L'Università degli Studi Internazionali di Roma – UNINT con le sue tre Facoltà di Economia, Interpretariato e Traduzione e Scienze della Politica e delle Dinamiche Psico-Sociali si colloca al 2° posto in Italia per laureati triennali che hanno svolto periodi di studio all’estero nel corso degli studi universitari (41,1%), l'83% degli studenti magistrali ha svolto un tirocinio riconosciuto dal proprio corso di studi (triennale o magistrale) e il 90,8% dei laureati è soddisfatto dell’esperienza universitaria nel suo complesso (Almalaurea 2019).

 

L’Ateneo presenta un’offerta formativa articolata in corsi di laurea, corsi di laurea magistrale e percorsi formativi post lauream, quali dottorati di ricerca, master di I e di II livello, corsi di specializzazione, perfezionamento e aggiornamento professionale.

 

Il corso di laurea triennale in Lingue per l’interpretariato e la traduzione (L-12) forma figure professionali altamente qualificate in ambito linguistico ed è quindi rivolto a chi desidera intraprendere una carriera nel mondo dell’interpretariato e della traduzione con la possibilità di optare per uno dei seguenti percorsi: interlinguistico e culturale, politico-economico e trilingue. 8 le lingue di studio tra cui scegliere: arabo, cinese, francese, inglese, portoghese, russo, spagnolo e tedesco.

 

Il corso di laurea triennale in Economia e management d’impresa (L-18) consente agli studenti di scegliere tra due curricula di approfondimento: (1) digital business, incentrato sulla gestione dei processi di digital transformation e di marketing digitale; (2) international business, incentrato sul management dei processi di internazionalizzazione con insegnamenti in lingua inglese e lo studio obbligatorio di una seconda lingua a scelta tra arabo, cinese, francese, portoghese, russo, spagnolo e tedesco


Il corso di laurea magistrale in Interpretariato e traduzione (LM-94) fa parte della rete EMT (European Master’s in Translation) della Commissione europea, riconoscimento conferito ai corsi universitari che soddisfano elevati standard qualitativi nella formazione dei traduttori e consente di scegliere tra i seguenti percorsi: Traduzione e Interpretazione. La Facoltà gode di riconosciuto prestigio a livello nazionale e internazionale: è fra i tre membri italiani della CIUTI (Conférence Internationale Permanente des Instituts Universitaires de Traducteurs et Interprètes), prestigiosa associazione internazionale che riunisce le migliori facoltà universitarie per traduttori e interpreti del mondo.


Per quanti interessati all’ambito della comunicazione interculturale e della didattica è inoltre attivo presso la Facoltà un corso di laurea magistrale in Lingue per la comunicazione interculturale e la didattica (LM-37) con la possibilità di scegliere tra i seguenti ambiti di specializzazione: (1) Insegnamento di una lingua dell’Unione Europea; (2) Insegnamento di italiano per stranieri e di una lingua dell’Unione Europea; (3) Insegnamento di due lingue dell’Unione Europea; (4) Interculturale.

 

Il corso di laurea magistrale in Economia e management internazionale (LM-77) si caratterizza per la sua forte attenzione ai processi di digitalizzazione aziendale e di internazionalizzazione con l’obiettivo di rispondere alla crescente richiesta di figure specializzate nella gestione dei rapporti con interlocutori esteri. In tale ottica l’offerta formativa si caratterizza per la presenza di numerosi insegnamenti erogati in lingua inglese e per la possibilità di partecipare a programmi di double degree, ossia di conseguire un doppio titolo di laurea magistrale studiando un anno presso la UNINT e un anno presso uno dei suoi partner internazionali. È inoltre prevista la possibilità di studiare una seconda lingua straniera oltre all’inglese a scelta tra arabo, cinese, francese, portoghese, russo, spagnolo e tedesco.

 

Il percorso è articolato in modo da consentire agli studenti di scegliere tre quattro curricula di approfondimento che riflettono le principali opportunità di carriera offerte dal mercato del lavoro: (1) Lusso, made in Italy e mercati emergenti, che riguarda la gestione delle imprese di fascia alta o medio-alta nei settori principali del made in Italy quali food e fashion e approfondisce le loro prospettive verso i mercati emergenti; (2) Marketing digitale e mercati globali, che approfondisce l’uso dei nuovi media come strumento di export; (3) Relazioni internazionali, che riguarda la gestione degli organismi internazionali e delle ONG. 

 

Infine, si annovera il corso di laurea magistrale in Investigazione, criminalità e sicurezza internazionale (LM-52) che consente di proporsi in ruoli altamente professionali connessi al rafforzamento della sicurezza nazionale e internazionale, all’ideazione e gestione di attività volte alla prevenzione e al contrasto della criminalità organizzata e del terrorismo di matrice ideologico-religiosa, nonché all’analisi di quadranti geopolitici caratterizzati da instabilità politica o sociale. Il percorso prevede la possibilità di scegliere cinque insegnamenti e un laboratorio in lingua inglese, lo studio della lingua inglese a un livello avanzato con particolare riferimento alla terminologia e alla fraseologia utilizzate nelle sedi di cooperazione investigativa e giudiziaria e di una seconda lingua straniera a scelta tra arabo, cinese, francese, portoghese, russo, spagnolo e tedesco.

 

Iscrizioni aperte fino al 5 novembre 2019.

Per ulteriori informazioni visita il sito www.unint.eu.

 

Contatti
Ufficio orientamento
Email: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Tel: 06 510 777 409 

Memoria, nervi saldi, curiosità intellettuale, capacità di adattamento, rigore, concentrazione, professionalità, discrezione e diplomazia: questi i tratti distintivi della figura dell’interprete.

Diverse le tecniche di interpretazione consecutiva, simultanea, chuchotage, dialogica ecc. Molteplici i contesti situazionali in cui opera: conferenze internazionali, trattative aziendali, incontri bilaterali ecc. Svariate le sue possibili combinazioni linguistiche. L’interprete è una figura professionale altamente adattiva in grado di familiarizzare rapidamente con temi che non conosce e di mediare tra lingue e culture con fluidità e naturalezza, adottando ritmo d’eloquio e tono degli oratori che traduce e rispettandone intenzioni comunicative e registro.

