Per la sua quinta tappa il Carriere Internazionali in Tour organizzato da Giovani nel Mondo si terrà presso l'Università degli Studi di Messina. Argomento chiave sarà spiegare ai partecipanti la distinzione tra i vari percorsi e attori che operano nel settore.  Un'occasione unica di incontro con orientatori e professionisti del settore per scoprire i segreti di una carriera di successo. Iscriviti ora!

Il tema di questo incontro riservato a studenti e neo-laureati è: Come avviare una Carriera Internazionale. Concorso Diplomatico, Mondo delle ONG, Accesso alle Istituzioni Europee, Lavoro alle Nazioni Unite.  Si parlerà infatti di come accedere al mondo della diplomazia attraverso il concorso diplomatico indetto ogni anno dalla Farnesina, delle innumerevoli opportunità pratiche sul campo offerte dal mondo delle organizzazioni non governative ma anche dei concorsi EPSO per funzionari amministrativi per le istituzioni europee nonché dell’ambito mondo delle Nazioni Unite. L’evento sarà anche un’occasione per presentare il Festival delle Carriere Internazionali evento di punta dell'Associazione Giovani nel Mondo.   

L’evento si svolge all’interno dell’International Skills Meeting organizzato da Associazione Bios e Università degli Studi di Messina.

 

Il Carriere Internazionali in Tour toccherà nelle prossime settimane le principali università d’Italia per orientare tutti gli studenti che vorrebbero iniziare una carriera internazionale. Durante il tour gli studenti avranno la possibilità di conoscere le concrete opportunità di accesso all’ambito mondo delle carriere internazionali, incontrando da vicino figure diplomatiche e rappresentanti di grandi organizzazioni internazionali. Iscriviti qui!

La quinta tappa si svolgerà il 21 Novembre in occasione dell’International Skills Meeting Rettorato Ed. A, Sala Accademia dei Pericolanti, Piano Terra-Università degli Studi di Messina

.

La tappa di Messina è particolarmente ricca quest’anno infatti oltre alla parte seminariale sarà possibile prenotarsi per dei colloqui one-to-one di orientamento così da chiarire dubbi o farsi suggerire un percorso più adatto alle proprie esigenze. 

Questo evento di orientamento alle carriere internazionali è un’ottima opportunità per conoscere dal vivo uno degli ambiti più richiesti dai giovani ovvero quello delle istituzioni governative e non che operano nel settore delle relazioni e della cooperazione internazionale, alla costante ricerca di talento. 

La partecipazione all’evento è gratuita previa registrazione. Per iscriversi a questa tappa o alle successive si prega di compilare questo form

 

L’evento è gratuito previa registrazione a questo link https://giovaninelmondo.typeform.com/to/yvWdcm




Il Tour nelle prossime settimane toccherà le seguenti città:

Verona

Bari

Pisa

Bolzano

Bologna

Roma

 

Per iscriversi a una di queste tappe compilare il form disponibile qui 

 

INFO E CONTATTI

Giovani nel Mondo Association

Via Policarpo Petrocchi 8b

00137 Roma – Italia

0689019538

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

www.internationalcareersfestival.org

www.carriereinternazionali.com

 

Il Festival delle Carriere Internazionali rappresenta un’occasione unica di incontro e networking tra istituzioni, società, ONG e organizzazioni internazionali. Un’esperienza formidabile pensata per i giovani e improntata sul lavoro e sull’internazionalità. Nella prossima edizione del Festival, Giovani nel Mondo, Associazione no-profit ideatrice dell’evento, collaborerà con l’Associazione (anch’essa no-profit) Mondo Internazionale, la cui mission incarna perfettamente i valori e obiettivi del Festival. Ma cos’è Mondo Internazionale? Quali scopi si prefigge e quali sono le sue attività? 

