AIESEC offre l’opportunità di prendere parte ad un progetto di volontariato a Lublino, per diffondere la consapevolezza legata all’Obiettivo di Sviluppo Sostenibile ONU n.4: Educazione di qualità

 

Per altre opportunità simili visita la sezione Cooperazione

 

Ente: AIESEC è il network internazionale di giovani più grande al mondo, presente in più di 120 Paesi e Territori. L’ obiettivo principale è quello di sviluppare una leadership consapevole nei giovani tramite esperienze di volontariato e tirocinio all’estero. Dal 2015, inoltre, AIESEC collabora con le Nazioni Unite per il raggiungimento degli Obiettivi di Sviluppo Sostenibile dell’agenda 2030: ogni progetto è connesso ad una specifica problematica e permette ai ragazzi di agire, tramite piccole azioni quotidiane, alla risoluzione e sensibilizzazione di questo obiettivo.

 

Dove: Polonia - Lublino

 

Destinatari: ragazzi dai 18 ai 30 anni

 

Quando: 1 marzo - 12 aprile

 

Scadenza: 23 febbraio 2019

 

Descrizione dell’offerta: Con il progetto International Education, dal 1 Marzo al 12 Aprile, AIESEC ti da l’opportunità di contribuire a migliorare la qualità dell’educazione in asili e scuole dell’infanzia a Lublino, Polonia. Il progetto mira a migliorare le capacità comunicative di questi bambini e, in particolare, a far incontrare e diffondere l’accettazione di diverse culture.

Le principali attività che il volontario svolgerà saranno preparare lezioni interattive sulla propria cultura e insegnare l’inglese.

 

Requisiti:  buona conoscenza dell’inglese e attitudine all’insegnamento

 

Costi/Retribuzioni: La quota associativa per partecipare al programma Global Volunteer è di 300 euro. L’alloggio e un pasto al giorno sono inclusi nella quota di partecipazione.

 

Guida all’application: Il processo di selezione consiste in una chat nella quale il candidato potrà presentarsi e motivare la scelta del progetto. Per candidarsi visitare la pagina dedicata all’offerta.

 

Informazioni utili:  Prima di arrivare in Polonia, i candidati selezionati dovranno provvedere alla propria assicurazione sanitaria

 

Link utili: aiesec.org

Pagina del progetto           

           

Contatti Utili:  per ulteriori informazioni contattare Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.



a cura di Sheila Fidelio

La redazione carriereinternazionali.com declina ogni responsabilità sull’attendibilità delle informazioni contenute nella scheda. Per informazioni in merito all’opportunità, contattare l’ente proponente.

LA REDAZIONE

Vuoi iniziare una carriera internazionale? Dai uno sguardo alle attività della nostra associazione su www.festivaldellecarriereinternazionali.org





Giunto ormai alla sua decima edizione, il Festival delle Carriere Internazionali si preannuncia come uno degli eventi internazionali più importanti in questo settore, coinvolgendo studenti brillanti pronti a sfidarsi a colpi di simulazioni e diplomazia. Sei curioso di scoprire di che si tratta? Leggi le storie e le testimonianze di chi ha già partecipato nelle scorse edizioni e non vede l’ora di rimettersi in gioco per questo straordinario decimo anniversario!

Per molti il Festival delle Carriere Internazionali è un’occasione unica per mettersi in gioco e per mettere in pratica le proprie conoscenze acquisite durante il percorso di studi. È il caso di Luca De Cristofaro, 22enne italo-brasiliano iscritto al corso di Relazioni Internazionali presso l’Orientale di Napoli. Luca ha partecipato già al RomeMUN 2018 e quest’anno si occupa anche di promuovere l’evento tra i suoi colleghi. “Il RomeMUN? È un po’ come essere alle Olimpiadi delle simulazioni, si è in competizione con partecipanti provenienti da tutto il mondo, con background e culture diverse”. Non solo, è anche un’opportunità per affinare le proprie doti personali oltre che le proprie capacità diplomatiche, “con la delegata con la quale ho avuto i dibattiti più accesi ho un fantastico rapporto ancora oggi e non vedo l'ora di rivederla al RomeMUN 2019!” ha raccontato Luca.