 

La Facoltà di Interpretariato e Traduzione della UNINT è una delle poche realtà accademiche presenti sul panorama nazionale a formare interpreti e traduttori professionisti.

La Facoltà gode di riconosciuto prestigio a livello nazionale e internazionale: è fra i tre membri italiani della CIUTI (Conférence Internationale Permanente des Instituts Universitaires de Traducteurs et Interprètes), prestigiosa associazione internazionale che riunisce le migliori facoltà universitarie per traduttori e interpreti del mondo; il suo corso di laurea magistrale in Interpretariato e traduzione (LM-94) fa parte della rete EMT (European Master's in Translation) della Commissione europea, riconoscimento conferito ai corsi universitari che soddisfano elevati standard qualitativi nella formazione dei traduttori.

 

Le lingue di studio sono arabo, cinese, francese, inglese, portoghese, russo, spagnolo e tedesco. Presso la Facoltà sono attivi un corso di laurea triennale in Lingue per l'interpretariato e la traduzione (L-12), un corso di laurea magistrale in Interpretariato e traduzione (LM-94) e un corso di laurea magistrale in Lingue per la comunicazione interculturale e la didattica (LM-37).

 

Il corso di laurea triennale in Lingue per l'interpretariato e la traduzione fornisce una solida formazione linguistica e un'adeguata preparazione sulle culture dei paesi le cui lingue sono oggetto di studio. L'acquisizione di tali conoscenze e competenze è propedeutica a intraprendere percorsi formativi specialistici nel campo dell'interpretariato, della traduzione, dell'insegnamento delle lingue, del management e delle relazioni internazionali. L'articolazione del corso di laurea consente agli studenti di seguire le proprie inclinazioni e di definire il piano di studi scegliendo tra i seguenti percorsi: (1) Interlinguistico e culturale; (2) politico-economico; (3) trilingue e tra otto lingue di studio.

 

Il corso di laurea magistrale in Interpretariato e traduzione è parte della rete EMT (European Master's in Translation) e offre ai laureati la possibilità di misurarsi con realtà professionali di prestigio grazie a consolidati legami con istituzioni europee. Il Corso è strutturato per fornire competenze avanzate in interpretazione di conferenza, di trattativa e traduzione specializzata e consente di scegliere tra i seguenti percorsi:

 

  • Traduzione, che fornisce competenze traduttive avanzate dall'italiano a due lingue straniere e viceversa a scelta tra arabocinesefranceseingleseportogheserussospagnolo e tedesco su testi di carattere specialistico nei settori economico, giuridico, sociopolitico, saggistico-letterario, informatico, multimediale e biomedico. Sono inoltre previsti corsi di traduzione incrociata francese-inglese-francese e spagnolo-inglese-spagnolo. A ciò si aggiungono l'acquisizione di conoscenze approfondite e lo sviluppo di competenze di livello avanzato nella ricerca documentale e terminologica, nella redazione e revisione del testo, nonché nelle più recenti tecnologie applicate alla traduzione, mediante moduli formativi specifici tra cui traduzione assistita e post-editing, terminologia e localizzazione.
  • Interpretazione, che fornisce competenze specialistiche nelle diverse tecniche e modalità dell'interpretazione (dialogicaconsecutiva e simultanea) dall'italiano a due lingue straniere a scelta tra arabocinesefranceseingleseportogheserussospagnolo e tedesco e viceversa. Sono inoltre previsti corsi di interpretazione incrociata nelle seguenti combinazioni linguistiche: francese-inglese-francese; portoghese-inglese-portoghese;
    russo-inglese-russo; spagnolo-inglese-spagnolo.

 

Il corso di laurea magistrale in Lingue per la comunicazione interculturale e la didattica ha l'obiettivo di formare professionisti nell'ambito delle lingue e delle letterature straniere e consente agli studenti di definire il piano di studi assecondando le proprie inclinazioni e spaziando tra diverse lingue: sono insegnate lingue di cultura ufficialmente riconosciute nell'UE (inglese, francese, portoghese, spagnolo e tedesco), ma anche altre lingue di forte richiamo nel mondo contemporaneo (arabo, cinese e russo); sono inoltre offerti gli strumenti per indirizzarsi verso l'insegnamento dell'italiano come lingua seconda.

Gli studenti possono selezionare più combinazioni scegliendo tra i seguenti percorsi: (1) Insegnamento di una lingua dell'Unione Europea; (2) Insegnamento di italiano per stranieri e di una lingua dell'Unione Europea; (3) Insegnamento di due lingue; (4) Interculturale.

 

Tutti i corsi di laurea consentono allo studente di tratteggiare le linee del proprio progetto professionale già durante gli studi grazie alle 683 convenzioni attive per lo svolgimento di tirocini in Italia e all’estero.

 

Partecipa al prossimo open day dell’Università degli Studi Internazionali di Roma - UNINT l’11 maggio. Registrazioni al seguente link: www.unint.eu/open-day

 

Info: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. | 06 510 777 409 Università degli Studi Internazionali di Roma – UNINT

Via Cristoforo Colombo, 200 – 00147 Roma




Mondo Internazionale preferisce lasciar parlare i suoi associati e collaboratori, per spiegare più direttamente ciò che esso è e potrà essere. Dell’idea che senza di loro, nulla possa esistere oggi, vi presentiamo Stefano Cavallari, responsabile del progetto “Tra Scienza e Conoscenza”, Francesca Locatelli, responsabile del progetto “MIND-Nutrition Deal” e Isabella Poretti, responsabile del progetto “TrattaMI Bene”.