Essere dei giovani professionisti, oggi, significa scommettere su noi stessi e su chi ci sta accanto con tutta la forza che abbiamo. Purtroppo, però, crescere nelle competenze e nelle capacità per diventare quello che tanto si desidera non sempre è possibile. I motivi sono molteplici, tra la forte competizione e la confusione che ognuno di noi ha dentro sé stesso nella scelta di un percorso.

Noi siamo nati così. Un gruppo di ragazzi, desideroso di fare di più ma senza alcun aiuto, mettendosi in gioco in prima persona. Mondo Internazionale nasce tra i banchi di università con l’obiettivo di creare queste opportunità e di generare quelle competenze che un giorno avrebbero certamente trovato uno sbocco nella storia di ciascuno di noi. Siamo nati come un’associazione no-profit nel dicembre del 2017 e, ad oggi, abbiamo creato una comunità di più di 70 ragazzi provenienti da diverse parti del mondo che collaborano attivamente all’interno della nostra struttura, con la volontà di contribuire ad un sogno: realizzare la propria vita attraverso l’impegno attivo. Creare capitale umano. Questo è quello che vogliamo fare.

Mondo Internazionale offre l’opportunità di collaborare all’interno di una struttura associativa che si ispira al modello aziendale in ambito organizzativo. Al suo interno sono presenti diverse possibilità di cooperazione in diversi settori, ciascuno con il proprio ufficio, dalla comunicazione all’aspetto legale. È proprio questo un primo modo per acquisire l’esperienza che cerchiamo all’interno di un sistema riconosciuto.

Le nostre attività, però, sono molteplici. Mondo Internazionale vuole contribuire ed essere artefice della realizzazione personale dei propri associati, come di tutti i ragazzi che vogliano impegnarsi per loro stessi e la comunità. Infatti, la nostra organizzazione ci permette di ricevere le idee direttamente dai nostri iscritti che vengono poi sviluppate in veri e propri progetti, permettendo loro di fare ulteriore esperienza all’interno del loro settore specifico. La chiamiamo “Creatività” ma anche “Innovazione”.

I nostri progetti, ad oggi, sono i seguenti: MIND–Nutrition Deal  (Salute, benessere, nutrizione), Tra Scienza e Conoscenza (Medicina, tecnologia, cibernetica), Framing the World (Geopolitica, giornalismo internazionale), TrattaMIBene  (Parità di genere), Sustainable Life (Agenda 2030, Smart Cities), EuropEasy (UnioneEuropea), AccadeOggi! (Cultura generale), Aila MI Risponde (Istruzione), CulturalmenteImparando (Dialogo interculturale), International Analysis (Consulenza geostrategica), Japan2020 (Imprenditorialità, innovazione).

Recentemente abbiamo iniziato a supportare la creazione di realtà all’estero, in particolare in Africa, aprendo due nuove associazioni in Camerun e in Nigeria, rispettivamente Mondo Internazionale Cameroon e Mondo Internazionale Nigeria. A partire da esse, noi vogliamo costruire un network di valori e di connessioni umane in grado di contribuire allo sviluppo della professionalità internazionale e allo sviluppo delle comunità globali. Perché, come il nostro motto descrive: anche se siamo online, amiamo le connessioni umane.

 Scrivici o vieni a trovarci su https://mondointernazionale.com/

A cura di Mondo Internazionale,

autore: Stefano Sartorio

 

Pubblicato in Rubrica

Ciao lettrici e lettori. 

 

Io sono Giulia e ho 28 anni. Sono nata in Sardegna e mi sono trasferita a Roma nel 2009 per iniziare l’Università di Giurisprudenza. 

All’età di 16 anni la mia vena di cittadina del mondo si è fatta sentire, avendo vissuto in America per un anno e frequentato l’ultimo anno di Liceo. Già allora capii l’importanza di svolgere esperienze formative all’estero, che non solo contribuiscono dal punto di vista culturale, ma sono altrettanto fondamentali e competitive nel mondo lavorativo. 

