Nell’ambito dell'Azione 5.1 del Programma europeo Gioventù in Azione, la LVIA, in collaborazione con il Coordinamento Comuni per la Pace della Provincia di Torino, il Consorzio Ong Piemontesi, l'Associazione Forlì nel Mondo LVIA, l'Associazione Vivi e lassa viviri di Palermo, l'ARCI Ragazzi Firenze, la Cooperativa L’ARCA di Cuneo e le amministrazioni comunali dei territori coinvolti, organizza dal 9 all'11 novembre un seminario nazionale di incontro e di dialogo strutturato tra giovani e responsabili delle politiche della gioventù dal titolo "Giovani e decisori politici a confronto: spazi di partecipazione e nuovi diritti in una società europea". Il seminario avrà luogo a Torino,  presso la struttura dell'Open011.
 
Il progetto
L'obiettivo del progetto, in continuità con le azioni promosse dalla LVIA all'interno del percorso "Giovani e Intercultura: un anno di dialoghi", conclusosi nel dicembre 2011 e che ha visto il coinvolgimento di circa 13.000 giovani in sei regioni italiane, è quello di accrescere le competenze di partecipazione alla cittadinanza attiva nei giovani, italiani e stranieri, sviluppando un’attitudine positiva al dialogo con persone provenienti da background diversi e con i decisori politici delle proprie città. In particolare, l'argomento in merito al quale si vuole avviare il dibattito è quello dell’inclusione sociale e del riconoscimento dei diritti di cittadinanza alle persone di origine straniera, ed in particolare ai giovani di seconda generazione, in una società interculturale come è quella italiana odierna.
 
Per informazioni scrivere a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
 
Pubblicato in Eventi e Ultime Notizie

l'Istituto Affari Internazionali organizza una conferenza su

The EU and India: Approaches to Conflict and Peace

Venerdì 19 ottobre 2012
dalle ore 9.30 alle ore 16.00


Residenza di Ripetta
Via di Ripetta, 231
- Sala Esedra -
Roma


- lingua di lavoro: inglese senza traduzione simultanea -


---------------------------------------------------------------------------------
Il progetto mira ad analizzare in che modo i conflitti socio-economici e politici intra-stato sono percepiti e gestiti attraverso iniziative di governance in corso in India e nell'Ue.
Sulla base di casi-studio, vengono valutati l'effetto e l'impatto di tali iniziative sui conflitti laddove questioni identitarie e diritti delle minoranze sono preminenti.
I casi-studio in questione riguardano Bihar, Bosnia, Cipro, Georgia, India nord-orientale e Kashmir.
Essi sono condotti da gruppi di ricerca indiani ed europei. In questo progetto lo IAI guida il gruppo di lavoro policy conclusivo e partecipa ai gruppi di lavoro su Cipro e Georgia.


Programma (link)

Modulo di registrazione (link)

____________________________________

Istituto Affari Internazionali (IAI)

Tel. +39 063224360 (Switchboard)
Fax +39 063224363
E-mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Web www.iai.it
Twitter IAIonline

 
 
Pubblicato in Eventi e Ultime Notizie
All’università “Parthenope” di Napoli la Fondazione Cesaretti ha organizzato un workshop dal titolo “Sistema giovani e sostenibilità del benessere: il WWF Italia si presenta”. Lo scopo di questo workshop è chiaro: indirizzare i giovani al mondo del WWF,  renderli partecipi delle sue attività e, contemporaneamente, approfondire le tematiche di ecosostenibilità, green economy e rispetto dell’ambiente.
 
Conclusasi l’apertura con i saluti del Magnifico Rettore dell’Università “Parthenope” di Napoli Claudio Quintano, del Vicepresidente del WWF Campania Piernazario Antelmi e dell’Assessore alla formazione e lavoro della Regione Campania Severino Nappi, assistiamo ad un susseguirsi di interventi di notevole interesse da parte di numerosi esperti in materia di economia sostenibile.
Tra i primi interventi, vi è quello del prof. Cesaretti che cerca risposte all’annoso problema inerente il “futuro dei giovani in Italia”, e  porta l’attenzione sul fatto che, in questo particolare momento, sono le istituzioni a dover ragionare su nuove prospettive per il mercato del lavoro; il professore focalizza il suo intervento sul concetto che si debba “lavorare non solo per i giovani, ma con i giovani”. Solo in tal modo, sostiene Cesaretti, si potranno cercare risposte che garantiscano impegno sociale e la formazione di una reale cittadinanza attiva.
Sulla scia del prof. Cesaretti, Augusto Marinelli, già Rettore dell’Università degli Studi di Firenze, si sofferma sul fatto che è “la qualità del capitale umano che può sviluppare un buon capitale sociale”: in sintesi, è interessante il fatto che si riconosca l’ecosostenibilità non come un processo per migliorare la qualità di vita, bensì come garante per la sopravvivenza della specie. Il problema del boom demografico e l’aver a che fare con un clima che non dà punti di riferimento, dovrebbero portare alla ricerca e alla formazione di investimenti che non escludano l’ecosostenibilità, ma che al contrario, la favoriscano. Lo slogan dovrebbe essere, sì al risparmio, ma senza escludere l’ambiente.
 