Stefano: Sono uno studente al secondo anno di Scienze politiche e delle Relazioni Internazionali. Attualmente sono un associato e copro la figura di responsabile per il progetto “Tra Scienza e Conoscenza”, occupandomi principalmente dell’organizzazione e delle attività di pubblicizzazione del progetto, tra cui la stesura di articoli e post che vengono poi caricati sui nostri canali social network. Da tempo sostengo che il cambiamento possa, e anzi debba partire dai giovani, in quanto futura classe dirigente e sono inoltre sempre più convinto che Mondo Internazionale mi stia dando questa possibilità. Si tratta infatti di un’Associazione giovane creata per i giovani, che ha come scopo principale quello di diffondere informazioni e promuovere attività formative per mezzo di articoli giornalistici, iniziative degli associati, conferenze, eventi e così via. Ho deciso di entrare a far parte dell’Associazione proprio per queste peculiarità e, infine, mi sono ritrovato a lavorare in un ambiente stimolante e con persone incredibili che mi stanno facendo crescere moltissimo professionalmente e caratterialmente, ma anche umanamente, che non è assolutamente una caratteristica da sottovalutare. love-models.net

Francesca: La fusione di culture alimentari differenti in un contesto di globalizzazione e l’importanza della sensibilizzazione ad una sana alimentazione, unitariamente all’attenzione che ai giorni nostri viene sempre più data all’ambito nutrizionale, è ciò che ha portato alla nascita del progetto MIND-Nutrition Deal. Con questo progetto, noi tre biologhe nutrizioniste, Dottoresse Maria Parisi, Francesca Locatelli e Federica Mascaretti, ci poniamo come obiettivi quelli di rendere note le peculiarità nutrizionali di altre culture e di sensibilizzare la popolazione ad una sana alimentazione attraverso la trattazione di tematiche differenti: esse sono entrambe indispensabili al fine dell’informazione riguardo ad un ambito spesso caratterizzato da confusione e false credenze. È senza dubbio un’esperienza elettrizzante e coinvolgente, con la quale speriamo di trasmettere, a coloro che seguiranno gli sviluppi del progetto, la passione e l’entusiasmo che ci accomuna nel prendere parte a questa meravigliosa iniziativa!

Isabella: Grazie a Mondo Internazionale io e il mio team abbiamo avuto la possibilità di usufruire di uno spazio attraverso cui sviluppare un progetto importante. Con questa associazione abbiamo trovato qualcuno che desse voce alle nostre idee, una finestra nella vita delle persone. Ci ha dato l'opportunità di essere cittadini del mondo in contatto con la gente. Il progetto di cui sono responsabile, "TrattaMi bene", è stato un ottimo punto di partenza per me e i miei colleghi al fine di dare il nostro piccolo contributo a una problematica che ci sta molto a cuore.

Inoltre scopri i progetti e gli obiettivi dell'associazione Mondo Internazionale

Se lavori con l’estero o all’interno di una multinazionale, ti capiterà con una certa frequenza di dover presentare progetti in occasioni di riunioni e meeting internazionali. L’inglese in questo caso è ovviamente la lingua franca da conoscere e utilizzare in modo impeccabile, per far sì che tutti i partecipanti possano comprendere al meglio i contenuti esposti e porti eventualmente domande pertinenti.

Ma come puoi prepararti per la presentazione? Di seguito ti spieghiamo come impostare il tuo lavoro al meglio e ti diamo utili consigli per esporre il progetto in modo chiaro ed efficace.

 

Presentazione in inglese: lo schema di base

Generalmente, una presentazione comprende alcune sezioni fondamentali. Di seguito te le elenchiamo, fornendoti anche qualche frase utile per introdurle in inglese:

 

Presentazioni: all’inizio del tuo discorso dovrai prima di tutto dire chi sei e descrivere brevemente il tuo ruolo in azienda. Se hai con te qualche collaboratore (per supportarti con dati o con ausili grafici), ricorda di presentare anche lui/lei al pubblico.

  • Good morning/afternoon/evening, everyone. First, let me introduce myself. I am [name], marketing coordinator at [company] and this is [name], junior marketing specialist.
  • Hi, I’m Max and I am the head of marketing at [company].

 

Introduzione: presenta brevemente il progetto nelle sue caratteristiche fondamentali: di cosa si tratta? Quale scopo si prefigge? In che modo intende raggiungere gli obiettivi?

  • We are here today to discuss…
  • I’ve called this meeting in order to show you…
  • I would like to take this opportunity to talk to you about…
  • I am delighted to be here today to talk about…

 

Parte centrale: la sezione in cui descrivi i contenuti del progetto, evidenziandone costi, risorse e vantaggi. All’inizio di questa parte, riassumi brevemente i punti che tratterai.

  • Firstly I will talk about… / then I will look at … / and finally…
  • The goal of this project is to save 20% of…
  • As you can see from this chart, we will achieve our goal in 3 weeks…

 

Conclusioni: la parte conclusiva, in cui dovrai ribadire in modo sintetico ma efficace i punti trattati nella tua presentazione.

  • To sum up…
  • So to summarise the main points of my talk…
  • Just a quick recap of my main points…

 

Q&A: la sezione che prevede uno spazio per le domande del pubblico e le risposte di chi ha presentato il progetto. È la parte che temi di più, vero? Niente paura, preparandoti al meglio avrai modo di affrontarla nel modo migliore. Intanto, ecco alcune frasi che ti possono essere utili:

  • Thank you for your attention. Now I’d like to invite you to ask any questions concerning the presentation.
  • Now I’ll be happy to answer any questions you might have.
  • We have time for questions now. Would anyone like to ask something?

 

Presentare un progetto in inglese: consigli

Dopo aver visto la struttura fondamentale di una presentazione in inglese, ecco alcuni consigli utili per prepararla ed esporla. Le parole d’ordine sono:

 

Pianificazione

L’improvvisazione è la peggiore nemica di una presentazione di successo. Prenditi del tempo per pensare ai contenuti dei quali devi parlare e per strutturare il discorso. È utile mettere per iscritto una scaletta.

 

Ausili grafici

La tua presentazione deve essere supportata da una serie di slide accattivanti e di immediata comprensione, che avranno l’obiettivo di catalizzare l’attenzione del pubblico e servono a te come guida per l’esposizione. L’ideale è proiettarle in occasione del meeting ed eventualmente avere delle copie stampate da consegnare a conclusione dello stesso. Abbi cura di inserire immagini ed elementi grafici in modo equilibrato: aiutano a memorizzare le informazioni.

 

Semplicità

Cerca di mantenere un linguaggio semplice e chiaramente comprensibile. Evita uno stile sintattico troppo complesso, con eccessive subordinate che potrebbero far perdere il filo del discorso al tuo pubblico.