Un’esperienza stimolante e rivelatrice anche per Francesco Merendino, studente siciliano di 21 anni iscritto alla Facoltà di Giurisprudenza dell’Università di Messina che vede il suo futuro nel mercato internazionale. Per Francesco il Festival è una delle migliori palestre possibili per prepararsi alle sfide lavorative di domani, dove la sfida maggiore è con se stessi: “in un mondo globalizzato se si vuole emergere dalla massa bisogna sempre testare il proprio livello”. Ma il Festival è anche un’esperienza che lascia un segno nel profondo, “quando sono tornato a casa mi sentivo ridimensionato: stare a contatto con coetanei provenienti da tutto il mondo mi ha aperto la mente, mi ha fatto capire che molte delle mie certezze non avevano basi solide ed è stato per me un grande stimolo

C’è poi chi quest’anno parteciperà al Festival per la prima volta e non vede l’ora di confrontarsi con altri giovani che come ogni anno arrivano da ogni parte del mondo per prendere parte a intense giornate di simulazioni, workshop, seminari ed eventi di recruitment. È il caso ad esempio di Úrsula e Yasmin, due ragazze brasiliane di 19 e 20 anni che studiano Legge all’Università di Lisbona, in Portogallo, e che insieme a molti altri compagni di studio rappresenteranno la loro università al Festival (foto in alto). Per loro il Festival è un punto di partenza per scoprire le diverse possibilità offerte dal mondo delle carriere internazionali e per conoscere i punti di vista dei loro coetanei internazionali riguardo alle possibili soluzioni per affrontare i confitti e le sfide del nostro secolo. Entrambe determinate a perseguire una carriera nel campo del diritto internazionale, si sono dette entusiaste di far parte di un evento così grande “credo che il mondo vada ogni giorno di più nella direzione dell’unificazione e dell’integrazione tra le diverse nazioni, sono felice di contribuire affinché ciò si realizzi” ha dichiarato Úrsula.

E tu cosa aspetti? Iscriviti subito al Festival delle Carriere Internazionali e vivi anche tu un’esperienza indimenticabile!

 

 

 

 

Abbiamo chiesto alle ragazze e ai ragazzi che vi accompagneranno durante la 10^ edizione del Festival delle Carriere Internazionali di raccontarci la loro esperienza, scopri chi sono!

 

Quest’anno il Festival delle Carriere Internazionali festeggia la sua decima edizione, confermando il successo di un evento che da anni permette a giovani studenti provenienti da tutto il mondo di mettersi in gioco e di vivere un’esperienza unica nella meravigliosa cornice della capitale d’Italia. Un successo che non sarebbe possibile senza l’entusiasmo e la dedizione di giovani intraprendenti che hanno scelto di dedicare il loro impegno alla realizzazione del Festival. Ognuno di loro ricopre un ruolo chiave all’interno dei progetti che compongono il Festival: il RomeMUN, il Press Game, il Business Game e il Corso di Orientamento alle Carriere Internazionali. Hai voglia di conoscerli? Li abbiamo intervistati per voi ed ecco le loro storie e le loro esperienze!

 