 

Laureata nel 2014, dopo aver viaggiato per un po’, ho intrapreso la pratica forense, come da prassi, ottenendo l’abilitazione alla professione di avvocato nel 2018.
Il diritto e la giurisprudenza sono la mia passione, ma non offrendomi la possibilità di muovermi ed esplorare quanto avrei desiderato, dopo aver svolto una esperienza professionale in Canada, Montreal, ho deciso di dare una scossa alla mia carriera, partecipando al bando Torno Subito della Regione Lazio. 

Il bando, che consiste in un finanziamento per una esperienza formativa o professionale all’estero, mi ha permesso di svolgere un Master in Hospitality Business Management in Svizzera, con un conseguente tirocinio che ho fatto a Londra. 

 

Ed è così che mi trovo oggi nella redazione di Carriere, grazie all’Associazione Giovani nel Mondo che mi ha permesso di partecipare al bando e presso la quale attualmente svolgo la fase 2. 

 

Tanti anni fa ero io ad essere una lettrice del sito, il quale mi ha consentito di venire a conoscenza di tantissime opportunità (lo stesso bando Torno Subito) ed oggi, seppur brevemente, mi trovo dall’altro lato, sperando di aiutare tutti voi a trovare quella opportunità che vi offrirà una svolta professionale. 

 

Un abbraccio 

Giulia 

Pubblicato in Rubrica

Ciao internazionali!


Mi presento: sono Federica e ho 24 anni.


Cosa faccio nella vita? Bè, cerco di fare scelte che si rivelino utili a lungo termine per la mia formazione. Due anni fa ho concluso gli studi della triennale presso L’Orientale di Napoli. Di lì a poco, ho sperimentato vari percorsi di crescita che mi hanno portata in Cina e in svariati ambienti lavorativi. Svariati, appunto, ma tutti con un denominatore comune: “l’internazionalità”.
Dico spesso di essere una ragazza con la mente internazionale e il cuore napoletano. So che c’è tanto al di là del mio campo visivo e questo tanto io vorrei esplorarlo tutto, ma conservando un cuore napoletano, un cuore nazionale... perché questo “tanto e tutto” è in Italia che vorrei riportarlo per trasmettere quell’internazionalità che ho dentro entro i confini nazionali: andare oltre confine entro i nostri confini senza per questo utilizzare una logica separativa.


E’ questa la ragione che mi ha spinta a candidarmi per il tirocinio presso GIOVANI NEL MONDO: il mio desiderio di integrazione e apertura verso tutto ciò che è altro e/o diverso da me.
Ho trovato ciò che stavo cercando? Assolutamente sì. Apertura è la parola chiave. Conoscere l’esistenza di una possibilità è il primo passo verso il raggiungimento dell’obiettivo.
Ecco, con GIOVANI NEL MONDO, io “conosco” straordinarie possibilità che mi aprono la mente e mi avvicinano ad obiettivi sempre più appetibili. Sono fortemente motivata in questo percorso e mi auguro di trasmettere un briciolo di questa motivazione attraverso il mio impegno e la mia dedizione per la redazione.


Auspico che tutti voi, giovani nel mondo, dalla mente internazionale, ricerchiate possibilità come questa e ve ne serviate per la vostra crescita, morale e professionale.
Grazie.

Pubblicato in Rubrica

Mi chiamo Federico, ho 24 anni, e frequento il corso magistrale in Relazioni Internazionali - Cooperazione Internazionale allo Sviluppo presso l’Università degli Studi Roma Tre.