 

Ritmo!

Chi parla spesso in pubblico lo sa: l’attenzione di una platea tende fisiologicamente a calare dopo i primi minuti. Per evitare di annoiare chi ti ascolta e far sì che le tue parole siano ascoltate e ricordate, devi fare in modo di rendere la tua presentazione in inglese vivace e soprattutto interessante. In che modo? Citazioni, dati numerici, esempi e testimonianze possono essere i tuoi migliori alleati, permettendoti di variare il ritmo dell’esposizione. Cerca poi un dialogo con il tuo pubblico: fai domande a chi ti ascolta, chiedi feedback su quanto hai già detto.

 

Focus sull’audience

Tieni sempre presente chi è il tuo pubblico. A chi devi presentare il progetto? Quali sono gli aspetti che i tuoi interlocutori potrebbero trovare più interessanti? Mantenere il focus sulla tua audience ti aiuta anche a pianificare la tanto temuta fase di Q&A, pensando in anticipo alle domande che potrebbero esserti poste e quindi preparando uno schema di risposta per ognuna.

 

Inglese impeccabile!

Se devi presentare un progetto in un meeting internazionale, ovviamente dovrai possedere un’ottima conoscenza della lingua inglese. In particolare, prima dell’esposizione ripassa i termini tecnici del tuo settore e quelli attinenti al progetto, e ripassa le espressioni fondamentali per introdurre gli argomenti, passare a un topic diverso, rispondere ad obiezioni.

 

Allenamento

L’ultima parola chiave che ti presentiamo è allenamento. Per essere sciolto e naturale nell’esposizione, dovrai esercitarti a lungo e ripetere il discorso che hai preparato più volte. Fai pratica anche per migliorare la tua pronuncia.

Secondo Forbes, il 90% delle persone prova nervoso, paura e ansia prima di esporre una presentazione. Se la lingua da utilizzare non è la nostra lingua madre, questi sentimenti possono essere amplificati, anche perché, nell’esposizione, l’imprevisto è sempre in agguato. Preparandosi bene e allenandosi, però, si può fare molto per arrivare al meeting un po’ meno tesi: con i nostri consigli, siamo sicuri che farai un’ottima figura!

 

Una giusta preparazione permette superare tutte le insicurezze, perché un linguaggio appropriato e un inglese agile e scorrevole può davvero fare la differenza. Un valido aiuto può essere un corso d’inglese focalizzato sugli obiettivi desiderati o un corso che ti permetta di acquisire una certa padronanza del business english, per prepararsi ad affrontare ogni situazione lavorativa. Prova a valutare il tuo business english con un test online per fare la scelta migliore per il tuo futuro!

 

Vieni a trovare Wall Street English alla Fiera delle Carriere Internazionali. Iscriviti gratuitamente compilando il form d'iscrizione. Ti aspettiamo!

Tra Scienza e Conoscenza

“Gli Stati Uniti, più precisamente Filadelfia, e l’Italia, con Lombardia, Roma e Napoli, si uniscono per la prima volta dando il via ad una rete internazionale per la ricerca tra Virtual Reality ed Impairment Cognitivo. Una sfida per debellare le paure e aprire nuove porte ai giovani” - Angela Romano, presidente di Scuola Impresa e Referente per il progetto.

Malattie neurologiche e disturbi cognitivi sono causa di malessere non solo per le moltissime persone colpite ma anche per chi sta loro vicino; si tratta di situazioni quotidiane vicine alla realtà familiare di molti di noi, per questo Mondo Internazionale ha deciso di collaborare con ScuolaImpresa, S.H.R.O e CNR-ICAR per dare la possibilità a giovani studenti universitari di collaborare con professionisti del settore, sia negli Stati Uniti che in Italia.

La partecipazione al progetto permette di lavorare per un periodo di due settimane presso i laboratori di ricerca di S.H.R.O, presso il College of Science and Technology della Temple University di Philadelphia. I partecipanti vengono inseriti in un team di ricerca composto da 10 studenti universitari che affiancheranno un team di ricercatori del centro di ricerca, sotto la guida esperta del Professore Antonio Giordano.

Gli ambiti di ricerca interessati sono la Genetica, la ricerca sul cancro, la Bioinnovazione, le Biotecnologie, la Bioinformatica, l’Epigenetica la psicologia e la Virtual Reality. Per i partecipanti vengono creati progetti di ricerca ad hoc che permettono di guidare gli studenti alla scoperta del mondo della ricerca.

Il progetto offre grandi possibilità di crescita formativa e professionale soprattutto perché dagli Stati Uniti si tornerà in Italia dove verranno sviluppate nuove fasi di studio e ricerca per continuare il progetto iniziato a Philadelphia. 

 

MIND-Nutritional Deal

“Il progetto MIND – Nutrition Deal nasce in dicembre 2018, in concomitanza con la promozione di diete e stili di vita salutari da parte dell’Assemblea Generale delle Nazioni Unite la quale si pone l’obiettivo di affrontare il problema dilagante della malnutrizione. Partendo da questo presupposto gli obiettivi principali del progetto MIND sono quelli di sensibilizzare la popolazione ad una sana alimentazione e divulgare le peculiarità nutrizionali appartenenti alle culture di altri paesi.” – Maria Parisi, Dott.ssa Nutrizionista, Referente del progetto.

Questi obiettivi saranno raggiunti grazie al supporto di tre Nutrizioniste che, grazie alle loro competenze in ambito alimentare, daranno vita ad attività e conferenze con lo scopo di educare e coinvolgere i partecipanti e non solo.

La sensibilizzazione della popolazione ad una sana alimentazione avviene attraverso incontri e video divulgativi di diverse tematiche, articoli scientifici, post con immagini ed interviste a soggetti che desiderano condividere la propria esperienza in ambito nutrizionale. Le peculiarità nutrizionali di altre culture, invece, vengono rese note attraverso incontri divulgativi, interviste multiculturali, video inerenti alle tradizioni di vari Paesi del mondo e post con immagini e didascalie. Inoltre, sono organizzati aperitivi in cui sono proposti piatti tipici di altre culture, scegliendo per ogni evento un Paese differente.