Luca Marco Giraldin von Lahnstein – Direttore Business Game, Comitato Direttivo

Imprenditore di successo nel settore Food e Luxury e con esperienza professionale nel campo del marketing, consulenza manageriale e strategica, Luca Marco è l’ideatore e il direttore del Business Game, nonché membro del Comitato Direttivo del Festival delle Carriere Internazionali. La sua collaborazione con GnM è iniziata nel 2011 e da allora il suo contributo si è fatto sempre più concreto, arrivando alla progettazione del Business Game che quest’anno vedrà la sua terza edizione. Luca infatti ha voluto portare la sua esperienza all’interno del festival per aiutare i giovani interessati a seguire un percorso professionale in area business a capire come “avere la libertà di poter scegliere il proprio futuro, realizzarlo secondo le proprie ambizioni, con coraggio, dedizione e ricevendo delle adeguate gratificazioni. Questo è il successo”. Perché inserire il Business Game all’interno del Festival? Perché in una realtà sempre più internazionale e competitiva, i giovani non possono limitarsi alle conoscenze accademiche ma hanno bisogno di sviluppare abilità trasversali, meglio se in una realtà associativa come quella di GnM. Oggi Luca porta avanti la sua avventura imprenditoriale grazie a una nuova sfida negli Stati Uniti con il lancio del marchio “Patavini”, una food boutique alimentare e laboratorio di produzione di pasta fresca nel cuore di New York. Il segreto che ha reso la sua iniziativa competitiva? Un’analisi approfondita del mercato americano nel campo della produzione e distribuzione alimentare, insieme a un corretto posizionamento nei canali distributivi e a una costante tensione verso l’eccellenza. Sono queste e molte altre le tematiche che affronteranno i partecipanti al Business Game 2019, cos’altro aspetti? iscriviti qui

 

Jorge Alejandro González Galicia – Deputy Director

Jorge è un ragazzo di origini messicano-guatemalteche che collabora da molti anni al Festival delle Carriere Internazionali e che quest’anno ricoprirà il ruolo di Deputy Director. Eccellente comunicatore, il suo più grande sogno è di dar voce alle proprie idee per creare un impatto positivo nella società.  Il motivo che ha spinto Jorge a unirsi al team di Giovani nel Mondo è “l’opportunità che rappresenta un’organizzazione come GnM: connettere i giovani attraverso il potere del dialogo e della diplomazia”. Negli anni, GnM gli ha permesso di entrare in contatto con migliaia di persone provenienti da tutto il mondo che come lui sono determinate a vincere le sfide contemporanee. Jorge ci ha confessato di aver viaggiato molto di più con i suoi nuovi amici internazionali di quanto non abbia mai fatto con i suoi compagni di studio o i suoi colleghi di lavoro, “è buffo perché non immagineresti mai che qualcuno che vive a più di 100 chilometri di distanza possa condividere così tanto con te e in così tanti modi diversi”. Condividi anche tu i suoi sogni? allora partecipa alla 10^ edizione del Festival, iscriviti qui

 

Alina Barsamyan – Under Secretary General RomeMUN

Alina Barsamyan è una ragazza di origine armene che ha fatto del mondo casa sua fin dall’età di 7 anni e quest’anno sarà Under Secretary General del RomeMUN. Studentessa di Relazioni Internazionali al King’s College di Londra, come Jorge anche Alina ha partecipato a molte edizioni del Festival e non vede l’ora di assistere alla decima edizione che già prospetta come “la più grande e la migliore di sempre”. Alina ci ha raccontato che quest’anno il Segretariato del MUN ha lavorato duramente per inserire nuovi Comitati e argomenti di dibattito, “spero che i delegati portino con sé i migliori ricordi possibili di questo decimo anniversario e che ritornino in futuro proprio come abbiamo fatto noi”, ha aggiunto. Il punto di forza del Segretariato del RomeMUN è la multiculturalità che contribuisce a rendere il Festival davvero internazionale. “Viviamo in un’era di rapida globalizzazione ed è importante capire come siamo estremamente interconnessi. Per questo un MUN di successo deve celebrare la diversità in ogni sua forma e avvalersi delle differenze per educare a nuove culture, tradizioni e stili di vita.” Se vuoi unirti a questo team multiculturale, iscriviti qui

 

