisogni, in vista dello sviluppo integrale dell'uomo, della giustizia sociale e della pace, con particolare attenzione agli ultimi e con prevalente funzione pedagogica» (art.1 dello Statuto).
I compiti:
1.     Collaborare con i Vescovi nel promuovere nelle Chiese particolari l'animazione della carità e il dovere di tradurla in interventi concreti;
2.     Curare il coordinamento delle iniziative e dei servizi di ispirazione cristiana;
3.     Indire, organizzare e coordinare interventi di emergenza in Italia e all'estero;
4.     In collaborazione con altri organismi di ispirazione cristiana:
 
-         realizzare studi e ricerche sui bisogni per aiutare a scoprirne le cause;
-         promuovere il volontariato e favorire la formazione degli operatori pastorali della carità e del personale di ispirazione cristiana impegnato nei servizi sociali;
-         contribuire allo sviluppo umano e sociale dei paesi del Sud del mondo anche attraverso la sensibilizzazione dell'opinione pubblica.
Descrizione dei progetti/barra attività dell’ente:
Caritas è particolarmente attenta ai processi di impoverimento ed esclusione che riguardano ampi settori della società italiana, generando diverse forme di fragilità e disagio. Oltre a sforzarsi di conoscere e analizzare meglio questi processi, attraverso diversi percorsi di studio, Caritas Italiana si sforza di contrastarli, attraverso azioni molteplici: sensibilizza e forma le comunità cristiane perché sappiano esprimere una carità motivata e intelligente, denuncia i problemi e sollecita le istituzioni nazionali e locali perché se ne facciano carico, organizza reti di ascolto e osservazione dei fenomeni sociali, sostiene la progettazione sociale delle realtà diocesane e territoriali, promuove esperienze di volontariato e di azione solidale. Dalle diverse aree critiche della convivenza civile in Italia scaturisce il doppio impegno del fare e dell'animare. L'organizzazione di servizi e attività in risposta ai bisogni dei poveri si accompagna sempre alla proposta di percorsi educativi rivolti alle comunità e ai singoli.
 
 
IN ITALIA.
Animazione, attività e progetti:
1.     Promozione umana e solidarietà sociale.
-         Minori;
-         Progetto Aree metropolitane;
-         Progetto Policoro;
-         Salute mentale;
-         Solidarietà familiare;
-         Volontariato.
 
2.     Politiche sociali in Italia e in Europa.
 
3.     Immigrazione.
-         Coordinamento Immigrazione;
-         MigraMed Forum;
-         Dossier Statistico Immigrazione.
 
4.     Servizio civile.
-         Il servizio civile in Italia;
-         Progetto "Caschi bianchi" e servizio civile all'estero;
-         Emergenze nazionali e responsabilità per l'ambiente.
 
5.     Emergenze nazionali e responsabilità per l’ambiente.
 
6.     Progetti 8xmille Italia.
 
IN EUROPA.
Il 10 gennaio 2013 si è aperto ufficialmente “Anno europeo dei cittadini”, che avrà come obiettivo quello di aumentare, negli abitanti degli stati membri, la consapevolezza dei diritti legati alla cittadinanza UE, con un occhio di riguardo per l’informazione rivolta ai giovani. In Italia il punto di contatto nazionale è il Dipartimento per le Politiche Europee presso la Presidenza del Consiglio dei Ministri che ha attivato un sito dedicato.  In linea con le indicazioni della CEI, Caritas Italiana è da anni impegnata in un fitto e costante lavoro nel contesto europeo, seguendo tre principali assi operativi:
-         Cooperazione allo sviluppo e risposta alle emergenze umanitarie;
-         Unione Europea e politiche sociali;
-         Progettazione Europea.
In costante collaborazione con gli altri partners Europei (Caritas nazionali e Caritas Europa).
 
