L’INTERNATIONAL HUMANITY FOUNDATION cerca collaboratori online o disposti a lavorare in una delle sue sedi nel mondo! Candidati immediatamente!
 
“Per altre opportunità simili, andate alla sezione “Cooperazione, Sviluppo e Volontariato
 
Ente: INTERNATIONAL HUMANITY FOUNDATIO - IHF è un’unica organizzazione che crede nell’assoluta trasparenza e lavora quasi interamente attraverso gli sforzi e la collaborazione di centinaia di volontari non retribuiti, da tutto il mondo, che offrono parte del loro tempo, abilità, energie e amore per aiutare le comunità in Kenya, Thailandia e Indonesia.  IHF è guidato da Carol Sasaki, che lavora per IHF da ben 24 anni e si destreggia tra le diverse sedi con amore e dedizione. IHF ha uffici in Indonesia, Kenya e Thailandia e un piccolo ufficio di volontari a San Diego, in California. Il fatto che la gran parte dei collaboratori di questa organizzazione lavorino solo ed esclusivamente online, implica che essi non possano comunicare o incontrarsi in nessun modo se non tramite email. In questo modo, bizzarro quanto efficiente, essi aiutano a migliorare le vite di migliaia di bambini.
 
Dove: Da casa o presso una delle sedi IHF (Kenya, Indonesia, Thailandia, San Diego)
 
Destinatari: Chiunque sia interessato al volontariato e alla cooperazione internazionale
 
Quando: Candidature sempre aperte
 
Scadenza: Non specificata
 
Descrizione dell’offerta: Ai candidati verrà immeidatamente assegnato un compito a cui essi dovranno lavorare da casa. Questo è richiesto anche a coloro che preferiranno lavorare presso uno dei centri IHF: anch’essi infatti, prima di cominciare il loro periodo di impiego, dovranno aver svolto queste 8 ore di lavoro a domicilio. I compiti asegnati, occuperanno circa da una a quattro ore lavorative a settimana e potranno rientrare in una o più delle seguenti varianti:
- assistenza agli sponsors
- media
- contabilità
- materiale promozionale
- mantenimento del sito web
- molte altre attività
Sarà poi richiesto al candidato di scegliere tra una di queste aree di competenza. 
 
Requisiti: Interesse e partecipazione alle tematiche dello sviluppo, del volontariato e della cooperazione
 
Documenti richiesti: Form online
 
Retribuzione: Non prevista
 
Guida all’application: Compilare l’Application Form online
Da casa: Application 
Presso uno dei centri IHF: link
 
Informazioni utili: L’International Humanity Foundation si propone di fornire ai propri stagisti un quadro completo della tematica della povertà e dello sviluppo mondiale. Al candidato è richiesto di lasciarsi coinvolgere da tutti e in tutti gli aspetti dei programmi IHF, in modo da poter sviluppare una conoscenza e una maggior comprensione delle questioni riguardanti lo sviluppo moderno dei paesi, l’istruzione e le organizzazioni no-profit. IHF offre l’opportunità ai volontari di operare sia da casa, online, sia presso una delle proprie sedi nel mondo.
 
Link utili:
 
Contatti utili:
International Humanity Foundation
4311 Pavlov Ave.
San Diego, CA, 92122
Phone: +1-858-597-0232
E-Mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
 
 
 “Vuoi candidarti per questa o altre opportunità e non sai come fare?
CLICCA QUI e scoprilo!”
 
“Se sei interessato a conoscere meglio il mondo delle relazioni internazionali, se hai voglia di mettere alla prova le tue doti diplomatiche e capire se questa è la strada che fa per te, partecipa al  Rome Model United Nations la più grande simulazione Onu in Italia! Non perdere questa opportunità!”
 
 
Se hai tra i 18 e i 30 anni, partecipa al SVE con GIOSEF e vivi un’esperienza indimenticabile! Candidati subito
 
“Per altre opportunità simili, andate alla sezione “Cooperazione, Sviluppo e Volontariato
 
Ente: GIOSEF- Giovani Senza Frontiere  promuove l’inclusione e la partecipazione giovanile in tutte le sue forme e a tutti i livelli. E’ uno spazio di aggregazione e confronto tra giovani perché possano dare forza alle proprie idee e realizzare autonomamente i propri progetti. L’associazione è composta da giovani che quotidianamente lavorano e si impegnano per l’affermazione della solidarietà e dell’accettazione delle diversità. La mission dell’associazione è quella di creare nuovi spazi di partecipazione giovanile alla vita pubblica, perché i giovani stessi siano in grado di fornire risposte alle esigenze delle nuove generazioni. Giosef si propone di essere un network di realtà giovanili presenti su tutto il territorio nazionale. In questa ottica le sedi locali agiscono in maniera molto indipendente e diversificata tra loro, utilizzando gli strumenti più compatibili con la propria dimensione locale per il raggiungimento dei fini sociali.
 
Dove: Diverse sedi nel mondo. Vedere link
 
Destinatari: Tutti i giovani dai 18 ai 30 anni residenti in uno dei paesi aderenti al programma comunitario Gioventù in Azione. In alcuni casi eccezionali anche i giovani a partire dall’età di 16 anni possono partecipare al servizio volontario europeo.
 