Shanthi Kodituwakku – Program Director del Press Game

Multiculturalità è anche la parola che meglio descrive Shanthi, la Program Director del Press Game. Di origini Italo-srilankesi, Shanti si sente da sempre appartenente al mondo intero. Prima di arrivare a Messina, dove lavora per un online periodical, Shanthi ha viaggiato in Inghilterra, Italia, India, Sri Lanka e Messico, vivendo a contatto con culture diverse. Da questa esperienza Shanthi ha capito che voleva dar voce a quello che aveva visto. Per questo ha deciso di studiare giornalismo e di unirsi al team di GnM scegliendo il percorso offerto dal Press Game. “Seguendo un corso di studi basato sul giornalismo e la comunicazione, il Press Game è stato immediatamente il progetto che ho sentito più adatto a me” ci ha raccontato Shanthi. Il valore fondamentale del Festival, secondo Shanthi, sta nel colmare la lacuna esistente in Italia tra università e mondo del lavoro: “Le università dovrebbero agire da ponte avvicinando i giovani al mondo del lavoro, ma se questo è vero per pochi atenei, resta un’utopia per altri”. In un mondo globalizzato, sarebbe impossibile immaginare la vita senza l’informazione… o il Festival senza il Press Game! Anche tu la pensi così? iscriviti subito

 

Ebenezer Essilfie-Nyame – Comitato Scientifico

Ebenezer è un giovane professionista che collabora con l’Ufficio Regionale per l’Africa della FAO ed è membro del comitato scientifico del Festival. Secondo la sua esperienza, per capire la propria strada all’interno del vasto mondo delle carriere internazionali bisogna seguire le proprie passioni, specializzarsi in un campo e dedicarsi con impegno ad affidare le proprie competenze. Il Festival delle Carriere Internazionali è la piattaforma migliore per esplorare diversi percorsi di carriera in un ambiente multiculturale. “Attraverso il sostegno di professionisti e diplomatici, i partecipanti non solo possono entrare a contatto con più di 100 nazionalità diverse, ma hanno anche l’opportunità di imparare da esperti di alto livello nel campo delle relazioni internazionali, dell’economia e della comunicazione”. Ebenezer ci ha anche raccontato di quanto sia importante il Festival per i giovani provenienti da paesi Africani, un evento di successo riconosciuto a livello internazionale che offre ai giovani talenti del suo continente l’opportunità di farsi conoscere e di coltivare i valori fondamentali del Festival per quelli che saranno i leader di domani.

 

Vorresti essere tra i protagonisti delle prossime edizioni del Festival delle Carriere Internazionali?

Non perdere altro tempo prezioso e dai il via alla tua carriera internazionale con un’esperienza imperdibile partecipando all' International Career Festival! Per iscriverti clicca qui

 

A cura di Sheila Fidelio

Il 25 settembre, 25 giovani attivisti anti-povertà di ONE hanno portato un potente messaggio al cuore delle istituzioni italiane, invitando Deputati, Senatori e Ministri a fare ciò che è nel proprio potere per contribuire a sostenere la lotta contro la povertà estrema durante i loro rispettivi mandati. I Giovani Ambasciatori si sono recati a Roma per il lancio della campagna ONE Vote Italia che è coinciso con il terzo anniversario dell’adozione degli Obiettivi di sviluppo sostenibile in sede ONU.

Il lancio della campagna ha visto gli Youth Ambassador impegnati a fare la spola tra Palazzo Montecitorio, Palazzo Madama e la Farnesina per presentare la campagna a rappresentanti politici di diversi schieramenti e per esortarli a garantire che le leggi italiane ed europee diano la possibilità ai più poveri del mondo di liberarsi più celermente dalla povertà estrema. Tra gli altri, hanno incontrato la Viceministra degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale Emanuela Del Re (Movimento 5 stelle), l’ex premier On. Paolo Gentiloni (Partito Democratico), il Vicepresidente della Camera Ettore Rosato (Partito Democratico), l’ex Presidente del Senato e leader di Liberi e Uguali Pietro Grasso, il Sen. Lucio Malan (Forza Italia) e il capogruppo dei 5 Stelle alla Camera Francesco D’Uva i quali hanno tutti apposto la loro firma in supporto alla causa.