Ho conosciuto l’associazione “Giovani nel Mondo” durante l’ultima Fiera delle Carriere Internazionali. Mi avevano sempre parlato un gran bene di questo evento, e grazie al suggerimento di alcuni miei colleghi universitari ho deciso di passare una delle tante giornate in cui viene svolta la Fiera. Ospiti internazionali, dal mondo accademico ed istituzionale, mi hanno convinto ancora di più della scelta che vorrò fare in ambito lavorativo. Ma non è stata solo la giornata in sé ad avermi colpito. Da semplice visitatore ho potuto percepire la passione e la dedizione dei ragazzi che collaborano con il Presidente Daniele Conte: un lavoro portato avanti da tanti anni sul territorio romano ma rivolto, come mission imprescindibile, verso l’estero e le opportunità accademiche e lavorative che può offrire l’ambito delle Relazioni Internazionali. Spesso i ragazzi che, come me, scelgono di intraprendere questo corso di studio rischiano di trovarsi spaesati di fronte alla vasta scelta di opportunità, le più varie, che gli si offrono davanti, con il pericolo di non imboccare nessuna strada precisa. Il lavoro svolto da Giovani nel Mondo, ed in particolare dal sito carriereinternazionali.com, si pone come obiettivo proprio quello di aiutare i ragazzi a crearsi un proprio percorso occupazionale che possa farli crescere sotto ogni punto di vista.

Dopo aver visto con quanta cura l’intero staff dell’associazione aveva saputo organizzare, come ogni anno, la Fiera delle Carriere Internazionali, ho avuto subito voglia di conoscerli meglio da vicino, per poter entrare in contatto con “Giovani nel Mondo”. Dopo aver parlato a lungo con Daniela Conte ho avuto la possibilità di poter essere parte attiva dell’intera macchina organizzativa, che prepara con cura la Fiera sin dal giorno successivo alla fine dell’evento stesso. Nel far sì che io mi avvicinassi all’associazione ha svolto un ruolo fondamentale una mia amica che, dopo aver collaborato in prima persona con Giovani nel Mondo, ne ha tessuto un elogio del tutto giustificato, come ho potuto appurare durante queste ultime settimane di intenso lavoro.

Grazie all’esperienza che ho potuto vivere, sono stato in grado di entrare all’interno degli ingranaggi dell’associazione, ed ho imparato a lavorare in un gruppo di ragazzi altamente motivati, svolgendo incarichi legati alla stesura di articoli, creazione di contenuti digitali per il web, analisi dei dati e confronto con enti ed istituzioni a livello nazionale ed internazionale, il tutto finalizzato alla cura del sito carriereinternazionali.com. Ogni giorno passato all'interno della redazione ha portato un valore aggiunto al mio bagaglio esperienziale e ha fatto maturare in me una consapevolezza nei miei mezzi di gran lunga maggiore rispetto a prima.  

Un’esperienza di incalcolabile valore, che mi ha permesso di entrare a stretto contatto con il mondo lavorativo, in un ambiente dinamico e proattivo, guidati dal Presidente Daniela Conte e di tutto il gruppo di Giovani nel Mondo. Suggerisco a chiunque voglia compiere i primi passi in questo ambito occupazionale di entrare in Giovani nel Mondo, per conoscere ragazzi da tutto il mondo, pronti a condividere i propri valori e le proprie conoscenze.

 

Federico Sconocchia Pisoni

 

Pubblicato in Rubrica

Mi chiamo Sara Crepaldi, ho 26 anni e attualmente vivo a Roma, città in cui ho terminato due mesi fa i miei studi universitari in interpretariato e traduzione.


Sono originaria del Veneto e la domanda che più spesso mi è stata rivolta da quando vivo nella Capitale è: “Come mai sei scesa fino a Roma per studiare? Di solito sono le persone del sud che si trasferiscono al
nord!” La mia risposta è che sono sempre stata abituata a fare di testa mia e non seguire più di tanto le tendenze. Una mente libera e aperta è un elemento essenziale per chi, come me, ha scelto un percorso di
studi in cui si arriva inevitabilmente in contatto con la diversità culturale.


L’idea di entrare a far parte della redazione di carriereinternazionali.com è arrivata perché io stessa ho utilizzato più volte il sito per trovare esperienze di studio/tirocinio all’estero, e dunque ho pensato sarebbe
stato interessante avere una visione più “dall’interno” del processo di selezione delle opportunità e aiutare chi, come me, è un giovane studente/laureato alla (disperata) ricerca di opportunità. Sin dal primo giorno
ho incontrato persone che condividono con me una serie di valori importanti, come la democrazia, il dialogo e il confronto positivo su questioni di vario genere anche quando le opinioni sono differenti.