Quando: Da definire. Durata del progetto: 24 mesi
 
Scadenza: Variabile a seconda della destinazione
 
Descrizione dell’offerta: Il servizio volontario europeo (SVE) sostiene i servizi volontari transnazionali dei giovani. Esso aspira a sviluppare la solidarietà e a promuovere la tolleranza fra i giovani, in primo luogo per rafforzare la coesione sociale nell’Unione Europea. Promuove la cittadinanza attiva e migliora la comprensione reciproca fra i giovani.
Questi obiettivi generali saranno in particolare raggiunti nel modo seguente:
- Sostenendo la partecipazione dei giovani a diverse forme di attività volontarie, sia all’interno che all’esterno dell’Unione europea;
- Offrendo ai giovani l’opportunità di esprimere il loro impegno personale con attività di volontariato a livello europeo ed internazionale;
- Interessando i giovani alle azioni che stimolano la solidarietà tra i cittadini dell’Unione europea;
- Coinvolgendo i giovani volontari, in un paese diverso da quello dove risiedono, in un’attività non lucrativa e non remunerata a beneficio della collettività.
Inoltre il servizio volontario europeo è un servizio di “ apprendimento”: attraverso le esperienze di approfondimento non formale i giovani volontari migliorano e /o acquisiscono competenze a vantaggio del loro sviluppo personale, formativo e professionale nonché della loro integrazione sociale. Gli elementi dell’apprendimento consistono nella definizione comune dei risultati, processi e metodi che si attendono dalla formazione, nella certificazione delle competenze acquisite, nella partecipazione del volontario al ciclo di formazione SVE e nella fornitura costante di supporto basato sui compiti da svolgere nonché di sostegno linguistico e personale, comprese le tecniche di prevenzione e gestione delle crisi.
 
Requisiti: Interesse e sensibilità alle tematiche della Cooperazione Internazionale  e del Volontariato
 
Documenti richiesti: Scheda online e CV
 
Retribuzione: Non prevista
 
Guida all’application: Per candidarsi a uno dei progetti attivi basta inviare la seguente scheda e una copia del proprio Curriculum Vitae, possibilmente in formato Europass (il tutto in inglese o nella lingua del paese ospitante se la si conosce), all’indirizzo email Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
 
Informazioni utili: Il progetto di SVE può essere individuale (ad esempio 1 volontario viene inviato da noi  a un’Organizzazione Ospitante), oppure di gruppo (ad esempio vengono inviati da 2 a 100 volontari da una o più Organizzazioni di Invio ad una o più Organizzazioni Ospitanti. La caratteristica dell’attività SVE di Gruppo è che i volontari prestano servizio nello stesso periodo e all’interno di un’area di intervento comune). Il monte ore di lavoro a carico dei partecipanti è di circa 30 ore/ settimana, in genere i weekend sono liberi  così come 2 giorni liberi al mese. Al volontario è garantita ogni tipo di assistenza (logistica, medica, assistenziale) oltre ad un corso di lingua del Paese ospitante e ad un mentore che seguirà il volontario in ogni attività. Alla fine del progetto verrà rilasciato al partecipante il certificato YOUTH PASS, attestante l’apprendimento non formale conseguito durante il progetto.
E’ possibile consultare online i progetti attivi e le associazioni che li promuovono, attraverso il seguente link
http://europa.eu/youth/evs_database
 
Link utili:
 
Contatti utili:
Lorenzo Floresta | Presidente Giosef Italy: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Laura Birtolo | Responsabile Progettazione:  Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Lino Chiusa | Responsabile  Organizzazione: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Marco “Paco” Severino | Responsabile Comunicazione: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
 
 
 “Vuoi candidarti per questa o altre opportunità e non sai come fare?
CLICCA QUI e scoprilo!”
 
“Se sei interessato a conoscere meglio il mondo delle relazioni internazionali, se hai voglia di mettere alla prova le tue doti diplomatiche e capire se questa è la strada che fa per te, partecipa al  Rome Model United Nations la più grande simulazione Onu in Italia! Non perdere questa opportunità!”
 
VIS ti offre l’occasione di vivere un’esperienza di volontariato in uno dei 40 paesi in cui opera. Candidati subito, non perdere questa opportunità
 
“Per altre opportunità simili, andate alla sezione “Cooperazione, Sviluppo e Volontariato” 
 
Ente:  VIS è una Organizzazione Non Governativa nata in Italia nel 1986 e cresciuta nel mondo grazie all’impegno e alla passione dei volontari internazionali, ragazzi e ragazze che hanno deciso di partire per mettersi a servizio, con professionalità e dedizione, dei più deboli nel mondo. I volontari VIS sono presenti in oltre 40 Paesi del mondo e si occupiano di solidarietà e cooperazione internazionale. “Insieme, per un mondo possibile” è il loro motto, che indica l’intenzione di fare rete in Italia, in Europa e nel resto del mondo per migliorare le condizioni di vita delle bambine e dei bambini, dei giovani in condizioni di povertà e delle loro comunità. 
 
Dove: Da concordare
 
Destinatari: Chiunque possieda i requisiti richiesti
 
Quando: Da concordare con lo staff VIS
 
Scadenza: Non è prevista una scadenza particolare
 
Descrizione dell’offerta: La presenza dei volontari, in servizio per due anni, in progetti di sviluppo, con compiti prevalentemente educativi, è la scelta che caratterizza la realtà di VIS. VIS crede infatti nel volontariato internazionale come scelta di condivisione, di solidarietà internazionale, di impegno politico e civile, di crescita umana e professionale, di scambio culturale, di impegno missionario e spirituale. I volontari si inseriscono a lungo termine nei progetti di sviluppo con le loro competenze umane e professionali e lavorano in sinergia con la controparte salesiana e con gli operatori locali per lo sviluppo umano della popolazione beneficiaria del progetto, diventando quindi il volto dell'organismo nel paese in cui essi operano. Il VIS considera il volontario non soltanto strumento della progettualità del VIS ma prima di tutto come suo oggetto e destinatario, la cui crescita professionale ed umana deve essere al centro del progetto educativo dell'organismo. A questo riguardo pur riconoscendo l'unitarietà dell'identità del volontario internazionale, si identificano differenti tipologie di volontari: volontari in servizio civile, volontari prevalentemente di tipo vocazionale, volontari prevalentemente di tipo professionale. Tutti si riconoscono in una base comune unitaria, caratterizzata da elementi imprescindibili quali la motivazione, la maturità e serietà, l'impegno professionale adeguato al progetto.
 