 

TrattaMI Bene

“Violenza domestica, sfruttamento di esseri umani, stereotipi sessisti e molti altri argomenti costituiscono il tema di “TrattaMI Bene”, un progetto che intende promuovere la sensibilizzazione sulla violenza contro le donne e mettere in luce alcuni suoi aspetti spesso trascurati.” – Isabella Poretti, d.ssa in Lettere e Referente per il progetto.

Mondo Internazionale ha deciso di dar vita ad un progetto con l’obiettivo di comunicare il grave sistema sociale che vede al centro la violenza e il sopruso nei confronti delle donne in quanto soggetti maggiormente colpiti e anche degli uomini, in quanto il più delle volte vittime silenti di un’altra forma di intimidazione e violenza.

Questo certamente al fine di sensibilizzare l’opinione pubblica sulla tematica, attraverso la redazione di contenuti scritti, contenuti multimediali e incontri pubblici ma il suo obiettivo non termina qui. Quello che Mondo Internazionale vuole qui creare è uno spazio di confronto ed informazione, di riflessione e interscambio ma soprattutto anche una possibilità per permettere a dei giovani ragazzi competenti di trattare un tema tanto delicato quanto essenziale per lo sviluppo dell’uomo in quanto tale.

Il progetto si articola in tre fasi principali che vedono la cooperazione di un team di ragazzi che ha ideato e curato tutte le fasi dell’iniziativa fin dal principio. La figura dell’aggressore è il primo soggetto che viene analizzato, attraverso diverse lenti di ingrandimento quali quella del machismo e maschilismo, del maschilismo interiorizzato e della violenza come maltrattamento fisico. La seconda fase dell’iniziativa riguarda la donna vittima della tratta e di violenza, raccontando anche le realtà sul territorio che si occupano del recupero di soggetti in essa coinvolti. La terza fase, quella che viene definita della “psicologia della normativa”, si orienta in particolare sulla comparazione delle normative sul tema in ambito internazionale, sul confronto generazionale in merito al tema per quanto riguarda la situazione italiana e sulla concezione del femminismo quale rivoluzione del nostro secolo.

 

Vuoi conoscere Mondo Internazionale e tante altre associazioni di persona? Allora leggi Scopri gli obiettivi dell'associazione "Mondo Internazionale" e iscriviti gratuitamente alla Fiera delle Carriere Internazionali compilando l'apposito  form

All’interno di un mondo in eterno cambiamento, ove risulta ancor più difficile trovare un posto in cui collocarsi, non per mancate capacità o motivazioni ma semplicemente per una carenza di opportunità, noi di Mondo Internazionale abbiamo voluto scommettere proprio sul crearle, queste opportunità.

Con la sede principale nella città di Gallarate (VA), ne abbiamo tante altre in ognuno dei nostri associati, ambasciatori del loro stesso futuro e di quello della nostra Associazione.

Siamo un'Associazione desiderosa di diffondere nuove iniziative ed informazioni per accrescere e mostrare le potenzialità, nostre e dei futuri associati, nel mondo che ci circonda, iniziando dall’ambito universitario.

La decisione di puntare innanzitutto sui ragazzi è chiara ma non banale, perché oltre ad essere il futuro sono il nostro presente, quello che viviamo e che vogliamo cambiare.

Tutto questo è iniziato attraverso la creazione di un blog, in cui permettere ai giovani di essere ascoltati, evidenziando l’importanza della cooperazione in ambito universitario per meglio comprendere il mondo di oggi e prepararli a confrontarsi con figure istituzionali e professionali.

Questo percorso si è successivamente ampliato e ha permesso così la nascita della realtà che siamo oggi.

Il nostro obiettivo in quanto Mondo Internazionale si configura con la volontà di creare possibilità per tutti coloro che decidono di credere alla nostra missione e di sostenerci attivamente. Creare una rete di network, idee e spazi per permettere ad ognuno di poter trovare la propria strada all’interno dell’intricato puzzle della vita e della realizzazione personale.

I progetti da noi creati spaziano tra i più diversi settori, dalla nutrizione ai diritti umani, fino alla ricerca medica, ed ognuno di questi è stato promosso da tutti quei ragazzi che avevano un interesse profondo in queste tematiche e che vogliono farne oltre che una vocazione, anche un lavoro.

Con questo principale obiettivo, vogliamo impegnarci affinché la nostra iniziativa non si limiti a contribuire solamente ad una crescita personale ma che possa anche aiutare a svilupparne una professionale.

Collaborando per la realizzazione di nuove idee, nella loro creazione e promozione, i nostri associati riescono ad acquisire un expertise all’interno dei settori di loro più stretta competenza e desiderio, diventando una possibilità per conoscere le proprie vocazioni e coltivare le proprie concrete capacità di progettazione, manageriali e di comunicazione. Tutto all’interno di una cornice istituzionale, in grado di fornire una riconoscibilità e una pubblicità a tutti gli sforzi fatti e i traguardi raggiunti.

È fondamentale essere registi e protagonisti del proprio futuro, per noi stessi e per il resto del mondo, perché un mondo realizzato è un mondo più felice.

“Tra le grandi cose che non possiamo fare e le piccole cose che non vogliamo fare, il rischio è non fare nulla” (Adolphe Monod)

Vuoi entrare a far parte di un’organizzazione internazionale con la quale crescere dal punto di vista personale e professionale? Quale migliore occasione per entrare a far parte di COSPE: tutto l’anno puoi diventare volontario e prendere parte alle loro iniziative, ai loro festival e alle loro campagne. Cosa aspetti? Candidati e inizia la tua carriere internazionale ora!

 

Per altre opportunità simili visita la sezione Cooperazione

 

Ente: COSPE nasce nel 1983 ed è un’associazione privata, laica e senza scopo di lucro. Operano in 25 Paesi del mondo con circa 70 progetti a fianco di migliaia di donne e di uomini per un cambiamento che assicuri lo sviluppo equo e sostenibile, il rispetto dei diritti umani, la pace e la giustizia tra i popoli. Lavorano per la costruzione di un mondo in cui la diversità sia considerata un valore, un mondo a tante voci, dove nell’incontro ci si arricchisca e dove la giustizia sociale passi innanzitutto attraverso l’accesso di tutti a uguali diritti e opportunità.