I giovani attivisti hanno spiegato a coloro che hanno incontrato che la campagna ONE Vote vuole porre l’accento sul ruolo cruciale che l’Italia, in qualità di paese membro del G7 e del G20 nonché di uno tra i più grandi stati membri dell’Unione europea, può giocare ai fini dell’eradicazione della povertà estrema se saprà dimostrare leadership su questo tema a casa e in Europa. In merito hanno dichiarato:

Siamo entusiasti del supporto ricevuto dai tanti rappresentanti politici che abbiamo incontrato in occasione del lancio della campagna ONE Vote. Come noi, sono in molti a credere che gli investimenti nello sviluppo di lungo periodo siano fondamentali in un’era di molteplici sfide ed incertezze. L’Italia può e deve fare la sua parte affinché il mondo raggiunga gli Obiettivi di sviluppo sostenibile entro il 2030, primo fra tutti l’eradicazione della povertà in ogni sua forma.

Emily Wigens, referente di ONE per l’Italia, ha aggiunto:

La campagna ONE Vote vuole porre l’accento sulla necessità da parte dell’Italia, così come degli altri paesi europei, di far propria l’idea che il destino dell’Europa e dell’Africa sono interconnessi. Dalla stabilità e prosperità dell’uno, dipenderanno infatti la stabilità e la prosperità dell’altro. Una gioventù africana emancipata e che abbia accesso alle giuste opportunità educative e lavorative può fungere da motore della crescita globale, dell'innovazione e può modellare il futuro di entrambi i nostri continenti. È una situazione vantaggiosa per tutti.”

Wigens ha concluso: “La campagna ONE Vote ha raccolto largo interesse da parte di rappresentanti politici di diversi schieramenti dimostrando come la sconfitta della povertà estrema non ha un colore politico. La necessità di garantire una vita dignitosa a tutti, a prescindere dal paese di appartenenza, dovrebbe infatti essere un valore universale che trascende l’appartenenza politica.”

FINE

 

Cos’è ONE

ONE è un’organizzazione sostenuta da oltre 9 milioni di membri, tra i quali 70.000 in Italia, che opera con campagne e attività di sensibilizzazione per combattere la povertà estrema e le malattie prevenibili, soprattutto in Africa. Apolitica, ONE mira a sensibilizzare l’opinione pubblica e a lavorare di concerto con i leader politici per combattere l’AIDS e le malattie prevenibili, aumentare gli investimenti per l’istruzione, l’agricoltura e l’alimentazione e chiedere ai governi maggiore trasparenza nei programmi di lotta alla povertà. Per saperne di più visita: one.org

Programma “Youth Ambassador”

Gli ambasciatori ONE sono un gruppo di giovani volontari estremamente motivati, selezionati tramite bando pubblico, che conducono attività di sensibilizzazione in tutta Europa per porre fine alla povertà estrema. Sollecitano un impegno concreto dei responsabili politici, lavorano con i mezzi di comunicazione per aumentare la visibilità delle campagne ONE e incoraggiano il pubblico a sostenere le petizioni e le altre azioni ONE con attività online ed eventi locali. Per saperne di più visita: one.org/youthambassadors.

La Campagna ONE Vote Italia

Attraverso la campagna ONE Vote Italia, ONE esorta l’Italia a:

  • Continuare ad aumentare l’aiuto pubblico allo sviluppo (APS) italiano, stabilendo un’ambiziosa tabella di marcia per arrivare all’obiettivo di destinare lo 0,7% del reddito nazionale lordo all’aiuto allo sviluppo.
  • Aumentare, di pari passo ai livelli globali di aiuto allo sviluppo, gli investimenti tramite istituzioni multilaterali efficaci, come il Fondo Globale per la lotta all’AIDS, tubercolosi e malaria o Gavi - l’Alleanza per i Vaccini.
  • Garantire che il prossimo Quadro finanziario dell’Ue, il bilancio a lungo termine europeo, preveda un aumento dei fondi destinati allo sviluppo e raggiunga la cifra di 140 miliardi di euro.
  • Implementare norme innovative contro la corruzione per impedire che miliardi di euro siano sviati dai paesi in via di sviluppo ogni anno attraverso una rete di attività corrotte.
  • Contribuire a porre rimedio alla crisi globale rappresentata dal fatto che 130 milioni di bambine nel mondo non vanno a scuola, aumentando di 33 milioni di euro lo stanziamento a favore del Partenariato mondiale per l’istruzione (GPE).