Requisiti:
- Disponibilità ad un servizio di almeno due anni. Questo garantisce un inserimento più radicato nella realtà socio-culturale locale e nel progetto dando maggiori garanzie di efficacia del progetto stesso e del servizio di volontariato.
- Conoscenza e condivisione della missione e della identità della ONG e dello spirito missionario salesiano;
- Competenza professionale specifica. I profili maggiormente richiesti sono: rappresentante paese, project manager, amministratore, educatore, tecnici. Ci occupiamo solo marginalmente di progetti sanitari per cui candidature in ambito sanitario saranno prese in considerazione in maniera residuale;
- Capacità di lavorare in équipe: con la comunità salesiana, con la popolazione locale e con gli altri volontari. Nei paesi in cui siamo maggiormente radicati ci sono vere e proprie comunità di volontari che lavorano in vari progetti, per questo si richiede disponibilità alla condivisione con gli altri volontari e buone doti di comunicazione.
- Buona conoscenza delle tematiche correlate allo sviluppo e alla cooperazione internazionale;
- Buona conoscenza della lingua internazionale parlata nel paese in cui si presta servizio
 
Documenti richiesti: Modulo online 
 
Costi/retribuzione: Il rapporto di collaborazione che si instaura con un volontario viene regolamentato con un contratto di collaborazione a progetto secondo le normative vigenti. Nel caso di un progetto cofinanziato dal Ministero Affari Esteri italiano (MAE), il personale estero può essere inserito nei progetti in qualità di volontario o cooperante, ai sensi della legge sulla cooperazione (l.49/87) e avrà un contratto riconosciuto dal MAE della durata di 24 mesi, se volontario o di 23 mesi al massimo, se cooperante. Per progetti non finanziati dal MAE il volontario avrà un contratto di collaborazione con l’organismo. A tutti i volontari, a prescindere dalla tipologia di contratto, sono garantiti: un viaggio di andata e ritorno per ogni anno di servizio, la copertura assicurativa, un compenso definito secondo le tabelle ministeriali per volontari, l’alloggio in loco. Nel caso dei contratti MAE il volontario/cooperante ha anche diritto all’aspettativa se dipendente pubblico.
 
Guida all’application: Se interessati, compilare accuratamente il modulo online e inviarlo al seguente indirizzo: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. specificando nell’oggetto: “candidatura per volontariato”.
 
Informazioni utili:
Non saranno presi in considerazione:
- CV inviati utilizzando moduli diversi da quello che trovi qui di seguito;
- CV privi della autorizzazione espressa al trattamento dei dati personali (dlgs 196/2003)
Decorsi nove mesi dall’arrivo, qualora non siano stati intrapresi processi di selezione ed inserimento, i CV saranno eliminati dall’archivio.
 
Link utili:
 
Contatti utili:
VIS
Sede: via Appia Antica, 126 ROMA
Email: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Tel: +39 06 51.629.1 - Fax +39 06 51.629.299
 
 
 “Vuoi candidarti per questa o altre opportunità e non sai come fare?
CLICCA QUI e scoprilo!”
 
“Se sei interessato a conoscere meglio il mondo delle relazioni internazionali, se hai voglia di mettere alla prova le tue doti diplomatiche e capire se questa è la strada che fa per te, partecipa al  Rome Model United Nations la più grande simulazione Onu in Italia! Non perdere questa opportunità!”
 
CARE&SHARE ti offre l’opportunità di operare come volontario in INDIA in diverse comunità per 5 GIORNI! Candidati subito
 
“Per altre opportunità simili, andate alla sezione “Cooperazione, Sviluppo e Volontariato” 
 
EnteCare & Share nasce nel 1991 per iniziativa di Carol Faison, che dopo un viaggio nel sud dell’India, decide di adottare un bambino a distanza. Nel 1997 Carol Faison e Noel Harper fondano in India Care & Share Charitable Trust a Vijayawada, Andhra Pradesh, India; registrata presso il Ministero degli Affari Interni del Governo Indiano per la raccolta di fondi dall’estero, nonché presso le Autorità delle Imposte sui Redditi.Nel 2000 in Italia nasce Care & Share Italia Onlus - Organizzazione Non Governativa in data 23 febbraio 2007 da parte del Ministero Affari Esteri italiano.
Care & Share ha come obiettivo la cura, l’educazione ed il recupero di bambini poveri, bambini raccolti dalla strada e dagli slum, bambini costretti a lavorare, orfani, ed accetta eccezionalmente, durante tutto l’anno, visitatori presso il proprio campus di Daddy’s Home (e di Butterfly Hill).
 
Dove: Vijayawada (Krishna District), India
 
Destinatari: Chiunque sia interessato al progetto e sensibile alle tematiche della cooperazione e del volontariato
 
Quando: Periodo da scegliere e concordare con Care & Share
 
Scadenza: Non è prevista una scadenza particolare
 
Descrizione dell’offerta: Care & Share offre la possibilità a volontari e/o visitatori di svolgere limitate attività di assistenza e aiuto a bambini di strada e orfani presso le strutture denominate Daddy’s Home e Butterfly Hill, per un periodo massimo di 5 giorni.
Tale impegno potrà essere riconducibile a:
a) attività pedagogica di varia natura presso le strutture scolastiche del TRUST
b) assistenza di diverso tipo e grado ai bambini (di qualsiasi età) del programma di adozioni a distanza
c) ogni altra forma di aiuto possa rendersi utile svolgere in loco
Visitatori minorenni sono accettati solo se accompagnati da maggiorenni).
 