Opportunità:
1.     Servizio civile.
Bando 2013 - Il 4 ottobre 2013 è stato pubblicato il Bando nazionale volontari per la selezione di 8.146 giovani da impiegare in progetti di servizio civile in Italia e all'estero. Caritas Italiana vede finanziati in Italia 61 progetti  per un totale di 470 posti e all'estero 9 progetti per un totale di 55 posti. La scadenza per le domande da parte dei giovani sono le ore 14.00 del 4 novembre 2013. Tutte le informazioni tecniche sul Bando sono disponibili sul sito del Servizio Civile Nazionale, mentre le notizie relative ai progetti Caritas sono nella sezione "Bando 2013".
I progetti della Caritas Italiana, promossi e coordinati dalle Caritas diocesane, vogliono essere per i giovani un’occasione per contribuire al bene comune e allo stesso tempo per un percorso di crescita personale e comunitario nei valori della pace, solidarietà e giustizia. Essi sono caratterizzati dai seguenti punti:
-         il servizio in situazioni di povertà e di emarginazione;
-         la formazione lungo tutto l’arco dell’anno;
-         la dimensione comunitaria nel servizio e per chi lo desidera nella proposta di vita comunitaria; 
-         l'animazione delle comunità.
2.     Progetti caschi bianchi.
Nell'ambito delle proposte di servizio civile assumono un valore particolare i progetti all’estero in paesi segnati dalla povertà, dal  dramma della guerra o delle catastrofi naturali. Si tratta dei progetti caschi bianchi.
3.     Tavolo ecclesiale sul servizio civile.
È stato anche attivato il Tavolo ecclesiale sul Servizio civile, un coordinamento di organismi della Chiesa italiana, e un sito di informazioni specifiche per i giovani. 
In action:
-         Mercoledì 23 ottobre 2013 ore 10.00-13.30, Presentazione dei progetti Caschi Bianchi, c/o Caritas Italiana Via Aurelia 796 - 00165 Roma. E’ gradita una mail di prenotazione a: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
 
-         Incontro di presentazione del progetto nazionale per il superamento degli Opg
(Ospedali psichiatrici giudiziari). Roma, 24 ottobre 2013;
 
-         Terremoto Nord Italia 2012: inaugurazione Centro della comunità SAN POSSIDONIO (MO), 10 Novembre 2013;
 
-         Percorso di formazione base per équipe Caritas diocesana 2013-2014.
Prima tappa: Roma, 11-13 Novembre 2013;
 
-         Incontro della Consulta ecclesiale degli organismi socio-assistenziali, Roma, 18 Novembre 2013.
Link utili:
-         sito ente
-         Servizio Civile Nazionale
-         progetti caschi bianchi
 
Diana Mecchia
Pubblicato in No Profit
Sei interessato a confrontarti con altri giovani coetanei europei su come vivere a pieno la propria cittadinanza europea? Ti piacerebbe trascorrere una settimana di attività alternative in un progetto Youth in Action? Partecipa allo scambio interculturale "I, citizen”!
 
Ente: Scambieuropei nasce per dar voce alle numerose possibilità di mobilità giovanile presenti sia a livello europeo che extraeuropeo. Opportunità di lavoro all’estero, borse di studio, attività di volontariato, concorsi e scambi interculturali sono solo alcune delle innumerevoli modalità che vi permetteranno di viaggiare e di fare esperienze all’estero nell’ambito di programmi europei o attraverso le offerte di imprese e associazioni che hanno bisogno di nuove forze. Per maggiori informazioni clicca qui.
 
Dove: Strumica, Macedonia.
 
Destinatari: 6 ragazzi dai 17 ai 25 anni e un group leader.
 
Quando: Dal 9 al 16 novembre.
 
Scadenza: Immediata.
 
Descrizione dell’offerta:I temi principali del progetto sono la Cittadinanza Europea e cosa significa essere Cittadini sotto ogni aspetto. Il progetto ha gli obiettivi di migliorare le capacità dei partecipanti, arricchire le loro conoscenze sulla cittadinanza, pensare ad essere attivi nelle comunità in cui vivono, avere la possibilità di paragonare le esperienze di ragazzi provenienti da diversi parti d’Europa e aiutarli a diventare dei bravi giovani cittadini. Questi obiettivi saranno raggiunti attraverso lavori di squadra, attività sportive, presentazioni, esercizi di simulazione e giochi interattivi. L’ultimo giorno sarà organizzato un dibattito cui parteciperanno anche studenti locali.
 
Requisiti: Buona conoscenza dell’inglese.
 
Documenti richiesti: CV e lettera di motivazioneda inserire nel form online che trovate qui.
 
Costi:
- Vitto (colazione-pranzo e cena) e alloggio sono coperti al 100% dall’associazione
- I trasporti acquistati dai partecipanti verranno rimborsati a fine progetto al 70% su un massimale che verrà confermato ai partecipanti selezionati Spese superiori saranno a carico del partecipante (la percentuale è calcolata sempre sul quel massimale)
- Quota di partecipazione allo scambio 75 euro: 40 Euro valida come tessera associazione Scambieuropei per i 2014 e 35 euro per la quota di partecipazione. La quota va pagata SOLO dopo essere stati selezionati.                                                       Chi è già tesserato 2013 dovrà pagare SOLO la quota di partecipazione.
 
Guida all’application: per candidarsi consultare la pagina Scambieuropei dedicata.
 