Esperienza fino ad ora più che positiva!

Pubblicato in Rubrica

Mi chiamo Riccardo Testa, nato 21 anni fa a Roma.


Studio Giurisprudenza alla LUMSA di Roma e sono da sempre affascinato dal mondo delle relazioni internazionali. Sono cresciuto con il sogno di fare della carriera diplomatica la mia vita e cerco di migliorarmi ed accrescere il mio bagaglio di esperienze ogni giorno affinché questo accada.
Fin dall’inizio della mia carriera accademica ho seguito un’impostazione di studi orientata verso il diritto internazionale. Infatti, al momento dell’iscrizione all’università, sono stato selezionato per prendere parte al Percorso Internazionale di studi della mia facoltà. In breve, questo significa che parte dei corsi che seguo sono insegnati in lingua inglese così come i relativi esami.


Sono nato in una famiglia in cui si respira da sempre politica. Seguendo le orme dei miei ascendenti mi sono attivato in prima persona in questo settore che spesso risulta molto lontano dai cittadini.
Oltre ad aver preso parte alle ultime elezioni dipartimentali della LUMSA come promotore e candidato di una delle liste studentesche, ho partecipato ad una simulazione del Parlamento Italiano.
Quest’esperienza mi ha confermato di aver ragione nell’essere fiducioso nella generazione di giovani talenti che ho incontrato e che un giorno sarà la futura classe dirigente del nostro Paese. Con alcuni di loro si è instaurato un forte rapporto d’amicizia che ci ha portato a collaborare insieme ad un progetto chiamato “Europa per l’Italia”. Grazie a questa nostra iniziativa ho avuto l’occasione di indossare le vesti di relatore in alcuni istituti italiani (tra cui il mio ateneo) per portare ai giovani cittadini comunitari un’idea di Unione Europea destrutturata nelle sue sfaccettature politiche, economiche, storiche e giuridiche. Tutto questo impegno è risultato essere un’ottima risorsa per molteplici interessati elettori per la nuova legislatura del Parlamento Europeo.
Tra le mie passioni rientrano anche gli studi di Criminologia. Al riguardo, recentemente ho ottenuto la qualifica professionale di Esperto di Scienze Forensi, Criminologia Investigativa e Criminal Profiling al termine di un corso di alta formazione annuale. 

Arrivato a metà dei miei studi ho iniziato a guardarmi in giro per dare un taglio più pratico ai miei corsi. Ho iniziato a cercare offerte di tirocini presso le più rinomate organizzazioni internazionali e,
quasi casualmente, ho trovato l’Associazione “Giovani nel Mondo” sul web. La mia volontà era di ritrovarmi inserito in un contesto di gruppo e dinamico per arricchire le mie conoscenze e non potevo chiedere di meglio quando sono stato accolto dalla redazione di carriereinternazionali.com.
Dal far parte di quei giovani che vagabondano sulle piattaforme internet delle ONG in cerca di opportunità da cogliere al volo sono passato dal lato di coloro che mettono le proprie risorse a loro disposizione per supportarli nella ricerca. Nonostante sia solo all’inizio della mia carriera, pensare di potermi mettere a disposizione degli altri ed aiutarli, anche se in piccola parte, mi rende
orgoglioso di aver preso parte a questa iniziativa.

Pubblicato in Rubrica

“Impegno, flessibilità, risate, multiculturalità”: se dovessi utilizzare poche parole descriverei così la mia esperienza come tirocinante presso l’Associazione Giovani nel Mondo.