Decisamente interessante è anche l’intervento del prof. Manelli, Direttore Generale dell’INEA (Istituto Nazionale di Economia Agraria), che illustra come l’impresa agricola sia diventata negli ultimi anni una miniera d’oro dalle molte opportunità di lavoro. Luogo la cui parola chiave è “multifunzionalità”, questo genere di settore può esistere solo qualora rispetti i canoni di biodiversità ed ecosostenibilità. Il professore fornisce una panoramica sulle svariate opportunità di lavoro offerte da tale settore dato il bisogno di personale qualificato che si occupi di sicurezza alimentare, semplificazione della capacità produttiva con risorse strettamente ecosostenibili e controllo sulla qualità alimentare. In pratica, non sono i mercati ad essere saturi, ma è la mancanza di capacità produttiva che non permette l’evolversi del sistema agricolo.
 
D’altra parte, a colpire di più la platea, è l’intervento di uno dei rappresentanti del WWF Italia, Marco Costantini, il quale spiega come “si possa vivere lavorando sulla conservazione dell’ambiente” e descrive le professionalità richieste dal WWF di recente. Si spazia dai classici profili per la conservazione ambientale, fino a nuovi filosofi, ingegneri, diplomatici e linguisti. Il motivo di questa presunta anomalia, risiede nel fatto che l’ambiente è ormai un settore dove gli investimenti fioccano e, poichè, come sappiamo, la prima cosa sulla quale si risparmia in bilancio è la tutela ambientale, di conseguenza anche le organizzazioni che si occupano di combatter lo sfruttamento e il degrado dell’ecosistema devono operare oltre lo spazio dell’attivismo e formalizzarsi su un piano economico, giuridico, di comunicazione interculturale e di mediazione tra le parti.
 
Alla fine del convegno alcune domande sorgono spontanee: dopo Kyoto, dirigendoci verso il 2015, cosa è stato fatto per l’ambiente? Cosa rimane da fare? Cosa si può innovare? Quali sono le nuove frontiere della green economy?
 
È il bisogno di facce nuove, di nuove idee, di nuovi profili che muove queste organizzazioni verso un nuovo futuro, un futuro dove “il cambiamento che vuoi inizia da te” (cit. WWF Italia).
Questo sarà appunto una delle tematiche principali affrontate nel prossimo RomeMUN, che si terrà dal 7 all’11 marzo 2013 a Roma. In particolare, una delle commissioni, l’UNEP, sarà chiamata a dibattere sulle problematiche riguardanti la green economy e la sostenibilità ambientale. Essendo la simulazione incentrata sugli Otto Obiettivi del Millennio, sarà interessante vedere quali soluzioni i ragazzi troveranno alle problematiche loro sottoposte. E chissà se qualcuno di loro riuscirà a scorgere la giusta via per porre fine ad un problema la cui soluzione, in un mondo in cui la sostenibilità ambientale non può essere più un lusso, è divenuta ormai una necessità per la sopravvivenza.
Alessio Mirra
Pubblicato in Rubrica
Iil prossimo 16 ottobre l'ISPI, in collaborazione con Assolombarda e la rivista “east”, promuove la Conferenza Internazionale:

Turkey as an Emerging Regional Power:
Challenges and Opportunities

L’evento sarà un’occasione di approfondimento e dibattito sulle prospettive e sul ruolo della Turchia in un contesto regionale attraversato da crisi e profonde trasformazioni. Ne discuteranno, tra gli altri, Egemen Bağiş (Ministro turco per gli Affari Europei), Marta Dassù (Sottosegretario di Stato, Ministero degli Affari Esteri), Federico Ghizzoni (Amministratore Delegato, UniCredit S.p.A.), Osman Faruk Loğoğlu (membro del Parlamento turco e Vicepresidente del CHP; ex Ambasciatore turco a Washington) e Alberto Meomartini (Presidente, Assolombarda).
Il programma dei lavori si svolgerà presso Palazzo Clerici (Via Clerici, 5 - Milano) dalle 14.30 alle 18.00.

La nostra Segreteria è a disposizione per una Sua eventuale adesione (tel. 02 86 93 053 - e-mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. - sito: www.ispionline.it).
 