Requisiti
Non sono richiesti requisiti particolari. Ai visitatori viene richiesto il massimo rispetto per i bambini, senza alcuna distinzione di sesso o di eta’ ed un comportamento socialmente e moralmente ineccepibile sia all’interno sia all’esterno del campus. Care & Share non tutelera’ i propri visitatori/volontari presso le autorita’ indiane nel caso di violazione delle norme della legislazione indiana. Ai visitatori viene richiesto un atteggiamento leale nei confronti di Care & Share  quando trattano con ospiti ed altre organizzazioni. 
 
Documenti richiesti: Visto valido per l’ingresso ritirabile previa domanda presso il Consolato Indiano di Milano o l’Ambasciata Indiana di Roma. Normalmente il visto è valido per 1 mese. Si ricorda la necessita' di avere una buona assicurazione per problemi medici o per il rimpatrio assistito. Care & Share non puo' assumersi quest'onere, ne' prendersi alcuna responsabilita' per quanto riguarda l'incolumita' delle persone in qualsiasi circostanza.
 
Costi/retribuzione: Il servizio offerto a Care & Share da parte dei visitatori è gratuito. Il visitatore dovrà organizzarsi le proprie giornate senza interferire nella vita e negli orari in vigore al campus. Potra’ stare in compagnia dei bambini compatibilmente con i loro impegni scolastici (ad esempio per organizzare lo shopping o altre uscite). Per i trasferimenti in citta’ o altrove non avra’ a disposizione veicoli di Care & Share ma potra’ prenotarsi delle auto a noleggio.
Il visitatore puo’ alloggiare e consumare i pasti presso Daddy’s Home.
Se un visitatore desidera soggiornare in un periodo in cui tutte le stanze a disposizione sono occupate potra’ alloggiare a proprie spese presso un hotel della citta’ (o potra’ scegliere di soggiornare in un periodo diverso).
Il volo è a spese del solo visitatore. 
Eventualmente, A Vijayawada per ora ci sono tre alberghi di quattro stelle :
- Hotel Murali Fortune 
- Hotel D.V. Manor 
- Hotel Gateway
 
Guida all’application: Prendere visione e firmare la Lettera di manleva che esonera Care & Share da rischi connessi al viaggio dello sponsor.
Compilare inoltre il regolamento e la scheda richiesta che è possibile trovare online alla pagina
 
Informazioni utili:
La sede del nostro Trust Indiano è a Vijayawada lungo le rive del grande fiume Krishna in Andhra Pradesh, che si trova nel sud est dell’India. L’Andhra Pradesh è la sesta regione più povera dell’India e si affaccia sulla Baia del Bengala. E’ una regione rurale in cui vi sono circa 27.000 villaggi e poche grandi città. Vijayawada è la terza città dello Stato, con un milione di abitanti. Vijayawada è una città importante in India in quanto è uno snodo ferroviario essenziale in virtù della sua posizione geografica che la collega con tutta l’India tramite la ferrovia costruita ancora ai tempi del dominio britannico. Non viene mai visitata da stranieri, perché non ha alcuna attrattiva storica, turistica o paesaggistica. L’India ha piu’ d’un miliardo di abitanti e 650 milioni di elettori, un terzo dei quali vive ben al di sotto della soglia della povertà. L’Andhra Pradesh è uno Stato centro-meridionale dell’India (80 milioni di abitanti) costeggiante la Baia del Bengala. Tra i 32 Stati dell’Unione Indiana, l’Andhra è al 26° posto per prodotto interno lordo pro-capite ed e’ quindi una delle regioni più povere del subcontinente.
 
Link utili:
 
Contatti utili:
Care & Share Italia ONLUS ONG 
Sestiere di Castello 6084, 
Campo Santa Marina 
30122 Venezia 
ITALIA
Contatti telefonici Italia
+39 041 2443292
+39 392 3157662
+39 041 5232807 (fax)
 
 
 “Vuoi candidarti per questa o altre opportunità e non sai come fare?
CLICCA QUI e scoprilo!”
 
“Se sei interessato a conoscere meglio il mondo delle relazioni internazionali, se hai voglia di mettere alla prova le tue doti diplomatiche e capire se questa è la strada che fa per te, partecipa al  Rome Model United Nations la più grande simulazione Onu in Italia! Non perdere questa opportunità!”
 
 
JOINT ti offre la possibilità di svolgere uno stage di almeno 3 mesi presso la sua sede di Milano! Affrettati e candidati immediatamente!
 
“Per altre opportunità simili, andate alla sezione “Cooperazione, Sviluppo e Volontariato
 
Ente: Joint è un ambiente dinamico, internazionale, giovane e in crescita: è un’organizzazione di Promozione Sociale di Milano, attiva nel no-profit da circa dieci anni, che offre opportunità di mobilità internazionale ed apprendimento interculturale per i giovani. L’Associazione è stata fondata nel 2003 da un gruppo di ragazzi che condividevano esperienze ed interessi comuni nel campo della sociologia e della pedagogia L’associazione opera in sinergia con enti partner di Milano e del resto d’Italia, coi quali organizza eventi, momenti di incontro e progetti di formazione a carattere multiculturale e multidisciplinare. Nello specifico l’Associazione è specializzata in progetti relativi al campo dell’educazione non formale e dell’apprendimento interculturale, e si rivolge ad una fascia di utenza di ragazzi con un’età compresa tra i diciotto ed i trenta anni oltre che a seguire percorsi pedagogici indirizzati agli studenti delle scuole superiori e alle fasce più deboli della società come i giovani aventi situazioni socio-economiche svantaggiate o affetti da disabilità motorie.
 