Innanzitutto, mi presento. Mi chiamo Ludovica Ciarravano ho ventidue anni e vivo a Roma dove frequento il primo anno di Laurea Magistrale in Relazioni Internazionali all’ Università La Sapienza. La scelta di intraprendere tale percorso di studi nasce dal mio spiccato interesse per la storia, il diritto, la politica, le relazioni internazionali. I miei interessi di studio non sono tuttavia l’unico motivo che mi hanno portata a laurearmi in Scienze politiche e Relazioni internazionali e a proseguire i miei studi nel medesimo ambito; ho sempre pensato che tale percorso mi avrebbe dato la possibilità di comprendere più a fondo il mondo in cui viviamo, come sia possibile gestire la nostra società e le relazioni con i Paesi stranieri, entrare in contatto con altre realtà, culture, punti di vista e prospettive, grazie anche ai numerosi studenti stranieri che decidono ogni anno di studiare nella mia Facoltà. Ed è per questi stessi motivi che ho deciso di non lasciarmi scappare la possibilità di svolgere un tirocinio nell’ Associazione Giovani nel Mondo. Consulto periodicamente il portale di informazione dell’Associazione “Carriere Internazionali” e poter collaborare con lo staff dell’associazione è stata una grande opportunità per me.

Ho svolto un tirocinio della durata di sei mesi nell’ ufficio dell’associazione, in cui mi sono occupata prevalentemente della pubblicizzazione e organizzazione del “Festival delle Carriere Internazionali”. L’Associazione, infatti, oltre a curare il sito di Carriere Internazionali, organizza ogni anno uno degli eventi più grandi e importanti a livello europeo nell’ambito delle carriere internazionali. Un evento che si compone di quattro progetti dedicati rispettivamente al mondo delle Nazioni Unite, dell’editoria, delle aziende e delle carriere internazionali. Contestualmente al Festival si svolge anche la Fiera delle Carriere internazionali, un’occasione imperdibile per entrare in contatto con numerosissimi enti che operano nell’ambito delle carriere internazionali.

All’inizio della mia esperienza ero particolarmente entusiasta, ma allo stesso tempo spaesata. L’Associazione, in particolare il Presidente Daniela Conte, mi ha fornito strumenti utili e conoscenze per poter svolgere al meglio il mio tirocinio e collaborare con il team per organizzare un evento di vasta portata; sentivo, dunque, la responsabilità di non deludere le aspettative e dare il meglio di me per non sprecare l’opportunità che finalmente avevo di non dedicarmi esclusivamente allo studio, ma intraprendere un’esperienza concreta e dinamica.

Al di là dei compiti che di volta in volta mi venivano assegnati, ho sempre cercato di essere una “spugna” in ufficio, cioè di assorbire, quanto più possibile, informazioni e capacità dallo staff dell’Associazione, che ormai da dieci anni si occupa con attenzione e competenza alla realizzazione del Festival. In ufficio si respira multiculturalità, ho collaborato in stretto contatto con studenti stranieri e, a distanza, con ragazzi stranieri che avrebbero partecipato all’evento di marzo.

Dal 9 al 12 marzo si è finalmente svolto l’evento che per tanti mesi avevo collaborato ad organizzare: il Festival delle Carriere Internazionali. Ho partecipato all’evento in qualità di staff, ed è stato forse questo il momento in cui ho capito fino in fondo la vastità e la grande partecipazione internazionale all’evento. Si è trattata di una delle esperienze più stimolanti della mia vita. Nell’ambito della Fiera delle Carriere internazionali mi sono dovuta confrontare con rappresentanti di numerosi enti internazionali, con professori, con ragazzi del liceo, e questo mi ha permesso di sviluppare skills comunicative. Ho avuto inoltre la possibilità di entrare in contatto con tantissimi ragazzi provenienti da tutto il mondo, di confrontarmi con loro, di cercare soluzioni ai problemi che di volta in volta si presentavano. Ho condiviso con loro momenti che mi hanno arricchito, nelle conoscenze, nelle competenze, nelle capacità. Ho imparato, confrontandomi con gli altri, a comprendere anche più me stessa, quali sono i miei limiti, ma anche le mie aspirazioni e i miei punti di forza. Non è possibile conoscere fino in fondo le proprie capacità finché non ci si confronta con la realtà, con il lavoro pratico, ed è esattamente l’opportunità che questa esperienza mi ha dato. Al termine del mio tirocinio ho provato soddisfazione per il mio lavoro e ho acquisito maggiore consapevolezza. Questa esperienza mi ha permesso di sviluppare competenze che potrò sicuramente sfruttare in futuro, ma soprattutto, mi ha permesso di conoscere ragazzi in gamba, che mi sono stati di ispirazione, e che non vedo l’ora di incontrare nuovamente. Perché le esperienze sono importanti anche per il loro valore umano. Ringrazio l’Associazione per l’opportunità che mi ha fornito e mi auguro che altri ragazzi come me possano vivere questa esperienza.