 

Dove: Potrai svolgere l’attività di volontario in diverse città del mondo a seconda delle esigenze dell’associazione



Quando: Potrai diventare volontario da subito



Destinatari: Potranno partecipare tutti coloro che vogliono entrare a far parte di un’organizzazione internazionale e che vogliono intraprendere un percorso di crescita personale e professionale




Scadenza: Potrai fare richiesta per diventare volontario tutto l’anno in quanto è un’offerta open



Descrizione dell’offerta: Vuoi mettere a disposizione il tuo tempo e condividere le tue competenze con l’associazione COSPE per delle cause giuste e un mondo migliore? Diventa volontario/a COSPE e partecipa attivamente alle loro iniziative: un’opportunità per entrare a contatto con il mondo della cooperazione internazionale e i loro progetti. Ma sarà anche e soprattutto un’esperienza di crescita personale e professionale. Saranno infatti tanti gli eventi e i momenti di formazione ai quali potrai partecipare, sempre affiancato dagli operatori COSPE.

 

 

Requisiti:  Il/la candidato/a ideale deve:

- voler investire il tempo in attività professionalizzanti;

- condividere le cause dell’associazione;

- voler mettere a disposizione il proprio tempo per costruire un mondo migliore.

 

 

Retribuzioni: Non specificato

 

 

Guida all’application: Se vuoi diventare volontario COSPE devi seguire pochi semplici passi:

- Compilare il form online con le tue informazioni;

- Caricare il tuo CV sul sito.

 

 

Informazioni utili: L’associazione ha fondato anche una Scuola Cospe che organizza corsi come:

- il “Corso di Arabo”;

-“Amministrazione e Rendicontazione per la Cooperazione Internazionale”;

- “Project Manager” per la Cooperazione Internazionale ed il Non Profit”.

Per scoprire altri corsi e saperne di più su questa scuola, fai clic qui.

 



Link utili:

Link all’offerta

Chi è l’associazione COSPE

Scuola COSPE           

 

 

Contatti Utili:  

Via Slataper, 10 - 50134

Firenze - Italia

Tel. +39 055 473556

Fax +39 055 472806

E-mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.




a cura di Eleonora Somma

La redazione carriereinternazionali.com declina ogni responsabilità sull’attendibilità delle informazioni contenute nella scheda. Per informazioni in merito all’opportunità, contattare l’ente proponente.

LA REDAZIONE

Vuoi iniziare una carriera internazionale? Dai uno sguardo alle attività della nostra associazione su www.festivaldellecarriereinternazionali.org





ECMI raccoglie le domande per il suo programma di tirocinio di ricerca. Il programma è destinato agli studenti del Master in corso che desiderano sviluppare ulteriormente le proprie competenze analitiche, redazionali e di networking in un think tank leader europeo. Sarà redatto un accordo tra ECMI/CEP e l'Università del candidato. Candidati ora!

 

Per altre opportunità simili visita la sezione Europa

 

Ente: L'European Capital Market Institute (ECMI), è un'organizzazione non-profit indipendente creata per fornire un forum in cui i partecipanti al mercato, i responsabili politici e gli accademici possono scambiarsi idee e pareri riguardanti l'efficienza, la stabilità, la liquidità , l'integrità, l'equità e la competitività dei mercati finanziari europei e discutere le ultime tendenze del mercato. ECMI conduce ricerche approfondite volte a informare il dibattito e il processo decisionale su una vasta gamma di questioni rilevanti per i mercati dei capitali. Attraverso le sue varie attività, ECMI facilita l'interazione tra i partecipanti al mercato, i politici e gli accademici.

 

Dove: Bruxelles, Belgio

 

Quando: il periodo preferibile per iniziare il tirocinio di ricerca è tra inizio Giugno 2019 e la fine di Novembre 2019

 

Destinatari: rivolto a tutti gli studenti di Master in Economia, Statistica, Finanza e chiunque abbia interesse nei mercati dei capitali

 

Scadenza: open

 

Descrizione dell’offerta: il tirocinante sarà in grado di acquisire approfondimenti sui mercati finanziari e il loro funzionamento e il relativo quadro normativo/politico, contribuendo al lavoro quotidiano di ECMI accanto al direttore generale e il personale di ricerca/amministrativo. Il tirocinante sarà provvisto di spazio ufficio, risorse di dati disponibili e strutture informatiche e riceverà un assegno mensile. Le principali responsabilità del tirocinio sono:

- compilazione e interpretazione dei dati sui mercati di capitali (pacchetto statistico ECMI & Findings);

- stesura di commenti e briefing politici su temi specifici;

-sostenere il team nel contribuire all'organizzazione di seminari/conferenze/Task Forces.



Requisiti:  i requisiti che il candidato dovrebbe avere per partecipare al tirocinio di ricerca  sono:

- essere attualmente iscritti ad un corso di magistrale o Master in economia/finanza/statistica e mostrare un forte interesse nei mercati dei capitali;

- dimostrare una buona comprensione degli strumenti finanziari/intermediari e avere familiarità con le banche dati finanziarie/macroeconomiche;

- possedere una conoscenza funzionante di MS Office e del software statistico/econometria;

- mostrare una padronanza della lingua inglese con provata capacità di stesura.

 

Costi/Retribuzioni: non specificati



Guida all’application:  Per partecipare al tirocinio il candidato dovrà presentare via email a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. :

- lettera di motivazione e CV dettagliato;

- lettera di raccomandazione da un professore o ricercatore, familiare con il lavoro del candidato (1-2 recenti campioni di scrittura);

 

Informazioni utili: per ulteriori informazioni riguardo le attività svolte dal ECMI, visitare il website

 

Link utili:
Link Offerta ECMI

About ECMI           

Contatti Utili:  
Centre for European Policy Studies
1 Place du Congres, 1000 Brussels
Tel: +32 (0) 2 229 39 1
Email: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

a cura di Sara Girelli

La redazione carriereinternazionali.com declina ogni responsabilità sull’attendibilità delle informazioni contenute nella scheda. Per informazioni in merito all’opportunità, contattare l’ente proponente.