 

Contatti Utili:

Endeavour House
189 Shaftesbury Avenue
London
WC2H 8JR
+44 (0)20 3019 6700

 

a cura di Sheila Fidelio

La redazione carriereinternazionali.com declina ogni responsabilità sull’attendibilità delle informazioni contenute nella scheda. Per informazioni in merito all’opportunità, contattare l’ente proponente.

LA REDAZIONE

 

 

Il portare ErasmusIntern.org ti permette di trovare il tuo prossimo tirocinio retribuito in ambito digitale grazie al programma Digital Opportunity Traineeship e al programma Erasmus+

 

Per altre opportunità simili visita la sezione Europa

 

Ente: ErasmusIntern.org offre una piattaforma integrata che mira ad avvicinare gli enti che offrono internship agli studenti alla ricerca di opportunità di tirocinio all’estero: le aziende e le organizzazioni possono pubblicare le proprie offerte di tirocinio e cercare aspiranti tirocinanti, mentre gli studenti che vogliono svolgere un tirocinio all’estero possono gestire i propri profili, cercare e candidarsi per i tirocini disponibili.

Dove: Uno dei paesi partecipanti al programma Erasmus+

 

Destinatari: Studenti universitari e neolaureati in base al regolamento della propria università sul programma Erasmus+

 

Quando: in base alla propria università di appartenenza

 

Scadenza: le scadenze dipendono dalla propria università di appartenenza

 

Descrizione dell’offerta: L’iniziativa Digital Opportunity Traineeships offre agli studenti di tutte le facoltà l’opportunità di conseguire competenze digitali attraverso un periodo di formazione sul lavoro presso le imprese aderenti. L’iniziativa, finanziata da Horizon 2020 e attuata attraverso Erasmus+, prevede tirocini transfrontalieri per più di 6000 studenti nel biennio 2018-2020. L’obiettivo è quello di fornire a studenti di tutte le discipline esperienza nel campo digitale nei settori più richiesti dal mercato.

I tirocini compatibili con Digital Opportunity Traineeship devono rientrare nei seguenti ambiti:

  • sviluppo di apps, software, scripts, websites,
  • installazione, manutenzione e gestione di sistemi e network IT systems,
  • data analytics,
  • cybersecurity,
  • cloud,
  • quantum/artificial intelligence,
  • encryption,
  • block chain,
  • data mining, privacy e visualisation,
  • linguaggi di programmazione,
  • Search Engine Optimisation (SEO),
  • digital marketing,

 

Requisiti:  studenti e neolaureati

 

Retribuzioni: circa 500€/mese

 

Guida all’application: Gli studenti dovranno presentare richiesta alla propria università in base alle tempistiche e alle modalità disposte dalla propria università per il programma Erasmus+

 

Informazioni utili:  L’Università Sapienza di Roma mette a disposizione dei propri studenti 150 contributi di mobilità, con scadenza 30 ottobre. Per info clicca qui

 

Link utili: Sito di riferimento

Pagina Digital Opportunity Traineeship

Offerta Sapienza

             

           

Contatti Utili:

Erasmus Student Network AISBL

Rue Joseph II / Jozef II-straat 120

1000 Brussels, BELGIUM

E-mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 

a cura di Sheila Fidelio

La redazione carriereinternazionali.com declina ogni responsabilità sull’attendibilità delle informazioni contenute nella scheda. Per informazioni in merito all’opportunità, contattare l’ente proponente.

LA REDAZIONE

 

Rubrica

Follow Us on

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, solo per alcune funzionalità tecniche dei servizi offerti.
Puoi prendere visione dell’informativa estesa sull’uso dei cookie cliccando QUI.

Cliccando su "ok" acconsenti all’uso dei cookie.