Link utili:

Sito Scambieuropei.

Nome dell’ente:
ACLI, Associazioni Cristiane Lavoratori Italiani.
 
Presidente nazionale:
Il Presidente nazionale in carica è Gianni Bottalico.
 
Data di fondazione:
Le ACLI nascono nel 1944, a pochi giorni dalla  liberazione di Roma e all’indomani della firma del Patto di Roma  che aveva sancito la costituzione della Cgil unitaria.
 
Collocazione:
Acli ha sede a Roma, in via Giuseppe Marcora 18-20:
 
Acli - Associazioni Cristiane Lavoratori Italiani 
Via Giuseppe Marcora, 18-20
00153 Roma
tel. 06.58401
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Obiettivi:
Le Acli, Associazioni Cristiane Lavoratori Italiane, sono un'associazione di laici cristiani che promuove il lavoro e i lavoratori, educa ed incoraggia alla cittadinanza attiva, difende, aiuta e sostiene i cittadini, in particolare quanti si trovano in condizione di emarginazione o a rischio di esclusione sociale. Attraverso una rete diffusa e organizzata di circoli, servizi, imprese, progetti ed associazioni specifiche, le Acli contribuiscono a tessere i legami della società, favorendo forme di partecipazione e di democrazia. Le Acli sono una “associazione di promozione sociale”, un soggetto autorevole della società civile e del mondo del terzo settore: il volontariato, il non profit, l’impresa sociale. L’Associazione conta oggi oltre 997.000 iscritti, in Italia e all’estero, e 7.486 strutture territoriali, tra cui 3.137 circoli, 106 sedi provinciali e 21 regionali; ogni anno vengono forniti servizi a circa 3 milioni e mezzo di persone.
 
Descrizione dei progetti/attività dell’ente:
I principali settori di intervento delle ACLI sono: la tutela e la promozione dei diritti sociali e l’educazione alla cittadinanza attiva; l’assistenza previdenziale e fiscale; la difesa dell’ambiente;  il sostegno agli agricoltori;  la formazione professionale; la creazione e promozione di cooperative e, più in generale, di lavoro associato; l’animazione culturale e sportiva; il turismo sociale;  la promozione della donna, degli anzianiedella condizione giovanile; l’impegno per la pace, lo sviluppo, la solidarietà internazionale; l’impegno con gli immigrati.
 
ACLI e il Servizio Civile Nazionale: Nel 2013 sono stati finanziati dal Dipartimento della Gioventù e del Servizio Civile Nazionale 10 progetti in Italia presentati dalle ACLI e 2 progetti all’estero. Sono 265 i volontari assegnati alle ACLI che prossimamente prenderanno servizio nelle sedi dell’Associazione in tutta Italia e in vari paesi del mondo. In 231 s’impegneranno in dieci diversi progetti operativi sul territorio del nostro Paese e lavoreranno nell’assistenza, nella lotta alla dispersione scolastica, nell’educazione e la promozione culturale e nella tutela del patrimonio artistico della comunità. Gli altri 34 potranno fare un’esperienza all’estero in uno dei tanti Paesi scelti per dare vita a due progetti riguardanti gli ambiti della cooperazione internazionale e del sostegno degli italiani all’estero.
In fondo alla pagina, troverete in allegato tutte le destinazioni e i progetti approvati nel Bando del Servizio Civile Nazionale 2013. Se siete interessati, candidatevi entro ilo 4 novembre. Per maggiori informazioni sul bando 2013, CLICCA QUI.
 
Opportunità:
Le persone, di ambo i sessi, che sono interessate a collaborare con le Acli nazionali (sede di Roma) possono inviare il proprio Curriculum Vitae in formato europeo (con inclusa l'autorizzazione al trattamento dei dati personali ai sensi del D.L. 196/2003) all’indirizzo di posta elettronica:  Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.,specificando nella e-mail di accompagnamento a quale settore/ambito di interesse fanno riferimento.
 
Link utili:
Sito di ACLI;
Servizio Civile Nazionale – progetti ACLI in Italia 
Servizio Civile Nazionale – progetti ACLI all’estero
 
 
 
 
 
 
 
 
 
Giulia Cavalcanti
Pubblicato in No Profit
FOCSIV - Federazione Organismi Cristiani Servizio Internazionale Volontario – Il 7 e 8 marzo c.a. la FOCSIV sarà presente al Festival delle Carriere Internazionali, a disposizione di tutti i partecipanti per informazioni e tantissime opportunità!
 