Dove: Milano
 
Destinatari: Giovani interessati a svolgere uno stage nell’ambito della cooperazione e degli scambi di volontariato internazionale
 
Quando: Posizioni sempre aperte
 
Scadenza: Non prevista una scadenza precisa
 
Descrizione dell’offerta: L’associazione Joint seleziona giovani interessati ad un’esperienza di formazione pratica e di crescita professionale al termine di un percorso di studi. Uno stage in Joint è un’esperienza formativa che consente di migliorare le proprie competenze e di familiarizzare con ambienti di lavoro tipici del no-profit e delle relazioni internazionali, in particolare nell’area dei progetti europei. Le aree in cui è possibile svolgere la propria esperienza sono:
- Il Servizio Volontario Europeo, sia nelle attività di invio sia di accoglienza o coordinamento;
- Gli Scambi Internazionali, sia nell’organizzazione di scambi in Italia sia nell’invio di gruppi di giovani all’estero;
- La progettazione e il fund raising attraverso bandi locali, nazionali ed europei;
- La promozione della Joint e delle sue attività, attraverso l’utilizzo di strumenti sia online sia offline, dai social network al mailing.
 
Requisiti: Non sono richiesti requisiti particolari
 
Documenti richiesti: Form online
 
Costi/retribuzione: Retribuzione prevista ma non specificata
 
Guida all’application: Compilare il form online
 
Informazioni utili: E’ richiesta la disponibilità di almeno 3 mesi ed è previsto un rimborso spese da concordare.
 
Link utili:
 
Contatti utili:
via Giovanola 25/C
20142 MILANO
Tel. 02 45472364 – Fax 02 45070956
E-mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
 
 
Lo “Sphere Project” è un'iniziativa volontaria offerta da una vasta gamma di agenzie umanitarie in quanto accomunate dall’obiettivo comune di migliorare la qualità dell'assistenza umanitaria e la responsabilità degli attori umanitari  e rendere pubbliche quali sono le difficoltà, i problemi, e le soddisfazioni nel realizzare un progetto umanitario.
 
Per altre opportunità simili, vai alla sezione "Formazione alle carriere internazionali"
Lo Sphere Handbook, è libro che comprende una serie di principi comuni e standard minimi universali nelle aree di salvataggio e di risposta umanitaria più ampiamente conosciuti e riconosciuti a livello internazionale.
Fondata nel 1997, lo Sphere Project non è una organizzazione di appartenenza. E’ un organizzazione, invece, governata da un Consiglio composto da rappresentanti di reti globali di agenzie umanitarie ed oggi è considerata un'importante è vivace comunità di praticanti che operano in risposta alle esigenze internazionali.

Lo Sphere Handbook in Action è  È un corso gratuito e-learning che si propone allo scopo di rafforzare l'uso efficace della Carta Umanitaria e di fornire informazioni utili a sensibilizzare le masse per quanto riguarda la cooperazione internazionale e il volontariato.
Non sono richiesti titoli di studio. Ogni persona può seguire il corso in base ai suoi impegni e al suo proprio ritmo. Il corso utilizza esempi di scenari realistici, aiutando lo studente a conoscere, attraverso messaggi  fondamentali, il mondo del volontariato.  Il corso sarà utile a chiunque sia coinvolto in risposta umanitaria. Tra gli aspetti chiave del lavoro  umanitario esplorati dal corso vi sono:

- la responsabilità alle popolazioni colpite
- i bisogni di creare valutazioni personali
- il coordinamento della risposta e agli aiuti umanitari
- l'imparzialità e la non discriminazione nei confronti delle popolazioni meno agiate

Tutto ciò viene eseguito  mantenendo intatte le realtà internazionali in cui organi e istituzioni europee operano all’insegna della cooperazione.
È possibile inoltre, all’interno del sito dello Sphere Project inserire e raccontare le proprie esperienze personali nell’ambito del volontariato e della cooperazione.

In questo periodo dove le difficoltà, che rendono quasi impossibile la vita in alcuni dei posti più belli del mondo, sono sconosciute ai più, è necessario, secondo gli operatori dello Sphere Project, tentare di avvicinare il più possibile l’uomo all’uomo, creando in questo modo, una vera e propria coscienze internazionale in cui tutti si rendano conto dei privilegi o delle sfortune che caratterizzano il proprio vivere
 
“Vuoi candidarti per questa o altre opportunità e non sai come fare?
CLICCA QUI e scoprilo!”
 
“Se sei interessato a conoscere meglio il mondo delle relazioni internazionali, se hai voglia di mettere alla prova le tue doti diplomatiche e capire se questa è la strada che fa per te, partecipa al  Rome Model United Nations la più grande simulazione Onu in Italia! Non perdere questa opportunità!”
Incontro fra i Popoli offre stage e tirocini a studenti universitari in varie sedi del mondo, con eventuale aiuto per la tesi! Affrettati e candidati subito!
 