Pubblicato in Eventi e Ultime Notizie
Piattaforma ONG italiane Medio Oriente e Mediterraneo 
INVITO
 
 
L’Italia nel Mediterraneo e in Medio Oriente: 
Cooperazione internazionale  e Società Civile per la Democrazia e la Pace
Centro Congressi Cariplo - via Romagnosi 8 - MILANO 
27 settembre 2012 (14,30 – 17,30) ore 14 registrazione dei partecipanti
 
    “Si può dire che buona parte dei Paesi Arabi ha adottato per anni politiche basate sulle indicazioni fornite dall’accordo di partenariato Euro Mediterraneo e dagli accordi bilaterali, ma anche seguendo le indicazioni di istituzioni internazionali quali il Fondo Monetario Internazionale o la Banca Mondiale.
    Queste politiche erano fondate principalmente su scelte economiche che miravano all’integrazione nell’economia globale, promuovendo gli investimenti stranieri allo scopo di aumentare il tasso di crescita laddove invece c’era la necessità di ridurre o snellire il sistema normativo nazionale, il ruolo dello Stato e di rafforzare il settore privato verso un’economia liberale e verso il libero mercato. Dopo decenni di implementazione di queste tendenze e di queste scelte i risultati non sembrano particolarmente positivi! Non abbiamo raggiunto lo sviluppo e stiamo ancora affrontando importanti sfide economiche e sociali come la povertà, la disoccupazione o l’emarginazione sociale. Ora, dopo le rivoluzioni, è fondamentale identificare quali motivi e ostacoli siano realmente alla base di queste inefficienze politiche.” E’ molto esplicito Ziad Abdel Samad dell’ Arab NGO Network for Development (ANND), nell’intervista che ci ha rilasciato nei giorni scorsi per essere presentata al seminario sulla cooperazione nel Mediterraneo e nel Medio Oriente. Così come Padre Paolo Dall’Oglio che ci richiama ad una condivisione di intenti e di pratiche forti e coerenti con i reali bisogni della Regione.

Questa è la sfida che la Piattaforma ONG italiane Medio Oriente e Mediterraneo ha voluto raccogliere nell’organizzare un Fuori Forum, che richiami a scelte di cooperazione capaci di uscire da rigidi schemi culturali, tecnici e burocratici, per contribuire in modo significativo ai complicati processi di pacificazione, di tutela dei diritti, ma anche di un indispensabile ed equo sviluppo economico di cui tutta l’area ha urgente bisogno.
PROGRAMMA  
ll seminario fa parte degli eventi previsti nell’ambito del Forum Nazionale della Cooperazione promosso dal Ministero per la Cooperazione Internazionale e l’Integrazione, che si terrà a Milano nei giorni 1 e 2 ottobre 2012.
Potete trovare tutte le informazioni relative al Forum della Cooperazione nel sito: http://www.ongs.it/ 
Per informazioni: 02 2822852 
 
Per partecipare all'evento, è necessario registrarsi: cliccare qui      
 
Pubblicato in Eventi e Ultime Notizie
L'EDUEXPO é un salone dell'orientamento rivolto a tutti coloro che desiderano pianificare un'esperienza in un paese straniero. Durante l'evento, i visitatori potranno incontrare i responsabili degli uffici ammissione di università e college stranieri, oltre a rappresentanti di agenzie governative e agenzie di consulenza che forniranno informazioni dettagliate su opportunità di studio e tirocinio all'estero.
Corsi di Lingua, Programmi Universitari, Master, MBA, Corsi Estivi, Opportunità di Tirocinio e Programmi di Studio-Lavoro. Una giornata di incontri per informarti su destinazioni, sistemazioni, borse di studio e visti. La tua esperienza all'estero parte da qui! Approfitta di questa opportunità per partire e differenziarti!
Pubblicato in Eventi e Ultime Notizie

Anche quest'anno la Sapienza rinnova l’appuntamento annuale di orientamento con le nuove matricole 2012-2013 che desiderano ricevere informazioni sull’offerta formativa dell' Ateneo. Presso la Città universitaria saranno allestiti gli stand delle facoltà che resteranno aperti dalle 9.30 alle 18.00: i giovani potranno incontrare i docenti e ricevere il materiale informativo sull'università e sulle modalità di accesso ai corsi. Per ciascuna facoltà, si svolgeranno, inoltre, conferenze di presentazione nell'Aula Magna del Rettorato, che saranno anche trasmesse via web in videostreaming.

 

Locandina 2012 Porte Aperte alla Sapienza
 
 
Fascicolo di presentazione della facoltà di Scienze Politiche
 

Pubblicato in Eventi e Ultime Notizie
Europa senza guida - Italia senza sovranità
 
10 luglio 2012, ore 17.30
 Senato della Repubblica
 Sala Atti Parlamentari - Convento di S. Maria sopra Minerva
 Piazza della Minerva 38, Roma
 
 Un’ Europa senza guida e un’ Italia senza sovranità sono i temi al centro del convegno organizzato dalla Fondazione Magna Carta, presieduta dal Sen. Gaetano Quagliariello, e dall’Osservatorio Politico Economico diretto da Antonio Pilati.
Nel corso del convegno verrà presentato il Rapporto dell’Osservatorio, che ha avuto come centro di interesse l’Europa: l’architettura istituzionale, i rapporti di forza, la ratio delle scelte di politica economica, il sistema finanziario, il debito pubblico e il mercato del lavoro.
 