 

Pubblicato in Rubrica

Mi chiamo Giulia Brandão Rocha e vengo da São Paulo, Brasile.

Tutto ha avuto inizio per cercare nuove opportunità che mi permettessero di sviluppare nuove competenze al di fuori dell'ambiente universitario a causa del tradizionale modo di apprendere in classe che, a mio avviso non condivide tutta la conoscenza. Gli studenti in relazioni internazionali hanno un'opinione multiforme del mondo ma quando incontrano persone che vivono in ambienti e appartengono a culture diverse, la loro visione d'insieme risulta alterata. In quanto io stessa studentessa in relazioni internazionali sento la necessità di fare esperienze come quelle del Festival delle Carriere Internazionali e di partecipare a eventi internazionali, soprattutto perché non ho mai viaggiato fuori dal mio paese. Di conseguenza, la possibilità di essere Ambasciatore del Festival Internazionale della Carriera è l'opportunità che ho trovato di essere tra persone di talento e studenti che promuovono e costruiscono insieme un evento pieno di diversità.

Essere un Ambasciatore del Festival è diverso da tutto ciò che ho sempre fatto. La mia esperienza come ambasciatrice brasiliana del Festival sta arricchendo le mie capacità personali e professionali grazie ai compiti e ai doveri che sono necessari per promuovere l'evento, come ad esempio presentazioni e discorsi rivolti a un pubblico di molte persone. Oltre a ciò, durante la promozione, ho stretto nuove amicizie con promoter da tutte le parti mondo e con i partecipanti al Festival delle Carriere Internazionali.

La parte migliore sono i feedback che ricevo delle presentazioni. Ascoltare i "grazie mille per averlo condiviso" da persone che non conoscevano l'evento, vederli interessati all'opportunità e porre domande è sorprendente! Alla fine, non vedo l'ora di vedere i risultati di tutti i promoter e di godermi questo straordinario evento a marzo 2019.

 

Pubblicato in Rubrica

Il mio nome è SALHI Narimane e vengo dall’Algeria. Sono un’attivista del settore giovanile, frequento un master in finanza e lavoro come product manager in un'azienda farmaceutica.

Ho iniziato il mio viaggio con il Festival delle Carriere Internazionali nel 2017  come promoter in Algeria e ho partecipato come delegata nel Rome MUN con l’UNEP in rappresentanza della Russia.