“Per altre opportunità simili, andate alla sezione “Cooperazione, Sviluppo e Volontariato
 
Ente: Incontro fra i Popoli ONG è un'associazione popolare di cooperazione e solidarietà internazionale, sorta nel 1990 e fondata sul volontariato. È ONG (Organizzazione Non Governativa) riconosciuta dal Ministero degli Affari Esteri ai sensi della legge 49/87 ed è accreditata presso l'Unione Europea. È ONLUS (organizzazione non lucrativa di utilità sociale) ai sensi e per gli effetti del D. Lgs. n. 460/19997. Partecipa all’AOI (Assemblea delle ONG Italiane) e del Forum SaD (coordinamento di associazioni di Sostegno a Distanza). Incontro fra i Popoli opera principalmente in quattro settori: Cooperazione fra i Popoli, Cultura ed Educazione,
Scambi culturali, Sostegno a Distanza.
 
Dove: a scelta tra
-         Congo: Kinshasa, Shabunda, Uvira, Bukavu, Goma, Mboko, Kindu, Kabinda
-         Camerun: Maroua
-         Ciad: Moundou
-         Nepal: Kathmandu, Surket
-         Sri Lanka: Mannar, Trincomalee
-         Romania: Beius
-         Italia: Cittadella
 
Destinatari: Studenti universitari
 
Quando: Periodo da concordare
 
Scadenza: Stage e tirocini aperti tutto l’anno
 
Descrizione dell’offerta: Agli universitari Incontro fra i Popoli propone lo stage o il tirocinio in una delle sue sedi in Italia o presso uno dei suoi partner nel mondo. I settori possibili sono: programmi e progetti di tipo rurale, microcredito, cooperativismo, tecnologia meccanica, idraulica, ambientale, fasce sociali deboli (donne e bambini), cultura, formazione, educazione scolastica ed oltre, agro-alimentare, agro-forestale, imprenditoria, sanità, ecc.
Ogni stagista-tirocinante, prima di avviare la sua esperienza, segue un breve percorso di formazione presso la sede dell’associazione in Italia. E’ in quest’occasione che vengono scelti località e argomenti del lavoro universitario: è previsto infatti un aiuto a elaborare la propria tesi, per chi lo richiedesse.
 
Requisiti: Non sono richiesti particolari requisiti. Fondamentali sono però l’interesse e la sensibilità alle tematiche sociali e al volontariato.
 
Costi/retribuzione: Non prevista
 
Documenti richiesti: Lettera standard per candidati all’estero o per candidati in Italia
 
Guida all’application: Segui le procedure richieste in Lettera standard per candidati all’estero; Lettera standard per candidati in Italia
 
Informazioni utili: Incontro fra i Popoli ha sede operativa a Cittadella (Padova). Per quanto riguarda il colloquio, se vieni da lontano, puoi alloggiare nella casa di accoglienza messa a disposizione dall’associazione stessa con un contributo minimo di 5 euro a notte.
 
Link utili:
 
Contatti utili:
Contrà Corte Tosoni 99, 35013 Cittadella (PD) - tel/fax: 049 5975338 - Cell. 335 8367012 (Leopoldo) - Cell. 335 8367030 (Maria)
Via Museo 9, 36061 Bassano del Grappa (VI)
Via Citolo da Perugia 35, 35138 Padova
Via Archimede 15, 20068 Peschiera Borromeo (MI) - Cell. 347 1507373 (Claudia)
Via Albareto 1, 43100 San Secondo Parmense (PR) - tel. 0521-873029 - Cell. 3396411952
Mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
 
 
“Vuoi candidarti per questa o altre opportunità e non sai come fare?
CLICCA QUIe scoprilo!”
 
“Se sei interessato a conoscere meglio il mondo delle relazioni internazionali, se hai voglia di mettere alla prova le tue doti diplomatiche e capire se questa è la strada che fa per te, partecipa al  Rome Model United Nations la più grande simulazione Onu in Italia! Non perdere questa opportunità!”
Safe Passage cerca risorse per un progetto di volontariato internazionale nelle scuole del Guatemala
 
 “Per altre opportunità simili, andate alla sezione “Cooperazione, Sviluppo e Volontariato” 
 
Ente: Safe Passage è una ONG internazionale che aiuta circa 550 bambini in Guatemala, provvedendo alla loro educazione, ai servizi sociali, e cercando di offrire una concreta possibilità per sconfiggere la povertà che le loro famiglie hanno vissuto da generazioni. I volontari sono parte integrante della struttura dell’Ong e ogni anno circa 50 volontari di tutto il mondo partecipano ai progetti di volontariato. 
 
Dove: Antigua, Guatemala
 
Destinatari: Giovani dai 18 ai 45 anni
 
Quando: I progetti di volontariato cominciano in diversi periodi dell’anno. Ogni progetto ha una durata minima di almeno 5 settimane
 
Scadenza: I programmi di volontariato sono aperti tutto l'anno
 
Descrizione dell’offerta: I candidati saranno inseriti come Assistenti nelle classi di alcune scuole del Guatemala. I volontari avranno il compito di fornire supporto al personale scolastico, affiancare gli insegnanti e assistere gli studenti. Avranno così la possibilità di seguire almeno 25 studenti nelle loro attività scolastiche quotidiane, esercitarsi con la pratica della lingua spagnola ed avere una concreta esperienza nell’ambito dell’insegnamento sotto la supervisione di uno staff competente e preparato. I volontari con una conoscenza avanzata della lingua spagnola, potranno insegnare Inglese, Arte e Pensiero creativo.
 