LA REDAZIONE

Vuoi iniziare una carriera internazionale? Dai uno sguardo alle attività della nostra associazione su www.festivaldellecarriereinternazionali.org







Pubblicato in Europa.

Hai mai pensato di specializzarti nella gestione dell’economia Made in Italy? L’Università degli Studi Internazionali di Roma - UNINT, primo Ateneo nel Lazio e secondo nel centro-sud Italia per tasso di occupazione dei laureati magistrali a un anno dalla laurea (81,7%)*, offre un corso di laurea magistrale pensato per specializzarsi proprio in questo campo. Leggi l’articolo e scopri il corso di laurea magistrale in Economia e management internazionale – curriculum in Beni di lusso, made in Italy e mercati emergenti

 

Il nostro Bel Paese è sempre più amato e ammirato all’estero per prodotti unici al mondo per la loro qualità e per la loro bellezza. Questa vera e propria eccellenza produttiva riguarda molti campi: il cibo, la moda, i mobili e i complementi di arredo, soprattutto nel segmento di mercato del lusso.

Dati ufficiali forniti dal Ministero dello Sviluppo Economico mostrano come le esportazioni dei prodotti Made in Italy di eccellenza siano determinanti per la nostra bilancia commerciale, con trend in continua crescita (elaborazioni Osservatorio Economico Ministero Sviluppo Economico su dati Istat). Le statistiche mostrano che, se nel periodo gennaio-febbraio 2017 le esportazioni all’estero degli articoli di abbigliamento hanno reso 2.937 mln di euro, solo un anno dopo, periodo gennaio-febbraio 2018, le stesse esportazioni sono aumentate portando nelle casse italiane 3.038 mln di euro.

La testata giornalistica Il Sole 24 Ore parla di ‘record del Made in Italy’ denotando un mercato in continuo rialzo. La richiesta dei beni prodotti in Italia pare inarrestabile toccando nel 2017 livelli altissimi mai raggiunti prima (Sole 24 Ore).

L’inarrestabile scalata dei guadagni forniti dal Made in Italy richiede, tuttavia, dei professionisti in grado di gestire le continue richieste e le pressioni del mercato; nuove figure di manager che conoscano e che sappiano destreggiarsi nel campo dei settori di alta gamma tipici del sistema economico italiano.

Per specializzarsi in questo campo non è necessario attendere uno stage o un’opportunità lavorativa.

Il  curriculum in Beni di lusso, made in Italy e mercati emergenti del Corso di laurea magistrale in Economia e management internazionale dell’Università degli Studi Internazionali di Roma - UNINT è volto alla formazione di una nuova generazione di manager in grado di operare nei settori di punta del Made in Italy (ad esempio moda, design, food e creative industries). Il corso, di taglio fortemente internazionale, forma esperti in grado di supportare i processi di sviluppo verso i mercati emergenti da cui, nei prossimi anni, proverrà la maggiore domanda di prodotti a marchio italiano.

Proprio per rispondere a questa esigenza formativa, il Curriculum in Beni di lusso, made in Italy e mercati emergenti prevede metà degli insegnamenti in lingua inglese.

Questa scelta lo rende un percorso idoneo sia a studenti che hanno conseguito una laurea triennale in ambito economico sia a studenti laureati in ambito linguistico. Il corso prevede anche la possibilità di studiare una seconda lingua straniera oltre all’inglese a scelta tra arabo, cinese, francese, portoghese, russo, spagnolo e tedesco. L’attenzione all’internazionalizzazione è confermata dall’attivazione, a partire dall'anno accademico 2018/2019, di tre nuovi laboratori di lingue per il business (a scelta tra cinese, inglese e russo).

 Il Corso di laurea è arricchito da seminari e incontri di approfondimento sulle più recenti evoluzioni dei settori di alta gamma e sui trend dei mercati emergenti. Inoltre, si caratterizza per uno stretto collegamento con il mondo delle imprese dato che prevede la possibilità di svolgere stage e tirocini in aziende del Made in Italy e nelle sedi italiane ed estere dell’Agenzia ICE (Istituto per il Commercio con l’Estero).

 Per favorire le possibilità di accesso al mondo del lavoro, il piano di studi prevede insegnamenti specificamente dedicati all’approfondimento delle dinamiche manageriali tipiche del luxury management e delle peculiarità delle imprese italiane. Vedi il Piano di Studi.

Un’ulteriore opportunità fornita agli iscritti al Curriculum in Beni di lusso, made in Italy e mercati emergenti è la partecipazione al programma di Double Degree grazie all'accordo stipulato con l'Università Wyższe Szkoły Bankowe - WSB di Danzica (Polonia), che consente di conseguire un doppio titolo di laurea magistrale. Visita la pagina Double Degree.

È inoltre possibile trascorrere periodi di studio all’estero presso prestigiose università e istituti quali il Fashion Institute of Design & Merchandising di Los Angeles.

In aggiunta, per quanto riguarda il Curriculum in Beni di lusso, made in Italy e mercati emergenti, per il quinto anno consecutivo, l’Università degli Studi Internazionali di Roma -UNINT e ASSOCINA mettono a disposizione un massimo di 3 borse di studio del valore di 6.500 Euro a copertura del 50% della retta d’iscrizione al I e II anno del Corso di laurea magistrale in Economia e management internazionale – curriculum in Beni di Lusso, made in Italy e mercati emergenti. 

I criteri applicati per la selezione dei beneficiari sono i seguenti:
- il voto di laurea triennale o, per coloro che non hanno ancora conseguito il diploma di laurea, il voto medio degli esami sostenuti;
- la conoscenza della lingua inglese, comprovata dal percorso di studio, da eventuali certificazioni linguistiche e da un colloquio attitudinale in lingua inglese;
- la conoscenza di una seconda lingua straniera, comprovata dal percorso di studio triennale e da eventuali certificazioni linguistiche (requisito non vincolante); 
- la conoscenza della lingua cinese, comprovata dal percorso di studio, da eventuali certificazioni linguistiche e da un colloquio attitudinale in lingua cinese (requisito non vincolante).