Ho fatto la campagna promozionale inizialmente su Facebook e sui social media  e ho anche fatto alcune presentazioni per gli studenti; il viaggio non è stato facile, è stata la mia prima esperienza di promozione e ho dovuto affrontare alcune situazioni difficili ma sono riuscita a gestirle e ho trovato le giuste  soluzioni. Poi, è arrivato il grande giorno, ho preso l'aereo con la mia delegazione e siamo finalmente arrivati a Roma per partecipare a quell'evento di cui stavamo parlando da mesi, il Rome MUN. Mi sono goduta ogni singolo momento e ho quindi deciso di tornare di nuovo. Durante la mia seconda partecipazione sono stata selezionata come coordinatrice e vice presidente avendo così una doppia responsabilità: come coordinatrice ho lavorato con i promoter nella regione MENA e in alcuni paesi africani. Organizzavo incontri online, ricevevo i loro reports, rispondevo alle loro domande e li aiutavo a promuovere l’evento. Ogni volta che partecipo ad un programma televisivo ho l’opportunità di sponsorizzare l’evento così che anche io continuo a promuovere e a parlare della mia esperienza come partecipante. Ma il mio impegno con il Festival delle Carriere Internazionali non si ferma qui, sono stata infatti selezionata anche come vice presidente. Ho avuto l'onore di lavorare con il signor George, con cui presiedevo il comitato dell'UNESCO, il più grande del Rome MUN 2018. Ho avuto l’opportunità di condividere l'esperienza anche con altri delegati sul gruppo di Facebook. Li ho aiutati a prepararsi e a semplificare la loro presentazione. A tal fine ho fatto una serie di webinar per rispondere alle loro domande, alcune volte mi capitava di farlo durante le mie pause pranzo perché è molto importante essere presente per i delegati anche perché per la maggior parte di loro era la prima esperienza MUN ed era quindi importante formarli attentamente sulle procedure. Quando ci siamo incontrati e li ho visti all’opera, sono rimasta stupita dalla loro motivazione, ho avuto modo di constatare come la conferenza ha avuto impatto positivo su di loro.

I primi giorni molti tra i delegati erano timidi, ma già a partire dalla seconda sessione tutti sono stati coinvolti, discutevano in modo molto professionale e, ad essere onesti, è stato molto difficile scegliere il miglior Delegato perché tutti hanno fatto del loro meglio. Hanno imparato a parlare in pubblico e a difendere la posizione dei paesi che avevano assegnati.  E’ stata un'esperienza molto profonda, sentivo che i delegati erano sotto la mia responsabilità. Dal momento che lavoro nel settore della salute, per deformazione professionale quando vedevo uno dei miei delegati in difficoltà facevo tutto il possibile per farli sentire a loro agio, eravamo tutti come fratelli e sorelle, abbiamo passato dei bei momenti, abbiamo imparato insieme e ci siamo divertiti insieme. In ogni comitato c'erano persone provenienti da ambienti diversi, paesi diversi, culture diverse ma il Festival delle Carriere internazionali ci ha uniti, come uno grande famiglia, mi sono sentita davvero a casa con la mia famiglia e non vedo l'ora che inizi la prossima edizione per incontrare altre persone fantastiche. Il Festival delle Carriere Internazionali non è solo un evento, è una comunità, è una famiglia; questo grande mondo è diventato una piccola casa. Ho incontrato molte persone in altri paesi e poi li ho incontrati di nuovo a Roma e sono sicura che li incontrerò ancora. Ho fatto grandi amicizie grazie al Festival delle Carriere Internazionali e, come attivista per i giovani, questo evento fa passi da gigante verso e per un futuro migliore, perché la gioventù è il futuro e poiché possiamo diffondere tolleranza e pace attraverso questo tipo di eventi, possiamo sperare in un mondo e in un futuro migliore, perché la nostra generazione è in grado di apportare un cambiamento positivo.

Quest'anno, sono coordinatrice del Nord Africa, e felice di lavorare con Hossem BERKAN, che è un ex delegato dell’Algeria al MUN e ha brillato a Roma nel Press Game del 2018, inoltre è uno dei miei promoter quest'anno e faremo del nostro meglio per diffondere lo spirito di questo grande evento. Mi sento estremamente affezionata al Festival perché ho imparato molto e ringrazio Giovani nel Mondo per avermi dato l’opportunità di far parte di questa fantastica famiglia.

Ci vediamo a Roma!

Narimane






Pubblicato in Rubrica

Rubrica

Follow Us on

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, solo per alcune funzionalità tecniche dei servizi offerti.
Puoi prendere visione dell’informativa estesa sull’uso dei cookie cliccando QUI.

Cliccando su "ok" acconsenti all’uso dei cookie.