Requisiti:
 
- Buona/ottima conoscenza della lingua spagnola
- Ottime capacità di adattamento a contensti multiculturali. 
- Creatività 
- Flessibilità
- Energia
- Gradita passata esperienza nel lavoro con bambini o esperienze di volontariato in paesi in via di sviluppo
 
Documenti richiesti: Application form
 
Costi/retribuzione: Ai volontari è richiesto il pagamento di una quota per la candidatura, per le spese amminisrative, di viaggio e di trasporto in loco. Le spese di vitto e alloggio sono a carico dei partecipanti. Il dettaglio dei costi è disponibile sul sito dell’Organizzazione
 
Guida all’applicationPer applicarsi alle diverse posizioni di volontariato internazionale bisognerà seguire i seguenti steps
 
- Completare ed inviare l’application form disponibile sul sito, insieme al proprio Cv e a 2 lettere di referenze all’indirizzo Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
- Versare i 50$ non rimborsabili per partecipare alla selezione
- Dopo il ricevimento dei documenti, l’Ong invierà un modulo con alcune domande che permetteranno di completare il profilo del candidato.
- Al termine del processo verranno selezionati i profili adeguati
 
Informazioni utiliIl Guatemala è uno stato dell'America Centrale. Confina a nord e nordovest con il Messico, ad nordest con il Belize a sud e sudest confina con El Salvador e con l'Honduras. Si affaccia a ovest sull'Oceano Pacifico e a est sul golfo dell'Honduras, ampia insenatura del Mar dei Caraibi.
Il Guatemala è una repubblica presidenziale, da qualche anno la situazione politica è abbastanza stabile ma nel recente passato vi sono stati diversi colpi di stato e periodi di guerra civile. L'attuale capo di stato, in carica dal 2012, è Otto Pérez Molina. La lingua ufficiale è lo spagnolo.
 
Link utili:
Link dell'offerta
 
Contatti utili
Mail di contatto Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
 
“Vuoi candidarti per questa o altre opportunità e non sai come fare?
CLICCA QUI e scoprilo!”
 
“Se sei interessato a conoscere meglio il mondo delle relazioni internazionali, se hai voglia di mettere alla prova le tue doti diplomatiche e capire se questa è la strada che fa per te, partecipa al  Rome Model United Nations la più grande simulazione Onu in Italia! Non perdere questa opportunità!”
 
 
13-12-2013

Actionaid

Nome dell’ente:
ACTIONAID
 
Chairman:
Il direttore esecutivo della Segreteria Internazionale di ActionAid è Chris Kinyanjui.
Invece, il presidente di ActionAid Italia è Orietta Maria Varnelli.
Data di fondazione:
La branca originaria da cui nacque ActionAid è fondata nel 1972 in Gran Bretagna.
Il primo passo per la fondazione di ActionAid Italia si ha nel 1989, quando l’ong inglese apre una sezione di “Azione Aiuto” a Milano, unica attività erano le adozioni a distanza di bambini etiopi.
E’ nel 1998 che l’ente viene riconosciuto ONLUS dallo Stato Italiano e 8 anni dopo ONG.
Il ramo italiano fa ora parte di ActionAid International.
 
Collocazione:
ActionAid International ha proprie istituzioni operative attualmente in più di 60 Paesi.
 
La sede centrale:   
ActionAid – International Secretariat,
Postal Address - PostNet Suite 248, Private Bag X31,
Saxonwold 2132, Johannesburg, South Africa. 
Tel.: +27 11 731 4500
Fax: +27 11 880 8082
Email: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

La sede italiana:  
ActionAid International Italia Onlus 
Via Broggi 19/a 20129, Milano
Tel.: (+39) 02.742001
E-mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. .
                                   
Obiettivi:
ActionAid mira a combattere la fame, la povertà, le discriminazioni, promuovendo altresì il rispetto dei diritti umani.
L’Organizzazione lavora quindi al fine di:
1)      Garantire il diritto al cibo di tutte quelle persone cui viene negato;
2)      Promuovere un nuovo stile di governance che sia equa e partecipata (Accountability)
3)      Combattere la marginalizzazione e l’oppressione delle donne, difendendone i diritti e promuovendone la partecipazione e la promozione sociale come reale fattore di sviluppo, non solo economico, ma culturale
4)      Favorire la reale diffusione di una educazione di qualità e che non solo sia aperta a tutti, ma che a tutti i minori riesca ad arrivare
5)      Ricostruire socialmente ed economicamente quelle realtà dove guerre e catastrofi naturali hanno condotto i Paesi ad una situazione di emergenza assoluta
 
Descrizione dei progetti/attività dell’ente
Le attività di ActionAid per raggiungere gli obiettivi sopra citati sono numerose e variegate:
Fame: portareil sostegno diretto alle comunità locali perché raggiungano la sicurezza alimentare; supporto ai movimenti, alle reti e alle associazioni di contadini per la condivisione di pratiche agro-ecologiche e sostenibili, conoscenze tecniche e capacità; campagne a sostengo dei diritti dei contadini; azioni di pressione nei confronti dei decisori politici (su temi quali: sostenibilità, maggior controllo sulle multinazionali, diritto al cibo)
Accountability: perlopiù pressione politica affinché valori quali trasparenza, rendicontabilità, partecipazione e responsabilità diventino punti cardine dell’azione economica e politica; in quest’ottica ActionAid chiede il rispetto dell’accordo internazionale che prevede la devoluzione dello 0,7% del PIL nazionale come aiuto pubblico allo sviluppo
Donne: prevenzione e contrasto delle violenze sulle donne; campagne di sensibilizzazione e informazione sulla violenza di genere e pressione politica sulle istituzioni perché ci siano cambiamenti concreti a livello legislativo; studi e ricerche condotte nell’ottica del “gender studies” Educazione: progettazione e implementazione di progetti e programmi educativi volti soprattutto a donne e bambini, ma non trascurando metodi e azioni ad hoc che puntino alla formazione degli adulti; costruzione di centri educativi; pressione a livello nazionale e internazionale per rendere l’istruzione davvero gratuita e di qualità.
Emergenza: aiuti umanitari di prima necessità; interventi volti alla prevenzione e all’abbattimento dei rischi di disastri; ricostruzione materiale, economica e sociale con attenzione a ché sia un processo duraturo e sostenibile, e non solo emergenziale; intervento in favore di popolazioni che vivono in teatri di guerra.
 