Il progetto FOCSIV è iniziato nel 1972, sull'onda del fermento creato dal Concilio ecumenico Vaticano II e come risposta all'Enciclica Populorum Progressio (1967) di Paolo VI dedicata alla cooperazione tra i popoli e al problema dei Paesi in Via di Sviluppo (PVS), con la costituzione della Federazione Organismi Cristiani di Servizio Internazionale Volontario. Oggi ne fanno parte 73 Organizzazioni che operano in oltre 80 paesi del mondo.FOCSIV e i suoi Soci, hanno impiegato oltre 20.000 volontari internazionali che hanno messo a disposizione delle popolazioni più povere il proprio contributo umano e professionale. FOCSIV, inoltre, dal 2004 ha lo status consultivo speciale presso l’ECOSOC (United Nation Department of Economic and Social Affairs); è Focal Point del programma UNV (United Nation Volunteers) per l’Italia dal 1997 e dal 2010 Osservatore presso l’IOM (International Organization for Migration).
L’attuale presidente di FOCSIV è Gianfranco Cattaie la sede principale si trova a Roma.
FOCSIV è da sempre attivo nel coinvolgimento dei giovani nelle proprie attività, sia nell’ambito del volontariato che nello sviluppo di professionalità giovani all’interno della propria struttura. Per questo la Fiera organizzata all’interno del Festival delle Carriere Internazionali è un’occasione di reciproco accrescimento, un modo ulteriore per consolidare il legame e sostenere lo scambio tra giovani e mondo della cooperazione.
 
Via S. Francesco di Sales 18 - 00165 Roma
Tel. 06.6877796 - 06.6877867  Fax 06.6872373
Segreteria Italia: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Segreteria Internazionale: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
 
 
Per un approfondimento, leggi l'intervista al Direttore Generale.
 
Descrizione dei progetti/attività dell’ente: FOCSIV è impegnata nella promozione di una cultura della mondialità e nella cooperazione con le popolazioni dei Sud del mondo. Contribuisce alla lotta contro ogni forma di povertà e di esclusione, all’affermazione della dignità della persona e alla tutela dei diritti umani e alla crescita delle comunità e delle istituzioni locali. I volontari di FOCSIV mettono a disposizione delle popolazioni più povere il proprio contributo umano e professionale. Si tratta di un impegno concreto e di lungo periodo in progetti di sviluppo nei settori socio-sanitario, agricolo, educativo-formativo, di difesa dei diritti umani e rafforzamento istituzionale. Parallelamente, sul territorio italiano, FOCSIV promuove campagne di sensibilizzazione e di educazione allo sviluppo e compie un intenso lavoro di lobbying istituzionale per promuovere la giustizia sociale per tutti gli uomini e le donne del pianeta.
 
Ti potrebbe interessareIl Mondo delle ONG!
 
FOCSIV e il Servizio Civile Nazionale: FOCSIV si conferma il principale ente quanto al numero di volontari selezionati forniti al SCN. I progetti in Italia riguardano i temi dell'ambiente e della cittadinanza attiva e dell'educazione e la promozione culturale. Per quanto riguarda i progetti all'estero, invece, l'ambito è molto più vasto. Si tratta di interventi diffusi in tre continenti: Asia, Africa e America Latina. I settori di intervento interessano quasi tutto l'universo della cooperazione internazionale (settore comunicazione, settore economico, settore logistico-gestionale, settore tecnico, settore socio-educativo, settore socio-sanitario, settore rurale e ambientale, settore rurale-ambientale). Una conoscenza delle aree di intervento è importante per conoscere le competenze richieste e scegliere anche la posizione più adatta alla propria formazione al proprio curriculum.
 
Progetto Give: Giovani Volontari Internazionali in Europa è un progetto di Servizio Civile sperimentale da realizzarsi in Romania e Portogallo. La durata del servizio è di 6 mesi: 4 mesi all’estero e 2 mesi in Italia. Il periodo di servizio civile svolto in Italia prevede un periodo di formazione pre-partenza e un periodo finale durante il quale sarà effettuata la verifica dell’esperienza svolta. Leggi la scheda progetto con tutti i dettagli sulle attività previste per i volontari.
 
 
Opportunità: con FOCSIV è possibile svolgere attività di volontariato a breve e lungo termine, in Italia e all’estero, nonché il servizio civile. Per maggiori informazioni consultare la pagina web dedicata.
 
 
Link utili:
 
A cura di Onofrio Pio Lattanzi

Rubrica

Follow Us on

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, solo per alcune funzionalità tecniche dei servizi offerti.
Puoi prendere visione dell’informativa estesa sull’uso dei cookie cliccando QUI.

Cliccando su "ok" acconsenti all’uso dei cookie.