Il termine di presentazione delle domande è il 14 settembre 2018. I candidati pre-selezionati saranno convocati per un colloquio attitudinale che si terrà entro la fine di settembre a cura di un’apposita commissione composta da membri di UNINT e ASSOCINA. Per maggiori informazioni e per scaricare il modulo di candidatura collegati al sito dell'UNINT tramite il seguente link: borse di studio per il Corso di Laurea Magistrale in Economia e Management Internazionale - curriculum in Beni di lusso, Made in Italy e Mercati Emergenti

A coloro che non hanno conseguito una laurea in materie economiche, ma che sono in possesso dei requisiti d’accesso, l’UNINT dà la possibilità di frequentare nel mese di settembre un precorso facoltativo di Fondamenti di economia e gestione aziendale volto a fornire conoscenze preliminari utili all’avviamento nel programma di studio. Per l'anno accademico 2018/2019 le lezioni del precorso si terranno a partire dal 17 settembre 2018.

 

Per maggiori delucidazioni Richiedi informazioni oppure Prenota un colloquio.

In ogni caso non dimenticare di registrarti al prossimo Open Day organizzato da UNINT - l’Internazionale per richiedere tutte le informazioni necessarie Per partecipare registrati al seguente link:

 

- Open Day 13 settembre 2018

 

*Fonte: XX Indagine (2018) Almalaurea - Condizione occupazionale dei laureati

La Camera di Commercio belga-italiana offre un Master internazionale in studi europei: vai a Bruxelles per diventare EU Policy Advisor o EU Project Manager!

 

Il Master internazionale di studi europei è organizzato congiuntamente dallo European Desk della Camera di Commercio italo-belga e dall'Istituto di studi europei dell'Università Cattolica di Lovanio per preparare gli studenti a lavorare come consulente politico dell'UE e project manager.

Questo Master intensivo è organizzato in un programma di 3 mesi, consentendo agli studenti di acquisire competenze e abilità specifiche in un breve periodo di tempo. Gli studenti avranno la possibilità di acquisire conoscenze sulla struttura istituzionale, il funzionamento e le politiche dell'Unione europea, nonché acquisire conoscenze sui metodi di finanziamento dell'UE e sul Project Cycle Management. La metodologia di insegnamento del Master è un approccio orientato alla pratica, che mira a trasferire la conoscenza attraverso un processo di apprendimento attivo. Sono ammessi al Master un numero limitato di 30 studenti provenienti da diversi paesi e diversi background educativi

 

Il programma del Master è composto da tre sezioni:

 

Nella prima sezione, il tema della costruzione europea viene analizzato dal punto di vista storico, giuridico ed economico. In questa fase vengono esaminate le principali politiche e strategie europee nonché gli accordi alla base dell'unione monetaria . Questa è la base delle conoscenze teoriche necessarie per Lobbying e Project Management.

 

La seconda sezione si concentra sull'apprendimento di meccanismi, strumenti e criteri per la progettazione e la gestione di progetti e gare d'appalto finanziati dall'UE. Lo studente apprende attraverso un approccio learning-by-doing, con il supporto di case-study e workshop interattivi. Le lezioni e le attività pratiche sono tenute da consulenti professionali dell'UE, che vantano anni di esperienza nella pianificazione, consulenza e assistenza tecnica a PMI, ONG, think tank, enti pubblici e organizzazioni internazionali.

 

Nella terza sezione, sono organizzati diversi seminari presso le istituzioni europee per incontrare gli ufficiali dell'UE e avere un contatto diretto con i professionisti. Questa sezione ha anche lo scopo di fornire agli studenti un'ampia visione delle diverse realtà che operano nell'area di Bruxelles nel campo europeo.

 

Il modulo Job Link è uno dei punti di forza del master: è un buon inizio per l'ingresso nel mercato del lavoro di Bruxelles. Fornisce il supporto agli studenti per sviluppare ulteriormente il loro percorso professionale attraverso un seminario e gli incontri one-to-one con un reclutatore. Il CV degli studenti sarà incluso in un CV Book che verrà inviato a varie organizzazioni e società a Bruxelles. Se gli studenti trovano uno stage, il BICC li sosterrà con la stesura del contratto e offrendo l'assicurazione tirocinante.

 

Scadenza per la domanda: 17 agosto 2018

 

Durata: dal 17 settembre al 13 dicembre 2018

 

Come candidarsi: le domande IMES devono essere eseguite tramite questo modulo online.

I seguenti documenti devono essere allegati durante l'applicazione:

- una copia del diploma universitario o titolo equivalente (gli studenti universitari dello scorso anno devono presentare una trascrizione dei voti)

- un CV in inglese

- una lettera di presentazione in inglese, che dichiara la motivazione a partecipare al Master

- certificati di lingua o auto-affermazione di conoscenza della lingua

- una fotografia formato tessera

- una copia del passaporto o altro documento di identificazione

- prova del pagamento della prima rata delle tasse universitarie

 

Tasse e borse di studio: la quota di iscrizione complessiva per frequentare il Master ammonta a 4.800 €. Il pagamento della tassa è diviso in 3 rate. La prima rata di 500 € deve essere pagata nella fase dell’application. Borse di studio del valore di 2.000 € possono essere assegnate agli studenti.

 

Link utili:

- International Master in European Studies website

- Programma nel dettaglio

- Online application form

- Testimonianze

 

Contatti:

Master’s Coordinator – Ms Vanessa Spadaro

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

0032 4719 11666

Avenue Henri – Jaspar, 113

1060 Brussels

 

Per altre opportunità simili visita la sezione Formazione



a cura di Ludovica Mondati

La redazione carriereinternazionali.com declina ogni responsabilità sull’attendibilità delle informazioni contenute nella scheda. Per informazioni in merito all’opportunità, contattare l’ente proponente.

LA REDAZIONE

Rubrica

Follow Us on

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, solo per alcune funzionalità tecniche dei servizi offerti.
Puoi prendere visione dell’informativa estesa sull’uso dei cookie cliccando QUI.

Cliccando su "ok" acconsenti all’uso dei cookie.