Opportunità:
Le opportunità offerte dall’ente possono così dividersi:
-          Attivista: è una figura di volontario che mette a disposizione il proprio tempo per promuovere le campagne di sensibilizzazione dell’ente
-          Dialogatore “face to face”:è una figura che si occupa di sensibilizzare quelle persone che si dimostrino interessate, a sostenere regolarmente, e non, i progetti e le campagne promosse da ActionAid; una figura che quindi lavora nel settore della comunicazione e del fundraising
Requisiti:
-condivisione della mission dell’ente
-buone capacità comunicative, relazionali e di lavoro in team
-pregressa esperienza nel settore (opzionale)
Condizioni economiche: retribuzione minima garantita e incentivi al raggiungimento degli obiettivi.
 
Per candidarsi: inviare una mail con CV e lettera motivazionale al seguente indirizzo: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo..
  • Consulenti e figure professionali:spesso l’ente è alla ricerca di figure professionali specifiche che portino le loro capacità e competenze al servizio della mission di ActionAid. Le figure richieste sono tra le più diverse, si può visitare il seguente link per essere sempre aggiornati. .
Chi volesse proporre la propria candidatura anche in assenza di annunci per posizioni aperte può indirizzare il proprio CV a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. , indicando l’area di interesse.
 
In action…:
Nel 2009, in occasione del  30° anniversario della Convenzione per l’eliminazione di ogni forma di discriminazione contro le donne (CEDAW) approvata dalle Nazioni Unite, ActionAid insieme ad altre organizzazioni ha lanciato la campagna “Lavori in corsa: 30 anni CEDAW”, per diffondere informazioni sull’importanza di questo strumento di diritto internazionale, sia per il nostro paese che per i paesi in via di sviluppo. La piattaforma “Lavori incorsa: 30 anni CEDAW” monitora costantemente la performance dell’Italia nell’attuare la condizione, producendo analisi indipendenti sulla condizione delle donne nel nostro paese.
Per maggiori informazioni clicca qui

Link utili:
 
Valentino Prudentino
Pubblicato in No Profit
Ogni anno, per il mese di dicembre a Roma (e in altre città italiane), il movimento Paese dell’Arcobaleno (Comunità di Sant'Egidio) organizza la raccolta di giocattoli usati. Il "Rigiocattolo" è appunto il nome dell'iniziativa di vendita di giocattoli.

Nei due mesi precedenti vengono avviate le raccolte dei giocattoli usati nelle scuole e nei quartieri. I bambini e gli adolescenti del movimento portano i loro giocattoli e coinvolgono altri compagni a fare lo stesso.
Le piazze si trasformano in un villaggio del Paese dell'Arcobaleno: i bambini, nelle strade attorno, distribuiscono gli inviti e chiedono alle persone di comprare un rigiocattolo, spiegando il senso dell'iniziativa. La piazza è invasa dalle bancarelle e i bambini e gli adolescenti sono impegnati a vendere, consigliare, spiegare. Poi ogni acquirente viene accompagnato alla cassa ed al banco per i pacchetti (con carta riciclata, naturalmente). Moltissime persone passano e acquistano i regali per Natale. I canti e le musiche della "band del Paese dell'Arcobaleno" (composta interamente  da ragazzi e da bambini) attirano moltissime persone.
 
Un giocattolo usato svolge diverse funzioni:
-Per i bambini: Serve a rallegrare altri bambini e aiuta a rendere il Natale pieno di gioia anche per quei piccoli che non hanno la fortuna di ricevere regali nuovi .
-Per l’ambiente: Il giocattolo va riutilizzato perché i materiali plastici con cui è costruito sono in genere inquinanti, per questo bisogna farlo vivere il più a lungo possibile, perché quando si getta via nei rifiuti, finisce in un inceneritore o in una discarica, continuando ad inquinare l'ambiente.

Dal 1998 bambini e ragazzi del movimento hanno dato vita all'iniziativa. Essi stessi si sono fatti promotori fra i coetanei e con il loro entusiasmo hanno coinvolto migliaia di persone e raccolto più di 7.000 giocattoli.

Lo scorso anno sono stati venduti in tutto più di 6000 giocattoli. I 1000 rigiocattoli invenduti sono stati inviati in Albania per l'ospedale pediatrico di Tirana e per i rifugiati kossovari.
L'iniziativa viene ripetuta ogni anno non solo a Roma ma in molte altre città italiane ed europee, e rappresenta un'opportunità per tutti di recuperare i giocattoli.
 
Main partner del "Rigiocattolo" 2010 è il gruppo assicurativo AXA MPS, che, in un’ottica di protezione del futuro e di attenzione verso una società sostenibile, promuove iniziative in materia di education delle nuove generazioni e sostiene progetti di tutela dell’infanzia”.
 
Link utili:
  
Dove: Tutto l'anno, i giocattoli possono essere consegnati in:
Via del Porto Fluviale, 2 - 00154 Roma
 
 Quando: giovedì e sabato h.17-19
 
Pubblicato in Eventi e Ultime Notizie

Rubrica

Follow Us on

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, solo per alcune funzionalità tecniche dei servizi offerti.
Puoi prendere visione dell’informativa estesa sull’uso dei cookie cliccando QUI.

Cliccando su "ok" acconsenti all’uso dei cookie.