 
PARTECIPANO
Fabrizio Cicchitto, Gianni De Michelis, Mariastella Gelmini,
Rainer Masera, Gaetano Quagliariello, Maurizio Sacconi
 
 
CON I CONTRIBUTI A CURA DI:
Giuseppe Bivona, Paolo Del Debbio, Lodovico Festa, Francesco Forte,
Giancarlo Galli, Carlo Jean, Emmanuele Massagli, Carlo Pelanda,
Gian Michele Roberti, Marcello Zacchè
 
 
È necessario confermare la presenza
e-mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. - tel. 06 4880102 - 06 42014442
Obbligo di giacca e cravatta
Pubblicato in Eventi e Ultime Notizie

Mercoledì 11 luglio dalle 10:00 alle 17:00 presso la sede di ASVI Social Change (Piazza Cavour 3 Roma), si terrà il convegno “TERZO SETTORE e Competenze per il Futuro: confronto con i protagonisti”, organizzato da ASVI Social Change.


Un’occasione imperdibile per confrontarsi su alcune tendenze in atto che segneranno un diverso approccio nelle relazioni con i grant makers e nel ‘fare nonprofit’.

Meno ‘donatori’ e più ‘investitori’, meno finanziamenti pubblici e più Social Business, meno ‘grant seekers’ e più ‘business partners’, meno ‘attività’ e più ‘risultati’, meno ‘obiettivi’ e più ‘impatto sociale’, meno ‘onlus’ e più ‘impresa sociale’.

Quali nuove competenze occorreranno e quali saranno obsolete nei prossimi 10 anni?
Quali saranno le competenze ed i profili professionali più necessari?
Come cambierà il modo di progettare e fare Fundraising?
Come cambierà la managerialità nelle organizzazioni?

Parteciperanno alla giornata: Marco Crescenzi, Presidente ASVI, Massimo Pesci, Responsabile Marketing e Fundraising di AGIRE e Direttore del Master ASVI in FundRaising Management, Federico Marcon, Direttore ONG Don Carlo Gnocchi, Stefano Oltolini, Responsabile Ufficio progetti estero Fondazione Aiutare i Bambini, Roberto Randazzo, principale esperto italiano di finanza sociale e docente presso ASVI e Bocconi, Marco Morganti, Amministratore Delegato Banca Prossima, rappresentanti di OxfamFairtradeIdee in Rete e molti altri.
Sul versante internazionale saranno previsti collegamenti in videoconferenza con due partner ASVI: l’Asian Institute of Technology di Bangkok (Thailandia) e l’Instituto de Tecnologia Social di San Paolo (Brasile).

Verranno anche presentati due position paper di ASVI:
L’Impact Finance e le competenze per accedere”, con Roberto Randazzo, sul tema delle nuove strategie di finanziamento per le organizzazioni nonprofit; “L’evoluzione del Fundraising e dei Fundraiser” con Massimo Pesci



La partecipazione alla giornata è gratuita.
Per info e prenotazioni:
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
06 50 88 443

Pubblicato in Eventi e Ultime Notizie
Il 5 luglio 2012, alle ore 18.30, Aspenia e ISPI promuovono a Roma (Palazzo Lancellotti - Piazza Navona, 114) una Tavola Rotonda dal titolo:
                                                                                                                       IL PARADOSSO EUROPEO
Lincontro è organizzato in occasione della pubblicazione del numero 57 della rivista Aspenia, intitolato Elezioni e potere globale. L'adesione è obbligatoria, in considerazione del numero limitato di posti disponibili. Se desiderate partecipare, inviate una mail all'indirizzo Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. entro il 28 giugno. L'accesso in sala sarà consentito soltanto a coloro che avranno ricevuto conferma della registrazione. 

Parteciperanno:

Giuliano Amato, Giancarlo Aragona, Marta Dassu', Enrico Letta, Enzo Moavero Milanesie Giulio Tremonti.

L'evento si terra' a Palazzo Lancellotti - Piazza Navona, 114 - Roma. 

 
Pubblicato in Eventi e Ultime Notizie

Rubrica

Follow Us on

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, solo per alcune funzionalità tecniche dei servizi offerti.
Puoi prendere visione dell’informativa estesa sull’uso dei cookie cliccando QUI.

Cliccando su "ok" acconsenti all’uso dei cookie.